The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1640
2016-09-03 20:31:36
ASELLI Gaspare
Maire Iohan, 1640. in - 4, pp. (8), 104, (8), legatura coeva p. perg. molle, tit. ms. al dorso. Impresa tipogr. al tit., iniz. silogr., testo in car. tondo, passi in greco. Con 4 magnifiche tavole anatomiche finem. inc. in rame f.t. Terza edizione (la prima era apparsa, postuma, a Milano nel 1627) dell'unica opera dell'Aselli (Cremona 1581 - Milano 1625, allievo di G.B. Carcano Leone, poi anatomico e chirurgo a Milano ed infine professore di anatomia all'Univeristà di Pavia). In essa egli illustra dettagliatamente la scoperta, avvenuta quasi per caso, dei vasi chiliferi e soprattutto ne analizza la funzione, che altri anatomisti, come Eustachio e Falloppio, avevano ignorato. E' da mettere in evidenza che l'opera dell'Aselli venne pubblicata prima di quella sulla circolazione del sangue di Harvey ''il quale non comprese però l'importanza della scoperta di Aselli e forse non la conobbe'' (Castiglioni I, p. 457 - 8). Bell'esemplare (nota di possesso ms.: ''Per Alexander Cadinus.. Collegio Nobili Mediolanensi''.
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco
2016-09-03 17:29:46
JANSSON JAN
1640 ca. Incisione in rame, colorata a mano (in parte d'epoca), di mm 415x495. Fascinosa carta con due ricchi cartigli ai due angoli destri. E' raffigurato anche il Giappone. Janssonius fu in collaborazione con il cognato Henricus Hondius, il più importante concorrente dei Blaeu a cui ispirò ed uniformò la produzione, tanto da costringere Blaeu, anch'egli Jansson di cognome, a scegliere il suo famoso pseudonimo per differenziare la propria produzione. Bell' esemplare, molto marginoso. Piccola macchiolina di ossido sui monti nel lato sinistro.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2016-09-03 04:28:13
JANSSONIUS JOANNES.
1640. ca. Incisione in rame, colorata d'epoca, 410x520. Carta delle piccole Antille. Janssonius fu in collaborazione con il cognato Henricus Hondius prima e successivamente dal 1638 da solo, il più importante concorrente dei Blaeu a cui ispirò ed uniformò la produzione, tanto da costringere Blaeu, anch'egli Jansson di cognome vero a scegliere uno pseudonimo per differenziare la propria produzione. Buon esemplare con evidente arrossamento della carta.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2016-09-02 15:25:57
STEVENS, or Stephens Captain John.:
London, W. Rogers and Abel Roper, 1698, 1640. Translated and continued down to this present year, 1698, by Capt. John Stevens. FIRST ENGLISH EDITION 1698. 8vo, approximately 200 x 120 mm, 8 x 4¾ inches, pages: [24], 200, 209 - 572, [20] - Table, jump in pagination and some misnumbering but all catch words and the collation are correct. Our copy collates the same as the copy in ESTC, No. R2659, signatures: A4, a8, B - N8, O4, P - Z8, 2A - 2P8. Bound in full speckled calf, rebacked with the old spine relaid, red morocco gilt lettered label, gilt decoration to spine, edges speckled red. Binding lightly rubbed, corners bumped, slight shelf wear to edges, gilt rubbed on label with slight loss, endpapers age - browned, tip of top corner of first free endpaper missing, pale age - browning and light foxing to text, occasional small dark brown spot, small hole just affecting 2 letters on the recto, private library bookplate with coat of arms and dated 1860 to first pastedown, neat old ink date at top of first pastedown and 2 small neat old ink letters to top of first free endpaper, 1 small old ink correction to text affecting 1 word, otherwise a very good copy. "STEVENS or STEPHENS, JOHN (d. 1726), Spanish scholar and translator, was a Roman catholic, and probably an Irishman. He is said to have accompanied James II in his Irish campaigns, and to have been employed in other services by him. He is probably to be identified with the Lieutenant John Stephens mentioned by D'Alton (King James's Irish Army List, p. 485). He was not attainted, and before 1695 had settled in London. From th … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Roger Middleton P.B.F.A.
