The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1640
2020-01-10 17:59:35
1640. Voir la description. Reliure de 7 œuvres de Jacob Cats Auteur : Jacob Cats (1577-1660) Éditeur : x Date : ND (env 1640) (copyright ND) Résumé du livre : " 's Werelts Begin, Midden, Eynde, beslooten in den trou-ringh / met den proef-steen van den selven" ND 266 page « Hof-gedachten, dat is, invallen, by gelegentheyt oft op't gesichte van boomen, planten, bloemen, kruyden, en diergelijcke aerdt-gewassen, verweckt, in't Buyten-leven, van den schrijver op Sorgh-vliet » ND 84 pages « Ouderdom, buyten-leven, en Hof-gedachten op sorg-vliet » 1655 184 pages « Koningklÿke Herderin Aspasia, Blÿ-eindig-Spel » ND 60 pages « Afbeeldinge van't Huwelyck, en 't gene daer ontrent is, onder de gedaente van een Fuyck » ND 24 pages « Invallende gedagten op voorvallende gelegenheden, Doodt Kist voor de Levendigen, rntwee T'famen-Spraken Tuffchen de doodt en een Outman, en Tuffchen de Ziel en't Lichaem. » 1655 36 Pages « Doot-Kiste voor de Levendige of Sinne-Beelden uÿt Godes Woordt » 159 pages Jacob Cats, l'un des plus grands poètes et humoristes de l'âge d'or néerlandais et l'un de ses plus grands hommes d'État. La poésie de Cats se prêtait à l'illustration et les illustrations faisaient partie intégrante de ses œuvres emblématiques. Il doit avoir travaillé en étroite collaboration avec Adriaan van de Venne, l'un des meilleurs artistes de son époque, qui a réalisé les dessins de la plupart des centaines de gravures de cette édition, qui ont été produits par les meilleurs graveurs de son époque. Une des plaques double page montre la célèbre représentation du mariage sous la forme d'un piè … [Click Below for Full Description]
Bookseller: emmytateur [Laval, FR]
2020-01-10 09:31:17
Stykius / Strykius / Stryk, Samuel
Wittenberg, Meyer & Zimmermann / Frankfurt-Oder, Conradi 2 Bl., 196 S., 8 Bl. / 2 Bl., 199 S., 10 Bl. / 4 Bl., 290 S., 10 Bl. / 4 Bl., 344 S., 16 Bl., 76 S., 2 Bl., / gestochenes Frontispiz, 4 Bl., 628 S., 24 Bl., 8°., Pergament-Einband der Zeit, umlaufender Rotschnitt, Einband etwas berieben und teils fleckig / nachgedunkelt, Schnitt teils etwas fleckig, sehr vereinzelt saubere Marginalien von alter Hand in Tinte, ansonsten gut erhaltenes und sauberes Exemplar, (Samuel Stryk, / Sticke, Stryck, Striccius, Strick, Stricke, Stryckius, Stryke, Stryken, Strykius, Jurist, 1640 - 1710, Frankfurt Oder, Römisches Recht), Versand D: 4,90 EUR
Bookseller: Antiquariat An der Vikarie [Germany]
2020-01-08 02:44:09
MYNSICHT, Adrian von
Jean Antoine Huguetan, Lyon, 1640. Plein vélin de l'époque, Un volume in-8 (175x110 mm), (40)-490-(66) pages Adrian von Mynsicht (1603–1638) est un médecin et alchimiste allemand. Dans son Thesaurus, il nous livre ses meilleures recettes d'onguents, emplatres, liqueurs destinés à la médecine. Comme toujours à cette époque chimie, alchimie et pharmacopée se mêlent étroitement. Dans le Testamentum Hadrianeum qui suit le Thesaurus, il nous est donné sous forme versifié le secret de la pierre philosophale de Mynsicht. Rare édition lyonnaise non repérée par Ferguson, ni Caillet. Dorbon [3319 (ed. 1697) : "Ouvrage d'alchimie très rare"], ___________________________________________________________________________________ ______________________________ENGLISH_DESCRIPTION______________________________ ___________________________________________________________________________________ Contempory full limp vellum, 8vo (175x110 mm), (40)-490-(66) pages Adrian von Mynsicht (1603-1638) is a German physician and alchemist. In his Thesaurus, he gives us his best recipes of ointments, emplatres, liqueurs for medicine. As always at this time, chemistry, alchemy and pharmacopoeia are closely intertwined. In the Testamentum Hadrianeum following the Thesaurus, we are given in a versified form the secret of the philosopher's stone of Mynsicht. Rare edition not spotted by Ferguson, nor Caillet. Dorbon [3319 (ed. 1697) : "Ouvrage d'alchimie très rare"], In 8 / 8vo 390g. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Eric Zink Livres anciens [LE VÉSINET, France]
2020-01-06 04:34:16
François de Grenaille | Tertullian | Paulinus of Nola | Jerome
