The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1560
2013-12-14 15:06:59
Langley, Thomas; Vergil, Polydore
Jhon Tisdale, London, 1560. Hardcover (rebound in leather). Very Good Condition. Rebound by Wood in full black morocco in an antique style, page edges gilt, neatly trimmed, added endpapers but with the original rear blank. Title a bit soiled, a few notes in the margin in an early hand and a few early underlinings, light dampstain in the right margin to a few pages early on, occasional finger marks, browning, but generally quite clean. With the colophon and woodcut of Abraham and Isaac at the end. [8], c.lii, [16] leaves, ESTC 24658. Early edition of Langley's abridgment of Polydore Vergil (1470-1555) originally printed in 1546 and reprinted in 1551; this edition undated and ca. 1560. In black letter throughout. Vergil, often dubbed the father or English history, was widely influential in 16th century Britain - his De inventoribus rerum (1499) of which this is largely an abridgment, and Anglica Historia (1534) were widely read and disseminated, though often contentiously for polluting English history with "his Romishe lyes and other Italyshe beggerye". Size: Octavo (8vo). Quantity Available: 1. Shipped Weight: Under 1 kilo. Inventory No: 044346. .
Bookseller: Pazzo Books
2013-12-14 15:06:59
Langley, Thomas; Vergil, Polydore
Jhon Tisdale, London, 1560. Hardcover (rebound in leather). Very Good Condition. Rebound by Wood in full black morocco in an antique style, page edges gilt, neatly trimmed, added endpapers but with the original rear blank. Title a bit soiled, a few notes in the margin in an early hand and a few early underlinings, light dampstain in the right margin to a few pages early on, occasional finger marks, browning, but generally quite clean. With the colophon and woodcut of Abraham and Isaac at the end. [8], c.lii, [16] leaves, ESTC 24658. Early edition of Langley's abridgment of Polydore Vergil (1470-1555) originally printed in 1546 and reprinted in 1551; this edition undated and ca. 1560. In black letter throughout. Vergil, often dubbed the father or English history, was widely influential in 16th century Britain - his De inventoribus rerum (1499) of which this is largely an abridgment, and Anglica Historia (1534) were widely read and disseminated, though often contentiously for polluting English history with "his Romishe lyes and other Italyshe beggerye". Size: Octavo (8vo). Quantity Available: 1. Shipped Weight: Under 1 kilo. Inventory No: 044346. .
Bookseller: Pazzo Books
Check availability:
2013-11-21 21:34:33
VERRIO FLACCO
Venezia, Ex officina Stellae Iordani Zilleti, 1560. 1560 In 8°, c.nn. 16, p. DVII, (1), c.nn. 89,b,4 ( indici, annotazioni e errata). Al colofon, dopo il registro, si legge "Venetiis, Apud Ioannem Mariam Bonellum, 1560. Ristampa dell'edizione del 1559. Bellissimo esemplare. Legatura coeva in pergamena. Titoli calligrafici al dorso. (Adams, V, 587).
Bookseller: Studio Bibliografico Marisa Meroni
2013-11-02 23:42:56
DE STEFANO PIETRO.
appresso Raymondo Amato 1560 In Napoli, appresso Raymondo Amato, 1560. In 8vo; carte 192, 6 n.nn. Pergamena coeva con unghie. Bei capilettera silografati a fiorami. Completa descrizione delle chiese dei sacerdoti, dei monasteri claustrali, delle chiese delle monache. Opera d?estrema rarità. Haym I, 86; Minieri Riccio II, 339; Lozzi, 249; Manzi, Annali di Amato, pag. 94; Giustiniani, Saggio storico critico, pag. 144. 4 immagini allegate.
Bookseller: Studio Bibliografico Casella
2013-10-21 03:45:29
Kerssenbrock, Heinrich von
Osnabrück, 1560 -1592. 20 x 16 cm. (34) Blatt in 3 Bogen, darin 22 Seiten mit handschriftlichen Eintragungen - Vom Bruch 66 (vgl.) - Der Holsteinische Rat Heinrich von Kerssenbrock, Erbe seines kinderlosen Onkels Otto von Kerssenbrock, wurde 1579 und 1590 mit dem Gut Honeburg belehnt. Nach seinem Tod ging das Gut auf seinen Schwiegersohn Rittmeister Wolfgang von Böselager über (vom Bruch, S. 66). Die Eintragungen beginnen mit der Aufstellung der von Heinrich von Kerssenbrock eingebrachten und erworbenen Geräte. Der zweite Teil enthält Eingangsvermerke der Pächter von 1560 bis 1565. Die letzten 2 Seiten enthalten Abrechnungen über Getreideverkäufe aus den Jahren 1673 bis 1681; vermutlich von Johann Joachim von Böselager, seit 1673 Besitzer des Gutes. Blattränder mit Feuchtigkeitsspuren, das erste Blatt in der Ecke Papierverlust ca. 4 x 4 cm -
Bookseller: Wenner Antiquariat
Check availability:
2013-10-15 19:57:21
GESSNER, Conrad (1516-1565).
excudebat Christoph. Froschoverus 1560 ...CUM NOMENCLATURIS SINGOLORUM LATINIS, GRAECIS, ITALICIS, HISPANICIS, GALLICIS, GERMANICIS, ANGLICIS, ALIISQUE INTERDUM PER CERTOS ORDINES DIGESTAE. TIGURI, EXCUDEBAT CHRISTOPH. FROSCHOVERUS, 1560. 2 VOLUMI. EDIZIONE ORIGINALE. (UNITO:) ICONES AVIUM OMNIUM QUAE IN HISTORIA AVIUM... DESCRIBUNTUR, CUM NOMENCLATURIS SINGULORUM... EDITIO SECUNDA, NOVIS ALIQUOT EICONIBUS AUCTA... IBIDEM, 1560. GESSNER, CONRAD (1516-1565). FOLIO. 4 VOLUMES BOUND IN ONE, CONTEMPORARY CALF, REBACKED WITH ORIGINAL GILT LABEL PRESERVED, CORNERS NEATLY REPAIRED. (XXVIII), 374, (2) PP., 700 WOODCUT ILLUSTRATIONS; 127, (9) PP., 141 WOODCUT ILLUSTRATIONS; 137, (11) PP., 220 WOODCUT ILLUSTRATIONS. TITLE-PAGE OF THE NOMENCLATOR EXPERTLY WASHED AND TWO TEARS OF IT NEATLY REPAIRED WITHOUT LOSS OF TEXT, OTHERWISE A FINE COPY OF GESNER'S VERY RARE COLLECTED ICONES ANIMALIUM. 4 VOLUMI IN- FOLIO RIUNITI IN PIENA PELLE COEVA, DORSO RESTAURATO, TASSELLO DORATO CONSERVATO, ANGOLI ABILMENTE RIPARATI. (XXIII), 374, (2) PP., 700 ILLUSTRAZIONI INCISE IN LEGNO; 127, (9) PP., 141 ILLUSTRAZIONI; 137, (11) PP., 220 ILLUSTRAZIONI. TITOLO DEL NOMENCLATOR LAVATO E COLLATO, CON DUE STRAPPI MARGINALI FINEMENTE RESTAURATI: IN COMPLESSO, BELL' ESEMPLARE DELL' ICONOGRAFIA COMPLETA DELLA MONUMENTALE OPERA DEL GESSNER, IL PRIMO TRATTATO GENERALE DELLA STORIA DEGLI ANIMALI. NELL' OPERA I VARI ANIMALI SONO INDICATI IN ORDINE ALFABETICO, ANALOGAMENTE ALLA HISTORIA NATURALIS DI PLINIO, MENTRE DI CIASCUN ANIMALE VENGONO DESCRITTI COMPORTAMENTO, UTILIZZAZIONE ALIMENTARE ED EVENTUALE UTILITÀ MEDICA … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Brighenti libri esauriti e rari
2013-10-12 11:10:26
VALVERDE DE AMUSCO, JUAN.
