viaLibri Requires Cookies CLICK HERE TO HIDE THIS NOTICE

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1940

        Militargeographische Beschreibung von Frankreich Teil I: Nordost-Frankreich Mappe C - Wirtschaftskarten. Abgeschlossen 30. Januar 1940. Nur für den Dienstgebrauch !

      Berlin, Generalstab des Heeres Abteilung für Kriegskarten und Vermessungswesen, 1940. 8°, 12 große farbige Faltkarten in betitelter Original-Pappmappe KOMPLETT ! diese eigentlich nur noch fragmentarisch vorhanden, die Karten jedoch alle in sehr guten Zustand - 1940. H64 Versand D: 6,00 EUR Dienstvorschriften, Zweiter Weltkrieg

      [Bookseller: Antiquariat Ehbrecht]
 1.   Check availability:     buchfreund.de     Link/Print  


        Militargeographische Angaben über England - Südküste. Text Und Bildheft mit Kartenanlagen. Abgeschlossen am 15. August 1940. Zu Mappe C.

      8quer, 445 Seiten mit zahlreichen Abbildungen, 49 Karten und eine große Faltkarte im Anhang sowie 1 Blatt dazugehörige Einlage ! Betitelter OKart. - Einband ganz leicht angestaubt sonst sehr guter Zustand - 1940. H964

      [Bookseller: Antiquariat Ehbrecht - Preis inkl. MwSt.]
 2.   Check availability:     booklooker.de     Link/Print  


        August

      The Art Students League, New York 1940 - WILL BARNET. August. Etching on Rives paper. 9 3/4 H x 7 7/8 W inches. Signed 'Will Barnet in pencil, lower right. Titled 'August' in pencil, lower left. From the unnumbered edition of one hundred printed by the artist for The Art Students League. Executed in 1940. Near fine condition. Framed (original frame). Literature: Art News, March 1950, page 60. Please contact me for additional photographs. Purchaser will pay actual shipping cost. [Attributes: Signed Copy]

      [Bookseller: Garden State Rare Books]
 3.   Check availability:     AbeBooks     Link/Print  


        Men in Print, Essays in Literary Criticism [SIGNED by A.W. Lawrence]

      Golden Cockerel Press 1940 - Number 262 of a limited edition of 500 copies. 58 pp. Bound by Sangorski and Suttcliffe in quarter-niger and beige linen boards. Spine slightly sunned, lightly rubbed at head and foot, some rippling to bottom margin and tiny spots of foxing on endpapers. Signed "A.W. Lawrence" under his name on the title page, and uncommon thus. Includes a short essay on James Elroy Flecker, a review of novels by D.H. Lawrence, a review of the short stories of H.G. Wells, a review of the works of Walter Savage Landor, and a criticism of Henry Williamson's Tarka the Otter with some remarks on the style of Doughty's Arabia Deserta. [Attributes: Hard Cover]

      [Bookseller: Walkabout Books, ABAA]
 4.   Check availability:     AbeBooks     Link/Print  


        Typed Letter Signed ("Louis Mountbatten") to William N. Campion, from on board H.M.S. Kelly, 30 Dec. 1940

      - 1 vols. 8-3/4 x 7 inches. As Captain of H.M.S. Kelly, Mountbatten writes to Mr. Campion, of Round Hill Road, Greenwich, CT: "I have received from the Ardath Tobacco Company Ltd., 3,000 cigarettes for distribution to my ship's company. I am sure that you will be glad to know how very much this handsome present has been appreciated by my officers and men. In point of fact, the parcel arrived on Christmas Eve, just as we were off to sea again. Its timely arrival as an unexpected present, distributed at sea on Christmas Day, made the whole difference to my ship's company, and I need hardly assure you that they are all very grateful to you." 1st Earl Mountbatten of Burma (1900-1979) served as Supreme Allied Commander of S.E. Asia, British Viceroy of India, First Sea Lord, and Chief of the U.K. Combined Defense Staffs. His biographer, Alden Hatch, states, "THE THING LORD LOUIS MOUNTBATTEN LOVED BEST IN ALL THE WORLD WAS A SHIP-H.M.S. KELLY. WELL DID SHE DESERVE HIS DEVOTION, FOR IN HER HE ATTAINED HIS FINEST MOMENTS AND THE EMOTIONAL CLIMAX OF HIS LIFE." The Kelly, a K-Class destroyer of 1,695 tons with a crew of 240 officers and men, was Mountbatten's flagship during his command of the Fifth Destroyer Flotilla. She saw heavy action in the North Sea, and though torpedoed and bombed, proved indomitable in the naval engagements which made Mountbatten's name. Ordered to the Mediterranean, the ship was attacked near Crete on May 23, 1941 by 24 Luftwaffe dive bombers and sunk with a loss of 130 lives. All officers and men stayed at their posts, and the ship went down with all guns firing. The saga of the Kelly was fictionalized in Noel Coward's 1942 film, "In Which We Serve". A RARE AND WONDERFUL LETTER FROM MOUNTBATTEN'S MOST MEMORABLE COMMAND. Hatch, The Mountbattens, pp. 228-253 original folds, slight split without loss at one fold, 1/2-inch tear without loss at lower edge, else fine and attractive

      [Bookseller: James Cummins Bookseller, ABAA]
 5.   Check availability:     AbeBooks     Link/Print  


        A Tettek Beszélnek

      [Berlin]: Deutscher Verlag, 1940. First edition. Softcover. g- to vg. Large quarto (11 1/2 x 9 3/4"). Unpaginated. [54]pp. Original printed wrappers. Photographic frontispiece portrait of Adolf Hitler.This early WWII propaganda work published in Hungarian in 1940 by Deutscher Verlag (Berlin), praises the achievements of Adolf Hitler since his rise to power in 1933. Lavishly illustrated throughout with numerous b/w photographic reproductions (including photo montages, and a few photographs highlighted in color), this publication intends to show a strong and powerful nation in the making under its fuehrer. An emphasis is made on the following Nazi organizations: the Reichsarbeitsdienst (the Reich labor service), the Nationalsozialistische Frauenschaft (National Socialist Women's League), and the Kraft durch Freude (Strength through Joy), a large state-operated leisure organization.Wrappers somewhat darkened/soiled along edges. Text in Hungarian. Wrappers in overall good- to good, interior in very good condition.

      [Bookseller: Eric Chaim Kline - Bookseller ]
 6.   Check availability:     ABAA     Link/Print  


        The Elephant Is White

      Farrar and Rinehart, New York 1940 - First edition. Illustrated by Robert S. Robison. Fine in fine dustwrapper with just a trace of soiling on the spine and a very shallow chip at the foot. Diverting comedy about a Russian cabaret in Paris where only the unemployed are welcome. Basis for the amusing 1944 film *Give Us the Moon* directed by Val Guest and featuring Margaret Lockwood, Vic Oliver, and 14 year-old Jean Simmons in her debut. Exceptionally scarce, and never found in this condition. See this book in 3D on our site. [Attributes: First Edition; Hard Cover]

      [Bookseller: Between the Covers-Rare Books, Inc. ABAA]
 7.   Check availability:     AbeBooks     Link/Print  


        Five American Immortals.

