The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1640
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm. 380x24 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38 x49,6 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam 1640 ca. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38x49 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 44,3 x53,7 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,3 x50 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 41,5 x49,7 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5x50 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38x49,5 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5x49,5 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,2 x50e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, Blaeu, 1640 ca. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38x50,5 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Nel verso della carta testo in latino. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame (cm 41,4x50,5 e ampi margini) abilmente colorata da mano coeva. Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Dettagliata carta eseguita sul modello del Magini. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38 x49,6 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5 x50 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 41,5 x50,3 e ampi margini).Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame (cm 38,2x50 e ampi margini) abilmente colorata da mano coeva. Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5 x50,2 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 41,3 x50,3 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38 x49,6 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5 x49,5 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5 x50,2 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca.Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam 1640. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5x49,6 e ampi margini).Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:46
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 41,5 x52,3 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:46
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5 x49,7 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-18 21:29:02
Carter, John
1640. Jus Divinum or Jus Divinum Regum? Carter, John. Vindiciae Decimarum. Of Tithes, A Plea for the Ius Divinum. Drawne from the Text. London: T. Cotes, 1640. (iv), 56 pp. First leaf blank. Quarto (7" x 5-1/4"). Stab-stitched pamphlet bound into recent period-style quarter calf over marbled boards, gilt title to spine, endpapers added. Title page printed in red and black within typographical border. Moderate toning occasional light soiling or staining to margins, faint early pen doodle to foot of final page. An appealing copy. * Only edition. Ostensibly an academic study of tithes, this is a response to the opening phase of the intense conflict between Charles I and the Church of Scotland that would help push England into its civil war. Charles wanted to bring the Scottish church under state control and align its practices and creed with those of the Church of England. In 1638 Charles's opponents, or Covenanters, who drawn mostly from the Scottish nobility and clergy, declared their commitment to keep the church away from state control. The notion of tithes was a central point; the Covenanters argued for Jus Divinum, a belief that tithes are paid to the church. Charles believed in Jus Divinum Regum, which directed tithes to a state church through a monarch. OCLC and the ESTC locate no copies in North American law libraries. English Short-Title Catalogue S118338.
Bookseller: lawbook exchange (intrepidbooks) [Clark, New Jersey, US]
2019-12-18 20:00:10
Van den Zype, Francisus; Francisco Zypaeo
1640. Useful Digest of the Law of the Spanish Netherlands van den Zype, Francois (Franciscus) [c.1578-1650]. Notitia Iuris Belgici. Editio Secunda Priori Emendatior. Antwerp: Apud Hieronymum Verdussium, 1640. [xx], 284, [xxiv] pp. Quarto (8" x 6-1/2"). Contemporary vellum with lapped edges, sprinkled calf-backed spine with morocco lettering piece, ties lacking. Some rubbing to extremities, boards lightly soiled and somewhat bowed, hinges cracked but secure. Toning to text, internally clean. Ex-library. Early shelf labels to spine and front board, hand-written owner inscription and two small later stamps to title page. An appealing copy of an uncommon title. * Second edition. Zype was a canon lawyer and church official attached to the Bishop of Antwerp. First published in 1635, this useful and important book on the civil and canon law of the Spanish Netherlands went through at least four more editions and issues into the eighteenth century. Topics include procedure and the law concerning commerce, marriage, the military and other topics. OCLC locates 5 copies of this title in North America, three in law libraries (Harvard, Boston College, Library of Congress), none of this edition. Dekkers, Bibliotheca Belgica Juridica 198 (4).
