The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1597
2020-02-26 11:58:07
Biblia germanica]. - Luther, Martin (Übers.).
Hamburg, Theodosius Wolder, 1597. 8 (10,1 x ca. 7,7 cm Buchblock 9,1 x 6,5 cm). Titel in Rot u. Schwarz m. breiter figürl. Holzschn.-Bordüre. Mit einem Textholzschnitt (Titel verso), einigen Holzschn.-Vignetten u. durchgehend m. einer Holzschn.-Bordüre in Rot. 6 Bll., 788 S. - Angeb. - Luther, Martin. Der Kleine Catechismus mit der Außlegung. Wie in ein Haußvater seinem Gesinde einfeltiglich fürhalten sol. Ebda., 1598. Titel in Rot u. Schwarz m. breiter figürl. Holzschn.-Bordüre. Mit einigen Holzschn.-Vignetten u. durchgehend m. einer Holzschn.-Bordüre in Rot. 30 S., 1 Bl., Seide d. Zt. a. 3 Bünden m. dreiseitig punziertem Goldschnitt. Sammelband mit zwei äußerst seltenen Hamburger Luther-Drucken. - Vom Neuen Testament über den KVK weltweit nur zwei Exemplare nachweisbar (Stuttgart, Württembergische Landesbibliothek [400] Bl. u. British Library 783 S.), vom Katechismus ist weltweit nur das auch vom VD16 genannte Exemplar der Herzogin Anna Amalia Bibliothek nachweisbar. - Einband beschabt u. tlw. etw. fleckig (Ecken, Kanten u. Kapitale m. Bezugsfehlstellen). Schließbänder fehlen. Vorsätze u. die letzte Seite m. mehreren Besitzvermerken. Tlw. etw. gebräunt bzw. (finger-)fleckig. - Ad 1) VD16, B 4493 (ohne Nachweis nennt als Kollation, wie auch Kayser/D., 392 Bl.) Kayser/Dehn, Hamburger Drucke 633 BM STC, German Books 112 nicht bei Adams u. Darlow/Moule. - Ad 2) VD16, L 5185 (nur ein Nachweis [Weimar, Herzogin Anna Amalia Bibliothek]) Kayser/Dehn, Hamburger Drucke 424 nicht bei Adams u. im BM STC, German Books.
Bookseller: Antiquariat Wolfgang Friebes [Austria]
2020-02-17 09:52:08
JODELLE, Étienne
Benoist Rigaud, Lyon, 1597. Plein maroquin brun du dix-neuvième siècle, dos à cinq nerfs orné et doré portant le titre doré, tranches dorées, gardes en papier marbré. Un volume in-12 (132x79 mm), (12)-298 feuillets Plat supérieur passé . Ultime édition collective, la troisième, contenant les Amours, Epithalame, Contr'Amours, Sonnets, Odes, suivis des trois tragédies, composées de longs monologues et de choeurs, dont la célèbre Cléopâtre captive, et Discours de Jules César avant le passage du Rubicon. On trouve enfin une longue Ode à la chasse adressée au roi Charles IX et les Vers funèbres sur la mort d'Estienne Jodelle composés par Agrippa d'Aubigné. Jodelle est recherché par les amateurs de théâtre et par les curieux de littérature cynégétique. Il est l'auteur de la première tragédie classique française, Cléopâtre, qui parut en 1552 et qui décida de la renaissance du théâtre en France. Cette tragédie montre combien les règles dramatiques étaient encore lâches à cette époque : elle est bien divisée en actes, mais le premier ne présente que des rimes féminines; les trois actes suivants sont écrits en vers de dix syllabes à rimes croisées et le cinquième est en alexandrins. Exemplaire finement relié par Duru (1850) Tchemerzine [p. 761 : "Édition aussi rare et aussi recherchée que les précédentes"] ___________________________________________________________________________________ ______________________________ENGLISH_DESCRIPTION______________________________ ___________________________________________________________________________________ Nineteenth-century full brown moro … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Eric Zink Livres anciens [LE VÉSINET, France]
2020-02-16 09:27:07
Philippe Thomassin (Troyes 1562 - Roma 1622)
1597. Bulino misure: mm 477 x 314 Incisore francese stabilitosi a Roma nel 1585. Abbiamo scarse notizie riguardanti la sua vita, ma sappiamo che è stato il primo maestro di Jacques Callot il quale ha imparato la professione di incisore nel laboratorio di Thomassin al suo arrivo a Roma nel 1609, all'età di 17 anni. Nel 1588 insieme al cognato, il pittore Jean Turpin, crea una società: egli realizzava incisioni (soprattutto soggetti religiosi da Barocci, Antonio Tempesta e Francesco Vanni) e Turpin si occupava della loro edizione e commercializzazione. Il loro sodalizio si concluse nel 1602 in seguito alla morte della moglie di Thomassin sorella della moglie di Turpin. L'autore perciò lasciò a Turpin circa duecentoquaranta lastre sulle quali Turpin si premurò di cancellare in nome di Thomassin, come nel caso del nostro foglio. Stampa raffigurante S. Caterina da Siena tra le rocce che tiene il Cristo Bambino tra le braccia e il giglio, mentre la Vergine li guarda con il Battista che le dorme accanto. Si vedono sulle mani della Santa le stigmate e in primo piano a sinistra Papa Gregorio XI tiene in mano un libro di preghiere. Soggetto tratto da un dipinto di Francesco Vanni. Impressione eccellente, toni nitidi e neri decisi. Con grande abilità dell'uso del bulino i contrasti chiaroscurali creano profondità al foglio e stagliano le figure dal paesaggio arboreo dello sfondo. Foglio rifilato alla battuta del rame. Ottimo stato di conservazione. Nel margine inferiore dedica dell'incisore al cardinale Ascanio Colonna in dodici righe di versi latini firmati da "Carm. Simonis Veronii' … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Il Bulino Antiche Stampe s.r.l. [Italy]
2020-02-15 09:16:11
Giuseppe ROSACCIO Pordenone circa 1530 - Venezia 1621
1597. "Carta tratta dal celebre "Viiaggio da Venezia a Costantinopoli"" del Rosaccio, illustrate dalle tavole di Giacomo Franco. Nel 1597 viene stampata la ""Descrittione Geografica delle Isole, città e fortezze principali che si trovano in mare nel viaggio da Venetia à Costantinopoli; con molte altre a questo vicine, di nuovo aggiunte. Racolte con molta acuratezza da Giacomo Franco"". L'opera reca in calce l'imprint Venetia, Presso il Franco 1597. Nel 1597 chiede e ottiene un privilegio per il volume del medico e geografo di Pordenone Giuseppe Rosaccio (1530-1620 circa), "Il viaggio da Venezia a Costantinopoli", che viene alla luce con il titolo Viaggio da Venetia a Costantinopoli per mare, e per terra, & insieme quello di Terra Santa. Da Gioseppo Rosaccio con brevita descritto. Nel quale, oltre à Settantadui disegni, di geografia, e corografia si discorre, quanto in esso viaggio, si ritrova. Cioe. Citta, Castelli, Porti, Golfi, Isole, Monti, Fiumi, e Mari. Opera utile, à Mercanti Marinai et à Studiosi di Geografia. Nel testo del Viaggio... le nozioni di natura prettamente storica e geografica sono utilizzate da Rosaccio per la costruzione e per il completamento di un itinerario di viaggio che sia "utile" - come è specificato nel sottotitolo - non solo agli studiosi di geografia, ma in primo luogo a mercanti e marinai. Il Viaggio... rientra in una sotto-tipologia di testi che diffondevano e illustravano - grazie alle ricche e dettagliate descrizioni, che accompagnano immagini e carte di viaggio relative a isole, porti e terreferme - le mutate concezioni geografiche seguite … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-02-10 21:28:13
Condition: Buone condizioni. DE RERUM NATURA LIBRI SEX T. Lucretii Cari, 1597, Lugduni Batavorum Ex Officina Plantiniana Apud Franciscum Raphelengium VOLUMETTO DI PICCOLO FORMATO, IN 8° CM 11X5,7 RILEGATURA IN PERGAMENA, LAVORO DI TARLO ALL'ANTIPORTA ED ALLE PRIME TRE PAGINE CHE COMUNQUE NON INTERESSANO IL TESTO, VOLUME COMPLETO DI TUTTI E 6 I LIBRI , PAG. 176 + 10 PAGINIS VACANTIBUS ADDITUM CARMEN VARRONIS ATACINI. RARISSIMO IN QUESTA EDIZIONE. Track Page Views With Auctiva's FREE Counter.
Bookseller: libreriasm2020 [San Marco, IT]
2020-02-10 10:29:09
1597. Giovambattista GIRALDI / Paolo GIOVIO - Commentario delle cose di Ferrara, et de' principi da Este, di M. Giovambattista Giraldi Gentilhuomo Ferrarese. Aggiuntovi la vita di Alfonso da Este, Duca di Ferrara, descritta dal Giovio / La vita di Alfonso da Este Duca di Ferrara, di Mons. Paolo Giovio Vescovo di Nocera. Tradotta in lingua Toscana, da Giovambattista Gelli Fiorentino - 1597. in Venetia, appresso Gio. Battista, & Gio. Bernardo Sessa; pergamena rigida muta con titoli dorati impressi su tassello applicato al dorso, taglio colorato blu; 16°, cm 15,5; 2 voll. rilegati in 1; pagg. 188 (18) 152 (14); lievissima brunitura ad alcune pagg. del vol. I, qualche camminamento di tarlo al margine interno, nel complesso buon esemplare; GIRALDI, Giovan Battista (Cinzio Giovan Battista). - Nacque a Ferrara nel novembre del 1504 da Cristoforo, proveniente da una famiglia ferrarese che vantava remote origini fiorentine; la madre apparteneva alla famiglia dei Mombelli, nobili del Ducato di Savoia. Fin da giovane e, secondo quanto egli stesso afferma in un epigramma, per volontà di una donna aveva aggiunto accanto al nome l'epiteto Cynthius.In una data non precisata del terzo decennio del Cinquecento iniziò a frequentare lo Studio ferrarese, nella facoltà di arti e medicina; seguì lezioni di logica, fisica, medicina, filosofia morale e retorica. Agli anni universitari risalgono i primi interessi per le lettere e gli esordi poetici.Nel 1556 pubblicò una storia di Ferrara e degli Este (De Ferrara et Atestinis principibus commentariolum ex Lilii Gregorii Giraldi epitome deductum, Fer … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Belriguardo di Francesco Magnani [Italy]
Check availability:
2020-02-08 12:03:26
[Biblia germanica]. - Luther, Martin (Übers.)