      Worcester: Achille J. St. Onge, 1940. 50pp. One of 475 copies printed by D. B. Updike at the Merrymount Press, this copy inscribed by St. Onge. Illustrated with original uncancelled postage stamps featuring portraits of the five poets under consideration in Auslander's text: Henry Wadsworth Longfellow, James Russell Lowell, James Whitcomb Riley, Walt Whitman, and John Greenleaf Whittier. The stamps were issued as part of the Famous American Series of Postage Stamps. This is the third book produced by St. Onge and is one of only two titles published in an edition numbering under 500 copies. A fine, bright copy in gilt decorated blue cloth. A.e.g. (Massmann 3; Bradbury, p. 252). (3 1/8 by 2 1/16; 80x55mm).

      [Bookseller: Bromer Booksellers]
 8.   Check availability:     Direct From Seller     Link/Print  


        Autographed Manuscript Signed "Dunsany

      , 1940. 1940. unbound. 1 page, 8 x 12.5 inches, no place, no date, circa 1940 -- a three-line poem written in bold script, titled "Ode to a Sky-writer." Creasing a chipping along the right edge; weakened folds repaired with tape on the back. Good condition.

      [Bookseller: Argosy Book Store ]
 9.   Check availability:     ABAA     Link/Print  


        Somebody On The Phone

      J B Lippincott, Philadelphia 1940 - First Edition/First printing Published by J B Lippincott, Philadelphia 1940. VG clean and tight condition with no marks or inscriptions. Cloth covers have very minimal wear. Dustjacket not price clipped ($2.50) and protected in archive cover. Mild creasing to edges. Some scuffing to rear. [Attributes: First Edition; Hard Cover]

      [Bookseller: Idlegeniusbooks]
 10.   Check availability:     AbeBooks     Link/Print  


        THE BRIDE WORE BLACK

      SIMON & SCHUSTER, NEW YORK 1940 - RARE Woolrich title. In blue boards with gilt lettering slightly sunned at spine: previous owner's signature and wear to spine ends. Binding crisp and contents otherwise clean, under a flawless facsimile dust jacket showing a skeleton bride wearing a flowing black wedding dress. Brilliant tour de force of crime fiction, and the basis for the Francoise Truffaut film of the same name. The author's first mystery and scarce in any kind of jacket. A treasure! [Attributes: First Edition; Hard Cover]

      [Bookseller: MARIE BOTTINI, BOOKSELLER]
 11.   Check availability:     AbeBooks     Link/Print  


        They Were Strong and Good (Caldecott Medal)

      Viking, New York 1940 - (1940). Pictorially stamped buff cloth, small dent to rear board, no writing and no foxing; in a pictorial dust jacket with a slightly sunned spine, professional restoration to rear panel and spine ends, price clipped, no award seal. A beautiful copy of Lawson's very scarce Caldecott Medal winning book about his ancestors. The text and pictures depict black slaves in a way that is completely unacceptable by today's standards; however his mastery as an artist should not be over-looked. The text, while very simple, still gives the reader a glimpse into American History as experienced by Lawson's family. Size: 4to [Attributes: First Edition]

      [Bookseller: E. M. Maurice Books, ABAA]
 12.   Check availability:     AbeBooks     Link/Print  


        THE POWER AND THE GLORY

      London: Heinemann 1940 - First edition, second impression (same month as first). Identical to the first printing (including the price of '8s. 3d. net' to the front flap corner) save for the publication note to the copyright page and the text to the front flap of the wrapper. Very good (a few small bumps; previous owner's name to pastedown; light stain to lower margins of endpapers) in dust-wrapper (some tanning and marking including stains to lower margins of flaps; chipping to spine ends; tiny paper repair to mid spine). [Attributes: Hard Cover]

      [Bookseller: Mark Sutcliffe, Ltd., P.B.F.A.]
 13.   Check availability:     AbeBooks     Link/Print  


        Les Métamorphoses érotiques. Choix de dessins exécutés de 1940 à 1968. Avec une pointe sèche signée de Dali.

      Edition originale, tirée à 300 exemplaires numérotés, signés par l'artiste : un des 150 exemplaires sur vélin de Rives, non justifié mais bien signé au crayon par Dali au colophon. Le portrait de Chimère gravé à la pointe sèche par Dali, tiré à 150 ex. est signé b.d. par l'artiste. L'éditeur a joint, dans une suite à part, "10 planches extraites d'un traité des systèmes érotiques et des mille façons masturbatoires des Romains à Dali."

      [Bookseller: SOLSTICES Rare Books]
 14.   Check availability:     Direct From Seller     Link/Print  


        Not A Bad Show A War Thriller

      Hodder and Stoughton (1940), London - Original blue cloth lettered in black on the spine. Some minor foxing to the fore-edge. In a complete and beautiful dust jacket that has received some minor restoration. Rear panel shows some minor soiling. A World War II spy thriller. Some of the provocative settings are at Buchenwald and at Berchtesgaden. The jacket art is remarkably bright and dramatic. Very rare in jacket. 8/3 price present on front flap. Previous owner book-plate present on front paste-down, mostly hidden by the flap. [Attributes: First Edition; Hard Cover]

      [Bookseller: First Place Books]
 15.   Check availability:     AbeBooks     Link/Print  


        The Heart is a Lonely Hunter

      Houghton and Mifflin, Boston 1940 - First edition copy, oatmeal cloth with brown letters, red topstain. Tape ghosts and soil to board edges. Dark offset lines to endpages and title page. Unclipped jacket in mylar has black band to edge which is deteriorating and offsets to board edges. Summer's Lease on rear flap. Closed tear to spine head, chipping, creasing. Second printing, no date to title page. ; 8vo 8" - 9" tall [Attributes: First Edition; Hard Cover]

      [Bookseller: curtis paul books, inc.]
 16.   Check availability:     AbeBooks     Link/Print  


        John Wisden's Cricketers' Almanack for 1940 - 1940 Wisden Original Hardback

      1940. Hi, This lot is a 1940 Original Hardback Wisden in Good to Very Good Condition. For a 1940 this is closer to very good than good, plus it has not had any restoration which is rare as many 1940s (due to their usual poor condition) do. The boards are clean but show some age and darkness , the gilt is starting to fade but original and better than many, more so on the spine than the front. Odd dot mark to the boards. Internally the front hinge is weak and you can see a bit of mesh at the top of the book for 2 inches. Internally the pages are very good. Without restoration. Better than many 1940s. Some weakness at page 32. This hardback was my Nemesis for 3 years and a hard book to find, pretty impossible in very good condition (Im still looking so let me know if you have one). I have an alternative 1940 Hardback if needed, it is a lot cheaper as in a lot poorer condition. Please ask.

