The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1596
2013-10-16 14:41:11
Bacci Andrea.
Ex officina Nicolai Mutij 1596 Frontespizio incorniciato da motivo architettonico, con medaglione e ritratto dell'A. Dedica dell'A. al cardinale Ascanio Colonna. Versi di Giovanni Francesco Lombardi in lode dell'A. e del cardinale Ascanio Colonna. Prima edizione di questa storia dei vini e dell'acquavite, dell'arte di farlo, della preparazione dei banchetti con una descrizione regione per regione, zona per zona, dei vini italiani con le loro caratteristiche e prerogative; in fine sono catalogati anche altri vini europei. Cfr Henssler p. 54. BING I p. 156. Simon, Bibl. Bacchica, II-68. Bitting 23. Vicaire 60; B.In.G., 129. in folio cc [14] pp 370 c [1]; frontespizio figurato, a p. 178 grande incisione in rame raffigurante una curiosa macchina enologica, errata in fine.
Bookseller: Libreria Pontremoli
2013-10-14 03:58:10
CROCE, GIOVANNI ANDREA DELLA (1514-1575).
APUD ROBERTUM MEIETTUM 1596 ...IN QUO QUORUMCUNQUE AFFECTUUM UNIVERSO CORPORI HUMANO OBVENIENTIUM, ET AD CHIRURGI CURAM SPECTANTIUM, NOTIO, PRAEDICTIO, ATQUE CURATIO PERSPIQUA METHODO NARRANTUR... ADDITA INSUPER EST OFFICINA CHIRURGICA, IN QUA NEMPE INSTRUMENTA OMNIA ALIAQUE CHIRURGICO CONVENIENTIA SUIS FIGURIS DELINEATA EXPRESSAQUE CERNUNTUR. VENETIIS, APUD ROBERTUM MEIETTUM, 1596. CROCE, GIOVANNI ANDREA DELLA (1514-1575). IN- FOLIO, PERGAMENA COEVA (ESTREMITÀ DEL DORSO ED ANGOLI SDRUCITI). (IV), 108, 260, 71 PP. CON NUMEROSE ILLUSTRAZIONI INCISE IN LEGNO, DELLE QUALI DUE A PIENA PAGINA E TRE A MEZZA PAGINA, RAFFIGURANTI VARIE OPERAZIONI CHIRURGICHE E GLI STRUMENTI DEL TEMPO. TITOLO STAMPATO IN ROSSO E NERO CON INSEGNA TIPOGRAFICA. ALCUNI INSIGNIFICANTI FORI DI TARLO NEL MARGINE INTERNO DI POCHE PAGINE ABILMENTE RIPARATI, QUALCHE RIFIORITURA, MA ESEMPLARE BEN CONSERVATO. SECONDA EDIZIONE, LA PIÙ COMPLETA, DEL PIÙ BEL LIBRO ITALIANO DI CHIRURGIA DEL CINQUECENTO, DIVENUTA RARISSIMA ED ASSAI RICERCATA. MANCA AD ALCUNE FRA LE PIÙ IMPORTANTI BIBLIOTECHE MEDICHE. "GIOVANNI ANDREA DELLA CROCE DA VENEZIA FU AUTORE DI UN LIBRO STAMPATO NEL 1573 CHE EBBE GRANDISSIMA DIFFUSIONE E CHE FU CONSIDERATO TESTO CLASSICO PER TUTTO IL '600. IN ESSO TROVIAMO UNA DESCRIZIONE ACCURATISSIMA DEGLI STRUMENTI CHIRURGICI PIÙ IN USO AI SUOI TEMPI E DI QUELLI DA LUI INTRODOTTI NELL' ARTE... GIUSTAMENTE OSSERVÒ IL BURG COME AL DELLA CROCE SPETTI IL GRANDISSIMO MERITO DI ESSERE STATO IL PRIMO AD INTRODURRE I SINONIMI PER I NOMI GRECI, ARABI E LATINI DELLE MALATTIE E DI AVERE DATO I DISEGNI ESATTI DI TUT … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Brighenti libri esauriti e rari
2013-10-11 13:42:57
Heide.-
1596. Gewicht in Gramm: 500
Bookseller: Antiquariat Daniel Schramm e.K. [Kiel, Germany]
2013-10-01 07:07:27
MUZIO Achille
typis Comini Venturae 1596 In-16 gr. (mm. 185 x 127), p. pergam. coeva, 16 cc.nn., 125 cc. num., 1 c.b., 10 cc.nn., vignetta alle armi silografata al frontesp.; testat. e capilettera figur. "Edizione originale" di questa importante opera su Bergamo, preceduta cronologicamente solo dal "De origine et temporibus urbis Bergomi" (Venezia, 1532) di Francesco Bellafini (con un altro scritto da lui edito, cioè una descrizione della città di M.A. Michiel). Il "Theatrum", che apparve postumo a cura del figlio Mario, è diviso in 6 parti, ciascuna preceduta da un ?Argumentum? di Io.B. Mageni. Il testo è in esametri con note a margine. In quest?opera il Muzio descrisse, non di rado con dovizia di particolari, le vicende della storia di Bergamo, i luoghi, gli edifici notevoli, le istituzioni pubbliche e private, le famiglie ragguardevoli e le numerose personalità che nelle varie discipline onorarono la città. In Appendice lo scritto ?De Rebus Bergomensibus? di Moyses Muzio, autore vissuto all'inizio del VIII secolo d.C. al tempo di Giustiniano II, cui l'opera e' dedicata, che Achille Muzio considera proprio antenato. Il breve trattato descrive l'ubicazione geografica e la configurazione urbana della citta' a quell'epoca. Nato nei primi anni del Cinquecento e appartenente a una distinta famiglia bergamasca, scrisse opere latine in distici elegiaci imitando lo stile di Ovidio. Godette di buone e frequenti relazioni con gli uomini più colti della Bergamo del suo tempo e morì nel 1594. Cfr. ?Le ediz. del XVI sec.? (Lombarde),I,57 - Schlosser Magnino, p. 570: ?contiene notizie storico-arti … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Malavasi
2013-09-07 17:03:02
TOSI GIOVANNI (Tonsus Ioannes).
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense [riva del garda, Italy]
2013-08-24 16:39:59
Petrarca, Francesco
Venetia [Venice]: Nicolo Misserino, 1596. As. Full Leather. Very Good. 321, [10], [1] pp. 48mo. Full leather binding with blind embossed rules to covers front and rear, gold lines to spine, small burgundy title patch. Marbled endpapers, previous owner's name in pencil on second free endpaper. Very clean within, a beautiful copy.
Bookseller: Artisan Books & Bindery
Check availability:
2013-08-21 12:49:25
Jansson, Jan
Bookseller: Nicholas D. Riccio Rare Books & Prints [U.S.A.]