Rome per An. Salamanca et Antonio Cafrery 1560 - Folio [size: 8 x 11.75 inches, pagination: [18], 154 leaves, finely engraved title page, 42 engraved anatomical plates after Gasper Becerra, bound in original milled paper boards, sewn vellum bands, occasional light small stains or soiling, small wormhole in last leaf, gatherings slightly shaken, but generally a very good clean and unsophisticated copy, FIRST EDITION IN ITALIAN, an important and highly influential text book of anatomy, based upon Vesalius, an wriiten by the Spanish physician, working in Rome, Juan Valverde de Amusco; translated from the original Spanish edition of 1556 by Antonio Tabo, with the author's supervision. The fine engravings by Beatrizet, after Becerra, are not straight copies of Vesalius, but aim to improve upon the latter's work; they are well shown in this excellent unsophisticated copy, in original somewhat fragile state. [Attributes: First Edition; Hard Cover]
Bookseller: J & S WILBRAHAM BOOKS
2013-07-16 15:58:52
Marcus Verrius Flaccus
Jordani Zilleti, Venice, 1560. Hardcover (Vellum). Very Good Condition. Early full overlapping vellum, title penned to spine, a few light stains to vellum, page edges slightly browned, lacking front blank, rear pastedown worn, otherwise quite clean and bright. (xxxii), DVII, index and substantial errata at rear. Size: duodecimo (12mo). Quantity Available: 1. Shipped Weight: Under 1 kilo. Category: Language & Linguistics; Antiquarian & Rare. Inventory No: 043270. .
Bookseller: Pazzo Books
Check availability:
2013-06-27 10:07:01
Marcus Verrius Flaccus
Jordani Zilleti, Venice, 1560. Hardcover (Vellum). Very Good Condition. Early full overlapping vellum, title penned to spine, a few light stains to vellum, page edges slightly browned, lacking front blank, rear pastedown worn, otherwise quite clean and bright. (xxxii), DVII, index and substantial errata at rear. Size: duodecimo (12mo). Quantity Available: 1. Shipped Weight: Under 1 kilo. Category: Language & Linguistics; Antiquarian & Rare. Inventory No: 043270. .
Bookseller: Pazzo Books
2013-06-12 20:06:33
Antonio LAFRERY (Verleger 1512 - Roma 1577)
Importante carta geografica del Piemonte, impressa su singolo foglio reale, per la prima volta stampata a Roma dal Lafrery nel 1560 circa, qui nella successiva ristampa a cura di Petro de? Nobili, databile all?ultimo decennio del XVI secolo. L?attribuzione alla paternità dell?opera si deve a Roberto Almagià, seguito poi dal Tooley. Sebbene non sia certo quale sia la prima carta a stampa della regione (Perini sostiene che questa derivi da un?anonima carta veneta del 1553), questo lavoro può essere definito come il primo vero rilievo della sola regione, con particolare attenzione per la zona alpina. Orientata con il nord in alto, la carta presenta una toponomastica particolarmente ricca. Della carta esiste un secondo stato con la data aggiunta, 1564; pertanto questo con l?indirizzo di Pietro de Nobili può essere considerato come il terzo, definitivo, stato della mappa. Incisione in rame, in buone condizioni. Pubblicata nel L?Italia e le sue regioni nella bottega dell?incisore, a cura di Vladimiro Valerio, pag. 34, tav. 8. Almagià XVIII; Tooley 446; Perini p. 43. Interesting geographic map of Piedmont, printed on a single large sheet, published for the first time in Rome by Lafrery around 1560, here presented in the second edition published by Petro de? Nobili at end of the XVI century. The attribution of this work is due to Roberto Almagià, followed afterwards by Tooley. Though it is not the first printed map of the region (Perini states it derives from an anonymous Venetian map of 1553), this work can be defined as the first analysis concerning uniquely the Piedmont, particu … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2013-06-12 13:00:50
BRUYERINUS CAMPEGIUS JOHANNES
apud Sebast. Honoratum 1560 In 16°(170x110); pagine 24 non num., 1129, 1 non num., marca tipografica al frontespizio, iniziali istoriate e fregi silografici. Legatura in piena pergamena rigida posteriore, tagli grigio-azzurri. Prima edizione di questa rara opera di gastronomia. Importante trattato gastronomico, che descrive qualità nutrizionali, particolarità di ogni alimento e ricette per cucinare: tratta di tutta la cacciagione, della frutta, pane, vino, pesci e frutti di mare, burro, latte e formaggi; descrive inoltre anche alcune ricette esotiche a base di frutta o carne di paesi lontani. Buon esemplare che presenta le consuete arrossature della carta. Bruyerinus, medico di Enrico II re di Francia, scrisse quest'opera verso il 1530. Simon, biblioteca bacchica 134. Adams, B-2976.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2013-06-12 04:54:05
Angiolo FALCONETTO (Rovereto 1507 ? Verona 1567)
Acquaforte, circa 1560, firmata in lastra in basso. Magnifica prova, impressa su carta vergata coeva priva di filigrana, rifilata al rame, in ottimo stato di conservazione. Esemplare con l?indirizzo dell?editore Donato Rascicotti. L?opera deriva da un disegno del Parmigianino, già interpretato a stampa da Battista Angolo del Moro (Bartsch 13).Pochissime notizie si hanno su questo artista il cui cognome è Falcone o Falconetto. Membro di una numerosa famiglia di pittori, architetti e ceramisti attiva tra quindicesimo e sedicesimo secolo, il Falconetto vive e lavora nel basso Trentino, vicino Verona. Il Benezit lo confonde con il pittore napoletano Aniello Falcone detto Oracolo delle Battaglie, al quale attribuisce le 20 incisioni; il Bartsch ne elenca venti lavori, privi di firma, molti dei quali ripresi da soggetti del Parmigianino. Partendo dallo stile delle sue opere possiamo identificarlo come il figlio di Gian Antonio Falconetto, un pittore devoto del Parmigianino, del quale il Vasari elenca delle opere a Rovereto e Verona. Merito di Ferrara e Bertelà aver ricondotto l?artista nel giusto ambito cinquecentesco operante nell?orbita del Parmigianino. La conferma viene dal Dillon che descrive proprio quest?opera, con l?indirizzo dello stampatore Rascicotti, attivo a Venezia tra il 1575 ed il 1589. Il lavoro in questione è vicino allo stile di Paolo Farinati. Ottimo esemplare di questa assai rara stampa.Timbro di collezione al verso sconosciuto al Lugt. Etching, 1560 circa, signed at lower edge. Magnificent work, printed on contemporary laid paper without watermark, trimmed t … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2013-06-11 10:22:48
