The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1565
2020-02-22 07:43:02
Condition: Buone condizioni. Eneide primo libro Rara edizione 1565 Eccellente stato di conservazione.
Bookseller: carlottaderiu [Roma, IT]
2020-02-21 09:57:04
Paracelsus, d.i. Theophrastus von Hohenheim
Frankfurt, Christian Egenolffs Erben, 1565. Kl.-8°. (10) Bl., 130 Bl., (4) Bl. (das letzte leer). Broschiert, in späterem Buntpapierumschlag. + Wichtig: Für unsere Kunden in der EU erfolgt der Versand alle 14 Tage verzollt ab Deutschland / Postbank-Konto in Deutschland vorhanden +, A Sudhoff 71. ? VD16 P 721. ? Zweite Ausgabe, mit wenig Veränderungen gegenüber der Erstausgabe von 1562, bearbeitet von Adami von Bodenstein. ? Der Buchblock schief gelesen. Der Umschlag mit Fehlstellen und Einrissen. Das Papier unterschiedlich stark gebräunt.
Bookseller: EOS Buchantiquariat Benz [Switzerland]
2020-02-18 22:40:08
OVIDIUS N.P. (OVID OVIDIO)
Venetiis: JOAN. GRYPHIUM, 1565. Venetiis: JOAN. GRYPHIUM. [FIG.RARO] (cm.30,8) Piena pergamena originale semirigida, lievi mende, tracce di lacci. --cc.8 nn., pp.337 +1 p. bianca +1 carta bianca. Testo inquadrato dal commento con alcuni passi in greco. L'opera contiene 61 xilografie (cm.8,7 x 6) realizzate con i legni dell'edizione del 1513 (ESSLING I 229, SANDER 5319). Questi legni sono esattamente riprodotti a pag 232 del 1° vol. di Essling.Bella edizione assolutamente rara, manca a Choix, Adams, Bm. Stc. Alcuni aloni al margine per lo più all'inizio e in fine altrimenti esemplare bello e genuino. Al frontis una annotazione coeva, manoscritta: "fece comprare.nella fiera di Fuligno 1568) Alla sguardia ex libris nobiliare. UNICA CITAZIONE BIBLIOGRAFICA: GRAESSE V 76.[f35] . ottimo. Rilegato. 1565.
Bookseller: Libri Antichi e Rari Francesco & Claudia di Massai Cl [Italy]
2020-02-18 22:40:07
OVIDIUS N.P. (OVID OVIDIO)
Venetiis: JOAN. GRYPHIUM, 1565. Venetiis: JOAN. GRYPHIUM. [FIG.RARO] (cm.30,8) Piena pergamena originale semirigida, lievi mende, tracce di lacci. --cc.8 nn., pp.337 +1 p. bianca +1 carta bianca. Testo inquadrato dal commento con alcuni passi in greco. L'opera contiene 61 xilografie (cm.8,7 x 6) realizzate con i legni dell'edizione del 1513 (ESSLING I 229, SANDER 5319). Questi legni sono esattamente riprodotti a pag 232 del 1° vol. di Essling.Bella edizione assolutamente rara, manca a Choix, Adams, Bm. Stc. Alcuni aloni al margine per lo più all'inizio e in fine altrimenti esemplare bello e genuino. Al frontis una annotazione coeva, manoscritta: "fece comprare.nella fiera di Fuligno 1568) Alla sguardia ex libris nobiliare. UNICA CITAZIONE BIBLIOGRAFICA: GRAESSE V 76.[f35] . ottimo. Rilegato. 1565.
Bookseller: Libri Antichi e Rari Francesco & Claudia di Massai Cl [Italy]
2020-02-16 14:25:08
1565. Autore: MENOCHIO Iacopo (Giacomo) Titolo: Iacobi Menochii iureconsulti in omnes praecipuas Recuperandae Possesionis constitutiones commentaria responsa causae finariensis a multis Italiae celeberrimis iureconsultorum...; LEG. CON Responsa in causa finariensi reddita Iacobo Menochio Iureconsulto auctore nunc edita Luogo di stampa: Monte Regali Editore: Torrentinus Anno: 1565 Condizioni: leggere attentamente la descrizione nella scheda 2 voll. in 4 rilegati in un tomo, pp. 323; 6 + (2b) + 107 + 12 + (1b). Galleria di tarlo al margine interno bianco delle prime 7 cc. Leggermente rifilato il margine superiore. Restauro all'angolo superiore dell'ultima carta di indice del II volume. Legatura in piena pg. coeva con gora al p. ant. e fori di tarlo ai piatti. Rarissima edizione orig. stampata a Mondovi', dal Torrentino, di ques'opera giuridica sul possesso che conobbe numerose edizioni, trentasette, fra il 1577 e il 1687 e fu un testo di riferimento fondamentale. Menochio, giurista tra i piu' reputati del suo tempo, nacque a Pavia nel 1532, qui consegui' il dottorato nel 1556, poi insegno' a Pavia, quindi a Mondovi' dove venne stampata l'opera, poi a Padova e di nuovo a Pavia.
Bookseller: Libreria Antiquaria Coenobium (comalek) [Asti, Italy, IT]
2020-02-12 16:13:23
LEVANTIO DA GUIDICCIOLO Mantovano.
Rampazetto, 1565. in-8 antico, ccnn 11, cc 124, bella leg. francese del Settecento in marocchino rosso con tit. oro al d. con nervi, dentelles, risguardi in carta dec., firmata Delange Père. Bella marca tipogr. in legno al front., iniziali xilogr. Bella e rara raccolta di novelle non più ristampate fino alla metà dell'Ottocento. Del medesimo anonimo autore è conosciuto un'operetta didascalisca sull'allevamento dei bachi da seta. Pescasio, La Reggia, settembre 1998, p. 6: "Un autore letterariamente prestigioso ma ancora sconosciuto". Passano I, 384-385: "Raro libro dell'Autore dedicato a Laura Martinenga Gonzaga ed a Barbara Calina. Per quanto contenga delle novelle assai licenziose si pubblicò con l'approvazione dell'Inquisizione di Brescia". Barbara Calini Fenarola fu una delle più rinomate gentildonne della società bresciana attorno al 1560, protettrice dell'Accademia degli Occulti fondata da Alfonso Capriolo e Giulio Martinengo. Laura Gonzaga, della celebre famiglia mantovana, andò sposa a Paolo Emilio Martinengo di Villachiara. Quaderni Guidizzolesi 2004, III, p.10: "Non se ne conosce con certezza l'identità; potrebbe trattarsi di uno pseudonimo del frate domenicano Gervasio Gobbi oriundo di Guidizzolo, secondo altri si tratterebbe di Ascanio de' Mori da Cento". Ex libris. Belliss. esempl.
Bookseller: Studio bibliografico Scriptorium [Italy]
2020-02-12 07:09:20
1565. Notre blog : https://librairie-trois-plumes.blogspot.fr/ Notre mail : benoit@troisplumes.fr George Buchanan, Théodore de Bèze, Psalmorum Davidis paraphrasis poetica nunc primum edita, authore Georgio Buchanano, Scoto, poetarum nostri saeculi facile principe. Eiudem Davidis Psalmi aliquot a Th. B. V. versi. Psalmi aliquot in versus ite Graecos nuper a diversis translati Geneve, Robert Estienne, 1565 ou 1566. In-8, [8]-277-46p. Edition originale de cette paraphrase des psaumes due à l'humaniste George Buchanan (1506-1582). On y trouve aussi 6 psaumes traduits par Théodore de Bèze. L'ouvrage est ensuite bien complet des 46 pages contenant 20 psaumes en grec traduits par Frédéric Jamot, Florent Chrestien, Henri Estienne et un anonyme. Il manque ici un feuillet, vraisemblablement censuré : pages 265/266. Ce texte devait en effet poser un problème. Un précédent propriétaire a photocopié les pages manquantes d'après un autre exemplaire dont la page 266 était barrée. Nous n'avons pas su trouver quel était ce problème, mais il devait s'agit d'une traduction considérée comme mauvaise par les protestants de l'époque. Ce feuillet contenait uniquement des épigrammes. Il ne manque AUCUN psaume. Reliure plein maroquin à la Du Seuil, probablement du 17ème siècle, dos orné, tranches dorées. Petit manque à une coiffe et un coin, petites fentes en bout du mors supérieur. Mouillure claire en marge de la fin de l'ouvrage, atteignant le texte sur les dernières pages. Ouvrage très rare en première édition, ici dans un beau maroquin.
Bookseller: Librairie Trois Plumes (librairie_trois_plumes) [Angers, FR]
2020-02-10 19:11:31
Pictorius, Georg.