Hamburg, Theodosius Wolder, 1597. 8° (10,1 x ca. 7,7 cm; Buchblock 9,1 x 6,5 cm). Titel in Rot u. Schwarz m. breiter figürl. Holzschn.-Bordüre. Mit einem Textholzschnitt (Titel verso), einigen Holzschn.-Vignetten u. durchgehend m. einer Holzschn.-Bordüre in Rot. 6 Bll., 788 S. - Angeb. - Luther, Martin. Der Kleine Catechismus mit der Außlegung. Wie in ein Haußvater seinem Gesinde einfeltiglich fürhalten sol. Ebda., 1598. Titel in Rot u. Schwarz m. breiter figürl. Holzschn.-Bordüre. Mit einigen Holzschn.-Vignetten u. durchgehend m. einer Holzschn.-Bordüre in Rot. 30 S., 1 Bl., Seide d. Zt. a. 3 Bünden m. dreiseitig punziertem Goldschnitt. Sammelband mit zwei äußerst seltenen Hamburger Luther-Drucken. - Vom ?Neuen Testament? über den KVK weltweit nur zwei Exemplare nachweisbar (Stuttgart, Württembergische Landesbibliothek ?[400] Bl.? u. British Library ?783 S.?), vom ?Katechismus? ist weltweit nur das auch vom VD16 genannte Exemplar der Herzogin Anna Amalia Bibliothek nachweisbar. - Einband beschabt u. tlw. etw. fleckig (Ecken, Kanten u. Kapitale m. Bezugsfehlstellen). Schließbänder fehlen. Vorsätze u. die letzte Seite m. mehreren Besitzvermerken. Tlw. etw. gebräunt bzw. (finger-)fleckig. - Ad 1) VD16, B 4493 (ohne Nachweis; nennt als Kollation, wie auch Kayser/D., ?392 Bl.?); Kayser/Dehn, Hamburger Drucke 633; BM STC, German Books 112; nicht bei Adams u. Darlow/Moule. - Ad 2) VD16, L 5185 (nur ein Nachweis [Weimar, Herzogin Anna Amalia Bibliothek]); Kayser/Dehn, Hamburger Drucke 424; nicht bei Adams u. im BM STC, German Books.
Bookseller: Grazer Buch- und Kunstantiquariat Wolfgang Friebes [Austria]
2020-02-08 02:33:47
Baiardi Giovanni Battista.
ex officina Erasmi Viothi,, Parmae, 1597. In-folio (cm. 33), suggestiva legatura coeva in piena pergamena tratta da un foglio di antico antifonario, nervi a vista, titolo anticamente manoscritto su etichetta al dorso e sul taglio inferiore (lievi usure); cc. [8] 280 in ottimo stato, con vignetta al frontespizio e in fine (liocorno), capilettera in silografia; antiche firme di appartenenza al frontespizio; lievi e sporadiche fioriture, impercettibile alone al margine delle ultime carte, minuscoli segni di tarlo al margine dell'ultimo fascicolo senza nessun fastidio; privo del risguardo posteriore. Rara prima edizione dei commenti del Baiardi al noto giurista milanese. «Parve quasi che arrecasse spirito alla detta Pratica di Giulio Claro, poiché ella senza detto Commentario non suole essere adoperata» [A. Aliani,I libri di un giurista del Cinquecento: Giovanni Battista Baiardi, in Le carte e la storia, Il Mulino 2004, p. 149, citazione di Ranuccio Pico segretario del Duca di Parma]. Cfr. Sapori 151 che segnala la successiva seconda edizione. Ottimo esemplare. [Attributes: First Edition]
Bookseller: Gabriele Maspero Libri Antichi [Como, Italy]
2020-02-05 23:00:19
Theodor de BRY (Liegi, 1528 - Frankfurt am Main, 29 Marzo 1598).
1597. " - RARA PRIMA EDIZIONE - Pianta prospettica di Roma antica, orientata con il nord a sinistra. La mappa fu pubblicata nel volume ""Pars antiquitatum Romanarum seu Topographia Romanae Urbis..."" di T. de Bry, edito nel 1597 a Francoforte. La pianta del De Bry è una copia, di formato ridotto, della pianta di Roma antica di Ambrogio Brambilla, edita da N. van Aelst a Roma tra tra il 1582 e il 1599. Le indicazioni toponomastiche si trovano parte nella pianta, parte in una rubrica tipografica di 168 numeri, posta sotto lo schiaccio, nel margine inferiore del foglio, seguita dalla sottoscrizione, anch'essa tipografica, di Theodor. de Bry. La rubrica è presente soltanto nella PRIMA EDIZIONE della lastra, rispetto alla quale le edizioni del XVII sec, senza legenda, sono da considerarsi comuni. Acquaforte e bulino, completo dei margini tipografici originali, consueta traccia della piega centrale, nel complesso in ottimo stato di conservazione. Bell'esemplare della rara prima edizione della pianta, con inchiostrazione molto densa." "- RARE FIRST EDITION - Perspective map of the Ancient Rome, North al left. Published in the De Bry work ""Pars antiquitatum Romanarum seu Topographia Romanae Urbis ..."" Frankfurt, 1597. The De Bry's map is a copy, in reduced size, of the map by Ambrogio Brambilla, published by N. van Aelst in Rome between 1582 and 1599. In the lower margin, a key of 168 places, and the signature Theodor. De Bry. The key is just on the example of the first edition. Etching and engraving, with the original typographical margins, in excellent condition." Huelsen, Sagg … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-02-05 19:49:02
1597. Condition: Buone condizioni. Raro e in Buonissimo stato!! Discorsi del Signor Filippo Cavriana (Cav. di S. Stefano) sopra i primi cinque libri di Cornelio Tacito con una tavola copiosissima delle materie più notabili Fregi e capilettera in b/n Per Filippo Giunti in Fiorenza, 1597 Pergamena editoriale con macchie e bruniture del tempo, di cui una più marcata alla retrocopertina, e nervi e titolo al dorso. Minime, lievi fioriture del tempo, marginali, alle pagine. Il libro non presenta rotture, scritte o strappi e le pagine risultano fresche. 16,5x22,5; pp.672 + 90 di Tavola + 4 di Errori di stampa. >>>RARISSIMO<<< CONDIZIONI: BUONISSIMO STATO !!! Vedi foto Per acquisti multipli il costo della spedizione è unico!!
Bookseller: angolodelcollezionista66 [Roma, RM, IT]
2020-02-04 21:35:11
1597. Leggere scheda tecnica. Compendio historico, delle guerre vltimamente successe tra christiani, & Turchi, & tra Turchi, & Persiani: nel quale particolarmente si descriuono quelle fatte in Vngheria, & Trasiluania, fino al presente anno 1597. Doue per più facilità de' lettori si è posta in disegno essa Vngheria, & Transiluania; con tutte le sue prouincie, città, fortezze, monti, laghi, & fiumi; il tutto situato a suo luogo, come si può vedere per la scala delle miglia italiane, che in essa figura si contiene. Con vn sommario dell'origine de' Turchi, e vite di tutti i prencipi di casa ottomana; & vn'arbore, nel quale si contengono tutti gli imperatori di detta casa. Di Cesare Campana. In Vinegia, Presso Altobello Salicato & Giacomo Vincenti compagni, 1597 Copertina rigida in tutta pergamena frontespizio con piccola mancanza riparata e timbri di estinte biblioteche, piccola galleria di tarlo all'angolo superiore destro. Internamente buone condizioni con alcune macchie sparse e leggere bruniture, parte delle pagine con piccole frecce a matita alle cornici. Formato 22 x 15,5 pagine VIII + 65(numerazione a doppia pagina) + 1 + carta bianca.
Bookseller: pagineantiche (leantichecarte) [Carelli, IT]
2020-01-27 11:39:06
Bacon, Roger]. - Hildenbrandt von Hildenbrandseck, Paulus (Bearb.).