Giulio BONASONE (Bologna circa 1500 - Roma circa 1580)
"Bulino, circa 1560, firmato in lastra in basso a destra. Da un soggetto di Raffaello. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva con filigrana ?corona sormontata da una stella?, rifilata al rame su tre lati, con margini in altro. La stampa è tratta dal disegno preparatorio per il dipinto di Raffaello raffigurante la Sacra Famiglia eseguito nel 1506 per Domenico Canigiani, ora conservato alla Pinacoteca di Monaco. L?ipotesi è confermata da restauri recenti del dipinto, che hanno riportato alla luce gli angeli nel cielo. L?incisione è databile al 1560, in base alla complessa qualità del sistema grafico articolato attraverso gradazioni equilibrate di penombre e riflessi. Scarse le notizie biografiche sul Bonasone; i termini cronologici della sua attività sono il 1531 e il 1574, date che figurano nelle sue stampe. Dal nome degli editori - calcografi che a un certo punto sono romani (Salamanca, Barlacchi, Lafréry), si può dedurre che fu a lungo a Roma, ma certo ritornò a Bologna, dato che nel 1556 vi è citato come membro della compagnia delle Arti. L'attività di disegnatore e incisore del Bonasone è caratterizzata da un acceso desiderio di appropriarsi di tutto ciò che lo circonda con risultati ineguali e spesso contraddittori: nessuno fu così vario, incoerente eppure mosso da grandi aspirazioni come lui. Egli si dimena, tra una riproduzione e l'altra, per dar vita ad un suo mondo, cioè per ""inventare"", ma il più delle volte non riesce che a ""imitare"" e finisce col dichiararlo, facendo dell'imitazione il suo ideale. Rara opera." "Engraving, about 1560, signed on plat … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Supergulp di Rem Srl
2013-06-11 10:22:48
Giovanni Battista de? CAVALIERI o CAVALLERIS (1525-1601)
Bulino, circa 1560, firmato in lastra in basso a sinistra. Da un soggetto di Parmigianino. Magnifica prova, impressa su carta vergata coeva con filigrana ?ancora nel cerchio?, rifilata al rame, piega di carta nella parte inferiore, per il resto in ottimo stato di conservazione. L?opera deriva da un disegno del Mazzola, del quale esiste anche una riproduzione in un chiaroscuro di Nicolò Rossigliani (Bartsch 12, 64, 23). Il Cavalieri inizia la sua carriera di incisore a Venezia, sotto la bottega dei Bertelli, e si trasferisce a Roma dal 1559, dove si dedica sia all?arte incisoria, prima nella tipografia di Salamanca e Lafrery e successivamente per proprio conto. L?opera in questione reca l?indirizzo di Ferrando Bertelli, attivo a Venezia tra il 1561 ed il 1571; il Bertelli è però segnalato a Roma, dove ebbe uno scambio di lastre con la tipografia romana guidata da Antonio Lafrery; è pertanto probabile che la lastra, seppure incisa in Venezia, sia successivamente edita nella capitale. Molto rara. Engraving, 1560 circa, signed on lower left plate. After a subject by Parmigianino. Magnificent work, printed on contemporary laid paper with ?anchor in the circle? watermark, trimmed to platemark, paper fold on lower part, otherwise in good condition. The work derives from a drawing by Mazzola, copied also by Nicolò Rossigliani in a chiaroscuro. Cavalieri began to work in Venice as engraver, in the workshop of Bartelli; he moved to Rome in 1599, where to work first for Salamanca and Lafrery, and afterwards in his own typography. The present work bears the address of Ferrando Bertelli … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2013-06-10 10:37:29
Giacomo GASTALDI (1500 circa ? 1565 circa)
Questa mappa, raffigurante il Turkmenistan, parte del nord Iran e il Mar Caspio combina elementi derivanti dalla mappa murale del??Asia di Giacomo gastaldi con la nomenclatura antica della Geografia di Strabone. Nessuna copia di questa mappa era a noi conosciuta fino alla scoperta di Peter Meurer, in un atlante assemblato veneziano del XVI secolo appartenuto alla famiglia Bertelli, di 15 sconosciute mappe dello stesso autore, poi assegnate al Gastaldi. Questo corpus di carte fu probabilmente creato per illustrare una edizione italiana della Geografia di Strabone, che tuttavia non venne mai realizzata. Esistono infatti solo due edizioni di questo libro, stampate a Venezia e Ferrara rispettivamente nel 1562 e 1565, ma del tutto prive di illustrazioni. Quindi è possibile che le 15 mappe furono la parte iniziale di un progetto mai portato a compimento. Tutte sono disegnate dal Gastaldi sulla base di modelli contemporanei, mentre i toponimi seguono la nomenclatura dello Strabone. Nessuna delle carte descritte da Meurer è firmata dall?autore; tuttavia la scoperta, unica copia conosciuta, di una carta dell?Italia della stessa serie firmata da Gastaldi contribuisce all?attribuzione di tutta la serie al celebre cartografo piemontese. Esemplare in magnifica coloritura coeva, in perfetto stato di conservazione. Uno dei due conosciuti, il solo in coloritura coeva. Bibliografia: Peter Meurer, Strabo Illustratus Atlas, p. 42, 28. Dimensioni 385x245. This unnumbered map of the Strabo series, showing Turkmenistan, Iran and the Caspian Sea, combines the modern image after the Prima parte of … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2013-06-09 21:49:53
Giulio BONASONE (Bologna circa 1500 - Roma circa 1580)
Bulino, circa 1560. Magnifica prova, impressa su carta vergata coeva, rifilata al rame, piccola mancanza l'angolo superiore destro, per il resto in ottime condizioni. Ex collezione Rober Balmanno (Lugt 214). Bartsch 143 90 170
Bookseller: Libreria Antiquarius
2013-06-06 18:42:43
CAIUS JULIUS CAESAR
Apud Haeredes Seb. Gryphii 1560 Ad vetustissimorum codicum fidem summa cura diligentiac(que) castigati: Reliqua sequens docebit pagella. Contiene; De bello gallico libri VIII - De bello ciuili pompeiano libri III - De bello Alexandrino liber I - De bello Hispaniensi liber I. Con 5 mappe, 2 tavole ripiegate ed iniziali in xilografia. Marca xilografica al frontespizio Titolo manoscritto al dorso Firma di appartenenza e data ad inchiostro ai risguardi (Owner's name at the first blank page) Molto buono (Very Good)
Bookseller: Studio Bibliografico Marini
2013-06-06 09:04:28
DELLA PORTA, Giovan Battista.