Frankfurt a. M., (Peter Schmidt), o. J. (um 1565). 8°. Titel in Rot u. Schwarz. 3 nn., 47 num., 2 nn. Bll., Mod. Ppbd. Frühe und seltene balneologische Schrift, eine der ersten in deutscher Sprache (EA Mülhausen, 1560). - Der aus Villingen stammende Verfasser (1400-1569) war als Arzt in Ensisheim im Elsass tätig. - Enth. zu Beginn eine allgemeine Einleitung über das Baden bzw. über allgemeine Badevorschriften und behandelt dann 38 deutsche Bäder (Antogast, Achkarren, Bad Ems, Baden-Baden, Badenweiler, Ems, Göppingen, Gastein, das Hubbad bei Aachern, Schwenningen, Überlingen, Wildbad usw.). Am Ende findet sich noch ein Kapitel über das Schröpfen, eine Liste der Autoren, auf deren Werke der Verfasser zurückgegriffen hat und ein Inhaltsverzeichnis der behandelten Bäder. - Zu Beginn wenige alte Anstreichungen. Die letzte weiße Seite mit einer alten dreizeiligen Eintragung. Etw. gebräunt. - VD16, P 2664; Durling 3631; nicht bei Adams, Wellcome, Osler, im BM STC, German Books usw. Versand D: 9,80 EUR Alte Drucke bis 1600, Medizin, Pharmazie, Pictorius, Badenfartbüchlein, Bad, Bäder, Balneologie, Bäderbüchlein
Bookseller: Antiquariat Wolfgang Friebes [Austria]
2020-02-04 10:27:03
1565 1Sans lieu, 1565. In-8 réglé de 152 pp., cartonnage Bradel sable muet (reliure du XIXe siècle). Édition originale. François duc de Montmorency (1530-1579) était gouverneur de Paris et de l'Ile de France depuis 1556 et maréchal depuis 1560 quand la charge de grand maître de la maison du roi qu'il convoitait et que possédait son père fut prise à la mort de ce dernier par le duc de Guise. Son ressentiment joint à ses tendances modérées, le dressa contre les Lorrains. Un conflit révélateur l'opposa le 8 janvier 1565 au cardinal de Lorraine à Paris : il lui barra le chemin dans la rue Saint-Denis, chargea et dispersa sa garde afin de l'empêcher d'entrer dans la capitale avec une importante escorte en armes, au prétexte que le roi avait interdit la venue de troupes armées privées à Paris. Ce différend donna lieu à plusieurs pamphlets auxquels le recueil Faits et dits mémorables - dont il existe deux tirages sous la même date - fait allusion suivi de la Réponse d'un gentilhomme de Haynault « pamphlet d'une réelle valeur littéraire, oeuvre d'un humaniste attaché aux Châtillon qui dénonce les méfaits des Guise depuis François Ier et sollicite de son correspondant un désaveu public » (Hauser).De la bibliothèque de Jacques Richard de Montbard avec son cachet "Ex Bibliotheca J. Richard D. M." sur le titre, répété sur les feuillets liminaires - chirurgien et médecin (1744-1812) né à Montbard dont la bibliothèque fut vendue aux enchères à Paris l'année de sa mort. Cartonnage frotté avec petites pertes de papier.Brunet, II, 1165 ; Hauser, 1960.
Bookseller: Bonnefoi Livres Anciens [France, Paris]
2020-01-26 18:12:28
1565. M. Tullii Ciceronis Sententiae insigniores, et pia apophthegmata ex ducentis veteribus oratoribus, philosophis, poetis, tam Graecis, quam Latinis, (quorum nomina sequens pagella indicabit) ad bene beateque vivendum diligentissime selecta. In hac postrema editione nuper additae sunt Demosthenis oratoris Graeci sententiae, ex Graeco in Latinum conversa. Ex Bartholomaei Magii, Borgarutii castigationibusVenezia, apud Niccolò Bevilacqua. 1565 buono stato di conservazione, solo delle annotazioni su pagina bianca, non vi sono segnature ne pagine mancanti.
Bookseller: odoacre789 [avellino, IT]
2020-01-25 16:46:02
Condition: Ottime condizioni. ù. AA.VV.Antidoto della gelosia 1565DAMIAN TURLINO 1565 Antidoto della gelosia, distinto in doi libri, estratto dall'Ariosto per Levantio da Guidocciolo Mantoano ** Damian Turlino 1565. Cm 15 x 10. Pp. 315. Rilegato in carta d'epoca. Pp. Brunite. Buonissime condizioniRIF. LIBR. antico la foto corrisponde alla realtà " CONDIZIONI: Ottimo (Fine) SPEDIZIONI fino a 2 kg € 1,50 (piego libro non tracciato) € 4,00 (piego libro raccomandato con tracciatura). Per libri dai 2 kg ai 4 kg il prezzo si raddoppia. Superiori ai 5 kg la spedizione sarà da concordarsi tra le parti. Con la spedizione senza tracciatura (più economica) NON mi riterrò responsabile di smarrimento. Per le spedizioni all'estero il prezzo sarà da concordare al momento dell'acquisto. (the price for shipping out of italy we agreed at time of purchase). Al momento dell'acquisto l'acquirente potrà scegliere tra due tipi di spedizione Piego libro NON raccomandato ad 1,50 (ECONOMICA) con questo tipo di spedizione il libro verrà spedito senza tracciatura per cui l'arrivo del libro è basato sulla fiducia reciproca acquirente/venditore Piego libro RACCOMANDATO ad € 5,00 (NON ECONOMICA) certezza di ricezione del libro (con la gentilezza si ottiene tutto, visto precedenti casi di maleducazione consiglio vivamente l'utilizzo della seconda opzione)PAGAMENTI Prima di effettuare il pagamento accertarsi della presenza in negozio del libro. (al momento dell'acquisto se in orario lavorativo comunicherò nell'immediato la presenza del libro) si accettano: ricarica postepay bonifico bancario PAYPAL (prefer … [Click Below for Full Description]
Bookseller: IOLIBRO (iolibrocarmine) [Brescia, IT]
2020-01-25 16:46:02
1565. Leggere scheda tecnica. Antidoto della gelosia, distinto in doi libri, estratto da l'Ariosto, per Levantio da Guidicciolo Mantoano, con le sue nouelle, e la tauola, si de capitoli, come delle principal materie. In Brescia appresso Damian Turlino, 1565 Legatura coeva con laccetti in pelle integri esemplare fresco ben conservato una parte delle pagine con leggera gora marginale, prime pagine con leggere bruniture formato 15,5 x 10,5 pagine 3 carte bianche + 32 + 315 + 2 + alcune carte bianche.
Bookseller: pagineantiche (leantichecarte) [Carelli, IT]
2020-01-25 16:44:37
Bernardo Gamucci
ont> Gio Varisco e Compagni : Venetia, 1565 Book. Very Good. Hardcover. First edition.. A very scarce study on the antiquities of Rome by Bernardo Gamucci. The first edition of this work. A very early, fully illustrated guide book to Rome. Collated complete. This copy belonged to Andrew Fletcher of Saltoun (1655-1716). With his signature to the rear pastedown. Fletcher was a Scottish bibliophile, author and friend of noted philosopher John Locke. His library amassed 6,000 books and he spent much of his life visiting bookshops in search of works of interest across a wide range of subjects. Leaves Bb3-Bb4 (197-200pp) are misbound. 199-200 misbound between pages 2-3, 197-198 misbound between pages 6-7. With seventeenth century endpapers. In the original Latin. Illustrated, with one folding plate and thirty-eight woodcut illustrations. Woodcuts are after drawings by Giovanni Antonio Dosio, an Italian architect and sculptor. Dosio first arrived in Rome in 1548 where he joined workshops by Raffaello da Montelupo and Guglielmo della Porta. Dosio's architectural drawings are original works rather than copies. Campbell notes that they are 'mostly orthogonal, but occasionally perspectival'. To the foot of the colophon there is a note 'Relic A Castres 10br. 1653. par Des Bords'. Very little is known of the author, Bernardo Gamucci. To the preface of this work he is referred to as an architect and antiquarian from San Gimignano. Dosio was also from San Gimignano and the dedication of this work to the Grand Duke of Florence further links the Tuscan origin of the collaborators. Gamucci w … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Rooke Books [United Kingdom]
Check availability:
2020-01-24 21:40:05
1565. Orlando furiosodi Messer Lodovico Ariostotutto ricorretto, et di nuove figure adornato. Con le annotationi [...] di Ieronimo Ruscelli.La vita dell'autore, descritta dal signor Giovan Battista Pigna.Gli scontri de' luoghi mutati dall'Autore doppo la sua prima impressione. La dichiaratione di tutte le istorie [...] fatta da m. Nicolo Eugenico.Di nuovo aggiuntovi li Cinque canti [...].In Venetia, appresso Vincenzo Valgrisi, 1565in-4, leg. settecentesca, titoli in oro al dorso, pp. [16], 654, [32]51 illustrazioni xilografiche a piena pagina e gli argomenti dei canti inseriti in cornici xilografiche. Iniziali figurate. Marche tipografiche nelle annotazioni e a sul fronte dei Cinque cantiCon proprio frontespizio I Cinque canti [...]. Vi sono le annotazioni del Ruscelli, la biografia ariostea del Pigna e le varianti rispetto alla "princeps". Le illustrazioni sono attribuite a Dosso Dossi.Così Gamba (56) a proposito di questa prestigiosa edizione veneziana: "L'Autore erasi servito dell'opera di Dosso Dossi, celebre pittore ferrarese, per far disegnare i principali soggetti contenuti in ciascun Canto del suo Furioso, e che le Tavole furono terminate soltanto alcuni anni dopo la morte di lui, e pubblicate per la prima volta nell'edizione del 1556. Edizione dedicata al duca Alfonso d'Este, fu editore Girolamo Ruscelli, il quale introdusse tali cangiamenti di vocaboli, d'inflessione de' medesimi, di modi di sintassi, che mostrarono la sua insensata pedanteria". Lo stato del libro è molto buono, come si puo' vedere dalle numerose foto pubblicate, per quanto riguarda L'Orlando Furi … [Click Below for Full Description]
Bookseller: privato-collezionista [GRUMELLO, IT]
2020-01-23 18:55:46
LEVANTIO DA GUIDICCIOLO Mantovano.