      [Bookseller: Wisdenshop.com]
 17.   Check availability:     Biblio     Link/Print  


        Lignes du coeur. Enrichi d'un pastel en cinq (5) couleurs.

      Coffret agrémenté d'un pastel original de Kate Van Houten, artiste née à New-York en 1940 et installée en France depuis 1970. Kate Van Houten étudie l'histoire et les langues étrangères aux USA, avant de poursuivre des études de sculpture à Milan. Sur la route du retour vers les Etats-Unis, elle passe par Paris, où elle décide de vivre. Elle apprend la gravure sur cuivre et sur zinc et la sérigraphie dans l'atelier 17 de Hayter. Kate Van Houten travaille à partir d'une idée qui se traduit en geste, et prend souvent ses sculptures pour modèle de ses oeuvres sur papier, tandis que son travail sérigraphique se rapproche du paysage, avec ce sentiment des grands espaces américains qui lui manquent parfois. Elle crée également depuis quelques années des monotypes et publie régulièrement des livres d'artiste. Son travail en sérigraphie est lié au paysage. Tandem est une association belge créée en 1971 dans le but d'organiser des expositions d'images imprimées et qui a ensuite développé une activité d'édition, sous le nom Editions Tandem depuis 2005, en créant diverses collections.

      [Bookseller: SOLSTICES Rare Books]
 18.   Check availability:     Direct From Seller     Link/Print  


        Tartarin de Tarascon Illustrations de J. Touchet.

      Paris Les Pharmaciens 1940 - Tartarin de Tarascon DAUDET, Alphonse. Tartarin de Tarascon. Illustrations de J. Touchet. Paris: Les Pharmaciens, 1940. Quarto. (I,II) III-XIV (XV). (1,2) 3-182 (183). With color illustrations by J. Touchet. Limited to 175 copies, of which this is number 158. Printed paper wrappers, chemise, matching slipcase. Slipcase lightly worn. Fine. HBS 66497. $500 [Attributes: Soft Cover]

      [Bookseller: Heritage Book Shop, ABAA]
 19.   Check availability:     AbeBooks     Link/Print  


        The Birds of California. A Complete, Scientific and Popular Account of the 580 Species and Subspecies of Birds Found in the State.

      The Devin-Adair Company 1940 - B000VA5DDI B000VA5DDI Good. (Binding: Hardcover, Jacket: No Jacket) Complete set of four volumes, 32.5 cm, all plates present. Corners of all four volumes are a bit bumped, all spines are somewhat worn with light marks, tops of the spines of vols 3 and 4 are somewhat stretched, and the bottom of Vol I's spine has a small stain.

