The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1600
2020-01-17 16:26:04
Giovanni Antonio MAGINI (1555 - 1617)
1600. "ESEMPLARE IN COLORITURA COEVA. Carta geografica tratta da ""L'Italia"" a cura di Fabio Magini, edito a Bologna tra il 1620 ed il 1640. La carta si estende dal Golfo di Venezia a Milano e, a nord, al Distretto dei Laghi e alle Alpi. Cartiglio decorativo molto elaborato. La carta dello Stato veneto in generale rappresenta l'insieme delle nozioni raccolte per tutte le altre tredici carte dei territori che componevano lo stato, ad eccezione del territorio di Trento. Dal punto di vista del riliievo cartografico, l'opera presenta diverse analogie con quella realizzata dal Mercator nel 1589. Le carte del Magini in coloritura coeva sono assolutamente rarissime." "Map from ""Italy"" by Fabio Magini, published in Bologna between 1620 and 1640. Fine example of Magini's regional map of Italy, extending from the Gulf of Venice to Milan and North to the Lake District and the Alps. Fine elaborate detailed cartouche."
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-17 16:26:03
Matteo FLORIMI (1581-1613)
Acquaforte e bulino, circa 1600. Buona prova, impressa su carta vergata coeva, con margini, leggere ossidazioni, restauro nella parte inferiore perfettamente eseguito, nel complesso in buono stato di conservazione. La carta deriva dalla mappa di Gerard Mercator. Il Florimi, allievo di Antonio Lafrery e Claudio Duchetti, si trasferisce a Siena dove inizia la sua fiorente attività di editore fino al 1612. Per le caratteristiche peculiari delle opere del Florimi e per la loro rarità, queste vengono classificate tra le carte di scuola lafreriana. Molto rara. Etching and engraving, circa 1600. Good impression, printed on contemporary laid paper, with margins, light oxidation, restoration at the bottom perfectly executed, overall in good condition. The map stems from the map by Gerard Mercator. TFlorimi, a pupil of Antonio Lafrery & Claudio Duchetti, moved to Siena, where he began his burgeoning work as an editor until 1612. Due to the nature of the works of Florimi and for their rarity, these cards are classified as school lafreriana. Very rare.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-17 12:46:51
Vespasiano STRADA (Roma 1582 - 1622)
Acquaforte, 1600-1620 circa, priva di dati editoriali. Magnifica prova, ricca di toni, impressa su carta vergata coeva, completa oltre la linea del margine, lievissima abrasione al verso dell'angolo superiore sinistro, per il resto in eccellente stato di conservazione. Barstch sostiene che il disegno è da attribuirsi a Strada, ma non necessariamente anche l'incisione, tesi sulla quale non concordiamo, essendo l'incisione stilisticamente nello stile dello Strada. Opera molto rara. Etching, 1600-1620 circa, unlettered. A very good impression, printed on contemporary laid paper, trimmed to the platemark, small repairs at the upper left corner, generally very good condition. Bartsch comments that the design is certainly Strada's, but not necessarily the etching. However it seems that there can be no doubt about the authorship of this work, ascribed to Strada's. A very rare work. Bartsch XVII.308.13
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-17 12:46:51
1600. Autore Philips Galle (Haarlem 1537-Antwerp 1612) Titolo.
Bookseller: antisantangelo (commandoalfio) [Roma, RM, IT]
2020-01-17 08:05:09
Matteo FLORIMI (1581-1613)
Acquaforte e bulino, circa 1600. Buona prova, impressa su carta vergata coeva, con margini, leggere ossidazioni, nel complesso in buono stato di conservazione. La carta deriva dalla mappa di Gerard Mercator. Il Florimi, allievo di Antonio Lafrery e Claudio Duchetti, si trasferisce a Siena dove inizia la sua fiorente attività di editore fino al 1612. Per le caratteristiche peculiari delle opere del Florimi e per la loro rarità, queste vengono classificate tra le carte di scuola lafreriana. Molto rara. Etching and engraving, circa 1600. Good impression, printed on contemporary laid paper, with margins, light oxidation, overall in good condition. The map derived from the map by Gerard Mercator. Florimi, a pupil of Antonio Lafrery & Claudio Duchetti, moved to Siena, where he began his burgeoning work as an editor until 1612. Due to the nature of the works of Florimi and for their rarity, these cards are classified as school lafreriana. Very rare. Tibor, S. Descriptio Hungariae, 88. Szantai,L. Atlas Hungaricus, Florimi 1, vol.1, p.184.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 21:37:31
1600. Condition: Accettabile. Libro religioso raro, forse 17° secolo. Horologion libro delle preghiere. Provenienza monastero Russo. Lingua slava A rare religious book, perhaps 17th century. Horologion prayer book. Provenance of Russian monastery. Slavic language.
Bookseller: dangeroses [mogliano veneto, IT]
2020-01-16 20:16:02
Matteo FLORIMI
Siena, 1600. La pianta assonometrica di Padova di Giuseppe Viola Zanini sarà il prototipo di riferimento per il disegno della città fino a quella di Giovanni Valle del 1784. Pubblicata da Matteo Florimi alla fine del secolo XVI, è la prima pianta a restituire un’immagine attendibile della città e delle sue mura fortificate; mostra bene la consistenza urbana anche se probabilmente "consegnata in termini di aggregazioni verosimili piuttosto che a seguito di operazioni di rilevamento" (Hopknis). Sono rappresentati gli edifici più importanti quali il palazzo della Ragione, Castelvecchio, la cappella dell’Arena e il Santo, oltre all’Orto botanico e alle principali strade che da Padova conducevano a Venezia, Piove di Sacco, Conselve e Monselice. Riedita nel 1658, la veduta prospettica del Viola conoscerà un numero consistente di repliche costantemente aggiornate, dalla Patavium nobilissima pubblicata nel sesto volume del Civitates Orbis Terrarum (1618) fino a quelle settecentesche, tra cui quella del De Wit (1729). Non sono note ristampe, tuttavia alcuni esemplari della mappa, di tiratura più tarda, possono essere attribuiti ai torchi dell’editore senese Pietro Petrucci, che acquisì gran parte delle lastre del Florimi. Sotto al bordo superiore, a caratteri molto grandi, è inciso il titolo: PADOA. Lungo il margine inferiore, legenda numerica di 156 rimandi a luoghi e monumenti notabili, distribuita su tredici colonne. Opera priva di orientazione e scala grafica. Nella tavola sono fornite ulteriori indicazioni toponomastiche. Acquaforte e bulino in ottime condizioni. Opera rara. Al … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2020-01-16 20:15:11
Matteo FLORIMI
Siena, 1600. Rarissima e splendida veduta a volo d'uccello della città di Mantova, firmata in lastra in basso a destra. Nel cartiglio, in bassa a sinistra, l'autore fornisce notizie storiche dalla fondazione della città fino alla signoria dei Gonzaga. Incisione in rame, per il resto in ottime condizioni. In alto al centro, sotto il bordo superiore, è inciso il titolo: MANTOVA. Nel cartiglio in basso a sinistra troviamo una breve descrizione storico-geografica: MANTOVA città della Lombardia Traspadana, è edificata da Manto e da Ocno, di Tiberio, e di Tinsia Tebani: In[n]ansi à l’incendio Troiano anni LX et a Roma edificata anni DCLXX ed alla nativita di Cristo, anni MCLXXXII situata in mezzo a le paludi create dal fiume Mincio, e perciò è fortissima di sito. È stata sotto l’dominio de Toscani, de Galli, de Romani, de Goti, de Longobardi, del Imperio, di Republica, del Conte Tedaldo, Canosano, donatali da Ottone secondo: del C. Bonifatio, della Contessa Beatrice, della Contesse Matilde, di Enrico terzo Imp. havendola tolta ala C. Matilde: di libera Republ. e di nuovo, della Contessa Matilde, essendo per assedio levata delle mani della libertà nel anno MCXIIII. Venne dipoi sotto la potesta dell’Imperio: fu occupata da Sordello Visconti . primo prencipe di Mantova: nel an[n]o MCCCXXXII. fu governata la sua Republica da dieci Principi, nel qual tempo da Sigismondo Imperatore fu data per Marchesato à Giova[n] Francesco Gonzaga. Nell’angolo inferiore destro si trova l’imprint editoriale: Matteo Florimi for. In Siena. Tavola priva di orientazione e scala grafica. Acquaforte e bulin … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2020-01-16 17:44:10