Rampazetto,, Venezia, 1565. in-8 antico, ccnn 11, cc 124, bella leg. francese del Settecento in marocchino rosso con tit. oro al d. con nervi, dentelles, risguardi in carta dec., firmata Delange Père. Bella marca tipogr. in legno al front., iniziali xilogr. Bella e rara raccolta di novelle non più ristampate fino alla metà dell'Ottocento. Del medesimo anonimo autore è conosciuto un'operetta didascalisca sull'allevamento dei bachi da seta. Pescasio, La Reggia, settembre 1998, p. 6: "Un autore letterariamente prestigioso ma ancora sconosciuto". Passano I, 384-385: "Raro libro dell'Autore dedicato a Laura Martinenga Gonzaga ed a Barbara Calina. Per quanto contenga delle novelle assai licenziose si pubblicò con l'approvazione dell'Inquisizione di Brescia". Barbara Calini Fenarola fu una delle più rinomate gentildonne della società bresciana attorno al 1560, protettrice dell'Accademia degli Occulti fondata da Alfonso Capriolo e Giulio Martinengo. Laura Gonzaga, della celebre famiglia mantovana, andò sposa a Paolo Emilio Martinengo di Villachiara. Quaderni Guidizzolesi 2004, III, p.10: "Non se ne conosce con certezza l'identità; potrebbe trattarsi di uno pseudonimo del frate domenicano Gervasio Gobbi oriundo di Guidizzolo, secondo altri si tratterebbe di Ascanio de' Mori da Cento". Ex libris. Belliss. esempl.
Bookseller: SCRIPTORIUM Studio Bibliografico [Mantova, MN, Italy]
2020-01-23 01:57:51
Ottime condizioni salvo eventuali mende indicate in descrizione. MAYR GEORG INSTITUTIONES LINGUAE HEBRAICAE IN SEX PARTES DISTRIBUTAE. QUIBUS ACCESSIT EXERCITATIO GRAMMATICA IN IONAM PROPHETAM. OPERÂ GEORGII MAYR È SOCIETATE IESU. EX TYPOGRAPHIA NICOLAI IULLIERON, SUMPTIBUS ANTONII PILLEHOTTE, 1622, LUGDUNI. 1 vol. in 8 antico (cm 17,5), piena pergamena con capitelli passanti e titolo manoscritto al dorso; pp.: 16!, 463, 1n.n.. Qualche leggera abrasione alla base del fronte. Importante testo (ed. originale del 1616) con testi in latino ed ebraico. Non comune. NON SI RISPONDE DI DANNI E DISSERVIZI DELLE POSTE.
Bookseller: fmazliber [milano, IT]
2020-01-23 01:57:47
1565. Condition: Buone condizioni. Guicciardini Francesco, La historia d'Italia di M. Francesco Guicciardini gentil'huomo fiorentino Nuovamente con somma diligenza ristampata, & da molti errori ricorretta. Con l'aggiunta de' sommarij à libro per libro: & con le annotationi in margine delle cose più notabili: fatte dal reverendo padre Remigio fiorentino. Ove s'è messa ancora una copiosissima tavola per maggior commodità de' lettori In Venetia Appresso Nicolò Bevilacqua 1565 4°, cc. (24), 270, (2), rilegatura coeva in piena pergamena morbida, titolo manoscritto al dorso e al taglio inferiore, copertina leggermente allentata, marca tipografica al frontespizio: Donna in catene vicino a una roccia su cui poggiano un vaso e una sfera armillare e motto Superanda omnis sfortuna. una sbavatura di inchiostro a due carte per il resto esemplare molto buono. L'opera ha il commento di Padre Remigio Fiorentino che fu il biografo di Guicciardini. La prima edizione commentata da Remigio Fiorentino è del 1563.
Bookseller: Libreria Spalavera (libreriaspalavera) [Verbania, IT]
2020-01-23 01:57:42
Vezzosi Aemilus
1565. [500 manoscritto - Arezzo] (cm. 29.5 x 21) ottima piena pergamena antica ben restaurata, sguardie antiche non originali. Manoscritto cartaceo autografo composto di 120 carte numerate + 81 carte numerate (ultime 3 bianche) scritte al recto e al verso. Contiene epigrammi, odi, elegie ed epistole inedite, in gran parte ancora ignote e non riferite dal Massetani nel suo dizionario biografico degli Aretini. Come altri manoscritti anche il nostro inizia con "Aemilii Vezosii philosphi ac medici arretini". Dei componimenti ivi contenuti il Massetani riferisce solo di elegie latine in sei libri. Pertanto epigrammi, odi ed epistole sembrano a tutt'oggi sconosciute. Il nostro manoscritto del poco noto medico aretino (1565-1637) è così tutto da studiare in quanto aggiunge nuovi suoi scritti che costituiscono una scoperta. Per confronti circa la autobiografia vedi il codice 38 della biblioteca civica della città di Arezzo. Per notizie biografiche vedi: Massetani "Dizionario biografico degli Arettini" n°3688. Purtroppo è in cattivo stato di conservazione, a causa dell'inchiostro perforante alcune carte risukltano illeggibili, molte sono corrose al centro con grave perdita di circa la metà del testo. Pertanto è stato completamente restaurato nel 2001 dal laboratorio di restauro di Foligno, rinforzato con veline foglio a foglio onde impedire ulteriori perdite. Nonostante questo, resta un documento indiscutibilmente prezioso e unico che da nuova luce alla figura del medico aretino. Provenienza: Archivio privato di importante famiglia patrizia di Arezzo. 1979. [f84].
Bookseller: LibriAntichiArezzo-FC Edizioni (studio.bibliografico.libri.antichi.arezzo) [Arezzo , IT]
2020-01-22 07:23:23
Gulelmo Durando (Guillaume Durand)
Lugduni (Lyon): 1565. Overall condition is Good +. See description for full details and photos. Rationale Divinorum Officiorum By Gulelmo Durando (Guillaume Durand) Lugduni (Lyon): Apud Haeredes Jocabi Juntae (Heirs of Jacabus Giunta) 1565 Approx Size: 5 x 7 inches (12.5 x 17.5 cms) Hardback. 8vo. [86], [2] (blank), 569 leaves (i.e. 1138 pp), [5] printed pages Contemporary full mottled calf leather binding. Spine has 5 raised bands with gilt title and decoration to compartments. Spine and board corners heavily worn with loss to leather. Joints cracked but both boards are securely held by cords. Front endpaper has owner's inscription (dated 1874), small paper label and two stamps (Franciscan Monastery, Crawley). Some inked notes to title page in contemporary hand. Title page soiled and with frayed margins (slight loss to final letter of 'Rationale'). Occasional light water staining to text. Damp staining to rear endpaper. Good solid page block with no loose pages. Latin text. Durand's important liturgical treatise of the origin and symbolism of Christian ritual, written in the 13th century and first published in 1459. Binding is worn but still a good usable 16th century example. Overall Condition is Good + There are many more rare and collectable books in our eBay shop, all at very reasonable prices Why not take a look... HERE Keywords: Latin language.
Bookseller: Tarrington Books [Tarrington, HEF, United Kingdom]
2020-01-19 13:18:03
Beato Teodoreto di Cirro, autore; Antonio Carafa, tradotto dal Greco al Latino da
1565. Condition: Accettabile. Beati Theodoreti Episcopi Cyri interpretatio. In omnes davidis psalmos ab Andonio Carafa è Graeco in Latinum sermonem conversa. Cathena explanationum Veterum Sanctorum Patrum in omnia tum veteris, tum novi Testamenti Cantica ab eodem conversa cum privilegio senatus Veneti per Decennium. Bella cinquecentina in 4°, coperta rigida in pergamena, elegante tassello in pelle con titolo e decorazioni incisi in oro su dorso, chiari segni del tempo, fioritura sparsa, tagli appena ingialliti, pagine ben conservate con marginalia, diverse sottolineature a penna, molti appunti scritti sul margine concavo. Presenta richiami e segnatura dei fascicoli. Su frontespizio firma d'appartenenza, appunto e foro. Bei capilettera in nero. L'IMMAGINE MOSTRATA E' DELL'OGGETTO MESSO IN VENDITA THE IMAGE SHOWN IS THE OBJECT ON SALE L'IMAGE MONTREE EST L'OBJECT HIS EN VENTE Autore: Beato Teodoreto di Cirro, autore; Antonio Carafa, tradotto dal Greco al Latino da Editore: Apud M. Antonium Galassium Brixiensem - Patavii Collana: Lingua: LATINO Luogo edizione: PADOVA Argomento: Salmi Anno: 1565 Stato: USATO Pagine: 299 Volume: Rilegatura: Rilegato Edizione: PER ACQUISTI MULTIPLI, SPEDIZIONE UNICA A 4,90 EURO. ATTENDERE ACCORPAMENTO ORDINI PER IL PAGAMENTO FOR MORE THAN ONE PURCHASE, ONE SHIPPING FOR 4,90 EURO. PLEASE WAIT FOR TOTAL ORDERS BEFORE PAYING POUR PLUS D'UN ACHAT, UNE SEULE EXPEDITION POUR 4,90 EURO. ATTENDEZ S'IL VOUS PLAIT LE TOTAL DES COMMANDES AVANT LE PAIEMENT RISPONDIAMO ALLE VOSTRE DOMANDE/CHIAMATE DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE ORE 9:00 ALLE ORE 18:00 Tel. 0766. … [Click Below for Full Description]
Bookseller: bibliotecadibabele.libri [Tarquinia (VT), IT]
2020-01-18 16:09:11
GAMUCCI BERNARDO
1565. [Prima edizione- Roma-Figurato] (cm. 23) ottima mz. pergamena antica ben restaurata con piatti con musica rosso e nero.-- cc. 4 nn., pp. 201 (mal numerate 200), 1c. bianca rimontata + 1 tav. ripiegata f.t. con pianta di Roma. Contiene 37 xilografie n.t. con i più celebri monumenti. Prima edizione rarissima di una delle più importanti guide romane. Rispetto alle precedenti, riporta studi diretti e non riferiti. Anche la qualità delle illustr. è migliore ed il dettaglio più fedele. Manca a LOZZI, FOSSATI-BELLANI, PLATNER, COLETI, KISSNER e SCHLOSSER. Frontis leggermente brunito e restaurato come pure il margine interno delle successive 2cc. Qualche carta lievemente ombregg. ma bell' esemplare con xilografie in ottima tiratura. SCHUDT 711; CICOGNARA 3743; RANGHIASCI n° 303; CAPPONI 181; CHOIX 16995; ADAMS G 203; BM. STC. 290.