Frankfurt a. M., Nikolaus Basse, 1597. 8°. Titel in Rot u. Schwarz. Mit einem Textholzschnitt. 8 Bll., 167 (recte 168) S., Flex. Pgmt. d. Zt. m. durchzogenen Bünden, dreiseitigem Rotschnitt u. Pgmt.-Bindebändern. Erste dt. Ausgabe; mit einer Vorrede („Typographus lectori“) des Baseler Buchdruckers Peter Perna, der 1572 die erste lateinische Ausgabe der „Auriferae artis“, einer Sammlung alchemistischer Schriften, druckte. - Die vorliegende Ausgabe ist besonders wegen des deutschsprachigen Erstdrucks von Bacons „Lapidis Philosophorum“ (S. 109-168; in der lat. Ausgabe nicht enthalten) von großer Bedeutung. Bacon glaubte das Leben verlängern zu können und dass dies durch alchemistische Metalle, die durch den Einfluss der Gestirne und Planeten hergestellt werden, geschehen kann. Dieser Text beschreibt die Stufen der Alchemie die zur Herstellung des Steins der Weisen und zur Vollendung des Opus Magnum notwendig sind. Weiters enthält der vorliegende Band die „Satzungen der Goldkunst“ u. „Turba philosophorum“ („Philosophi der Goldtkunst“). - Einband stärker beschabt u. fleckig sowie m. Knickspuren u. kl. Randläsuren. Titelblatt etw. angestaubt u. oben m. schmalem Abschnitt. Hinteres Vorsatzbl. m. Abrissen. Die letzten Bll. m. kl. Löchlein im seitlichen weißen Rand. Ecken tlw. m. kl. Knickspuren. Etw. gebräunt u. fleckig, tlw. auch etw. wasserrandig. - VD16, A 4356 (kein Exemplar in München); Kopp II, 344; Brüning 693; vgl. Ferguson I, 405 (Ausgabe 1608). Versand D: 9,80 EUR Alte Drucke bis 1600, Naturwissenschaften, Technik, Bacon, Roger, Hildenbrandt von Hildenbrandseck, Aurife … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Antiquariat Wolfgang Friebes [Graz, Austria]
2020-01-26 11:11:09
Giovanni Antonio MAGINI (1555 - 1617)
1597. Prima, rarissima, versione della carta dell'Abruzzo Ulteriore del Magini, antecedente alla versione successivamente publicata postuma dal figlio Fabio Magini nel L'Italia di Giovanni Antonio Magini, stampato per la prima volta a Bologna nel 1620. Tutte le carte dell'atlante vennero alle stampe prima del 1620, nelle loro stesure provvisorie, che successivamente furono corrette ed aggiornate per l'edizione definitiva. Tali prove sono rarissime, talvolta reperibili sul mercato, e presentano differenze sostanziali con quelle poi incluse nell'atlante. La differenza maggiore in questa mappa consiste nella mancanza del cartiglio, che verrà poi inserito in basso a destra. La carta deriva direttamente da quella realizzata da Natale Bonifacio nel 1587, rispetto alla quale presenta però meno informazioni. Per la realizzazione delle lastre il Magini si servì di due dei più famosi intagliatori dell'epoca; il belga Arnorldo Arnoldi e l'inglese Benjamin Wright. Incisione in rame, foglio applicato su antico supporto di collezione, lievi difetti ai margini bianchi in basso, nel complesso in buono stato di conservazione. First and very rare version of Magini's map of Abruzzo Ulteriore, previous to the one that his son, Fabio, published as a posthumous work in L'Italia di Giovanni Antonio Magini, Bologna, 1620. All the maps of the atlas had been already published before 1620, though in their temporary versions; they were corrected and updated before the final edition. These examples are quite rare, sometimes available on the market, and bear essential differences with those published in … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-26 11:11:09
Giovanni Antonio MAGINI (1555 - 1617)
1597. "RARISSIMA PRIMA REDAZIONE DELLA ""RIVIERA DI LEVANTE"" di Giovanni Antonio Magini. Acquaforte e buino, 1597, priva di dati editoriali. Incisa da Arnoldo di Arnoldi per Giovanni Antonio Magini (senza data ma 1597). Si tratta della prima versione - definita redazione da R. Almagià - della carta della Liguria orientale del Magini, MAI PUBBLICATA nell'atlante maginiano, edito postumo dal figlio Fabio nel 1620, nella quale fu sostituita dalla seconda versione - o redazione - incisa nel 1608-9 dall'inglese Benjamin Wright. Per la descrizione ci affidiamo a ciò che scrive Roberto Almagià nel suo saggio sull'opera maginiana del 1922: ""Le carte del Piemonte e della Liguria in generale debbono essere considerate insieme, perché riposano di materiali comuni. [...] per tali carte il Magini ebbe i materiali ed eseguì il lavoro in due epoche diverse ed assai lontane: una prima volta nel 1597 (e forse in parte ancora l'anno prima) e una seconda volta, oltre dieci anni dopo, nel 1608-9. Come risulta anche dall'elenco del 1604, la prima volta egli mise insieme due carte delle due Riviere e tre carte del Piemonte; la seconda volta rifece le due carte della Liguria, sostituendole alle vecchie, e fece una nuova carta del Piemonte. [...] le due tavole della Liguria della più vecchia redazione, che il Magini ha eliminato dall'Atlante, ci sono tuttavia rimaste, ed, essendo finora sfuggite alla attenzione degli studiosi [...] La vecchia ""Riviera di Genova di Occidentale ha la dedica di G. A. Magini ad Orazio Bracelli in data 15 ottobre 1597""; la vecchia ""Riviera di Genova di Levante"" n … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-26 07:37:08
Superb example of an early Geneva Bible dated 1597 Herbert 234, recently rebacked but with wrong date retaining original boards and 2 complete and working clasps. Starts off with Book of Common Prayer dated 1596 title page in red and black, almanac etc General title page present and dated 1597 followed by 1 page preliminary then Bible text,New Testament title present dated 1596 3 pages preliminaries possibly miss bound in wrong place. Followed by complete concordance. Followed by a section never seen before a treatise made by Athanaisus etc 3 pages,then rarely found a complete at rear Whole book of Psalms and dated 1597 at end. This is a really nice solid copy with occasional staining,some upper edge wear and corner loss on pages 455 and 456 of NT Clasps work great and nicely tooled.One of the better examples likely to find.
Bookseller: itshowold [Cape Coral, Florida, US]
2020-01-24 14:56:14
Taurellus, Nicolaus, Mediziner, Philosoph, lutherischer Theologe und Physiker (1547-1906).
Altdorf, April, 1597. Kl.-8vo. 1/3 p. Etwas beschnitten und fleckig. ?Unum infinitum?; darunter ein Spruch in Griechisch. - Taurellus, der im Gegensatz zu der damals gängigen Lehre von der Aufspaltung der Wahrheit in eine philosophische und eine theologische die ?eine Wahrheit? verfocht, war zunächst Professor für Moral in Basel und seit 1580 Professor der Medizin in Altdorf, wo er 1606 der Pest erlag. Sehr selten.
Bookseller: Kotte Autographs GmbH [Roßhaupten, Germany]
2020-01-24 12:38:02
Organtino Gnecchi Soldo
Luigi Zannetti, Roma, 1597. In-8 (150x105 mm.). pp. 58, (2). Mancanza delle 2 carte bianche finali. Restauri professionali al margine corrispondente al taglio frontale delle prime 3 carte per strappetti di lembi di carta. Legatura in cartonato rustico. Ex libris di privato possessore applicato alla prima constrosguardia. Prima edizione, molto rara, delle lettere con le quali quali l'attento missionario bresciano (Casto, 1532- Nagasaki, 1609) sconfessò l'opinione corrente secondo la quale i Giapponesi fossero popolo barbaro. Bibliografia: Sommervogel, VI, 1963. Streit, IV, pp. 488-489. Osler, 193. Sandro Carminati, Urugan Bateren: Organtino Gnecchi Soldi sacerdote gesuita (Milano, 2009). Carminati S., Urugan Bateren: Organtino Gnecchi Soldi sacerdote gesuita (Milano, 2009). [Attributes: First Edition; Hard Cover]
Bookseller: AU SOLEIL D'OR Studio Bibliografico [ACQUI TERME, AL, Italy]
2020-01-22 06:47:58
1597. Ben conservato. MAGIAE naturalis libri viginti in quibus scientiarum naturalium divitiae, et deliciae demonstratur. Iam de novo, ab omnibus mendis repurgati, in lucem prodierunt. Porta, Giov. Battista. Francofurti, Apud Andreae Wecheli heredes, 1597. In-8° m. pelle ottocentesca. (36), 669, (1) pp. con alcune illustrazioni incise in legno n.t. Carta con le usuali lievi arrossature, ma esemplare ben conservato. C' est le meilleur traité de magie pratique ou cérémonielle, et il conferme toutes les pratiques employées par les nécromanciens du Moyen Age. Il contient de fort curieux secrets sur la beauté des femmes, les teintures, les fards, les cosmétiques, etc... (Caillet). Rara edizione citata soltanto dal Graesse, Bibliotheca magica et pneumatica, p. 112.
Bookseller: Libri rari e antichi (libreriabrighenti) [San Giorgio di piano, BO, IT]
2020-01-20 19:53:20
Giuseppe ROSACCIO Pordenone circa 1530 - Venezia 1621
"Acquaforte e bulino, 1597 circa, firmata in lastra nel cartiglio. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, con margini, in ottimo stato di conservazione. Rara carta geografica inserita per la prima volta nella Descrittione Geografica Delle Isole, Città, & Fortezze principali, che si trovano in mare nel viaggio da Venetia a Costantinopoli, con molte altre a queste vicine, di nuovo aggiunte stampata a Venezia da Giacomo Franco nel 1597. L'anno seguente, nel 1598, lo stesso Franco stampa il celebre Viaggio da Venetia a Costantinopoli per Marre, e per Terra, et insieme quello di Terra Santa cioe Città, Castelli, Porti, Isole, Monti, Fiumi, e Mari, opera utile, à Mercanti, Marinari, et à studiosi di Geografia di Giuseppe Rosaccio, nel quale inserisce alcune sue carte, tra le quali questa. Giacomo Franco, figlio naturale del pittore e incisore Battista Franco e di tale Francesca da Urbino, nacque a Venezia, o forse più probabilmente a Urbino, nel 1550. Esercitò, sempre a Venezia, il mestiere di incisore, calcografo ed editore, benché nel suo testamento, rogato il 16 giugno 1620 dal notaio Fausto Doglioni, egli si definisca ""desegnador"". Il suo nome non ricorre mai negli atti dell'arte dei ""libreri, stampatori e ligadori"", mentre si trova negli elenchi della corporazione dei pittori, alle date 1606 e 1619, termini che indicano probabilmente l'anno di iscrizione all'arte, e quello di cessazione dell'attività. La sua attività di illustratore fu vastissima, ma la sua fama è legata sopratutto a due opere sul costume veneziano. Come incisore siglava per solito "Jacobus F … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-18 23:41:06
1597. MAGIAE naturalis libri viginti in quibus scientiarum naturalium divitiae, et deliciae demonstratur. Iam de novo, ab omnibus mendis repurgati, in lucem prodierunt. Porta, Giov. Battista. Francofurti, Apud Andreae Wecheli heredes, 1597. In - 8° m. pelle ottocentesca. (36), 669, (1) pp. con alcune illustrazioni incise in legno n.t. Carta con le usuali lievi arrossature, ma esemplare ben conservato. C' est le meilleur traité de magie pratique ou cérémonielle, et il conferme toutes les pratiques employées par les nécromanciens du Moyen Age. Il contient de fort curieux secrets sur la beauté des femmes, les teintures, les fards, les cosmétiques, etc... (Caillet). Rara edizione citata soltanto dal Graesse, Bibliotheca magica et pneumatica, p. 112.
