The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1600
2020-01-28 14:32:12
Kel..
1600. Condition: Like New. Probably could be listed as New but based on some slight rubbing at the bottom of the spine so listing in Like New Condition. Blue cloth boards. Has Crisp pages and tight binding. Beautiful book that appears unread. - All products inspected inside and out and shipped by USPS with a tracking number! I highly suggest that you choose expedited shipping. For a small fee you get priority shipping, insurance and a padded envelope for the best protection.
Bookseller: North Coast Trading Post (north_coast_trading_post) [Petaluma, California, US]
2020-01-28 11:57:09
Matteo FLORIMI (1581-1613)
Acquaforte e bulino, circa 1600, firmata in lastra in basso al centro. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, rifilata al rame o con sottili margini, in ottimo stato di conservazione. La lastra è firmata da Raffaello Schiaminossi, celebre incisore di Borgo San Sepolcro il cui monogramma appare in basso al centro. Celebre per la sua tecnica innovativa dell'uso dell'acquaforte con sistema delle coperture. La pianta reca in basso una legenda con 119 richiami. L'opera deriva probabilmente da un'incisione anonima dello stesso periodo raffigurata e descritta nella collezione Novacco. Il Florimi, commerciante di libri e di stampe, fu anche editore. Di origini calabresi. Si stabilì a Siena nel 1581, con un negozio in Banchi. La prima testimonianza della sua attività indipendente si ha nel 1589. Rarissima e ricercata pianta di Perugia. Bibliografia: Fauser 10776. Dimensioni 520x375. Etching and engraving, 1600 circa, signed on lower left plate. Beautiful work, printed on contemporary laid paper, trimmed to platemark or with thin margins, in excellent condition. The plate is signed by Raffaello Schiaminossi, a famous engraver of Borgo San Sepolcro whose monogram can be seen on lower centre. He was famous for his innovatory use of the etching technique, with the covering system. On lower part, the plan bears a legend with 119 items. This works derives from an anonymous engraving, published in the same period, which has been described and listed in the Novacco's collection. Florimi, a bookseller and a print trader, worked also as a publisher. He moved to Siena in 1581, open … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-27 15:50:03
MÜNSTER, Seb (Sebastian Münster (*1489 - ?1552)
Bassdel, Gedruckt bei Heinrich Petri, 1600. 18.5x39 cm (Ansicht) Antike Holzschnitt-Ansicht von Zürich. Ûbereck vergoldeter Rahmen. Frühe detaillierte Holzschnittansicht von Zürich aus Sebastian Münster's 'Cosmographia' gedruckt um 1600 in Basel (Blattnr 748/749). Unten rechts mit einer Legende der wichtige Kirchen, Türme und Märkte. Unter der Abbildung links und rechts beschreibender Text. Please notify before visiting to see a book. Prices are excl. VAT/TVA (only Switzerland) & postage.
Bookseller: Harteveld Livres Anciens SA [Switzerland]
2020-01-27 13:48:22
CANON LAW. SPAIN].
[N. p. n. p., n. d., in or before 1600]. 1???. 4to, ff. 61 (i.e. 64); collation A-Q, complete; woodcut initial on first leaf; some uniform browning, some creasing; bound in contemporary vellum; soiled and wrinkled, text block almost loose; contemporary ink marginalia, annotations to endpapers including dates 1600 and 1603; old ink stamp to front free endpaper.First and only edition of a very rare work of Canon law: a manual for curiales de Roma, officials charged with implementing Canon law in the Spanish provinces. The handbook first of all recommends the most financially convenient and effective ways of transferring payments to Rome and of maintaining trusted contacts and regular correspondence with both Madrid and Rome: both necessary conditions for effective governance. It then sets out the Canon regulations on benefices, including details on how to express their value in currency. Among other things it discusses the controversial subject of the coadjutoria, a sort of semi-pension given on grounds of ill health or old age; it gives a table with the costs for acquiring matrimonial dispensations under a variety of circumstances; it exemplifies cases of uncertain jurisdiction, and finally sets out the regulations on the ownership, use and disposal of ill-obtained goods – remarkably including libraries.Only one other extant copy, at the BNE. Language: Spanish & Catalan
Bookseller: Bernard Quaritch Ltd ABA ILAB [London, United Kingdom]
2020-01-27 13:21:05
FORNERIO GUL, Radulpho (Raoul FORNIER (1562-1627) .-
Apud Ambrosium Drovart,, Parisiis, 1600. X-129ff. Portada algo cansada, pero buen ejemplar.
Bookseller: Llibreria Antiquària Els Gnoms [Sedó, Spain]
2020-01-27 08:58:35
ISAAC D'ISRAELI
LONDON: HENRY COLBURN, 1600. THIS VERY BEAUTIFUL SET OF EXTREMELY RARE BOOKS IS IN VERY GOOD CONDITION. THE PHOTOS DO NOT DO THEM JUSTICE. SPINE AND BOARDS IN GOOD CONDITION WITH A VERY GOOD SIZE PRINT. PLEASE REFER TO PHOTOS FOR CONDITION AND\OR CONTACT ME WITH ANY QUESTIONS. Charles I (19 November 1600 - 30 January 1649) was King of England, King of Scotland, and King of Ireland from 27 March 1625 until his execution in 1649. After his succession in 1625, Charles quarreled with the Parliament of England, which sought to curb his royal prerogative. Charles believed in the divine right of kings, and was determined to govern according to his own conscience. Many of his subjects opposed his policies, in particular the levying of taxes without parliamentary consent, and perceived his actions as those of a tyrannical absolute monarch. Charles was tried, convicted, and executed for high treason in January 1649. The monarchy was abolished and the Commonwealth of England was established as a republic. The monarchy would be restored to Charles son, Charles II, in 1660. Isaac D'Israeli (11 May 1766 - 19 January 1848) was a British writer, scholar and man of letters. He is best known for his essays and as the father of Prime Minister Benjamin Disraeli. He penned a handful of English adaptations of traditional tales from the Middle East, wrote a few historical biographies, and published a number of poems. His most popular work was "The Life and Reign of Charles I (1828) which resulted in his being awarded the degree of D.C.L. from Oxford University.
Bookseller: faicall-7600 [Cathedral City, California, US]
2020-01-26 20:48:10
Malory, sir Thomas; Aubrey Beardsley
Condition: Etat correct. La troisième édition COMPLETE. Un des 1600 exemplaires. Grand livre épais (12 "). Cette troisième édition contient DOUZE illustrations introuvables dans la première édition et DEUX illustrations absentes dans la deuxième édition. L'un des 1600 exemplaires. Ce livre a été publié par EP Dutton à l'aide des feuilles envoyées par JM Dent and Sons C'est la reliure américaine du même jeu 1600 avec une nouvelle page de titre et Dutton sur le dos. Tissu entièrement noir. Fente au niveau du panneau avant et dos avec ruban adhésif à réparer à l'intérieur des charnières. Calligraphie sur le dos. Dorure à La couverture est brillante, mais la dorure sur la colonne vertébrale est légèrement usée. Belle reliure à motif doré Beardley. Bord supérieur doré sur les bords non découpés. Librairie de la bibliothèque Lenox derrière la couverture. Poche de la bibliothèque sur la planche arrière avec les restes d'un bordereau de date de retour sur la page de fin arrière libre. Intérieurement, en TRÈS BON état mais avec des problèmes de reliure qui devront être réparés.
Bookseller: Ziern-Hanon Galleries Antique Store (ziern) [Saint Louis, Missouri, US]
2020-01-26 11:11:09
SICHEM, Christof van 1580-1648
Amsterdam: ca. 1600. 298 x 207 mm. Matted. Small restored hole to blank area; collector's mark to verso (not located in Lugt). A very good impression, with full line border. Wurzbach: Niederländisches Künstler-Lexicon, Vol. II, p. 620, no. 20. Kinsky p. 93, no. 3. Hollstein 134. Item #22397.
Bookseller: J and J Lubrano Music Antiquarians (jlubrano) [Syosset, New York, US]
2020-01-25 20:10:02
Ortelius, Abraham. (1527 - 1598).