2016-09-02 12:32:34
BLAEU WILLELM
1640 c.. Incisione in rame, coloritura originale d'epoca, mm 390x500. Elegante carta eseguita sul modello di Magini. W. Blaeu, astronomo allievo di Tycho Brahe, fondò un'officina per la costruzione di globi nel 1599; quasi immediatamente iniziò a pubblicare anche carte geografiche, giungendo nel 1630 alla creazione del primo atlante "Atlantis Appendix" e cinque anni dopo, della prima edizione in due tomi del "Atlas Novus". Dopo la sua morte nel 1638, a cura del figlio Johan si giunse nel 1662 alla pubblicazione del celebre "Atlas Maior" in 11 volumi. Nel 1672 un incendio distrusse l'officina e segnò la fine dell'attività. Ottimo esemplare in fine coloritura, ampi margini. Ottimo esemplare marginosissimo.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2016-09-02 12:32:34
BLAEU WILLEM
1640 c.. Incisione in rame, colorata a mano, mm 422x518. Elegante carta eseguita sul modello di Magini, in fine coloritura, con bel cartiglio figurato, vascelli e mostri marini. W. Blaeu, astronomo allievo di Tycho Brahe, fondò un'officina per la costruzione di globi nel 1599; quasi immediatamente iniziò a pubblicare anche carte geografiche, giungendo nel 1630 alla creazione del primo atlante "Atlantis Appendix" e cinque anni dopo, della prima edizione in due tomi del "Atlas Novus". Dopo la sua morte nel 1638, a cura del figlio Johan si giunse nel 1662 alla pubblicazione del celebre "Atlas Maior" in 11 volumi. Nel 1672 un incendio distrusse l'officina segnando la fine dell'attività. Ottimo esemplare, professionalmente rinfrescato, con restauro lungo la piega centrale e trascurabili strappetti marginali. Borri 98.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2016-09-02 12:32:17
Südamerika. - Magellanstraße. - Blaeu, Willem (1571-1638)
Blaeu, 1640. Kupferstichkarte, koloriert, 41 : 53 cm (Kartenformat), gerahmt: 55: 66,5 cm. Dekoratives Blatt in repräsent. vergold. Holzrahmen, unter Passepartout und Glas.- Tls. ganz leicht gebräunt. Vereinzelt schwach stockfleckig. SW: Original-Kupferstichkarte 17. Jahrhundert, Niederlande Landkarten Deutsch
Bookseller: ANTIQUARIAT KREUSSEL [Germany]
2016-08-31 23:51:04
Pietro TESTA detto "Il Lucchesino" (Lucca 1611 - Roma 1650)
1640. Acquaforte, circa 1640, firmata in lastra in basso a sinistra. Esemplare nel secondo stato di due, con l'indirizzo dell'editore Giacomo de' Rossi. Magnifica prova, ricca di toni, impressa su carta vergata coeva con filigrana "giglio su tre monti nel doppio cerchio" (Heawood 1624 databile 1637/46), rifilata al rame, alcune pieghe di carta, per il resto in eccellente stato di conservazione. La scena si riferisce all'episodio dell'Eneide di Virgilio nel quale Venere scende sulla Terra per consegnare al figlio Enea le armi forgiate per lui da Vulcano. Enea è raffigurato in ammirazione dello scudo, mentre due putti gli porgono la spada e l'elmo. Magnifica prova di questa famosa incisione del Testa. Bibliografia: Bartsch, XX, 24; Bellini 17 II/II; Massari, Tra Mito e Allegoria, p. 520, 213. Dimensioni 410x395.