1600. Grande volume in pergamena con piatti in pelle di scrofa.Edizione Seicentesca dell'erbario figurato di Mattioli, stampata a Francoforte con testo tedesco in caratteri gotici.Frontespizio figurato con titoli in due colori in cornice.Curata da Gioacchino Camerario (dotto e letterato del Cinquecento). Con numerose incisioni nel testo.Vol. In-Folio, mm. 380x255, cc. [X]-460-[27]. Legatura antica in piena pergamenacon inserti in pelle di scrofa ai piatti, conservati da legatura originale coeva. Con frontespizio in due colori, figurato. Testo in tedesco, in caratteri gotici,con vari capilettera figurati e numerose incisioni intercalate nel testo.Marca tipografica all'ultima carta, con divinità che cavalca un cervo alato.In ottimo stato, con alcune carte mancanti [2 all'indice, Mmmm6+Nnnn],restauro con piccole perdite di testo al frontespizio e ultima carta,lievi tracce del tempo e lievi aloni, minime tracce d'uso. Kreutterbuch dess hochgelehrten und weitberühmbten Herrn D. Petri Andreae Matthioli, Jetzt widerumb mit vielen schönen newen Figuren auch nützlichen Artzeneyen und andern guten Stücken zum vierdten mal ... gemehret und verfertiget durch Joachimum Camerarium, ... Gedruckt zu Franckfurt am Mayn M.D.C. Grande volume in pergamena con piatti in pelle di scrofa. Edizione Seicentesca dell'erbario figurato di Mattioli, stampata a Francoforte con testo tedesco in caratteri gotici. Frontespizio figurato con titoli in due colori in cornice. Curata da Gioacchino Camerario (dotto e letterato del Cinquecento). Con numerose incisioni nel testo. Vol. In-Folio, mm. 380x255, cc. [X … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Calligrammes (it.calligrammes) [Roma, IT]
2020-01-16 08:02:34
Mattheus QUAD (Deventer 1557 - Colonia 1613)
1600. Interessante mappa delle regioni polari artiche, basata su quella del Mercator del 1595. Il Polo Nord è mostrato come grande roccia circondata da quattro isole separate da fiumi. Il nord magnetico è rappresentato come una roccia isolata separata appena fuori dalla massa polare. Nell'America del Nord è riportato un riferimento alla California (California regio, sola fama Hispanis nota), curiosamente indicata a nord di El stretto de Anian. La mappa mostra i tentativi di Frobisher e Davis di individuare i passaggi settentrionali per Asia. La mappa è incorniciata da un disegno floreale con quattro cerchi posti uno in ogni angolo che contengono il titolo, le Isole Fær Øer, le Isole Shetland e la mitica isola della Frislanda. Important early map of the North Polar regions, based upon Mercator's map of 1595. The North Pole is shown according to legend as a large rock in a giant whirlpool and surrounded by four islands that are separated by rivers. The magnetic north is depicted as a separate island rock just outside the polar mass. In North America is an very early reference to California (California regio, sola fama Hispanis nota), curiously shown north of the El streto de Anian. The map depicts the attempts of Frobisher and Davis to locate the northern passages to Asia. The map image is surrounded by a floral design with four roundels in each corner. These contain the title, the Faeroe Isles, the Shetland Isles, and the mythical island of Frisland. Burden, P.D. 134; Meurer, P.H. (Cologne) Qua 79
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 06:19:39
Mattheus QUAD (Deventer 1557 - Colonia 1613)
1600. "Bella e rara carta, tratta dall'opera di M. Quad ""Fasciculus Geographicus Complectens Praeciparum Totius orbis Regionum tabulas circiter centum. una cum earundum Enarrationibus"" edito a Colonia da J. Bussemacher, nel 1608. Incisione su rame, lieve e uniforme brunitura,grinze lungo la piega centrale, nel complesso in buono stato di conservazione. Testo latino al verso." "Rare map of Corsica, engraved by Mattheus Quad; from ""Fasciculus Geographicus Complectens Praeciparum Totius orbis Regionum tabulas circiter centum. una cum earundum Enarrationibus"" Cologne, J. Bussemacher, 1608. Copper engraving, browned, creasing to centerfold, otherwise in good condition. Verso text: Latin." F. Cervoni, "Image de la Corse", 16
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 04:40:16
Mattheus QUAD (Deventer 1557 - Colonia 1613)
1600. "Rara ed affascinante carta dell'Asia. Matthaus Quad era un cartografo tedesco risiedente a Colonia, città che, all'epoca, era il punto nevralgico della cartografia tedesca. Questa carta, presa da dal suo ""Fascilus Geographicus"", è stata stampata da Johannes Bussemacher." Scarce early map of the Asia from Quad's Atlas Geographische Handbuch, published by Johann Bussemacher. Quad's map is a marvelous amalgam of early cartographic information and mis-inforamtion. The Korean peninsula does not appear. Japan is shaped in a very curious C shape. The Philippines is oddly misconfigured and much of SE Asia is mishaped or conjectural. Rich dark impression and full color, with wide margins.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 04:02:09
1600. Condition: Buone condizioni. Adriaen Collaert, Maarten De Vos : Vita Iohannis Baptistae 14 Kupferstiche ~1600 La descrizione di questo articolo è stata tradotta automaticamente. Se hai dubbi o domande, ti invitiamo a contattarci. Adriaen Collaert, Maarten de Vos: incisioni di Vita Ioannis Baptistae 14 ~ 1600 Adriaen Collaert, Maarten de Vos: incisioni di Vita Ioannis Baptistae 14 ~ 1600 Quattordici fogli dalla serie \'Vita S. Ioannis Baptistae. RDO. admonum Viro D. Iohanni del Rio Archidia cono et Officiali Antuerp =. CdR Collaert dd \ Weekday '. Numerate da 1 a 16, n. manca purtroppo. 5 e 8 rispettivamente circa 10 14 cm. Primo piatto del foglio firmato Se avete domande, contattare il nostro team presso il seguente numero di telefono o E-mail indirizzo in connessione. Peso: 0 g Altezza: 0 mm Larghezza: 0 mm Lunghezza: 0 mm Prezzi in euro Zona 1 Zona 2 Zona 3 Zona 4 Zona 5 Zona 6 fino a 5 kg 22 22 30 38 45 50 fino a 10 kg 28 28 39 48 60 72 fino a 20kg 42 42 60 70 90 110 fino a 30kg 50 50 80 86 120 140 Zona 1 Belgio, Danimarca, Francia, Liechtenstein, Lussemburgo, Monaco, Paesi Bassi, Austria, Polonia, Repubblica Ceca Zona 2 Regno Unito, Italia, Svezia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Ungheria Zona 3 Bielorussia, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Estonia, Finlandia, Grecia, Islanda, Croazia, Lettonia, Lituania, Malta, Norvegia, Portogallo, Romania, Svizzera, Serbia, Ucraina, Cipro Zona 4 Israele, Federazione Russa, Turchia Zona 5 Cina, India, Giappone, Canada, Messico, Corea del sud, Taiwan, Stati Uniti d'America Zona 6 Argentina, Australia, Bolivia, Brasile, Cile, Nuova Zela … [Click Below for Full Description]
Bookseller: vintage13 Deutschland (vintage13-de) [Untersiemau, DE]
2020-01-15 22:53:26
Raphael SADELER I (Anversa 1560 circa - Venezia 1628 circa)
Bulino, 1600 circa, firmato in basso a sinistra "Raphael Sadeler Fec: Mart. de vos i.". In basso, quattro versi latini su due colonne: Caesaris hic iussu reparabat Ariminum: at inter/ Has operas Christi iura, MARINE, dabas. / Inde hostem metuens fidei successit Eremo;/ Nunc summo artifici ponere templa parat". Da un soggetto di Martin De Vos. Buon esemplare, impresso su un foglio carta vergata coeva applicato su un supporto cartaceo del XIX sec. (dim. 268 x 220 mm.), lieve e uniforme brunitura, sporadiche fioriture, nel complesso in buono stato di conservazione. La tavola, raffigura S. Marino che con uno scalpello e un martello lavora all'edificazione della chiesa di Rimini. Sulla destra, all'interno di una piccola grotta, pochi oggetti simbolo della vita frugale ed eremitica del santo. Sullo sfondo, la città di Rimini e il monte Titano con S. Marino. La tavola del Sadeler è la seconda della serie "Oraculum Anachoreticum", che consiste di 28 rami raffiguranti eremiti, tutti disegnati dal De Vos e incisi dai fratelli Jan e Raphael Sadeler a Venezia tra il 1575 e il 1600, per essere presentate a papa Clemente VIII, cui l'opera è dedicata, nell'estate del 1600, quando i Sadeler si recarono a Roma in occasione dell'anno giubilare. Engraving, 1600 circa, inscribed and signed at lower left, in the image: Cum privil. Sum Pontific. et S. C. M/ Raphael Sadeler Fec: Mart. de vos i". Below the image, four Latin verses: Caesaris hic iussu reparabat Ariminum: at inter/ Has operas Christi iura, MARINE, dabas. / Inde hostem metuens fidei successit Eremo;/ Nunc summo artifici ponere templa … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 19:47:16