Antwerp, Ortelius, [c.1600]. Original hand-coloured copper engraving. Plate Size: 49 cm x 32.5 cm. Sheet Size: 53.8 cm x 36.2 cm. Original map. Very good condition. Clean and crisp. Reverse carries Latin text. [Van der Krogt, Koeman's Atlantes Neerlandici, Vol. III A, S. 94 ff., 31:041, Nr.106; Van den Broecke, Ortelius Atlas Maps, Nr. 174 a-c].Three detailed maps on one sheet: Asia Minor (22.7 cm x 32 cm) on verso while recto carries Egypt and Carthage (22.7 cm x 32 cm). Border of Asia Minor and Egypt carries longitudinal and latitudinal information. Cyprus and the Greek islands included in the map of Asia Minor. Carthage map carries explanatory Latin annotation. Rivers and towns depicted on all maps. Mountain features and ancient aqueduct engraved on Carthage map. The Giza Pyramids are represented as four triangular structures on the map of Egypt.Abraham Ortelius was a Flemish cartographer and geographer, conventionally recognized as the creator of the first modern atlas, the Theatrum Orbis Terrarum (Theatre of the World). He was one of the most notable figures of the Dutch school of cartography during its golden age (approximately 1570s-1670s).
Bookseller: Inanna Rare Books Ltd. [Ireland]
2020-01-25 13:05:26
1600. Condition: Ottime condizioni. LIEVISSIMI SEGNI DEL TEMPO ALLA CUSTODIA E LIEVI SEGNI DEL TEMPO. PER IL RESTO ECCELLENTI CONDIZIONI.33X44, ILLUSTRATA CON 118 CROMOLITOGRAFIE A TUTTA PAGINA, RILEGATA IN TELA CON DORSO IN PELLE, FREGI IN ORO, RACCHIUSA IN ELEGANTE COFANETTO, TIRATURA DI N. 1600 ESEMPLARI NUMERATI PROGRESSIVAMENTE A MANO E UNDICI DEDICATI AD PERSONAM. FOTO IN BASSO. VOLUME COME DA FOTO E DA DESCRIZIONE SOPRA (SI PREGA DI LEGGERE CON ATTENZIONE E DI GUARDARE LE FOTO). PREZZO DI COPERTINA € 1.450,00 Caratteristiche dell'opera: Pagine 600, f.to 33x44 cm, illustrata con 118 cromolitografie a tutta pagina, rilegata in tela con dorso in pelle, fregi in oro, racchiusa in elegante cofanetto, tiratura di n. 1600 esemplari numerati progressivamente a mano e undici dedicati ad personam. La stampa dei volumi in-folio, ricavati da una sola piegatura del foglio, lasciandolo intonso, è tipica delle edizioni del tardo Seicento e Settecento. Questo sistema permette di ottenere fascicoli più consistenti e di evitare l'avvicendamento di troppe cuciture sul dorso del libro all'atto della legatura. L'impasto pregiato per le carte usate, conferiscono un aspetto estremamente elegante e un tatto piacevole, una buona stabilità in fase di stampa rendendo i colori vivaci e brillanti. ISBN: 888526350X, 9788885263505 Soggetti: Napoli, Architettura, Urbanistica, Risanamento, Libri rari, Edizioni di lusso, pregiate, Antichità, Illustrazioni, Risanamento, Nicola Amore, Lavori, Urbanistica, Colera, Depretis, '800, Città, Ristampe Anastatiche, Facsimili, Riproduzioni, Arte, Storia napolet … [Click Below for Full Description]
Bookseller: CivicoNet (spendi_spandi_effendi) [Napoli, IT]
2020-01-25 13:05:26
Gesualdo Filippo F.
Perin Libraro Ad Instanza di Pietro Bertelli, Vicenza, 1600. In-4° antico in legatura strettamente coeva in piena pergamena con nervi passanti alle cuffie e titolo manoscritto al dorso. Pp 6 non numerate, 64 carte (numerate al recto), una tavola a piena pagina incisa in rame a carta 27 (recto) rappresentante una figura umana, 4 diagrammi a piena pagina, testatine e finalini incisi, dediche a stampa all'abate polacco Arnolpho Uchánski conte di Sluzewo da parte di Paolo Meietti (libraio editore) e a Santa Caterina dell'autore. Lievi segni del tempo e d'uso alla legatura, interno fresco e marginoso. Annotazioni a lapis di antica mano femminile. Al contropiatto anteriore piccola silografia applicata. Più che buon esemplare. Seconda edizione (che segue la prima del 1592) dell'importante trattato o compendio della Memoria Artificiale quale per essere tesoro e ricchezza di ogni humana sapienza mi pare intitolarlo Plutosofia frutto dell'ingegno dello scrittore francescano Filippo Gesualdi (1550-1618) di origini calabresi, professore a Roma e a Padova, in cui sono raccolte 20 lezioni palermitane di ars memoriae et oblivionis: l'ultima lezione è infatti dedicata all'apprendimento di tecniche su come dimenticare esperienze spiacevoli o traumatiche. Umberto Eco menziona Gesualdi come uno dei pochi, forse il solo, mnemotecnico che tentò di elaborare strategie di oblio volontario. Giustamente Eco nota come tale tentativo non possa che essere vano, ergo di solito non perseguito dai mnemotecnici. Infatti, per quanto psicologicamente raffinati gli stratagemmi proposti per dimenticare, essi … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Gilibert Libreria Antiquaria (ILAB-LILA) [Torino, TO, Italy]
2020-01-23 16:27:14
1600. Sylvestrinae Summae, quae Summa Summarum merito nuncupatur, Pars Prima - Pars Secunda + additionibus / Ab Reverendo patre Sylvestro Prierate, absolutissimo Theologo, ex sacra Praedicatorum familia, sacri Palatii magistro dignissimo edita. Nunc recens diligentissime correcta. Additionibus autem, ex Sacro Concilio Trident. et Catechismo, Pij V Pont. Max. iussu editis, hac in editione in fine appositis. Petro Vendrameno Ecclesiastici Venetiarum fori Advocato, Authore, locupletata, et illustrata. Cum indice bipartito, qui, uti Summa, bipartitus est. Apud Hieronimum et Nicolaum Polum Venetiis 1600. Due tomi, 386 e 415+20 pp., legati in piena pergamena coeva con dorso calligrafato, danneggiata sul dorso del secondo tomo. Pagine di entrambi i tomi con bruniture, fioriture diffuse e aloni. Il testo nel primo tomo è sempre leggibile, mentre il secondo tomo ha il frontespizio strappato e le ultime 20 pagine danneggiate. L'imponente Summa è l'opera più celebre e diffusa del Mazzolini. Affronta, a uso dei confessori, oltre 700 questioni di teologia morale e diritto canonico ordinate alfabeticamente. Una sezione della Summa è dedicata alla stregoneria, che l'autore associa all'eresia, individuando nel ripudio dei voti battesimali e nel patto con il diavolo il tratto distintivo della strega, piuttosto che in altri aspetti come la partecipazione al sabba e il maleficio, cui egli comunque presta fede. Questa edizione presenta le aggiunte dell'avvocato Pietro Vendramin(i), giureconsulto veneto del secolo XVI. Silvestro Mazzolini (1456-1523) è stato sicuramente uno dei più importanti a … [Click Below for Full Description]
Bookseller: giadesperia (giadab2007) [Busso, IT]
2020-01-22 22:50:08
Pieter OVERADT (attivo a Colonia 1596 - 1632)
1600. Bulino, fine del XVI secolo, monogrammato con la sigla AD. Esemplare nel primo stato di due, avanti l'indirizzo dell'editore. Bellissima proiva, ricca di toni, impressa su carta vergata coeva, rifilata al rame, carta leggermente assottigliata al verso, difetti minori, nel complesso in buono stato di conservazione. Copia in controparte di un lavoro di Dürer del 1503. Rara. Engraving, with AD monogram. Example of the first state, before the address 'Per. Ouerrat excu.' A fine impression, printed on contemporary laid paper, trimmed to the platemark, small reapired areas at the back, otherwise good conditions. Reversed copy of an engraving of 1503 by Dürer , showing the Virgin and Child seated on a grass bench, in the background hills and a castle, in the foreground a dog an two hares Bartsch VII.54.34, C5. Heller 568.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-22 22:42:15
National Gallery of Ireland
Four Courts Press, 1600. Condition: Good. Shows some signs of wear, and may have some markings on the inside. 100% Money Back Guarantee. Shipped to over one million happy customers. Book. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Better World Books Ltd (better_world_books_uk) [Dunfermline, GB]
2020-01-19 23:33:11
Matteo FLORIMI (1581-1613)