Bookseller: LibriAntichiArezzo-FC Edizioni (studio.bibliografico.libri.antichi.arezzo) [ Arezzo, IT]
2020-01-18 16:09:09
1565. Lievissime ombreggiature di umidità all' angolo inferiore. CARDANO, Girolamo. De methodo medendi sectiones quator... Parisiis, in Aedibus Rouillij, (Rovilli), 1565. In-8° antico, pergamena coeva (stanca). (16), 393, (15) pp., insegna tipografica in tre frontespizi (prima, seconda e quarta sezione), fregio centrale in fine. Lievissime ombreggiature di umidità all' angolo inferiore, ma esemplare abbastanza ben conservato. Contenuto: Sectione prima, recentorarum medicorum errores centum refelluntur. - Sectione secunda, de simplicium madicamentorum nocumentis agitur, et eorum usus ad annussim enucleatur. - Sectione tertia, admirandes curationes, et praedictones morborum continet. - Sectione quarta, Consilia in diversis morborum generibus complectitur. Rara edizione parigina. Hirsh, I, p. 829. Durling, 843. Wellcome, I, 1279.
Bookseller: Libri rari e antichi (libreriabrighenti) [San Giorgio di piano, BO, IT]
2020-01-18 15:06:08
1565. Notre blog : https://librairie-trois-plumes.blogspot.fr/ Notre mail : benoit@troisplumes.fr George Buchanan, Théodore de Bèze, Psalmorum Davidis paraphrasis poetica nunc primum edita, authore Georgio Buchanano, Scoto, poetarum nostri saeculi facile principe. Eiudem Davidis Psalmi aliquot a Th. B. V. versi. Psalmi aliquot in versus ite Graecos nuper a diversis translati Geneve, Robert Estienne, 1565 ou 1566. In-8, [8]-277-46p. Edition originale de cette paraphrase des psaumes due à l'humaniste George Buchanan (1506-1582). On y trouve aussi 6 psaumes traduits par Théodore de Bèze. L'ouvrage est ensuite bien complet des 46 pages contenant 20 psaumes en grec traduits par Frédéric Jamot, Florent Chrestien, Henri Estienne et un anonyme. Il manque ici un feuillet, vraisemblablement censuré : pages 265/266. Ce texte devait en effet poser un problème. Un précédent propriétaire a photocopié les pages manquantes d'après un autre exemplaire dont la page 266 était barrée. Nous n'avons pas su trouver quel était ce problème, mais il devait s'agit d'une traduction considérée comme mauvaise par les protestants de l'époque. Ce feuillet contenait uniquement des épigrammes. Il ne manque AUCUN psaume. Reliure plein maroquin à la Du Seuil, probablement du 17ème siècle, dos orné, tranches dorées. Petit manque à une coiffe et un coin, petites fentes en bout du mors supérieur. Mouillure claire en marge de la fin de l'ouvrage, atteignant le texte sur les dernières pages. Ouvrage très rare en première édition, ici dans un beau maroquin.
Bookseller: Librairie Trois Plumes (librairie_trois_plumes) [Angers, FR]
2020-01-17 12:46:38
Adamo SCULTORI (Mantova 1530 circa - Roma 1587)
Bulino, 1565 circa, monogrammato in lastra in basso a sinistra. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, rifilata al rame, in ottimo stato di conservazione. È opinione diffusa che il soggetto di questa incisione derivi da un disegno di Giulio Romano. Come sottolinea Ferrara, la composizione crea l'effetto di un antico bassorilievo; le figure risultano rigide e statuarie. La realizzazione dell'opera è da collocarsi nel periodo antecedente la partenza dell'artista per Roma, come lascerebbe supporre la lettera A del monogramma, con le aste convergenti. Massari ritiene che esistano due stati della lastra, di cui il secondo mostrerebbe alcune linee di contorno ripassate che, secondo Bellini sarebbero, invece, presenti in tutti gli esemplari da lui esaminati, propendendo per uno stato unico. Engraving, about 1565, monogrammed in the plate in the bottom left corner. Excellent work, printed on contemporary laid paper, trimmed to copperplate, in excellent condition. It is widely believed that the subject of this work comes from a drawing by Giulio Romano. As emphasized by Ferrara, the composition creates the effect of an ancient bas-relief; the figures are stiff and statuesque. The construction work is to be placed in the period before the artist's departure for Rome, as would suggest the letter A monogram, with the auction convergent. Massari considers that there are two states of the plate, the second of which would show some contour lines rehearse that, according to Bellini would, however, present in all the examples examined by him, leaning toward a single state. Barts … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-17 09:15:04
1565. Bell' esemplare. Diagora, Magresio (Pro Nicola Fabbri, bolognese). Il Gelsomico o sia Antisecchia. Manoscritto cartaceo in-4° grande (cm. 30 x 21) della metà del Settecento, legato in m. pergamena coeva con angoli. Pagine 416 grafia corsiva. Stesura originale autografa dei primi 24 canti (infatti vi sono molte correzioni della stessa mano). Il poema è composto da 41 canti. La stesura definitiva si trova in Bologna nella Biblioteca Arcivescovile (Raccolta Breventani, manoscritto n° 36). L' opera risulta inedita. Eccezionale documento autografo di questa violenta parodia dell Secchia Rapita di Alessandro Tassoni (1565-1635), che rimane un modello insuperato di quel genere letterario.
Bookseller: Libri rari e antichi (libreriabrighenti) [Cinquanta, IT]
2020-01-16 23:37:04
Onofrio PANVINIO (Verona 1530 - Palermo 1568)
1565. " Acquaforte e bulino, dimensioni mm 330x442, impressa su carta vergata coeva, con margini, in perfetto stato di conservazione. Esemplare nel terzo stato di tre, stampato in ""Venetijs Anno Salutis MDLXXX GRE XIII Pontifice maximo cum privilegeis Pontificis"", e con, aggiunto in basso a destra: C, pag. 7. Tratto dal ""De ludis Circensibus"", pubblicato da Giovan Battista Ciotti nel 1600. Sul lato destro, sotto la ricostruzione del Circo Massimo, è inciso il titolo: ANTEIQUAE URBIS IMAGO accuratissime, ex vetusteis moumenteis, et heis quae supersunt reliquieis, et parichrieis delineata ONUPHRII PANVINII VERONENSIS FRATRIS Eremitae Augustiniani autoris impensa, et aeneis fortheis Romae Anno Salutis MDLXV PIO IV Pontifice maximo cum privilegeis Pontificis, Imperatoris Regum, Reipoblicae Venetae, et Ducum. Nel riquadro in basso a destra si trova una legenda numerica di 90 rimandi a luoghi e monumenti notabili (ma il n. 90 non riporta indicazioni), distribuita su tre colonne. Nella tavola presenti alcune indicazioni toponomastiche. Orientazione nei quattro angoli con il nome dei punti cardinali: SEPTENTRIO, MERIDIES, ORIENS, OCCIDENS, il nord-est è in basso. Pianta archeologica a proiezione verticale con elevazione dei soli monumenti antichi. Si tratta di una delle più importanti piante archeologiche della città, assieme a quella pubblicata nel libro di Bartolomeo Marliano Urbis Romae Topographia B. Marliani (1544) e alla piccola pianta archeologica del Ligorio (1553). Hülsen sostiene che l'orografia derivi dalla pianta moderna del Paciotto (1557) malgrado il Panvinio abbi … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 18:10:14
Holy Bible
Antverpiæ: officina Christophori Plantini, 1565. I am limited to 12 photos on eBay, but I have many more photos on my website...just ask. An extremely rare 1565 Bible published in Antwerp by the Plantin Press. This Latin edition comes from the famous Johann Hentenius Louvain translation. This edition was printed in a two-column format along and features the Apocrypha. According to Darlow and Moule, "In 1559 appeared the first edition of the Latin Bible published by Christopher Plantin, the eminent Antwerp printer. It was a reprint in octavo of the Louvain Bible." (D&M 6141 note).
