The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1567
2017-05-11 10:02:07
Texto a cuatro columnas. Sin paginar (más de 1000 páginas). Enc. en pasta española del siglo XVIII en mal estado, aunque ejemplar muy bien conservado interiormente. 27x20. Signatura: aa-zz8, A-Y8, Z4. Ex Officina Viduae et Haeredum Ioannis Stelsii. Antuerpiae, 1567(Antuerpiae : excudebat Amatus Tauernerius, 1566) LIBROS ANTIGUOS [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Librería Anticuaria Galgo [Ribadeo, LUGO, Spain]
2017-05-10 12:18:08
LACTANTIUS Lucius Caecilius Firmianus
1567. De ira Dei. Lib. I. De Opificio Dei. Lib. I. Epitome in libros suos, Liber acephalos. Carmen de Phœnice. Resurrectione dominica. Passione Domini. Omnia ex fide & auctoritate librorum manuscriptorum emendata. Lugduni 1567. Apud Ioannem Tornaelium. 16°, 785, [45] s. : inicj., winiety. K. tyt. sztychowana. Opr. sk., brązowa z tłoczonym ornamentem, otarta i nieco uszkodzona. Grzbiet ze zwięzami i 2 szyldzikami, naderwany i z małym ubytkiem. Zawilgocenia. Liczne podkreślenia tekstu, zapiski na wyklejce i ostatniej karcie.Na tylnej wyklejce naklejony ekslibris. Laktancjusz (ca 250-ca 330) - pisarz, teolog i apologeta chrześcijański, nauczyciel retoryki i wychowawca najstarszego syna Konstantyna Wielkiego; z powodu pięknej łaciny nazywany był „chrześcijańskim Cyceronem". Dzieło zawiera kilka znanych traktatów, m.in. „Podstawy nauki Bożej", napisane w latach 304-313, „O ptaku Feniksie", „O gniewie Bożym". [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Antykwariat Wójtowicz [Kraków, Poland]
2017-05-07 17:00:01
Sallustius Crispus Gaius,
Venetiis : Aldus Manutius Paulli, Venetiis, 1567 - In 8° (14,4×9,5 cm); (8), 189, (19) cc. Legatura settecentesca in piena pergamena con autore manoscritto al dorso. Antica firma di appartenenza privata al frontespizio anticamente cancellata ma in parte ancora leggibile. Qualche traccia di polvere al frontespizio. Autore manoscritto da mano settecentesca su uno dei tagli del volume. Alcune lievi aloni nel volume, praticamente invisibili ed ininfluenti. Un rinforzo settecentesco al margine esterno dell’ultima carta e per il resto in buone condizioni. Ancora aldina alla prima e all’ultima carta. Edizione aldina della "Coniuratio Catulinae" e del "Bellum Iugurthinum" del celebre storico, politico e senatore romano, Gaio Sallustio Crispo (Amiternum vicino a l’Aquila, 1º ottobre 86 a.C. – Roma, 13 maggio 34 a.C.) fra i principali sostenitori di Giulio Cesare. L’opera presenta anche vari frammenti dell’opera di Sallustio ritrovati da Paolo ed Aldo Manuzio. La "Coniuratio" e il "Bellum" sono le due opere principali di Sallustio che già alla sua epoca gli diedero ampia fama ed onori. Iniziate nel 39 a. C. sono giunte fino a noi incompiute. Alcune delle opere presentate nel volume invece, come Epistulae ad Caesarem senem de re publica, in cui l’autore rivolge a Cesare consigli sul buon governo, e l’invectiva in Ciceronem, un violento attacco a Cicerone, a lungo attribuite a Sallustio sono invece, oggi, considerate come composte diversi anni dopo la morte dello storico di Amiternum. L’opera contiene: "Veterum de Sallustio testimonia ab Ald … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Studio Bibliografico Antonio Zanfrognini
2017-05-06 08:23:51
1567. In Fiorenza, nella stamperia ducale, Appresso Giorgio Marescotti, 1574, in-4, privo di copertine, pp. [4]. Due esemplari censiti in ICCU.
Bookseller: Libreria Antiquaria Gozzini
2017-05-05 15:14:56
MAROZZO, ACHILLE. - THE FIRST BOOK ON FENCING AND SWORDMANSHIP.
Venice, Heredi di Marchio, 1567 (Colophon). - Title-page: 1568. Small 4to. Later full calf. Richly gilt spine and with gilt lettering. Gilt centerpiece on both cover. Covers with broad gilt borders. Title-page in wood-cut showing armoured kings. Title-page a bit shaved at top and bottom. FF (4), FF 131. A faint dampstain throughout, decreasing towards end. 2 leaves with a tear, neathly repaired (no loss). Woodcut initials. Complete with 78 full-page woodcut-illustrations by Fontana, depicting fighting scenes with sword, dagger, lancet etc. Scarce third edition, the last with the original woodblock illustrations of a work which is called the "most ancient work known on the subject" of fencing (Cockle, Bibliography of Military Books up to 1642, No. 744). In this copy the colophon has the year 1567 and it is not identical with the 1568-edition as this has new illustrations in copper-plates (by Fontana). The offered has the original wood-cut illustrations, but partly recarved ?The work is a Bolognese fencing manual written by Achille Marozzo and first printed in 1536. This is the most extensive and significant treatise on the Dardi (or "Bolognese") style of Italian swordsmanship, as well as one of the most influential fencing manuals of the 16th century. "Opera Nova was first printed in Modena in 1536 by D. Antonio Bergolae. Older fencing bibliographies have made reference to an earlier edition in 1517, but this has recently been disproven. The treatise was reset and reprinted in Bologna in 1546, and reprinted again in Venice in 1550 using the original typeset. In 1567-68 it wa … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Lynge & Søn A/S
2017-05-02 23:23:30
GIOVENALE / PERSIO.
apud Antonium Gryphium, 1567. Testo latino. Cm.11,4x7. Pg.192. Legatura in piena pergamena, con titoli impressi in oro al dorso. Tagli spruzzati in rosso. Al frontespizio marca tipografica con il grifone e il motto "Virtute duce, comite fortuna". Codice libreria 127544.
Bookseller: Studio Bibliografico Pera
2017-04-30 19:11:36
TOSCANELLA, Oratio.-
Venecia-Lodovico Avanzo, 1567. 20,5 cm. [8], 109 fol. Ilustr. con tablas, una de ellas plegada y fuera del texto. Enc. en pergamino tardío. Cercos de antigua humedad en varias páginas. (9851-1). Miscelánea. Obras clásicas. MISCELÁNEA. OBRAS CLÁSICAS.