Bookseller: lawbook exchange (intrepidbooks) [Clark, New Jersey, US]
2019-12-18 16:56:23
Seventeen Provinces - Willem Blaeu, 1640
1640. BEROEMDE 'SCHEEPJESKAART' VAN DE XVII PROVINCIËN “Novus XVII Inferioris Germaniæ Provinciarvm Typvs de integro multis in locis emendatus à Guliel. Blaeu.” Kopergravure vervaardigd door Josua vanden Ende, 3e staat uitgegeven door Willem Bleau in 1640 als onderdeel van “Theatrum Orbis Terrarum, sive, Atlas Novus”. Rugzijde: Latijnse tekst. In de tijd met de hand gekleurd. Afm. ca. 40 x 50,5 cm. Rechtsonder zien we een cartouche met schaalstokken en het adres van Willem Blaeu: “op ’t Water in de Vergulde Zonnewyzer”. Links een cartouche met opgaaf van de steden en dorpen per gewest en een legenda van de gebruikte symbolen. In de Noordzee zien we een 32-delige kompasroos, een zeemonster en vele schepen. Met de val van Antwerpen in 1585 werd een feitelijke scheiding veroorzaakt tussen de Noordelijke- en Zuidelijke Nederlanden en de 17 provincies vielen in twee delen uiteen. Er kwam een grens waardoor de Zeventien Provinciën werden gesplitst in de Republiek der Zeven Verenigde Nederlanden en de Zuidelijke Nederlanden. Door de emigraties en de politieke situatie verschoof het economische zwaartepunt naar het noorden. De Opstand tegen de Spanjaarden ging door en ondertussen verdeelde het geloof het hele continent in twee delen. Heel Europa was nu een groot strijdtoneel en de conflicten werden pas in 1648 in de Vrede van Münster opgelost. Daarin werd onder andere de Republiek der Zeven Verenigde Nederlanden door Spanje als soeverein erkend. De scheiding van de noordelijke en zuidelijke Nederlanden was op dat moment definitief. Toch komen er tot ongeveer 1800 … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Inter-Antiquariaat Mefferdt & De Jonge [Amsterdam, Netherlands]
2019-12-18 13:58:10
1640. (MALINGRE Claude) Les ANNALES GENERALES DE LA VILLE DE PARIS, REPRESENTANT TOUT CE que l'histoire a peu remarquer de ce qui s'est passé de plus memorable en icelle, depuis sa premiere fondation, jusques à present. Le tout par l'ordre des années & des règnes de nos roys de France. A Monseigneur le Chancelier A Paris Chez Pierre Rocolet, Imp. ordinaire du Roy. Chez Cardin Besongne. Chez Henry le Gras, en la grand' Salle. & chez La veuve Nicolas Trabouilliet. M. DC. XL. Avec Privilège du Roy , 1640 Un volume in-folio (41,5 cm x 28 cm), (1) f° blanc-(6)-759-(25)pp-(1)f° blanc. Reliure (restaurée) plein veau de l'époque « son plan chronologique des origines au XVIIème siècle et ses extraits des registres du Parlment sont très appréciables » in « l'Histoire de Paris pour les nuls » Les Annales générales de la ville de Paris paraissent la même année (1640) que les Antiquitez de la Ville de Paris du même auteur. Cet ouvrage a une visée plus historique que le précédent. En effet, après avoir établi un parallèle de Paris avec les plus célèbres villes du monde où la capitale apparaît inévitablement comme la plus prestigieuse....Claude Malingre présente la longue histoire de la capitale et des événements qui s'y déroulèrent depuis l'Antiquité jusqu'au règne de Louis XIII. Ainsi se trouvent minutieusement décrits les faits et gestes de personnages importants au cours des siècles. Il s'agit là d'un travail d'historiographe de l'Ancien Régime qui scrupuleusement narrait les événements d'un règne pour en glorifier les actions. L'ouvrage est dédié au chancelier de France Pierre Seguie … [Click Below for Full Description]
Bookseller: lemarid-anne [Marcy l'Étoile, FR]
2019-12-17 20:18:20
GOD