Acquaforte e bulino, 1600, firmata e datata in lastra in basso. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva ed applicata su antico supporto cartaceo, rifilata al rame, leggermente ossidata ma nel complesso in ottimo stato di conservazione. La carta reca una leggenda con 128 richiami suddivisi in quindici colonne. La mappa deriva da quella pubblicata a Roma nel 1580, opera di Orazio Maiocco. Il Barbera sostiene che la mappa del Florimi è databile a circa il 1582, ipotesi che ci sentiamo di scartare assolutamente. Bibliografia: Barbera, Raffigurazioni, Ricostruzioni Vedute e piante di Palermo, p. 42, 13; V dr Heyden, Florimi, 34. Dimensioni 535x405. Etching and engraving, 1600, signed and dated on lower plate. Beautiful work printed on contemporary laid paper and laid on ancient paper support, trimmed to platemark and with light oxidations, in excellent condition. The map bears a legend with 128 items divided in fifteen columns; it derives from the one published in Rome in 1580 by Orazio Maiocco. Barbera says Folrimi's map can be dated around 1582, and hypothesis we do not share at all. C. Barbera Azzarello, "Raffigurazioni ricostruzioni vedute e piante di Palermo", sch. e tav. 13; V dr Heyden, Florimi, 34.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-19 10:58:13
Matteo FLORIMI (1581-1613)
Carta geografica della Penisola Iberica edita a Siena verso il 1600 circa e fedele derivazione della carta di Abraham Ortelius dal titolo Regni Hispaniae Postomnivm Editiones Locvpletissima Descriptio pubblicata per la prima volta ad Anversa nel 1570. Sebbene non firmata la carta è attribuita, senza ordine di dubbio, alla bottega di Matteo Florimi. La lastra sembra riconducibile alla mano dell'incisore fiammingo Arnoldo di Arnoldi, che lavorava già per Giovanni Antonio Magini. Il periodo di collaborazione tra il Florimi e l'Arnoldi è riconducibile agli anni 1600 - 1602 e produsse un discreto numero di mappe. In basso: a destra in una targa ornata con fregi figure e mascheroni HISPANIAE nova descriptio. a sinistra in una piccola targa Scala di miglia Italiane 90. (90 = mm 50) e Scala leucarum 30. (30 = mm 60). Orientazione nei quattro lati al centro con il nome dei punti cardinali in latino Septentrio, Meridies, Oriens, Occidens. Graduazione ai margini di 10' in 10' va da 34° 30' a 44° 42' lat. e da 10° a 26° 12' margine in basso (da 9° 10' a 26° 55' margine in alto) lat. Acquaforte e bulino, mm 357 x 478. Non sono note ristampe, tuttavia alcuni esemplari della mappa, di tiratura più tarda, possono essere attribuiti ai torchi dell'editore senese Pietro Petrucci, che acquisì gran parte delle lastre del Florimi. Map of the Iberian Peninsula by Matteo Florimi, published in Siena aroun 1600. The map is a copy of Abraham Ortelius Regni Hispaniae Postomnivm Editiones Locvpletissima Descriptio, first edition published in Anversa, 1570. The engraving could be attribued to the Flemis … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-19 10:58:09
Matteo FLORIMI (1581-1613)
Acquaforte e bulino, circa 1600. Buona prova, impressa su carta vergata coeva, con margini, leggere ossidazioni, restauri perfettamente eseguiti al margine laterale destro e inferiore destro, nel complesso in buono stato di conservazione. Il Florimi, allievo di Antonio Lafrery e Claudio Duchetti, si trasferisce a Siena dove inizia la sua fiorente attività di editore fino al 1612. Per le caratteristiche peculiari delle opere del Florimi e per la loro rarità, queste vengono classificate tra le carte di scuola lafreriana. Molto rara. Etching and engraving, circa 1600. Good impression, printed on contemporary laid paper, with margins, light oxidation, perfectly executed restorations at the edge right side and lower right, overall in good condition. Florimi, a pupil of Antonio Lafrery & Claudio Duchetti, moved to Siena, where he began his burgeoning work as an editor until 1612. Due to the nature of the works of Florimi and for their rarity, these cards are classified as school lafreriana. Very rare.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-18 16:09:08
1600. Autore: GRAZIANO, CARAVITA Agostino, ALCIATI Andrea Titolo: Decretum Gratiani emendatum, et notationibus illustratum, vna' cum glossis, Gregorii 13. Pont. max. iussu editum [2 voll.]; Decretales D. Gregorij Papae IX una cum glossis restitutae... D. Andreae Alciati; Liber sextus decretalium D. Bonifacii Papae VIII, Clementis Papae V... Luogo di stampa: Venetiis Editore: Apud Iuntas Anno: 1600 Condizioni: leggere attentamente la descrizione nella scheda 4Â voll. in 8 (cm 18 x 24,5), pp. (88) + 1020 con vignetta xilografata al frontespizio raff. Gregorio XIII, caratteri in nero e rosso; pp. 1021-1904 +Â (28) +Â 130 + (4) + (2b) + 48 (con le Additiones super decreto admodum illustris ac celeberrimi iureconsulti, do. Augustini Carauitae patritii ebolitani...);Â (62) + 1388 con ritratto di Clemente VIII inciso all'acquaforte al frontespizio, 1 tavola xilograf. con l'Arbor consaguinitatis, 1 tavola xilografa con l'Arbor affinitatis. Restauri al margine esterno delle prime 60 pagine circa con reintegro di carta; (8) +Â 592; 243 +(1b) +Â (12) +Â 262Â (con errore di numerazione dell'ultima pagina che e' 162) + (2b) +Â (31) + (3b) con 2 tavole con alberi genealogici, illustrazioni xilogr. ai frontespizi raff. Gregorio XIII. Legatura in piena pergamena coeva rigida, tagli rossi, alcune carte presentano aloni e tracce di foxing, alcune carte sono rifilate ai margini superiori, ma nel complesso buon esemplare. Corposa opera cosi' composta: i primi 2 tomi comprendono il Decretum Gratiani con le Additiones; il III tomo contiene i Decretales di Gregorio IX, il IV tomo il libro sesto d … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Coenobium (comalek) [Asti, Italy, IT]
2020-01-18 16:09:06
Giovanni Andrea Viscardo, Dottor di legge
1600. Condition: Accettabile. Precetti Morali e Civili Con molti, & varij essempi: opera utilissima à qualunque sorte persone Volume del '600 in 8°, stato discreto, coperta floscia in pergamena, su dorso, brunito, appena visibili caratteri e fregio floreale, cifre su recto, molto segnato dal tempo, fioritura sparsa, tagli bruniti, alcune pagine con becca, cerniera allentata. Segnature dei fascicoli e richiami sulle pagine. Appunti su aletta, risguardia e foglio di guardia. Firma d'appartenenza su controguardia. Frontespizio con bella marca tipografica. Eleganti capilettera e testatine in nero. Parte Prima e Parte Seconda. L'IMMAGINE MOSTRATA E' DELL'OGGETTO MESSO IN VENDITA THE IMAGE SHOWN IS THE OBJECT ON SALE L'IMAGE MONTREE EST L'OBJECT HIS EN VENTE Autore: Giovanni Andrea Viscardo, Dottor di legge Editore: Appresso Sebastian Combi - Venetia Collana: Lingua: ITALIANO Luogo edizione: VENEZIA Argomento: Precetti morali e civili Anno: 1600 Stato: USATO Pagine: 341 Volume: Rilegatura: Rilegato Edizione: PER ACQUISTI MULTIPLI, SPEDIZIONE UNICA A 4,90 EURO. ATTENDERE ACCORPAMENTO ORDINI PER IL PAGAMENTO FOR MORE THAN ONE PURCHASE, ONE SHIPPING FOR 4,90 EURO. PLEASE WAIT FOR TOTAL ORDERS BEFORE PAYING POUR PLUS D'UN ACHAT, UNE SEULE EXPEDITION POUR 4,90 EURO. ATTENDEZ S'IL VOUS PLAIT LE TOTAL DES COMMANDES AVANT LE PAIEMENT RISPONDIAMO ALLE VOSTRE DOMANDE/CHIAMATE DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE ORE 9:00 ALLE ORE 18:00 Tel. 0766.848763 FAX 0766.036914 E-mail: info@bibliotecadibabele.com Copyright Controcorrente Group S.r.l. - Loc. Colonia Elisabetta, Lotto n. 30 - 01016 Tarquinia ( … [Click Below for Full Description]
Bookseller: bibliotecadibabele.libri [Tarquinia (VT), IT]
2020-01-18 11:26:11
(Rueff, Jacob)
Frankfurt/Main durch Johann Saurn. Condition: Ottime condizioni. Rueff : Hebammenbuch 1600. con 74 Holzschnitten di Jost Amman U. A La descrizione di questo articolo è stata tradotta automaticamente. Se hai dubbi o domande, ti invitiamo a contattarci. Dettagli del prodotto Il libro delle ostetriche, dal quale si apprende tutta la fantasiosità del sesso femminile, che l'uomo riceve nel corpo umano, è aumentato e nato, e come si possono trovare e aiutare con ogni sorta di malattie, che sono facili da portare avanti con il figlio del figlio. Ma ora è migliorato da Newem, decorato con belle figure: Sampt, un'appendice utile, di cura e cura per i bambini appena nati. (Rueff, Jacob): Francoforte sul Meno di Johann Saurn, 1600. 4 pagine, 259 pagine, 2 tavole. Con titolo xilografia (Wochenstube) e 73 xilografie in parte a piena pagina di Jost Amman et al. Mezza pergamena nello stile del tempo. Lingua: tedesco N. ordine: 142699 Note: * VD16 R 3579. Garrison / Morton 6141. Becker, Amman, 106f. - L'opera più popolare e conosciuta del medico di Zurigo. Fu stampato per la prima volta a Zurigo nel 1554 come "Un divertente fumetto" e poco dopo nella traduzione latina come "De conceptu et generale hominis". L'editore di Francoforte Siegmund Feyerabend pubblicò la prima edizione illustrata nel 1580, arricchita da un'appendice di quaranta pagine su "Parte di questo opuscolo di ostetrica" ​​per la cura del bambino. Seguirono altre edizioni parallele 1588 e 1600. Le famose xilografie (in parte di Jost Amman) mostrano parto, scuola materna, situazioni infantili, Gebärstuhl, strumenti ginecologi … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Antiquariat Braun (bbraun_de) [Gengenbach, DE]