Bookseller: andrealibri2011 [Cinquanta, IT]
2020-01-18 18:42:06
1597. Condizioni descritte nell'inserzione. IL DECAMERON DI MESSER GIOVANNI BOCCACCI DI NUOVO RISTAMPATO, E RISCONTRATO IN FIRENZE CON TESTI ANTICHI ET ALLA SUA VERA LETTIONE RIDOTTO DAL CAVALIER LIONARDO SALVIATI ET IN QUESTA ULTIMA IMPRESSIONE ADORNATO DI FIGURE APPROPRIATE A CIASCHEDUNA NOVELLA IN VENETIA, APPRESSO ALESSANDRO VECCHI, 1597 NOTE: in 4° (cm 20 x 15); pp. 8 non numerate + pp. 479 + 1 non numerata (mancanti le pp. 83-84; invertite, per errore meccanico in fase di antica rilegatura, le pp. 92-92). Elegante legatura settecentesca in piena pelle allumata, cornici e fregi in oro ai piatti e al dorso che reca anche talloncino in pelle rossa con titoli; tagli tinti di rosso. L'edizione è corredata da un ricco apparato iconografico di complessive 100 vignette xilografiche (una per novella, più una per l'apertura della "giornata decima") poste in apertura del testo; presenti capilettera, testatine e finalini sempre xilografici; testo stampato in corsivo. STATO DI CONSERVAZIONE: condizioni generali buone; lievi abrasioni ai piatti e al dorso; ottima la tenuta della legatura; consistente arrossatura delle pagine determinata dalla qualità della carta di stampa; durante le operazioni di rilegatura, nel Settecento, su alcune pagine sono stati effettuati interventi di restauro; su altre sono presenti piccole lacerazioni ai margini, ma senza alcuna compromissione dell'integrità del testo. Presenti note manoscritte: la prima apposta da mano moderna, in lapis, sulla controguardia anteriore; la seconda apposta da mano antica, in inchiostro ormai quasi evanido, sull'ultima pagi … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Pregiate Charte (mamama62) [Venezia Mestre, IT]
2020-01-18 16:09:07
1597. Giovambattista GIRALDI / Paolo GIOVIO - Commentario delle cose di Ferrara, et de' principi da Este, di M. Giovambattista Giraldi Gentilhuomo Ferrarese. Aggiuntovi la vita di Alfonso da Este, Duca di Ferrara, descritta dal Giovio / La vita di Alfonso da Este Duca di Ferrara, di Mons. Paolo Giovio Vescovo di Nocera. Tradotta in lingua Toscana, da Giovambattista Gelli Fiorentino - 1597. in Venetia, appresso Gio. Battista, & Gio. Bernardo Sessa; pergamena rigida muta con titoli dorati impressi su tassello applicato al dorso, taglio colorato blu; 16°, cm 15,5; 2 voll. rilegati in 1; pagg. 188 (18) 152 (14); lievissima brunitura ad alcune pagg. del vol. I, qualche camminamento di tarlo al margine interno, nel complesso buon esemplare; GIRALDI, Giovan Battista (Cinzio Giovan Battista). - Nacque a Ferrara nel novembre del 1504 da Cristoforo, proveniente da una famiglia ferrarese che vantava remote origini fiorentine; la madre apparteneva alla famiglia dei Mombelli, nobili del Ducato di Savoia. Fin da giovane e, secondo quanto egli stesso afferma in un epigramma, per volontà di una donna aveva aggiunto accanto al nome l'epiteto Cynthius.In una data non precisata del terzo decennio del Cinquecento iniziò a frequentare lo Studio ferrarese, nella facoltà di arti e medicina; seguì lezioni di logica, fisica, medicina, filosofia morale e retorica. Agli anni universitari risalgono i primi interessi per le lettere e gli esordi poetici.Nel 1556 pubblicò una storia di Ferrara e degli Este (De Ferrara et Atestinis principibus commentariolum ex Lilii Gregorii Giraldi epitome deductum, Fer … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Belriguardo di Francesco Magnani [Italy]
2020-01-18 14:56:04
1597. Condizioni descritte nell'inserzione. PSALMISTA MONASTICUM IUXTA RITUM MONACHORUM NIGRORUM OBSERVANTIUM ORDINIS S. BENEDICTI VENETIIS, APUD IUNTAS, 1597 NOTE: in 8° (cm 17 x 11), 8 carte non numerate, le altre presentano numerazione originale 89-256 (per un totale di 176 carte); bella legatura tardo seicentesca in marocchino rosso, con impressioni in oro ai piatti e al dorso, residui di tenoni e bindelle. Il testo bicolore, in nero e rosso stampato in caratteri gotici, è arricchito da pregevoli iniziali filigranate e vignette xilografiche. In particolare si segnala la bella tavola xilografica a piena pagina raffigurante San Benedetto, San Mauro e San Placido accompagnati da frati nell'atto di cantare i Salmi. STATO DI CONSERVAZIONE: condizioni generali discrete; il piatto anteriore è parzialmente staccato dal dorso, a sua volta interessato da numerosi fori di tarli e da una mancanza al comparto di piede che scopre fascicoli e nervatura. In un moderno e maldestro tentativo di restauro è stato apposto dello scotch di carta e del nastro adesivo, visibili su controguardie e guardie sia anteriori che posteriori, fra le cc. 1v e 2r non numerate. Si consiglia un intervento di consolidamento della legatura. Ottima invece la consistenza delle carte interessate solo dalle consuete bruniture dovute al tempo. Rarissimo esemplare di Salterio destinato ai "monaci neri" benedettini (non censito su SBN-ICCU), stampato da Giunti a Venezia nel 1597. Reca un estratto, con conforme numerazione delle carte, dal Breviarium monasticum pubblicato nel 1573 (n.761) e già stampato dall'editore … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Pregiate Charte (mamama62) [Venezia - Mestre, IT]
2020-01-18 05:31:07
Giovanni Battista de' CAVALIERI o CAVALLERIS (1525-1601)
1597. "Rara pianta prospettica della città dal Gianicolo. Acquaforte e bulino, firmata in lastra in basso a destra. Esemplare nel 4 stato, con la firma dell'editore de Rossi e la data 1650. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva con filigrana ""ancora nel cerchio con stella"", con margini, piccolo strappo restaurato nel lato sinistro, per il resto in ottimo sttao di conservazione. L'opera viene attribuita per la prima volta a Giovan Battista de Cavalleris in: S. Bifolco-F. Ronca, ""Cartografia e topografia italiana del XVI secolo. Catalogo ragionato delle opere a stampa"", previsto per ottobre 2018, da dove è tratta la scheda che segue. Titolo & iscrizioni Lungo il margine superiore si legge il titolo: URBIS ROMAE NOVISSIMA DELINEATIO M.D.L.XXX.VIIII. In basso troviamo una legenda numerica di 121 rimandi, distribuita su undici colonne. Segue, nell'ultimo riquadro a destra, l'imprint editoriale: Io. Baptista de Cavalerijs excudebat Romae 1589. Orientazione nei quattro lati al centro con il nome dei punti cardinali: SEPTENTRIO, MERIDIES, ORIENS, OCCIDENS, il nord è sulla sinistra. Nella mappa sono presenti ulteriori indicazioni toponomastiche. Opera priva di scala grafica. Notizie storico critiche Pianta prospettica della città dal Gianicolo, basata sul modello della pianta piccola del Cartaro (1575). Con la scoperta, durante gli studi per questa pubblicazione, dell'unico esemplare conosciuto della prima edizione della mappa, a firma de Cavalleris e conservato nella Biblioteca Nazionale di Malta, si fa finalmente chiarezza su questa importante pianta della città. I … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-17 21:22:37
Stapleton, Thomas
Ingolstadt, Wolffgang Eder. Condition: Ottime condizioni. 1597 Thomas Stapleton: Sittliche Speißkamer 2 Pezzi Folio Kontroverstheologe La descrizione di questo articolo è stata tradotta automaticamente. Se hai dubbi o domande, ti invitiamo a contattarci. Dettagli del prodotto Questo è Moral Speißkamer in insegnamenti di heylsame, divinità, cristiana, cattolica Underweysungen di costumi lodevoli e virtù contro ogni peccato e vizio. In questo momento l'autenticità onorata ... Edizione ... tradotta nel linguaggio Teutsche gemeyne .... 2 parti in un volume (Wintertheyl e Sommertheyl). Stapleton, Thomas: Ingolstadt, Wolffgang Eder, 1597. Folio (33 x 20 cm). 14 fogli, 572 pagine, 14 fogli (ultimo bianco) + 4 fogli, 495 pagine, 8 fogli Con circa 50 xilografie per la maggior parte a mezza pagina. Pagina del titolo stampata in rosso e nero. Cinturino in pelle di cinghiale in rilievo del tempo su copertina in legno con 2 Chiudi (vecchia etichetta di carta sulla parte superiore della schiena). Lingua: tedesco Numero d'ordine: 118770 Commenti: * VD16 S 8620 e S 8621,0-prima edizione in lingua tedesca. Include commenti sulle Epistole e sui Vangeli per le diverse stagioni dell'anno della Chiesa. VD16 S 862,0-Stapleton (1535-1598) è stata una delle principali polemiche Teiche del suo tempo. Nato e cresciuto nel Sussex, in Inghilterra, studiò a Canterbury, Winchester e Oxford, più tardi a Parigi e Leuven. Un Teofilo idiosincratico, si è scartato con il vescovo inglese di Chichester e ha lasciato l'Inghilterra per il bene nel 1563. Nel 1571 è stato nominato professore di polemiche e Signore … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Antiquariat Braun (bbraun_de) [Gengenbach, DE]
2020-01-17 12:46:38
Francesco VILLAMENA (Assisi, 1564 - Roma, 7 Luglio 1624)