Paris: Antoine de Sommaville and Toussaint Quinet, 1640. EARLY GUIDANCE FOR CHRISTIAN WOMEN | JEROME'S DEFENSE OF HIS SEXUAL IMPROPRIETY¶ [16], 222, [2] p. | 4to | pi^2 ã^2 ẽ^4 A-2E^4 | 222 x 166 mm ¶ First and only edition of this collection of early Christian writing on women, drawing on the work of Tertullian, Jerome, and Paulinus of Nola (his letter Ad Celantiam also sometimes attributed to Jerome and Sulpicius Severus). Selections, presumably translated by Grenaille, are followed by his own analysis. With a dedication to Marie Madeleine de Vignerot du Pont de Courlay, Duchesse d'Aiguillon: "I offer you a library in a single book, and I outline first for your sight that which I should present to the eyes of all women" (translated). ¶ What Grenaille proceeds to share are some of the oldest and most conservative ideas about women in Christian Europe. In his prefatory "Advis aux dames," however, he assures his female audience that these are "the thoughts of some of the greatest figures of centuries past" (translated). ¶ Opening with Tertullian's On the Apparel of Women, we are advised to avoid showy jewels, colors, and makeup (p. 11-12). Paulina's Ad Celantiam provides advice on how best to live a Christian life as a woman. The compilation also includes Jerome's praise of Paulina and his letter to Laeta, the latter a trove of advice for properly raising a daughter (p. 187: don't pierce her ears or paint her face; p. 194: don't let her grow accustomed to attending feasts outside the house, lest she encounter things she might desire). The book closes with Je … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Patrick Olson Rare Books [United States]
Check availability:
2020-01-05 23:43:27
1640. Template | Trixum Beschreibung Erizzo, Francesco; Venedig, Venezia -. Pergamenturkunde im Namen von Francesco Erizzo. Venedig, 9. Januar 1640. circa 20,5 x 13 cm. 1 Blatt mehrfach gefaltet, mit angehängtem Bleisiegel. - Lateinische Pergament-Urkunde im Namen von Francesco Erizzo (1566-1646), ab 1631 Doge von Venedig. - Aus einer bedeutenden Thüringer Autographensammlung, in eigenhändig beschrifteter Sammlermappe mit kurzen Angaben zum Inhalt und Kaufvermerk: am 24. V. 1928 bei Henrici in Berlin für 11,50 Mark. - Einige kleine Löchlein (ohne Textverlust), sonst gut erhalten. TRIXUM: Mobil-optimierte Auktionsvorlagen und Bilder-Hosting TRIXUM: Mobil-optimierte Auktionsvorlagen und Bilder-Hosting.
Bookseller: embasi [München, DE]
2020-01-03 23:17:46
Johannes JANSSONIUS (1588-1664)
1640. Carta geografica della regione nella rara ristampa del 1705 circa ad opera della tipografia Valk & Schenk. Incisione in rame, coloritura coeva, in ottimo stato di conservazione. Map of the region in the rare reprint of 1705 by the printing company Valk & Schenk. Copper engraving, coeval coloration, in excellent state of preservation. G. Mangani - F. Mariano, Il disegno del territorio, p. 140 n. 10; F. Mariano - A. Volpini, "Le Marche nella Cartografia. XVI-XIX secolo", p. 54, 20
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-03 10:27:10
1640. Original in guter Erhaltung. Karte gleichmäßig gebräunt, im Außenrand etwas fleckig, untere Ecken fingerfleckig. Im Mittelfalz unten bis ca. 8 cm in die Karte reichender Einriss, der sehr gut restauriert wurde (fast nur noch im Gegenlicht sichtbar). Schönes Kolorit. Dekorativ. PRÄCHTIGE KOLORIERTE KARTE VON VIRGINIA & FLORIDA "VIRGINIAE partis australis et FLORIDAE partis orientalis ..." WILLEM BLAEU AMSTERDAM 1640 SPLENDID COLOURED MAP WITH VIRGINIA & FLORIDA "VIRGINIAE partis australis et FLORIDAE partis orientalis ..." WILLEM BLAEU AMSTERDAM 1640 ATTRAKTIVE KARTE MIT DEM SÜDOSTEN VON AMERIKA - BLAEU - ANNO 1640 TITEL "VIRGINIAE partis australis et FLORIDAE partis orientalis ..." - "Die Landschafft Virginia". KARTOGRAPH / VERLAG Willem Blaeu, Amsterdam, 1640 BESCHREIBUNG Originale und dekorative Kupferstichkarte des Südostens von Nordamerika mit den Gebieten von Virginia und Florida. Die Regionen umfassen das heutige Nordflorida bis zur Chesapeake Bay. Im Kartenbild mit zwei Wappenkupfern, die die Streitigkeiten zwischen England und Frankreich über das Land in der neuen Welt symbolisieren. Die Karte basiert auf der Mercator-Hondius-Karte von 1606, hier zum ersten Mal auf einer Karte mit Newport News als "Newport Nesa". Die prachtvolle ornamentale Titelkartusche flankiert von Eingeborenen. Im Kartenbild 3 große Fregatten, 2 Kompassrosen und Meilenanzeiger-Kartusche von Putti flankiert. Text in Deutsch verso mit großer Holzschnitt-Initiale. ABMESSUNGEN Blattgröße: 58 x 48,5 cm; Plattengröße: 50,5 x 39,5 cm. ZUSTAND Original in guter Erhaltung. Karte gleichmäßig gebräu … [Click Below for Full Description]