Bookseller: Llibreria Antiquària Casals [BARCELONA, Spain]
2017-04-27 09:25:52
Ayrault Pierre (Aerodius Petrus)
apud Martinum Iuvenem (Martin Le Jeune), Parisiis, 1567. In-8° antico (156x105mm), pp. (32), 422, (30), legatura coeva p. pergamena liscia con unghie. Titolo di antica mano al taglio inferiore. Carattere romano e corsivo. Al titolo, marca tipografica con un serpente avvolto attorno ad un trespolo. Testatine e iniziali ornate. Dedicatoria a Christophe De Thou (Christophorus Thuanus), Presidente del Parlamento di Parigi. Il volume comprende anche il Tractatus de Origine & Auctoritate Rerum Iudicatarum. Indice in fine. Aloni e bruniture diffuse, restauri marginali a svariate carte. Note marginali di mano antica in latino a numerosi fogli. Discreto esemplare nell'insieme. Prima edizione di quest'opera giuridica dell'Ayrault. Molto rara. L'Ayrault, o Ayraut (Angers, 1536-Parigi, 1601), allievo di Cujas, di Duareus, addottoratosi a Bourges, giurista stimatissimo nel suo secolo, ricoprì importanti cariche pubbliche ed è noto ancora oggi per l'opera De l'Ordre et Instruction Judiciaire dont les Anciens Grecs & Romains ont usé en accusation publiques (Paris, 1576). Manca al Brunet, a S.T.C. French Books e all'Adams (che citano altre opere dell'Ayrault). Voce Ayrault di M-X in Michaud, Biogr.Universelle, III, 138-140. [Attributes: First Edition]
Bookseller: Gilibert Libreria Antiquaria (ILAB-LILA) [Torino, ><, Italy]
2017-04-25 14:02:50
FLORIMONTE GALEAZZO
Domenico Nicolini, Venezia, 1567.
Bookseller: libreria minerva [PADOVA, PD, Italy]
2017-04-25 14:02:50
FLORIMONTE GALEAZZO
Domenico Nicolini, 1567. Bella marca tip al frontespizio, capolettera incisi e testatine Buon es.
Bookseller: Libreria Minerva
2017-04-24 15:16:29
Paolo FORLANI (Attivo a Venezia seconda metà del XVI secolo)
1567. "Per la prima volta pubblicata nella rarissima raccolta di Paolo Forlani ""Il primo libro delle citta, et fortezze principali del mondo"" edito nel 1567 a Venezia, questa lastra proviene dalla successiva (di 2 anni) raccolta del Ballino, denominata ""De' disegni delle più illustri città e fortezze del mondo"". Giulio Ballino era un avvocato veneziano che frequentava la casa dei Manunzio già verso il 1530, dedicandosi in gioventù allo studio dei classici. Il libro De' disegni delle più illustri città, et fortezze del mondo.. stampato a Venezia da Bolognino Zaltieri nel 1569 è costituito da cinquanta vedute ed una carta geografica. L'opera rappresenta il primo tentativo, nell'ambito dell'editoria italiana, della realizzazione di un testo/atlante delle principali fortezze e città del mondo. A differenza dei suoi predecessori, dei quali utilizza spesso i rami e le iconografie, egli concepisce un'opera unitaria corredata di testi e di indice, della quale, per la prima volta, si è ha conoscenza dell'esatto numero di tavole che la compongono. Sicuramente ispirata all'opera del Du Pinet Plantz, ""Pourtraitz et descriptions de plusieurs ville set forteresses.."", la raccolta del Ballino è molto probabilmente solo una parte del progetto iniziale, molto più ampio. Egli probabilmente intendeva pubblicare un'edizione in latino, sperando di lanciare la sua opera a livello europeo, ma si arrese davanti alla pubblicazione del primo libro del ""Civitates Orbis Terrarum"" di Georg Braun & Fransz Hogenberg, che in qualche modo bruciò parecchie delle iniziative editoriali sull'iconografi … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-04-24 15:16:29
Paolo FORLANI (Attivo a Venezia seconda metà del XVI secolo)
1567. "Per la prima volta pubblicata nella rarissima raccolta di Paolo Forlani ""Il primo libro delle citta, et fortezze principali del mondo"" edito nel 1567 a Venezia, questa lastra proviene dalla successiva (di 2 anni) raccolta del Ballino, denominata ""De' disegni delle più illustri città e fortezze del mondo"". Giulio Ballino era un avvocato veneziano che frequentava la casa dei Manunzio già verso il 1530, dedicandosi in gioventù allo studio dei classici. Il libro De' disegni delle più illustri città, et fortezze del mondo.. stampato a Venezia da Bolognino Zaltieri nel 1569 è costituito da cinquanta vedute ed una carta geografica. L'opera rappresenta il primo tentativo, nell'ambito dell'editoria italiana, della realizzazione di un testo/atlante delle principali fortezze e città del mondo. A differenza dei suoi predecessori, dei quali utilizza spesso i rami e le iconografie, egli concepisce un'opera unitaria corredata di testi e di indice, della quale, per la prima volta, si è ha conoscenza dell'esatto numero di tavole che la compongono. Sicuramente ispirata all'opera del Du Pinet Plantz, Pourtraitz et descriptions de plusieurs ville set forteresses.., la raccolta del Ballino è molto probabilmente solo una parte del progetto iniziale, molto più ampio. Egli probabilmente intendeva pubblicare un'edizione in latino, sperando di lanciare la sua opera a livello europeo, ma si arrese davanti alla pubblicazione del primo libro del Civitates Orbis Terrarum di Georg Braun & Fransz Hogenberg, che in qualche modo bruciò parecchie delle iniziative editoriali sull'iconografia urbana … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-04-24 15:16:29
Domenico ZENOI (Attivo tra il 1559 e il 1574)
1567. De' disegni delle più illustri città e fortezze del mondo.. Giulio Ballino era un avvocato veneziano che frequentava la casa dei Manunzio già verso il 1530, dedicandosi in gioventù allo studio dei classici. Il libro De' disegni delle più illustri città, et fortezze del mondo.. stampato a Venezia da Bolognino Zaltieri nel 1569 è costituito da cinquanta vedute ed una carta geografica. L'opera rappresenta il primo tentativo, nell'ambito dell'editoria italiana, della realizzazione di un testo/atlante delle principali fortezze e città del mondo. A differenza dei suoi predecessori, dei quali utilizza spesso i rami e le iconografie, egli concepisce un'opera unitaria corredata di testi e di indice, della quale, per la prima volta, si è ha conoscenza dell'esatto numero di tavole che la compongono. Sicuramente ispirata all'opera del Du Pinet Plantz, Pourtraitz et descriptions de plusieurs ville set forteresses.., la raccolta del Ballino è molto probabilmente solo una parte del progetto iniziale, molto più ampio. Egli probabilmente intendeva pubblicare un'edizione in latino, sperando di lanciare la sua opera a livello europeo, ma si arrese davanti alla pubblicazione del primo libro del Civitates Orbis Terrarum di Georg Braun & Fransz Hogenberg, che in qualche modo bruciò parecchie delle iniziative editoriali sull'iconografia urbana. Le carte della raccolta sono datate tra il 1566 ed il 1568; secondo un recente studio di Albert Ganado (1993), trentadue di queste risultano essere ristampe dei rami di Paolo Forlani e di Domenico Zenoi, per la prima volta apparsi ne Il primo libro d … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-04-24 15:16:29
Paolo FORLANI (Attivo a Venezia seconda metà del XVI secolo)