      [Bookseller: Moe's Books]
 20.   Check availability:     AbeBooks     Link/Print  


        Le Mythe d'Ulysse, tapuscrit

      - S.n., s.l. s.d. (circa 1940), 49 feuillets A4 (21x26,5cm), en feuilles. - Primo nuova versione del manoscritto autografo di 17 pagine, scritto nel 1935. Manoscritto di scrittura molto denso, pieno esclusi gli ultimi 13 righe di testo stampato, con molte cancellature, correzioni e aggiunte. Dattiloscritto completo con alcune variazioni rispetto al manoscritto e una copia della edizione originale pubblicato nel 1947 e, infine, pubblicato nel 1950 è allegato. Nel 1935, Blanchot ha lavorato per tre anni a Thomas the Obscure (ha completato nel 1940), quando interrompe la sua scrittura "che non stop" per scrivere l'ultima parola, un racconto che descrive come "un tentativo di aggirare un altro libro in corso per superare la interminabile e ottenere una narrazione più lineare, ma dolorosamente complesso, una decisione in silenzio ... ". Nel 1983 Blanchot riferendosi alle motivazioni di questo "testo innocente dove gli assassini presagi di tempo risuonavano futuro", può non dire "come è scritto e come sconosciuti requisito, esso ha la risposta." "Non è stato un testo per la pubblicazione," dice nella postfazione del senno di poi. L'ultima parola sarà infatti pubblicato 12 anni dopo in 550 esemplari della collezione età d'oro (anche se andò in bancarotta, allo stesso tempo, il libro sarà in vendita nel 1950) . Così la prima storia si intende subito l'ultima parola e il rifiuto della sua inaugurazione. "Sicuramente iniziare a scrivere immediatamente per raggiungere alla fine (...), questo significa almeno spero di non fare carriera e trovare il percorso più breve per finire presto." In questa "Apocalypse" Blanchot porta il suo romanzo essendo scritto: Thomas, l'eroe, ed è ironicamente chiamato il nuovo potere in altro modo senza espressa "cosa è successo a lui [che] dicendo: non è successo niente ". Ma se, iniziando con l'ultima parola, Blanchot segna la fine della scrittura, è un fine che rimane inedito. E quando il libro viene finalmente pubblicato, sarà più di un lavoro già notevole: Thomas the Obscure, Amminadàb, gaffe, l'Altissimo, Death Sentence e la quota del fuoco. Pertanto, l'ultima parola non è "rinuncia sia Maestro e Giudice", ma una rinuncia scritta di questa "si invano." Non può più essere "la risoluzione insolita per privare [Lingua] per sostenere (...), vale a dire più di linguaggio", ma, come parte del lavoro, c'è una "parola da dire e non dire. ". Una parola riscritto dallo scrittore divenne trasformata dalla scrittura e dalla guerra. Questa è la versione inaugurale, prima bozza di trenta giovane Blanchot, vi presentiamo qui e C. Bident suo biografo, pensiero "Probabilmente non sapremo mai." Fondazione narrativa, la scrittura di base, molti studiosi hanno studiato l'ultimo uomo ", dolorosamente complicato", come anche l'autore, ma che chiama un paio di pagine "profetici", una riflessione sul linguaggio (e, attraverso di lui, totalitarismo), che segna la seconda parte del secolo. Ora vi presentiamo il manoscritto nel 1935 e fino ad allora sconosciute, differisce notevolmente dalle seguenti due versioni del 1947 e del 1983. Scritte in terza persona (il più tardi saranno loro, homodiégétiques) la storia è molto più lungo. Esso contiene le descrizioni e le cui molte scene tagliate, che verranno rimossi nelle versioni pubblicate: "Il sole bagnata [piazza] una luce di fuoco di grandi specchi, posti ai quattro angoli, essere preso a calci in un labirinto di colori . "" Una nube fu presto elevato al soffitto, nube nera attraversata da piccole chiazze incandescente. "" Sono preoccupato, ha detto. Ho sbagliato lasciare prima questa casa quando torno a casa, circondata da fiaccole sono spente ad una ad una. Cosa trovo adesso? Come vivere senza di I linea guida? Puoi dirmi qualcosa? "" Alcuni bambini, testa annerito carbone, rimosso la sabbia in cui sono stati sepolti, e cercando di raggiungere con piccole pietre bianche che traevano dalla tasca, insultarono nella loro lingua incomprensibile. "" Approfittando della tregua, i cani dal loro buco, come se fossero stati segretamente eccitato da un maestro, si precipitarono alla dormiente tirando loro link. Hanno cercato di destra, sinistra, poi scoprendo sotto le coperte, sono scivolato malamente, prima in piccolo, poi il grosso cane, come un gruppo vizioso di bambini. "" L'ebbrezza di stare insieme avendo perso più giovane li ha spinti nella propria casa come se avesse cessato di essere loro, e si gettò grida di veglia gli intrusi dalle loro case. "Ma questo manoscritto offre l'esegeta soprattutto dimostrative alcuni passaggi che forniscono chiarimenti sul significato della storia:" Fino a quando non è un modo indifferente per il passato e il futuro. Se si intende estendere un velo su quale approccio, se un collegamento tra, da repulsione reciproca, momenti di tempo separato risulta da qualcosa, qualcosa d'altro non è mostrato, tuttavia, che tale limite. "" Hanno cui nulla è stato proibito di parlare e che conosceva, si comportava come se la loro conoscenza fosse stato a rompere con la lingua. "" Il discepolo su questa ammissione, l'adorazione raddoppiata, si danno colpi che li trasformano in quello che può essere. In un primo momento l'inganno comune, correvano, uno da un mondo animale, l'altra ad un se stesso ribattuta uno schiavo. "" Volevano a ridere senza senso, sta torturando una bugia, ma, non avendo altra via di presentarsi come l'apoteosi, hanno perso di vista il loro reciproco desiderio di morte e beatamente apprezzato l' riposare. "Una chiave di lettura di questi cambiamenti addizione preziose che riflettono cambiamenti reali dell'autore. Se la più importante è, naturalmente, la scelta della prima persona nelle versioni successive, alcune varianti lessicali sono anche molto significativo. Così: «Offro lo spettacolo dei miei vizi" nel manoscritto e dattiloscritto 1935 diventa: "Offro lo spettacolo dei miei errori" nella versione pubblicata della stessa nel 1947 "Questo è un estratto dal discorso. la terza città "diventa" Questo è un estratto del discorso sul terzo allo Stato terzo "; "Un rumore (...) è stato un colpo tutta la città" diventa "è stato un colpo tutte le persone" e "... su un ponte di onomatopea" diventa "... un farneticante gateway." Infine, si tratta di una Blanchot lirica che rivela questa "improvvisa chiamata del linguaggio": "Aveva i capelli appendere queste ampie ali di velluto sono una promessa di trasformazione." "... Quando il sole getta la sua luce splende contro gli specchi ovunque, si fermò sopra la spianata e udì questa voce, privato misteriosamente le vocali e le consonanti, che annuncia la condivisione degli spazi" "Esclamazioni di: la folla è venuto e ha portato chiede un disagio immenso. "" Ha funzionato sul libro e morse i denti, come se avesse fatto insensibile, nonostante l'amarezza di quelle vecchie pagine. ". Col senno di poi Blanchot esitate a commentare, tuttavia, che questo testo prevede la terza volta e si prese cura di rivedere ancora una volta, a 50 anni dalla sua prima release. Tuttavia, porta alcuni pezzi di spiegazioni che rivelano l'importanza di questa piccola storia nella vita e l'opera di uno dei più misteriosi scrittori del ventesimo secolo: "L'ultima parola deve raccontare linea principale, come aventi invece, il naufragio totale, la narrazione in sé non può quindi essere conservato, e impossibile o assurdo, a meno che non dovrebbe pretendere profetico, annunciando un futuro in passato già lì o dicendo che ci sempre quando non c'è niente: o non portare nulla ed evitare l'annientamento che non può sfuggire al suo processo a lungo termine che viene rimasticare e l'eternità. " - [FRENCH VERSION FOLLOWS] Document unique complet de 49 feuillets A4,dont 47 ronéotypés et 2 tapuscrits (soit 1 page de titre et 48 feuillets numérotés 1 à 47 dont une page 9 bis, les pages 19 et 46 sont tapuscrites), intitulé : Le Mythe d'Ulysse et comportant de très rares corrections manuscrites. Un léger manque en marge supérieure de la page de titre, et une trace de trombone en tête des pages, quelques pliures marginales. Exceptionnel tapuscrit de la première fiction de Maurice Blanchot, véritable « matrice » de Thomas le Solitaire et Thomas l'Obscur. Lorsqu'en 1941 paraît le premier roman de Maurice Blanchot, le jeune écrivain avait déjà achevé deux nouvelles qui ne paraîtront qu'en 1947, mais qui furent, selon ses dires, composées durant l'écriture de Thomas l'Obscur : Le Dernier Mot et L'Idylle. Si l'on soupçonnait depuis longtemps l'existence d'un texte antérieur à ces écrits et que l'on croyait perdu, ce n'est que très récemment que l'on découvrit l'existence du mythique premier roman intitulé Thomas le Solitaire, dont nous proposions en 2016 les manuscrit et tapuscrit originaux. Bien que très différent de la version qui sera publiée, Thomas le Solitaire apparaît cependant par son héros, par la trame générale de son histoire et par des pans entiers de sa narration, comme la version primitive de Thomas l'Obscur. Ce premier Thomas devenait ainsi à quelques rarissimes documents près la plus ancienne trace écrite de Maurice Blanchot. Pourtant, dans les archives de la fratrie, se trouvait aux côtés des manuscrits des deux Thomas un ronéotype non signé, intitulé Le Mythe d'Ulysse. Clairement contemporaine des deux romans (même papier, mêmes ratures tapuscrites sous forme de petites croix, même trace de trombone rouillé) cette nouvelle de 47 pages, se révèle, à la lecture, l'évidente origine fictionnelle de Thomas. S'inspirant d'Homère, ce récit met en scène le séjour d'Ulysse sur l'île de Calypso, tout juste évoqué dans L'Odyssée qui, relatant l'arrivée et le départ d'Ulysse de l'île, fait cependant l'économie des sept années passées par le héros chez la nymphe. Maurice Blanchot s'empare de la tristesse du héros décrite dans le chant V pour inventer une histoire d'amour entre la nymphe et le marin alimentée par les récits merveilleux de l'amant qui, pour sa part, sombre dans une mélancolie causée par le constat de la fragilité humaine et le désir d'atteindre à l'immortalité. Ainsi, à partir d'une histoire d'apparence radicalement différente, Maurice Blanchot aborde dans cette nouvelle les principaux thèmes de Thomas dont ce que nous nommerons la désincarnation du récit entraînant une relation à la mort entendue comme forme de vie pure sans l'obstacle du corps. Cette nécessité de soustraire la pensée aux limites du corps, si elle parcourt tout le roman publié, prend sa source dans ce récit mythologique à travers le désir d'Ulysse : « Je me sens faible et si borné, et cependant si curieux de tout ; à chacun de mes pas, je m'arrête et trouve fermé à moi-même, ne voyant clair que pour surprendre le désir d'aller plus loin et pour faire un pas encore qui me ramène au même lieu sans issue et au même désir. [...] Les dieux [...] m'ont enfermé dans un cercle si étroit que [je] le remplis tout entier et que seuls quelques sots y ont place ; là, j'ai reçu d'eux mille pouvoirs étincelants, les droits purs que rien n'offense et ne circonscrit, plus assurés de leur exercice même, mais dans ce lieu, ils ne sont pour moi qu'une incompréhensible dérision, mon art borné à soi-même s'y détruit et devient artifice et demain il y prendra un mortel aspect de déraison. C'est à lui qu'il faut m'arracher ou à ce cercle ; bête ou sage, non plus selon l'apparence dérisoire, mais l'incorruptible vérité, je ne pourrai avoir de repos qu'à ce prix. » (Le Mythe d'Ulysse p. 15-16) Ce qui est, au départ, un malaise imprécis (et incompris par la nymphe), prend forme au fil de la nouvelle : « même subtile, une enveloppe est une entrave pour l'esprit curieux » (M.U. p. 37), devient désir : « comment as-tu pu espérer, Calypso, mon bonheur, tant que j'en devrais le partage avec ce corps inerte » (M.U. p. 37), et crainte : « Il enviait moins les esprits déchargés par leur pureté de toute matière, et il craignait cette sensation étonnante d'une pensée n'ayant plus la conduite de son corps. » (M.U. p. 38) étonnamment, le souhait d'Ulysse demeure un échec, malgré la nature même du récit qui permet l'intrusion du fantastique et en dépit de l'intervention du dieu Protée, véritable source mythologique de cette réflexion Blanchotienne. « Protée : [...] Je ne me suis pas engagé dans ce corp [sic], il ne connait point ma profondeur, j'y viens en luttant, en me buttant au travers, comme un oiseau de nuit dans le jour ; j'y nais, j'y meurs, tout ensemble. » (M.U. p. 34) Ainsi, ce qui, dans le monde mythique d'Ulysse et Calypso, reste à l'état de désir : « ne plus le sentir à la fois vivant et mort près de moi, cela aussi serait une joie » (M.U. p. 33) s'accomplit dans le monde commun d'Anne et Thomas dotés jusque dans la version de 1950 de tous les pouvoirs de la nymphe immortelle et du dieu protéiforme : « Il était réellement mort et en même temps repoussé de la réalité de la mort. » (in Thomas l'Obscur, 1950, Gallimard, p. 40) « Elle changeait sans cesser d'être Anne. [...] Il la vit venir comme une araignée [...] dernière descendante d'une race fabuleuse. Elle marchait avec les huit énormes pattes comme sur deux jambes fines. » (T.O., 1950, p. 46-47) Véritable « matrice » thématique de Thomas, Le Mythe d'Ulysse donne naissance à quelques questions fondamentales développées dans Thomas comme dans toute l'