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-31 20:56:23
Salvator ROSA (Napoli 1615 - Roma 1673)
1640. Magnifica prova, impressa su carta vergata coeva, rifilata al rame o con sottilissimo margine, minime ossidazioni, per il resto in perfetto stato di conservazione. Opera giovanile di Salvator Rosa, sconosciuta ai repertori, e sinora conosciuta nell'unico esemplare della Collezione Ferdinando Salamon, pubblicato nel catalogo monografico dell'Arte Antica di Torino. L'opera viene descritta:"E' questa una stampa inedita rinvenuta nella stessa collezione seicentesca che conteneva il rarissimo - Uomo seduto su una roccia - e l'unico altro esemplare conosciuto del - Paesaggio lacustre - . Inoltre, nella stessa collezione, vi era anche il - Paesaggio con due figure - . Si tratta con certezza di un'opera giovanile di Rosa, da lui evidentemente abbandonata come le altre di quel periodo, forse un progettato san Gerolamo nel deserto. Le affinità stilistiche lo situano temporalmente ai primi anni del 1640, quando Rosa era parzialmente influenzato dalle incisioni di Claude Lorraine". Magnifico esemplare, di questa rarissima opera del Rosa. Al verso i timbri di collezione di J.E. WETTERAUER (Lugt 3869) R. ALIANELLO (Lugt 5K) "Etching, about 1640 - 45, with no data publishing. A very fine proof, printed on contemporary laid paper, trimmed to copperplate or with thin margins, two small spots, otherwise in perfect condition. Early work by Salvator Rosa, unknown to the repertoires, and so far in the only known copy of the Collection Ferdinand Salamon, published in the monographic catalog of Silverio Salamon. The work is described: ""This work was found in the same collection seventeenth … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-31 08:16:50
Simone CANTARINI detto "Il Pesarese" (Pesaro 1612 - Verona 1648)
1640. Acquaforte e bulino, 1640 circa, firmato in lastra in basso a sinistra "S. C. da Pesare fe". Stato unico. Bella prova, impressa su carta vergata coeva, con sottili margini, in ottimo stato di conservazione. Timbro di collezione del Wagner - Museum al verso (Lugt 2541c). Etching and engraving, circa 1640, signed on lower left "S. C. da Pesare fe". Only state. A good and clear proof, printed on a sheet of contemporary laid paper with wide margins, in a very good condition. The Holy Family seated at right with the infant St John; St Joseph holds his hand to his cheek. Ex collection of Wagner - Museum (Lugt 2541c). Bellini 31; Bartsch XIX.130.12; Massari - Ambrosini, 'Simone Cantarini detto il Pesarese', p. 354, III.35 83 132
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-31 08:16:50
Simone CANTARINI detto "Il Pesarese" (Pesaro 1612 - Verona 1648)
1640. Acquaforte, circa 1640, firmata in lastra in basso a sinistra. Esemplare nel raro primo stato di tre, prima della firma. Magnifica prova, ricca di toni, impressa su carta vergata coeva con filigrana non leggibile, rifilata al rame, in ottimo stato di conservazione. Di questa incisione sono conosciuti ben sette disegni preparatori. Magnifico esemplare Bibliografia: Bartsch 25; Bellini 26 I/III. Dimensioni 175x255. Etching, 1640 circa, signed on lower left plate. Example in the rare first state of three, before the signature was added. Magnificent work rich in shades, printed on contemporary laid paper with illegible watermark, trimmer to platemark and in excellent condition. Seven preparatory drawings of this work have been listed. Beautiful example. Bartsch 25; Bellini 26 I/III. Dimensioni 175x255.