Ex officina Christophori Plantini, Antuerpiae. MDLX [In fine: Kalendis Februarii 1560]. [8], 135, [1] c., 8°(16 cm), cart. Frontespizio in cornice, fregi e iniziali xil. Originally published in folio at Napels in 1558, it was first published by Plantin in 1560, and several times republished: in 1560, 1561, 1564, 1567 and 1576). This one is the second edition, the first of Plantin. The book became the most popular treatise on natural magic and was much republished and translated in all European languages, including a translation in Dutch, published by Plantin in 1566. According to Caillet, the book was most popular in France as it was the best practical and ceremonial treatise on natural magic, also including many curious secrets on women?s beauty and make-up. The author, Giambattista della Porta (1540-1615), a celebrated physician, philosopher and caballist, who lived and worked in Napels, published a new edition of his work at Napels in 1589, but next to the new edition, the old four-book edition kept being published all through the 17th century, becoming a real popular book which could be bought cheaply. These early editions in four books, containing the secrets of nature, which he began to study when he was fifteen, is rather strictly limited to the natural variety and is perhaps more prosaic than might be expected by modern minds. This may have been partly because of the deletions by the censors of which Porta complains in his preface. It is quite evidently a continuation and repetition and compilation of the medieval books of secrets and experiments. he first introduc … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Studio Bibliografico Adige
2013-06-05 21:57:30
DELLA PORTA GIOVANNI BATTISTA
VENEZIA, LODOVICO AVANZI, 1560. 1560 In-12° (cm. 15,5 x 10,5), cc. (15),1 bianca,163, legaura in piena pergamena muta. Marca tipografica sl frontespizio, capilettera ornati xilografici, tracce di sporco al frontespizio ma ottima copia. Rarissima prima edizione in volgare della famosa opera sulla magia naturale pubblicata in latino nel 1558 "Magiae naturalis sive de miraculis rerum naturalium libri IV". Questo libro, più volte ristampato e tradotto in italiano, francese, tedesco, olandese e inglese, valse all'autore notorietà europea, ma anche l'accusa di stregoneria, riconosciuta infondata dall'Inquisizione. In questa prima edizione italiana e nelle numerose ristampe, quasi tutte veneziane, sono soppresse le pagine compromettenti con la descrizione di preparati pericolosi "per non fomentare la curiosità degli uomini e degli empii". Il prudente volgarizzatore però, ha preferito sopprimere anche la parola "magia" dal titolo. Riccardi I, 2-308, British Library, STC Italian 536; Caillet 8855. Manca a tutte le altre bibliografie di Hermetica e Magica. Nei Magiae naturalis libri IV (1558; ampliata, 1589) si esplica una visione del cosmo come complesso nodo di forze vitali che si espandono in fenomeni meravigliosi e di cui la magia cerca di sciogliere il mistero.
Bookseller: Libreria Antiquaria Xodo
2013-05-27 19:14:22
GESSNER, Conrad (1516-1565).
excudebat Christoph. Froschoverus 1560 ...CUM NOMENCLATURIS SINGOLORUM LATINIS, GRAECIS, ITALICIS, HISPANICIS, GALLICIS, GERMANICIS, ANGLICIS, ALIISQUE INTERDUM PER CERTOS ORDINES DIGESTAE. TIGURI, EXCUDEBAT CHRISTOPH. FROSCHOVERUS, 1560. 2 VOLUMI. EDIZIONE ORIGINALE. (UNITO:) ICONES AVIUM OMNIUM QUAE IN HISTORIA AVIUM... DESCRIBUNTUR, CUM NOMENCLATURIS SINGULORUM... EDITIO SECUNDA, NOVIS ALIQUOT EICONIBUS AUCTA... IBIDEM, 1560. GESSNER, CONRAD (1516-1565). FOLIO. 4 VOLUMES BOUND IN ONE, CONTEMPORARY CALF, REBACKED WITH ORIGINAL GILT LABEL PRESERVED, CORNERS NEATLY REPAIRED. (XXVIII), 374, (2) PP., 700 WOODCUT ILLUSTRATIONS; 127, (9) PP., 141 WOODCUT ILLUSTRATIONS; 137, (11) PP., 220 WOODCUT ILLUSTRATIONS. TITLE-PAGE OF THE NOMENCLATOR EXPERTLY WASHED AND TWO TEARS OF IT NEATLY REPAIRED WITHOUT LOSS OF TEXT, OTHERWISE A FINE COPY OF GESNER'S VERY RARE COLLECTED ICONES ANIMALIUM. 4 VOLUMI IN- FOLIO RIUNITI IN PIENA PELLE COEVA, DORSO RESTAURATO, TASSELLO DORATO CONSERVATO, ANGOLI ABILMENTE RIPARATI. (XXIII), 374, (2) PP., 700 ILLUSTRAZIONI INCISE IN LEGNO; 127, (9) PP., 141 ILLUSTRAZIONI; 137, (11) PP., 220 ILLUSTRAZIONI. TITOLO DEL NOMENCLATOR LAVATO E COLLATO, CON DUE STRAPPI MARGINALI FINEMENTE RESTAURATI: IN COMPLESSO, BELL' ESEMPLARE DELL' ICONOGRAFIA COMPLETA DELLA MONUMENTALE OPERA DEL GESSNER, IL PRIMO TRATTATO GENERALE DELLA STORIA DEGLI ANIMALI. NELL' OPERA I VARI ANIMALI SONO INDICATI IN ORDINE ALFABETICO, ANALOGAMENTE ALLA HISTORIA NATURALIS DI PLINIO, MENTRE DI CIASCUN ANIMALE VENGONO DESCRITTI COMPORTAMENTO, UTILIZZAZIONE ALIMENTARE ED EVENTUALE UTILITÀ MEDICA … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Brighenti libri esauriti e rari
2013-05-23 16:04:54
IUSTINIANUS Augustus
Hugonem à Porta 1560 grande in folio (cm 43x28,5), pp. 20 nn., 1848 colonne (924 pp.), 36 nn.; p/perg. coeva su assi in legno, ds. a nervi con tit. manos., tagli rossi, front. in rosso e nero con grande marca tip. architettonica con motto "Libertatem meam mecu porto", m. grandi capil. ornati in xilografia.; il testo, rubricato in rosso, è distribuito su 3, 4 o 5 colonne per pagina, considerando le note marginali. Grandi aloni alle prime ed ultime pp., rinforzi ai margini di poche carte iniziali. Testo fondamentale per la cultura giuridica occidentale, in buone condizioni di conservazione, non ostante le tracce d'uso. 576/24
Bookseller: Libreria Antiquaria La Fenice
2013-03-09 14:55:55
Nannini Remigio.
In4° (cm. 21), bella legatura settecentesca in p. pergamena con titolo ms. al dorso, tagli rossi; pp. [36], 1004 in ottimo stato, con marca tipografica al frontespizio e numerosi capilettera xilografici; lievi e sporadiche fioriture, tracce di tarlo con fastidio al testo alle sole prime quattro carte. Seconda edizione "assolutamente da preferirsi alla prima, già registrata sotto l'anno 1557, per maggior cura di stampa e per maggiore abbondanza di materie, essendovi state aggiunte assai orazioni che in quella mancavano" [Bongi II, 82]. Cfr. anche Gamba 1545. Esemplare genuino e fresco.
Bookseller: Gabriele Maspero Libri Antichi
2013-01-26 21:50:32
Cavalcanti Bartolomeo.
