The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Recently found by viaLibri....

Le Tre Parche
1561. "Bulino, 1561, datato in lastra, in alto a destra, nell'iscrizione: "IULIUS MANTUA INVE / H. COCK EXCUDE 1561"". Da un disegno di Giulio Romano. La scena rappresenta le tre Parche, Cloto, Lachesi e Atropo, intente a tessere il filo del Fato. L'iscrizione latina, nel margine inferiore, ne ricorda i compiti: Clotho colum baiulat: Lachesis net: Atropos occat Il bulino riproduce l'invenzione di Giulio Romano per un bassorilievo in stucco nella Sala degli Stucchi a Palazzo Te, che occupa la parte centrale del soffitto. Lo stesso soggetto, in controparte, era stato inciso a bulino, qualche anno prima, nel 1558, da Giorgio Ghisi. A lungo si è ritenuto che Cort abbia quindi riprodotto proprio la stampa del Ghisi, sebbene con alcune differenze che riguardano anche l'ambientazione della scena. Poiché il secondo stato della lastra del Ghisi reca il privilegio reale francese, già i Lewis avevano ipotizzato che Giorgio avesse riprodotto un disegno allora disponibile in Francia. Il modello per l'incisione del Cort, dunque, come sostenuto già da H. Hymans, piuttosto che lo stucco, sarebbe stato il medesimo disegno utilizzato dal Ghisi che, del resto, risulta presente ad Anversa dal 1550 al 1555 dove lavora proprio presso la bottega di H. Cock. Le due stampe rappresenterebbero, quindi, due interpretazioni indipendenti del medesimo modello. Esemplare nel primo stato di due, con l'indirizzo di H. Cook. Splendida prova, impressa su carta vergata coeva, rifilata al rame, sporadiche e lievi fioriture, per il resto in ottimo stato di conservazione." "Engraving, 1561. Lettered in top left corner ""IULIUS MANTUA INVE / H. COCK EXCUDE 1561"". In the margin ""CLOTHO COLUM BAIVLAT, LACHESIS NET ATROPOS OCCAT"". The scene shows the three Fates; three allegorical women sit together in a compartment spinning wool. The same subject was engraved by Giorgio Ghisi, in 1558. The engraving reproduces the central stucco - relief executed after the design by Giulio Romano in 1530 - 31 in the Sala degli Stucchi, Palazzo del Te. It has been argued that Cort probably copied it through the engraving of 1558 by Giorgio Ghisi. The French royal privilege added to the second state of Ghisi's plate suggests that Giulio's drawing found its way to France, and Giorgio Ghisi probably executed his engraving there. This hypothesis makes plausible that Cornelis Cort's reversed version of the same composition was engraved after the same drawing and not copying Ghisi's print. Superb example of the first state of two, printed on contemporary laid paper, trimmed to platemark, occasional foxing, in very good condition." Hollstein V.55.185; Riggs, Hieronymus Cock...,104; Hymans, Ouvres completes, I, p. 282 257 211
      [Bookseller: Libreria Antiquarius]
Last Found On: 2016-09-04           Check availability:      maremagnum.com    

LINK TO THIS PAGE: www.vialibri.net/years/items/1187825/1561-cornelis-cort-hoorn-nr-alkmaar-1533-le-tre-parche

Browse more rare books from the year 1561


      Home     Wants Manager     Library Search     562 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2018 viaLibri™ Limited. All rights reserved.