Check availability:
2013-08-21 11:06:52
Ximenez, Sebastian; Lopez, Gregorio
1596. Ximenez, Sebastian [Fl. 1530-1553]. [Lopez, Gregorio (16th c.)]. Concordantiae Utriusque Iuris Civilis, Et Canonici, Cum Legibus Partitarum: Glossematibusq. Gregorii Lopez & Plurimorum Doctorum, Tam Exterorum, Quam Nostratum, Cuiuscunq; Facultatis. Explicationes, & Intellectus, & Plures Notabiles Inductiones, & Declarationes, Circa Casus qui Nostro Tempore Contigere, Suis Congruis Locis Adiunctae. Non Solum ad Leges & [paragraph symbol] Iuris Civilis, Canones, et Decreta Iuris Canonici, Sed Etiam ad Utriusque Glossas et Margines Emendationes. Insuper Accesserunt Plura Loca Veteris et Novi Testamenti: & Concordantiae Totius Concilii Tridentini. Necnon Plures Leges Novae Recopilationis. Ex Quibus Omnibus Patebit, Quid in Utroque Iure sit Hodie in Usu, Quid Diminutum, Quid Correctum, Quid Denique Contrario, Particularique Usu Sublatum. Toledo: Typis Petri Roderici Typographi Regi. Expensis Michaelis de Vililla, Bibliopolae, 1596. Two parts in one volume, each with individual title page and pagination. [xx], 987; 332 pp. Main text in parallel columns. Folio (12" x 8"). Contemporary limp vellum, later hand-lettered title to spine, ties lacking. Light soiling, minor edgewear, spine ends and corners bumped, pastedowns and endleaves lacking. Large woodcut arms of Spanish crown to title page, woodcut head and tail-pieces. Light to moderate toning, occasional light dampstaining, mostly to outer margins, faint dampspotting in places. Early owner signatures to title page, author signature to verso, brief annotations to some leaves. An appealing copy of a rare title. * First editi … [Click Below for Full Description]
Bookseller: The Lawbook Exchange, Ltd.
Check availability:
2013-08-07 15:50:55
DIEZ, FELIPE (CA. 1550-1601)
[Lundini] : apud Petrum Landry, 1596, Hardback, Book Condition: Very Good, First Edition. Binding copy in the original aniline calf over boards. Lacks spine, with binding intact. Blind-tooled motifs and borders to panels. Remains of cord ties to panel margins. Panel edges rubbed and worn, with considerable surface wear to panels. Shadow staining evident throughout - text unaffected. Previous owner's inscription to title page. Physical description: 1v. : [14], 514p. 23cm. Subjects: Preaching - Handbooks, manuals, etc - Early works to 1800. Sermons - Early works to 1800. Title pages in red and black with publisher's device. Historiated initials. Language: Latin. 514 pages. Inventory No: 194526.
Bookseller: MW Books [Ireland]
Check availability:
2013-08-04 21:47:03
Pradus, Hieronymous; Villalpando, Juan Baptista
Rome, Italy: Zanetti. Very Good with no dust jacket. 1596 [1604]. Folio 13" - 23" tall; 1596-[1604]. Vol. 1 & Vol. II, part 2 only ( of 3 vols. ) Folio, cloth. With engraved title-page, 5 plates (4 double-page). Ink stamps to engraved t-p, other scattered spotting. See Adams P-2050; [Palau 274873]. Juan Batista Villalpando (1552-1608) ; Spanish jesuit scholar, mathematician & architect; this work contains imaginitive reconstructions of Solomon's temple. .
Bookseller: poor mans books
Check availability:
2013-07-21 11:53:19
SIRIGATTI, Lorenzo
Venice: Girolamo Franceschi, 1596. Hardcover. Very Good. Folio [39.5 x 27.5 cm]. (4) ff., 1-43 consecutively numbered plates; (1) ff. [colophon for book one]; plates 44-65; includes engraved title page, half-title for part two; full-page colophon to part one with large woodcut device. Bound in contemporary flexible vellum. First title page retaining original margin and thus outer deckled edges are folded in. Some scattered foxing buy generally very good, with brilliant impressions of the architectural and geometrical plates. An unusual copy, retaining the original size, fully-deckled engraved title-page (usually severely cropped) of the scarce first edition of this striking work on perspective. Composed by Accademia del Disegno member Lorenzo Sirigatti, this is the first work to articulate in print that the full effect of the perspective frame - for instance a stage set - requires the viewer to be positioned along the main axis (Millard). This is one of the major Italian books on the subject of perspective, combining the visual language of the German model-book tradition of Jamnitzer and Lencker with the Italian tradition of linear perspective treated previously by Serlio and Barbaro, especially as applied to architectural theory and stage design. The first section of the work consists of 43 plates, each with explanatory text, which takes the reader progressively from simple to more complex examples of perspectival illustration, starting with basic geometrical forms (the square, circle, polygon) then more complex architectural forms (arches, crossvaults, staircases, doors, … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Martayan Lan, Inc.
Check availability:
2013-07-17 23:43:28
LOPEZ DE GOMARA, Francisco
1596. [12],405,[6]pp. Small quarto. Nineteenth century red morocco, elaborately and handsomely tooled in gilt on the boards and spine, gilt leather label, a.e.g. Bookplate on front pastedown and front free endpaper. Titlepage backed. Two small holes in leaf Nn3, not affecting text, small tear repaired in leaf Nn, not affecting text. Some light staining or creasing to text leaves. A very good handsome copy. A primary account of the Conquest of Mexico The second English edition of one of the most important early chronicles of the Spanish conquest of the New World, and one of the two chief accounts of Cortes' conquest of Mexico, the other being provided by Bernal Diaz. This is a reissue of the first English edition of 1578, and one of the handful of English works about the New World to appear in the 16th century. Lopez de Gomara was Cortes' secretary for a number of years, and made use of his unparalleled opportunity to gather information from the primary source relating to the extraordinary exploits surrounding the overthrow of the Aztec empire. "Contains the first printed accounts of the Cortes expeditions to California, the expeditions of Francisco Ulloa, Marcos de Niza, Coronado, the subsidiary expeditions resulting from the last, and the voyage of Cabrillo" - Wagner. The work was first published in Zaragosa in 1552, and quickly went through a number of editions in Spain, Italy, and the Low Countries. The English translation was prepared by Thomas Nicholas, who abridged the original. This second edition is a virtual line-for-line reprint of the 1578 edition. … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Donald Heald Rare Books [U.S.A.]
Check availability:
2013-07-15 16:03:43
Urstisio, Christiano / Christian Wurstisen, Michael Maestlin, Purbachius, Georgius von, 1423-1461 / Georg von Peuerbach or Purbach
Basilae / Basel: Sebastianum Henricpetri. 1596. Hardcover. Very Good. 1596 edition. Short thick 8vo (15.5 cm), old vellum, pp. (48), 423, (1) 230, with many woodcut illustrations of planets and planetary orbits and movement, including 4 folding plates. Very good with minor ex-library marks: bookplate on pastedown with proper withdrawn stamp, perforated stamp to title page, faint ink stamp on first text page, no other marks. Binding very good with moderate soil, contents clean. RARE edition with 1 copy in OCLC. Wurstisen (1544-1588) is credited to have first introduced Copernicus' work to Galileo Galilei, while Galilei's adoption of heliocentrism was often attributed to Michael Maestlin. This rare edition contains both Wurstisen's criticque and interpretation to Puerbach but also Peurbach's own work.
Bookseller: Caliban Books ABAA-ILAB
Check availability:
2013-06-12 11:42:56
Theodor de BRY (Liegi, 1528 - Frankfurt am Main, 29 Marzo 1598).