In-folio (305x215mm), pp. (32), 563, (2), legatura coeva p. pergamena con dorso rivestito in carta marmorizzata e titolo calligrafato su tassello cartaceo. Impresa giolitina a mezza pag. al frontespizio. Testatine, capilettera e finaletti riccamente figurati incisi in xilografia. Precedono un'avvertenza dell'editore, componimenti poetici di dedica di vari autori in volgare, in greco e in latino (fra di essi, Ludovico Dolce e Remigio Fiorentino) e folti indici bicolonni. Registro al colophon. Timbro di estinta biblioteca. Qualche usuale brunitura. Bell'esemplare. Pregiata stampa giolitina di quello che, a detta del Gamba, è il primo trattato di retorica apparso in volgare, destinato ad ampia fortuna nel secondo Cinquecento italiano e consistente in una codificazione dei principi retorici secondo un'applicazione piuttosto rigida dei principi aristotelici. ""Se ne trovano copie nel cui titolo sta l'anno MDLX e la indicazione di terza edizione invece di seconda, ma sono perfettamente identiche e della stessa tiratura; la qual cosa, già avvertita dal Zeno e da altri bibliografi, è stata confermata da noi, mettendo a riscontro le due varietà di esemplari"" (Bongi). Il Cavalcanti (Firenze, 1503-Padova, 1562), dell'illustre famiglia fiorentina che dette i natali a Guido, scrittore politico e di arte oratoria, fu di sentimenti antimedicei ed esulò volontariamente a Padova dopo l'ascesa al reggimento di Firenze di Cosimo de'Medici. Bongi, II, p. 75 (con ampie indicazioni sulla storia editoriale dell'opera e sulle vicende e la fortuna dell'edizione giolitina). STC Italian, p. 162. Gam … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense
2013-01-22 15:08:52
ARAGONA (d?) Tullia
In-8 p. (mm. 203x147), cartonato ottocentesco riccam. decorato, 4 cc.nn., 194 cc.num., marca tipografica silografata al frontespizio, molto ben illustrato nel t. da 36 vignette, all'inizio di ogni canto, e ornato da pregevoli grandi iniziali figurate, tutte finemente inc. su legno. Rarissima "prima edizione" postuma di questo poema cavalleresco nel ?quale si veggono & intendono le parti principali di tutto il mondo, & altre dilettevolissime cose, da esser sommamente care ad ogni sorte di persona di bello ingegno?. Cfr. Choix de Olschki,XII,18514: ?Première et très rare édition de ce poème, fait d?après le célèbre roman italien. Dédicace de l?éditeur, Claudio Rinieri, à Giulio della Valle, ou il dit avoir eu entre les mains le manuscript autographe de cet ouvrage, lequel, selon l?auteur, aurait èté traduit de l?espagnol? - Brunet,I, p. 373 - Short-Title Cat. British Library, p. 36 - Manca all?Adams. ?Tullia d?Aragona (1510-1556), cortigiana letterata romana; si vantava figlia del card. Luigi d?Aragona. Bellissima, conosceva la musica, parlava con grazia squisita. Lasciò Roma dal 1531 al 1549 per Ferrara, Venezia, Siena, Firenze. Ebbe fra i suoi adoratori il Tasso, il Molza, Ippolito de? Medici, Fracastoro, il Varchi, il Lasca, ecc. Verseggiò in 36 canti la leggenda di Guerino?. Così Diz. Treccani,I, p. 572. Leggerm. corto di margine altrim. esempl. ben conservato.
Bookseller: Libreria Antiquaria Malavasi
2013-01-12 18:52:25
DE' MEDICI, COSIMO I.
Unico foglio ripiegato per quattro facciate, testo alla sola prima pagina con nove righe pi? la firma, scrittura corsiva, inchiostro marrone su carta bianca; sull'ultima pagina, al centro, il nome del destinatario, il Marchese di Fosdinovo, con sigillo e rimanenze di ceralacca; su un piccolo foglio a parte, ripiegato (e destinato a coprire l'altro sigillo), "Al Molto Mag.co" con sigillo e rimanenze di ceralacca, e, al verso del sigillo, impresso a secco "Cosmus Medice". Il testo riporta: "Molto Mag: co Sig.re Veduta la lettera di V. S. del 19 et trovandosi in quelle bande m. Domenico Bonsi, mandato da me per accomodare alcune differentie co' Potremolesi, gli ho ordinato che si trasferisca s? luogo di quelle che ella mi scrive tra li uomini di Cecina et di Marciano, et insieme col Comes: dio che la mander? a tale effetto, le termini et devida; per? ella potr? ordinare al suo il medesimo quanto prima, . spedito il negozio, come io desidero, egli se ne possa tornare alle faccende sue, et con questo M. S. Dio la conservi. D? Pietrasanta, 21 Aprile 1560. Il Duca d Fiorenza" (trad. inglese: "Most grand signor In response to tour lettere and finding in these bands, I have sent you, Domenico Bonsi, to adjust the difficulties with Potremolesi, to go to the place where you can serve me, by mediate between the men of Cecina and Marciano, togheter with Comes. Know that I am sending you for purpose of is sent, according to my wisches, he can retire to his things. May God protect you. Pietrasanta, 21 April 1560. Il Duca di Fiorenza"). Il documento, contenente disposizioni da parte del "G … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Botteghina D'arte Galleria K?s
2013-01-11 17:38:55
PIGNA Giovan Battista
In-16 p. (mm. 153x99), p. pergam. antica, tit. ms. al dorso, tagli blu, 2 cc.nn., 270 pp.num., 38 cc.nn., 1 c.b., marca tipograf. xilografata al frontesp. In quest?opera, divisa in tre libri, l?A. esamina i vari comportamenti, la pratica e la psicologia del duello; il corposo Indice contiene non soltanto i rimandi a tutti i termini, situazioni, ecc. del duello ma anche i riferimenti a tutti gli autori classici e contemporanei che hanno discettato su questa pratica, come pure i personaggi coinvolti. "Seconda edizione" (la prima è del 1554). ?Uomo politico e letterato, Giovan Battista Nicolucci (1530-75) detto "Pigna" dall?insegna della spezieria paterna, a vent?anni già docente nello Studio di Ferrara, divenne rapidamente una delle figure più in vista degli ambienti di Corte: dal 1552 fu successivamente familiare, segretario, riformatore dello Studio, cancelliere e istoriografo ufficiale di Alfonso II. Lasciò versi latini e italiani e scrisse opere di vario genere?. Così Diz. Autori Bompiani,III, p. 154. Con lievi arross. interc. nel t. ma certamente un buon esemplare.
Bookseller: Libreria Antiquaria Malavasi
2013-01-10 14:00:51
DE STEFANO PIETRO.
In Napoli, appresso Raymondo Amato, 1560. In 8vo; carte 192, 6 n.nn. Pergamena coeva con unghie. Bei capilettera silografati a fiorami. Completa descrizione delle chiese dei sacerdoti, dei monasteri claustrali, delle chiese delle monache. Opera d?estrema rarità. Haym I, 86; Minieri Riccio II, 339; Lozzi, 249; Manzi, Annali di Amato, pag. 94; Giustiniani, Saggio storico critico, pag. 144. 4 immagini allegate.
Bookseller: Studio Bibliografico Casella
2013-01-06 00:47:52
Saraina Gabriele
In 8, [mm. 184 x 120], cc. 494 ? (95) ? (3 bianche). In pergamena floscia coeva con titolo al dorso. L?ancoraggio al piatto anteriore con nervi di pelle piatti è saltato, solo il capitello posteriore, in alto è ancora fissato. Tracce di bindelle una delle quali parzialmente conservata, unghiature. Titolo calligrafato al taglio superiore. Il dorso a tre nervi piatti è rinforzato con alette da antico codice con capilettera in rosso ed azzurro. Qualche sporadica sottolineatura e poche postille a margine in grafia cinquecentesca, aloni a gran parte del testo su carta pesante e margini ampi. Antica nota di possesso depennata alla carta di guardia anteriore. Al frontespizio marca tipografica con due puttini seduti che sostengono il giglio, marca dei Giunta , da cui escono altri due fiori. Testate e capilettera ornati. Errori di numerazione alle cc. 87, 110, 309, 349, 369, 397. Una copia di quest?opera che vide anche due edizioni venete nel 1571 e nel 1576 è alla British Library. Gabriele Saraina, giureconsulto veronese allievo dell?Alciato, vissuto a Parigi e che ebbe il suo floruit fra la metà del XVI secolo ed il 1590, riunì quanto in materia avevano scritti i giuristi più famosi da Baldo ( 1327-1400) e Angelo degli Ubaldi (1327-1407) ai suoi tempi.