Bookseller: ARTFINDING (schnellkauf69) [Sachsen, DE]
2020-01-03 10:27:10
1640. PRÄCHTIGE KOLORIERTE KARTE VON VIRGINIA & FLORIDA "VIRGINIAE partis australis et FLORIDAE partis orientalis ..." WILLEM BLAEU AMSTERDAM 1640 SPLENDID COLOURED MAP WITH VIRGINIA & FLORIDA "VIRGINIAE partis australis et FLORIDAE partis orientalis ..." WILLEM BLAEU AMSTERDAM 1640 ATTRAKTIVE KARTE MIT DEM SÜDOSTEN VON AMERIKA - BLAEU - ANNO 1640 TITEL "VIRGINIAE partis australis et FLORIDAE partis orientalis ..." KARTOGRAPH / VERLAG Willem Blaeu, Amsterdam, 1640 BESCHREIBUNG Originale und dekorative Kupferstichkarte des Südostens von Nordamerika mit den Gebieten von Virginia und Florida. Die Regionen umfassen das heutige Nordflorida bis zur Chesapeake Bay. Im Kartenbild mit zwei Wappenkupfern, die die Streitigkeiten zwischen England und Frankreich über das Land in der neuen Welt symbolisieren. Die Karte basiert auf der Mercator-Hondius-Karte von 1606, hier zum ersten Mal auf einer Karte mit Newport News als "Newport Nesa". Die prachtvolle ornamentale Titelkartusche flankiert von Eingeborenen. Im Kartenbild 3 große Fregatten, 2 Kompassrosen und Meilenanzeiger-Kartusche von Putti flankiert. Text in Deutsch verso mit großer Holzschnitt-Initiale. ABMESSUNGEN Blattgröße: 56,5 x 47,5 cm; Plattengröße: 50,5 x 39,5 cm. ZUSTAND Original, restaurierter Zustand. Verso mit Papier verstärkt, partielle Restaurierungen (gut im Gegenlicht sichtbar). Karte gleichmäßig gebräunt, zum Teil fleckig. Ergänzte und restaurierte Eckabrisse. Schönes Kolorit. Dekorativ. UNBEDENKLICHKEITSERKLÃRUNG Hiermit werden Echtheit und einwandfreie Herkunft der vorliegenden Karte bestätigt. Die Karte ist zum Z … [Click Below for Full Description]
Bookseller: ARTFINDING (schnellkauf69) [Sachsen, DE]
2020-01-02 20:27:04
John Lithgow
London: I. Okes, 1640. Ex-library copy with bookplate of Hartland Library, card pocket, cards, and other typical markings; extremities heavily rubbed and edgeworn; clipped front free endpaper, with approx. 1 x 3 inch area of loss; lacking frontispiece, and pages 123-4, 225-352, 361-4, 445-6 ; occasional edge tears; scattered foxing and dampstaining throughout; extensive ink marginalia, including whimsical ink-doodle to page one; ink ownership inscription dated 1745. Good. John Lithgow The Totall Discourse of the Rare Adventures I. Okes 1640 John Lithgow. The Totall Discourse of the Rare Adventures, and Painefull Peregrinations of Long Nineteene Yeares Travailes from Scotland... London: I. Okes, 1640. Early edition. Octavo. xiv + 514pp. Illustrated with engraved plates. Rebound in later leather, untrimmed edges, housed in later custom cloth clamshell case "First published in 1614, it is 'a book of uncommon value and interest, for its descriptions of men and manners even more than of places. Thus it is probably the earliest authority for coffee-drinking in Europe, Turkish baths, a pigeon post between Aleppo and Baghdad, the long Turkish tobacco-pipes, artificial incubation, and the importation (since about 1550) of currants from Zante to England" (ODNB). The woodcuts include a view of Fez. Cox I, 72; Howgego L134; STC 15712.5. Ex-library copy with bookplate of Hartland Library, card pocket, cards, and other typical markings; extremities heavily rubbed and edgeworn; clipped front free endpaper, with approx. 1 x 3 inch area of loss; lacking frontispiece, and pages 123-4, 225-35 … [Click Below for Full Description]
Bookseller: inkqnabula [Plano, Texas, United States]
2019-12-30 22:24:06
Pulton, Ferdinando, Compiler