2020-01-18 03:17:15
Matteo FLORIMI (1581-1613)
1600. "Pianta prospettica della città edita a Siena da Matteo Florimi. Descrizione tratta da Bifolco-Ronca, ""Cartografia e topografia italiana del XVI secolo. Catalogo ragionato delle opere a stampa"" (pubblicazione prevista per febbraio 2018). Titolo & iscrizioni In alto: al centro il titolo FIORENZA a sinistra una rosa dei venti, ma senza il nome dei punti cardinali, a sinistra lo stemma dei Medici e quello della città. A destra al centro una legenda di 17 rimandi a luoghi che riguardano la Fortezza da Basso. A destra in basso in un riquadro LUOGHI NOTABILI segue su cinque colonne una legenda numerica di 228 rimandi a luoghi e monumenti, sotto in un cartiglio Oltra alli soprascritti luoghi notati si trova de[n]tro alla Città ventidue Spedali de quali cinque ne sono deputati alli infermi cinque a putti et a putte abbandonati et dodici per li poveri; et peregrini et cento trenta. Undeci per li putti delle quali alcune son dette compagnie di disciplina, altre di devotione, et altre di stendardo, tutte pero attendano a opere p[er] te et di carita; come maritar fanciulle, governare infermi, scarcerar imprigionati et seppellire morti, ci sono altri oratori et altri luoghi di devotione, che per brevità si lascano. Matteo Florimi for. Siena. Carta priva di scala grafica. Acquaforte e bulino mm 404x508. Notizie storico critiche In alto a destra due stemmi, il mediceo e il giglio fiorentino; a sinistra un'elaborata rosa dei venti, circondata da putti, all'interno della quale l'immagine dei continenti. L'immagine è una riproposizione semplificata, secondo l'uso dello stampatore Mat … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-18 03:17:15
Matteo FLORIMI (1581-1613)
1600. "Pianta prospettica della città edita a Siena da Matteo Florimi. Descrizione tratta da Bifolco-Ronca, ""Cartografia e topografia italiana del XVI secolo. Catalogo ragionato delle opere a stampa"" (pubblicazione prevista per febbraio 2018). Titolo & iscrizioni In alto il titolo SENA VETUS CIVITAS VIRGINIS. In basso a sinistra l'imprint editoriale Matteo flor. for. Lungo il margine inferiore, legenda numerica di 119 rimandi a luoghi e monumenti notabili, distribuita su diciassette colonne. Carta priva di orientazione e scala grafica. Acquaforte e bulino mm 380x512. Notizie storico critiche Pianta assonometrica della città, derivante dal modello disegnato da Francesco Vanni e pubblicato da Peter de Jode nel 1597. Il foglio edito da Matteo Florimi ripropone, in forma semplificata e più approssimativa nel segno, l'immagine Vanni-De Jode, di cui riutilizza anche il titolo. Nella legenda, ai riferimenti toponomastici direttamente derivati dal modello, aggiunge anche le porte, che nella prima erano indicate direttamente sulla città. Dati i rapporti di collaborazione esistenti tra Florimi e i due autori della pianta grande, è possibile che la data di edizione delle due sia abbastanza ravvicinata. Sempre nel 1597 Florimi pubblica le lastre sulla vita di Santa Caterina, incise dal De Jode su disegno del Vanni. E' probabile quindi che la pianta di Siena preceda cronologicamente, seppur di poco, le altre piante di città pubblicate dallo stesso Florimi, databili tra la fine del XVI e gli inizi del XVII secolo. Stati & edizioni: non sono note ristampe, tuttavia alcuni esemplari dell … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-18 03:17:15
Matteo FLORIMI
1600. Pianta prospettica della città edita a Siena da Matteo Florimi. Descrizione tratta da Bifolco-Ronca, "Cartografia e topografia italiana del XVI secolo. Catalogo ragionato delle opere a stampa" (pubblicazione prevista per febbraio 2018). Titolo & iscrizioni In alto al centro il titolo LA CITTA DI NAPOLI GENTILE. Lungo il margine inferiore, legenda numerica di 75 rimandi a luoghi e monumenti notabili distribuita su tredici colonne, cui segue nell’ultimo riquadro l’imprint editoriale Matteo Florimj for. Jn Siena. Al centro della carta nel mare una schematica rosa dei venti il nord-ovest in alto, e evidenziata da un compasso la scala grafica Canne 100 pari a mm 28. Acquaforte e bulino mm 396x525. Notizie storico critiche La pianta della città di Napoli di Matteo Florimi è, come nello stile dell’editore attivo a Siena, una fedele contraffazione di un prodotto antecedente. In questo caso deriva dalla pianta di Mario Cartaro (1579) e non dalla successiva di Duchetti, come dimostrano i 75 rimandi della legenda, identici alla pianta del Cartaro e non a quella del Duchetti che invece ne conta 77. Il Florimi si limita solo a cambiare la veste grafica della pianta, conformandola ai modelli figurativi che si andavano affermando nei primo Seicento. In particolar modo cambia il modo di rappresentare il mare; al sobrio puntinato del Rinascimento viene contrapposto questo fitto tratteggio che simboleggia quasi un moto ondoso. La scritta relativa al Mar Mediterraneo è grande e svolazzante, più simile ai tipi nordici. Del resto l’incisione della lastra è attribuita ad Arnold van Scherpe … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2020-01-17 16:26:04
Matteo FLORIMI
Siena. Acquaforte e bulino, circa 1600. Buona prova, impressa su carta vergata coeva, con margini, leggere ossidazioni, restauro perfettamnete esguito nel margine destro ed inferiore, nel complesso in buono stato di conservazione. La carta deriva dalla mappa di Gerard Mercator. Il Florimi, allievo di Antonio Lafrery e Claudio Duchetti, si trasferisce a Siena dove inizia la sua fiorente attività di editore fino al 1612. Per le caratteristiche peculiari delle opere del Florimi e per la loro rarità, queste vengono classificate tra le carte di scuola lafreriana. Molto rara. Etching and engraving, circa 1600. Good proof, printed on contemporary laid paper, with margins, light oxidation, restoration ideally communicated run at the right margin and lower overall in good condition. The cartographic informations derived from Gerard Mercator. Florimi, a pupil of Antonio Lafrery & Claudio Duchetti, moved to Siena, where he began his burgeoning work as an editor until 1612. Due to the nature of the works of Florimi and for their rarity, these cards are classified as school lafreriana. Very rare. 345 460mm [Attributes: Soft Cover]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2020-01-17 16:26:04
Giovanni Antonio MAGINI (1555 - 1617)
1600. "ESEMPLARE IN COLORITURA COEVA. Carta geografica tratta da ""L'Italia"" a cura di Fabio Magini, edito a Bologna tra il 1620 ed il 1640. La carta si estende dal Golfo di Venezia a Milano e, a nord, al Distretto dei Laghi e alle Alpi. Cartiglio decorativo molto elaborato. La carta dello Stato veneto in generale rappresenta l'insieme delle nozioni raccolte per tutte le altre tredici carte dei territori che componevano lo stato, ad eccezione del territorio di Trento. Dal punto di vista del riliievo cartografico, l'opera presenta diverse analogie con quella realizzata dal Mercator nel 1589. Le carte del Magini in coloritura coeva sono assolutamente rarissime." "Map from ""Italy"" by Fabio Magini, published in Bologna between 1620 and 1640. Fine example of Magini's regional map of Italy, extending from the Gulf of Venice to Milan and North to the Lake District and the Alps. Fine elaborate detailed cartouche."