      [Bookseller: Librairie Le Feu Follet]
 21.   Check availability:     maremagnum.com     Link/Print  


        Inside The Whale. And Other Essays.

      London, Victor Gollancz Ltd. 1940. FIRST EDITION. 8vo., pp. 188. Elegantly bound in recent burgundy half morocco, gilt, with matching buckram sides. Contents clean, exterior fine. Literary essays discussing, amongst others, Charles Dickens, poetry and Henry Miller. A particularly scarce Orwell title, with no US equivalent edition; just 1000 copies were published of which 'several copies [were] destroyed in an air raid.'. Fenwick, G; George Orwell. A Bibliography [A.8a], (1998).

      [Bookseller: Adrian Harrington]
 22.   Check availability:     Direct From Seller     Link/Print  


        Men in Print, Essays in Literary Criticism [SIGNED by A.W. Lawrence]

      Golden Cockerel Press, 1940. Hardcover. Very Good. Number 262 of a limited edition of 500 copies. 58 pp. Bound by Sangorski and Suttcliffe in quarter-niger and beige linen boards. Spine slightly sunned, lightly rubbed at head and foot, some rippling to bottom margin and tiny spots of foxing on endpapers. Signed "A.W. Lawrence" under his name on the title page, and uncommon thus. Includes a short essay on James Elroy Flecker, a review of novels by D.H. Lawrence, a review of the short stories of H.G. Wells, a review of the works of Walter Savage Landor, and a criticism of Henry Williamson's Tarka the Otter with some remarks on the style of Doughty's Arabia Deserta.

      [Bookseller: Walkabout Books, ABAA]
 23.   Check availability:     IOBABooks     Link/Print  


        Superb enormous photo signed in white ink on the black of his suit (Alfred, 1899-1980, Film Director)

      1940 - showing him in typical pose, looking enigmatically at the camera with a slightly twisted smile, 14" x 11", no place, no date, c.

      [Bookseller: Sophie Dupre ABA ILAB PADA]
 24.   Check availability:     IberLibro     Link/Print  


        Why England Slept

      Hutchinson, 1940 A first edition, first printing published by Hutchinson in 1940. The 1940 1st British edition of JFK.s first published book, his senior thesis at Harvard, analyzing England's decision to resist Hitler when it did (rather than even earlier). The book is good+ in its red cloth, with light staining and spotting at the panels and along the spine. Plus bibliography and publisher's ads. In a good+/very good unclipped wrapper with some light chipping to the spine tips and corners. Some wear and tear to the edges.