Jaen Petersz SAENREDAM (Zaandam 1565 - Assendelft 1607)
"Bulino, 1600 circa, firmato in lastra in basso al centro. Da un disegno di Cornelis Ketel. Esemplare del terzo stato di quattro, prima che l'indirizzo di Laurentius. Bellissima prova, stampata su carta vergata coeva, rifilata al rame o con piccoli margini, due lievi pieghe di carta orizzontali, per il resto in ottimo stato di conservazione. Questo superba e monumentale opera, ricca di dettagli allegorici, già suscitò molto interesse negli artisti contemporanei di Saenredam, confermando la sua posizione come una delle più importanti personalità artistiche nella cerchia di Goltius. Nella sua biografia di Cornelis Ketel, per esempio, Carel van Mander ha dedicato una descrizione completa di questa stampa, riferendosi ad essa come ""Deughtspiegel"", lo specchio della Virtù. Il titolo latino impresso nella stampa - Naturae seguitur semina quisque suae -può essere tradotto come: ""Ognuno segue il seme della propria natura"". Un'interpretazione dettagliata di questa immagine, accademicamente e iconograficamente complessa, sarebbe troppo ambiziosa nel contesto di una breve voce di catalogo, ma è comunque possibile affrontare il tema di fondo dell'immagine. Una personificazione della Beneficentia è posta al centro della composizione, affiancato dalla Gratitudine e dalla Ingratitudine. Le iscrizioni che accompagnano forniscono ulteriori indizi per il programma iconografico qui rappresentato: due serpenti, che si mordono con rabbia uno con l'altro, sono avvolti attorno alla gamba destra della personificazione maschile dell'Ingratitudine, mentre il ginocchio sinistro poggia su un tesch … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 19:03:04
Mattheus QUAD (Deventer 1557 - Colonia 1613)
1600. Una delle prime mappe disponibili del continente sudamericano, incisa a Colonia da Johann Bussemacher per Quad. La mappa è preceduta da quelle di Forlani e De Jode ed è una delle poche dettagliate del continente del Sud America, pubblicata prima del 1600. Sono presenti mostri marini e navi a vela ed è mostrato lo stretto di Magellano, con un grande continente sconosciuto a sud. La nave di Magellano è disegnata nell'Oceano Pacifico. Sono inserite alcune interessanti annotazioni in latino. One of the earliest obtainable maps of the South American Continent, engraved in Cologne by Johann Bussemacher for Quad. The map is preceded by the maps of Forlani and De Jode and is one of only a few separate maps of the continent of South America published prior to 1600. Embellished with sea monsters and sailing ships, a narrow Strait of Magellan is shown, with a large unknown southern continent. Magellan's ship is illustrated in the Pacific. Several interesting annotations are shown in Latin.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 17:49:25
1600. Rara raccolta di 14 tavole incise a bulino edite da Orazio Pacifico raffiguranti ritratti degli Imperatori romani Rare collection of 14 engravings published by Orazio Pacifico representin portraits on roman Emperors Editore Orazio Pacifico o Pacifici (Roma? 1580 ca-Roma1637) Tecnica/Tecnique incisione a bulino originale original engraving Periodo/Period Prima metà del XVII secolo First half of XVII century Condizioni/Condition ottime a parte poche fioriture ai margini very nice apart few foxing on edges Dimensioni immagine/picture cm 19 per 15 ca. il foglio/leaf cm 27 per 19 ca. Si tratta di incisioni originali del XVII sec. non di una riproduzione moderna o fotoincisione, l'opera sarà accompagnata da CERTIFICATO DI AUTENTICITA' e ricevuta fiscale. These are original engraving by XVII century not a modern copy or photo, it comes with DECLARATION OF ORIGINALITY and bill. Per informazioni alfio.mazza@libero.it tel 333 9467027.
Bookseller: antisantangelo (commandoalfio) [Roma, RM, IT]
2020-01-15 17:02:18
Matteo FLORIMI (1581-1613)
1600. Splendida veduta a volo d'uccello della città, edita a Siena nei primi anni del XVII secolo. La pianta contiene una leggenda con 167 toponimi. Allievo di Antonio Lafrery e Claudio Duchetti, il Florimi si trasferisce a Siena dove inizia la sua fiorente attività di editore fino al 1612. Per le caratteristiche peculiari delle opere del Florimi e per la loro rarità, queste vengono classificate tra le carte di scuola lafreriana. Incisione in rame, in ottime condizioni. Bibliografia: Tooley Dictionary p. 216. Dimensioni 455x370. Beautiful bird's eye-view of the city, published in Siena at the beginning of the XVII century. The plan contains a 167-items legend of toponimics. Florimi was a scholar of Antonio Lafrery and Claudio Buchetti; he moved to Siena where he starter his own business as publisher until 1612. Due to the pecular characteristics of these works, and to the fact that they are quite rare, Florimi's production is lassified as part of the school of Lafrery. Copper engraving, with uncommon wide margins, in excellent condition. Tooley Dictionary p. 216. Dimensioni 455x370
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 13:17:03
1600. Edizione del Corpus Iuris Canonici seguita da commentari, in cinque tomi. CORPUS IURIS CANONICI EMENDATUM ET NOTIS ILLUSTRATUM. Apud Iuntas Venezia 1600. 1-2) Decretum Gratiani : Emendatum et Notationibus Illustratum una Cum Glossis : Gregorii XIII Pont. Max. Iussu Editum + Indicibus Variis et Novis, et Appendice Pauli Lancelotti Perusini Adauctum + Canones Poenitentiales + F. Martinum, Margarita Decreti seu Tabula Martininana + Augustini Caravitae, Additiones Super Decreto. 3) Decretales (Liber Extra) D. Gregorii Papae IX : Suae Integritati una Cum Glossis Restitutae. 4) Liber Sextus Decretalium D. Bonifacii Papae VIII...hac omnia cum suis glossis suae integritati restituta + Clementis Papae V Constitutiones...suae integritati una cum glossis restituta + Extravagantes tum viginti D. Ioannis Papae XXII..nec praetermissa glossarum utili explicatione. 5) Novum sextum volumen in quo haec sequentia extant : Thesaurus Accursianus, dictiones et sententias iuris selectiores ab Accursio explicatas continens ; Remissiones seu indices capitum iuris difficiliorum quae hincinde tumultuarie veteribus, & neotericis iuris interpretibus exposita,lectorem anthehac fugiebant ; Epistola denique Dionysii Gothofredi + Petri Brossei, Index antiqua et novae legum + Remissiones in codicem + Ioanne Hennequino, Notarum ad Accursium libri miscellanei. 5 tomi in-4 grande (cm 17,5 x 24,5), legati in piena pergamena coeva con dorso calligrafato. Testo a due colonne incorniciato dalle glosse; nell'indice a tre colonne. Alcune tavole xilografiche, capilettera intagliati e testatine. I frontespizi de … [Click Below for Full Description]
Bookseller: giadesperia (giadab2007) [Busso, IT]
2020-01-14 14:23:22
Giovanni MAGGI (1566-1618)
1600. Acquaforte e bulino, due fogli uniti per una misura complessiva di mm 430x810. Magnifico esemplare della rarissima pianta di Pavia di Ludovico Corte (Bifolco-Ronca p. 2294, descrive solo 5 esemplari nelle raccolte pubbliche). Lievi restauri, perfettamente eseguiti, lungo le pieghe di carta, per il resto in ottimo stato di conservazione. Nella parte superiore del cartiglio in alto a destra, sotto al mascherone centrale, e incisa la data: M.D.IC. NON. CAL. MARTII. Più in basso, al centro del cartiglio, si trova il titolo: ANTIQUISSIMAE AC CELEBERRIMAE REGIAEQ[UE] PAPIAE ICON. In basso a sinistra la firma dell'incisore della lastra: IOANNES MAIUS ROMANUS INCIDEBAT A. D. MDC. Lungo il margine inferiore e inserita una legenda numerica di 120 rimandi a luoghi e monumenti notabili, distribuita su quattordici colonne. Segue, nell'ultimo riquadro di destra, la dedica: Ludovicus Curtius I. Dominico Achillio S.D. En vir erudite Inclye Civitis Papi oem delineationem tuo hortatu et auxilio post mulytos labores et vigilias a me perfectam aequo animo tibi dicatam accipe quae industria n[ost]ra si benignis spectantiu[m] oculis non erit ingrata, quod reliquim est nempe totius. Agri Papiensi descriptionem, quam tu in manibus habes, maturis abste Edendam accelerabit. vale. MDIC. Orientazione nei quattro lati al centro con il nome dei punti cardinali: SEPTENTRIO, MERIDIES, OCCIDENS, ORIENS, il nord e in alto. Pianta prospettica in proiezione obliqua, incisa da Giovanni Maggi nel 1600 su disegno di Ludovico Corte realizzato nel 1599. L'opera e dedicata dal Corte a Domenico Achillio, illus … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-14 09:41:08