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-31 08:16:50
Pietro TESTA detto "Il Lucchesino" (Lucca 1611 - Roma 1650)
1640. Acquaforte, 1640 - 50, privo di data e firma. Stato unico. Il tema del sacrificio di Isacco è raccontata nella Genesi (22: 1 - 19): Dio comandò ad Abramo di sacrificare il suo unico figlio, Isacco, come prova della sua obbedienza. La storia è stata interpretata come una prefigurazione della crocifissione di Cristo, che il Padre ha mandato per essere sacrificato. Testa raffigura il momento in cui appare un angelo e arresta il braccio di Abramo che sta per colpire suo figlio; Nel frattempo, un altro angelo porta un agnello sacrificale da sostituire a Isacco. Presso il Museo Teylers, ad Haarlem, è conservato un disegno, a penna e inchiostro, solo leggermente più grande e corrispondente a questa incisione nella maggior parte dei dettagli. Harris e Brigstocke riferiscono la realizzazione di questa incisione alla fine del decennio 1630, mentre Bellini ritiene appartenga agli ultimi anni di Testa, o al periodo compreso tra il 1645 e il 1650, in relazione con la serie del figliol prodigo. Cropper suggerisce il biennio 1640 - 1642, più vicino a L'Adorazione dei Magi e al dipinto della Presentazione della Vergine al Tempio. Tuyll ha osservato che l'invenzione di Testa può essere collegato al rilievo in terracotta dello stesso soggetto di Alessandro Algardi, probabilmente della fine degli anni 1630, ora al Seattle Art Museum. Ci sono molte differenze tra i due, ma le proporzioni e la figura di Abramo potrebbero indicare che la sua conoscenza del rilievo. Testa può anche aver visto l'omonimo dipinto del Domenichino, ora al Prado, nel quale l'angelo toglie il pugnale dalla mano di … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-30 20:44:49
Matthaus MERIAN "il vecchio" (1593 - 1650)
1640. Pianta della città tratta dal Itinerarium Italiae di Martin Zeiler. Le bibliografie delle stampe su Pisa datano erroneamente la pianta al 1646, anno nel quale viene introdotta nel Newe archontologia cosmica del Merian, trascurando il fatto che l'opera appare per la prima volta nel libro dello Zeiler del 1640. Incisione in rame, in eccellente stato di conservazione. Dimensioni 268x196. Bibliografia: Pisa, Iconografia a stampa pp. 116 - 117, 24; Pisa e il suo territorio p. 37, 23. Francoforte Frankfurt
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-29 21:24:38
JANSSONIUS JOANNES.
1640 ca.. Incisione in rame, di mm 400x510, colorata a mano, tratta dal grande atlante di Jansson. Jansson, in collaborazione con il cognato Henricus Hondius, e successivamente dal 1638 da solo, fu il più importante concorrente di Blaeu a cui ispirò ed uniformò la produzione, tanto da costringere quest'ultimo, anch'egli Jansson di cognome, a scegliere uno pseudonimo per differenziare la propria produzione. Buon esemplare, con bel cartiglio figurato e titolo entro festone, rappresenta il mondo conosciuto dagli antichi.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2016-08-28 20:27:32
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. Importante carta del Sud - Est Asiatico tratto dal Atlas del Janssonius. Incisione in rame, in buone condizioni. An important map of South East Asia, noteworthy for being amongst the first maps to include any information on the discoveries made by the Dutch vessel Duyfkens in New Guinea and the Gulf of Carpentaria in 1605 - 6. The map also includes Malaysia, Vietnam, the East India Islands, Philippines and Southern China as far as the Pearl River estuary. Amsterdam Amsterdam C. Quirino, Philippine Cartography, p. 104 500 390
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-27 20:36:18
Matteo PETRUCCI (Attivo a Siena prima metà del XVII secolo)
1640. Acquaforte e bulino, circa 1640. Buona prova, impressa su carta vergata coeva, con margini, leggere ossidazioni, nel complesso in buono stato di conservazione. La carta deriva dalla mappa di Willelm Blaeu edita ad Amsterdam. Erroneamente attribuita in passato al Todeschi. Matteo Petrucci è editore, probabilmente di origini romane, attivo a Siena alla metà del XVII secolo, dove raccogliè l'eredità del Florimi. Carta di grande rarità. Etching and engraving, circa 1640. Good impression, printed on contemporary laid paper, with margins, light oxidation, overall in good condition. The map comes from Willem Blaeu map published in Amsterdam. Mistakenly thought to Todeschi. Matteo Petrucci is an editor, probably of Roman origin, active in Siena in the middle of the seventeenth century, where the legacy of Florimi. Work of great rarity. Siena Siene 526 410
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-27 19:35:00
BERNI FRANCESCO.