Carta geografica della penisola di classica ispirazione Mercatoriana, ripresa da quella pubblicata a Duisburg pochi anni prima nel 1589. Le differenze sono nei toponimi in grassetto e con diverso carattere, nel mare realizzato in puntinato e dalla maggiore presenta di elementi decorativi, come i vascelli, che la rendono assai più elegante e raffinata del suo prototipo. Secondo Borri la carta è inserita per la prima volta nel "Le grands Vojages" del De Bry, ipotesi che tuttavia tendiamo ad escludere. L'opera nasce infatti come pubblicazione separata; esemplari sono conosciuti inseriti nella opera di Jean Jacques Boissard (1528-1602) "Romanae Vrbis Topographiae & Antiquitatum, quâ succincte & breviter describuntur omnia quæ tam publice quam privatim videntur anim-adversione digna" edita a Francoforte nel 1626, dove sono presenti anche due piante di Roma sempre del De Bry. Incisione in rame, in perfette condizioni. Ottimo esemplare di questa rara carta. Francoforte Frankfurt Borri pag. 61, 63. 430 340
Bookseller: Libreria Antiquarius
2013-06-11 16:59:49
Venier Maffio
IN VENETIA : APPRESSO ANDREA MUSCHIO, 1596. 1596 In Venetia : appresso Andrea Muschio, 1596. In-4 piccol.(19 cm) (4) 136. Marca xilografica editoriale. Ippogrifo poggia su un libro chiuso al quale è attaccato il mondo. In cornice figurata. Motto: Sic mihi atque aliis. Testatine e capilettera figurati. Piena pergamena. Volume in perfette condizioni. Collazionato e completo. Muschio andrea. Tipografo attivo a Venezia, figlio di Niccolò. Fu in società con Giovanni Varisco, Francesco Ziletti, Barezzo Barezzi, Domenico Nicolini da Sabbio, Altobello Salicato e gli eredi di Francesco Rampazetto. Stampò anche musica. Secondo Marciani aveva l'officina in contrada S. Leone. Il Catalogue of seventeenth century Italian books in British Library lo registra fino al 1627. Venier, Maffeo . Poeta e drammaturgo, nato a Venezia nel 1550 e morto ivi nel 1586. Fu verseggiatore in vernacolo ed antipetrarchista; contemporaneo della nota poetessa e cortigiana Veronica Franco, le fu rivale in poesia. Fu arcivescovo di Corfù.
Bookseller: Libreria Emiliana
2013-06-11 08:08:05
ALBERTI LEANDRO.
Appresso Paolo Ugolino 1596 Due parti in un volume in-quarto (cm. 20), cc. (8) (26) 495, 91 (5). Grandi marchi tipografici ai frontespizi, testate e capolettera xilografici. Legatura settecentesca in mezza pergamena con punte con titoli su tassello al dorso (montata rovescia). Arrossature alle prime carte della seconda parte, peraltro esemplare complessivamente genuino e ben conservato. Si tratta dell'ultima edizione cinquecentesca di quest'opera considerata la prima vera descrizione dell'Italia. La presente impressione comprende anche la parte finale interamente dedicata alle isole (con autonomo frontespizio) che apparve solo dal 1568. A lungo ritenuta riferimento principale per una completa conoscenza geografica del nostro territorio, fu ristampata ed ampliata per circa un secolo.
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense
2013-06-10 11:38:16
Giovanni Botero & Jan Matal & Lambert Andreas (c.1544?1617)
Acquaforte e bulino, priva di firma. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, consueta piega centrale, piccole ossidazioni, per il resto in ottimo stato di conservazione.La mappa, appartiene agli atlanti editi dalla cosiddetta Scuola Cartografica di Colonia. Per circa mezzo secolo, Colonia fu il centro più importante nella produzione cartografica cinquecentesca, dovuta principalmente a rifugiati fiamminghi ed olandesi che fuggivano dalle persecuzioni religiose. Tra i principali esponenti della Scuola, citiamo Matthaeus Quad, Johannes Metellus, Giovanni Botero e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Gli atlanti spesso venivano pubblicati in forma anonima o con l?utilizzo di alcuni pseudonimi proprio a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico. Jan Matal o Metellus, francese di nascita è attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia proprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Giovanni Botero (1544 ? Torino 1617) è stato un presbitero, scrittore e filosofo italiano, autore delle Relazioni universali, un trattato di geografia politica pubblicato per la prima volta a Roma nel 1591 senza illustrazioni cartografiche. L?opera divenne subito molto importante ed oggetto di studio in tutta Europa, dando inizio praticamente allo studio della demografia. Lambert Andreas (attivo tra il 1590 ed il 1598) fu principalmente editore, tuttavia, alcune delle mappe nelle sue p … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2013-06-10 11:38:16
Giovanni Botero & Jan Matal & Lambert Andreas (c.1544?1617)
Acquaforte e bulino, priva di firma. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, consueta piega centrale, piccole ossidazioni, per il resto in ottimo stato di conservazione.La mappa, appartiene agli atlanti editi dalla cosiddetta Scuola Cartografica di Colonia. Per circa mezzo secolo, Colonia fu il centro più importante nella produzione cartografica cinquecentesca, dovuta principalmente a rifugiati fiamminghi ed olandesi che fuggivano dalle persecuzioni religiose. Tra i principali esponenti della Scuola, citiamo Matthaeus Quad, Johannes Metellus, Giovanni Botero e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Gli atlanti spesso venivano pubblicati in forma anonima o con l?utilizzo di alcuni pseudonimi proprio a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico. Jan Matal o Metellus, francese di nascita è attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia proprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Giovanni Botero (1544 ? Torino 1617) è stato un presbitero, scrittore e filosofo italiano, autore delle Relazioni universali, un trattato di geografia politica pubblicato per la prima volta a Roma nel 1591 senza illustrazioni cartografiche. L?opera divenne subito molto importante ed oggetto di studio in tutta Europa, dando inizio praticamente allo studio della demografia. Lambert Andreas (attivo tra il 1590 ed il 1598) fu principalmente editore, tuttavia, alcune delle mappe nelle sue p … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2013-06-10 11:38:16
Giovanni Botero & Jan Matal & Lambert Andreas (c.1544?1617)
Acquaforte e bulino, priva di firma. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, consueta piega centrale, piccole ossidazioni, per il resto in ottimo stato di conservazione.La mappa, appartiene agli atlanti editi dalla cosiddetta Scuola Cartografica di Colonia. Per circa mezzo secolo, Colonia fu il centro più importante nella produzione cartografica cinquecentesca, dovuta principalmente a rifugiati fiamminghi ed olandesi che fuggivano dalle persecuzioni religiose. Tra i principali esponenti della Scuola, citiamo Matthaeus Quad, Johannes Metellus, Giovanni Botero e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Gli atlanti spesso venivano pubblicati in forma anonima o con l?utilizzo di alcuni pseudonimi proprio a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico. Jan Matal o Metellus, francese di nascita è attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia proprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Giovanni Botero (1544 ? Torino 1617) è stato un presbitero, scrittore e filosofo italiano, autore delle Relazioni universali, un trattato di geografia politica pubblicato per la prima volta a Roma nel 1591 senza illustrazioni cartografiche. L?opera divenne subito molto importante ed oggetto di studio in tutta Europa, dando inizio praticamente allo studio della demografia. Lambert Andreas (attivo tra il 1590 ed il 1598) fu principalmente editore, tuttavia, alcune delle mappe nelle sue p … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2013-06-10 11:38:16
Giovanni Botero & Jan Matal & Lambert Andreas (c.1544?1617)
Acquaforte e bulino, priva di firma. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, consueta piega centrale, piccole ossidazioni, per il resto in ottimo stato di conservazione.La mappa, appartiene agli atlanti editi dalla cosiddetta Scuola Cartografica di Colonia. Per circa mezzo secolo, Colonia fu il centro più importante nella produzione cartografica cinquecentesca, dovuta principalmente a rifugiati fiamminghi ed olandesi che fuggivano dalle persecuzioni religiose. Tra i principali esponenti della Scuola, citiamo Matthaeus Quad, Johannes Metellus, Giovanni Botero e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Gli atlanti spesso venivano pubblicati in forma anonima o con l?utilizzo di alcuni pseudonimi proprio a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico. Jan Matal o Metellus, francese di nascita è attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia proprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Giovanni Botero (1544 ? Torino 1617) è stato un presbitero, scrittore e filosofo italiano, autore delle Relazioni universali, un trattato di geografia politica pubblicato per la prima volta a Roma nel 1591 senza illustrazioni cartografiche. L?opera divenne subito molto importante ed oggetto di studio in tutta Europa, dando inizio praticamente allo studio della demografia. Lambert Andreas (attivo tra il 1590 ed il 1598) fu principalmente editore, tuttavia, alcune delle mappe nelle sue p … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2013-06-10 11:38:16