Jaen Petersz SAENREDAM (Zaandam 1565 - Assendelft 1607)
"Bulino, 1600 circa, firmato in lastra in basso al centro. Da un disegno di Cornelis Ketel. Esemplare del terzo stato di quattro, prima che l'indirizzo di Laurentius. Bellissima prova, stampata su carta vergata coeva, rifilata al rame o con piccoli margini, due lievi pieghe di carta orizzontali, per il resto in ottimo stato di conservazione. Questo superba e monumentale opera, ricca di dettagli allegorici, già suscitò molto interesse negli artisti contemporanei di Saenredam, confermando la sua posizione come una delle più importanti personalità artistiche nella cerchia di Goltius. Nella sua biografia di Cornelis Ketel, per esempio, Carel van Mander ha dedicato una descrizione completa di questa stampa, riferendosi ad essa come ""Deughtspiegel"", lo specchio della Virtù. Il titolo latino impresso nella stampa - Naturae seguitur semina quisque suae -può essere tradotto come: ""Ognuno segue il seme della propria natura"". Un'interpretazione dettagliata di questa immagine, accademicamente e iconograficamente complessa, sarebbe troppo ambiziosa nel contesto di una breve voce di catalogo, ma è comunque possibile affrontare il tema di fondo dell'immagine. Una personificazione della Beneficentia è posta al centro della composizione, affiancato dalla Gratitudine e dalla Ingratitudine. Le iscrizioni che accompagnano forniscono ulteriori indizi per il programma iconografico qui rappresentato: due serpenti, che si mordono con rabbia uno con l'altro, sono avvolti attorno alla gamba destra della personificazione maschile dell'Ingratitudine, mentre il ginocchio sinistro poggia su un tesch … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-14 07:15:04
Mattheus QUAD (Deventer 1557 - Colonia 1613)
1600. "Bella e rara carta, tratta dall'opera di M. Quad ""Fasciculus Geographicus Complectens Praeciparum Totius orbis Regionum tabulas circiter centum. una cum earundum Enarrationibus"" edito a Colonia da J. Bussemacher, nel 1608. Incisione su rame, lieve e uniforme brunitura,grinze lungo la piega centrale, nel complesso in buono stato di conservazione. Testo latino al verso." "Rare map of Corsica, engraved by Mattheus Quad; from ""Fasciculus Geographicus Complectens Praeciparum Totius orbis Regionum tabulas circiter centum. una cum earundum Enarrationibus"" Cologne, J. Bussemacher, 1608. Copper engraving, browned, creasing to centerfold, otherwise in good condition. Verso text: Latin." F. Cervoni, "Image de la Corse", 16
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-12 17:14:11
Celia romana (ma Girolamo Parabosco)
appresso Fabritio Zanetti, 1600. 8vo (cm. 15), VIII-80 pp. Legatura antica in vitellino biondo con fregi oro al ds. e ai piatti. Tagli colorati. Una scritta (il cognome di un precedente possessore) impressa in oro al piatto anteriore. Tracce di usura ai margini, alcune pagine con bruniture e frontis. parzialmente staccato, ma, nel complesso, buon esemplare. L'Autore è in realtà Girolamo Parabosco, come indica Adams (I, p. 260 e II, dal n. 248, ma in edizioni precedenti). Raro.
Bookseller: Libreria Antiquaria Ex Libris s.r.l. [Italy]
2020-01-12 15:44:10
Matteo FLORIMI (1581-1613)
1600. "Pianta prospettica della città edita a Siena da Matteo Florimi. Descrizione tratta da Bifolco-Ronca, ""Cartografia e topografia italiana del XVI secolo. Catalogo ragionato delle opere a stampa"" (pubblicazione prevista per febbraio 2018). Titolo & iscrizioni In alto il titolo SENA VETUS CIVITAS VIRGINIS. In basso a sinistra l'imprint editoriale Matteo flor. for. Lungo il margine inferiore, legenda numerica di 119 rimandi a luoghi e monumenti notabili, distribuita su diciassette colonne. Carta priva di orientazione e scala grafica. Acquaforte e bulino mm 380x512. Notizie storico critiche Pianta assonometrica della città, derivante dal modello disegnato da Francesco Vanni e pubblicato da Peter de Jode nel 1597. Il foglio edito da Matteo Florimi ripropone, in forma semplificata e più approssimativa nel segno, l'immagine Vanni-De Jode, di cui riutilizza anche il titolo. Nella legenda, ai riferimenti toponomastici direttamente derivati dal modello, aggiunge anche le porte, che nella prima erano indicate direttamente sulla città. Dati i rapporti di collaborazione esistenti tra Florimi e i due autori della pianta grande, è possibile che la data di edizione delle due sia abbastanza ravvicinata. Sempre nel 1597 Florimi pubblica le lastre sulla vita di Santa Caterina, incise dal De Jode su disegno del Vanni. E' probabile quindi che la pianta di Siena preceda cronologicamente, seppur di poco, le altre piante di città pubblicate dallo stesso Florimi, databili tra la fine del XVI e gli inizi del XVII secolo. Stati & edizioni: non sono note ristampe, tuttavia alcuni esemplari dell … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-12 15:44:10
Matteo FLORIMI (1581-1613)
1600. "Pianta prospettica della città edita a Siena da Matteo Florimi. Descrizione tratta da Bifolco-Ronca, ""Cartografia e topografia italiana del XVI secolo. Catalogo ragionato delle opere a stampa"" (pubblicazione prevista per febbraio 2018). Titolo & iscrizioni In alto al centro il titolo LA CITTA DI NAPOLI GENTILE. Lungo il margine inferiore, legenda numerica di 75 rimandi a luoghi e monumenti notabili distribuita su tredici colonne, cui segue nell'ultimo riquadro l'imprint editoriale Matteo Florimj for. Jn Siena. Al centro della carta nel mare una schematica rosa dei venti il nord-ovest in alto, e evidenziata da un compasso la scala grafica Canne 100 pari a mm 28. Acquaforte e bulino mm 396x525. Notizie storico critiche La pianta della città di Napoli di Matteo Florimi è, come nello stile dell'editore attivo a Siena, una fedele contraffazione di un prodotto antecedente. In questo caso deriva dalla pianta di Mario Cartaro (1579) e non dalla successiva di Duchetti, come dimostrano i 75 rimandi della legenda, identici alla pianta del Cartaro e non a quella del Duchetti che invece ne conta 77. Il Florimi si limita solo a cambiare la veste grafica della pianta, conformandola ai modelli figurativi che si andavano affermando nei primo Seicento. In particolar modo cambia il modo di rappresentare il mare; al sobrio puntinato del Rinascimento viene contrapposto questo fitto tratteggio che simboleggia quasi un moto ondoso. La scritta relativa al Mar Mediterraneo è grande e svolazzante, più simile ai tipi nordici. Del resto l'incisione della lastra è attribuita ad Arnold van Sche … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-11 23:44:18
Giovanni Antonio MAGINI (1555 - 1617)
1600. "ESEMPLARE IN COLORITURA COEVA. Carta geografica tratta da ""L'Italia"" a cura di Fabio Magini, edito a Bologna tra il 1620 ed il 1640. La carta si estende dal Golfo di Venezia a Milano e, a nord, al Distretto dei Laghi e alle Alpi. Cartiglio decorativo molto elaborato. La carta dello Stato veneto in generale rappresenta l'insieme delle nozioni raccolte per tutte le altre tredici carte dei territori che componevano lo stato, ad eccezione del territorio di Trento. Dal punto di vista del riliievo cartografico, l'opera presenta diverse analogie con quella realizzata dal Mercator nel 1589. Le carte del Magini in coloritura coeva sono assolutamente rarissime." "Map from ""Italy"" by Fabio Magini, published in Bologna between 1620 and 1640. Fine example of Magini's regional map of Italy, extending from the Gulf of Venice to Milan and North to the Lake District and the Alps. Fine elaborate detailed cartouche."