1567. "Per la prima volta pubblicata nella rarissima raccolta di Paolo Forlani ""Il primo libro delle citta, et fortezze principali del mondo"" edito nel 1567 a Venezia, questa lastra proviene dalla successiva (di 2 anni) raccolta del Ballino, denominata ""De' disegni delle più illustri città e fortezze del mondo"". Giulio Ballino era un avvocato veneziano che frequentava la casa dei Manunzio già verso il 1530, dedicandosi in gioventù allo studio dei classici. Il libro De' disegni delle più illustri città, et fortezze del mondo.. stampato a Venezia da Bolognino Zaltieri nel 1569 è costituito da cinquanta vedute ed una carta geografica. L'opera rappresenta il primo tentativo, nell'ambito dell'editoria italiana, della realizzazione di un testo/atlante delle principali fortezze e città del mondo. A differenza dei suoi predecessori, dei quali utilizza spesso i rami e le iconografie, egli concepisce un'opera unitaria corredata di testi e di indice, della quale, per la prima volta, si è ha conoscenza dell'esatto numero di tavole che la compongono. Sicuramente ispirata all'opera del Du Pinet Plantz, Pourtraitz et descriptions de plusieurs ville set forteresses.., la raccolta del Ballino è molto probabilmente solo una parte del progetto iniziale, molto più ampio. Egli probabilmente intendeva pubblicare un'edizione in latino, sperando di lanciare la sua opera a livello europeo, ma si arrese davanti alla pubblicazione del primo libro del Civitates Orbis Terrarum di Georg Braun & Fransz Hogenberg, che in qualche modo bruciò parecchie delle iniziative editoriali sull'iconografia urbana … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-04-24 15:16:29
Paolo FORLANI (Attivo a Venezia seconda metà del XVI secolo)
1567. "Carta topografica raffigurante l'assedio e l'incendio di Guines. Sebbene anonima la carta viene assegnata alla mano di Paolo Forlani ed è parte della celebre raccolta di cartografia urbana che questi pubblica, insieme a Domenico Zenoi, nel 1567 con il titolo "Il primo libro delle citta, et fortezze principali del mondo"". L'opera è di incredibile rarità e non ebbe una grande fortuna editoriale. Forse perché le lastre furono acquisite dall'editore Bolognino Zaltieri, che le utilizza per la raccolta di cartografia urbana realizzata da Giulio Ballino, denominata ""De' disegni delle più illustri città e fortezze del mondo"", edita sempre a Venezia solo due anni dopo, nel 1569. Giulio Ballino era un avvocato veneziano che frequentava la casa dei Manunzio già verso il 1530, dedicandosi in gioventù allo studio dei classici. Il libro "De' disegni delle più illustri città, et fortezze del mondo", stampato da Bolognino Zaltieri, è costituito da cinquanta vedute ed una carta geografica. L'opera rappresenta il primo tentativo, nell'ambito dell'editoria italiana, della realizzazione di un testo/atlante delle principali fortezze e città del mondo. A differenza dei suoi predecessori, dei quali utilizza spesso i rami e le iconografie, egli concepisce un'opera unitaria corredata di testi e di indice, della quale, per la prima volta, si è ha conoscenza dell'esatto numero di tavole che la compongono. Sicuramente ispirata all'opera del Du Pinet Plantz, ""Pourtraitz et descriptions de plusieurs ville set forteresses.."", la raccolta del Ballino è molto probabilmente solo una parte del pr … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-04-24 13:38:20
Canisius, Petrus und Otto Braunsberger
Band 1: LXIII, 816 Seiten Band 2: LXI, 950 Seiten Band 3: LXIX, 876 Seiten Band 4: LXXXII, 1124 Seiten Band 5: LXXX, 937 Seiten Band 6: LXVI, 818 Seiten Gebundene Ausgabe Band 1 enthält ein Frontispizportrait, Bibliotheks-Halbleineneinbände Stempel und Signatur des Vorbesitzers (Kloster) Rückenvergoldung teilweise verblasst in allen Bänden handschriftlicher Zuordnungs-Vermerk mit Bleistift saubere und gut erhaltene Bände. Preis für alle 6 Bände zusammen.
Bookseller: Petra Gros
2017-04-23 17:37:15
Gaethgens, Thomas W. (Hrsg.)
XXIII, 668 S. : Ill. / X, 768 S. : Ill., graph. Darst. und X, 615 S. : Ill. Originalleinen mit Schutzumschlag. Gebraucht, aber sehr gut erhalten. - 3 BÄNDE. - Formen des künstlerischen Austauschs / Models of Artistic Exchange - Sektionsleiter/Chair: Salvatore Settis Oleg Grabar - Classical Forms in Islamic Art and Some Implications Beat Brenk - Türen als Spolien und Baureliquien: Nova construere, sed amplius vetusta servare - Lyckle de Vries Prints as Objects of Exchange Horst Bredekamp - Die Kunstkammer als Ort spielerischen Austauschs Tonio Hölscher - Griechische Formensprache und römisches Wertesystem: kultureller Transfer in der Dimension der Zeit Bertrand Jestaz Les Italiens à Fontainebleau Nadia Podzemskaia - Auf der Suche nach der universalen Kunst: Kandinsky und Der Blaue Reiter (aus russischer Sicht) Carlo Severi - Protée, ou la propagation d'une forme: art primitif et mémoire Salvatore Settis - Kunstgeschichte als vergleichende Kulturwissenschaft: Aby Warburg, die Pueblo-Indianer und das Nachleben der Antike - Künstler in der Emigration / Artists and Emigration - Sektionsleiter/Chair: Martin Warnke Martin Warnke Einführung Ilja M. Veldman - Protestant Emigrants: Artists from the Netherlands in Cologne (1567-1612) Hubertus Kohle - Antike modern. Jacques-Louis Davids Stil im Exil Peg Weiss - Kandinsky's Shamanic Emigrations Walter Zanini - Ernesto de Fiori: les dernières années au Brésil Jutta Held - Das Exil der deutschen Künstler in den 30er und 40er Jahren. Zur Exilforschung - Paris: Internationales Künstlerzentrum im 19. Jahrhundert / Foreign Artists in Paris in … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Fundus-Online GbR Borkert/ Schwarz/ Zerf
2017-04-23 16:07:22
Roussard, Louis
Christophe Plantin 1567 Christophe Plantin, Antwerpen, 1567. 34 Bl./219/264/319 S. mit 3 gestochenen Druckstock-Vignetten auf den Titelseiten, original Pergament auf Holzdeckeln (Einband mit Bezugsfehlstellen/Schließer fehlen/Titel und 1 Blatt mit hinterlegtem Randabriss/durchgehend wasserwellig und etwas sporfleckig)Versand D: 5,90 EUR Juristik,Alte Drucke vor 1850
Bookseller: Celler Versandantiquariat [Germany]
2017-04-23 16:07:22
"ROUSSARD, LOUIS
Christophe Plantin, Antwerpen, 1567. 34 Bl./219/264/319 S. mit 3 gestochenen Druckstock-Vignetten auf den Titelseiten, original Pergament auf Holzdeckeln (Einband mit Bezugsfehlstellen/Schließer fehlen/Titel und 1 Blatt mit hinterlegtem Randabriss/durchge Christophe Plantin, Antwerpen, 1567. 34 Bl./219/264/319 S. mit 3 gestochenen Druckstock-Vignetten auf den Titelseiten, original Pergament auf Holzdeckeln (Einband mit Bezugsfehlstellen/Schließer fehlen/Titel und 1 Blatt mit hinterlegtem Randabriss/durchge
Bookseller: Celler Versandantiquariat [Germany]
2017-04-23 07:02:53
BEMBO Pietro
Thomas Guarin, 1567. 2 vol. (di 3) in 1 tomo in-8, pp. (32) di titolo ed indici, 645 (3) bianche; 230, (22) di indici, (6) bianche. Legatura in pergamena rigida, con unghie, titolo ms.su dorso a nervi. Marca tip. al titolo, iniziali istoriate, carattere corsivo. Edizione latina delle opere di Pietro Bembo, nel primo tomo: Historia Veneta lib. XII - De Guido Ubaldo e Elisabetha Ducibus Urbini. Nel terzo tomo: De imitatione libellus: - Cui epistola Io. Francisci Pici eiusdem argumenti praemittitur. - De Aetna dialogus. - De culice Vergili, e Terentii fabulis. - Carminum libellus. Edizione non comune, mancante purtroppo del secondo volume. Buon esemplare, assai fresco
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco
2017-04-22 17:47:12
Habermann, Johann (Johannes Avenarius).