      [Bookseller: John Atkinson Books]
 25.   Check availability:     Biblio     Link/Print  


        LES FLEURS DU MAL and FLOWERS OF EVIL

      Limited Editions Club, Paris 1940 - Two volumes, one in the original French (7" x 9") bound in light blue wraps with glassine wrapper and the other with English translations by various hands (6-3/4" x 11- 1/2") bound in full burgundy cloth with gilt lettering. The definitive edition of the original French text with illustrations by Auguste Rodin reproduced from the copy of the book Rodin illustrated for Paul Gallimard. The English edition printed at the Fanfare Press. Edited, with an introduction and notes, by James Laver. Illustrated with 24 drawings by Jacob Epstein printed from the lithographic stone by Mourlot in Paris. Of a total of 1500 numbered but unsigned copies, each volume of this copy is not numbered (in place of the number is written in ink "Office Copy") and bears the Club's blindstamp stating it is one of 15 presentation copies. This title was delayed seven years in shipment because of World War II with members not receiving the book until 1947. The books were stored under great hazard during the Nazi occupation and could not be finished until the war in Europe had concluded. Tape-repaired tear to one page of the notes at the rear of the English volume. The French volume is shaken and has tape repairs to the spine. Each volume is internally Fine. Very Good in a Fine example of the scarce slipcase [Attributes: Soft Cover]

      [Bookseller: Charles Agvent, est. 1987, ABAA, ILAB]
 26.   Check availability:     AbeBooks     Link/Print  


        Chronique privée de l'an 1940

      First edition, one of 115 numbered copies on pur fil du Marais.Slighlty sunned spine, otherwise a good copy. Stock Paris 1940 12x19cm broché

      [Bookseller: Librairie Le Feu Follet]
 27.   Check availability:     Direct From Seller     Link/Print  


        Correspondance complète de Maurice Blanchot avec sa mère, sa soeur Marguerite, son frère René et sa nièce Annick.