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-11 18:28:07
Matteo FLORIMI (1581-1613)
Carta geografica della Penisola Iberica edita a Siena verso il 1600 circa e fedele derivazione della carta di Abraham Ortelius dal titolo Regni Hispaniae Postomnivm Editiones Locvpletissima Descriptio pubblicata per la prima volta ad Anversa nel 1570. Sebbene non firmata la carta è attribuita, senza ordine di dubbio, alla bottega di Matteo Florimi. La lastra sembra riconducibile alla mano dell'incisore fiammingo Arnoldo di Arnoldi, che lavorava già per Giovanni Antonio Magini. Il periodo di collaborazione tra il Florimi e l'Arnoldi è riconducibile agli anni 1600 - 1602 e produsse un discreto numero di mappe. In basso: a destra in una targa ornata con fregi figure e mascheroni HISPANIAE nova descriptio. a sinistra in una piccola targa Scala di miglia Italiane 90. (90 = mm 50) e Scala leucarum 30. (30 = mm 60). Orientazione nei quattro lati al centro con il nome dei punti cardinali in latino Septentrio, Meridies, Oriens, Occidens. Graduazione ai margini di 10' in 10' va da 34° 30' a 44° 42' lat. e da 10° a 26° 12' margine in basso (da 9° 10' a 26° 55' margine in alto) lat. Acquaforte e bulino, mm 357 x 478. Non sono note ristampe, tuttavia alcuni esemplari della mappa, di tiratura più tarda, possono essere attribuiti ai torchi dell'editore senese Pietro Petrucci, che acquisì gran parte delle lastre del Florimi. Map of the Iberian Peninsula by Matteo Florimi, published in Siena aroun 1600. The map is a copy of Abraham Ortelius Regni Hispaniae Postomnivm Editiones Locvpletissima Descriptio, first edition published in Anversa, 1570. The engraving could be attribued to the Flemis … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-11 14:53:27
Giacomo LAURO (1561-1645/50)
Acquaforte e bulino, 1600, firmata e datata in lastra in basso a sinistra. Magnifica prova, impressa su singolo foglio reale di carta vergata coeva, rifilata al rame, in ottimo stato di conservazione. Splendida veduta a volo d'uccello della città edita come separata pubblicazione a Roma nell'anno giubilare 1600. Dedicata a Don Fernando de Castro, Conte di Lemos e vicerè del Regno di Napoli, la pianta reca in alto a sinistra lo stemma Reale di Spagna, a destra quello della città e al centro vicino alla dedica lo stemma del dedicatore Pico Blas, che probabilmente commissionò l'OPERA. Giacomo Lauro, cartografo, incisore e editore attivo a Roma tra il 1585 ed il 1612, è autore di diverse piante e vedute finemente intagliate al bulino. Ereditando la tradizione di Antonio Lafrery nel pubblicare carte geografiche su richiesta, il Lauro viene in concorrenza con gli altri editori romani del periodo quali Claudio Duchetti e Giovanni Orlandi. La sua opera più importante rimane Antiqua Urbis Splendor, raccolta di 166 bulini sulle antichità romane. La più importante pianta della città. Bibliografia: Bella, Cartografia Rara, p. 79, 71; The Giannalisa Feltrinelli Library, vol. 5, p. 73, 1075. Dimensioni 515x385. Etching and engraving, 1600, signed and dated on lower left plate. Magnificent work, printed on a single contemporary laid paper royal sheet, trimmer to platemark and in excellent condition. Splendid bird's eye-view of the city, published as a separate issue in Rome in 1600. The plan is dedicated to Don Fernando de Castro, Count of Lemos and viceroy of the Reign of Naples; on the … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-11 13:28:09
Vespasiano STRADA (Roma 1582 - 1622)
Acquaforte, 1600-1620 circa, priva di dati editoriali. Magnifica prova, ricca di toni, impressa su carta vergata coeva, completa oltre la linea del margine, lievissima abrasione al verso dell'angolo superiore sinistro, per il resto in eccellente stato di conservazione. Barstch sostiene che il disegno è da attribuirsi a Strada, ma non necessariamente anche l'incisione, tesi sulla quale non concordiamo, essendo l'incisione stilisticamente nello stile dello Strada. Opera molto rara. Etching, 1600-1620 circa, unlettered. A very good impression, printed on contemporary laid paper, trimmed to the platemark, small repairs at the upper left corner, generally very good condition. Bartsch comments that the design is certainly Strada's, but not necessarily the etching. However it seems that there can be no doubt about the authorship of this work, ascribed to Strada's. A very rare work. Bartsch XVII.308.13
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-11 09:35:10
Mattheus QUAD (Deventer 1557 - Colonia 1613)
1600. "Rara ed affascinante carta dell'Asia. Matthaus Quad era un cartografo tedesco risiedente a Colonia, città che, all'epoca, era il punto nevralgico della cartografia tedesca. Questa carta, presa da dal suo ""Fascilus Geographicus"", è stata stampata da Johannes Bussemacher." Scarce early map of the Asia from Quad's Atlas Geographische Handbuch, published by Johann Bussemacher. Quad's map is a marvelous amalgam of early cartographic information and mis-inforamtion. The Korean peninsula does not appear. Japan is shaped in a very curious C shape. The Philippines is oddly misconfigured and much of SE Asia is mishaped or conjectural. Rich dark impression and full color, with wide margins.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-11 02:11:06
Mattheus QUAD (Deventer 1557 - Colonia 1613)
1600. Una delle prime mappe disponibili del continente sudamericano, incisa a Colonia da Johann Bussemacher per Quad. La mappa è preceduta da quelle di Forlani e De Jode ed è una delle poche dettagliate del continente del Sud America, pubblicata prima del 1600. Sono presenti mostri marini e navi a vela ed è mostrato lo stretto di Magellano, con un grande continente sconosciuto a sud. La nave di Magellano è disegnata nell'Oceano Pacifico. Sono inserite alcune interessanti annotazioni in latino. One of the earliest obtainable maps of the South American Continent, engraved in Cologne by Johann Bussemacher for Quad. The map is preceded by the maps of Forlani and De Jode and is one of only a few separate maps of the continent of South America published prior to 1600. Embellished with sea monsters and sailing ships, a narrow Strait of Magellan is shown, with a large unknown southern continent. Magellan's ship is illustrated in the Pacific. Several interesting annotations are shown in Latin.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 21:41:56
Matteo FLORIMI (1581-1613)
1600. Splendida veduta a volo d'uccello della città, edita a Siena nei primi anni del XVII secolo. La pianta contiene una leggenda con 167 toponimi. Allievo di Antonio Lafrery e Claudio Duchetti, il Florimi si trasferisce a Siena dove inizia la sua fiorente attività di editore fino al 1612. Per le caratteristiche peculiari delle opere del Florimi e per la loro rarità, queste vengono classificate tra le carte di scuola lafreriana. Incisione in rame, in ottime condizioni. Bibliografia: Tooley Dictionary p. 216. Dimensioni 455x370. Beautiful bird's eye-view of the city, published in Siena at the beginning of the XVII century. The plan contains a 167-items legend of toponimics. Florimi was a scholar of Antonio Lafrery and Claudio Buchetti; he moved to Siena where he starter his own business as publisher until 1612. Due to the pecular characteristics of these works, and to the fact that they are quite rare, Florimi's production is lassified as part of the school of Lafrery. Copper engraving, with uncommon wide margins, in excellent condition. Tooley Dictionary p. 216. Dimensioni 455x370