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-17 16:26:03
Matteo FLORIMI (1581-1613)
Acquaforte e bulino, circa 1600. Buona prova, impressa su carta vergata coeva, con margini, leggere ossidazioni, restauro nella parte inferiore perfettamente eseguito, nel complesso in buono stato di conservazione. La carta deriva dalla mappa di Gerard Mercator. Il Florimi, allievo di Antonio Lafrery e Claudio Duchetti, si trasferisce a Siena dove inizia la sua fiorente attività di editore fino al 1612. Per le caratteristiche peculiari delle opere del Florimi e per la loro rarità, queste vengono classificate tra le carte di scuola lafreriana. Molto rara. Etching and engraving, circa 1600. Good impression, printed on contemporary laid paper, with margins, light oxidation, restoration at the bottom perfectly executed, overall in good condition. The map stems from the map by Gerard Mercator. TFlorimi, a pupil of Antonio Lafrery & Claudio Duchetti, moved to Siena, where he began his burgeoning work as an editor until 1612. Due to the nature of the works of Florimi and for their rarity, these cards are classified as school lafreriana. Very rare.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-17 12:46:51
Vespasiano STRADA (Roma 1582 - 1622)
Acquaforte, 1600-1620 circa, priva di dati editoriali. Magnifica prova, ricca di toni, impressa su carta vergata coeva, completa oltre la linea del margine, lievissima abrasione al verso dell'angolo superiore sinistro, per il resto in eccellente stato di conservazione. Barstch sostiene che il disegno è da attribuirsi a Strada, ma non necessariamente anche l'incisione, tesi sulla quale non concordiamo, essendo l'incisione stilisticamente nello stile dello Strada. Opera molto rara. Etching, 1600-1620 circa, unlettered. A very good impression, printed on contemporary laid paper, trimmed to the platemark, small repairs at the upper left corner, generally very good condition. Bartsch comments that the design is certainly Strada's, but not necessarily the etching. However it seems that there can be no doubt about the authorship of this work, ascribed to Strada's. A very rare work. Bartsch XVII.308.13
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-17 12:46:51
1600. Autore Philips Galle (Haarlem 1537-Antwerp 1612) Titolo.
Bookseller: antisantangelo (commandoalfio) [Roma, RM, IT]
2020-01-17 08:05:09
Matteo FLORIMI (1581-1613)
Acquaforte e bulino, circa 1600. Buona prova, impressa su carta vergata coeva, con margini, leggere ossidazioni, nel complesso in buono stato di conservazione. La carta deriva dalla mappa di Gerard Mercator. Il Florimi, allievo di Antonio Lafrery e Claudio Duchetti, si trasferisce a Siena dove inizia la sua fiorente attività di editore fino al 1612. Per le caratteristiche peculiari delle opere del Florimi e per la loro rarità, queste vengono classificate tra le carte di scuola lafreriana. Molto rara. Etching and engraving, circa 1600. Good impression, printed on contemporary laid paper, with margins, light oxidation, overall in good condition. The map derived from the map by Gerard Mercator. Florimi, a pupil of Antonio Lafrery & Claudio Duchetti, moved to Siena, where he began his burgeoning work as an editor until 1612. Due to the nature of the works of Florimi and for their rarity, these cards are classified as school lafreriana. Very rare. Tibor, S. Descriptio Hungariae, 88. Szantai,L. Atlas Hungaricus, Florimi 1, vol.1, p.184.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 21:37:31
1600. Condition: Accettabile. Libro religioso raro, forse 17° secolo. Horologion libro delle preghiere. Provenienza monastero Russo. Lingua slava A rare religious book, perhaps 17th century. Horologion prayer book. Provenance of Russian monastery. Slavic language.
Bookseller: dangeroses [mogliano veneto, IT]
2020-01-16 20:16:02
Matteo FLORIMI (1581-1613)
1600. La pianta assonometrica di Padova di Giuseppe Viola Zanini sarà il prototipo di riferimento per il disegno della città fino a quella di Giovanni Valle del 1784. Pubblicata da Matteo Florimi alla fine del secolo XVI, è la prima pianta a restituire un'immagine attendibile della città e delle sue mura fortificate; mostra bene la consistenza urbana anche se probabilmente "consegnata in termini di aggregazioni verosimili piuttosto che a seguito di operazioni di rilevamento" (Hopknis). Sono rappresentati gli edifici più importanti quali il palazzo della Ragione, Castelvecchio, la cappella dell'Arena e il Santo, oltre all'Orto botanico e alle principali strade che da Padova conducevano a Venezia, Piove di Sacco, Conselve e Monselice. Riedita nel 1658, la veduta prospettica del Viola conoscerà un numero consistente di repliche costantemente aggiornate, dalla Patavium nobilissima pubblicata nel sesto volume del Civitates Orbis Terrarum (1618) fino a quelle settecentesche, tra cui quella del De Wit (1729). Non sono note ristampe, tuttavia alcuni esemplari della mappa, di tiratura più tarda, possono essere attribuiti ai torchi dell'editore senese Pietro Petrucci, che acquisì gran parte delle lastre del Florimi. Sotto al bordo superiore, a caratteri molto grandi, è inciso il titolo: PADOA. Lungo il margine inferiore, legenda numerica di 156 rimandi a luoghi e monumenti notabili, distribuita su tredici colonne. Opera priva di orientazione e scala grafica. Nella tavola sono fornite ulteriori indicazioni toponomastiche. Acquaforte e bulino in ottime condizioni. Opera rara. Altra bib … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 20:15:11
Matteo FLORIMI (1581-1613)
1600. Rarissima e splendida veduta a volo d'uccello della città di Mantova, firmata in lastra in basso a destra. Nel cartiglio, in bassa a sinistra, l'autore fornisce notizie storiche dalla fondazione della città fino alla signoria dei Gonzaga. Incisione in rame, per il resto in ottime condizioni. In alto al centro, sotto il bordo superiore, è inciso il titolo: MANTOVA. Nel cartiglio in basso a sinistra troviamo una breve descrizione storico-geografica: MANTOVA città della Lombardia Traspadana, è edificata da Manto e da Ocno, di Tiberio, e di Tinsia Tebani: In[n]ansi à l'incendio Troiano anni LX et a Roma edificata anni DCLXX ed alla nativita di Cristo, anni MCLXXXII situata in mezzo a le paludi create dal fiume Mincio, e perciò è fortissima di sito. È stata sotto l'dominio de Toscani, de Galli, de Romani, de Goti, de Longobardi, del Imperio, di Republica, del Conte Tedaldo, Canosano, donatali da Ottone secondo: del C. Bonifatio, della Contessa Beatrice, della Contesse Matilde, di Enrico terzo Imp. havendola tolta ala C. Matilde: di libera Republ. e di nuovo, della Contessa Matilde, essendo per assedio levata delle mani della libertà nel anno MCXIIII. Venne dipoi sotto la potesta dell'Imperio: fu occupata da Sordello Visconti.... primo prencipe di Mantova: nel an[n]o MCCCXXXII. fu governata la sua Republica da dieci Principi, nel qual tempo da Sigismondo Imperatore fu data per Marchesato à Giova[n] Francesco Gonzaga. Nell'angolo inferiore destro si trova l'imprint editoriale: Matteo Florimi for. In Siena. Tavola priva di orientazione e scala grafica. Acquaforte e bulino, di … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 17:44:10