1640. "A New Standard" Pulton, Ferdinando [1536-1618], Compiler. A Collection Of Sundry Statutes, Frequent in Use: With Notes in the Margent and References to the Book Cases and Books of Entries and Registers, Where they be Treated of. Together with an Abridgment of the Residue which be Expired, Repealed, Altered, And Worn Out of Use, or doe Concern Private Persons, Places, Or Things, And Not the Whole Common-Wealth. Also, A Necessary Table, Or Kalender, Is Annexed Hereunto, Expressing in Titles the Most Material Branches of Those Statutes in Use, And Practice. And Now in this Last Impression the Faults in the Table, Or Kalender, Is Annexed Hereunto, Expressing in Titles the Most Materiall Branches of Those Statutes in Use, And Practice. London: Printed by M. Flesher and R. Young, 1640. [viii], 1464, [4]; [84] pp. Folio (13-1/2" x 9"). Contemporary calf, blind rules to boards, raised bands and later gilt-stamped title to spine, hinges reinforces, endpapers recently renewed. Light rubbing, some scratches and a few scuffs to boards, moderate rubbing to extremities, corners bumped and worn. Title printed within woodcut architectural border. Light toning, somewhat heavier in places, faint dampspotting to final leaves of index, light soiling and edgewear to title page, two large chips to edges with repairs and no loss to border. * Later edition. Pulton was a commoner of Brasenose College, Oxford, a fellow of Christ's College, Cambridge, and a member of Lincoln's Inn. As a Catholic Pulton was not allowed to practice, so, supported by his vast personal fortune, he devoted his ener … [Click Below for Full Description]
Bookseller: lawbook exchange (intrepidbooks) [Clark, New Jersey, US]
2019-12-29 19:29:04
Simone CANTARINI detto "Il Pesarese" (Pesaro 1612 - Verona 1648)
Acquaforte, circa 1640, firmata in lastra in basso a sinistra. Esemplare nel raro primo stato di tre, prima della firma. Magnifica prova, ricca di toni, impressa su carta vergata coeva con filigrana non leggibile, rifilata al rame, in ottimo stato di conservazione. Di questa incisione sono conosciuti ben sette disegni preparatori. Magnifico esemplare Bibliografia: Bartsch 25; Bellini 26 I/III. Dimensioni 175x255. Etching, 1640 circa, signed on lower left plate. Example in the rare first state of three, before the signature was added. Magnificent work rich in shades, printed on contemporary laid paper with illegible watermark, trimmer to platemark and in excellent condition. Seven preparatory drawings of this work have been listed. Beautiful example. Bartsch 25; Bellini 26 I/III. Dimensioni 175x255.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2019-12-28 20:43:06
MALTHE, Francois de. (Francis Malthus).
Paris Cardin Besogne, 1640. De nouveau reveu, corrige, & augmente par l'autheur, first published in 1629, 8vo, approximately 170 x 100mm , 6¾ x 4 inches, French text, added engraved pictorial title page of Neptune and Mars, fireworks in the background, dated 1629, 6 full page engravings, 38 text engravings, both illustrations and diagrams, some decorated initials and headpieces, pages: [12], 1-277, [5 - Table], pages 136 and 139 misnumbered 116 and 137 respectively, collation: A-S8, T4 ( -T4), T4 probably a blank, bound in contemporary speckled calf, raised bands to spine, gilt decoration to spine, pale red speckling to edges. Binding slightly worn, small neat repair to top of spine, gilt slightly worn, pitting to sides, small water stain to top of engraved title, a larger one to top of letterpress title (see image), a very faint small intermittent stain to upper margin throughout, very faint half page water stain on S8 - T3, small closed tear to margin of 2 pages, neatly repaired, very small blank corner missing on S2, verso T3 lightly browned. A very good sturdy copy. Francis Malthus (d.1658), of English origin was an engineer in the royal French army and a captain general of mines and sapping. He was responsible for the French use of the mortar beginning in 1634. Chris Philip, A Bibliography of Firework Books, page 91, M 040.5; Cockle, Military Books to 1642, page 93, No.118 referring to the English edition of 1629: "This work, though in advance of anything so far written on the subject in English, does not attain to the standard of Thibourel and Appier. Yet it is with f … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Roger Middleton P.B.F.A. [Oxford, United Kingdom]
2019-12-26 19:43:03
LA FEUILLE, Daniel de.