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 20:11:51
Raphael SADELER I (Anversa 1560 circa - Venezia 1628 circa)
Bulino, 1600 circa, firmato in basso a sinistra "Raphael Sadeler Fec: Mart. de vos i.". In basso, quattro versi latini su due colonne: Caesaris hic iussu reparabat Ariminum: at inter/ Has operas Christi iura, MARINE, dabas. / Inde hostem metuens fidei successit Eremo;/ Nunc summo artifici ponere templa parat". Da un soggetto di Martin De Vos. Buon esemplare, impresso su un foglio carta vergata coeva applicato su un supporto cartaceo del XIX sec. (dim. 268 x 220 mm.), lieve e uniforme brunitura, sporadiche fioriture, nel complesso in buono stato di conservazione. La tavola, raffigura S. Marino che con uno scalpello e un martello lavora all'edificazione della chiesa di Rimini. Sulla destra, all'interno di una piccola grotta, pochi oggetti simbolo della vita frugale ed eremitica del santo. Sullo sfondo, la città di Rimini e il monte Titano con S. Marino. La tavola del Sadeler è la seconda della serie "Oraculum Anachoreticum", che consiste di 28 rami raffiguranti eremiti, tutti disegnati dal De Vos e incisi dai fratelli Jan e Raphael Sadeler a Venezia tra il 1575 e il 1600, per essere presentate a papa Clemente VIII, cui l'opera è dedicata, nell'estate del 1600, quando i Sadeler si recarono a Roma in occasione dell'anno giubilare. Engraving, 1600 circa, inscribed and signed at lower left, in the image: Cum privil. Sum Pontific. et S. C. M/ Raphael Sadeler Fec: Mart. de vos i". Below the image, four Latin verses: Caesaris hic iussu reparabat Ariminum: at inter/ Has operas Christi iura, MARINE, dabas. / Inde hostem metuens fidei successit Eremo;/ Nunc summo artifici ponere templa … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 20:04:00
Mattheus QUAD (Deventer 1557 - Colonia 1613)
1600. Interessante mappa delle regioni polari artiche, basata su quella del Mercator del 1595. Il Polo Nord è mostrato come grande roccia circondata da quattro isole separate da fiumi. Il nord magnetico è rappresentato come una roccia isolata separata appena fuori dalla massa polare. Nell'America del Nord è riportato un riferimento alla California (California regio, sola fama Hispanis nota), curiosamente indicata a nord di El stretto de Anian. La mappa mostra i tentativi di Frobisher e Davis di individuare i passaggi settentrionali per Asia. La mappa è incorniciata da un disegno floreale con quattro cerchi posti uno in ogni angolo che contengono il titolo, le Isole Fær Øer, le Isole Shetland e la mitica isola della Frislanda. Important early map of the North Polar regions, based upon Mercator's map of 1595. The North Pole is shown according to legend as a large rock in a giant whirlpool and surrounded by four islands that are separated by rivers. The magnetic north is depicted as a separate island rock just outside the polar mass. In North America is an very early reference to California (California regio, sola fama Hispanis nota), curiously shown north of the El streto de Anian. The map depicts the attempts of Frobisher and Davis to locate the northern passages to Asia. The map image is surrounded by a floral design with four roundels in each corner. These contain the title, the Faeroe Isles, the Shetland Isles, and the mythical island of Frisland. Burden, P.D. 134; Meurer, P.H. (Cologne) Qua 79
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-09 15:35:33
Manilius, M[arcus].
Leiden, ex Officina Plantiniana, apud Christophorum Raphelengium (für Johann Commelin [in Heidelberg]), 1600. 2 Teile in einem Bd. (32), 131, (5) SS. (20), 510, (2) SS. Mit zwei identischen Druckermarken sowie einigen Holzschnittdiagrammen im Text. Langgenarbter roter Maroquinband des 19. Jhs. mit goldgepr. Rücken- u. Deckelfileten sowie Innenkantenvergoldung. Dreiseitiger Goldschnitt. Lesebändchen. Kl.-4to (142 x 188 mm). Dritte Ausgabe von Scaligers berühmter Rezension des im ersten Jahrhundert entstandenen astronomischen Lehrgedichts. "[Scaliger's] penetrating scholarship and powerful gift of analysis were magisterially demonstrated in his edition of one of the most difficult of Latin texts, the 'Astronomica' of Manilius, and this was a forerunner to his greatest work [namely 'De emendatione temporum']" (PMM, p. 59f.). Im Kommentar SS. 473-510 findet sich - mit arabischem Typensatz - eine der frühesten europäischen Untersuchungen über arabische Sternnamen ("De quarundam stellarum arabicis appellationibus"). Die Bearbeitung erstmals 1579 bei Estienne erschienen; der erste Teil der vorliegenden Ausgabe war bereits im Vorjahr herausgekommen (vgl. Adams M 364, Graesse IV, 364 & Houzeau/L. 1037). - Einband an Ecken und Kanten fachmännisch restauriert. Bei der Neubindung im 19. Jahrhundert recht knapp beschnittenes Exemplar; einige Diagramme seitlich geringfügig angeschnitten. Vorsätze und Spiegel erneuert. Vereinzelt leicht braunfleckig; anfangs im Bug oben schwach und teils im seitlichen Rand unbedeutend wasserrandig. Einige wenige Marginalien mit brauner Tinte von alter Han … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Antiquariat INLIBRIS Gilhofer Nfg. GmbH [Vienna, A, Austria]
2020-01-07 12:22:19
Toleto, Francisco de, (1532-1596)
Constantiæ : apud Nicolaum Kalt, M. DC. / Konstanz : Kalt, 1600. Blindgeprägter Ledereinband von 1601, 3 echte Bünde. Messingschließen defekt. Etwas berieben und besoßen. Seiten teilweise braunfleckig. Von sehr guter Erhaltung. 11 ungezählte Blätter, 546 Blätter, 25 ungezählte Blätter Index Latein 800g ca. 10,5 x 16,5 x 6,5 cm, Ledereinband
Bookseller: Krull GmbH [Neuss, Germany]
2020-01-05 23:43:27
1600. Prachtvoll kolorierte Initialen Sammlung von sieben Initialen aus einem Antiphonar, wohl Spanien, um 1600. Pergament, c. 13 x 10,5 - 14 x 14, teils min. angeschmutzt, leichte Farbabplatzungen. Sehr schönes Ensemble mit prachtvollen Initialen in kräftigem Kolorit. *********** ORIGINAL ! Für die Echtheit garantiere ich Beachten Sie auch meine weiteren Angebote oder senden Sie mir Ihre Suchlisten *********** Authenticity is fully guaranteed! Take a look at my other auctions or let me know what you are looking for If you have any question, don't hesitate to ask me (see contact information below) *********** Versandantiquariat manuscryptum Dr. Ingo Fleisch Autographen * Handschriften * Historische Dokumente und Memorabilien * Ephemera Mitglied im Verband Deutscher Antiquare Member of The International League of Antiquarian Booksellers (ILAB).