[Nachdruck der Ausgabe Hof, Pfeilschmidt 1567]. 8. 423 Seiten, vier nn. Seiten (Abbildungen, Abkürzungsverzeichnis). Ausgabe Verlag Fromann - Holzboog (2009). 423 Seiten, vier nn. Seiten (Abbildungen, Abkürzungsverzeichnis). Dunkelblauer, mit goldener Titelprägung versehener Original-Ganzleinenband. Sehr guter, neuwertiger Zustand. Kein Besitzervermerk! Keine Anstreichungen! Kein Mängelexemplar! ('Doctrina et pietas', Abteilung II: Varia, Band 4).
Bookseller: Ganymed - Wissenschaftliches Versandanti
2017-04-22 16:30:00
Parkinson, John.
Humfrey Lownes and Robert Young, 16, London. Folio page (12 1/2" x 8"), hand colored illustration, text on reverse side of page, archivally matted with print attached along top margin with archival tape. Less offset than usual from the text side, paper is a little browned and aged, a little foxing and uneven trimming; otherwise very good. John Parkinson (1567-1650) was an apothecary and herbalist, and was so well respected in his field that he was consulted on the first Pharmacopoeia Londinensis by the College of Physicians. He had a keen interest in gardening, which led to the publication of his first work, Paradisi in Sole Paradisus Terrestris; or. A Garden of All Sorts of Pleasant Flowers, in 1629. This plate (page 219), which features illustrations of several flowers, is from that work. ÂÂODB.
Bookseller: Nicholas D. Riccio Rare Books, ABAA [Florham Park, NJ, U.S.A.]
2017-04-22 16:30:00
Parkinson, John.
London: Humfrey Lownes and Robert Young, 16.Folio page (12 1/2" x 8"), hand colored illustration, text on reverse side of page, archivally matted with print attached along top margin with archival tape. Less offset than usual from the text side, paper is a little browned and aged, a little foxing and uneven trimming; otherwise very good. John Parkinson (1567-1650) was an apothecary and herbalist, and was so well respected in his field that he was consulted on the first Pharmacopoeia Londinensis by the College of Physicians. He had a keen interest in gardening, which led to the publication of his first work, Paradisi in Sole Paradisus Terrestris; or. A Garden of All Sorts of Pleasant Flowers, in 1629. This plate (page 219), which features illustrations of several flowers, is from that work.  ODB.
Bookseller: Nicholas D. Riccio Rare Books & Prints [US]
Check availability:
2017-04-21 17:28:13
Krohm, Hartmut, 1940- [Hrsg.] Siebert, Guido, 1966- [Red.] Naumburger Meister [Ill.]
Hardcover, 2 Bände, 1567 Seiten 4 * Aussen leicht berieben, ein Band am Rücken unten leicht bestoßen, insg. sehr gute, saubere Exemplare *
Bookseller: antiquariat-cezanne
2017-04-21 13:08:13
Caesarius, Johannes
Apud Antonium Vincentium 1567 - Lugduni (Lyon): Apud Antonium Vincentium, 1567 [1568]. Good. Lugduni (Lyon): Apud Antonium Vincentium, 1567 [1568]. Good. 6 1/2 x 4 1/2". 519pp (i.e. 509pp, p273 is misnumbered p283, and continues from there). Complete. Title page dated 1567, colophon dated 1568. Vincenti printer's device on title page, of an eye atop a staff held by a hand wrapped in a serpent. Many historiated woodcut initials throughout. Manuscript hand in Latin to last 2 blanks, indicating a generous donation from Reverend John Mathias, 1709. Ex-library stamps to title page. Bound in full vellum with yapp edges. Vellum worn with some staining. Interior pages very clean. Signature [T] pulled at top 3 sewing areas, still holding at remaining 2. Manuscript title to spine. Binding holding very well. OCLC 311983993. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Kurtz Rare Books
2017-04-21 13:08:13
Caesarius, Johannes
Apud Antonium Vincentium, 1567. Vellum. Good. Lugduni (Lyon): Apud Antonium Vincentium, 1567 [1568]. Good. Lugduni (Lyon): Apud Antonium Vincentium, 1567 [1568]. Good. 6 1/2 x 4 1/2". 519pp (i.e. 509pp, p273 is misnumbered p283, and continues from there). Complete. Title page dated 1567, colophon dated 1568. Vincenti printer's device on title page, of an eye atop a staff held by a hand wrapped in a serpent. Many historiated woodcut initials throughout. Manuscript hand in Latin to last 2 blanks, indicating a generous donation from Reverend John Mathias, 1709. Ex-library stamps to title page. Bound in full vellum with yapp edges. Vellum worn with some staining. Interior pages very clean. Signature [T] pulled at top 3 sewing areas, still holding at remaining 2. Manuscript title to spine. Binding holding very well. OCLC 311983993. <br/><br/> <br/><br/>
Bookseller: Kurtz Rare Books
Check availability:
2017-04-20 10:32:06
WITTENBERG:
Kupferstich v. Paolo Forlani aus Lafreri-Atlas, um 1567, 21 x 28,5 Bifolco/Ronca, Tav. 352.
Bookseller: Antiquariat Norbert Haas [Bedburg-Hau, Germany]
2017-04-06 19:01:43
Faksimile Reprint! [Steiermärkisches Wappenbuch 1567. Neu aufgelegt durch das steiermärkische Landes-Archiv 1872].
Original: Gedruckt zu Gratz durch Zachariam Bartsch Formschneider 1567. Nachdruck: Graz 1872. - gr.8°, Halbpergamenteinband mit aufmont. Deckeln, 7 Seiten und 140 s-w-Tafeln Ex Libris auf Vorsatz verso, erste Blatt fleckig, letztes Drittel des Blocks hinten mit Falz, letzte ca. 20 Blatt oben mit Eckfalz, ein Blatt mit Randläsur, sonst gut
Bookseller: Cassiodor Antiquariat
Check availability:
2017-04-04 15:05:19
MILIEU (Christophe).