1600. Grande volume in pergamena con piatti in pelle di scrofa.Edizione Seicentesca dell'erbario figurato di Mattioli, stampata a Francoforte con testo tedesco in caratteri gotici.Frontespizio figurato con titoli in due colori in cornice.Curata da Gioacchino Camerario (dotto e letterato del Cinquecento). Con numerose incisioni nel testo.Vol. In-Folio, mm. 380x255, cc. [X]-460-[27]. Legatura antica in piena pergamenacon inserti in pelle di scrofa ai piatti, conservati da legatura originale coeva. Con frontespizio in due colori, figurato. Testo in tedesco, in caratteri gotici,con vari capilettera figurati e numerose incisioni intercalate nel testo.Marca tipografica all'ultima carta, con divinità che cavalca un cervo alato.In ottimo stato, con alcune carte mancanti [2 all'indice, Mmmm6+Nnnn],restauro con piccole perdite di testo al frontespizio e ultima carta,lievi tracce del tempo e lievi aloni, minime tracce d'uso. Kreutterbuch dess hochgelehrten und weitberühmbten Herrn D. Petri Andreae Matthioli, Jetzt widerumb mit vielen schönen newen Figuren auch nützlichen Artzeneyen und andern guten Stücken zum vierdten mal ... gemehret und verfertiget durch Joachimum Camerarium, ... Gedruckt zu Franckfurt am Mayn M.D.C. Grande volume in pergamena con piatti in pelle di scrofa. Edizione Seicentesca dell'erbario figurato di Mattioli, stampata a Francoforte con testo tedesco in caratteri gotici. Frontespizio figurato con titoli in due colori in cornice. Curata da Gioacchino Camerario (dotto e letterato del Cinquecento). Con numerose incisioni nel testo. Vol. In-Folio, mm. 380x255, cc. [X … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Calligrammes (it.calligrammes) [Roma, IT]
2020-01-16 08:02:34
Mattheus QUAD (Deventer 1557 - Colonia 1613)
1600. Interessante mappa delle regioni polari artiche, basata su quella del Mercator del 1595. Il Polo Nord è mostrato come grande roccia circondata da quattro isole separate da fiumi. Il nord magnetico è rappresentato come una roccia isolata separata appena fuori dalla massa polare. Nell'America del Nord è riportato un riferimento alla California (California regio, sola fama Hispanis nota), curiosamente indicata a nord di El stretto de Anian. La mappa mostra i tentativi di Frobisher e Davis di individuare i passaggi settentrionali per Asia. La mappa è incorniciata da un disegno floreale con quattro cerchi posti uno in ogni angolo che contengono il titolo, le Isole Fær Øer, le Isole Shetland e la mitica isola della Frislanda. Important early map of the North Polar regions, based upon Mercator's map of 1595. The North Pole is shown according to legend as a large rock in a giant whirlpool and surrounded by four islands that are separated by rivers. The magnetic north is depicted as a separate island rock just outside the polar mass. In North America is an very early reference to California (California regio, sola fama Hispanis nota), curiously shown north of the El streto de Anian. The map depicts the attempts of Frobisher and Davis to locate the northern passages to Asia. The map image is surrounded by a floral design with four roundels in each corner. These contain the title, the Faeroe Isles, the Shetland Isles, and the mythical island of Frisland. Burden, P.D. 134; Meurer, P.H. (Cologne) Qua 79
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 06:19:39
Mattheus QUAD (Deventer 1557 - Colonia 1613)
1600. "Bella e rara carta, tratta dall'opera di M. Quad ""Fasciculus Geographicus Complectens Praeciparum Totius orbis Regionum tabulas circiter centum. una cum earundum Enarrationibus"" edito a Colonia da J. Bussemacher, nel 1608. Incisione su rame, lieve e uniforme brunitura,grinze lungo la piega centrale, nel complesso in buono stato di conservazione. Testo latino al verso." "Rare map of Corsica, engraved by Mattheus Quad; from ""Fasciculus Geographicus Complectens Praeciparum Totius orbis Regionum tabulas circiter centum. una cum earundum Enarrationibus"" Cologne, J. Bussemacher, 1608. Copper engraving, browned, creasing to centerfold, otherwise in good condition. Verso text: Latin." F. Cervoni, "Image de la Corse", 16
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 04:40:16
Mattheus QUAD (Deventer 1557 - Colonia 1613)
1600. "Rara ed affascinante carta dell'Asia. Matthaus Quad era un cartografo tedesco risiedente a Colonia, città che, all'epoca, era il punto nevralgico della cartografia tedesca. Questa carta, presa da dal suo ""Fascilus Geographicus"", è stata stampata da Johannes Bussemacher." Scarce early map of the Asia from Quad's Atlas Geographische Handbuch, published by Johann Bussemacher. Quad's map is a marvelous amalgam of early cartographic information and mis-inforamtion. The Korean peninsula does not appear. Japan is shaped in a very curious C shape. The Philippines is oddly misconfigured and much of SE Asia is mishaped or conjectural. Rich dark impression and full color, with wide margins.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 04:02:09