LONDON: ROBERT BARKER, 1640. PRESENTING FOR YOUR CONSIDERATION EXQUISITE GENUINE 378 YEAR OLD *** KING JAMES BIBLE LEAF SET *** * SET OF 18 LEAVES INCLUDING TWO TITLE PAGES ! * PRINTED BY ROBERT BARKER PRINTER TO THE KING'S EXCELLENT MAJESTY AT LONDON IN 1640 **FIRST EDITION, FIFTH AND FINAL ISSUE OF THE MOST PRINTED BOOK IN THE WORLD ! ** MEASURES 16 1/4" x 10 3/4 " 59 LINES OF TEXT TO THE FULL PAGE PRINTED IN BEAUTIFUL OLD ENGLISH GOTHIC BLACKLETTER TYPE FONT ! ALL LEAVES ARE IN VERY GOOD TO NEAR FINE CONDITION ! HERBERT # 543 * THE BOOK OF FIRST MACCABEES * SET OF 18 CONTIGUOUS LEAVES (36 TOTAL PAGES) INCLUDING THE TITLE PAGES TO FIRST AND SECOND MACCABEES ! & FEATURING THE TEXT OF THE APOCRYPHA FROM THE FIRST BOOK OF MACCABEES 1:1 THROUGH SECOND MACCABEES 1:36 HANDSOME LEAVES PRINTED WITH BEAUTIFUL FLORIATED INITIALS ! THE PERFECT GIFT IDEA FOR THAT HARD TO BUY FOR SOMEONE SPECIAL ! *ONE CERTIFICATE OF AUTHENTICITY IS INCLUDED FOR THE SET* WE HAVE MANY MANY LEAVES AVAILABLE- IF YOU ARE SEEKING A FAVORITE PASSAGE, PLEASE ASK. WE PROBABLY HAVE IT ! A RARE OPPORTUNITY TO OWN A TRUE MUSEUM PIECE! ANOTHER QUALITY ANTIQUARIAN BIBLE LEAF FROM *ANCIENT WORDS EVER TRUE RARE BIBLES* YOUR SOURCE FOR FINE ENGLISH BIBLES FROM THE 14TH THROUGH THE 19TH CENTURIES SINCE 2002. BID SERIOUSLY AND OWN IT! BID CONFIDENTLY FROM A SELLER YOU CAN TRUST 100% FEEDBACK RATING! WILL SHIP WORLDWIDE PLEASE USE SHIPPING CALCULATOR FOR QUOTE PRIOR TO BIDDING PLEASE ASK ANY QUESTIONS PRIOR TO BIDDING ADDITIONAL INFORMATION AND/OR PHOTOS AVAILABLE UPON REQUEST. BE SURE TO VISIT OUR STORE FOR MORE! VIEW … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Ancient Words Ever True Rare Bibles (tassbunch) [Jefferson City, Tennessee, US]
2019-12-17 02:08:19
BLAEU WILLELM
1640. Copper engraving, original colour, mm 386x520. Very good condition, just a very light paper discoloration. W. Blaeu, born in Alkmaar in 1571, studied astronomy by Tycho Brahe and founded a business in 1599 as a globe and instrument maker. He immediately expanded the business publishing maps and in 1630 the first atlas "Atlantis appendix" and five years later the "Atlas novus". After his death in 1638, his son Joan reached publication of the major work of the family, the "Atlas maior" in 11 volumes. in 1672 a great fire destroyed the Blaeu's printing house
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s. [Italy]
2019-12-16 14:04:11
CAMUZIO (A.).
Mediolani, apud Bidellium, 1640. in-8. 8ff.n.ch. 347pp. (ie 345). 9ff.n.ch. Pleine basane, dos à nerfs orné (reliure du XVIIIs.). Edition Originale posthume de cet ouvrage du médecin italien Andrea Camuzio (1510-1578), auteur de plusieurs livres curieux ("De Humani intellectu", 1562; "Disputationes quibus Hieronymi Cardani conclusiones infirmateur", 1563, etc.). Ce livre est consacré à la noblesse, ses origines, ses privilèges, ses mœurs, ses activités (dont la chasse: la presque totalité du cinquième livre est consacrée à la chasse -pp. 190 à 232). Un aspect particulièrement intéressant de l'ouvrage est constitué par les réflexions de Camuzio sur les mécanismes de la génération ainsi que sur la dégenérescence des nobles. Voici les titres de quelques chapitres: "De Generatio animalium", "Foemina non concurrit active ad generatione", "Semen masculinum vim formatricem in se continet", "Degeneratio vel solutio contigat in generatione sobolis", "Quid proprie sit degenerare quidque mutationis voce vel solutionis intellegi debeat", etc. Beau titre frontispice allégorique dessiné et gravé par le peintre et graveur milanais Paolo Bianchi (Blancus). Déchirure réparée à l'angle d'un feuillet sans manque. Reliure un peu restaurée. [Attributes: First Edition]
Bookseller: Librería Comellas [Barcelona, Spain]
2019-12-15 22:07:07
Simone CANTARINI detto "Il Pesarese" (Pesaro 1612 - Verona 1648)
Acquaforte, circa 1640, firmata in lastra in basso a sinistra. Esemplare nel terzo stato di tre, edito da Giovanni Giacomo De Rossi. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, rifilata al rame o con sottili margini, in ottimo stato di conservazione. Timbro di collezione al verso non identificato (Lugt 518). Etching, 1640 circa, signed on lower left plate. Example in the third state of three, published by Giovanni Giacomo De Rossi. Beautiful work, printed on contemporary laid paper, trimmed to the platemark or with thin margins, in excellent condition. Unidentified collection stamp on verso (Lugt 518). Bartsch 25; Bellini 26 III/III.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2019-12-15 04:19:52