      - S.n., s.l. s.d. (1940-1943), Formats divers, ensemble constitué d'environ 1000 lettres complètes et 400 lettres amputées. - eccezionale collezione di più di 1000 lettere firmato autografi Maurice Blanchot, rivolto principalmente a sua madre Maria, la sorella e la nipote Margherita Annick e alcune lettere al fratello René e sua sorella Anna. Uniamo più di 400 lettere alla stessa parte corrispondente ma mutilati, dalla famiglia, passaggi troppo intimi. Questo set è stato tenuto da Marguerite Blanchot con i libri autografati suo fratello e il suo primo romanzo e la critica dai manoscritti Maurice Blanchot. Questa corrispondenza completa e unica, finora completamente nuovo e sconosciuto a bibliografi, copre il periodo 1940-1994. La prima, più di 230, scritto tra il 1940 e il 1958 - data della morte di Marie Blanchot - indirizzata a sua madre e la sorella vivono insieme nella casa di famiglia di Quain. Poi, dal 1958 fino al 1991, quasi 700 lettere a Marguerite sono completi e molti di più sono mutilati. Nel 1970, 8 lettere al fratello René e sua sorella Anna in cui verrà quindi installare, sono anche state mantenute da Margaret. Infine, una serie di 22 lettere e completare molti altri amputati, scritto nel 1962, sono indirizzati alla nipote Annick e suo figlio Filippo, nipote di Giorgio, il secondo fratello Maurice. Se l'affetto intenso Blanchot per la madre e la sorella riflette nella firma di essa, non sappiamo quasi nulla della loro relazione. Nell'unico saggio biografico su Blanchot Christophe Bident rivela però: "Margaret adorato suo fratello Maurice Blanchot. Molto orgoglioso di lui, [...] che attribuisce grande importanza alle sue idee politiche [...]. Ha letto un sacco [...] Hanno telefonato corrisposto. distanza, hanno condiviso la stessa autorità naturale, la stessa preoccupazione per la discrezione. "Blanchot effetto a lui indirizzata molti libri della sua biblioteca, ora con esso un legame intellettuale continuo. Le numerose lettere di sua sorella Maurice rivelano una complicità intellettuale e la fiducia che lo scrittore concederà quasi ogni altra mano. mano biografico, che domina la composizione di ogni lettera rivela il mondo privato, sconosciuta fino ad oggi, il più segreto degli scrittori. In effetti, il fratello si rivela eloquente con la sorella e la madre che l'intellettuale è discreta con gli altri. Anche i suoi amici più stretti sono stati in grado di indovinare i principali problemi di salute che Blanchot ha dovuto affrontare nel corso della sua vita e che sono esposti in dettaglio. Tuttavia, questi sono intime sui retroscena di scrittura di questa corrispondenza, che ha anche la funzione di condividere la notizia della intellettuale, politica e sociale Maurice Blanchot per questo decifra sorella che hanno sacrificato la loro indipendenza e la madre il riconoscimento artistico che questo rinomato organista potrebbe pretendere. Così, anni di occupazione durante la guerra d'Algeria, maggio 68 per l'elezione di Mitterrand, Blanchot tradotti per la sorella e della madre mondo intenso e complesso di notizie, il loro condiviso le sue osservazioni oggettive come le sue affinità intellettuali e giustifica con loro le sue posizioni e gli impegni. La testimonianza nuda e cruda e senza questa postura imposta dal suo status intellettuale, Blanchot corrispondenza con la sua famiglia ha anche un'altra caratteristica unica: è probabilmente l'unico registrare per iscritto la sensibilità profonda di quel che sappiamo solo la estrema intelligenza. Ciò a causa del cuore e rivela una Mauritius meravigliosamente benevolo verso le credenze religiose di sua sorella e madre. Ed è vergognoso che il fratello scandisce le sue lettere segni espliciti del intenso affetto che prova per ancora queste due donne così diverse da quelle che sono sua cerchia intellettuale. Questa preziosa collezione copre il periodo dal 1940 alla morte di Marguerite nel 1993. Non v'è quasi alcuna traccia di corrispondenza risalente prima di quel momento, tranne una lettera al suo patrono nel 1927, da indurre a sospettare che avrebbe è stato distrutto, forse per volere di Blanchot se stesso. Tra le lettere a sua madre e la sorella, abbiamo trovato alcuni grandi temi ricorrenti. lettere di guerra in cui Blanchot è sia figlio intellettuale rassicurante e lucida: "E 'avvicinando la morte e che mi rende immune al più piccolo freddo dell'esistenza? " "Non c'è ragione di disperare. "Nel peggiore dei casi, ha detto," ci sarà riorganizzarsi sulla nostra terra. Troveremo una piccola isola dove vive modestamente e seriamente "; "La politica non sta andando forte. La storia della Finlandia mi preoccupa. " "Alla repressione successo rappresaglia [...] Questo andrà di male in peggio. " Altre notizie personali che racconta la sua partecipazione e suoi guai con le riviste: - In toccando il suo amico Paul Lévy, che racconta la fuga per la zona franca, - Il giornale di dibattiti e sconvolgimenti politici che modifica, - Giovane è dimesso dalla Francia ritorno di Laval - coinvolgimento nella sopravvivenza della Nrf e la politica di esso in questi tempi difficili. "E 'assolutamente certo che non ci sarà nessuna opinione in una parola, da vicino o da lontano, la chiave per la politica, e che saremo protetti da qualsiasi" influenza esterna". Al primo [ombra?] Ciò suggerisce che queste condizioni non sono soddisfatte, sto andando. " Una lettera sorprendente il tragico episodio che diventerà l'oggetto del suo ultimo racconto, Il momento della mia morte "Ho detto che per deformazione e amplificati trasmissioni, ora ci sono nei circoli letterari una versione finale sugli eventi del 29 giugno, in base al quale sono stato salvato dai russi! E 'davvero divertente [...] ha portato ad un altro ho potuto ricostruire la sequenza degli eventi. " Racconta poi ad un certo loro lunghezza a sua madre e sua sorella, e alcuni dettagli, c'è la storia contenuta nel Immediata la mia morte. "Qui [...] tasso di come la verità è capovolto. ... In ogni caso è certamente bene o forse in una forma più stravagante nostri futuri biografi raccontano questi tristi eventi. " Questo straordinario lettera fa luce su eventi enigmatici che sa comunque che sotto la sua forma romanzata. Alla base della fiction ... c'è un'altra finzione! Lettere di liberazione attraverso la quale Blanchot particolare esprime la sua preoccupazione per la sorte di Emmanuel Levinas: "Il suo campo fu liberato, ma se stesso (a ciò che uno dei suoi camardes ha detto sua moglie) ha rifiutato di partecipare ai lavori ... era stato mandato ad un campo di ufficiali refrattari. Si teme che sia successo "qualcosa" sulla strada (e che il 20 marzo). [...] il destino impenetrabile. " Ha ricordato anche le figure intellettuali importante emergenti, gli amici o no: Sartre: "C'è troppa distanza tra la nostra mente. " Char: "Uno dei più grandi poeti francesi di oggi, e forse la più grande con Eluard. " Ponge che gli chiede "uno studio di apparire in una serie sulla letteratura di domani." E Thomas Mann, la cui morte nel 1955 lo ha colpito personalmente: "E 'stato come un vecchio amico. " Osservatore della politica, egli mostra un interesse benevolo ma già sospetto in generale de Gaulle. "Come l'uomo è davvero un enigma. È certo che solo il bene pubblico, anime, ma allo stesso tempo, rimane così estraneo alla realtà, in modo da esseri lontani, così poco per la politica che ci si chiede come questa impresa potrebbe riuscire. [...] Quando vedremo, parla praticamente nessun, ma l'ascolto di un prodigiosamente annoiato. [...] E 'ancora in ottimi rapporti con Malraux che svolge un ruolo enorme in questo. In ogni caso, i parlamentari vivono nella paura di questo grande ombra. " Ma la sua visione del futuro del Paese resta grave: "La Francia non è più un piccolo paese nelle circostanze, essere un vassallo di uno o l'altro. Infine, non può essere e sono stati. "Tuttavia, sarà attenta al destino del ministero Mendes-France, che anticipa la caduta quando scrive:" Probabilmente sarà domani morto, ucciso dal risentimento, gelosia e l'odio dei suoi amici come i suoi nemici. " la corrispondenza del dopoguerra. L'anno 1949 ha segnato un punto di svolta: "Per completare quello che ho iniziato, ho bisogno di ritirarsi in me stessa documentazione libresca è solo utile se è passato da il silenzio e la solitudine ancora. "Riflessione Seguito a lungo sul suo rapporto con la scrittura e per il mondo:" Io so che la vita è piena di dolore ed è, in un certo senso, impossibile da accogliere e accettare il requisito di cui ... un vecchio solitudine è il tratto che ha determinato la mia vita potrebbe essere d'accordo con questo lato oscuro, scuro in ogni caso, che ci ha lasciato il caro padre. " "La mia situazione è che sono troppo filosofo per la letteratura e troppo letterario per i filosofi. " "Sono profondamente contrario a ogni forma di attenzione allo sviluppo e alla fama letteraria - non solo per ragioni morali, ma perché uno scrittore che si preoccupa che non ha alcun rapporto profondo con letteratura, come l'arte, la dichiarazione profondamente anonimo. " impegno intellettuale sull'Algeria. "Quali persone egoiste e stupido pietose dell'Algeria. "(17 maggio 1958)" E in là l'intervento del Generale completa la confusione. " Dopo l'ultimatum emesso dai congiurati di Algeri il 29: "La mia rabbia è profonda, e io non facilmente accettare che dobbiamo mentori legionari che sono anche, in molti casi, torturatori" "14 luglio non è destinato a continuare a comparire - è piuttosto una bottiglia in mare, una bottiglia di inchiostro, ovviamente! " "Per quanto riguarda il nostro destino personale, non dovrebbe essere troppo da preoccuparsi. Nei momenti in cui la storia toggle è anche quello che è esilarante: non dobbiamo più pensare a noi stessi. " "Questa storia in cui l'Algeria sono in esecuzione tante giovani vite e dove corrotti tante menti è ferita praticamente incurabile. Anche se difficile sapere dove stiamo andando. " "E 'strano che tale esigenza di responsabilità collettiva [Manifesto dei 121] fa ci si abbandona, le tue abitudini e tranquillità in pieno la necessità di silenzio. " impegno fisico Maggio 68. "Ho chiesto loro di inviare un telegramma a Castro:". Il compagno Castro, non scavare la fossa " " "E vi assicuro - perché ci sono stati molte volte - non è divertente combattere con migliaia e migliaia di poliziotti rampaging ...: ci vuole un enorme coraggio, immenso altruismo. Da lì è un patto che può rompersi. " "Dal momento che l'inizio di maggio, io appartengo a giorno e notte gli eventi, ben al di là di tutto la fatica e oggi dove repressione della polizia sui miei compagni, francesi e stranieri (non faccio loro in differenza), cerco di coprire la mia debolezza, l'autorità molto debole e, in ogni caso, essere con loro in gara. " "Cohn-Bendit (il cui padre è il resto francesi, i suoi genitori fuggiti persecuzione nazista nel 1933), come un Ebreo tedesco, Ebreo è due volte, e questo è ciò che gli studenti nella loro profonda generosità, hanno capito. " "Questo è quello che volevo dire in ogni condizione in modo che qualunque cosa accada, ti ricordi di me senza problemi. Il futuro è molto incerto. La repressione accelererà. Poco male, abbiamo già apparteniamo alla notte. " "Siamo deboli e lo stato è onnipotente, ma l'istinto di giustizia, l'esigenza di libertà sono troppo forte. Comunque, è un buon modo per porre fine alla sua vita. " Gli anni 1970, 1980 e 1990, segnati da dure prove, sono impregnate di un pessimismo crescente. "Il futuro sarà difficile per entrambi [suo nipote] perché la civiltà è in crisi, e nessuno può essere così presuntuoso prevedere cosa accadrà. Amor Fati, gli stoici e Nietzsche ha detto: come quello che è per noi. " "Sono solo in tristezza e l'ansia sfortuna di tutto, l'ingiustizia è ovunque, la mia sensazione responsabile perché siamo responsabili per gli altri, essendo sempre più diverso da noi. " Con ancora una grande preoccupazione per la politica internazionale ... "Ognuno è contro Israele, povere persone condannate alla sventura. Sono sconvolto. "" La sua sopravvivenza è in valore, la sua passione, la sua abitudine di sventura, compagna della sua lunga storia. " "Come se mi preoccupa Israele. Io non giudico gli arabi; come tutte le persone, che hanno il proprio set di qualità e difetti. Ma io vivo nel senso angoscioso di pericolo che minaccia Israele, la sua esclusione, solitudine, là, là, un gioco, si sentono ancora una volta come un ghetto tutti rifiuta il fatto ad un popolo nato della sofferenza, per sentire troppo, mai accettato, mai riconosciuto, è insopportabile. " ... o nazionale "Mitterrand rimane ai miei occhi il miglior presidente potremmo avere: coltivato, che parla poco, meditare, soviet odiano. " Ma è probabilmente la maggior parte delle lettere personali in cui mostra il suo amore e la complicità profonda con corrispondenti che rivelano la personalità più interessante e più segreto di Maurice Blanchot. Di fronte alle tragedie della vita, figlio, fratello o zio esprime il suo amore ed empatia profonda, lontano da inerme prosaico e banale sono l'uomo naturale difesa di fronte a disgrazie, Mauritius offre con umiltà il suo corrispondente a "pensare" le ferite dell'anima, cioè la più alta espressione di intelligenza: la poesia. "Penso a te con tutto il cuore, e io sono vicino a voi quando viene la notte e si scurisce in voi la possibilità di vivere. Questo, il mio desiderio di compleanno. Questo è anche il motivo per cui, al mio posto, e secondo le mie forze sono piccole, combatterò e di lotta: per il vostro diritto di essere liberamente felice, per il diritto dei vostri figli, in un discorso assolutamente gratuito. " "Aspetta cara Annie, hai ragione, è spesso il silenzio che parla meglio. I morti ci insegnano anche il silenzio. Condividere con loro il privilegio doloroso. Zio Maurice. " - [FRENCH VERSION FOLLOWS] Exceptionnel ensemble de plus de 1 000 lettres autographes signées de Maurice Blanchot, adressées essentiellement à sa mère Marie, sa s