Bulino, 1597, firmato datato e dedicato in lastra in basso. Da un disegno di Girolamo Muziano. Magnifica prova, ricca di contrasto, impressa su carta vergata coeva con filigrana "mano", rifilata al rame, restauro all'angolo inferiore destro perfettamente eseguito, nel complesso in buono stato di conservazione. Engraving, 1597, signed, dated and dedicated in the bottom plate. From a drawing by Girolamo Muziano. Magnificent proof, high-contrast, printed on contemporary laid paper with watermark 'hand', trimmed with copper, restoration lower right corner perfectly executed, otherwise in good condition. Kühn-Hattenhauer, Das graphische Oeuvre von Francesco Villamena, p. 195; Bury, The Print in Italy, pp.17/18. Dimensioni 145x205.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 23:37:04
Cornelis WYTFLIET (Attivo intorno al 1590)
1597. Magnifica carta geografica, tratta dall'opera Descriptionis Ptolemaicae Augmentum (Louvain, 1597), il primo atlante dedicato esclusivamente al Nuovo Mondo, e anche l'unico lavoro che si conosca di Cornelis Wytfliet. L'atlante fu così intitolato proprio perché era inteso come complemento della Geografia di Tolomeo che, naturalmente, non poteva comprendeva regioni che sarebbero state scoperte solo diversi secoli dopo. L'atlante di Wytfliet comprendeva 19 mappe: una mappa del mondo e 18 carte regionali, che costituiscono le prime, o tra le prime, mappe realizzate di specifiche aree del Nord e del Sud America. Le mappe sono accompagnate da testo, in cui vengono fornite nozioni di geografia, storia, etnografia, nonché una storia dell'esplorazioni e dei viaggi di C. Columbo (1492-1502), John Cabot (1497-98), Sebastian Cabot (1526-28), Francisco Pizarro (1527-35) ecc. L'opera fu pubblicata in diverse edizioni, l'ultima delle quali a Arnhem, dove, nel 1615, Jan Janssonius curò la versione col il testo in francese. Questa è una delle prime mappe del sud-ovest americano e del Messico, compresa la parte meridionale dell' attuale Texas, qui chiamata floridae Pars, con il Rio Grande, indicato come R. de Palmas. Incisione in rame, alcuni restauri lungo la piega centrale, nel complesso in buone condizioni. An excellent early copperplate engraving from Wyfliet's Descriptionis Ptolemaicae augmentum, which was the first atlas to exclusively feature the Americas. "The only known geographic work by Wytfliet, Descriptiones Ptolemaicae Augmentum...can be described as the first separately p … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 23:37:04
Panvinius Onophrius
1597. [Roma] (cm. 31,4) bella piena pergamena originale, nervi e bel titolo calligrafato al dorso. -- pp. 445 + 1 c. bianca. Grande marca tipografica al frontis, fregi e capilettera in xilografia molto eleganti. Prima edizione tedesca, bella e rara che contiene: urbis romae descriptio, rufi et victoris de regionibus urbis, descriptio civitatis romanae et imperii romani, de comitiis, de coloniis, de legionibus ecc. A pagg. 410 parla della moneta romana. Alcune ombreggiature e fioriture per la qualità della carta ma esemplare bello e genuino in legatura assai ben conservata. * Adams P 202; * Bm. Stc. German 673.
Bookseller: LibriAntichiArezzo-FC Edizioni (studio.bibliografico.libri.antichi.arezzo) [ Arezzo, IT]
2020-01-16 09:42:03
Buch von 1597 zum Konzil von Trient].
1597. Re Sacrosancti Generalis et Oecumenici Concilii Tridentini sub Paolo III, Iulio III & Pio IIII Pont.Max. celebrati. Canones et decreta . Coloniae Aggripinae, ex Officina Gosuini Cholini MDXCVII. [1597]. Kl.8°, Ledereinband mit Schließen, ca. 30 und 448 und ca. 100 Seiten. Deckel vorne innen mit Wappen-Exlibris und handschr.Besitzervermerk, Vorsatz mit Besitzervermerken (1x dat. 1740), Titelei mit Besitzervermerken, Anstreichungen und Randanmerkungen im Text, Einband berieben und fleckig, Rücken mit kleiner Fehlstelle unten und mit minimen Wumlöchern, sonst gut.
Bookseller: Cassiodor Antiquariat [Gauting, Germany]
Check availability:
2020-01-16 09:41:06
Giovanni ORLANDI (Attivo 1590 -1640)
1597. Rarissima carta, non censita in nessun repertorio, che raffigura, durante l'assedio di Amiens, 'attacco francese per la riconquista della città, nel settembre del 1597, nell'ambito dell'ottava guerra di religione (1585-1598). Sei mesi prima, infatti, la cittadina francese era stata conquistati dalle truppe spagnole di Filippo II d'Asburgo. La carta mostra la tecnica d'assedio e la cavalleria schierata per l'attacco. Sulla destra, l'indirizzo di Giovanni Orlandi. Incisione su rame, in ottimo stato di conservazione. A very rare, unknown by literature, map showing the French attack to reconquer Amiens The Siege of Amiens between 11 March and 25 September 1597, was a battle fought during the Franco-Spanish War (1595-1598) as part of the French Wars of Religion and the Anglo-Spanish War (1585-1604). The Spanish captured the city, but the city ultimately fell back into French hands. On the right, the publisher's address: Ioannis Orlandii formis. Copper engraving, in very good condition.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 09:41:06
Domenico VITUS
Acquaforte, 1597, firmata in lastra in basso. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, con margini, in ottimo stato di conservazione. Eseguita nel clima della Controriforma, l'opera è fortemente simbolica e rappresenta una personificazione della religione cristiana. In sembianze femminili e circondata da aureola, la Religio tiene con la mano destra un volume aperto, su cui sono incisi il primo e il secondo dei Comandamenti. Il suo abbigliamento è semplice, a indicare il disprezzo per gli eccessi mondani; il seno nudo a esprimere la purezza. Il gomito è appoggiato alla croce, da cui pende una briglia, simbolo della passione e resurrezione di Cristo quali elementi guida della chiesa e della vita cristiana. Sotto i suoi piedi, la morte, a indicare la vittoria del bene sul male, della luce sulle tenebre. La tecnica esecutiva è volutamente essenziale, in quanto la finalità dell'opera non è estetica ma didattica. L'attenzione dello spettatore deve essere tutta rivolta al messaggio della figura, non alla sua bellezza estetica. È interessante notare che, la stessa iconografia ricorre in incisioni di maestri fiamminghi contemporanei, come Pieter Baltens e Crispijn de Passe I, documentando in tal modo la circolazione culturale tra il Nord Europa e l'Italia. Degno di nota è il fatto che l'immagine della Religio ha le sue origini in un emblema protestante contenuto nella seconda edizione dei Poemata di Theodore de Bèze, il successore di Calvino. Molto poco si conosce della vita e opere di Domenico Vitus. Monaco dell'Abbazia benedettina di Vallombrosa, svolse un ruolo centrale … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 21:27:24
Giovanni Botero & Jan Matal & Lambert Andreas (c.1544-1617)
1597. Acquaforte e bulino, priva di firma. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, consueta piega centrale, piccole ossidazioni, per il resto in ottimo stato di conservazione. La mappa, appartiene agli atlanti editi dalla cosiddetta Scuola Cartografica di Colonia. Per circa mezzo secolo, Colonia fu il centro più importante nella produzione cartografica cinquecentesca, dovuta principalmente a rifugiati fiamminghi ed olandesi che fuggivano dalle persecuzioni religiose. Tra i principali esponenti della Scuola, citiamo Matthaeus Quad, Johannes Metellus, Giovanni Botero e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Gli atlanti spesso venivano pubblicati in forma anonima o con l'utilizzo di alcuni pseudonimi proprio a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico. Jan Matal o Metellus, francese di nascita è attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia proprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Giovanni Botero (1544 - Torino 1617) è stato un presbitero, scrittore e filosofo italiano, autore delle Relazioni universali, un trattato di geografia politica pubblicato per la prima volta a Roma nel 1591 senza illustrazioni cartografiche. L'opera divenne subito molto importante ed oggetto di studio in tutta Europa, dando inizio praticamente allo studio della demografia. Lambert Andreas (attivo tra il 1590 ed il 1598) fu principalmente editore, tuttavia, alcune delle mappe nell … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 16:19:25
1597. Autore: ANTONIUS Nebrissensius, PETRUS Gromorsius, ALEXANDRUS Scotus Titolo: Novum lexicon iuris utriusque variorum autorum Antonii Nebrissensis, Petri Gromorsi, Alexandri Scoti ... Luogo di stampa: Coloniae Agrippinae Editore: Apud Ioannem Gymnicum Anno: 1597 Condizioni: leggere attentamente la descrizione nella scheda In 8, cm 11,5 x 18, pp. (16) + 598. Brunitura diffusa. Piena pergamena coeva con unghie con macchie. Dizionario giuridico pubblicato per la prima volta nel 1559. In seguito l'opera tra il XVIo e il XVIIo secolo verra' pubblicata almeno 25 volte. Viene considerato un prontuario che si colloca tra diritto medioevale e rinascimento, tra scolastica e umanesimo.