Parkinson, John
Cotes. London, 1640. Condition: Gut. Artikeldetails Theatrum Botanicum: the Theater of plants, or an herball of a large extent : containing therein a more ample and exact History and declaration of the Physicall Herbs and Plants that are in other Authours, encreased by the accesse of many hundreds of new, rare, and strange Plants from all the parts of the world, with sundry Gummes, and other Physicall materials, than hath beene hitherto publisher by any before; and a most large demonstration of their Natures and Vertures, shewing withall the many errors, differences and oversights of sundry Authors, that have formerly written of them; and a certain confidence, or most probable conjecture of the true and genuine Herbes and Plants ; distributed into sundry Classes or Tribes, for the more easie knowledge of the many Herbes of one nature and property, with the chief notes of Dr. Lobel, Dr. Bonham and others inserted therein / John Parkinson. - London : Cotes, 1640. Parkinson, John.: Einzige Ausgabe. --- Only edition. Cotes. London., 1640. 8 Blatt (statt 9), 1745 (st. 1755; recte 1735 st. 1745). Brauner Kalbsleder Einband mit Rückenvergoldung und rundum Goldschnitt. Sprache: Deutsch Bestell-Nr: 10261 Bemerkungen: Gering berieben, Gelenke restauriert, Vorsätze erneuert. Nissen, BBI 1490; Pritzel 6934; Hunt 235. - Einzige Ausgabe. "'The Herball by John Gerard'... galt in England fast ein Jahrhundert als Standardwerk, bis dann 1629 der Apotheker Th. Johnson und der große englische Botaniker John Parkinson wirklich originale und wertvolle Arbeiten veröffentlichen konnten" (Heilmann … [Click Below for Full Description]
Bookseller: avelibro [Dinkelscherben, DE]
2019-12-13 09:57:27
Johannes JANSSONIUS (1588-1664)
1640. Carta dell'Africa Orientale raffigurante il mitico Impero del Prete Gianni. Decorata da un meraviglioso cartiglio. Edizione a cura degli eredi Janssonius, dopo il 1656. Coloritura coeva, in ottime condizioni. An attractive map of the Eastern African and the fictitious kingdom of Prester John. The map shows a major section of central and eastern Africa including Mozambique north to present day Sudan The map contains numerous coastal place names such as Mozambique Island, Quiloa, Mombaza, and Melinde indicating the importance of the area to both Arab, Portuguese, and traders and explorers from other countries. The Congo region on the west coast of Africa is included in this map. The two Ptolemaic lakes of Zaire and Zaflan are in the lower portion of the map. Lake Niger, and the supposed course of the Niger River, is shown flowing westward. This map is based on Ortelius' map of Prester John of 1573. The myth of Prester John, the good king defeating the enemies of Christianity, was in part a response to Mongol and Islamic pressures on Christian Europe. Initially, Prester John was placed in Asia, but later in East Africa. The center of the map above ,Amara mons,, the kingdom of Prester John, shows a note in Latin to the effect that here the sons are Prester John are held in confinement.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2019-12-13 02:13:53
WILLEM BLAEU
BLAEU, 1640. Nota: venta directa del propietario, solamente actuamos como gestores de la venta. Item: mapa calcográfico, iluminado a mano. Reverso con texto informativo en francés sobre la geografía de las islas. Autor: Willem Blaeu (ref. Institut Cartogràfic de Catalunya). Posiblemente proviene del Atlas Novus, editado por Blaeu en 1635-58. Blaeu utilizó las planchas de Ortelius para este Atlas, pero fue añadiendo mapas propios en ediciones sucesivas. Estado: doblez central (por provenir de un libro). Roces, cortes y pequeñas pérdidas de papel en márgenes. Manchitas del tiempo. Pequeñas tiras de papel en reverso posiblemente para sostenerse en el passe-partout (estaba enmarcado). Por lo demás, con razonables señales de uso y en buen estado.