- 2 ouvrages en 1 volume in-4. 1). 197pp. 2). 12ff. 210pp. 1f. (1f.blanc). Plein veau brun, plats ornés de plaques estampées à froid, titre du premier ouvrage inscrit à l'encre sur la tranche (reliure entièrement refaite en conservant le décor original des plats). 1). Edition Originale de cet ouvrage important dans l'histoire de la pensée historique. Christophe Milieu était un intellectuel suisse originaire de la ville d'Estavayer-le-Lac (pays de Vaud). Après avoir étudié le droit civil en Italie, enseigné au collège de la Trinité à Lyon et s'être converti au protestantisme, il avait voyagé en Allemagne et en Turquie. C'est à cette occasion qu'il conçut l'idée de ce livre novateur sur l'histoire des choses et de leur connaissance, qui constitue un travail précurseur des conceptions actuelles de la discipline connue sous le nom d'histoire culturelle. "In 1548 Christophe Milieu (or Christophorus Mylaeus) published in Florence a remarkable book entitled 'Plan for writing the History of the Universe', and three years later he produced an expanded edition, printed in Basel, called 'Writing the History of the Universe of Things'. Virtually unknown and seldom appreciated by students of the Renaissance learning, Milieu has two claims to the attention of modern scholars. He was perhaps the first author to employ the term 'historiae litteraturae' ('history of literature') and to have a critical conception of this genre; and moreover he fundamentally transformed the classical and medieval 'encyclopedia' of arts and science by looking radically to history and to the idea of evolution a … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Librería Comellas
2017-04-03 10:09:10
ARISTOTELE - VIMERCATI Francesco.
Ex officina Dominici Guerrei, et Io. Baptistae fratrum (Domenico e Giovanni Battista Guerra), 1567. Segue al frontespizio: Et eorundem librorum è Graeco in Latinum per eundem conversio. Ad Henricum II Gallicarum Regem. Testo in greco tradotto e commentato in latino da Francesco Vimercati nobile milanese, valido e stimato Professore di Filosofia, ricevette da Francesco I° la cattedra all'Università di Parigi. Due lettere dedicatorie in apertura. Testatine, capilettere e figure xilografate nel testo su due colonne. Esemplare particolarmente bello in quanto totalmente coevo, pieni margini, legatura coeva, completo anche dell'ultima carta con marca tipografica, medesima sul frontespizio, riportata al centro della pagina. Lievi ma ininfluenti gore, firma d'epoca occultata al frontespizio. Ottimo esemplare. Legatura coeva in piena pergamena floscia, cinque nervetti alle cerniere, titoli calligrafati al dorso, macchie d'inchiostro d'epoca al piatto anteriore, carte 4, 223, 1, in folio
Bookseller: Libreria il Bulino [IT]
2017-03-30 19:40:55
Guicciardini, Lodovico - Chronik der Niederlande - Erste Deutsche Ausgabe - komplett mit zahlreichen Karten, Stadtansichten und Holzschnitten + Serres, Jean de - Chronik von Frankreich, 2 Werke in einem Buch
1. Niderlands Beschreibung in welcher aller darinn begriffnen Landtschafften, F
Bookseller: HGomoll
2017-03-22 17:12:48
Paolo FORLANI (Attivo a Venezia seconda metà del XVI secolo)
1567. In alto al centro il titolo NAPOLI. Alcuni luoghi nella carta sono indicati conil nome. Carta priva di orientazione e scala grafica. Acquaforte e bulino, in ottimo stato di conservazione. Veduta di Napoli dal litorale orientale, priva di data ed indicazioni editoriali. Si basa sul modello silografico introdotto da Guillaume Guéroult a Lione nel 1551, pubblicato poi nel Premier livre des figures et pourtraitz de villes edito da Balthazar Arnoullet l'anno seguente, che rappresenta la prima veduta della città presa dal ponte della Maddalena e che il Guèrolt potrebbe aver raccolto dal vivo durante il suo viaggio in Italia. La veduta è contenuta nel Il primo libro delle citta et fortezze principali del mondo edito a Venezia da Paolo Forlani nel 1567, che costituisce la prima raccolta di piante e vedute urbane del Rinascimento italiano. L'opera è ristampata, inalterata, da Bolognino Zaltieri in due diverse edizioni del De' disegni delle più illustri citta, et fortezze del mondo di Giulio Ballino, entrambe pubblicate a Venezia nel 1569. L'opera non ha nessuna variante di lastra, ma le tirature dello Zaltieri (1569) presentano un testo descrittivo al verso. Bibliografia: Ganado (1993): p. 24 e p. 33, n. B3; Pane-Valerio (1988): pp. 58-59, n. 12; Valerio (1998): n. 9 e n. 12. Venezia Venice 256 172
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-03-22 10:35:16
Antonio LAFRERI (Salins, Giura 1512 - Roma 1577)
1567. Veduta a volo d'uccello della città, stampata per la prima volta a Roma dal celebre editore francese nel 1567, quindi edita per la seconda volta dall'editore belga Henrick van Schoel. Questa prima versione si differenzia dalla successiva per la maggiore grandezza della lastra, il maggior numero di richiami e la mancanza in alto a destra della figura della Vergine, rappresentata tra le nuvole sopra la luna, a proteggere e benedire la città. Incisa da Gaspare Agraria, questa opera rappresenta la prima carta a stampa della città. Incisione in rame, irregolarmente rifilata al rame, o con sottili margini, per il resto in ottime condizioni. Opera di grandissima rarità. Bibliografia: De Seta p.150/151; Cartografia Rara p. 93, 85; Tooley 388. Dimensioni 555x420. Bird's eye - view of the city, printed for the first time in Rome by the famous French publisher in 1567, and printed for the second time by Henrick van Schoel, a Belgian editor. This first version differs from the second for the size of the plate, the number of references and the lack of the figure of the Vergin on upper right, depicted among the clouds over the moon, protecting and blessing the city. Engraved by Gaspare Agraria, this work is the first map of the city ever printed. Copper engraving, irregularly trimmed to platemark or with thin margins, otherwise in excellent condition. Etremely rare. Roma Rome De Seta p.150/151; Cartografia Rara p. 93, 85; Tooley 388. Dimensioni 555x420.
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-03-19 18:20:36
Christofe de CATTAN (Christophe de CATTAN - Cristoforo CATTANEO)
1567. A Paris, Jean Corrozet, 1567. Pour Gilles Gilles, Libraire demeurant devant le Collège de Cambray, aux trois Corones. Petit in-4, reliure postérieure demi-basane chocolat, dos lisse orné de filets et fleurons dorés. 3 feuillets blancs, 145 feuillets (titre gravé compris) et 2 feuillets pour la table. Très beau titre dans un encadrement gravé par Jean Cousin "aux deux faunes" et signé C en bas dans le motif. Lettrines, nombreuses figures dans le texte attribuées à Oronce Finé, dont la célèbre Roue Pythagorique, ou de fortune, au verso du feuillet 143. Tableaux et diagrammes. Manque sur le haut de la page de titre (découpe en long de 1/2 cm), ex-libris manuscrit "Joannis Jacobi, second Doctoris medici université Montpellier". Mouillure pâle en marge haute des 14 premiers feuillets. Seconde édition. Un des traités les plus complets de géomancie. L'auteur s'intéresse autant à l'astrologie qu'à la divination, examinant une à une les figures composées par les planètes, les étoiles et les constellations. Il comprend des données du plus haut intérêt sur l'astrologie et les autres branches de la divination (Caillet). Ecrit en français et publié par Gabriel Dupréau qui en avait obtenu le manuscrit, il s'agit de l'unique ouvrage du Gênois Christofe de Cattan qui ait connu les honneurs de l'impression. L'ouvrage divisé en trois livres, débute avec l'explication des signes du zodiaque et l'influence des quatre éléments pour ensuite continuer avec l'explication du système numérologique de Girard de Crémone qui occupe un long chapitre. Les informations sur La roue de fortune "approu … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Librairie Artgil
2017-03-13 10:44:18
NICETA CONIATE.
appresso Francesco Sansovino, 1567. Cm. 20 x 14,5; 111 carte numerate con marca tipografica al frontispizio, testatine e capolettera ornati xilografici; legatura moderna in mezza pelle con titolo e fregi oro al dorso.CONDIZIONI MOLTO BUONE nel complesso con carta bianca e forte: margine superiore un po' breve; timbro di biblioteca cessata, una sottile nota a matita rossa e due forellini di tarlo riparati al frontispizio; un leggero alone maggiormente visibile tra le carte 1 - 12 che scompare prima della metà del volume; alcune macchioline ai tagli
Bookseller: Libreria Palatina Editrice
2017-03-05 20:28:57
NUÑEZ, Salaciense Pedro.