Giovanni Botero & Jan Matal & Lambert Andreas (c.1544?1617)
Acquaforte e bulino, priva di firma. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, consueta piega centrale, piccole ossidazioni, per il resto in ottimo stato di conservazione.La mappa, appartiene agli atlanti editi dalla cosiddetta Scuola Cartografica di Colonia. Per circa mezzo secolo, Colonia fu il centro più importante nella produzione cartografica cinquecentesca, dovuta principalmente a rifugiati fiamminghi ed olandesi che fuggivano dalle persecuzioni religiose. Tra i principali esponenti della Scuola, citiamo Matthaeus Quad, Johannes Metellus, Giovanni Botero e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Gli atlanti spesso venivano pubblicati in forma anonima o con l?utilizzo di alcuni pseudonimi proprio a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico. Jan Matal o Metellus, francese di nascita è attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia proprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Giovanni Botero (1544 ? Torino 1617) è stato un presbitero, scrittore e filosofo italiano, autore delle Relazioni universali, un trattato di geografia politica pubblicato per la prima volta a Roma nel 1591 senza illustrazioni cartografiche. L?opera divenne subito molto importante ed oggetto di studio in tutta Europa, dando inizio praticamente allo studio della demografia. Lambert Andreas (attivo tra il 1590 ed il 1598) fu principalmente editore, tuttavia, alcune delle mappe nelle sue p … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2013-06-10 11:38:16
Giovanni Botero & Jan Matal & Lambert Andreas (c.1544?1617)
Acquaforte e bulino, priva di firma. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, consueta piega centrale, piccole ossidazioni, per il resto in ottimo stato di conservazione.La mappa, appartiene agli atlanti editi dalla cosiddetta Scuola Cartografica di Colonia. Per circa mezzo secolo, Colonia fu il centro più importante nella produzione cartografica cinquecentesca, dovuta principalmente a rifugiati fiamminghi ed olandesi che fuggivano dalle persecuzioni religiose. Tra i principali esponenti della Scuola, citiamo Matthaeus Quad, Johannes Metellus, Giovanni Botero e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Gli atlanti spesso venivano pubblicati in forma anonima o con l?utilizzo di alcuni pseudonimi proprio a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico. Jan Matal o Metellus, francese di nascita è attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia proprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Giovanni Botero (1544 ? Torino 1617) è stato un presbitero, scrittore e filosofo italiano, autore delle Relazioni universali, un trattato di geografia politica pubblicato per la prima volta a Roma nel 1591 senza illustrazioni cartografiche. L?opera divenne subito molto importante ed oggetto di studio in tutta Europa, dando inizio praticamente allo studio della demografia. Lambert Andreas (attivo tra il 1590 ed il 1598) fu principalmente editore, tuttavia, alcune delle mappe nelle sue p … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2013-06-10 11:38:16
Giovanni BOTERO (Bene, od. Bene Vagienna, 1544 - Torino 1617).
Acquaforte e bulino, priva di firma. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, consueta piega centrale, piccole ossidazioni, per il resto in ottimo stato di conservazione.La mappa, appartiene agli atlanti editi dalla cosiddetta Scuola Cartografica di Colonia. Per circa mezzo secolo, Colonia fu il centro più importante nella produzione cartografica cinquecentesca, dovuta principalmente a rifugiati fiamminghi ed olandesi che fuggivano dalle persecuzioni religiose. Tra i principali esponenti della Scuola, citiamo Matthaeus Quad, Johannes Metellus, Giovanni Botero e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Gli atlanti spesso venivano pubblicati in forma anonima o con l?utilizzo di alcuni pseudonimi proprio a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico. Jan Matal o Metellus, francese di nascita è attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia proprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Giovanni Botero (1544 ? Torino 1617) è stato un presbitero, scrittore e filosofo italiano, autore delle Relazioni universali, un trattato di geografia politica pubblicato per la prima volta a Roma nel 1591 senza illustrazioni cartografiche. L?opera divenne subito molto importante ed oggetto di studio in tutta Europa, dando inizio praticamente allo studio della demografia. Lambert Andreas (attivo tra il 1590 ed il 1598) fu principalmente editore, tuttavia, alcune delle mappe nelle sue p … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Supergulp di Rem Srl
2013-06-10 11:38:16
Giovanni BOTERO (Bene, od. Bene Vagienna, 1544 - Torino 1617).
Acquaforte e bulino, priva di firma. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, consueta piega centrale, piccole ossidazioni, per il resto in ottimo stato di conservazione.La mappa, appartiene agli atlanti editi dalla cosiddetta Scuola Cartografica di Colonia. Per circa mezzo secolo, Colonia fu il centro più importante nella produzione cartografica cinquecentesca, dovuta principalmente a rifugiati fiamminghi ed olandesi che fuggivano dalle persecuzioni religiose. Tra i principali esponenti della Scuola, citiamo Matthaeus Quad, Johannes Metellus, Giovanni Botero e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Gli atlanti spesso venivano pubblicati in forma anonima o con l?utilizzo di alcuni pseudonimi proprio a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico. Jan Matal o Metellus, francese di nascita è attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia proprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Giovanni Botero (1544 ? Torino 1617) è stato un presbitero, scrittore e filosofo italiano, autore delle Relazioni universali, un trattato di geografia politica pubblicato per la prima volta a Roma nel 1591 senza illustrazioni cartografiche. L?opera divenne subito molto importante ed oggetto di studio in tutta Europa, dando inizio praticamente allo studio della demografia. Lambert Andreas (attivo tra il 1590 ed il 1598) fu principalmente editore, tuttavia, alcune delle mappe nelle sue p … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Commissionaria Sansoni Licosa S
2013-06-10 11:38:16
Giovanni Botero & Jan Matal & Lambert Andreas (c.1544?1617)
Acquaforte e bulino, priva di firma. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, consueta piega centrale, piccole ossidazioni, per il resto in ottimo stato di conservazione.La mappa, appartiene agli atlanti editi dalla cosiddetta Scuola Cartografica di Colonia. Per circa mezzo secolo, Colonia fu il centro più importante nella produzione cartografica cinquecentesca, dovuta principalmente a rifugiati fiamminghi ed olandesi che fuggivano dalle persecuzioni religiose. Tra i principali esponenti della Scuola, citiamo Matthaeus Quad, Johannes Metellus, Giovanni Botero e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Gli atlanti spesso venivano pubblicati in forma anonima o con l?utilizzo di alcuni pseudonimi proprio a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico. Jan Matal o Metellus, francese di nascita è attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia proprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Giovanni Botero (1544 ? Torino 1617) è stato un presbitero, scrittore e filosofo italiano, autore delle Relazioni universali, un trattato di geografia politica pubblicato per la prima volta a Roma nel 1591 senza illustrazioni cartografiche. L?opera divenne subito molto importante ed oggetto di studio in tutta Europa, dando inizio praticamente allo studio della demografia. Lambert Andreas (attivo tra il 1590 ed il 1598) fu principalmente editore, tuttavia, alcune delle mappe nelle sue p … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2013-06-10 09:26:43
FERRARA G.