1600. Condition: Buone condizioni. Adriaen Collaert, Maarten De Vos : Vita Iohannis Baptistae 14 Kupferstiche ~1600 La descrizione di questo articolo è stata tradotta automaticamente. Se hai dubbi o domande, ti invitiamo a contattarci. Adriaen Collaert, Maarten de Vos: Vita Iohannis Baptistae 14 incisioni su rame ~ 1600 Adriaen Collaert, Maarten de Vos: Vita Iohannis Baptistae 14 incisioni su rame ~ 1600 Quattordici fogli della serie 'Vita S. Iohannis Baptistae. Rdo. admonum Viro D. Iohanni del Rio Archidia = cono et Officiali Antuerp. Adr. Collaert DD \ '. Numerato, da 1 a 16, purtroppo no. 5 e 8. Ciascuno circa 10 \ '14cm. Primo foglio firmato sul piatto In caso di domande, si prega di contattare il nostro team al numero di telefono o all'indirizzo e-mail di seguito. Peso: 0 gr Altezza: 0 mm Larghezza: 0 mm Lunghezza: 0 mm Prezzi in euro Zona 1 Zona 2 Zona 3 Zona 4 Zona 5 Zona 6 fino a 5 kg 22 22 30 38 45 50 fino a 10 kg 28 28 39 48 60 72 fino a 20 kg 42 42 60 70 90 110 fino a 30 kg 50 50 80 86 120 140 Zona 1 Belgio, Danimarca, Francia, Liechtenstein, Lussemburgo, Monaco, Paesi Bassi, Austria, Polonia, Repubblica Ceca Zona 2 Gran Bretagna, Italia, Svezia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Ungheria Zona 3 Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Estonia, Finlandia, Grecia, Islanda, Croazia, Lettonia, Lituania, Malta, Norvegia, Portogallo, Romania, Svizzera, Serbia, Ucraina, Cipro Zona 4 Israele, Federazione Russa, Turchia Zona 5 Cina, India, Giappone, Canada, Messico, Corea del Sud, Taiwan, USA Zona 6 Argentina, Australia, Bolivia, Brasile, Cile, Nuova Zelanda, Sudafrica alim … [Click Below for Full Description]
Bookseller: vintage13 Deutschland (vintage13-de) [Untersiemau, DE]
2020-01-15 22:53:26
Raphael SADELER I (Anversa 1560 circa - Venezia 1628 circa)
Bulino, 1600 circa, firmato in basso a sinistra "Raphael Sadeler Fec: Mart. de vos i.". In basso, quattro versi latini su due colonne: Caesaris hic iussu reparabat Ariminum: at inter/ Has operas Christi iura, MARINE, dabas. / Inde hostem metuens fidei successit Eremo;/ Nunc summo artifici ponere templa parat". Da un soggetto di Martin De Vos. Buon esemplare, impresso su un foglio carta vergata coeva applicato su un supporto cartaceo del XIX sec. (dim. 268 x 220 mm.), lieve e uniforme brunitura, sporadiche fioriture, nel complesso in buono stato di conservazione. La tavola, raffigura S. Marino che con uno scalpello e un martello lavora all'edificazione della chiesa di Rimini. Sulla destra, all'interno di una piccola grotta, pochi oggetti simbolo della vita frugale ed eremitica del santo. Sullo sfondo, la città di Rimini e il monte Titano con S. Marino. La tavola del Sadeler è la seconda della serie "Oraculum Anachoreticum", che consiste di 28 rami raffiguranti eremiti, tutti disegnati dal De Vos e incisi dai fratelli Jan e Raphael Sadeler a Venezia tra il 1575 e il 1600, per essere presentate a papa Clemente VIII, cui l'opera è dedicata, nell'estate del 1600, quando i Sadeler si recarono a Roma in occasione dell'anno giubilare. Engraving, 1600 circa, inscribed and signed at lower left, in the image: Cum privil. Sum Pontific. et S. C. M/ Raphael Sadeler Fec: Mart. de vos i". Below the image, four Latin verses: Caesaris hic iussu reparabat Ariminum: at inter/ Has operas Christi iura, MARINE, dabas. / Inde hostem metuens fidei successit Eremo;/ Nunc summo artifici ponere templa … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 19:47:16
Jaen Petersz SAENREDAM (Zaandam 1565 - Assendelft 1607)
"Bulino, 1600 circa, firmato in lastra in basso al centro. Da un disegno di Cornelis Ketel. Esemplare del terzo stato di quattro, prima che l'indirizzo di Laurentius. Bellissima prova, stampata su carta vergata coeva, rifilata al rame o con piccoli margini, due lievi pieghe di carta orizzontali, per il resto in ottimo stato di conservazione. Questo superba e monumentale opera, ricca di dettagli allegorici, già suscitò molto interesse negli artisti contemporanei di Saenredam, confermando la sua posizione come una delle più importanti personalità artistiche nella cerchia di Goltius. Nella sua biografia di Cornelis Ketel, per esempio, Carel van Mander ha dedicato una descrizione completa di questa stampa, riferendosi ad essa come ""Deughtspiegel"", lo specchio della Virtù. Il titolo latino impresso nella stampa - Naturae seguitur semina quisque suae -può essere tradotto come: ""Ognuno segue il seme della propria natura"". Un'interpretazione dettagliata di questa immagine, accademicamente e iconograficamente complessa, sarebbe troppo ambiziosa nel contesto di una breve voce di catalogo, ma è comunque possibile affrontare il tema di fondo dell'immagine. Una personificazione della Beneficentia è posta al centro della composizione, affiancato dalla Gratitudine e dalla Ingratitudine. Le iscrizioni che accompagnano forniscono ulteriori indizi per il programma iconografico qui rappresentato: due serpenti, che si mordono con rabbia uno con l'altro, sono avvolti attorno alla gamba destra della personificazione maschile dell'Ingratitudine, mentre il ginocchio sinistro poggia su un tesch … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 19:03:04
Mattheus QUAD (Deventer 1557 - Colonia 1613)
1600. Una delle prime mappe disponibili del continente sudamericano, incisa a Colonia da Johann Bussemacher per Quad. La mappa è preceduta da quelle di Forlani e De Jode ed è una delle poche dettagliate del continente del Sud America, pubblicata prima del 1600. Sono presenti mostri marini e navi a vela ed è mostrato lo stretto di Magellano, con un grande continente sconosciuto a sud. La nave di Magellano è disegnata nell'Oceano Pacifico. Sono inserite alcune interessanti annotazioni in latino. One of the earliest obtainable maps of the South American Continent, engraved in Cologne by Johann Bussemacher for Quad. The map is preceded by the maps of Forlani and De Jode and is one of only a few separate maps of the continent of South America published prior to 1600. Embellished with sea monsters and sailing ships, a narrow Strait of Magellan is shown, with a large unknown southern continent. Magellan's ship is illustrated in the Pacific. Several interesting annotations are shown in Latin.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 17:49:25
1600. Rara raccolta di 14 tavole incise a bulino edite da Orazio Pacifico raffiguranti ritratti degli Imperatori romani Rare collection of 14 engravings published by Orazio Pacifico representin portraits on roman Emperors Editore Orazio Pacifico o Pacifici (Roma? 1580 ca-Roma1637) Tecnica/Tecnique incisione a bulino originale original engraving Periodo/Period Prima metà del XVII secolo First half of XVII century Condizioni/Condition ottime a parte poche fioriture ai margini very nice apart few foxing on edges Dimensioni immagine/picture cm 19 per 15 ca. il foglio/leaf cm 27 per 19 ca. Si tratta di incisioni originali del XVII sec. non di una riproduzione moderna o fotoincisione, l'opera sarà accompagnata da CERTIFICATO DI AUTENTICITA' e ricevuta fiscale. These are original engraving by XVII century not a modern copy or photo, it comes with DECLARATION OF ORIGINALITY and bill. Per informazioni alfio.mazza@libero.it tel 333 9467027.