Bookseller: EL SABER SÍ OCUPA LUGAR [Sant Joan de Mediona, BCN, Spain]
2019-12-13 01:13:39
Matthaus MERIAN "il vecchio" (1593 - 1650)
1640. "Veduta a volo d’uccello delle citta per la prima volta inserita in ""ITINERARIUM ITALIAE NOV-ANTIQUAE: ODER, RAISS-BESCHREIBUNG DURCH ITALIEN … FRANCOFORTE : MATTHAUS MERIAN, 1640"" di Martin Zeiler, opera illustrata dalle tavole di Mattheus Merian. Successivamente la troviamo inserita in alcune edizioni della ""Newe archontologia cosmica"" del Merian, e nella successiva ristampa dell'opera sull'Italia, il ""Topographia Italiae"" del 1688. Incisione in rame, in ottimo stato di conservazione."
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2019-12-11 10:53:06
North America, Virginia, East coast antique map - Blaeu
1640. Virginiae Partis australis et Floridae partis Orientalis, interjacentiumque regionum nova descriptioImportant map because of its new reliable depiction of the cost line and the many new geographical names. Published by the house of Blaeu in Amsterdam approx. 1640. Blaeu based his map on an a map by Hessel Gerritsz. from 1631 and updated it with information gathered during the various explorations of the area. Two large fictious lakes with explanatory legends in Latin, still appear on the map. The British and French royal coats of arms indicate the territorial interests of the two nations at the time. A settlement by Irish planters in 1621 at Newport News in the north, near Chesapeake Bay is shown, and also Jamestown, further in stream. The Carolina coast is improved with two large bays. Original hand colouring. Size: 38,9 x 50,8 cm. Price: Euro1.750,- (excl VAT/BTW)
Bookseller: Inter-Antiquariaat Mefferdt & De Jonge [Amsterdam, Netherlands]
2019-12-08 00:26:34
Parkinson, John
Tho. Cotes, 1640. Pollard and Redgrave 19302; Lowndes 1780. Dedication, note to the reader, tributes to the author (some in Latin), list of "classes, or tribes, contained in this worke," index of Latin names, table of English names, "table of the vertues." Elaborately engraved title, 2,700 woodcut illustrations in text.. John Parkinson (1567-1650) was botanist for King Charles I. Ex-library, with markings. Covers rubbed and scuffed at edges and along spine. Lacks frontispiece. Pagination errors through text. P. 311 should read 310. Lacks pp. 535-6, but continuity in text from 534 to 537. P. 1037 printed as 1039. Lacks pp. 1653-1662, but prose continuous. Pages 1728-9 incorrectly identified as 1728-9. Pages 313-4 and 389-90 lacking; xerox copies included.
Bookseller: Oak Knoll Books (oakknollbooks) [New Castle, Delaware, US]
2019-12-07 19:13:05
TRIGLAND, JACOBUS
Amsterdam, voor Marten Jansz. Brandt, door Nicolaes van Ravesteyn, 1640/1639/1640. 3 delen, (32) 860 (14), 447 (8), 1175 (27) p. Origineel blind-gestempeld Perkament, Folio (Zijkant rug van deel 2 gerestaureerd, onderste marge titelpagina deel 2 gedeeltelijk afgescheurd. Geïllustreerd met een portret van de auteur in het voorwerk van het eerste deel en diverse grote drukkers-impressums op de verschillende titelpagina's.)