Bookseller: Editoriale Umbra
2012-12-22 15:14:38
Alunno Francesco (del Bailo Francesco).
In-folio (305x210mm), ff. (38) di dedicatorie e indici su tre colonne, 263, (1) di registro, legatura di fine '700 in m. pelle con titolo in oro su tassello rosso e fregi a catenella in oro al dorso. Tagli rossi. Al frontespizio impresa tipografica. Fregi tipografici istoriati, testo su doppia colonna. Timbro di estinta biblioteca. Antiche firme al titolo. Sparsi aloni e bruniture di leggera entità. Bell'esemplare. Reimpressione veneziana emendata e ampliata ""di molte voci Latine and Volgari del Bembo poste a suoi luoghi"" di quest'imponente opera rinascimentale, costituente una sorta di repertorio metodico della lingua volgare. L'Alunno, al secolo Francesco Del Bailo, grammatico, linguista e calligrafo, nacque a Ferrara nel 1485 e morì a Venezia nel 1556. Adams, A-837. Zaunmüller, 197. EDIT16 CNCE 1314. Manca a STC Italian.
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense
2012-06-28 09:41:12
[Munster, Sebastian]
S Munster, 1560. Egypt; FINE Printing; B&W Illustrations; Folio 13" - 23" tal; [Munster]. Warhafftige... Statt Alfair [ca 1560] [Munster, Sebastian]. Warhafftige Abcontrafehtung der Wachtigen und vesten Statt Alfair. [Basel, Ca. 1560]. German text in lower margin and on verso. (Headline of verso: Das achte Buch. ) 2 woodcut illustrations on left side of verso. Map and verso bear page numbers "1647" to "1650." Unusually detailed printing fo birds eye view of Cairo.
Bookseller: PoorMansBooks [VINELAND, New Jersey, US]
2012-06-27 11:37:39
TERENZIO AFRO.
s.n.,, Lugduni, 1560 - Cm. 15,5, pp. 303 (1). Bel marchio tipografico al frontespizio. Legatura ottocentesca in mezza pelle. Gli angoli di alcune carte restaurati nella parte bianca e la carta finale controfondata, peraltro buona conservazione. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense
2012-06-24 11:17:33
DURANDUS, Gulielmus
Heirs of Jacobus Giunta, Lyon, 1560. [44]-569-[3] ff. Very rare Lyonese ed. of the manual of canon law by the French canonist Durandus (1232-1296). On ff. 483v-569v another treatise on liturgy, edited by the Utrecht scholar Cornelius Laurimannus, who dedicated it to the Liège bishop George of Austria. Woodcut mark on title. Ref. S.v.Gültlingen, Lyon IV, 70-71 nr. 556. BN Paris (1). Cp. Adams D-1162 (1565 re-issue). Not in BL London, Machiels. 1 volumes. Later half leather, (title soiled, lower margin dampstained, some spotting). [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: de KunstBurg [gent, Belgium]
2012-06-24 08:42:54
ALUNNO, Francesco.
Venetia [1560].. gr.-4°. 38 Bll., 263 (1) S. Mit 2 gr. Titelvign. u. Initialen. Pgmt. d. Zt. Vors. erneuert. Erste Bll. fleckig mit sauber restaurierten Ecken. Kl. Wurmgang a. d. letzten Bll.. vgl. Adams 837; Zaunmüller 197 - Frühes italienisches Wörterbuch, das erstmals 1548 erschien und oft nachgedruckt wurde. Textbeispiele von Dante, Petrarca und Boccaccio. Der Verf. Alunno (eig. Franceso del Bailo, 1484-1556) widmete sein Werk Cosimo de Medici. "Un imperfetto abbozzo degli odierni vocabolarii" (Gamba)
Bookseller: Antiquariat Burgverlag
Check availability:
2012-06-24 08:42:54
ALUNNO FRANCESCO (DEL BAILO FRANCESCO).
appresso Francesco Sansovino,, in Venetia, 1560. In-folio (305x210mm), ff. (38) di dedicatorie e indici su tre colonne, 263, (1) di registro, legatura di fine '700 in m. pelle con titolo in oro su tassello rosso e fregi a catenella in oro al dorso. Tagli rossi. Al frontespizio impresa tipografica. Fregi tipografici istoriati, testo su doppia colonna. Timbro di estinta biblioteca. Antiche firme al titolo. Sparsi aloni e bruniture di leggera entità. Bell'esemplare. Reimpressione veneziana emendata e ampliata "di molte voci Latine & Volgari del Bembo poste a suoi luoghi" di quest'imponente opera rinascimentale, costituente una sorta di repertorio metodico della lingua volgare. L'Alunno, al secolo Francesco Del Bailo, grammatico, linguista e calligrafo, nacque a Ferrara nel 1485 e morì a Venezia nel 1556. Adams, A-837. Zaunmüller, 197. EDIT16 CNCE 1314. Manca a STC Italian. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense [riva del garda, Italy]
2012-06-24 08:42:54
ALUNNO, FRANCESCO.
Venetia [1560]. gr.-4°. 38 Bll., 263 (1) S. Mit 2 gr. Titelvign. u. Initialen. Pgmt. d. Zt. Vors. erneuert. Erste Bll. fleckig mit sauber restaurierten Ecken. Kl. Wurmgang a. d. letzten Bll. vgl. Adams 837; Zaunmüller 197 - Frühes italienisches Wörterbuch, das erstmals 1548 erschien und oft nachgedruckt wurde. Textbeispiele von Dante, Petrarca und Boccaccio. Der Verf. Alunno (eig. Franceso del Bailo, 1484-1556) widmete sein Werk Cosimo de Medici. "Un imperfetto abbozzo degli odierni vocabolarii" (Gamba) Versand D: 18,00 EUR Alte Drucke, Sprachwissenschaft
Bookseller: Antiquariat Burgverlag [Austria]
2012-06-22 10:41:46
Sansovino, Francesco.]
Appresso F. Sansovino, et compagni, In Venetia, 1560. First edition, small 4to, ff. [4], 187, [1]; woodcut device on title and on recto of final leaf; profusely illustrated with over 400 woodcuts of garden plants, vegetables, tubers, fruits, gourds, mushrooms, grains, ferns, etc., as well as a few of pests such as rodents and insects; 17th century vellum-backed paste-paper boards; the binding a bit rubbed and soiled, minor marginal worming, and there is occasional dampstaining in the lower margins, but generally this is a very good copy of the uncommon first edition. Giovanni Tatti, whose name appears in the title is, in fact, a pseudonym of Sansovino who here has produced a gardening handbook based on the writings of Pliny, Virgil, Columella, and others. The second of the five books contained herein is devoted entirely to grapes and wine. Le Simon, Bibliotheca Bacchica, 636; Unzelman, Wine & Gastronomy, p. 149; BM-STC Italian, p. 662. [Attributes: First Edition; Hard Cover]
Bookseller: Rulon-Miller Books (ABAA / ILAB) [St. Paul, MN, U.S.A.]
2012-06-20 16:52:06
ROSEO Mambrino, da Fabriano.