In Venetia, presso Bartolomeo Carampello, 1596, in-8, leg. coeva in piena pergamena floscia (rimontata), cc. [12], 118, [2]. Con marca editoriale in xilografia sul front. e 7 ill. xilografiche a piena pagina. Margine inferiore delle prime due carte reintegrato, per il resto ottime condizioni: sono conservate anche le due ultime carte del fascicolo finale, bianche, che mancano perfino nella descrizioni in ICCU. Sei soli esemplari censiti fra ICCU e EDIT16. Prima edizione.
Bookseller: Libreria Antiquaria Gozzini
2013-06-06 09:10:14
JOINVILLE, Jean de
A Geneve, Pour Iaques Choüet, 1596. 1596 In -12, 12 cc. (la prima bianca), 320 pp. (6 cc., mancano 2 cc. bianche). Edizione curata da Antoine Pierre, il cui nome appare nella prefazione. Con una epistola al lettore di Guillaume La Perriere. Leg. pergamena semifloscia antica. Leggeri aloni di muffa al margine delle ultime 30 carte, per il resto buon esemplare. Jean de Joinville (1224 - 1317) fu uno dei più importanti cronisti della Francia medioevale. Nel 1241 fu presentato alla corte del Re Luigi IX (futuro San Luigi) dal Conte di Champagne. Nel 1244, quando Luigi organizza la settima crociata, Joinville decide di seguire il suo Re ed unirsi ai Cavalieri Cristiani. Durante la crociata fu confidente e consigliere del Re. Le sue cronache costituiscono una importante testimonianza sulla figura di S. Luigi e sugli eventi della crociata, narrati con stile semplice ma ricco di dettagli umani e psicologici. La prima edizione di questa cronaca venne pubblicata nel 1547. Cfr. Brunet, III, 557.
Bookseller: Studio bibliografico Atlantis
2013-05-01 10:22:11
SENOFONTE
apud Andreae Wecheli heredes 1596 in gran folio (cm 33,5x21), pp. 12 nn., 1213 (fino alla p. 1013 la numeraz. è normale, dalla p. 1015 alla p. 1213 la numeraz. è a colonne), 55 nn. di indici; leg. coeva p/pelle su piatti in legno, ds. con 6 nervi, tit. e fregi in oro, piatti incorniciati da filetto con fregi in oro al centro; grande impresa tip. al front. ripetuta sia all'inizio del 2° tomo che in fine; alcune testatine e m. grandi capil.; bei caratteri nitidi sia nel testo greco che in quello latino a fronte; manca la c. bianca iniziale mentre è presente quella finale. Le note di Emilio Porto sono alle carte CCcc-GGgg. Graesse VI, pp. 483/484; ICCU\RMLE\021279. Lieve alone marginale interessa quasi metà del vol., lievi e diffuse fior., restauro ben eseguito al ds., rinforzo al margine sup. del front., ma buon esemplare solido. Opera completa, di grande interesse e di non facile reperibilità. 547/22
Bookseller: Libreria Antiquaria La Fenice
2013-04-20 10:36:01
Albertus Magnus
Frankfurt, Christian Egenolffs Erben, 1596. Klein-8°. 180 (recte 181) S., 7 n.n. S. Register. Mit 79 Textholzschnitten. Halbleinwandband des 19. Jahrhunderts. VD 16 A 1458. - Becker, Amman 34. - Dritte Ausgabe mit den Holzschnitten von Jost Amman. Im Titel abweichend gegenüber der Ausgabe 1581 bei Feyerabend und der Ausgabe von 1608 bei Tampachs. Hier ohne den Titelholzschnitt, jedoch wie in den anderen Ausgaben mit den 22 Pflanzendarstellungen. Mit 21 (davon 2 grösseren) Tierdarstellungen, kleinen Holzschnittvignetten über die Edelsteine sowie mit Holzschnitten im "Regiment der Pestilenz". Albertus Magnus (eigentlich Albertus Bollstädt) (1193-1280) verfasste das erste Aufklärungsbuch des Mittelalters. Sämtliche deutschsprachigen Ausgaben seiner Bücher sind Bearbeitungen aus den Handschriften. Während man von Albertus Magnus Texten im 15. Jahrhundert über 50 verschiedene Ausgaben nachweisen kann, verändert sich im 16. Jahrhundert der Charakter der Texte zum Volksbuch. Das in 6 Bücher, und einem Tractat zum Aderlassen, aufgeteilte Werk behandelt im 1. Buch die Schwangerschaft und die Geburt sowie deren Komplikationen. Mit einer Reihe von Holzschnitten, die die verschiedenen Lagen des Foetus zeigen. Das 2. Buch über die Heilkräuter, das 3. Buch über die Edelsteine und ihren Einfluss, das 4. Buch von den Tieren, das 5. Buch mit einer Auswahl von Rezepten. Das 6. Buch beschreibt das Verhalten gegenüber der Pest mit einer Anleitung zu Speisen, zur Hygiene und Prävention. Im Anhang findet sich "eine nützliche Lasstafel", eine Anleitung über den Aderlass. - Titelblatt leicht anges … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Daniel Thierstein Buchantiquariat [Switzerland]
2013-03-23 04:36:01
HAGECII, WENCESLAI ( Hagecius von Libotschan, Wencel; und auch: Václav Hájek z Libocan)
Erste Deutsche Ausgabe. 8 unpag. Bll., 422 pag. Blätter, 1 Bl. // 2 unpag. Bll., 232 pag. Blätter. sowie 6 unpag. Bll.mit "Register zum Ersten Teil"; und 5 unpag. Bll. mit "Register des Anderen Teiles". Zeitgenössischer, stark geprägter Schweinzledereinband auf "Holzdeckeln" auf 6 echten Bünden. Gr.4to. (32x21cm) Titelblatt des ersten Teiles und die erste Seite handschriftlich, dem Or.-Druck nachempfunden, auf "altem" Papier übertragen. Seite 5 rundum "alt" unterlegt, da wohl rissig. Insges. Papier stärker, ja stark angebräunt. Mit sehr zahlreichen Textholzschnitten ( der böhmischen Könige) und Vignetten im Text. Einband etwas berieben, abgegriffen. Leder hinten ein wenig rissig. Buchschliessen fehlen. Seiten stellenweise auf Rändern leicht rissig. Ansonst gut erhaltenes Exemplar. Bibl.-Quellen: Zibrt; 1900-12: Zibrt II. Nr. 1851. Siehe auch: http://db.knihopis.org/l.dll?cll 2892. (weitere Fotos auf Anfrage gerne)
Bookseller: Antiquariat Karel Marel
2013-02-14 10:03:26
[LA SALE, Antoine de (1385-1461)] attributed to
Rouen : Chez Raphael du petit Val, devant la grand porte du Palais. 1596 . Second 'de Rosset' Edition 12mo, A-H12, 186, [6] pp, printer's woodcut device on title, large woodcut on page 19, t-p and last leaf dust-soiled, a few leaves cut close at head, 19c. green calf a little rubbed. t.e.g., circular engraved armorial bookplate of Edward Grisbach on front pastedown. A libertine satire, thought to have been written early in the 15th century, providing a riotous critique of married women but also an important insight into the economic and social life of the period. The text first appears in two very rare incunable editions, Lyons c.1480 (of which ISTC locates copies at Paris BN and Poitiers BM), and Paris c. 1499 (located in 3 copies, Paris BN, Chantilly and Jena ULB). Sixteenth century editions are given by both Brunet and Tchemerzine as Paris undated, Lyon, C. Nourry 1520, Lyon, Arnoullet undated, all described as "fort rare", followed in 1595 by the first of innumerable editions of the text edited by Francois de Rosset.("... son texte est, aux jugement de M. Jannet, le meilleur de tous ceux qui ont paru avant 1853" - Brunet). After extensive electronic searches we are able to claim that all editions before the 18th century are very rare. Of the 16th and 17th century editions we have located no copy of any edition before 1596, 2 copies of the present edition (Exeter Cathedral and All Souls' Oxford), a copy of a 1607 edition in the British Library and a 1621 edition in the Bodleian Library, both of which are also held by the Austrian National Library. The next ed … [Click Below for Full Description]
Bookseller: H M Fletcher
2013-02-09 12:48:11
Bacci Andrea.