Bookseller: Antiquariaat de Roo [Zwijndrecht, Netherlands]
2019-12-07 18:26:07
1640. Gebraucht, für den Zustand beachten Sie die Beschreibung + die Bilder!!! Campanella, Tomaso: De monarchia Hispanica discursus. (Mit Vorband von B. P. v. Chemnitz, s.u.). Harderwijk, 1640. 13,5:7 cm. 6 Bll., 415 S. Prgt. d. Zt., gebräunt, Rücken an Kopf und Fuß eingerissen. Willems 967 Anm.; vgl. Palau 41135 u. Winter, Comp. Utop. 25c sowie Gibson-P., Moore, 650. - Sehr seltene Contrefacon der ersten lateinischen Ausgabe, erschienen im gleichen Jahr bei Elzevir. Campanellas Organisation eines Aufstandes gegen die spanische Herrschaft in Süditalien brachte ihn in lebenslange Kerkerhaft. Winter beschreibt das Werk "im Zusammenhang mit Universalstaatsideal und dem Traum vonm ewigen Frieden". - Vorgebunden: (Chemnitz, Bogislav Philipp von; pseud.:) Hippolithus a Lapide. Dissertatio de ratione status in imperio nostro Romano-Germanico. Freistadt (= Amsterdam, J. Janssonius), 1647. Kupfertitel, 11 Bll., 583 S. - Willems 1050 Anm. - Zweite Ausgabe, einer von vier Drucken im gleichen Jahr, nach Willems ist der vorliegende Janssonius zuzuweisen. Berühmter "letzter Versuch, die öffentliche Meinung noch einmal gegen das Haus Habsburg aufzuregen ... man überschätzt seinen Einfluß nicht, wenn man die Doctrinen und Deductionen des Hippolithus als das Rüstzeug für die dem Kaiser gegenüberstehenden Parteien bei den westfälischen Friedensverhandlungen ansieht" (Stintzing-L. II, 46 ff.). - Leicht gebräunt, Anfang u, Ende des Bandes etwas wasserrandig, letztes Bl. knitterig. [Schlagwörter: Geschichte; Italien; Spanien].
Bookseller: buch-kunst-kronberg (k61476a) [Kronberg, DE]
2019-12-06 19:43:05
North America, Virginia, East coast antique map - Blaeu
1640. Virginiae Partis australis et Floridae partis Orientalis, interjacentiumque regionum nova descriptioImportant map because of its new reliable depiction of the cost line and the many new geographical names. Published by the house of Blaeu in Amsterdam approx. 1640. Blaeu based his map on an a map by Hessel Gerritsz. from 1631 and updated it with information gathered during the various explorations of the area. Two large fictious lakes with explanatory legends in Latin, still appear on the map. The British and French royal coats of arms indicate the territorial interests of the two nations at the time. A settlement by Irish planters in 1621 at Newport News in the north, near Chesapeake Bay is shown, and also Jamestown, further in stream. The Carolina coast is improved with two large bays. Original hand colouring. Size: 38,9 x 50,8 cm. Price: Euro1.750,- (excl VAT/BTW)
Bookseller: Inter-Antiquariaat Mefferdt & De Jonge [Amsterdam, Netherlands]
Check availability:
2019-12-06 16:47:09
MANUSCRITO - RIBEIRO. (João)
1640. emtrada [sic] dos Ollandesses na Ilha, perda da mesma Ilha. s.l.: s.n. s. d. [início do século XVIII]. Manuscrito sobre papel, frontispício com uma cercadura ilustrada com motivos florais. De 21,3x16 cm. Com [iv] 229, [v] págs. Encadernação em pergaminho da época, um pouco cansada; alguns picos de traça marginais junto ao festo sem afectar o texto, acidez própria da qualidade do papel, vestígios de atilhos. Manuscrito da célebre obra do Capitão João Ribeiro, em que o autor narra os últimos anos de domínio português de Ceilão, de 1640 a 1658, os constantes combates com os invasores holandeses e com o Rajasinha II, do Reino de Candia, nomeadamente o épico cerco de Colombo, onde os portugueses resistiram ao ataque holandês, desde Outubro de 1655 até Maio de 1656 e a última resistência até à queda da fortaleza de Jafnapatão, a última que ficou na posse de Portugal até 1658. Na última parte da obra, João Ribeiro critica a política colonial de Portugal por ser excessivamente ambiciosa e estabelecer objectivos muito superiores às capacidades humanas e económicas do país. O autor defende que se devia limitar os domínios portugueses às cidades conquistadas por Afonso de Albuquerque e à Ilha de Ceilão que segundo Ribeiro é o melhor pedaço de terra que o Creador pos neste mundo. A obra, além do interesse para o estudo do domínio de Portugal, na ilha descoberta por D. Lourenço de Almeida em 1506, tem grande valor para o estudo do povo cingalês do ponto de vista da história, linguística, antropologia, etnologia e cultura. Manuscrito completo, um dos vários feitos durante os século … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Livraria Castro e Silva [Lisboa, Portugal]