First edition, Wesel issue, of an extensive collection of emblems compiled by Daniel de la Feuille (ca. 1640-1706). The text leaves explain all the emblems displayed in the plates, and each explanation is preceded by a four-line verse in French. The first plate is an engraved title-page, followed by 9 plates with 4 emblems, each accompanied by a banderole with a motto in Latin. Next are 36 plates with 15 small circular emblems with a Latin word within the emblem. They show allegorical and symbolic depictions of words and concepts like logic, freedom, humility, blood, the seasons, the months etc. Also included are two double-page plates with 65 portraits of French kings.With bookplate and library stamps. Slightly browned with some occasional spots and foxing. Binding chafed at corners and hinges cracked. Overall a good copy.Adams, Rawles and Saunders F.362; Landwehr, Emblem and fable books, 437; Praz, p. 393..
Bookseller: ASHER Rare Books (Since 1830) [Netherlands]
Check availability:
2019-12-24 12:30:07
ANDALUSIEN
Blaeu Amsterdam um, 1640. Altkolorierte Kupferstichkarte mit Goldhöhung, 38 x 50 cm. - Mit zwei Kompassrosen, zwei Wappen, zwei ausgemalten Kartuschen (eine davon mit Darstellung eines Geographen) und 2 Schiffen im Seekampf. Rückseitig lateinischer Text. - Falt- und Knitterspuren, unbedeutende kleine Mängel im breiten Rand, insgesamt sehr gut erhalten und dekorativ. Rückseitig hebräischer Sammlerstempel. Van der Krogt 6130:2. - Die prächtig kolorierte Karte zeigt das südspanische Gebiet zwischen Sevilla und Alicante sowie die gegenüberliegende nordafrikanische Küste.
Bookseller: Wiener Antiquariat Ingo Nebehay GmbH [Wien, Austria]
2019-12-23 22:06:08
1640. Ausgezeichneter Zustand. Festes Bütten mit Wasserzeichen. Nahezu fleckenfrei. PRÄCHTIG KOLORIERTE KARTE DER MAGELLAN-STRASSE "TABULA MAGELLANICA ..." WILLEM JANSZOON BLAEU, AMSTERDAM ca. 1640 SPLENDID COLOURED MAP WITH THE STRAIT OF MAGELLAN "TABULA MAGELLANICA ..." WILLEM JANSZOON BLAEU, AMSTERDAM ca. 1640 Äußerst attraktive Karte von Feuerland mit der Magellan-Straße und Patagonien, Blaeu, ca. 1640 TITEL "TABULA MAGELLANICA ..." KARTOGRAPH / STECHER / VERLAG Willem Janszoon Blaeu, Amsterdam, ca. 1640 BESCHREIBUNG Originale, außergewöhnlich wohlerhaltene, dekorative und kolorierte Kupferstichkarte mit der Magellanstraße und der südlichen Spitze Patagoniens, Feuerland - "Tierrae del fuego". Prachtvolle, ornamentale Titelkartusche oben, rechts mit großem Wappenkupfer, gewidmet dem niederländischen Staatsmann Sir Constantijn Huygens (1596-1687). Links mit ornamentaler Legende sowie unten links Kartusche mit den Breitengraden, daneben Eingeborene. Im Kartenbild 7 große Segelschiffe und 3 Windrosen. Text in Französisch mit 2 Holzschnitt-Initialen. ABMESSUNGEN Blattgröße: 57 x 49 cm; Plattengröße: 54 x 42 cm. ZUSTAND Ausgezeichneter Zustand. Kräftiger Druck, dekoratives, detailreiches Kolorit im zeitgenössischen Stil. Sauberer Druck, nahezu fleckenfrei. Sehr festes Bütten mit Wasserzeichen. UNBEDENKLICHKEITSERKLÃRUNG Hiermit werden Echtheit und einwandfreie Herkunft der vorliegenden Karte bestätigt. Die Karte ist zum Zeitpunkt des Verkaufs frei von Rechten Dritter. Bei unseren angebotenen Artikeln handelt es sich ausschließlich um ORIGINALE - wir verkaufen keine Reprodukti … [Click Below for Full Description]
Bookseller: ARTFINDING (schnellkauf69) [Sachsen, DE]
2019-12-23 17:28:05
1640. Les trois secours de la vie. Habit de Medecin, Apoticaire, ChirurgienEngraving on hand laid (vergé) paper.Sheet size: 35,7 x 27 cm. (14,1 x 10,6 inch). Image size: 35,7 x 27 cm. (14,1 x 10,6 inch).Source unknown, to be determined.Made by 'Possibly by Jaspar de Isaac' after an anonymous artist. We found online reference to Jaspar Isaac (ca. 1590-1654 Paris) was a French engraver and draughtsman. He is credited with engraving most of the plates of "Les Images ou Tableaux de Platte Peinture". He made series of engravings in wood and metal of views of Paris and illustrated numerous publications of his time. We have not been able to verify this.Condition: Good, given age. Trimmed. With several restaurations at top right and left and bottom middle. General age-related toning and/or occasional minor defects from handling. Please study scan carefully.Keywords: MEDICAL SATIRE-DOCTOR-APOTHECARY-SURGEONPCO-Expo-9