Bookseller: Schilb Antiquarian Rare Books (schilb_antiquarian_books) [Columbia, Missouri, US]
2020-01-16 17:41:10
Cornelis CORT (Hoorn, nr Alkmaar, 1533 - Roma, prima del 22 Aprile 1578)
Bulino, 1565, privo di data, firmato in lastra in basso a destra. Da un dipinto di Frans Floris. Della serie "Le dodici fatiche di Ercole". Esemplare nel IV stato di IV, descritto da Sellink - Leeflang Eccellente prova, impressa su carta vergata coeva, rifilata al margine, in ottimo stato di conservazione. Questa stampa costituisce la tavola n. 1 di una serie di 10 fogli raffiguranti le fatiche di Ercole, incisa da Cornelis Cort nel 1563 e riproducente altrettanti dipinti di Frans Floris realizzati fra il 1554 ed il 1555 per Nicolaas Jongelinck, mercante e collezionista d'arte di Anversa. Uno solo di questi 10 dipinti è tuttora esistente e si trova in collezione privata; i disegni preparatori per l'esecuzione delle incisioni furono probabilmente eseguiti da Simon Jansz. Kies, allievo di Franz Floris. La serie di incisioni conobbe 4 edizioni, tutte pubblicate ad Anversa: la prima nel 1565, opera di Hieronymus Cock, che pubblica anche la seconda e la terza; mentre la quarta edizine è opera di Justus Goltzius, che corregge l'indirizzo del Cock con il suo. Il soggetto è piuttosto singolare poichè secondo Ovidio non è Ercole bensì Teseo a cacciare i centauri che, invitati al banchetto di nozze di Piritto e Ippodamia, iniziano a comportarsi selvaggiamente finchè uno di essi, Eurito, assale la sposa scatenando una lotta furibonda. Tale episodio non è neppure citato fra quelli leggendari delle fatiche di Ercole. Al verso, timbro di collezione Leroy Kirwin 'Roy' Burket (Lugt 3389) ed un secondo non identificabile. Engraving, 1565, signed on plate with the names of the engraver and t … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 17:41:10
Cornelis CORT (Hoorn, nr Alkmaar, 1533 - Roma, prima del 22 Aprile 1578)
Bulino, 1565, monogrammato in lastra in basso al centro. Da un soggetto di Frans Floris. Esemplare nel raro primo stato di tre con l'indirizzo dell'editore Hieronimus Cock. Magnifica prova, impressa su carta vergata coeva recante filigrana "corona con doppia C" (Briquet 9223, Strauss 156), con inusuali ampi margini, in eccellente stato di conservazione. Frans Floris, conosciuto anche con il nome di "Raffaello fiammingo", viene molto influenzato in realtà da Michelangelo, che conosce durante il suo lungo soggiorno italiano. Pittore e incisore, coniuga l'arte del Rinascimento italiano con l'estro della scuola fiamminga, creando una scuola che verrà seguita sino all'avvento di Rubens. L'incisione fa parte di una serie di sei Divinità rurali, realizzate da Cornelis Cort. Molto rara. "Engraving, 1565, monogrammed in the plate in the bottom center. After Frans Floris. Example in the rare first state of three with the address of the publisher Hieronymus Cock. Magnificent proof, printyed on contemporary laid paper with watermarked ""crown with double C"" (Briquet 9223, Strauss 156), with unusual wide margins, in excellent condition. Frans Floris, also known by the name ""The Flemish Raphael"", is in reality very much influenced by Michelangelo, who knows during his long stay Italian. Painter and engraver, combines the art of the Italian Renaissance with the inspiration of the Flemish school, creating a school that will be followed until the advent of Rubens. The work is part of a series of six rural deity, made by Cornelis Cort. Very rare." Hollstein 169 I/III; TIB 52, 169.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 15:53:09
Ferrando BERTELLI (attivo a Venezia seconda metà del XVI secolo)
1565. Carta geografica di Maiorca a firma Ferrando Bertelli. Al centro dell'isola MAIORICA. In alto a sinistra in una targa con bordi ornati DE MAIORICA INSULA. MAIORICA ex duabus prope hispaniam ad orie[n]tem belearibus, sive gimnesis insulis altera maior et occidentalior contra iben iluminis ostia, à re sic dicta eius motropolis ad orientem solem septentrionem versus eodem nunc nomine quo et insula prius ut fetur palma vocata optimo portu, academia universali doctrina q[uae] lulliana nobilis ad meridiem vero alteram habet civitatem bollentiam sive pollentiam nomine Iuxta littora plana est et saecunda in interioribus vero contra, montibus referta et infaecunda. Ferando bertelli. Exc. Orientazione nei quattro lati al centro con il nome dei venti TRAMONTANA, MEZZODI, PONENTE, LEVANTE il nord è a sinistra. Carta priva di scala grafica e graduazione ai margini. La carta di Maiorca a firma Ferrando Bertelli, sebbene non datata, sembra essere la più antica di questa tipologia di mappe, ed appartiene ad un ampio progetto editoriale della tipografia Bertelli che realizza una serie cartografica dedicata alle isole del Mediterraneo, a partire da 1560 circa. Le carte sono, occasionalmente, poi inserite nella pubblicazione Civitatum aliquot insignorum del 1568 e più spesso nella successiva edizione della stessa opera datata 1574 e firmata da Donato Bertelli. Dal punto di vista cartografico le mappe non hanno nulla di attinente alla realtà delle isole; la carta di Maiorca è completamente rovesciata, probabilmente poiché incisa nello stesso verso del disegno dal quale è stata ripresa. P … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 07:46:21
Jost AMMAN (Zurigo 1539 - Norimberga, 17 Marzo 1591)
Xilografia, 1565, datata e monogrammata in tavola in alto a destra. Bellissima prova, omogenea, impressa su carta vergata coeva con filigrana "scudo con croce di Basilea", con sottili margini, in ottimo stato di conservazione. Scena raffigurante un torneo di cavalieri con lancia e spada in una piazza di Vienna. Jost Amman può essere considerato come uno dei maestri dell'incisione silografica, ed è celebrato per le sue opere, principalmente realizzate per illustrazioni di libri. Nativo di Zurigo, si trasferisce nel 1560 a Norimberga dove apprende l'arte incisoria alla bottega di Virgil Solis, e dove risiede per il resto della vita. La sua opera grafica a stampa è assolutamente impressionante e consiste in circa 1.500 lavori. Le sue silografie sono accurate e dettagliate, e forniscono uno specchio della vita sociale del tempo. Bellissima prova. "Woodcut, 1565, dated and signed at the top right. Very nice impression, uniform, printed on contemporary laid paper with watermark ""shield with cross of Basel"", with thin margins, in excellent condition. Scene depicting a tournament of knights with spear and sword in a public square in Vienna. Jost Amman can be considered as one of the masters of woodcut, and is celebrated for his works, mainly manufactured for book illustrations. A native of Zurich, in 1560 he moved to Nuremberg, where he learned the art of engraving to the workshop of Virgil Solis, and where he lived for the rest of his life. His graphic work in print is absolutely awesome and consists of approximately 1,500 jobs. His woodcuts are accurate and detailed, and provid … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 23:11:18
Giacomo Valegio (Verona circa 1548 - 1587)
Bulino, 1565 circa, firmato in lastra in basso a destra. Da un soggetto di Marco del Moro. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, con sottili margini, una piega di stampa nella parte sinistra centrale, per il resto in perfetto stato di conservazione. Sconosciuta al Bartsch ed al Passavant questa opera viene citata dal Nagler, che la descrive con cura. Il soggetto deriva dall'ambito veronese, precisamente da Marco del Moro ed è incisa nella maniera di Giacomo Caraglio. Madeline Archer la elenca tra le opere ingiustamente attribuite a Caraglio. Molto rara. Bibliografia: Nagler, Die Monogrammisten , 1837: TIB 075. Dimensioni 280x415. Engraving, 1565 circa, signed at lower right. After Marco del Moro. A fine impression, printed on contemporary paper, with thin margins, showing a little paper fold at upper left edge, generally in good conditions. Unknown by Bartsch and Passavant, this rare work is carefully described by Nagler. Madeline Archer lput this work in the doubtful prints by Caraglio. Very rare. Nagler, Die Monogrammisten , 1837: TIB 075. Dimensioni 280x415.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 21:26:31
Antonio LAFRERI (Orgelet 1512 - Roma 1577)