Ex officina Nicolai Mutij Frontespizio incorniciato da motivo architettonico, con medaglione e ritratto dell'A. Dedica dell'A. al cardinale Ascanio Colonna. Versi di Giovanni Francesco Lombardi in lode dell'A. e del cardinale Ascanio Colonna. Prima edizione di questa storia dei vini e dell'acquavite, dell'arte di farlo, della preparazione dei banchetti con una descrizione regione per regione, zona per zona, dei vini italiani con le loro caratteristiche e prerogative; in fine sono catalogati anche altri vini europei. Cfr Henssler p. 54. BING I p. 156. Simon, Bibl. Bacchica, II-68. Bitting 23. Vicaire 60; B.In.G., 129. in folio cc [14] pp 370 c [1]; frontespizio figurato, a p. 178 grande incisione in rame raffigurante una curiosa macchina enologica, errata in fine.
Bookseller: Libreria Pontremoli
2013-01-22 14:38:43
Cm. 17,5, pp. 269 (81). Con antiporta illustrata raffigurante una seduta conciliare (verosimilmente aggiunta posteriormente) e marchio tipografico al frontespizio. Legatura del tempo in piena pergamena rigida con unghie e titoli ms. al dorso. Esemplare in ottimo stato di conservazione. Non comune edizione cinquecentesca dei canoni conciliari.
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense
2013-01-13 17:56:20
CHRISTENSEN BARTSKÆR, HANS. - [SÆRDELES SJÆLDENT LÆGEVÆRK PÅ DANSK]
(Slesvig, Nic. Wegener, 1596). 4to. Samt. helpergamentsbd., antageligt udfærdiget af pergamentet fra et tidligere bind. 141 blade (af 144). Titelbladet mangler og 2 blade af registeret mangler. Blad 2 med Jacob Seefelts store træskårne våben, til hvem bogen er dediceret. Nogle få bladkanter repareret. Lettre brugsspor, lidt brunpletter og nogle svage skjolder. ¶ Den yderst sjældne originaludgave. Kun ganske få eksemplarer har været udbudt de sidste 50 år. I første del af bogen redegør Bartskær for medicinens teoretiske fundament, nemlig Galens humoralpatologi efterfulgt af en næsten ordret oversættelse af tyskeren Ortolff von Bayerlaudts tyske medicinkompedium. Anden del bygger for størstedelen på den første danske lægebog ved Christian Pedersen fra 1533, men indeholder også en del originalobservationer og kure, ligesom han introducerer danske navne for medicinske planter hovedsageligt fra Slesvig. - Lauritz Nielsen Nr. 493 - Thesaurus: 273 - Bibl. Danica II: 799-800.
Bookseller: Herman H J Lynge & Søn A/S [DK]
2013-01-09 15:45:07
GIOVANNI BOTERO
Engraved map, 15,5x21cm (platemark) Cologne (1596) - 1597 From the same rare atlas copy of "Kronn und Aussbundt aller Wegweiser".. In very good condition
Bookseller: Kunstantikvariat PAMA AS
2013-01-08 12:20:40
GIOVANNI BOTERO
Engraved map, 15,5x19cm (platemark) Cologne (1596) - 1597 This copy comes from "Kronn und Aussbundt aller Wegweiser" with German text verso and page no. 249. According to Ginsberg printed before the upper left corner was broken or cracked. The text verso gives distances between important cities. For a collector some of the smaller maps of Scandinavia from the so-called "Cologne school" late 1500 are among the rarest and most difficult to acquire.. Upper margin slightly shaved affecting the top of some letters and the number verso, else very good. William B. Ginsberg "Printed Maps of Scandinavia & The Arctic 1482 - 1601" entry 36, KRO 1)
Bookseller: Kunstantikvariat PAMA AS
2013-01-04 23:10:16
Braun & Hogenberg
Cologne, 1596. Maps. A handsome panoramic prospect of the northeast French city of Cambrai, from "Civitates Orbis Terrarum", in the original color. With strongly graphic element of the moat and wall surrounding the city, coming to arrow headed points, and with 'La Citadelle' at the east, within its own graphicly exciting arrow headed enclosure. White country lanes cross green meadows towards the city. Central cartouche with architectural elements, two coats of arms, and a legend of important buildings at the lower left. Reference: Fauser, A. 2262. Image size 17 1/2 x 13 1/4". In very good condition. Published by George Braun (1541-1622) and Frans Hogenberg (1535-1590).
Bookseller: Antipodean Books, Maps & Prints
Check availability:
2013-01-03 09:07:57
Braun & Hogenberg
Cologne, 1596. Maps. A handsome panoramic prospect of the northeast French city of Cambrai, from "Civitates Orbis Terrarum", in the original color. With strongly graphic element of the moat and wall surrounding the city, coming to arrow headed points, and with 'La Citadelle' at the east, within its own graphicly exciting arrow headed enclosure. White country lanes cross green meadows towards the city. Central cartouche with architectural elements, two coats of arms, and a legend of important buildings at the lower left. Reference: Fauser, A. 2262. Image size 17 1/2 x 13 1/4". In very good condition. Published by George Braun (1541-1622) and Frans Hogenberg (1535-1590).