      [Bookseller: Librairie Le Feu Follet]
 28.   Check availability:     maremagnum.com     Link/Print  


        OS DESENHOS DAS ANTIGUALHAS QUE VIO - Edición Facsimil de 1940

      Ministerio de Asuntos Exteriores, Madrid 1940 - 257 pp. Excelente encuadernación en plena piel, lomo adornado con nervios y florones dorados, magníficos planos decorados con cenefas gofradas. Corte superior cincelado. Gran reproducción facsímil del Códice de Francisco d'Ollanda, que se custodia en la B [Attributes: First Edition; Hard Cover]

      [Bookseller: Librería Miguel Blázquez]
 29.   Check availability:     IberLibro     Link/Print  


        THE LONG WINTER

      New York: Harper & Brothers, 1940. First Edition, First Printing (I-P). Hard Cover. Very Good binding. Helen Sewell and Mildred Boyle. Publisher

      [Bookseller: Black Swan Books, Inc. ]
 30.   Check availability:     ABAA     Link/Print  


        We Knapps Thought It Was Nice

      New York: Privately printed, 1940. 1st . Hardcover. Near Fine. #118 of 200 copies, Christmas card to recipient from Rosale Knapp Day laid-in; small tear and crease to paper guard for frontispiece. A history of the Knapp family of Bayshore, Long Island. Consists of three parts: Part One, The South Shore of Long Island and Our Home at Bayshore; Part Two, Pertains Mainly to Shooting; and Part Three, Sir Walter the Racehorse, Family Heirlooms and Memories, and Concerning my Mother and Her Friends. With 15 pages of photographic illustrations.

      [Bookseller: Newbury Books]
 31.   Check availability:     Biblio     Link/Print  


        FAREWELL, MY LOVELY

      New York: Alfred A. Knopf, 1940., 1940. First edition. First edition. Fine, clean, square copy in dust jacket with light professional restoration to the spine ends, corners, and extremities.The author's second book and basis for the 1944 film, Murder, My Sweet which was directed by Edward Dmytryk, and starred Dick Powell as Philip Marlowe. The film was remade in 1975 by Dick Richards and starred Robert Mitchum as Marlowe. Housed in a cloth clamshell case with a leather label on the spine and the titles stamped in gold gilt. A Haycraft/Queen Cornerstone mystery.

      [Bookseller: BUCKINGHAM BOOKS]
 32.   Check availability:     Biblio     Link/Print  


        The Witch in the Wood

      Colllins, 1940. - First edition. 8vo. 281pp. Grey boards with green block title to spine. Pictorial dustwrapper. A Near Fine copy with no marks to sharp boards. Some foxing to textblock edges and very lightly to prelims. Appears unread & very tight. The Very Good+ dustwrapper is complete with light rubbing to spine tips and a half inch closed tear to top margin of rear panel with mild associated creasing. No chipping to extremities. Original price of 8s6dnet on front flap. A lovely clean copy of the second title in the "Once and a Future King" Series. [Attributes: First Edition; Hard Cover]

      [Bookseller: Julian Roberts Fine Books ABA ILAB]
 33.   Check availability:     AbeBooks     Link/Print  


        Farewell, My Lovely - true first edition

      Hamish Hamilton, 1940 A very good book wthi some fraying to the edge of the spine. Some spotting and browning to the spine. Some spotting to the boards. Binding is a fairly firm. No inscriptions whatsoever. A very rare book.

      [Bookseller: John Atkinson Books]
 34.   Check availability:     Biblio     Link/Print  


        DOLPHIN, A JOURNAL OF THE MAKING OF BOOKS

      New York: The Limited Editions Club, 1933, 1935, 1938, 1940-41. 4to. cloth. (viii),363,(18); 329,(20); xvi,507,(34); 104,(20); 109-232,(16); 233-312,(14) pages. Numbers 1-4, a total of 6 volumes (all published). Limitations vary from 1200 to 2000 copies. An extremely important series of books devoted to all aspects of fine book production. The first part of volume four is bound in cloth, not in paper wrappers. Covers soiled. Volume 1 has a stain on front cover; volume 2 and 3 have fraying at spine ends.

      [Bookseller: Oak Knoll]
 35.   Check availability:     Direct From Seller     Link/Print  


        High Sierra

      Alfred A. Knopf, New York 1940 - Orange cloth with dark titling/stamped designs, reddish topstain. Stated first edition. Evidence of dampstains to bottom part of boards which does not affect pages. Spine ends/corners softened. Front hinge slightly loose. Unmarked. Original DJ in mylar with $2.00 price chipped at spine ends/corners, rubbed at folds. ; 8vo 8" - 9" tall [Attributes: First Edition; Hard Cover]

      [Bookseller: curtis paul books, inc.]
 36.   Check availability:     AbeBooks     Link/Print  

______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     562 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service     


Copyright © 2018 viaLibri™ Limited. All rights reserved.