Bookseller: Libreria Antiquaria Coenobium (comalek) [Asti, Italy, IT]
2020-01-14 01:35:35
Giuseppe ROSACCIO Pordenone circa 1530 - Venezia 1621
1597. "Carta tratta dal celebre "Viiaggio da Venezia a Costantinopoli"" del Rosaccio, illustrate dalle tavole di Giacomo Franco. Nel 1597 viene stampata la ""Descrittione Geografica delle Isole, città e fortezze principali che si trovano in mare nel viaggio da Venetia à Costantinopoli; con molte altre a questo vicine, di nuovo aggiunte. Racolte con molta acuratezza da Giacomo Franco"". L'opera reca in calce l'imprint Venetia, Presso il Franco 1597. Nel 1597 chiede e ottiene un privilegio per il volume del medico e geografo di Pordenone Giuseppe Rosaccio (1530-1620 circa), "Il viaggio da Venezia a Costantinopoli", che viene alla luce con il titolo Viaggio da Venetia a Costantinopoli per mare, e per terra, & insieme quello di Terra Santa. Da Gioseppo Rosaccio con brevita descritto. Nel quale, oltre à Settantadui disegni, di geografia, e corografia si discorre, quanto in esso viaggio, si ritrova. Cioe. Citta, Castelli, Porti, Golfi, Isole, Monti, Fiumi, e Mari. Opera utile, à Mercanti Marinai et à Studiosi di Geografia. Nel testo del Viaggio... le nozioni di natura prettamente storica e geografica sono utilizzate da Rosaccio per la costruzione e per il completamento di un itinerario di viaggio che sia "utile" - come è specificato nel sottotitolo - non solo agli studiosi di geografia, ma in primo luogo a mercanti e marinai. Il Viaggio... rientra in una sotto-tipologia di testi che diffondevano e illustravano - grazie alle ricche e dettagliate descrizioni, che accompagnano immagini e carte di viaggio relative a isole, porti e terreferme - le mutate concezioni geografiche seguite … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-14 01:35:35
Giuseppe ROSACCIO Pordenone circa 1530 - Venezia 1621
"Acquaforte e bulino, 1597 circa, firmata in lastra nel cartiglio. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, con margini, in ottimo stato di conservazione. Rara carta geografica inserita per la prima volta nella Descrittione Geografica Delle Isole, Città, & Fortezze principali, che si trovano in mare nel viaggio da Venetia a Costantinopoli, con molte altre a queste vicine, di nuovo aggiunte stampata a Venezia da Giacomo Franco nel 1597. L'anno seguente, nel 1598, lo stesso Franco stampa il celebre Viaggio da Venetia a Costantinopoli per Marre, e per Terra, et insieme quello di Terra Santa cioe Città, Castelli, Porti, Isole, Monti, Fiumi, e Mari, opera utile, à Mercanti, Marinari, et à studiosi di Geografia di Giuseppe Rosaccio, nel quale inserisce alcune sue carte, tra le quali questa. Giacomo Franco, figlio naturale del pittore e incisore Battista Franco e di tale Francesca da Urbino, nacque a Venezia, o forse più probabilmente a Urbino, nel 1550. Esercitò, sempre a Venezia, il mestiere di incisore, calcografo ed editore, benché nel suo testamento, rogato il 16 giugno 1620 dal notaio Fausto Doglioni, egli si definisca ""desegnador"". Il suo nome non ricorre mai negli atti dell'arte dei ""libreri, stampatori e ligadori"", mentre si trova negli elenchi della corporazione dei pittori, alle date 1606 e 1619, termini che indicano probabilmente l'anno di iscrizione all'arte, e quello di cessazione dell'attività. La sua attività di illustratore fu vastissima, ma la sua fama è legata sopratutto a due opere sul costume veneziano. Come incisore siglava per solito "Jacobus F … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-12 20:10:20
Domenico VITUS
Acquaforte, 1597, firmata in lastra in basso. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, con margini, in ottimo stato di conservazione. Eseguita nel clima della Controriforma, l'opera è fortemente simbolica e rappresenta una personificazione della religione cristiana. In sembianze femminili e circondata da aureola, la Religio tiene con la mano destra un volume aperto, su cui sono incisi il primo e il secondo dei Comandamenti. Il suo abbigliamento è semplice, a indicare il disprezzo per gli eccessi mondani; il seno nudo a esprimere la purezza. Il gomito è appoggiato alla croce, da cui pende una briglia, simbolo della passione e resurrezione di Cristo quali elementi guida della chiesa e della vita cristiana. Sotto i suoi piedi, la morte, a indicare la vittoria del bene sul male, della luce sulle tenebre. La tecnica esecutiva è volutamente essenziale, in quanto la finalità dell'opera non è estetica ma didattica. L'attenzione dello spettatore deve essere tutta rivolta al messaggio della figura, non alla sua bellezza estetica. È interessante notare che, la stessa iconografia ricorre in incisioni di maestri fiamminghi contemporanei, come Pieter Baltens e Crispijn de Passe I, documentando in tal modo la circolazione culturale tra il Nord Europa e l'Italia. Degno di nota è il fatto che l'immagine della Religio ha le sue origini in un emblema protestante contenuto nella seconda edizione dei Poemata di Theodore de Bèze, il successore di Calvino. Molto poco si conosce della vita e opere di Domenico Vitus. Monaco dell'Abbazia benedettina di Vallombrosa, svolse un ruolo centrale … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-11 13:28:09
Giovanni Antonio MAGINI (1555 - 1617)
1597. Prima, rarissima, versione della carta dell'Abruzzo Ulteriore del Magini, antecedente alla versione successivamente publicata postuma dal figlio Fabio Magini nel L'Italia di Giovanni Antonio Magini, stampato per la prima volta a Bologna nel 1620. Tutte le carte dell'atlante vennero alle stampe prima del 1620, nelle loro stesure provvisorie, che successivamente furono corrette ed aggiornate per l'edizione definitiva. Tali prove sono rarissime, talvolta reperibili sul mercato, e presentano differenze sostanziali con quelle poi incluse nell'atlante. La differenza maggiore in questa mappa consiste nella mancanza del cartiglio, che verrà poi inserito in basso a destra. La carta deriva direttamente da quella realizzata da Natale Bonifacio nel 1587, rispetto alla quale presenta però meno informazioni. Per la realizzazione delle lastre il Magini si servì di due dei più famosi intagliatori dell'epoca; il belga Arnorldo Arnoldi e l'inglese Benjamin Wright. Incisione in rame, foglio applicato su antico supporto di collezione, lievi difetti ai margini bianchi in basso, nel complesso in buono stato di conservazione. First and very rare version of Magini's map of Abruzzo Ulteriore, previous to the one that his son, Fabio, published as a posthumous work in L'Italia di Giovanni Antonio Magini, Bologna, 1620. All the maps of the atlas had been already published before 1620, though in their temporary versions; they were corrected and updated before the final edition. These examples are quite rare, sometimes available on the market, and bear essential differences with those published in … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-11 13:28:09
Giovanni Antonio MAGINI (1555 - 1617)
1597. "RARISSIMA PRIMA REDAZIONE DELLA ""RIVIERA DI LEVANTE"" di Giovanni Antonio Magini. Acquaforte e buino, 1597, priva di dati editoriali. Incisa da Arnoldo di Arnoldi per Giovanni Antonio Magini (senza data ma 1597). Si tratta della prima versione - definita redazione da R. Almagià - della carta della Liguria orientale del Magini, MAI PUBBLICATA nell'atlante maginiano, edito postumo dal figlio Fabio nel 1620, nella quale fu sostituita dalla seconda versione - o redazione - incisa nel 1608-9 dall'inglese Benjamin Wright. Per la descrizione ci affidiamo a ciò che scrive Roberto Almagià nel suo saggio sull'opera maginiana del 1922: ""Le carte del Piemonte e della Liguria in generale debbono essere considerate insieme, perché riposano di materiali comuni. [...] per tali carte il Magini ebbe i materiali ed eseguì il lavoro in due epoche diverse ed assai lontane: una prima volta nel 1597 (e forse in parte ancora l'anno prima) e una seconda volta, oltre dieci anni dopo, nel 1608-9. Come risulta anche dall'elenco del 1604, la prima volta egli mise insieme due carte delle due Riviere e tre carte del Piemonte; la seconda volta rifece le due carte della Liguria, sostituendole alle vecchie, e fece una nuova carta del Piemonte. [...] le due tavole della Liguria della più vecchia redazione, che il Magini ha eliminato dall'Atlante, ci sono tuttavia rimaste, ed, essendo finora sfuggite alla attenzione degli studiosi [...] La vecchia ""Riviera di Genova di Occidentale ha la dedica di G. A. Magini ad Orazio Bracelli in data 15 ottobre 1597""; la vecchia ""Riviera di Genova di Levante"" n … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-11 02:37:19
Giovanni Botero & Jan Matal & Lambert Andreas (c.1544-1617)
1597. Acquaforte e bulino, priva di firma. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, consueta piega centrale, piccole ossidazioni, per il resto in ottimo stato di conservazione. La mappa, appartiene agli atlanti editi dalla cosiddetta Scuola Cartografica di Colonia. Per circa mezzo secolo, Colonia fu il centro più importante nella produzione cartografica cinquecentesca, dovuta principalmente a rifugiati fiamminghi ed olandesi che fuggivano dalle persecuzioni religiose. Tra i principali esponenti della Scuola, citiamo Matthaeus Quad, Johannes Metellus, Giovanni Botero e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Gli atlanti spesso venivano pubblicati in forma anonima o con l'utilizzo di alcuni pseudonimi proprio a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico. Jan Matal o Metellus, francese di nascita è attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia proprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Giovanni Botero (1544 - Torino 1617) è stato un presbitero, scrittore e filosofo italiano, autore delle Relazioni universali, un trattato di geografia politica pubblicato per la prima volta a Roma nel 1591 senza illustrazioni cartografiche. L'opera divenne subito molto importante ed oggetto di studio in tutta Europa, dando inizio praticamente allo studio della demografia. Lambert Andreas (attivo tra il 1590 ed il 1598) fu principalmente editore, tuttavia, alcune delle mappe nell … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-11 00:31:08