2019-12-04 14:25:14
Baleares map - Blaeu, c. 1640
1640. Baleares - Insulae Balearides et Pytiusae Beautiful map of the islands of Mallorca, Minorca, and Ibiza, including the coasts of Catalonia and Valencia. The major towns are depicted on the islands along with physical detail, while in the surrounding Mediterranean waters triremes, sailing ships and sea creatures are depicted. Published in Amsterdam by the house of Blaeu approx. 1640. Original hand colouring. Size: 38,0 x 49,2 cm. Verso: Latin text. Price: Euro725,- (excl. VAT/BTW)
Bookseller: Inter-Antiquariaat Mefferdt & De Jonge [Amsterdam, Netherlands]
2019-12-04 08:17:05
[FALKLAND (Lucius Cary, 1609/10-1643, M.P. in the Short and Long Parliaments, 1640-1641, Moderate Royalist, from 1633 2nd Viscount [Scottish])]
Contemporary Manuscript Copy of his magnificent SPEECH AGAINST SHIP-MONEY in the Commons debate that voted the king's Writ for Ship-money illegal, saying "Mr Speaker, I rejoice very much to see this day, and the want hath not lain in mine affections but in my lungs, if ... my yea hath not been as loud as any man's in the house" (para.1), and apologizing "if ... I seem ... to trench upon another's profession, and ... the work of another robe", (a lawyer's), "since I have been entrusted by the Report of a learned Committee", that on Ship-money, set up 1st December, but "History alone is enough to shew this Judgment", in R. v Hampden, 1637-1638, "contrary to our laws and logic" and "destructive to our properties which every free and noble person values, no less than his possessions".Falkland's "natural disposition is far from inclining to severity" (para. 2), and indeed he has "particular obligations to their callings" against whom he is to speak, but believes "no meat undigested lies heavier upon the stomach, than this unsaid, would have lain upon my conscience" (para. 3)."The Constitution of this Commonwealth hath established, or rather endeavoured to establish ... the security of our goods, and the security of those laws which should secure us our goods, by appointing for us Judges ... so sworn ... that the greatest person in the kingdom cannot continue the least violence upon the meanest. But this security, (Mr. Speaker) ... hath ... turned ... itself into a battery against us" and "those ... dogs to defend the flock, have been the wolves to worry it" (para. 4).The Judges' … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Sophie Dupré Autographs [UK]
2019-12-03 13:56:10
Blaeu, Willem (c1705-c1769
Carte-en- figure of Asia! Amsterdam c1640 copper engraved map; plate 41 x 56 cm. fold as issued; lower right part printer’s crease; some paper imperfections; on verso remnants of old paper hinges; some faint discolouration; o/w vg cond. One of the most attractive maps of Asia by Blaeu. The map is decorated with inhabitants of various parts of Asia on either side and nine small town plans on top of the map. There is a small cartouche in the shape of a shield with a drape which is held up by two figurines. Sailing ships, a sea monster, a lion and Neptune himself are embellishing the map. On verso German text.
Bookseller: Angelika C. J. Friebe Ltd. - MapWoman [Dorking, United Kingdom]
2019-12-02 22:02:09
[CEYLON].
STCN 036718416; cf. Knuttel 5202 & 5205b; Landwehr & V.d. Krogt, VOC 242 (other editions). Early edition of the Dutch translation of a provisional agreement made between the Dutch States General and the Portuguese ambassador Francisco de Zousa Continho on the jurisdiction and territory of Fort Galle in Ceylon (Sri Lanka), one of the most important outposts both strategically and as a trading centre. The Dutch had captured it from the Portuguese in 1640 and they had been fighting in the region since that time. The treaty notes the losses and battles caused by the dispute between the two powers and the demands made by the Dutch government to secure their position in the East Indies. This includes their demand for a yearly supply of cinnamon, through which the Portuguese are to pay off their debt, and restitution by both parties for the losses they caused one another. The parties agree to honor the treaty and not trespass on each other's rights and territories.In very good condition.