Giolito, 1560. 2 parti in un vol. in-16, pp. (32), 397, (16), 119, bella leg. settecentesca p. perg. rigida con tass. in pelle e tit. oro al d. Tagli color. Marca tipogr. in legno al front. e ripetuta al colophon di ciascuna opera. Seconda ediz. per il Roseo e prima edizione del Ceriolo. Lieviss. alone all'angolo superiore delle prime 10 cc., ma bell'esempl. fresco e marginoso. [402]
Bookseller: Studio bibliografico Scriptorium [IT]
2012-06-20 13:10:57
APPIANUS, ALEXANDRINUS,
Lugduni (Lyon), Seb. Gryphe, 1560. - Small 8vo. 1087 pp. With printer's woodcut device on title. Hardcover. Contemp. blindstamped calf with ribbed spine. Good. (Top of spine & corners sl. dam., joints split, but holding; early crossed out inscription on title, sl. marginal waterst in the rear of the book). [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Charbo's Antiquariaat
2012-06-19 21:15:21
SABELLICUS, Marcus Antonius Coccius.
Basel, Johann Herwagen the Elder, 1560. Woodcut printer's marks and initials. 4 in 3 vols. (vol. 3-4 bound as one). Folio. 17th century mottled calf, gilt-tooled, marbled endpapers three edges red (rebacked and repaired, crossed name on titles, blind library stamps on first and last leaves). From the collection of Charles Spencer, 3rd Earl of Sunderland (lot 10870 in his sale, 1882). Basel, Johann Herwagen the Elder, 1560. First complete edition. Sabellicus (1436-1506), scholar and historian from Venice, was a pupil of Julius Pompominus Laetus. Later he became Professor of Eloquence at Udine and Venice, and was appointed keeper of the Biblioteca Marciana after the publication of his history of Venice "Decades rerum Venetarum" (1487). His present "Rapsodiae" contains some brief references on the discovery of America.- Nice copy. - VD 16 S 5; Ebert 19677; Adams S 12; Sabin 74666; cf. Harrisse 224. [Attributes: First Edition; Hard Cover]
Bookseller: Hellmut Schumann Antiquariat [Zurich, Switzerland]
2012-06-13 14:20:51
[Sansovino, Francesco.]
In Venetia: Appresso F. Sansovino, et compagni, 1560. First edition, small 4to, ff. [4], 187, [1]; woodcut device on title and on recto of final leaf; profusely illustrated with over 400 woodcuts of garden plants, vegetables, tubers, fruits, gourds, mushrooms, grains, ferns, etc., as well as a few of pests such as rodents and insects; 17th century vellum-backed paste-paper boards; the binding a bit rubbed and soiled, minor marginal worming, and there is occasional dampstaining in the lower margins, but generally this is a very good copy of the uncommon first edition. Giovanni Tatti, whose name appears in the title is, in fact, a pseudonym of Sansovino who here has produced a gardening handbook based on the writings of Pliny, Virgil, Columella, and others. The second of the five books contained herein is devoted entirely to grapes and wine. Le Simon, Bibliotheca Bacchica, 636; Unzelman, Wine & Gastronomy, p. 149; BM-STC Italian, p. 662.
Bookseller: Rulon-Miller Books [U.S.A.]
Check availability:
2012-06-12 09:07:25
Pitati (Pietro)
Paolo Ravagnano, 1560. FIRST EDITION, woodcut printer's device on title, woodcut initials, Register and colophon on recto and heraldic woodcut on verso of last leaf, lacking final (?blank) leaf, a few headlines shaved, a little water-staining at the beginning towards the top, ff. 128 (i.e. 130, 5-6 being repeated in the foliation, several other errors not affecting total) [1], 4to, eighteenth-century ?Italian mottled calf, spine gilt in compartments, unlettered green lettering piece, yellow marbled edges, the Macclesfield copy with bookplate and blindstamps, good. The Veronese nobleman, astronomer and mathematician Pietro Pitati, dates not known but whose flourit is given as 1560, compiled almanacs and ephemerides including a continuation of Stoeffler's. 'The Council of Trent led to the printing of a number of works on the calendar, some of them prepared at an earlier date. One such example that is notable for its contents was by Petrus Pitatus (Verona 1564 [sic: there was a Venice edition that year], written 1539). He discussed the rule of Easter . and drew up a lunar calendar for 1539-1805. He argued for the same sort of lunar calendar adjustment as in the Breviary, but he also wanted to have no fewer than 14 days dropped for the solar calendar to bring it back (as he thought) to that of its founder, Julius Caesar. Most significantly for later history, accepting a value of 134 for J, he compromised and pleaded for the rule whereby three out of four centennial years be ordinary (non leap-years). This is, of course, the Gregorian rule' (J.D. North, in Proceedings of the Vat … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Blackwell's Rare Books ABA ILAB BA [Oxford, United Kingdom]
2012-06-07 18:01:41
Zamora Laurenzo de
1560. VD 17, 12:105615H - Faber du Faur II, 896a - Dünnhaupt I, 216, 29 (unter Albertinus).- Erste deutsche Ausgabe.- Aegidius Albertinus (1560-1620) war nach langjährigen Studien im Ausland Hofratssekretär u. Hofbibliothekar in München. Sein enormes ?uvre (52 Werke) besteht vor allem aus Übersetzungen spanischer, aber auch italienischer, französischer und lateinischer Autoren.- Etwas stockfleckig und gebräunt, das letzte Bl. mit kleinem, hinterlegten Randausriß. [Attributes: First Edition]
Bookseller: Antiquariat Johannes Müller [Salzburg, Austria]
2012-06-06 21:47:23
Francolin, Hans von.
Wien, Raphael Skrzetusky gen. Hofhalter, [1560-1561].. (6), LXXX (recte: 84), (1) SS. Titel in rot und schwarz gedruckt, mit Bordüre aus 10 Wappenholzschnitten. Ganzseitiges Holzschnittportrait von Kaiser Ferdinand I., große emblematische Radierung von Johann Schlutpacher von Rauris, ganzs. Holzschnitt von Hanns Lautensack, 45 Wappenholzschnitte, Holzschnittdruckermarke, 7 große, gefalt. Radierungen. Flexibler Pergamentband der Zeit mit Resten des hs. Rückenschildchens; Bindebänder fehlen. In maßgefertigter Leinenkassette. Folio (289:191 mm).. Erste deutsche Ausgabe des schönsten je gedruckten frühen Turnierbuchs. Beschreibt in Wort und (spektakulärem) Bild die Turniere, Schaukämpfe (mit aufwendig inszenierter Seeschlacht), Bälle und Bankette, die zu Ehren des Wienbesuchs Herzog Albrechts V. von Bayern, Schwiegersohn des Kaisers und Schwager des Königs von Böhmen, Maximilian II., abgehalten wurden. Nach Graesse (II, 629) enthält die lateinische Ausgabe desselben Jahres andere Illustrationen, welche als "moins bonnes" bezeichnet werden; dasselbe gilt für Feyerabends Frankfurter Ausgabe, die Rüxners "Thurnier Buch" von 1566 beigegeben wurde. Der Verfasser, ein burgundischer Edelmann, war Herold von Johann II. Sigismund Zapolya, König von Ungarn. - Vollständig mit allen Radierungen ist das Buch von größter Seltenheit: beide Ruggieri-Exemplar waren inkomplett; auch Bartsch kann nur drei der Radierungen beschreiben. - Durchwegs schöne Abdrucke. Titel und letztes Blatt mit Kolophon wasserrandig, Doppelblatt A1/6 etwas gebräunt. Ein Bogen und eine Tafel lose; 4 Tafeln mit kl. Buge … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Antiquariat Inlibris, Gilhofer Nfg. GmbH
Check availability:
2012-06-04 21:50:00
SIGONIO CARLO.