Acquaforte e bulino, 1565, firmata e datata in lastra nel cartiglio. Esemplare nel rarissimo primo stato di quattro. Magnifica prova, impressa su carta vergata coeva con filigrana "aquila nel cerchio con corona" (Woodward 55), rifilata al rame e con margini coevi aggiunti, in perfetto stato di conservazione. Pianta dell'assedio del 1565 a La Valletta, realizzata nell'agosto del 1565, come dichiarato nel cartiglio Ant. Lafrej Romae formis 1565 de mese Augusti. Della lastra esiste un secondo stato sempre edito nell'agosto del 1565, un aggiornamento costituito da nuove informazioni giunte al Lafrery che parlava della costruzione di un ponte di barche all'interno di Dockyard Creek. Il primo stato della lastra quindi ebbe una bassissima tiratura ed è pertanto rarissimo, ne sono conosciuti solo 10 esemplari nelle raccolte lafreriane. La mappa, forse per la sua incredibile bellezza, ebbe due tirature successive curate a Giovanni Orlandi diversi decenni dopo. Meraviglioso esemplare di questo importante documento. Le vicende dell'isola di Malta, della costruzione della città fortificata, la guerra contro i Turchi e il celebre assedio dell'isola costituiscono motivo di grande interesse nella civiltà rinascimentale europea, tanto da produrre una relativa cospicua letteratura e soprattutto una notevole produzione iconografica del susseguirsi degli eventi. Il Grande Assedio di Malta del 1565 rappresenta una pietra miliare nella storia delle isole maltesi, e anche un punto di svolta nella guerra tra i cristiani contro le forze dell'Impero Ottomano, conclusa con la celebre battaglia di Le … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 21:26:29
Giovanni Battista PITTONI detto "Battista Vicentino" (Vicenza 1520 - 1583)
Acquaforte e bulino, 1565, firmata e datata in lastra in basso a destra. Esemplare nel secondo stato di due, con il ritratto di Giovanni da Valletta aggiunto in basso a destra; tuttavia il primo stato della lastra può essere considerato come una prova di stampa. Magnifica prova, impressa su carta vergata coeva con filigrana non leggibile, con margini, in ottimo stato di conservazione. Nicolò Nelli è autore di diverse mappe e piante di Malta e la Valletta. Secondo Albert Ganado, il maggiore studioso della cartografia di Malta, questa mappa non è originale di Nelli ma realizzata usando e alterando la lastra dell'opera di Giovanni Battista Pittoni del luglio del 1565. Sempre secondo Ganado questa mappa sarebbe stata realizzata nell'ottobre dello stesso anno. Nelli modifica la lastra incisa dal Pittoni per raffigurare la battaglia del 11 settembre 1565 dove le truppe cristiane guidate da Ascanio della Corgna e Don Alvaro de Sande sconfissero i Turchi che fuggirono dall'isola. Il ritratto raffigura padre Jean de La Vallette-Parisot , il quarantanovesimo Gran Maestro del Sovrano Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, da cui il nome della capitale di Malta, nominato nel 1557 per difendere l'isola dagli ottomani. Questa è l'unica mappa degli assedi che include il ritratto di Giovanni da Valletta, ed è assolutamente rarissima. Le vicende dell'isola di Malta, della costruzione della città fortificata, la guerra contro i Turchi e il celebre assedio dell'isola costituiscono motivo di grande interesse nella civiltà rinascimentale europea, tanto da produrre una relativa cospicua letterat … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 21:26:17
Domenico ZENOI (Attivo tra il 1559 e il 1574)
1565. Un magnifico esemplare del primo stato di quattro, avanti l'indirizzo del Camocio, con pieni margini, condizioni perfette. Molto rara. In basso al centro, in un cartiglio sormontato dallo stemma imperiale, si legge: TOCQUAY, over DOGGEY, fortezza inespugabile ne Confini d' Ongheria, & Transilvania, Circha 30, leghe dilà da Buda, fra doi fiumi presa da Massimiliano Imp. L'anno 1565. per Lazaro fanswendi, suo Capitano & General nella detta jmpresa fatta sop'il giaccio con 33. Pecci d'Artiglierie, metterà basso li rampari & in due assalti presa & guadagnata nel termine de 4 giorni, trovorno nella detta fortezza denari & munitio[ni ] da guerra. Domenico Zenoi f. Orientazione con l'est in alto (ORIENS). Sulla tavola sono presenti alcune iscrizioni che identificano i diversi schieramenti e descrivono la battaglia. Acquaforte e bulino, dimensioni mm 405x290. Pianta prospettica che mostra la fortezza di Tokay, durante la conquista imperiale del 1565. L'occupazione di Tokaj è stato il primo evento a essere raffigurato in un largo numero di incisioni pubblicate a Vienna, Parigi e Venezia, subito dopo il suo accadimento. Tra queste incisioni, l'opera di Zenoi è di particolare interesse perché rappresenta la prima veduta di una fortezza ungherese incisa su rame. Nel 1565 l'imperatore Massimiliano, approfittando del fatto che i Turchi erano occupati nel Mediterraneo, s'impadronì sia di Tokaj che Szerencs, appartenenti alla Transilvania del principe Giovanni Sigismondo Zápolya, stato vassallo dei Turchi, creato dal sultano Solimano il Magnifico intorno al 1550. Il successo dell'ope … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 19:46:12
1565. Orlando furiosodi Messer Lodovico Ariostotutto ricorretto, et di nuove figure adornato. Con le annotationi [...] di Ieronimo Ruscelli.La vita dell'autore, descritta dal signor Giovan Battista Pigna.Gli scontri de' luoghi mutati dall'Autore doppo la sua prima impressione. La dichiaratione di tutte le istorie [...] fatta da m. Nicolo Eugenico.Di nuovo aggiuntovi li Cinque canti [...].In Venetia, appresso Vincenzo Valgrisi, 1565in-4, leg. settecentesca, titoli in oro al dorso, pp. [16], 654, [32]51 illustrazioni xilografiche a piena pagina e gli argomenti dei canti inseriti in cornici xilografiche. Iniziali figurate. Marche tipografiche nelle annotazioni e a sul fronte dei Cinque cantiCon proprio frontespizio I Cinque canti [...]. Vi sono le annotazioni del Ruscelli, la biografia ariostea del Pigna e le varianti rispetto alla "princeps". Le illustrazioni sono attribuite a Dosso Dossi.Così Gamba (56) a proposito di questa prestigiosa edizione veneziana: "L'Autore erasi servito dell'opera di Dosso Dossi, celebre pittore ferrarese, per far disegnare i principali soggetti contenuti in ciascun Canto del suo Furioso, e che le Tavole furono terminate soltanto alcuni anni dopo la morte di lui, e pubblicate per la prima volta nell'edizione del 1556. Edizione dedicata al duca Alfonso d'Este, fu editore Girolamo Ruscelli, il quale introdusse tali cangiamenti di vocaboli, d'inflessione de' medesimi, di modi di sintassi, che mostrarono la sua insensata pedanteria". Lo stato del libro è molto buono, come si puo' vedere dalle numerose foto pubblicate, per quanto riguarda L'Orlando Furi … [Click Below for Full Description]
Bookseller: privato-collezionista [GRUMELLO, IT]
2020-01-14 13:25:54
Ferrando BERTELLI (attivo a Venezia seconda metà del XVI secolo)
1565. Carta geografica di Maiorca a firma Ferrando Bertelli. Al centro dell'isola MAIORICA. In alto a sinistra in una targa con bordi ornati DE MAIORICA INSULA. MAIORICA ex duabus prope hispaniam ad orie[n]tem belearibus, sive gimnesis insulis altera maior et occidentalior contra iben iluminis ostia, à re sic dicta eius motropolis ad orientem solem septentrionem versus eodem nunc nomine quo et insula prius ut fetur palma vocata optimo portu, academia universali doctrina q[uae] lulliana nobilis ad meridiem vero alteram habet civitatem bollentiam sive pollentiam nomine Iuxta littora plana est et saecunda in interioribus vero contra, montibus referta et infaecunda. Ferando bertelli. Exc. Orientazione nei quattro lati al centro con il nome dei venti TRAMONTANA, MEZZODI, PONENTE, LEVANTE il nord è a sinistra. Carta priva di scala grafica e graduazione ai margini. La carta di Maiorca a firma Ferrando Bertelli, sebbene non datata, sembra essere la più antica di questa tipologia di mappe, ed appartiene ad un ampio progetto editoriale della tipografia Bertelli che realizza una serie cartografica dedicata alle isole del Mediterraneo, a partire da 1560 circa. Le carte sono, occasionalmente, poi inserite nella pubblicazione Civitatum aliquot insignorum del 1568 e più spesso nella successiva edizione della stessa opera datata 1574 e firmata da Donato Bertelli. Dal punto di vista cartografico le mappe non hanno nulla di attinente alla realtà delle isole; la carta di Maiorca è completamente rovesciata, probabilmente poiché incisa nello stesso verso del disegno dal quale è stata ripresa. P … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-13 17:40:55
Cicero, Marcus Tullius; Lambin, Denys; de Asula eredi di, Andreas Torresano; Turrisan, Bernard; Christie, Richard Copley
Lutetiæ [Paris]: Apud Bernardum Turrisanum, sub Aldina Bibliotheca, via Iacobæa, 1565. Folios; VG; bound in early full brown leather, paneled spines with gilt tooling and lettering; volume 1 rebacked with previous spine preserved; volume 2 has cracking to hinges, chipping to tail of spine, large chip missing to head of spine; ex-library bookplate to front pastedown of volume 1; Aldine dolphin-and-anchor device on title-pages; Large capital initials, decorated initials; scattered and sparse marginalia; At foot of title-page: Cum priuilegio Regis; several mispaginations; Parts 2-4 have seperate title pages: Tomvs secvndus (tertivs, qvartvs)--Operum M. Tullii Ciceronis; Part 1 dated 1566.; Part 1 contains the rhetorical works, Part 2, the orations, Part 3, the epistles Part 4, the philosophical works. Part 1 includes additions and corrections to parts 2-4.; Latin text, with some Greek words; consignment; shelved case 4.