Per Francesco Suzzi Stampator Camerale, s.a. (ma 1640). Cm. 25,5 pp. (8) 124 Testo inquadrato da duplice filetto. Bel frontespizio figurato e 5 ritratti a mezzo busto con nella parte inferiore epitaffio. Il tutto finemente inciso in rame. Capolettera e testate xilografici. Leg. piena pergamena (antica?) rimontata. Qualche strappetto abilmente ricongiunto, peraltro esemplare ben conservato. Le biografie presenti sono di: Almerico, Tebaldo I, Bonifacio III, Matilde, Azzo VIII. Era intendimento dell'Autore di pubblicare 24 biografie, ma non portò a compimento il lavoro, dando alle stampe le presenti 5 biografie, in questa unica edizione. Cfr. Coleti; Lozzi, 1624: " Raro. Con front. egregiamente fig. e con 5 bei ritratti, tra cui interessantissimo quello della Contessa Matelda."; Piantanida, 756: "Rara opera".
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense
2016-08-26 08:38:24
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. Carta geografica tratta dall'edizione latina del Atlas Novus. Incisione in rame, coloritura coeva con alcuni ritocchi, in buono stato di conservazione. A classic map of the island from the most famous Dutch map publisher. Copperplate, coloured, one restored hole at bottom border, some paper discoloration, otherwise a good example. Amsterdam Amsterdam 500 385
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-26 08:38:24
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. Carta geografica tratta dal "Nouveau Theatre du Mond..", Amsterdam 1639 - 1644 map taken from the "Nouveau Theatre du Mond..". Amsterdam, 1639 - 1644. Amsterdam Amsterdam 535 420
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-26 08:38:24
JANSSONIUS JOANNES.
1640 c.. Incisione in rame di Petrus Kaerius, dipinta a mano, mm. 350x495. Tratta dall'atlante storico ad opera di Hornius, che utilizza le lastre di Jansonio, già inserite precedentemente nel volume storico del grande "Atlas" pubblicato dal medesimo in 10 volumi. La carta, come citato nel cartiglio, è originariamente inserita nel Parergon di Abramo Ortelio che è a sua volta ricavata dal celebre modello del Bellarmato. Ottime condizioni, ampi margini.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2016-08-26 08:38:24
JANSSONIUS JOANNES.
1640 c.. Incisione in rame, coloritura moderna nello stile d'epoca, mm 385x495. Elegante carta delle odierne province di Napoli e Caserta negli storici confini del Regno presso Terracina e Sora. Tratta da "Atlas Novus". Janssonius, genero di Jodocus Hondius e cognato di Henricus, collaborò alla pubblicazione di atlanti, dopo l'acquisizione delle lastre di Mercatore da parte di Jodocus e dal 1638 fu in effetti colui che guidò l'impresa editoriale, mentre Henricus Hondius lentamente abbandonava l'attività (dal 1646 il suo nome non apparirà più su alcun frontespizio); risultò così il grande avversario della famiglia Blaeu nel secolo d'oro della cartografia olandese. Ottimo esemplare con lieve trasparenza del testo (tedesco) al verso.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2016-08-26 08:38:24
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. Tratta da "Atlas Contractus" 1666 Taken from 'Atlas Contractus', a two - volume atlas, published two years after Jansson's death by his son - in - law, Jan Jansson van Waesbergen. Latin text. KOEMAN: Me 184 & 185. Amsterdam Amsterdam 520 430
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-26 08:38:24
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. Carta geografica tratta da "Atlas Novus sive Theatrum Orbis Terrarum", edizione latina del 1647. Questa edizione del Atlas Novus del Janssonius contiene per la prima volta le carte della penisola con nuovi, più decorativi, cartigli. Incisione in rame, coloritura coeva, in buono stato di conservazione. Amsterdam Amsterdam Koeman me 59, p. 409, 33. 530 415
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-26 08:38:24
JANSSONIUS JOANNES.