Bookseller: ASHER Rare Books (Since 1830) [Netherlands]
Check availability:
2019-12-02 10:41:02
Sebastián y Jayme Matevad, Barcelona, 1640. Folio. Frontispicio con escudo de la ciudad de Barcelona grabado por Courbes, le sigue 1 preciosa lámina en forma de cáliz, y en el reverso un bello grabado de Santa Eulalia. 145 pag. 1 h. Texto con apostillas marginales. Punto de polilla en algunas hojas, restaurado. Pergamino época, lomo rotulado. Obra importante relativa a la Guerra dels segadors. Se manifiestan los servicios y glorias de Cataluña y se detallan los vejámenes sufridos por la opresión castellana. Al inicio de la obra hay dos grabados el primero representa el Santísimo Sacramento, símbolo de los agravios recibidos, por haberlo quemado y pisoteado las tropas castellanas, y el segundo a Santa Eulalia patrona de la Ciudad de Barcelona. Historia de Cataluña. History of Catalonia.
Bookseller: Libreria Anticuaria Studio [Barcelona, Spain]
2019-12-02 04:40:10
[BEROALDO, Filippo].
KVK & WorldCat (1 copy); cf. Kruyskamp, Jan Mommaert en het "Stichtelyck Proces", in: Het Boek XXX, pp. 306-312 (1640 ed.). Second known copy of the third edition (1635) of a rare satirical Dutch adaptation (first and second editions 1634) of a moralistic story in Latin by Filippo Beroaldo (1453-1505), possibly intended in this adaptation to satirize the Princes of Orange. The quotations from classical sources are given in Latin, each followed by a Dutch verse translation that takes some liberties with the text. Pieter Nootmans (active 1627-1635) contributed a verse about the book, printed on the back of the title-page. Following the main text is a drinking song by H. Rulant (active 1632-1634), with its own part-title, which had been published separately in 1632. We have located only one other copy of the present edition, in the library of Tresoar in Leeuwarden.The British Library database of bindings includes one binding by this Ghent binder. The title-page is worn and dirty, with a small abrasion obliterating the letter S in "Stichtigh", and the upper outside corner of the last leaf has been restored, with the loss of a few words of the text of the added drinking song. The binding is good, with some cracks in the hinges and minor damage along the edges.
Bookseller: ASHER Rare Books (Since 1830) [Netherlands]
Check availability:
2019-11-26 17:45:13
CARRÉ, Louis.
Goldsmith BMC STC French 345; I. Grattan-Guinness, ed., Landmark writings in Western mathematics 1640-1940 (2005), p. 56; Poggendorff I, 383-384. First edition of the first extensive, separately published textbook on integral calculus, by Louis Carré (1663-1711), French mathematician and private teacher at Paris, published 44 years before Leonard Euler's classic textbook. It includes a wide variety of practical applications, including the measurement of surface areas, the determination of the volumes and centres of gravity of solid bodies, and problems of dynamics. With a contemporary owner's name on the title-page, a later 18th-century manuscript note on the endleaf and a couple manuscript notes in the text. A failed attempt to wash out the owner's name on the title-page has left a small faint stain. With the title-page slightly foxed and an occasional minor spot, but still in very good condition and with very large margins. The binding shows some cracks in the hinges, superficial damage to the leather and some corners skilfully repaired, but is still good and structurally sound. The most thorough presentation of integral calculus to its date.
Bookseller: ASHER Rare Books (Since 1830) [Netherlands]
Check availability:
2019-11-23 21:00:16
Blaeu Willem Janszoon (1571-1638)
Amsterdam, 1640. Carta geografica originale (cm. 53x41,5 più ampi margini bianchi). Bella coloritura antica all'acquarello. Testo in lingua tedesca al verso. Ottimo stato di conservazione.
Bookseller: Libreria Ex Libris ALAI-ILAB/LILA member [Roma, Italy]
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     564 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2020 viaLibri™ Limited. All rights reserved.