apud Iordanum Zilettum,, Venetijs, 1560 - Due opere in un vol. di cm. 20, pp. (8), 255, (39) di argomenti e di indici degli autori citati, delle cose e dei termini principali, nonchè di "Praetermissa addenda" e di errata; (8), 108, (6); legatura settecentesca in pieno vitello con triplice ordine di filetti in oro lungo il perimetro dei piatti. Titolo, filetti e fregi ornamentali in oro entro scomparti su dorso a nervetti decorati. Tagli dorati, risguardi a piuma di pavone, segnacolo. Impresa xilografiche ai frontespizi. Fregi tipografici istoriati xilograficamente. Qualche gora e brunitura lieve. Ottimo esemplare nell'ìnsieme. Prima edizione di questi due trattati del grande erudito rinascimentale (Modena, 1520 ca. -Ponte Basso, 1584), il primo sulle espressioni giuridiche e sugli ordinamenti civili degli antichi romani (senatori, cavalieri, publicani, plebe, tribuni erari, scribi, mercanti, feneratori e usurai, magistrati e avvocati, ecc.), il secondo sulla "Lex Curiata", la legge per cui il popolo romano, rappresentata dalle curie, concedeva i poteri al rex come capo della comunità. Il Sigonio, dopo essere stato al servizio del cardinale Grimani, succedette a Modena nell'insegnamento del greco a Francesco Porto e, in seguito, svolse l'insegnamento delle lingue e delle lettere classiche a Venezia, Padova, Bologna. Erudito di altissimo livello, fu uno dei maggiori precursori del Muratori nello studio delle fonti storiche del Medioevo, soprattutto nel "De Regno Italiae", la cui cronaca va dal 570 al 1268. Numerosissime e significative anche le sue opere di storia locale e di … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense
2012-06-03 14:52:47
Stoeffler Johannes
. . BL, French Books 408 (dort mit ? 1560) - vgl. Adams S 1889 (Ausg. 1564), Zinner 144 (Ausg. 1553) u. Houzeau-L 3256 (andere Ausgaben).- Sehr seltene Ausgabe des berühmtesten Werkes des in Tübingen tätigen Astronomen und Mathematikers Johann Stoeffler (1452 - 1531). Erstmals 1513 erschienen, trug seine Schrift zur endgültigen Verbreitung des Astrolabs in Europa entscheidend bei (vgl. Wightman, Science and the Renaissance I, 119).- Die Holzschnitte im ersten Abschnitt über das Astrolabium sind astronomischer und astrologischer Art, diejenigen im Abschnitt "De geometricis mensurationibus rerum" über das Feldmessen, zeigen Meßvorgänge an Gebäuden und in der Landschaft.- Titel aufgezogen, angeschmutzt u. berieben (kl. Fehlstelle im w. Rand) sonst nur gering gebräunt od. stockfleckig, 1 Tabelle altkoloriert.
Bookseller: Antiquariat Johannes Müller
Check availability:
2012-05-31 14:57:42
COUSIN, Jean
Paris: Le Royer, 1560. A very attractive copy of the first edition of this rare work on perspective, which Updike calls “one of the handsomest volumes of its time.” It is through this work that Jean Cousin became known as the major theorist of artists' perspective in sixteenth-century France, and was credited with perfecting the tiers points technique that was somewhat confusingly described by Pelerin at the beginning of the century. In his hands the tiers point technique “became a reliable, comprehensive and substantially accurate method for tackling the construction of space and the foreshortening of solid bodies” (Kemp, The Science of Art).The large woodcut frontispiece of the Livre de perspective is well known and often reproduced. It is “singularly inventive with its foreshortened perspective, displaying five polyhedrons set in a framework supported by acrobatic nudes. Later generations elaborated such frameworks in the painting of baroque ceilings. While the woodcut's architectonic perspective gives it added dimension in depth, it suggests the decorative schemes in wood, paint and plaster relief of Rosso and Primaticcio at Fontainebleau, or an engraving of a ceiling by a follower, Fantuzzi” (Wick, Sixteenth Century Architectural Books 30).Jean Cousin the Elder (1501- c.1560) was also a painter of considerable significance: “the most important of the painters working independently of the Fontainebleau school” (Blunt, Art and Architecture in France p. 112). A native of Sens, he was active in Paris by 1538, where he enjoyed … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Martayan Lan, Inc.
Check availability:
2012-05-24 04:58:34
CIRNI ANTONIO FRANCESCO.
Francesco Lorenzini da Turino,, Venezia, 1560. In 8?(155x100); carte 6 n.n. 2 carte bianche, 44 carte numerate, 3 n.n. testo in carattere corsivo; capolettera istoriati entro vignette e testatine in silografia. Piena pergamena antica, tagli a spruzzo. Seconda edizione (la prima Ë di Venezia impressa da G. Bariletto nello stesso anno) di questa opera storica che tratta delle battaglie nel Mediterraneo contro i Turchi nel XVI secolo. Le ultime tre carte sono un elenco dei capitani e delle navi, che partecipando alla battaglia delle Gerbe, furono feriti presi prigionieri o affondate. Ottimo esemplare genuino, lieve ingiallitura a circa 8 carte alla fine; margine sup. un po' corto. Adams, C-2040; Brunet II - 73; Palau 54893 (cita solo l'edizione di Firenze 1560) Nr.cat: 225 - 01
Bookseller: libreria antiquaria perini Sas di Perini [Verona, VR, Italy]
2012-05-22 13:23:27
. (..., wie solches hie mit allen Feldlagern und Blochhäusern für Augen zu sehen "). ( Ohne nähere Angaben zum Stecher, Verleger oder Erscheinungsjahr - ca. um 1560 erschienen und den Belagerungszustand Magdeburgs im Jahre 1551 zeigend ) Blattgröße: 31 x 39 cm ( Höhe x Breite ), unter Glas und Passepartout gerahmt ( Rahmenmaß: 47,5 x 55, 5 cm ). Sehr detailreiches, großformatiges Blatt aus der Vogelschau mit umfangreicher Bildlegende, Gefechtsszenen, Waffen, Reitern, Zeltlagern etc.. Die Bildlegende gibt an: Die verbrannte Sudenburg - Der Dom zu S. Moritz - Sebastian - S. Gangolf - Unser lieber Frauen - S. Anna - Der H. Geist - S. Bartholome - S. Ulrich - S. Johannes - Das Rathaus - Barfüsser - S. Katharina - Maria Magdalena - Hunenthurm - S. Peter - S. Jacob - Augustin - Hohe Pfort - Lager in der Neustat - Schwarzen Blockhaus - Lazarus Schwenden Blochhaus - Wachtmeister Blochhaus - Teuffstetter Blochhaus. Das Blatt gering fleckig, ansonsten von guter Erhaltung. ( Gewicht 1500 Gramm ) ( Bitte beachten: Transportfrage klären da unter Glas gerahmt ). ( Pic erhältlich // webimage available ).
Bookseller: Buchhandlung & Antiquariat Friederichsen
Check availability:
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     564 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2020 viaLibri™ Limited. All rights reserved.