Bookseller: antisantangelo (commandoalfio) [Roma, RM, IT]
2020-01-15 17:02:18
Matteo FLORIMI (1581-1613)
1600. Splendida veduta a volo d'uccello della città, edita a Siena nei primi anni del XVII secolo. La pianta contiene una leggenda con 167 toponimi. Allievo di Antonio Lafrery e Claudio Duchetti, il Florimi si trasferisce a Siena dove inizia la sua fiorente attività di editore fino al 1612. Per le caratteristiche peculiari delle opere del Florimi e per la loro rarità, queste vengono classificate tra le carte di scuola lafreriana. Incisione in rame, in ottime condizioni. Bibliografia: Tooley Dictionary p. 216. Dimensioni 455x370. Beautiful bird's eye-view of the city, published in Siena at the beginning of the XVII century. The plan contains a 167-items legend of toponimics. Florimi was a scholar of Antonio Lafrery and Claudio Buchetti; he moved to Siena where he starter his own business as publisher until 1612. Due to the pecular characteristics of these works, and to the fact that they are quite rare, Florimi's production is lassified as part of the school of Lafrery. Copper engraving, with uncommon wide margins, in excellent condition. Tooley Dictionary p. 216. Dimensioni 455x370
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 13:17:03
1600. Edizione del Corpus Iuris Canonici seguita da commentari, in cinque tomi. CORPUS IURIS CANONICI EMENDATUM ET NOTIS ILLUSTRATUM. Apud Iuntas Venezia 1600. 1-2) Decretum Gratiani : Emendatum et Notationibus Illustratum una Cum Glossis : Gregorii XIII Pont. Max. Iussu Editum + Indicibus Variis et Novis, et Appendice Pauli Lancelotti Perusini Adauctum + Canones Poenitentiales + F. Martinum, Margarita Decreti seu Tabula Martininana + Augustini Caravitae, Additiones Super Decreto. 3) Decretales (Liber Extra) D. Gregorii Papae IX : Suae Integritati una Cum Glossis Restitutae. 4) Liber Sextus Decretalium D. Bonifacii Papae VIII...hac omnia cum suis glossis suae integritati restituta + Clementis Papae V Constitutiones...suae integritati una cum glossis restituta + Extravagantes tum viginti D. Ioannis Papae XXII..nec praetermissa glossarum utili explicatione. 5) Novum sextum volumen in quo haec sequentia extant : Thesaurus Accursianus, dictiones et sententias iuris selectiores ab Accursio explicatas continens ; Remissiones seu indices capitum iuris difficiliorum quae hincinde tumultuarie veteribus, & neotericis iuris interpretibus exposita,lectorem anthehac fugiebant ; Epistola denique Dionysii Gothofredi + Petri Brossei, Index antiqua et novae legum + Remissiones in codicem + Ioanne Hennequino, Notarum ad Accursium libri miscellanei. 5 tomi in-4 grande (cm 17,5 x 24,5), legati in piena pergamena coeva con dorso calligrafato. Testo a due colonne incorniciato dalle glosse; nell'indice a tre colonne. Alcune tavole xilografiche, capilettera intagliati e testatine. I frontespizi de … [Click Below for Full Description]
Bookseller: giadesperia (giadab2007) [Busso, IT]
2020-01-14 14:23:22
Giovanni MAGGI (1566-1618)
1600. Acquaforte e bulino, due fogli uniti per una misura complessiva di mm 430x810. Magnifico esemplare della rarissima pianta di Pavia di Ludovico Corte (Bifolco-Ronca p. 2294, descrive solo 5 esemplari nelle raccolte pubbliche). Lievi restauri, perfettamente eseguiti, lungo le pieghe di carta, per il resto in ottimo stato di conservazione. Nella parte superiore del cartiglio in alto a destra, sotto al mascherone centrale, e incisa la data: M.D.IC. NON. CAL. MARTII. Più in basso, al centro del cartiglio, si trova il titolo: ANTIQUISSIMAE AC CELEBERRIMAE REGIAEQ[UE] PAPIAE ICON. In basso a sinistra la firma dell'incisore della lastra: IOANNES MAIUS ROMANUS INCIDEBAT A. D. MDC. Lungo il margine inferiore e inserita una legenda numerica di 120 rimandi a luoghi e monumenti notabili, distribuita su quattordici colonne. Segue, nell'ultimo riquadro di destra, la dedica: Ludovicus Curtius I. Dominico Achillio S.D. En vir erudite Inclye Civitis Papi oem delineationem tuo hortatu et auxilio post mulytos labores et vigilias a me perfectam aequo animo tibi dicatam accipe quae industria n[ost]ra si benignis spectantiu[m] oculis non erit ingrata, quod reliquim est nempe totius. Agri Papiensi descriptionem, quam tu in manibus habes, maturis abste Edendam accelerabit. vale. MDIC. Orientazione nei quattro lati al centro con il nome dei punti cardinali: SEPTENTRIO, MERIDIES, OCCIDENS, ORIENS, il nord e in alto. Pianta prospettica in proiezione obliqua, incisa da Giovanni Maggi nel 1600 su disegno di Ludovico Corte realizzato nel 1599. L'opera e dedicata dal Corte a Domenico Achillio, illus … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-14 09:41:08
Jaen Petersz SAENREDAM (Zaandam 1565 - Assendelft 1607)
"Bulino, 1600 circa, firmato in lastra in basso al centro. Da un disegno di Cornelis Ketel. Esemplare del terzo stato di quattro, prima che l'indirizzo di Laurentius. Bellissima prova, stampata su carta vergata coeva, rifilata al rame o con piccoli margini, due lievi pieghe di carta orizzontali, per il resto in ottimo stato di conservazione. Questo superba e monumentale opera, ricca di dettagli allegorici, già suscitò molto interesse negli artisti contemporanei di Saenredam, confermando la sua posizione come una delle più importanti personalità artistiche nella cerchia di Goltius. Nella sua biografia di Cornelis Ketel, per esempio, Carel van Mander ha dedicato una descrizione completa di questa stampa, riferendosi ad essa come ""Deughtspiegel"", lo specchio della Virtù. Il titolo latino impresso nella stampa - Naturae seguitur semina quisque suae -può essere tradotto come: ""Ognuno segue il seme della propria natura"". Un'interpretazione dettagliata di questa immagine, accademicamente e iconograficamente complessa, sarebbe troppo ambiziosa nel contesto di una breve voce di catalogo, ma è comunque possibile affrontare il tema di fondo dell'immagine. Una personificazione della Beneficentia è posta al centro della composizione, affiancato dalla Gratitudine e dalla Ingratitudine. Le iscrizioni che accompagnano forniscono ulteriori indizi per il programma iconografico qui rappresentato: due serpenti, che si mordono con rabbia uno con l'altro, sono avvolti attorno alla gamba destra della personificazione maschile dell'Ingratitudine, mentre il ginocchio sinistro poggia su un tesch … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-14 07:15:04
Mattheus QUAD (Deventer 1557 - Colonia 1613)
1600. "Bella e rara carta, tratta dall'opera di M. Quad ""Fasciculus Geographicus Complectens Praeciparum Totius orbis Regionum tabulas circiter centum. una cum earundum Enarrationibus"" edito a Colonia da J. Bussemacher, nel 1608. Incisione su rame, lieve e uniforme brunitura,grinze lungo la piega centrale, nel complesso in buono stato di conservazione. Testo latino al verso." "Rare map of Corsica, engraved by Mattheus Quad; from ""Fasciculus Geographicus Complectens Praeciparum Totius orbis Regionum tabulas circiter centum. una cum earundum Enarrationibus"" Cologne, J. Bussemacher, 1608. Copper engraving, browned, creasing to centerfold, otherwise in good condition. Verso text: Latin." F. Cervoni, "Image de la Corse", 16
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-12 17:14:11
Celia romana (ma Girolamo Parabosco)
appresso Fabritio Zanetti, 1600. 8vo (cm. 15), VIII-80 pp. Legatura antica in vitellino biondo con fregi oro al ds. e ai piatti. Tagli colorati. Una scritta (il cognome di un precedente possessore) impressa in oro al piatto anteriore. Tracce di usura ai margini, alcune pagine con bruniture e frontis. parzialmente staccato, ma, nel complesso, buon esemplare. L'Autore è in realtà Girolamo Parabosco, come indica Adams (I, p. 260 e II, dal n. 248, ma in edizioni precedenti). Raro.
Bookseller: Libreria Antiquaria Ex Libris s.r.l. [Italy]
2020-01-12 15:44:10
Matteo FLORIMI (1581-1613)
1600. "Pianta prospettica della città edita a Siena da Matteo Florimi. Descrizione tratta da Bifolco-Ronca, ""Cartografia e topografia italiana del XVI secolo. Catalogo ragionato delle opere a stampa"" (pubblicazione prevista per febbraio 2018). Titolo & iscrizioni In alto il titolo SENA VETUS CIVITAS VIRGINIS. In basso a sinistra l'imprint editoriale Matteo flor. for. Lungo il margine inferiore, legenda numerica di 119 rimandi a luoghi e monumenti notabili, distribuita su diciassette colonne. Carta priva di orientazione e scala grafica. Acquaforte e bulino mm 380x512. Notizie storico critiche Pianta assonometrica della città, derivante dal modello disegnato da Francesco Vanni e pubblicato da Peter de Jode nel 1597. Il foglio edito da Matteo Florimi ripropone, in forma semplificata e più approssimativa nel segno, l'immagine Vanni-De Jode, di cui riutilizza anche il titolo. Nella legenda, ai riferimenti toponomastici direttamente derivati dal modello, aggiunge anche le porte, che nella prima erano indicate direttamente sulla città. Dati i rapporti di collaborazione esistenti tra Florimi e i due autori della pianta grande, è possibile che la data di edizione delle due sia abbastanza ravvicinata. Sempre nel 1597 Florimi pubblica le lastre sulla vita di Santa Caterina, incise dal De Jode su disegno del Vanni. E' probabile quindi che la pianta di Siena preceda cronologicamente, seppur di poco, le altre piante di città pubblicate dallo stesso Florimi, databili tra la fine del XVI e gli inizi del XVII secolo. Stati & edizioni: non sono note ristampe, tuttavia alcuni esemplari dell … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     564 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2020 viaLibri™ Limited. All rights reserved.