1597. I am limited to 12 photos on eBay, but I have many more photos on my website...just ask. 1597 1st John Gerarde Herball Plants English Herbal Illustrated Stirpium Botany Over 2100 INCREDIBLE Woodcuts / comp@$40,000+ John Gerard, also spelt John Gerarde, (c. 1545-1612) was a botanist and herbalist. He maintained a large herbal garden in London. His chief notability is as the author of a big - 1484 pages - and heavily illustrated Herball, or Generall Historie of Plantes. First published in 1597, it was the most widely circulated botany book in English in the 17th century. Herball, or Generall Historie of Plantes was often thought to be an English translation of Dodoen's Stirpium...; however, it was later discovered that Gerarde was brought in to finish the work of a Robert Priest. (see below for more thorough explanation of history) We find (uncolored) examples of this work for sale elsewhere for $23,000! We find a Sothebys auction record - hand colored, for $40,000+ Main author: John Gerarde Title: The Herball or Generall Historie of Plantes. Published: London : John Norton, 1597. Language: Latin Notes & contents: · 1st edition of most famous English herbal · Contains portrait of Gerarde · 2139 illustrated woodcut engravings · Lacks only the following pages: o Engraved title page (replaced in facsimile) o Three prelims following title o pp. 15/16; pp. 983/984 + 19 various leaves from indices at end · Provenance: Alexander O'Driscoll Taylor (1832-1910, of Belfast, Ireland, booklabel, but died Newport , Rhode Island, USA); Robert Magill Young (1851-1925, of Belfast, inscr … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Schilb Antiquarian Rare Books (schilb_antiquarian_books) [Columbia, Missouri, US]
2020-01-10 20:02:31
Giovanni Battista de' CAVALIERI o CAVALLERIS (1525-1601)
1597. "Rara pianta prospettica della città dal Gianicolo. Acquaforte e bulino, firmata in lastra in basso a destra. Esemplare nel 4 stato, con la firma dell'editore de Rossi e la data 1650. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva con filigrana ""ancora nel cerchio con stella"", con margini, piccolo strappo restaurato nel lato sinistro, per il resto in ottimo sttao di conservazione. L'opera viene attribuita per la prima volta a Giovan Battista de Cavalleris in: S. Bifolco-F. Ronca, ""Cartografia e topografia italiana del XVI secolo. Catalogo ragionato delle opere a stampa"", previsto per ottobre 2018, da dove è tratta la scheda che segue. Titolo & iscrizioni Lungo il margine superiore si legge il titolo: URBIS ROMAE NOVISSIMA DELINEATIO M.D.L.XXX.VIIII. In basso troviamo una legenda numerica di 121 rimandi, distribuita su undici colonne. Segue, nell'ultimo riquadro a destra, l'imprint editoriale: Io. Baptista de Cavalerijs excudebat Romae 1589. Orientazione nei quattro lati al centro con il nome dei punti cardinali: SEPTENTRIO, MERIDIES, ORIENS, OCCIDENS, il nord è sulla sinistra. Nella mappa sono presenti ulteriori indicazioni toponomastiche. Opera priva di scala grafica. Notizie storico critiche Pianta prospettica della città dal Gianicolo, basata sul modello della pianta piccola del Cartaro (1575). Con la scoperta, durante gli studi per questa pubblicazione, dell'unico esemplare conosciuto della prima edizione della mappa, a firma de Cavalleris e conservato nella Biblioteca Nazionale di Malta, si fa finalmente chiarezza su questa importante pianta della città. I … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:09:52
Cornelis WYTFLIET (Attivo intorno al 1590)
1597. Magnifica carta geografica, tratta dall'opera Descriptionis Ptolemaicae Augmentum (Louvain, 1597), il primo atlante dedicato esclusivamente al Nuovo Mondo, e anche l'unico lavoro che si conosca di Cornelis Wytfliet. L'atlante fu così intitolato proprio perché era inteso come complemento della Geografia di Tolomeo che, naturalmente, non poteva comprendeva regioni che sarebbero state scoperte solo diversi secoli dopo. L'atlante di Wytfliet comprendeva 19 mappe: una mappa del mondo e 18 carte regionali, che costituiscono le prime, o tra le prime, mappe realizzate di specifiche aree del Nord e del Sud America. Le mappe sono accompagnate da testo, in cui vengono fornite nozioni di geografia, storia, etnografia, nonché una storia dell'esplorazioni e dei viaggi di C. Columbo (1492-1502), John Cabot (1497-98), Sebastian Cabot (1526-28), Francisco Pizarro (1527-35) ecc. L'opera fu pubblicata in diverse edizioni, l'ultima delle quali a Arnhem, dove, nel 1615, Jan Janssonius curò la versione col il testo in francese. Questa è una delle prime mappe del sud-ovest americano e del Messico, compresa la parte meridionale dell' attuale Texas, qui chiamata floridae Pars, con il Rio Grande, indicato come R. de Palmas. Incisione in rame, alcuni restauri lungo la piega centrale, nel complesso in buone condizioni. An excellent early copperplate engraving from Wyfliet's Descriptionis Ptolemaicae augmentum, which was the first atlas to exclusively feature the Americas. "The only known geographic work by Wytfliet, Descriptiones Ptolemaicae Augmentum...can be described as the first separately p … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 16:41:29
1597. Original in guter Erhaltung - vollständig. RARITÄTEN-WERK - WIR VERKAUFEN ORIGINELLE ORIGINALE - WE SELL EXTRAORDINARY ORIGINALS WIDER ALLERLEI SÜNDEN & LASTER "PROMPTUARIUM MORALE. Das ist/ Sittliche Speißkamer ..." MIT TEXT-HOLZSCHNITTEN UND GANZSEITIGER KREUZIGUNGS-SZENE ANNO 1597 INGOLSTADT, WOLFGANG EDER IM BLINDGEPRÄGTEN SCHWEINSLEDER-EINBAND Sicherheit und Vertrauen in wirkliche Werte sind gerade in diesen Tagen das höchste Gut. Mit Drucken, Handschriften und Grafiken von sedulitas kunstmarketing erwerben Sie originale, wertstabile, repräsentative und sammelwürdige Wertanlagen! _______________________________________________________________________________ WIDER ALLERLEI SÜNDEN & LASTER - DIE SITTLICHE SPEISKAMMER VON STAPELTON VOLLSTÄNDIGES WERK IM ORIGINALEN SCHWEINSLEDER-EINBAND - ANNO 1597 TITEL "PROMPTUARIUM MORALE. Das ist/ Sittliche Speißkamer darinnen heylsame Lehren/ Gottselig/ Christlich/ Catholische Underweysungen/ von löblichen Sitten und Tugenden/ wider allerley Sünd und Laster/ uber die Sontäglichen Evangelien deß gantzen Jars/ begriffen und verwahret: Allen Predigern zum heylsamen Underricht/ den Sündern zur bußfertigen Aufferbawung/ und dann den Frommen zu sonderbarem Trost ..." 2 Teile in einem Band. AUTOR Thomas Stapleton (1535 - 1598). War ein englischer Kontroverstheologe und Autor. Stapleton studierte an den Universitäten von Canterbury, Winchester und Oxford. 1558 empfing er die Priesterweihe und wurde zum Domherrn der Kathedrale von Chichester ernannt. Bereits 1556 war er am New College in Oxford Magister der freien Künste geworden. 1559 … [Click Below for Full Description]
Bookseller: ARTFINDING (schnellkauf69) [Sachsen, DE]
2019-12-29 17:46:11
Carocci [Carocii], Vincenzo [Vincentii
1597. Claims and Liens Carocci, Vincenzo [fl. 1584]. De Excussione Bonorum in Civilibus et Criminalibus Causis Tractatus. Nunc Primum in Germania Reiectis Innumeris Mendis, Allegationibusque a Textu Characterum Varietate Distinctis, Correctius Editus. Frankfurt: Excudebat Ioannes Saurius, Impensis Petri Kopffii, 1597. [viii], 503, [70] pp. Octavo (5-3/4" x 4"). Contemporary vellum with lapped edges, early hand-lettered title to spine. Some soiling and shelfwear, another short work removed from rear of volume. Woodcut printer devices to title and recto of final leaf, woodcut head and tail-pieces. Light toning to text, early owner signature and small later inkstamp to margins of title page, interior otherwise clean. * First German edition, published the same year as the first Venice edition. Carocci discusses the Roman law dealing with priorities of claims and liens. According to the title, this edition corrects numerous inaccuracies of the Venice edition. It was published at the expense of Peter Kopff, a notary in Frankfurt. A second edition was published in Venice in 1603. All are scarce. OCLC locates 3 copies of the 1597 imprints in North American law libraries, 2 of the Venice (UC-Berkeley, University of Michigan), 1 of the Frankfurt (Harvard). Verzeichnis der im Deutschen Sprachbereich Erschienenen Drucke des 16. Jahrhunderts C1192. [Attributes: First Edition]
Bookseller: lawbook exchange (intrepidbooks) [Clark, New Jersey, US]
2019-12-27 14:44:07
1597. Template | Trixum Beschreibung Macrobius, Ambrosius Aurelius Theodosius. In somnium Scipionis, lib. II. Saturnaliorum, lib. VII. Ex variis ac vetustissimis codicibus recognitis & aucti. Geneva, Jacques Stoer, 1597. Circa 12,5 x 9 cm. 745 pp., 51 ff (last two blank), with several small images and a worldmap Contemporary polished calf with ornamental decorations and beautifully decorated gilt fored-edge. - Adams M 73; Schweiger II, 587. Nice pocket edition in a charming Lyonese style binding with richly decorated fore-edge. Contains the worldmap (Shirley 13) and some woodcuts. - Some browning, a few quires stronger especially towards the end, binding a little rubbed, corners bumped and with old repairs, still a nice and decoratived binding with a very pretty fore-edge. XXL Bilder und mobil-optimierte Auktionsvorlagen bei www.trixum.de Diese Auktion wurde mit TRIXUM.DE erstellt.