Bookseller: manuscryptum [Berlin, DE]
2020-01-04 19:24:01
1600. GOOD CONDITION. ORIGINAL *Holy BIBLE* Old & New Testament 267 woodcuts, on every page Dimensions of woodcuts: 6'' x 7,75'' inches - 15 cm x 20 cm Dimensions of book: 13 1/4" x 9 1/2" x 1 1/2" FIRST EDITION, PRINTED BY GUILLAUME LEBE PRINTERS TO THE KINGS MOST EXCELLENT MAJESTY AT PARIS IN 1643. Condition: quality of printing of woodblocks are perfect. Generally, book in good condition, but some pages had a professional restoration: Pages 1 to 36, had a touch of restorations. In a book 2 title page New & Old Testament, a page of new testament is missing, all other pages are complete. Please see photos below of a book. If you wish more photos, please let me know. [Attributes: First Edition]
Bookseller: Norman Fine Art Collection (normanfinearts) [Tallinn, EE]
2020-01-04 16:43:22
(Rueff, Jacob)
Frankfurt, Main durch Johann Saurn, 1600. 4 Bll., 259 Seiten, 2 Bll. Mit Titelholzschnitt (Wochenstube) und 73 teils blattgroßen Holzschnitte von Jost Amman u.a. Halbpergament im Stil der Zeit. *VD16 R 3579. Garrison/Morton 6141. Becker, Amman, 106f. - Das beliebteste und bekannteste Werk des Zürcher Stadtarztes. Gedruckt wurde es zuerst 1554 in Zurich als "Ein schon lustig Trostbüchle" und kurz danach in der lateinischen Uebersetzung als "De conceptu et generatione hominis". Der Frankfurter Verleger Siegmund Feyerabend veröffentlichte dann 1580 die erste illustrierte Ausgabe, vermehrt mit einem vierzigseitigen Anhang "ander Theil dieses Hebammen Buchleins" zur Säuglingspflege. Es folgten weitere seitengleiche Ausgaben 1588 und 1600. Die berühmten Holzschnitte (teils von Jost Amman) zeigen Entbindung, Wochenstube, Kindslagen, Gebärstuhl, gynäkologische Instrumente; aber auch Monster und Missgeburten. - Die ersten 2 Blatt mit geringen Randläsuren unten, Seiten teilweise unten etwas fingerfleckig. Insgesamt jedoch sauberes und recht gut erhaltenes vollständiges Exemplar.
Bookseller: Antiquariat Bernd Braun [Germany]
2020-01-01 23:41:13
Matteo FLORIMI (1581-1613)
1600. Rarissima e splendida veduta a volo d'uccello della città di Mantova, firmata in lastra in basso a destra. Nel cartiglio, in bassa a sinistra, l'autore fornisce notizie storiche dalla fondazione della città fino alla signoria dei Gonzaga. Incisione in rame, per il resto in ottime condizioni. In alto al centro, sotto il bordo superiore, è inciso il titolo: MANTOVA. Nel cartiglio in basso a sinistra troviamo una breve descrizione storico-geografica: MANTOVA città della Lombardia Traspadana, è edificata da Manto e da Ocno, di Tiberio, e di Tinsia Tebani: In[n]ansi à l’incendio Troiano anni LX et a Roma edificata anni DCLXX ed alla nativita di Cristo, anni MCLXXXII situata in mezzo a le paludi create dal fiume Mincio, e perciò è fortissima di sito. È stata sotto l’dominio de Toscani, de Galli, de Romani, de Goti, de Longobardi, del Imperio, di Republica, del Conte Tedaldo, Canosano, donatali da Ottone secondo: del C. Bonifatio, della Contessa Beatrice, della Contesse Matilde, di Enrico terzo Imp. havendola tolta ala C. Matilde: di libera Republ. e di nuovo, della Contessa Matilde, essendo per assedio levata delle mani della libertà nel anno MCXIIII. Venne dipoi sotto la potesta dell’Imperio: fu occupata da Sordello Visconti…. primo prencipe di Mantova: nel an[n]o MCCCXXXII. fu governata la sua Republica da dieci Principi, nel qual tempo da Sigismondo Imperatore fu data per Marchesato à Giova[n] Francesco Gonzaga. Nell’angolo inferiore destro si trova l’imprint editoriale: Matteo Florimi for. In Siena. Tavola priva di orientazione e scala grafica. Ac … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2019-12-31 19:02:14
PLUTARCH
Lyon: Frellon, Paul, 1600. I am limited to 12 photos on eBay, but I have many more photos on my website...just ask. "The mind is not a vessel to be filled, but a fire to be kindled." ― Plutarch 'Plutarch's Lives' or 'Parallel Lives' is one of the most important and comprehensive collection of biographies of famous Greek and Roman figures. Plutarch was not so much focused on providing a historical account of these famous individuals as much as he was seeking to write of the type of person they were and the life in which they lived. He focuses on Alexander the Great, Romulus and Remus, Demosthenes, Cicero, Brutus, Julius Caesar, and many other important figures. This six-volume set includes two different early 17th-century printings all of which were translated into French by Jacques Amyot. Amyot was notable for translating this and other works of classical literature including Plutarch's 'Moralia'.
Bookseller: Schilb Antiquarian Rare Books (schilb_antiquarian_books) [Columbia, Missouri, US]
2019-12-31 08:05:10
WILLIAM PRYNNE
Circa 1600s Untitled William Prynne Religiös Antik Schweinsleder (?) Bund Buch Das Datenblatt dieses Produkts wurde ursprünglich auf Englisch verfasst. Unten finden Sie eine automatische Übersetzung ins Deutsche. Sollten Sie irgendwelche Fragen haben, kontaktieren Sie uns. CIRCA 1600s UNTITLED WILLIAM PRYNNE RELIGIOUS ANTIKE PIGSKIN (?) GEBUNDENES BUCH Großes antikes religiöses Buch von circa 1600s. Die Titelseite fehlt, aber ich denke, dieses Buch ist vielleicht Mitte des 17. Jahrhunderts. Das Cover ist eine Art Haut (glaube ich). Es ist wie ein fester Kunststoff, der sich etwas biegt. Ich habe noch nie ein derart gebundenes Buch gesehen. Die ersten beiden Kapitel werden von William Prynne (der 1669 starb) kommentiert. Die ersten Seiten sind beschädigt oder fehlen, aber der Einführungsabschnitt "An den christlichen Leser" ist vollständig und alle nachfolgenden Seiten sind vollständig und solide gebunden. Einige Stockflecken und Flecken wie in einem so alten Buch zu erwarten, aber die Seiten sind immer noch in gutem Zustand. Sehen Sie sich Fotos für Beispiele für Seiten an.Ermäßigte P & P für mehrere Einkäufe! (entweder senden Sie mir eine Rechnungsanfrage, oder ich erstatte Ihnen eine zusätzliche Rückerstattung) Bitte lesen Sie vor dem Kauf: Ich versuche mein Bestes, um gute und schlechte Punkte (wenn überhaupt!) Wirklich zu beschreiben. Gerne beantworten wir alle Fragen vor dem Kauf. Ich poste Artikel am Tag nach dem Kauf außer an Wochenenden und Feiertagen. Ich bin ein freundlicher echter Verkäufer. Der Portopreis beinhaltet die Kosten für die Verpackung. Positives Feedb … [Click Below for Full Description]
Bookseller: RETROSPECTIF (retrospectif2014) [Cheltenham, GB]
2019-12-31 08:01:04
1600. Antiquitatum Romanarum sive III Tomus inscriptionum et monumentorum, quae Romae in saxis et mormoribus visuntur. Autore J.J. Boissardo... omnia studiose conquisita et excepta, artificibus vero Theodori de Bry...1600 puis 1602 V et VI. Pars avec 2 pages de titre différentes. Format in-folio (31cm X 20 cm), sans reliure,129 planches (dont une non numérotée) pour la première partie (manque la 10) + 143 planches (numérotées 1 à 144) pour la deuxième (manque la 25). Intérieur en bon état. TOUTES les planches sont visibles avec le lien suivant: Description en photos ici: https://photos.app.goo.gl/mifjQhk9mGHMQ1Ta8 TRES RARE ET RECHERCHE !