Bookseller: Second Story Books [United States]
2020-01-13 04:07:28
Bernardo Gamucci
Venetia: Gio Varisco e Compagni, 1565. Click here to see our other books! Libri Quattro Le Antichita Della Citta di Roma Bernardo Gamucci 1565 Gio Varisco e Compagni : Venetia 9" by 6.5" [8], 1-2, 199-200, 3-6, 197-198, 7-196, 200pp, [1] SUMMARY A very scarce study on the antiquities of Rome by Bernardo Gamucci. The first edition of this work. First Edition,Very Scarce Overall Condition: Near Fine This book weighs 0.75 KG when packed UK Postage: £ FREE POSTAGE US Postage: £ 19.99 EU Postage: £ 15.99 European Postage: £ 16.99 Asia Postage: £ 21.99 Worldwide Postage: £ 25.99 DESCRIPTION A very early, fully illustrated guide book to Rome. Collated complete. This copy belonged to Andrew Fletcher of Saltoun (1655-1716). With his signature to the rear pastedown. Fletcher was a Scottish bibliophile, author and friend of noted philosopher John Locke. His library amassed 6,000 books and he spent much of his life visiting bookshops in search of works of interest across a wide range of subjects. Leaves Bb3-Bb4 (197-200pp) are misbound. 199-200 misbound between pages 2-3, 197-198 misbound between pages 6-7. With seventeenth century endpapers. In the original Latin. Illustrated, with one folding plate and thirty-eight woodcut illustrations. Woodcuts are after drawings by Giovanni Antonio Dosio, an Italian architect and sculptor. Dosio first arrived in Rome in 1548 where he joined workshops by Raffaello da Montelupo and Guglielmo della Porta. Dosio's architectural drawings are original works rather than copies. Campbell notes that they are 'mostly orthogonal, but occasionally perspectiva … [Click Below for Full Description]
Bookseller: The Mad Librarian (the-mad-librarian) [Bath, GB]
2020-01-10 20:04:45
Antonio LAFRERI (Orgelet 1512 - Roma 1577)
Acquaforte e bulino, 1565, firmata e datata in lastra nel cartiglio. Esemplare nel rarissimo primo stato di quattro. Magnifica prova, impressa su carta vergata coeva con filigrana "aquila nel cerchio con corona" (Woodward 55), rifilata al rame e con margini coevi aggiunti, in perfetto stato di conservazione. Pianta dell'assedio del 1565 a La Valletta, realizzata nell'agosto del 1565, come dichiarato nel cartiglio Ant. Lafrej Romae formis 1565 de mese Augusti. Della lastra esiste un secondo stato sempre edito nell'agosto del 1565, un aggiornamento costituito da nuove informazioni giunte al Lafrery che parlava della costruzione di un ponte di barche all'interno di Dockyard Creek. Il primo stato della lastra quindi ebbe una bassissima tiratura ed è pertanto rarissimo, ne sono conosciuti solo 10 esemplari nelle raccolte lafreriane. La mappa, forse per la sua incredibile bellezza, ebbe due tirature successive curate a Giovanni Orlandi diversi decenni dopo. Meraviglioso esemplare di questo importante documento. Le vicende dell'isola di Malta, della costruzione della città fortificata, la guerra contro i Turchi e il celebre assedio dell'isola costituiscono motivo di grande interesse nella civiltà rinascimentale europea, tanto da produrre una relativa cospicua letteratura e soprattutto una notevole produzione iconografica del susseguirsi degli eventi. Il Grande Assedio di Malta del 1565 rappresenta una pietra miliare nella storia delle isole maltesi, e anche un punto di svolta nella guerra tra i cristiani contro le forze dell'Impero Ottomano, conclusa con la celebre battaglia di Le … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 20:04:45
Giovanni Battista PITTONI detto "Battista Vicentino" (Vicenza 1520 - 1583)
Acquaforte e bulino, 1565, firmata e datata in lastra in basso a destra. Esemplare nel secondo stato di due, con il ritratto di Giovanni da Valletta aggiunto in basso a destra; tuttavia il primo stato della lastra può essere considerato come una prova di stampa. Magnifica prova, impressa su carta vergata coeva con filigrana non leggibile, con margini, in ottimo stato di conservazione. Nicolò Nelli è autore di diverse mappe e piante di Malta e la Valletta. Secondo Albert Ganado, il maggiore studioso della cartografia di Malta, questa mappa non è originale di Nelli ma realizzata usando e alterando la lastra dell'opera di Giovanni Battista Pittoni del luglio del 1565. Sempre secondo Ganado questa mappa sarebbe stata realizzata nell'ottobre dello stesso anno. Nelli modifica la lastra incisa dal Pittoni per raffigurare la battaglia del 11 settembre 1565 dove le truppe cristiane guidate da Ascanio della Corgna e Don Alvaro de Sande sconfissero i Turchi che fuggirono dall'isola. Il ritratto raffigura padre Jean de La Vallette-Parisot , il quarantanovesimo Gran Maestro del Sovrano Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, da cui il nome della capitale di Malta, nominato nel 1557 per difendere l'isola dagli ottomani. Questa è l'unica mappa degli assedi che include il ritratto di Giovanni da Valletta, ed è assolutamente rarissima. Le vicende dell'isola di Malta, della costruzione della città fortificata, la guerra contro i Turchi e il celebre assedio dell'isola costituiscono motivo di grande interesse nella civiltà rinascimentale europea, tanto da produrre una relativa cospicua letterat … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:40:55
Jost AMMAN (Zurigo 1539 - Norimberga, 17 Marzo 1591)
Xilografia, 1565, datata e monogrammata in tavola in alto a destra. Bellissima prova, omogenea, impressa su carta vergata coeva con filigrana "scudo con croce di Basilea", con sottili margini, in ottimo stato di conservazione. Scena raffigurante un torneo di cavalieri con lancia e spada in una piazza di Vienna. Jost Amman può essere considerato come uno dei maestri dell'incisione silografica, ed è celebrato per le sue opere, principalmente realizzate per illustrazioni di libri. Nativo di Zurigo, si trasferisce nel 1560 a Norimberga dove apprende l'arte incisoria alla bottega di Virgil Solis, e dove risiede per il resto della vita. La sua opera grafica a stampa è assolutamente impressionante e consiste in circa 1.500 lavori. Le sue silografie sono accurate e dettagliate, e forniscono uno specchio della vita sociale del tempo. Bellissima prova. "Woodcut, 1565, dated and signed at the top right. Very nice impression, uniform, printed on contemporary laid paper with watermark ""shield with cross of Basel"", with thin margins, in excellent condition. Scene depicting a tournament of knights with spear and sword in a public square in Vienna. Jost Amman can be considered as one of the masters of woodcut, and is celebrated for his works, mainly manufactured for book illustrations. A native of Zurich, in 1560 he moved to Nuremberg, where he learned the art of engraving to the workshop of Virgil Solis, and where he lived for the rest of his life. His graphic work in print is absolutely awesome and consists of approximately 1,500 jobs. His woodcuts are accurate and detailed, and provid … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:13:20
Cornelis CORT (Hoorn, nr Alkmaar, 1533 - Roma, prima del 22 Aprile 1578)
Bulino, 1565, privo di data, firmato in lastra in basso a destra. Da un dipinto di Frans Floris. Della serie "Le dodici fatiche di Ercole". Esemplare nel IV stato di IV, descritto da Sellink - Leeflang Eccellente prova, impressa su carta vergata coeva, rifilata al margine, in ottimo stato di conservazione. Questa stampa costituisce la tavola n. 1 di una serie di 10 fogli raffiguranti le fatiche di Ercole, incisa da Cornelis Cort nel 1563 e riproducente altrettanti dipinti di Frans Floris realizzati fra il 1554 ed il 1555 per Nicolaas Jongelinck, mercante e collezionista d'arte di Anversa. Uno solo di questi 10 dipinti è tuttora esistente e si trova in collezione privata; i disegni preparatori per l'esecuzione delle incisioni furono probabilmente eseguiti da Simon Jansz. Kies, allievo di Franz Floris. La serie di incisioni conobbe 4 edizioni, tutte pubblicate ad Anversa: la prima nel 1565, opera di Hieronymus Cock, che pubblica anche la seconda e la terza; mentre la quarta edizine è opera di Justus Goltzius, che corregge l'indirizzo del Cock con il suo. Il soggetto è piuttosto singolare poichè secondo Ovidio non è Ercole bensì Teseo a cacciare i centauri che, invitati al banchetto di nozze di Piritto e Ippodamia, iniziano a comportarsi selvaggiamente finchè uno di essi, Eurito, assale la sposa scatenando una lotta furibonda. Tale episodio non è neppure citato fra quelli leggendari delle fatiche di Ercole. Al verso, timbro di collezione Leroy Kirwin 'Roy' Burket (Lugt 3389) ed un secondo non identificabile. Engraving, 1565, signed on plate with the names of the engraver and t … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:09:49
Domenico ZENOI (Attivo tra il 1559 e il 1574)
1565. Un magnifico esemplare del primo stato di quattro, avanti l'indirizzo del Camocio, con pieni margini, condizioni perfette. Molto rara. In basso al centro, in un cartiglio sormontato dallo stemma imperiale, si legge: TOCQUAY, over DOGGEY, fortezza inespugabile ne Confini d' Ongheria, & Transilvania, Circha 30, leghe dilà da Buda, fra doi fiumi presa da Massimiliano Imp. L'anno 1565. per Lazaro fanswendi, suo Capitano & General nella detta jmpresa fatta sop'il giaccio con 33. Pecci d'Artiglierie, metterà basso li rampari & in due assalti presa & guadagnata nel termine de 4 giorni, trovorno nella detta fortezza denari & munitio[ni ] da guerra. Domenico Zenoi f. Orientazione con l'est in alto (ORIENS). Sulla tavola sono presenti alcune iscrizioni che identificano i diversi schieramenti e descrivono la battaglia. Acquaforte e bulino, dimensioni mm 405x290. Pianta prospettica che mostra la fortezza di Tokay, durante la conquista imperiale del 1565. L'occupazione di Tokaj è stato il primo evento a essere raffigurato in un largo numero di incisioni pubblicate a Vienna, Parigi e Venezia, subito dopo il suo accadimento. Tra queste incisioni, l'opera di Zenoi è di particolare interesse perché rappresenta la prima veduta di una fortezza ungherese incisa su rame. Nel 1565 l'imperatore Massimiliano, approfittando del fatto che i Turchi erano occupati nel Mediterraneo, s'impadronì sia di Tokaj che Szerencs, appartenenti alla Transilvania del principe Giovanni Sigismondo Zápolya, stato vassallo dei Turchi, creato dal sultano Solimano il Magnifico intorno al 1550. Il successo dell'ope … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 09:50:19
Pantaleon
Basel: 1565. Heinrich Pantaleon: Prosographiae heroum atque illustrium virorum totius Germaniae. Part 1 and 2 (of 3) Published: Basel, Brylinger, 1565 Size: 35 x 21 cm Condition: please see photos - Blindstamped leather over wooden boards. 6 ll, 291 pages, 6 ll. 4 ll, 448 pages, 6 ll. First edition. Illustrated with hundereds of woodcut portraits. Shipping-costs: see description Payment: Paypal or Banktransfer.