First edition Antwerp: heirs of Arnold Birckman, 1567. Exceptionally fine copy, bound in citron morocco for Jacques-Auguste de Thou (1553-1617), of this rare and celebrated treatise on algebra. "Considered the greatest of Portuguese mathematicians, Nuñez reveals in his discoveries, theories, and publications that he was a first-rate geographer, physicist, cosmologist, geometer and algebraist" (DSB). Only three other copies have appeared at auction in the last 50 years. J.A. de Thou assembled one of the greatest libraries of his time. Thou's library later became the property of Jean-Jacques Charron, marquis de Ménars (1643-1718) before being sold off in 1789. ?Frank Streeter 392; Macclesfield 1548; Honeyman 2354; Peeters-Fontainas 845 (this copy). "Both as Royal Cosmographer under King John III (the Pius) of Portugal and as professor of mathematics at the University of Coimbra, Nuñes gave instruction in the art of navigation to those associated with Portugal's merchant and naval fleets. His Libro de algebra provided the mathematical underpinnings of that instruction -- and much more -- adopting Pacioli's abbreviated notational style and treating the solution not only of linear and quadratic equations but also that of a cubic equation of the type x3cx = d following the spectacular mid-sixteenth-century work of the Italians Niccolo Tartaglia and Girolamo Cardano" (Katz & Parshall, Taming the Unknown, p. 205). The book is in three parts. The brief first part deals with equations of the first and second degree, drawing directly from the work of Luca Pacioli and the maestri d' … [Click Below for Full Description]
Bookseller: SOPHIA RARE BOOKS
2017-03-04 12:41:51
PLUTARQUE.
La plus belle édition ancienne des ?uvres de Plutarque traduite par Amyot et imprimée par Vascosan.Paris, 1567-1574.De la bibliothèque Hector de Backer (n° 472). Paris, par Vascosan, imprimeur du roy, 1567.6 volumes petit in-8.Les ?uvres morales et meslees de Plutarque, Translatées de Grec en François, reueuës & corrigees en ceste seconde Edition en plusieurs passages par le Translateur.Paris, par Vascosan, 1574.7 volumes petit in-8. Ensemble 13 volumes in-8. Exemplaire réglé. Maroquin vert, triple filet doré encadrant les plats, dos lisses ornés de filets, roulette et volutes dorés, coupes décorées, roulette intérieure, tranches dorées. Reliure de Derôme le jeune. 159 x 101 mm. / The finest old edition of Plutarch's Works translated by Amyot and printed by Vascosan.Paris, 1567-1574.From Hector de Backer's collection (n° 472). Paris, par Vascosan, imprimeur du roy, 1567.6 volumes small 8vo.Les ?uvres morales et meslees de Plutarque, Translatées de Grec en François, reueuës & corrigees en ceste seconde Edition en plusieurs passages par le Translateur.Paris, par Vascosan, 1574.7 volumes small 8vo.Set of 13  volumes 8vo [159 x 101 mm]. Ruled copy. Green morocco, triple gilt fillet on the covers, flat spines decorated with gilt fillets and borders, inner border, gilt edges. Binding by Derôme le Jeune. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Librairie Camille Sourget [Paris, France]
2017-03-04 08:56:55
FRANCHIERES, (ou Francières), Jehan de
Poitiers, Enguilbert de Marnef & Bouchets frères, 1567. ____ Seconde édition. C'est la première où l'on trouve réunis les traités de Tardif, Artelouche et de Guillaume Bouchet. On ne connaît que deux exemplaires de la première édition, imprimée vers 1531. Ecrit vers 1443, l'ouvrage de Franchières est le premier traité de fauconnerie écrit en français. Illustré par 28 gravures sur bois d'oiseaux de proie. Petite fente sur la charnière supérieure sur 4 cm, la coiffe a été anciennement restaurée. Ex-libris armorié de Pierre Mouchon avec la devise "Cave muscam Pungit ". Bibliographe et grand collectionneur de livres sur la chasse, Pierre Mouchon est l'auteur d'un "Supplément" à la bibliographie de Thiébaud. Thiébaud 428. Mortimer, Harvard 237. ***** Second edition. Only two copies are known of the first one. This is the first printed book on falconry. Illustrated by 28 woodcuts. From the library of Pierre Mouchon, collector and bibliographer. Mortimer, Harvard 237. OCLC : Yale. In-4. [216 x 145 mm] Collation : (8), 160, (4), 96, (2), 37, (1), 64 pp. Veau glacé, dos à nerfs orné, étiquette de titre rouge, tranches mouchetées. (Reliure du début du XVIIIe.).
Bookseller: Hugues de Latude
2017-03-04 03:17:20
MAGNUS, Olaus
Basel: Henric Petri, 1567. 1st Edition. Hardcover. Folio - over 12 - 15" tall. Folio (311x200 mm), [96], 854, [2] pp., 1 folding woodcut map, approx. 480 woodcuts in text and printer's device, 6 leaves of index and the map supplied, contemporary blindstamped pigskin over wooden boards (stained and worn, spine repaired at top, lacking clasps), occasional neat annotations and markings in old hand, repaired tear to lower corner of p.67, the map with a marginal tear without loss, little worming to title and last leaf, very minor browning and spotting. A fine copy with the rare map in contemporary binding. Collated complete. -----VD 16, M 225; BM, German Books 587; Adams M 141; Collijn II, 363 ff.; Warmholtz 1414. - First Basel edition. Illustrated with c. 480 small woodcuts in text and a large folding woodcut map of Scandinavia lacking in most copies. The map is designed after Olaus Magnus' own map, originally printed in nine sheets in 1539 with a brief introduction. Erste Basler Ausgabe, selten. War erstmals 1555 in Rom erschienen. Klassisches Hauptwerk des 16. Jahrh. über Skandinavien, Polar- u. nordosteurop. Länder. In enzyklopädischer Form und hübsch illustriert gibt es Auskunft über Geschichte u. Kultur, Kriege, Schiffahrt, Handwerk, Jagd, Fischerei, Walfang usw. Very Good.