Bookseller: livresducomte [Bourg, FR]
2019-12-30 17:53:03
Manuscript; Coke, Sir Edward
1600. Great Britain, c.1600-1700. 200 pp.. Great Britain, c.1600-1700. 200 pp. Manuscript Summaries of Cases from Coke's Reports [Manuscript]. [Coke, Sir Edward (1552-1643)]. [Summaries of Cases from the Fourth, Fifth and Sixth Parts of Coke's Reports]. Great Britain, c.1600-1700. 200 pp. Folio (11-1/4" x 7-3/4"). Contemporary limp vellum, ties lacking. Binding cocked, moderate soiling and edgewear with some wear to spine ends and corners, "No: 21" in small later hand to front cover, "Begone ye 25t of Aprill/ terme recesses allowed me/ for ye doeing it," final signature of text block detached. Light toning to text, some wear and fold lines, to corners, gradually diminishing faint dampstaining to about half of the leaves, spark burn sto a few leaves. Text in neat hand to rectos and versos of all but the first leaf. $2,500. * The inscription suggests this manuscript was compiled by a student at the Inns of Court. It is collection of summaries (in English) of selected cases from the Fourth, Fifth and Sixth Parts of Coke's Reports, which were first published in 1604, 1605 and 1607. (The compiler followed Coke's order, but referred to the parts as "books.") This manuscript is interesting as the record of a near-contemporary reader's response to this great authority; it shows which cases mattered to him and how he interpreted them. A fair copy free of corrections, it was clearly intended to serve as a reference work.
Bookseller: The Lawbook Exchange, Ltd. [United States]
Check availability:
2019-12-29 05:47:14
WILLIAM PRYNNE
Circa 1600s Untitled William Prynne Religieux Antique Cuir (?) Lisérés Livre Cette fiche produit est originalement écrite en anglais. Veuillez trouver ci dessous une traduction automatique en français. Si vous avez des questions veuillez nous contacter. CIRCA 1600 UNTITLED WILLIAM PRYNNE RELIGIEUX PIGSKIN ANTIQUE RELIGIEUX (?) LIVRE LIE Grand livre religieux antique des années 1600 environ. La page de titre manque mais je pense que ce livre date peut-être du milieu des années 1600. La couverture est un type de peau (je pense). C'est comme un plastique solide qui se plie un peu. Je n'ai jamais vu un livre relié comme ça auparavant. Les deux premiers chapitres sont commentés par William Prynne (décédé en 1669). Les pages initiales sont endommagées ou manquantes, mais la section d'introduction «Au lecteur chrétien» est complète et toutes les pages qui suivent sont complètes et reliées. Quelques rousseurs et taches comme prévu dans un livre aussi ancien mais qui compte tenu des pages sont toujours en bon état. Voir les photos pour des exemples de pages à l'intérieur.P & P à prix réduit pour plusieurs achats! (soit envoyez-moi une demande de facture ou je vous rembourserai un montant supplémentaire) S'il vous plaît lire avant d'acheter: Je fais de mon mieux pour décrire réellement les bons et les mauvais points (le cas échéant!). Heureux de répondre à toutes les questions avant d'acheter. Je poste les articles le lendemain de l'achat, sauf le week-end et les jours fériés. Je suis un vendeur amical et authentique. Le prix de l'affranchissement comprend le coût de l'emballage. Les … [Click Below for Full Description]
Bookseller: RETROSPECTIF (retrospectif2014) [Cheltenham, GB]
2019-12-27 14:46:32
1600. Template | Trixum Beschreibung Aelianus, Aelian und Heraclides. Variae historiae libri XIIII. Rerum publicarum historiae ex Heraclide. Cum Latina interpretatione Iusti Vulteii. Editio postrema, multo quam antehac emendatior. Genf, Tornaesius (de Tournes), 1600. Circa 12,5 x 8,7 cm. 8 Bll., 461 SS., 9 Bll., Titel mit Bordüre, Druckermarke am Schluss Pergament d. Zt., beide Deckel mit goldgeprägten Wappen-Supralibros. - Adams A 223; Hoffmann I, 12. Griechisch-lateinische Parallel-Ausgabe mit der Übersetzung des Humanisten Justus Vultejus (1529-1574), der in Wittenberg bei Melanchthon studiert hatte (vgl. ADB XL, 391f.) und seine Übersetzung bereits ohne den griechischen Text im Jahr 1548 veröffentlicht hatte. Die Vorrede zu dieser Ausgabe ist hier nochmals abgedruckt, dazu eine Vita des Aelian und ein ebenfalls zweisprachiger Text über Staatstheorie (peri politeion) des Herakleides Pontikos (Heraclides Ponticus). - Hier in einem WAPPENEINBAND aus der Bibliothek des grossen Bibliophilen Vincent Richard de La Barolliere (Olivier, pl. 170) der 1597 in Lyon Recteur-tresorier de l'Aumone generale war, dann 1603 Echevin (Rat des Bürgermeisters). Sein Wappen ist von einem Kranz umgeben sowie dem Spruch "Deus semper iuvat pios". Auf dem Vorsatz findet sich ferner sein Besitzvermerk: "Bibliotheca dni Barroleriae 1601". Vorsatz und Titel mit kleinem späterem Besitzvermerk von 1808 (Dubost), etwas gebräunt, wenig stockig, Einband angestaubt, berieben und nachgedunkelt, dennoch recht hübsch. TRIXUM: Mobil-optimierte Auktionsvorlagen und Bilder-Hosting TRIXUM: Mobil-optimierte Aukti … [Click Below for Full Description]
Bookseller: embasi [München, DE]
2019-12-27 14:43:06
1600's King James Bible . Shipped with USPS Media Mail.
Bookseller: ebolitmedin_0 [Miami, Florida, US]
2019-12-26 05:32:35
Manuscript; Coke, Sir Edward
1600. Great Britain, c.1600-1700. 200 pp.. Great Britain, c.1600-1700. 200 pp. Manuscript Summaries of Cases from Coke's Reports [Manuscript]. [Coke, Sir Edward (1552-1643)]. [Summaries of Cases from the Fourth, Fifth and Sixth Parts of Coke's Reports]. Great Britain, c.1600-1700. 200 pp. Folio (11-1/4" x 7-3/4"). Contemporary limp vellum, ties lacking. Binding cocked, moderate soiling and edgewear with some wear to spine ends and corners, "No: 21" in small later hand to front cover, "Begone ye 25t of Aprill/ terme recesses allowed me/ for ye doeing it," final signature of text block detached. Light toning to text, some wear and fold lines, to corners, gradually diminishing faint dampstaining to about half of the leaves, spark burn sto a few leaves. Text in neat hand to rectos and versos of all but the first leaf. $2,500. * The inscription suggests this manuscript was compiled by a student at the Inns of Court. It is collection of summaries (in English) of selected cases from the Fourth, Fifth and Sixth Parts of Coke's Reports, which were first published in 1604, 1605 and 1607. (The compiler followed Coke's order, but referred to the parts as "books.") This manuscript is interesting as the record of a near-contemporary reader's response to this great authority; it shows which cases mattered to him and how he interpreted them. A fair copy free of corrections, it was clearly intended to serve as a reference work.
Bookseller: The Lawbook Exchange, Ltd. [United States]
Check availability:
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     564 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2020 viaLibri™ Limited. All rights reserved.