Bookseller: Pictura Prints, Art & Books [Overasselt, Netherlands]
2019-12-22 21:55:29
1640. Voir la description. Reliure de 7 œuvres de Jacob Cats Auteur : Jacob Cats (1577-1660) Éditeur : x Date : ND (env 1640) (copyright ND) Résumé du livre : " 's Werelts Begin, Midden, Eynde, beslooten in den trou-ringh / met den proef-steen van den selven" ND 266 page « Hof-gedachten, dat is, invallen, by gelegentheyt oft op't gesichte van boomen, planten, bloemen, kruyden, en diergelijcke aerdt-gewassen, verweckt, in't Buyten-leven, van den schrijver op Sorgh-vliet » ND 84 pages « Ouderdom, buyten-leven, en Hof-gedachten op sorg-vliet » 1655 184 pages « Koningklÿke Herderin Aspasia, Blÿ-eindig-Spel » ND 60 pages « Afbeeldinge van't Huwelyck, en 't gene daer ontrent is, onder de gedaente van een Fuyck » ND 24 pages « Invallende gedagten op voorvallende gelegenheden, Doodt Kist voor de Levendigen, rntwee T'famen-Spraken Tuffchen de doodt en een Outman, en Tuffchen de Ziel en't Lichaem. » 1655 36 Pages « Doot-Kiste voor de Levendige of Sinne-Beelden uÿt Godes Woordt » 159 pages Jacob Cats, l'un des plus grands poètes et humoristes de l'âge d'or néerlandais et l'un de ses plus grands hommes d'État. La poésie de Cats se prêtait à l'illustration et les illustrations faisaient partie intégrante de ses œuvres emblématiques. Il doit avoir travaillé en étroite collaboration avec Adriaan van de Venne, l'un des meilleurs artistes de son époque, qui a réalisé les dessins de la plupart des centaines de gravures de cette édition, qui ont été produits par les meilleurs graveurs de son époque. Une des plaques double page montre la célèbre représentation du mariage sous la forme d'un piè … [Click Below for Full Description]
Bookseller: emmytateur [Laval, FR]
2019-12-22 16:28:06
JANSSONIUS JOANNES.
1640. Incisione in rame, colorata d'epoca, 410x520. Carta delle piccole Antille. Janssonius fu in collaborazione con il cognato Henricus Hondius prima e successivamente dal 1638 da solo, il più importante concorrente dei Blaeu a cui ispirò ed uniformò la produzione, tanto da costringere Blaeu, anch'egli Jansson di cognome vero a scegliere uno pseudonimo per differenziare la propria produzione. Buon esemplare con evidente arrossamento della carta.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s. [Italy]
2019-12-22 13:53:10
William Somner
I L for Richard Thrale, 1640. Hardcover. Acceptable. 1640. 516 pages. No dust jacket. Rebound new brown leather overlaid with older leather. Contains 1 B&W folded plate, 1 loose plate in 2 halves, and one facsimile plate. Ownership plate of Ernest Bryan Gipps to front pastedown. Severe tanning and foxing, with marking to pages and text block edges. Heavy water damage throughout. Heavy cracking to front hinge, with exposed binding. Heavy tanning and marking, with water stains and small inscriptions to pastedowns and endpapers. Rear hinge has been repaired with thick paper. Folded plate and some pages with creases, tears and chipping. Small area of loss to page 1. Boards are heavily worn, rubbing and marking overall. Water damage, with scratching and chipping to boards. Small insect damage to front surface. Binding remains firm, with heavy dents around edges. Slight warping to front board.
Bookseller: World of Rare Books [United Kingdom]
Check availability:
2019-12-21 15:14:07
Pierre Cureau de la Chambre (1640-1693) Homme d'Église et académicien français.
Pièce signée par lacadémicien Pierre Cureau de La Chambre (1640-1693), fils du célèbre médecin Marin Cureau de La Chambre. Quittance attestant que Pierre Cureau de La Chambre,prieur du prieuré de Notre Dame, atteste avoir reçu de Jean Martineau[?] la somme de cinq cent livres pourses appointements de lannée 1669. Rarissime: "On ne connaît que deux quittances signées par P. Cureau de La Chambre", (R. Bonnet, Isographie de lAcadémie française, Paris, Charavay, 1907, p. 71). Encre brune sur vélin.. Date : 3 octobre 1667. Lieu : Paris. Format : In-4 oblong. Etat : Petites traces donglets au verso.. Nombre de documents : 1. Type de document : pièce signée. Nombre de pages : 1 p.