Bookseller: Milestones of Science Books
2017-03-03 22:12:21
HIPPARCHUS
Florence: In officina Iuntarum, Bernardi filiorum, 1567. First edition, very rare, of the only surviving work of Hipparchus (c. 190-127 BC). "Even the most casual discussion of ancient astronomy will not fail to call Hipparchus of Nicaea in Bithynia 'the greatest astronomer of antiquity' (Otto Neugebauer, 'Notes on Hipparchus,' Astronomy and History: Selected Essays (1983), p. 320). Our knowledge of Hipparchus' works is principally derived from the present work, Commentary on the Phaenomena of Eudoxus and Aratus, what may be inferred from it about his earlier work, and from references to him by other contemporary authors, notably Ptolemy, who refers to him repeatedly in the Almagest. Only two copies of this work have appeared at auction in the last 40 years. "The work of Hipparchus, based as it was on a merging of Greek and Babylonian approaches, marks the transition between qualitative and quantitative mathematical astronomy. Hipparchus' contributions to astronomy were enormous. In the words of the French astronomer Delambre: 'When we consider all that Hipparchus invented or perfected, and reflect upon the number of his works and the mass of calculations which they imply, we must regard him as one of the most astonishing men of antiquity, and as the greatest of all in the sciences which are not purely speculative, and which require a combination of geometrical knowledge with a knowledge of phenomena'" (Linton, From Eudoxus to Einstein: A History of Mathematical Astronomy, p. 52). Hipparchus invented trigonometry, compiled the first comprehensive star catalogue in the west … [Click Below for Full Description]
Bookseller: SOPHIA RARE BOOKS
2017-03-03 15:43:23
NICEPHORE CALLISTE
Paris, Sebastien Nivelle, 1567. ____ Première édition en français, elle est rare, on rencontre plus souvent l'édition suivante de 1578. La traduction est de Jean Gillot. Nicéphore Calliste (1236-1335), moine byzantin, a laissé cette histoire ecclésiastique qui court des débuts du christianisme jusqu'en 610. Si les sources utilisées pour reconstituer l'histoire des quatres premiers siècles sont connues, celles utilisées pour les deux derniers ont aujourd'hui complètement disparu. Cette oeuvre constitue un document de première importance sur l'histoire des débuts du christianisme et la pratique de certains cultes, notamment celui de la Vierge. Edition partagée, on trouve des exemplaires de cette édition aussi sous les noms de Gilles Gourbin ou Michelle Guillart ou encore Marnef et Cavellat. Provenance : ex libris de Victorien Sardou, Bibliothèque de Marly. Le dramaturge Victorien Sardou (1831-1908), membre de l'Académie française possédait une vaste bibliothèque de livres anciens qui fut dispersée aux enchères en 1909. La reliure, un peu usée, est assez belle : charnière supérieure fendue mais solide, coiffe arasée, coins usés, griffures sur les plats. Excellent état intérieur. Brunet 4, 54. *****. In-folio. Collation : (24), 492 ff. Veau brun, dos à nerfs orné, feuillage doré au centre des plats. (Reliure de l'époque.).
Bookseller: Hugues de Latude
2017-03-03 15:22:29
BOTANIQUE MEDICALE
1567. ____ Précieux manuscrit du XVIe siècle, en français, consacré aux vertus et usages des plantes en médecine. Il contient l'énumération d'environ 1000 plantes classées, pour la plupart, dans l'ordre alphabétique, selon leurs noms latins, avec l'indication de leurs usages en médecine : plantes astringentes, constringentes, laxatives, réfrigératives, diurétiques... L'auteur cite des auteurs classiques dont les principaux sont Théophraste, Dioscoride, Galien, Platearius et Mattioli. Parmi les plantes étudiées, on relève : asperge, ail, armoise, cardamome, chélidoine, euphorbe, ellébore, fenouil, gentiane, hysope, lys, mandragore, marrube, menthe, myrrhe, mélisse, noix muscade, noix d'Inde, noix vomique, origan, poivre, pavot, polypode, romarin, sureau, saxifrage, etc. Extraits : "De Hysopo. En francoys hysope. Elle est chaulde et freche au tiers degre et est composée de parties subtiles et pénétrantes. Elle évacue légèrement le flegme quy empesche la poictrine et le poulmon. Elle sert aux deffaulz et accidens du cerveau et des nerfz causes de flegmes [... ]. L'huille qui se faict avec les fleurs et feuilles d'hysope fortiffie les nerfz debilitez par froideur". "De Papaver. Il y a quatre sortes de pavotz. L'ung s'appelle Papaver erraticum qui est pavot sauvaige. Il croist au printemps parmy les orges, sa fleur qui est rouge ne dure guere. [Puis] deux sortes de sauvaiges, l'ung portant les testes pendantes contre bas et l'autre les portant plus grandes [et] de laquelle seconde espece se faict l'opium. La tierce espece est appellee papaver sativum sinhortense qui a les grain … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Hugues de Latude
2017-02-25 22:29:17
Paolo FORLANI (Attivo a Venezia seconda metà del XVI secolo)
1567. "Veduta prospettica raffigurante la città di Komàrom. Sebbene anonima la carta viene assegnata alla mano di Paolo Forlani ed è parte della celebre raccolta di cartografia urbana che questi pubblica, insieme a Domenico Zenoi, nel 1567 con il titolo "Il primo libro delle citta, et fortezze principali del mondo"". L'opera è di incredibile rarità e non ebbe una grande fortuna editoriale. Forse perché le lastre furono acquisite dall'editore Bolognino Zaltieri, che le utilizza per la raccolta di cartografia urbana realizzata da Giulio Ballino, denominata ""De' disegni delle più illustri città e fortezze del mondo"", edita sempre a Venezia solo due anni dopo, nel 1569. Giulio Ballino era un avvocato veneziano che frequentava la casa dei Manunzio già verso il 1530, dedicandosi in gioventù allo studio dei classici. Il libro "De' disegni delle più illustri città, et fortezze del mondo", stampato da Bolognino Zaltieri, è costituito da cinquanta vedute ed una carta geografica. L'opera rappresenta il primo tentativo, nell'ambito dell'editoria italiana, della realizzazione di un testo/atlante delle principali fortezze e città del mondo. A differenza dei suoi predecessori, dei quali utilizza spesso i rami e le iconografie, egli concepisce un'opera unitaria corredata di testi e di indice, della quale, per la prima volta, si è ha conoscenza dell'esatto numero di tavole che la compongono. Sicuramente ispirata all'opera del Du Pinet Plantz, ""Pourtraitz et descriptions de plusieurs ville set forteresses.."", la raccolta del Ballino è molto probabilmente solo una parte del progetto inizi … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-02-25 22:29:17
Domenico ZENOI (Attivo tra il 1559 e il 1574)
1567. "Carta topografica raffigurante la città di Eger a fimra Domenico Zenoi. L'opera è parte della raccolta di cartografia urbana che Paolo Forlani pubblica, insieme a Domenico Zenoi, nel 1567 con il titolo "Il primo libro delle citta, et fortezze principali del mondo"". L'opera è di incredibile rarità e non ebbe una grande fortuna editoriale. Forse perché le lastre furono acquisite dall'editore Bolognino Zaltieri, che le utilizza per la raccolta di cartografia urbana realizzata da Giulio Ballino, denominata ""De' disegni delle più illustri città e fortezze del mondo"", edita sempre a Venezia solo due anni dopo, nel 1569. Giulio Ballino era un avvocato veneziano che frequentava la casa dei Manunzio già verso il 1530, dedicandosi in gioventù allo studio dei classici. Il libro "De' disegni delle più illustri città, et fortezze del mondo", stampato da Bolognino Zaltieri, è costituito da cinquanta vedute ed una carta geografica. L'opera rappresenta il primo tentativo, nell'ambito dell'editoria italiana, della realizzazione di un testo/atlante delle principali fortezze e città del mondo. A differenza dei suoi predecessori, dei quali utilizza spesso i rami e le iconografie, egli concepisce un'opera unitaria corredata di testi e di indice, della quale, per la prima volta, si è ha conoscenza dell'esatto numero di tavole che la compongono. Sicuramente ispirata all'opera del Du Pinet Plantz, ""Pourtraitz et descriptions de plusieurs ville set forteresses.."", la raccolta del Ballino è molto probabilmente solo una parte del progetto iniziale, molto più ampio. Egli probabilmente inte … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-02-25 22:29:17