1640 ca.. Incisione in rame, colorata a mano, 426x512. Carta del Regno Napoletano, molto dettagliata. Ricco cartiglio all'angolo in basso a destra. Due lievi restauri in alto e in basso, sul margine della carta. Buon esemplare. Janssonius fu in collaborazione con il cognato Henricus Hondius prima e successivamente dal 1638 da solo, il più importante concorrente dei Blaeu a cui ispirò ed uniformò la produzione, tanto da costringere Blaeu, anch'egli Jansson di cognome vero a scegliere uno pseudonimo per differenziare la propria produzione.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2016-08-26 08:38:24
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. Mappa della Repubbliche Baltiche tratta dall'edzione degli eredi Janssonius dell'Atlas Major. Incisione in rame, coloritura coeva, in ottime condizioni. Molto decorativa. Fine old color example of Jansson's map of Latvia, Lithuania and Estonia. Taken from 'Atlas Contractus', a two - volume atlas, published two years after Jansson's death by his son - in - law, Jan Jansson van Waesbergen. Latin text. KOEMAN: Me 184 & 185. Amsterdam Amsterdam KOEMAN: Me 184 & 185. 520 390
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-26 08:38:24
JANSSONIUS JOANNES.
1640 c.. Incisione in rame, di mm 375x490, tratta dal grande atlante di Jansson. Jansson, in collaborazione con il cognato Henricus Hondius, e successivamente dal 1638 da solo, fu il più importante concorrente di Blaeu a cui ispirò ed uniformò la produzione, tanto da costringere quest'ultimo, anch'egli Jansson di cognome, a scegliere uno pseudonimo per differenziare la propria produzione. Buon esemplare, con bel cartiglio figurato; leggeri aloni di umidità marginali e qualche piccolo foro.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2016-08-26 08:38:24
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. Mappa della Zeelandia tratta dall'edzione degli eredi Janssonius dell'Atlas Major. Incisione in rame, coloritura coeva, in ottime condizioni. Molto decorativa. Decorative map of Zeeland. Taken from 'Atlas Contractus', a two - volume atlas, published two years after Jansson's death by his son - in - law, Jan Jansson van Waesbergen. Latin text. KOEMAN: Me 184 & 185. Amsterdam Amsterdam KOEMAN: Me 184 & 185. 500 390
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-26 08:38:24
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. Carta geografica della bassa Tuscia, con il territorio di Viterbo e l'Argentario. Contenuta solo in alcune edizioni dell'atlante del Janssonius. Molto rara. A rare map covering Argentario. Amsterdam Amsterdam 530 415
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-24 11:57:43
TROGUE POMPEE
Ex officina Elzeviriana(Elzevir), 1640. - Ex officina Elzeviriana(Elzevir), Lugd. Batavorum(Leyde) 1640, in - 12 (7x13,2cm), (12) 310 ; 36p. (49), relié. - Edizione elzevirienne eseguita da Isaac Vossius, all'età di 18 anni. Un titolo frontespizio allegorico Bound in periodo di piena marocco. Torna a nervi riccamente decorati. Come pezzo di pelle rossa. Tripla mentoring netta sui piatti. Caps finemente ristrutturato. Guardie rinnovato con una metà del XIX carta. Bordi dorati. Marginali piccoli morsi. Molto bella copia. Il lavoro di Trogo Pompeo è noto a noi solo attraverso il famoso cortometraggio diretto da Justin della sua Filippiche, che si occupa di tutti i paesi conquistati da Alessandro Magno. In definitiva 36 pagine di appunti presi da Isaac Vossius. - [FRENCH VERSION FOLLOWS] Edition originale elzevirienne réalisée par Isaac Vossius, à l'âge de 18 ans. Un titre - frontispice allégorique Reliure en plein maroquin d'époque. Dos à nerfs richement décoré. Pièce de titre de maroquin rouge. Triple filet d'encadrement sur les plats. Coiffes restaurées très finement. Gardes renouvelées avec un papier milieu XIXe. Tranches dorées. Petites piqûres marginales. Très bel exemplaire. L'oeuvre de Trogue Pompée ne nous est connue qu'à travers le fameux abrégé réalisé par Justin de ses Philippiques, qui traite de tous les pays conquis par Alexandre Le Grand. In fine 36 pages de notes réalisées par Isaac Vossius. NB : Cet ouvrage est disponible à la librairie sur demande sous 48 heures.