Bookseller: Antipodean Books, Maps & Prints
Check availability:
2013-01-02 11:48:43
Alberti Leandro.
Due parti in un volume in-quarto (cm. 20), cc. (8) (26) 495, 91 (5). Grandi marchi tipografici ai frontespizi, testate e capolettera xilografici. Legatura settecentesca in piena pelle, dorso a nervi con titoli e ricchi fregi in oro. Alcuni ritocchi alle cerniere, un paio di trascurabili forellini al margine bianco delle prime carte, peraltro esemplare in ottimo stato di conservazione. Si tratta dell'ultima edizione cinquecentesca di quest'opera considerata la prima vera descrizione dell'Italia. La presente impressione comprende anche la parte finale interamente dedicata alle isole (con autonomo frontespizio) che apparve solo dal 1568. A lungo ritenuta riferimento principale per una completa conoscenza geografica del nostro territorio, fu ristampata ed ampliata per circa un secolo.
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense
2012-12-30 02:36:52
LINSCHOTEN, Jan Huygen van
Amsterdam: Cornelis Claesz, 1596 - 1595 - 1596. Three parts bound in one volume (parts two and three bound in reverse order in this copy). Text in double columns. [8],160; 134,[4],135-147,[8]; 82,[1]pp. plus a total of six folding or double-page maps, thirty-six folding or double-page plates, and a single-page portrait of Linschoten. Folio.Contemporary vellum, elaborately tooled in gilt, spine with gilt compartments, silk ties, yapp edges. Recased, with new endpapers. Maps and folding plates with some occasional slight chipping or splits at folds, repaired on versos in some cases. Occasional tanning or foxing. Overall, a handsome copy, brilliantly colored. In a chemise and half morocco and cloth slipcase, spine gilt. A handsome copy of this important and influential work, with beautiful hand- colouring A remarkable copy of the first edition of the most important description of the East Indies in the Age of Discovery, with beautiful early hand-coloring and in a handsome contemporary vellum binding, likely a special presentation copy. Linschoten's work was of tremendous importance, as it unlocked the secrets of Asian trade routes, once the exclusive domain of the Portuguese, for the rest of Europe Jan Huygen van Linschoten (1563-1611) a Dutchman born in Haarlem in 1563, had an "avaricious thirst for knowledge which enabled him to get detailed information of land and sea as far afield as the Spice Islands and China" (Penrose). Linschoten travelled to Goa in 1583 as a clerk of the newly- appointed Portuguese Archbishop of Goa. He made a few trips into Indian, compiling note … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Donald Heald Rare Books
Check availability:
2012-12-28 18:38:02
LOPEZ DE GOMARA, Francisco
1596. [12],405,[6]pp. Small quarto. Nineteenth century red morocco, elaborately and handsomely tooled in gilt on the boards and spine, gilt leather label, a.e.g. Bookplate on front pastedown and front free endpaper. Titlepage backed. Two small holes in leaf Nn3, not affecting text, small tear repaired in leaf Nn, not affecting text. Some light staining or creasing to text leaves. A very good handsome copy. A primary account of the Conquest of Mexico The second English edition of one of the most important early chronicles of the Spanish conquest of the New World, and one of the two chief accounts of Cortes' conquest of Mexico, the other being provided by Bernal Diaz. This is a reissue of the first English edition of 1578, and one of the handful of English works about the New World to appear in the 16th century. Lopez de Gomara was Cortes' secretary for a number of years, and made use of his unparalleled opportunity to gather information from the primary source relating to the extraordinary exploits surrounding the overthrow of the Aztec empire. "Contains the first printed accounts of the Cortes expeditions to California, the expeditions of Francisco Ulloa, Marcos de Niza, Coronado, the subsidiary expeditions resulting from the last, and the voyage of Cabrillo" - Wagner. The work was first published in Zaragosa in 1552, and quickly went through a number of editions in Spain, Italy, and the Low Countries. The English translation was prepared by Thomas Nicholas, who abridged the original. This second edition is a virtual line-for-line reprint of the 1578 edition. … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Donald Heald Rare Books [U.S.A.]
2012-12-28 10:15:25
BAUHIN, Caspar (Casparo Bauhino) [Bauhinus]
Basle: Per Sebastianum Henricpetri, 1596.. Small quarto, pp (22), 669, (9), woodcut vignette to t.p., woodcut portrait, woodcut colophon, various small woodcut initials, title page slightly tender at the margins, and lacking the top corner, though no loss of print, pages browned at margins, but otherwise in remarkably good condition. [Bound with] Icones Plantarum aliqvot hactensis. I page of text, 8 woodcut plates of plants. Contemporary vellum a little marked, and with slight loss towards the base of the spine, Greek title, author and date in ink in probably a Victorian hand on spine, [the date is incorrect by five years], a very early ink inscription on the front endpaper which also carries a modern bookplate lightly attached. [RARE. Although not containing the fine woodcuts of the later work, this preceedes the Pinax by 27 years and is a remarkable foreshadowing of the binomial system - Bauhin states in the preface that, for the sake of clearness, he has applied one name to each plant, and added also some easily recognisable character. This has led many commentators to describe him as the founder of the natural system. Overall a remarkably good copy of an extremely scarce work] .
Bookseller: Mike Park Ltd
2012-12-25 12:14:50
BIBLIA LATINA.