Bookseller: embasi [München, DE]
2019-12-25 14:13:02
Brooke, Sir Robert; Bellew, Richard, Editor
1597. A Selection from Brooke's Abridgement [Brooke, Sir Robert (d.1558)]. [Bellew, Richard, Editor]. Ascuns Novel Cases de les Ans & Temps le Roy, H.8. Edw.6. & La Roygne Mary, Escrie en la Graund Abridgement, Compose per Sir Robert Brooke Chivaler &c. La Disperse en les Titles. Mes Icy Collect Sub Ans. London: In Aedibus Ianae Yetsweirt, 1597. [i], 116, [3] ff. Octavo (5-1/2" x 3-3/4"). Contemporary limp vellum with lapped edges, recased, blind rules to covers, later hand-lettered title to spine, ties lacking. Spine and front cover darkened, some rubbing to extremities, a few cuts to front cover and fore-edge, a few small cracks to spine, most of front pastedown and free endpaper removed, front endleaf soiled, edgeworn and torn. Text printed with wide margins. Moderate toning to interior, light spotting in a few places, tiny inkspots and spark burns to a few leaves, light soiling to title page. Front endleaves filled with contemporary doodles, a tiny contemporary and a later signature to title page, early underlining to a few passages of text. ,000. * Third edition. Also known as Brooke's New Cases, Petit Brook or Bellewe Temp. Henry VIII, this book is a selection of cases from 1514-1558 taken from Brooke's great Abridgement (1568), a digest of more than 20,000 cases and notes from the Year Books, Fitzherbert's Natura Brevium, and other sources. First published in 1578, it went through later editions in 1587, 1597, 1604, 1624, 1625, 1628 and 1651. All of these are scarce. Concerning the third edition, OCLC locates 2 copies, 1 in North America, both in law libraries (Hunti … [Click Below for Full Description]
Bookseller: lawbook exchange (intrepidbooks) [Clark, New Jersey, US]
2019-12-23 14:15:36
[DUTCH EAST INDIES].
Cat. NHSM, p. 507; Landwehr & V.d. Krogt, VOC 1597; STCN (5 copies); cf. Smith Diehl, pp. 151-52. French translation of a thorough report and opinions on the present state of the Dutch settlements in the East Indies, containing accounts of their government, administration, navigation, declining trade, military, and possessions. The original Dutch edition (Nederlandsch India, in haaren tegenwoordigen toestand beschouwd) appeared most likely in the same year. Landwehr & Van der Krogt suggest that the two were published simultaneously and may have been printed in Amsterdam. Wrappers soiled. Very good copy.
Bookseller: ASHER Rare Books (Since 1830) [Netherlands]
Check availability:
2019-12-21 22:12:04
Frankfurt, A. Wechels Erben, 1597. Folio. 5 Bl. (letztes weiß), 1098 S., 1 Bl. Mit Holzschnitt-Druckermarke (am Ende wiederholt). Roter Maroquinband des 17. Jahrhunderts mit Rückenvergoldung, doppelten Goldfileten u. goldgeprägtem Wappensupralibros von Balderon du Maussac auf beiden Deckeln sowie allseitigem Goldschnitt (etwas berieben u. fleckig, Vorsätze leimschattig). Vierte in Deutschland gedruckte vollständige Ausgabe des griechischen Alten und Neuen Testaments. Als Herausgeber werden genannt der reformierte Theologe und Beza-Schüler Franciscus Junius (du Jon), der lange Zeit als Refugié in der Pfalz lebte (vgl. RGG III, 1071), oder aber Friedrich Sylburg, ein durch seine Kenntnis des Hebräischen und Griechischen ausgezeichneter Philologe, der für die Wechelsche Druckerei arbeitete und eine Berufung an die Universität Marburg abgelehnt hatte, um sich ausschließlich der Textkritik widmen zu können (vgl. Bursian 229 f). Der Text der vorliegenden Ausgabe "is based on the Basel edition of 1545. With correction from the Complutensian text, and useful notes ... The N.T. follows the text given in R. Stephanus' edition of 1568/69" (Darlow/Moule 4653). - Schönes breitrandiges, kaum beschnittenes Exemplar. Vorderer Vorsatz mit einem von 1680 zu Toulouse datierten Kaufvermerk. Zum Wappeneinband vergleiche Olivier 745. - VD 16, B 2578; Adams B 979; Bibelslg. Stuttgart C 163. - Etwas gebräunt u. vereinzelt leicht wasserrandig. Bl. 4 mit Fehlstelle im Fußsteg u. vollständig sauber hinterlegt, S. 203, 747 u. das letzte Bl. mit der Druckermarke mit hinterlegten Randeinrissen ohne Tex … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Buch & Consult Ulrich Keip [Germany]
2019-12-16 21:22:02
1597. Original in guter Erhaltung - vollständig. RARITÄTEN-WERK - WIR VERKAUFEN ORIGINELLE ORIGINALE - WE SELL EXTRAORDINARY ORIGINALS WIDER ALLERLEI SÜNDEN & LASTER "PROMPTUARIUM MORALE. Das ist/ Sittliche Speißkamer ..." MIT TEXT-HOLZSCHNITTEN UND GANZSEITIGER KREUZIGUNGS-SZENE ANNO 1597 INGOLSTADT, WOLFGANG EDER IM BLINDGEPRÄGTEN SCHWEINSLEDER-EINBAND Sicherheit und Vertrauen in wirkliche Werte sind gerade in diesen Tagen das höchste Gut. Mit Drucken, Handschriften und Grafiken von sedulitas kunstmarketing erwerben Sie originale, wertstabile, repräsentative und sammelwürdige Wertanlagen! _______________________________________________________________________________ WIDER ALLERLEI SÜNDEN & LASTER - DIE SITTLICHE SPEISKAMMER VON STAPELTON VOLLSTÄNDIGES WERK IM ORIGINALEN SCHWEINSLEDER-EINBAND - ANNO 1597 TITEL "PROMPTUARIUM MORALE. Das ist/ Sittliche Speißkamer darinnen heylsame Lehren/ Gottselig/ Christlich/ Catholische Underweysungen/ von löblichen Sitten und Tugenden/ wider allerley Sünd und Laster/ uber die Sontäglichen Evangelien deß gantzen Jars/ begriffen und verwahret: Allen Predigern zum heylsamen Underricht/ den Sündern zur bußfertigen Aufferbawung/ und dann den Frommen zu sonderbarem Trost ..." 2 Teile in einem Band. AUTOR Thomas Stapleton (1535 - 1598). War ein englischer Kontroverstheologe und Autor. Stapleton studierte an den Universitäten von Canterbury, Winchester und Oxford. 1558 empfing er die Priesterweihe und wurde zum Domherrn der Kathedrale von Chichester ernannt. Bereits 1556 war er am New College in Oxford Magister der freien Künste geworden. 1559 … [Click Below for Full Description]
Bookseller: ARTFINDING (schnellkauf69) [Sachsen, DE]
2019-12-12 16:53:54
Biblia Sacra
Tubingae: Georgium Gruppenbachium, 1597. 1597 Biblia Lutheran Osiander BIBLE + Mystic Commentary Tubingen Martin LutherA highly rare example of a late 16th-century New Testament 'Biblia Sacra' published in Tübingen in 1597. In 1522, Andreas Osiander edited and corrected an edition of the Vulgate Bible which included important portions of Luther's Small Catechism. This edition features the Vulgate that Osiander, a devout Christian mystic, used in his 16th-century studies. Item number: #8885Price: $950Biblia SacraSacrorum Bibliorum pars II secundum veterem seu vulgatam translationemTubingae [etc.]: apud Georgium Gruppenbachium [etc.], 1597.Details: · Foliation: Complete with all pages; part 2 o [6], 798, [22]· References: USTC 691928· Language: Latin· Binding: Vellum; tight & secure· Size: ~15in X 9.5in (38cm x 24.5cm); VERY LARGEOur Guarantee:Very Fast. Very Safe. Free Shipping Worldwide.Customer satisfaction is our priority! Notify us with 7 days of receiving, and we will offer a full refund without reservation!8885Photos available upon request.
Bookseller: Schilb Antiquarian [Columbia, MO, U.S.A.]
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     564 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2020 viaLibri™ Limited. All rights reserved.