Bookseller: Traces Ecrites [France, Paris]
2019-12-21 14:36:10
ex Typographia Reu. Cam. Apostolicae, 1640. In folio (mm. 397x263), importante legatura in p. pelle rossa coeva (tracce d'usura), pregevoli cornici ai piatti arricchite ai quattro angoli da un decoro floreale e da un cuore trafitto da frecce e fiamme, al centro stemma vescovile con lo stesso cuore, il tutto impresso in oro; fregi al dorso e taglio super. dorato. Prezioso messale di pp. 148, bel frontespizio inciso con titolo in rosso e nero entro cornice figurata; anche le pagine: 3, "Preparatio ad Missam pontificalem. Antiphona" - 57, "Facta confessione" e 109, "Finita Praefatione" con testo entro grande e ricchissima cornice figurata; lo illustrano 3 magnifiche composizioni (di cui 2 a p. pagina) dedicate a Gesù Cristo e alla sua crocifissione, tutte inc. in rame. Testo in duplice filetto stampato a grandi caratteri in rosso e nero ed ornato da pregevoli iniziali decorate e finali xilografati. Frontesp. con aloni e alc. carte con uniforme arross. ma certamente un buon esemplare su carta distinta.
Bookseller: Libreria Antiquaria Malavasi [Italy]
2019-12-21 08:25:02
ANDALUSIEN
Blaeu Amsterdam um, 1640. Altkolorierte Kupferstichkarte mit Goldhöhung, 38 x 50 cm. - Mit zwei Kompassrosen, zwei Wappen, zwei ausgemalten Kartuschen (eine davon mit Darstellung eines Geographen) und 2 Schiffen im Seekampf. Rückseitig lateinischer Text. - Falt- und Knitterspuren, unbedeutende kleine Mängel im breiten Rand, insgesamt sehr gut erhalten und dekorativ. Rückseitig hebräischer Sammlerstempel. Van der Krogt 6130:2. - Die prächtig kolorierte Karte zeigt das südspanische Gebiet zwischen Sevilla und Alicante sowie die gegenüberliegende nordafrikanische Küste.
Bookseller: Wiener Antiquariat Ingo Nebehay GmbH [Wien, Austria]
Check availability:
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5 x50,4 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm. 380x24 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38 x49,6 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam 1640 ca. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38x49 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 44,3 x53,7 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,3 x50 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 41,5 x49,7 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5x50 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38x49,5 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5x49,5 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, 1640. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,2 x50e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:48
BLAEU.
Amsterdam, Blaeu, 1640 ca. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38x50,5 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Nel verso della carta testo in latino. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame (cm 41,4x50,5 e ampi margini) abilmente colorata da mano coeva. Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Dettagliata carta eseguita sul modello del Magini. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38 x49,6 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5 x50 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 41,5 x50,3 e ampi margini).Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame (cm 38,2x50 e ampi margini) abilmente colorata da mano coeva. Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5 x50,2 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 41,3 x50,3 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38 x49,6 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5 x49,5 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5 x50,2 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca.Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:47
BLAEU.
Amsterdam 1640. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5x49,6 e ampi margini).Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:46
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 41,5 x52,3 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-21 00:41:46
BLAEU.