Domenico ZENOI (Attivo tra il 1559 e il 1574)
1567. "Anonima carta topografica raffigurante l'assedio di Metz, attribuita a Domenico Zenoi. L'opera è parte della celebre raccolta di cartografia urbana che questi pubblica, insieme a Paolo Forlani, nel 1567 con il titolo "Il primo libro delle citta, et fortezze principali del mondo"". L'opera è di incredibile rarità e non ebbe una grande fortuna editoriale. Forse perché le lastre furono acquisite dall'editore Bolognino Zaltieri, che le utilizza per la raccolta di cartografia urbana realizzata da Giulio Ballino, denominata ""De' disegni delle più illustri città e fortezze del mondo"", edita sempre a Venezia solo due anni dopo, nel 1569. Giulio Ballino era un avvocato veneziano che frequentava la casa dei Manunzio già verso il 1530, dedicandosi in gioventù allo studio dei classici. Il libro "De' disegni delle più illustri città, et fortezze del mondo", stampato da Bolognino Zaltieri, è costituito da cinquanta vedute ed una carta geografica. L'opera rappresenta il primo tentativo, nell'ambito dell'editoria italiana, della realizzazione di un testo/atlante delle principali fortezze e città del mondo. A differenza dei suoi predecessori, dei quali utilizza spesso i rami e le iconografie, egli concepisce un'opera unitaria corredata di testi e di indice, della quale, per la prima volta, si è ha conoscenza dell'esatto numero di tavole che la compongono. Sicuramente ispirata all'opera del Du Pinet Plantz, ""Pourtraitz et descriptions de plusieurs ville set forteresses.."", la raccolta del Ballino è molto probabilmente solo una parte del progetto iniziale, molto più ampio. Egli pro … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-02-25 22:29:17
Paolo FORLANI (Attivo a Venezia seconda metà del XVI secolo)
1567. "Carta topografica raffigurante lla città di Wittenberg. Sebbene anonima la carta viene assegnata alla mano di Paolo Forlani ed è parte della celebre raccolta di cartografia urbana che questi pubblica, insieme a Domenico Zenoi, nel 1567 con il titolo "Il primo libro delle citta, et fortezze principali del mondo"". L'opera è di incredibile rarità e non ebbe una grande fortuna editoriale. Forse perché le lastre furono acquisite dall'editore Bolognino Zaltieri, che le utilizza per la raccolta di cartografia urbana realizzata da Giulio Ballino, denominata ""De' disegni delle più illustri città e fortezze del mondo"", edita sempre a Venezia solo due anni dopo, nel 1569. Giulio Ballino era un avvocato veneziano che frequentava la casa dei Manunzio già verso il 1530, dedicandosi in gioventù allo studio dei classici. Il libro "De' disegni delle più illustri città, et fortezze del mondo", stampato da Bolognino Zaltieri, è costituito da cinquanta vedute ed una carta geografica. L'opera rappresenta il primo tentativo, nell'ambito dell'editoria italiana, della realizzazione di un testo/atlante delle principali fortezze e città del mondo. A differenza dei suoi predecessori, dei quali utilizza spesso i rami e le iconografie, egli concepisce un'opera unitaria corredata di testi e di indice, della quale, per la prima volta, si è ha conoscenza dell'esatto numero di tavole che la compongono. Sicuramente ispirata all'opera del Du Pinet Plantz, ""Pourtraitz et descriptions de plusieurs ville set forteresses.."", la raccolta del Ballino è molto probabilmente solo una parte del progetto in … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-02-25 22:29:17
Paolo FORLANI (Attivo a Venezia seconda metà del XVI secolo)
1567. "Carta topografica raffigurante l'assedio di Gotha. Sebbene anonima la carta viene assegnata alla mano di Paolo Forlani ed è parte della celebre raccolta di cartografia urbana che questi pubblica, insieme a Domenico Zenoi, nel 1567 con il titolo "Il primo libro delle citta, et fortezze principali del mondo"". L'opera è di incredibile rarità e non ebbe una grande fortuna editoriale. Forse perché le lastre furono acquisite dall'editore Bolognino Zaltieri, che le utilizza per la raccolta di cartografia urbana realizzata da Giulio Ballino, denominata ""De' disegni delle più illustri città e fortezze del mondo"", edita sempre a Venezia solo due anni dopo, nel 1569. Giulio Ballino era un avvocato veneziano che frequentava la casa dei Manunzio già verso il 1530, dedicandosi in gioventù allo studio dei classici. Il libro "De' disegni delle più illustri città, et fortezze del mondo", stampato da Bolognino Zaltieri, è costituito da cinquanta vedute ed una carta geografica. L'opera rappresenta il primo tentativo, nell'ambito dell'editoria italiana, della realizzazione di un testo/atlante delle principali fortezze e città del mondo. A differenza dei suoi predecessori, dei quali utilizza spesso i rami e le iconografie, egli concepisce un'opera unitaria corredata di testi e di indice, della quale, per la prima volta, si è ha conoscenza dell'esatto numero di tavole che la compongono. Sicuramente ispirata all'opera del Du Pinet Plantz, ""Pourtraitz et descriptions de plusieurs ville set forteresses.."", la raccolta del Ballino è molto probabilmente solo una parte del progetto inizial … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-02-25 22:29:17
Paolo FORLANI (Attivo a Venezia seconda metà del XVI secolo)
1567. "Veduta prospettica raffigurante la città di Francoforte sul Meno. Sebbene anonima la carta viene assegnata alla mano di Paolo Forlani ed è parte della celebre raccolta di cartografia urbana che questi pubblica, insieme a Domenico Zenoi, nel 1567 con il titolo "Il primo libro delle citta, et fortezze principali del mondo"". L'opera è di incredibile rarità e non ebbe una grande fortuna editoriale. Forse perché le lastre furono acquisite dall'editore Bolognino Zaltieri, che le utilizza per la raccolta di cartografia urbana realizzata da Giulio Ballino, denominata ""De' disegni delle più illustri città e fortezze del mondo"", edita sempre a Venezia solo due anni dopo, nel 1569. Giulio Ballino era un avvocato veneziano che frequentava la casa dei Manunzio già verso il 1530, dedicandosi in gioventù allo studio dei classici. Il libro "De' disegni delle più illustri città, et fortezze del mondo", stampato da Bolognino Zaltieri, è costituito da cinquanta vedute ed una carta geografica. L'opera rappresenta il primo tentativo, nell'ambito dell'editoria italiana, della realizzazione di un testo/atlante delle principali fortezze e città del mondo. A differenza dei suoi predecessori, dei quali utilizza spesso i rami e le iconografie, egli concepisce un'opera unitaria corredata di testi e di indice, della quale, per la prima volta, si è ha conoscenza dell'esatto numero di tavole che la compongono. Sicuramente ispirata all'opera del Du Pinet Plantz, ""Pourtraitz et descriptions de plusieurs ville set forteresses.."", la raccolta del Ballino è molto probabilmente solo una parte del p … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     563 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2019 viaLibri™ Limited. All rights reserved.