Andreas Wechel, Hannover 1596. 8vo. (4)+777+(1)+(blank)+517+(1)+(blank)+326 pages. Woodcut printer's device on titlepage. Contemporary binding of blindtooled pigskin on wooden boards with traces of clasps. Red edges. Binding worn, but intact. 19th century name on front endpaper. Old name on titlepage. Small clipping in titlepage not affecting text.. Latin translation of the Bible with Calvinist notes. The New Testament is in the translation by the noted Calvinist theologist Theodore de Béze (Beza) (1519-1605)
Bookseller: Vangsgaards Antikvariat
2012-09-24 12:19:02
Linschoten, Jan Huygen van:
Amsterdam: Cornelis Claesz, 1596-1595-1596.. Three parts bound in one volume (parts two and three bound in reverse order in this copy). Text in double columns. [8],160; 134,[4],135-147,[8]; 82,[1]pp. plus a total of six folding or double-page maps, thirty- six folding or double-page plates, and a single-page portrait of Linschoten. Folio. Contemporary vellum, elaborately tooled in gilt, spine gilt, silk ties, yapp edges; recased, with new endpapers. Maps and folding plates with occasional slight chipping or splits at folds, repaired on verso in some cases. Occasional tanning or foxing. Overall, a handsome copy, brilliantly colored. In a chemise and half morocco and cloth slipcase, spine gilt. A remarkable copy of the first edition of the most important description of the East Indies in the Age of Discovery, with beautiful early hand-coloring and in a handsome contemporary vellum binding, likely a special presentation copy. Linschoten's work was of tremendous importance, as it unlocked the secrets of Asian trade routes, once the exclusive domain of the Portuguese, for the rest of Europe Jan Huygen van Linschoten (1563-1611), a Dutchman born in Haarlem in 1563, had an "avaricious thirst for knowledge which enabled him to get detailed information of land and sea as far afield as the Spice Islands and China" (Penrose). Linschoten travelled to Goa in 1583 as a clerk of the newly- appointed Portuguese Archbishop of Goa. He made a few trips into India, compiling notes on his experiences, gleaned information on sea routes from Portuguese sailors, and collected information from … [Click Below for Full Description]
Bookseller: William Reese Company - Americana
Check availability:
2012-07-13 10:51:28
ORTELIUS Abraham - VELSERIUS M. - Marcus WELSER - Justus LIPSIUS
Convolute - Sammelband ; 1) ORTELIUS Abraham; Aurei Saeculi Imago sive Germanorum Veterum Vita, Mores, Ritus, & Religio. Iconibus delineata, & Commentariis. Antverpiae (Antwerpen), P.Galle, 1596, (28)pp with 10 finely engraved vignettes, printer's mark of the Plantin Press at the end. (Imhof O-73). 2) VELSERIUS Marcus; Rerum Boicarum Libri Quinque. Historiam à gentis origine, ad Carolum M.complexi. Augustae Vindelicorum (Augsburg), Ad insigne pinus, 1602, title with large engraved vignette + (8) + (2)(bl) + 338 pp + (1)(err) + (1)(printer's mark). 3)WELSER Marcus; Rerum Augustanarum Vindelicarum Commentarii Nominis et Populieius., Francofurti ad Moenum, (Frankfurt) Egenolphianis, 1594, (6) + (2)(bl) + 238 + (9)pp + 1 folding copper engraved map + one folding woodengraving and several text engravings. 4) LIPSIUS Justus; De Bibliothecis Syntagma, Antverpiae (Antwerpen), Johannes Moretus, 1602, title with copper engraved printer's mark + 34 pp + (1)(approb.) + (1)(bl). (Imhof L-13 )( first edition). 5) LIPSIUS Justus; Dispunctio Notarum Mirandulani codicis as Cor. Tacitum. Antverpiae, Ioannem Moretum, 1602, title with wood-engraved printer's mark + 40 pp + (3)(priv.) + (1)(bl). (Imhof L-29) ( first edition). Contemporary full calf, double gilt fillet on covers, raised back with three gilt titles (upper cover partly loose, top and end of spine damaged with some loss of leather, corners worn with loss of leather, some stains and browning at the interior, especially book three is more browned, a few marginal worm galleries in book four. Notwithstanding these defects a rather well … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Antiquariaat Wim de Goeij [Antwerpen, Belgium]
2012-06-30 15:44:23
. Altkol. Kupferstich v. Matthias Quad aus Europae Totivs Terravm Orbis ... b. Johann Bussemacher in Köln, 1596, 23 x 31 (Bilder zum Artikel auf meiner Homepage, oder bei Anfrage - pictures on my homepage or after request). Meurer Qua 5, 30. - Am rechten Rand Titelkartusche, darunter Rollwerkskartusche mit Maßstab. - Zeigt das Herzogtum Jülich zwischen Venlo, Nordeifel, Bonn und Essen.
Bookseller: Antiquariat Norbert Haas
Check availability:
2012-06-27 03:05:56
CROCE (Giovanni Andrea Della)
Venise, Roberto Meietto, 1596. 3 parties en 1 vol., [4]-108-260-71-[1] pages demi-veau, dos à 6 nerfs richement orné et portant une pièce de titre en maroquin rouge, tranches rouges (pastiche XVIIIe) 1596, 1596, in-folio, 3 parties en 1 vol, [4]-108-260-71-[1] pages, demi-veau, dos à 6 nerfs richement orné et portant une pièce de titre en maroquin rouge, tranches rouges (pastiche XVIIIe), Seconde édition latine, la première avait paru en 1573, et entre ces deux éditions avait été publiée, par deux fois, une traduction italienne. Ce grand traité de chirurgie classique de la Renaissance vaut pour la capacité de son auteur à prendre en compte l'ensemble des héritages existants : grec et latin, bien sûr, mais aussi arabe. D'autre part, il se distingue du fait de ses nombreuses observations personnelles, et du grand développement qu'il donna à la chirurgie crânienne et à la trépanation (voir le premier livre du second Traité, et notamment les pages 4 et 5 où l'auteur propose quelques "cranoirum imagines"). Mais surtout, il donne toute l'ampleur de ses qualités de grand praticien dans la dernière partie de sa somme chirurgicale : une "Officina Chirurgica" où il passe en revue, décrit et explique, tous les instruments de médecine qui sont susceptibles d'être utilisés, à l'époque, en chirurgie. Chacun étant gravé, on compte environ 350 représentations et descriptions d'instruments, ainsi que des scènes d'intervention chirurgicale (pages 22, 23, 54 et 55), l'ensemble gravé sur bois. Sur la page de titre, un ex-libris manuscrit daté de 1677 et signé "Andre van der Wenden", sur la pre … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Librairie Alain Brieux [paris, France]
2012-06-21 11:25:17
MADARIAGA, Fr. Juan de.
Valencia, En casa de Pedro Patricio Mey, 1596.. FIRST and ONLY EDITION. 4°, contemporary limp vellum (lacking the two buttons but with the ties), fore-edge cover extensions, vertical manuscript title on spine, covers with two manuscript-ruled borders. Large woodcut of St. Bruno on title-page. Woodcut initials. Some light browning; occasional dampstains, for the most part small and minor; larger, but still light in the last few leaves. For the most part clean, and with ample margins. In very good to fine condition. Early ink manuscript ownership statement on title-page: "Pertinet ad Conventum Madridi excalceatorum Augustini madrid. Fr. Andres dela Asuncion." Oval green printed paper ticket of Bernardino Ribeiro de Carvalho in upper outer corner of front pastedown endleaf. (10), 197, (1) ll. Leaf 196 is misnumbered 197, followed by the correctly numbered leaf 197. Signed § , * , A-Z , Aa-Bb . *** FIRST and ONLY EDITION of the author's earliest work. St. Bruno, founder of the Carthusians, was born in Cologne about 1030. He was educated there, and afterwards at Reims and Tours, where he studied under Berengar. After being ordained at Cologne, he was called to Reims in 1057 to head the cathedral school, to oversee the schools of the diocese, and in addition to be canon and diocesan chancellor. He had a falling out with a new archbishop, however, and having been deprived of all offices, fled the see in 1076. Bruno was put forward as a candidate for archbishop in 1080, but King Philip I of France successfully opposed his appointment. With six companions, Bruno then retired to a … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Richard C. Ramer Old and Rare Books [New York, NY, U.S.A.]
2012-06-20 21:23:33
SALOMONI Gio. Domenico.
Gio. Battista Natolini,, Udine, 1596. in-16, pp. (8), 115, leg. m. perg. post con tass. e tit. oro, piatti in cart. dec. Bella marca tipogr. al front. ripetuta anche al fine, modificata e ingrandita. Opera in cui si sostiene la precedenza del Capitolo di Udine su quello di Cividale, con la citazione di molti documenti. Molto rara, censita in sole 3 biblioteche italiane secondo l'indice SBN, composta dal lettrato e cancelliere della città di Udine (1544-1600). Prima e unica edizione. Lozzi 5674: "Bello e raro". Loescher: "Molto raro". Front. con foderatura al margine inferiore bianco, e picc. mancanza al front. dovute alla corrosione da inchiostro della antica firma di proprietà, ma per il resto ottimo esempl.
Bookseller: SCRIPTORIUM Studio Bibliografico [Mantova, MN, Italy]
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     563 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2019 viaLibri™ Limited. All rights reserved.