Amsterdam, 1640 circa. Incisione in rame, colorata da mano coeva (cm 38,5 x49,7 e ampi margini). Tratta dall'edizione latina dell'Atlas Novus pubblicato ad Amsterdam nel 1640 ca. Esemplare fresco e marginoso. (Blavius o Guilielmus Caesius o Guilielmus Jansonius). Cartografo olandese (Uitgeest 1571-Amsterdam 1638). Allievo a Praga dell'astronomo Tycho Brahe, nel 1599 si stabilì ad Amsterdam, dove iniziò la pubblicazione di atlanti e carte geografiche e la costruzione di mappamondi. Nel 1633 fu nominato cartografo della Repubblica. Alla sua morte l'azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannes (1596-1673) che ampliarono l'ambizioso progetto cartografico del padre. L'Atlas Major è il risultato dell'immenso lavoro dei Blaeu ed è riconosciuto unanimamente come uno dei momenti più alti nella storia della cartografia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l'officina e gran parte delle lastre. L'anno seguente Johannes morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2019-12-18 21:29:02
Carter, John
1640. Jus Divinum or Jus Divinum Regum? Carter, John. Vindiciae Decimarum. Of Tithes, A Plea for the Ius Divinum. Drawne from the Text. London: T. Cotes, 1640. (iv), 56 pp. First leaf blank. Quarto (7" x 5-1/4"). Stab-stitched pamphlet bound into recent period-style quarter calf over marbled boards, gilt title to spine, endpapers added. Title page printed in red and black within typographical border. Moderate toning occasional light soiling or staining to margins, faint early pen doodle to foot of final page. An appealing copy. * Only edition. Ostensibly an academic study of tithes, this is a response to the opening phase of the intense conflict between Charles I and the Church of Scotland that would help push England into its civil war. Charles wanted to bring the Scottish church under state control and align its practices and creed with those of the Church of England. In 1638 Charles's opponents, or Covenanters, who drawn mostly from the Scottish nobility and clergy, declared their commitment to keep the church away from state control. The notion of tithes was a central point; the Covenanters argued for Jus Divinum, a belief that tithes are paid to the church. Charles believed in Jus Divinum Regum, which directed tithes to a state church through a monarch. OCLC and the ESTC locate no copies in North American law libraries. English Short-Title Catalogue S118338.
Bookseller: lawbook exchange (intrepidbooks) [Clark, New Jersey, US]
2019-12-18 20:00:10
Van den Zype, Francisus; Francisco Zypaeo
1640. Useful Digest of the Law of the Spanish Netherlands van den Zype, Francois (Franciscus) [c.1578-1650]. Notitia Iuris Belgici. Editio Secunda Priori Emendatior. Antwerp: Apud Hieronymum Verdussium, 1640. [xx], 284, [xxiv] pp. Quarto (8" x 6-1/2"). Contemporary vellum with lapped edges, sprinkled calf-backed spine with morocco lettering piece, ties lacking. Some rubbing to extremities, boards lightly soiled and somewhat bowed, hinges cracked but secure. Toning to text, internally clean. Ex-library. Early shelf labels to spine and front board, hand-written owner inscription and two small later stamps to title page. An appealing copy of an uncommon title. * Second edition. Zype was a canon lawyer and church official attached to the Bishop of Antwerp. First published in 1635, this useful and important book on the civil and canon law of the Spanish Netherlands went through at least four more editions and issues into the eighteenth century. Topics include procedure and the law concerning commerce, marriage, the military and other topics. OCLC locates 5 copies of this title in North America, three in law libraries (Harvard, Boston College, Library of Congress), none of this edition. Dekkers, Bibliotheca Belgica Juridica 198 (4).
Bookseller: lawbook exchange (intrepidbooks) [Clark, New Jersey, US]
2019-12-18 16:56:23
Seventeen Provinces - Willem Blaeu, 1640
1640. BEROEMDE 'SCHEEPJESKAART' VAN DE XVII PROVINCIËN “Novus XVII Inferioris Germaniæ Provinciarvm Typvs de integro multis in locis emendatus à Guliel. Blaeu.” Kopergravure vervaardigd door Josua vanden Ende, 3e staat uitgegeven door Willem Bleau in 1640 als onderdeel van “Theatrum Orbis Terrarum, sive, Atlas Novus”. Rugzijde: Latijnse tekst. In de tijd met de hand gekleurd. Afm. ca. 40 x 50,5 cm. Rechtsonder zien we een cartouche met schaalstokken en het adres van Willem Blaeu: “op ’t Water in de Vergulde Zonnewyzer”. Links een cartouche met opgaaf van de steden en dorpen per gewest en een legenda van de gebruikte symbolen. In de Noordzee zien we een 32-delige kompasroos, een zeemonster en vele schepen. Met de val van Antwerpen in 1585 werd een feitelijke scheiding veroorzaakt tussen de Noordelijke- en Zuidelijke Nederlanden en de 17 provincies vielen in twee delen uiteen. Er kwam een grens waardoor de Zeventien Provinciën werden gesplitst in de Republiek der Zeven Verenigde Nederlanden en de Zuidelijke Nederlanden. Door de emigraties en de politieke situatie verschoof het economische zwaartepunt naar het noorden. De Opstand tegen de Spanjaarden ging door en ondertussen verdeelde het geloof het hele continent in twee delen. Heel Europa was nu een groot strijdtoneel en de conflicten werden pas in 1648 in de Vrede van Münster opgelost. Daarin werd onder andere de Republiek der Zeven Verenigde Nederlanden door Spanje als soeverein erkend. De scheiding van de noordelijke en zuidelijke Nederlanden was op dat moment definitief. Toch komen er tot ongeveer 1800 … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Inter-Antiquariaat Mefferdt & De Jonge [Amsterdam, Netherlands]
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     564 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2020 viaLibri™ Limited. All rights reserved.