Bookseller: print-forum (odetowhitman*) [Berlin, DE]
2020-01-10 05:34:08
Heinrich Pantaleon
Basel: Nikolaus Brylinger, 1565. In guter Erhaltung. Kräftiger Druck und festes Bütten. Papier gleichmäßig leicht gebräunt, zu Beginn mit schwachem Wasserrand. Stellenweise etwas braunfleckig. Im Teil 1, Seite 219 mit Handschrift in brauner Tinte. Vorsatzblatt oben mit alten handschriftlichen Marginalien. RARITÄTEN-WERK - WIR VERKAUFEN ORIGINELLE ORIGINALE - WE SELL EXTRAORDINARY ORIGINALS HEINRICH PANTALEON "PROSOPOGRAPHIAE HEROUM ATQUE ILLUSTRIUM VIRORUM TOTIUS Germaniae ..." ZAHLREICHE PORTRÄT-HOLZSCHNITTE ANNO 1565 BASEL, NIKOLAUS BRYLINGER VOLLSTÄNDIG Sicherheit und Vertrauen in wirkliche Werte sind gerade in diesen Tagen das höchste Gut. Mit Drucken, Handschriften und Grafiken von sedulitas kunstmarketing erwerben Sie originale, wertstabile, repräsentative und sammelwürdige Wertanlagen! HELDENBUCH VON PANTALEON IN ERSTER AUSGABE - ANNO 1565 AUTOR Heinrich Pantaleon (1522 - 1595 in Basel). War ein Schweizer Arzt, Hochschullehrer für Dialektik und Physik sowie Späthumanist. TITEL „PROSOPOGRAPHIAE HEROUM ATQUE ILLUSTRIUM VIRORUM TOTIUS Germaniae ..." Teil 1 und 2 (von 3) in einem Band. DRUCKER / VERLAG Nikolaus Brylinger, Basel, 1565. BESCHREIBUNG Berühmte erste Ausgabe des Hauptwerkes von Pantaleon, das eine stattliche Anzahl von Lebensläufen namhafter Persönlichkeiten enthält. Der dritte und 1 Jahr später (1566) erschienene, Teil ist hier nicht mit enthalten. Beginnend mit der Schöpfungsgeschichte hält das umfangreiche Kompendium über 1700 Biographien aus der Geschichte von "Germania" sowie der Niederlande und der Schweiz bereit; umfasst vor allem das Leben mythischer … [Click Below for Full Description]
Bookseller: ARTFINDING (schnellkauf69) [Weidenhain, DE]
2020-01-05 00:02:42
Holy Bible
Antverpiæ: officina Christophori Plantini, 1565. 1565 Louvain BIBLE Plantin Press Hentenius Latin Reformation Biblia Antwerp RAREAn extremely rare 1565 Bible published in Antwerp by the Plantin Press. This Latin edition comes from the famous Johann Hentenius Louvain translation. This edition was printed in a two-column format along and features the Apocrypha. According to Darlow and Moule,"In 1559 appeared the first edition of the Latin Bible published by Christopher Plantin, the eminent Antwerp printer. It was a reprint in octavo of the Louvain Bible." (D&M 6141 note)Item number: #9426Price: $1500Holy BibleBiblia, ad vetustissima exemplaria castigata. Quid in horum Bibliorum castigatione praestitum sit, subsequens praefatio latius indicabit.Antverpiæ: Ex officina Christophori Plantini, 1565.Details: · Collation: Complete with all leaveso [8], 392, 98, [22], [32]o Signatures: pi² *⁸ A-Z⁸ a-z⁸ 2A-2C⁸; ²A-P⁸; ³A-D⁸· References: Adams B 1077 [1569 ed]; Darlow & Moule 6141· Language: Latin · Binding: Leather; tight & secure· Size: ~8in X 5.75in (20cm x 14.5cm)Our Guarantee:Very Fast. Very Safe. Free Shipping Worldwide.Customer satisfaction is our priority! Notify us with 7 days of receiving, and we will offer a full refund without reservation!9426Photos available upon request.
Bookseller: Schilb Antiquarian [Columbia, MO, U.S.A.]
2019-12-28 09:55:03
DELFINO Domenico
appresso Gabriel Giolito de' Ferrari, 1565. In-16 p. (mm. 153 x 103), mz. pergamena antica (risg. rifatti), 28 cc.nn., 360 pp.num., marca tipografica al frontespizio, ornato da testatine e grandi capilettera figurati a vignetta, tutti xilografati. Dedica di Lodovico Dolce a Nicolò Crasso, oratore. L'opera contiene molti argomenti curiosi ed interessanti (religione, politica, passioni, ragione, divinazione, magia); tra gli altri, nei capitoli III, IV, V, VI e XXVII tratta dell'aritmetica, della geometria, della musica, della astrologia, come precisa il Riccardi,I, 402. Ma il "Sommario".., attribuito al Delfino, è risultato essere una pura traduzione della "Vision delectable de la philosofia y artes liberales" di Alfonso de la Torre, già stampata in Spagna nel 1480 o 1482.. Anzi, come osserva giustamente il Brunet, nemmeno gli spagnuoli dovettero ricordarsi che l'opera apparteneva alla loro letteratura, perchè si tradusse in spagnolo col nome del Delfino, e fu ripetutamente stampata! Così Bongi,I, p. 504-505. Questa ediz. del 1565 è quindi la "seconda edizione" della traduzione di Delfino (la prima giolitina è del 1556). Cfr. anche Palau,VII, p. 47 - Brunet,V,887. Su quasi tutto il volume pesante alone al solo margine esterno bianco (che man mano si attenua); alc. cc. con uniforme lieve arross.; a parte questi difetti, buon esemplare di questa rara opera.
Bookseller: Libreria Antiquaria Malavasi [Italy]
2019-12-18 12:20:05
See description below. hippiatria Hippiatria - Marstallerei 1565 plus fragments from two other documents This is a set of one book and two sets of page fragments that appear to be from the 16th century, kept together in a custom case. I am not an antiquarian book dealer and I have no provenance on these items. I have described them to the best of my ability. Feel free to ask questions. The first publication is a book that appears to be called Hippiatria by Marstallerei. It is dated 1565. It is bound in a later fine binding, shown in the photos above. The first half of the book consists of plates that appear to show various bits used for horses. The captions are in both Latin and German. The second half of the book appears to discuss the health and color of horses. It is in German only, in black letter type. This book is in very good condtion, with minor darkening and soiling of the cover and pages. The covers are slightly bowed and there is an ex libris inscription on an older, presumably original page which has been tipped in on the newer pastedown. The name appears to be Christopher Wiley. The collation appears to be complete at 105 consecutively numbered pages. The first four pages have suffered some damage to the lower corner which appears to have been professionally repaired. The text to the first two lower images is missing (see photos). The two images of the horse appear to have been affected by page trimming (see photos). All other pages appear to be intact and legible. There are also two sets of page fragments that appear to be from about the same period. The first … [Click Below for Full Description]
Bookseller: horsetalesbooks [Chimacum, Washington, US]
2019-12-16 09:36:03
Nur sehr geringe Gebrauchsspuren, Bücher im sehr guter Zustand. Abraham Bloemaert c. 1565-1651. The Drawings MMVII Privately Printed 2007 Privatly published by the author. - Complete set of this important standard work. 2 Volumes Volume I - Catalogue - 578 Seiten Volume II - Ilustrations - 505 Seiten mit hunderten von Abbildungen by Bolten,Jaap Größe 20 x 19 cm Wo,rechts,3 ( nur für den internen Gebrauch ) Bitte besuchen Sie meinen Shop für weitere tausende Angebote Mitglied verfügt über einen eBay Shop.
Bookseller: exklusiv-und-wertvoll (wykfoehr01) [Frankfurt, DE]
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     564 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2020 viaLibri™ Limited. All rights reserved.