Bookseller: Librairie Le Feu Follet
2016-08-24 09:26:30
Willem Janszoon BLAEU (Uitgeest 1571 - Amsterdam 1638)
1640. "Carta geografica tratta dall' ""Atlas Major.."", di Willem e Johannes Blaeu, del 1660 circa. La mappa mostra la Grecia e le sue isole - tranne Creta - e anche parte dell'Asia Minore. Grande cartiglio figurato per il titolo e, in alto a destra, un altro cartiglio contente la dedica all'erudito Claudio Salmasio (1588 - 1653) sormontata dal suo stemma araldico Incisione in rame, coloritura coeva, in ottimo stato di conservazione." Fine example of Blaeu's map Greece, which appeared in Blaeu's Atlas Major. Includes large decorative cartouche and coat of arms. Copperplate with fine original hand colour, in very good conditions. Amsterdam Amsterdam Zacharakis C. G. - A Catalogue of Printed Maps of Greece 1477 - 1800 (2009), n. 384 530 420
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-24 08:39:01
Simone CANTARINI detto "Il Pesarese" (Pesaro 1612 - Verona 1648)
1640. Acquaforte, circa 1640, firmata in lastra in basso a sinistra. Esemplare nel terzo stato di tre, edito da Giovanni Giacomo De Rossi. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva, rifilata al rame o con sottili margini, in ottimo stato di conservazione. Timbro di collezione al verso non identificato (Lugt 518). Etching, 1640 circa, signed on lower left plate. Example in the third state of three, published by Giovanni Giacomo De Rossi. Beautiful work, printed on contemporary laid paper, trimmed to the platemark or with thin margins, in excellent condition. Unidentified collection stamp on verso (Lugt 518). Bartsch 25; Bellini 26 III/III. 173 261
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-24 05:53:22
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. Decorativa carta della Colombia, Equador e Venezuela tratta da "Atlas" del Janssonius, pubblicato dagli eredi dopo il 1656. La mappa offre una preziosa testimonianza della geografia della regione nel XVII secolo, segnalando anche il corso del fiume Magdalena e dei suoi principali affluenti. Incisione in rame, bella coloritura coeva, in ottime condizioni. Decorative map of Columbia, part of Ecuador extending south to Esmereldas, and Venezuela extending east nearly to Caracas. The map is significant both for illustrating these early historic areas in the New World and for the numerous settlements, rivers and mountains. Dark crisp impression and wide clean margins. Amsterdam Amsterdam 480 380
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-24 02:18:55
BESLER, Basil (1561-1629)
Eichstatt, 1640. Hand-coloured engraving. Basil Besler published "Hortus Eystettensis", the earliest large folio botanical, at Eichstatt near Nuremburg, in 1613. He worked on the drawings for the 374 copper engravings over a period of sixteen years using the plants in the garden of Bishop Johann Conrad von Gemmingen, his patron. Depicted in this florilegium were flowers, herbs, vegetables and newly discovered plants such as tobacco and peppers. Besler was, in modern terms, a botanist and horticulturalist, and he was familiar with real and alleged medicinal properties of various plants. Besler had the good fortune to live at a time when exotic plants were being shipped to Europe from all over the world. The garden that he organized and illustrated for his patron was both ornamental and experimental, and the large book he had engraved after his drawings was unique. The prints, made by a team of master engravers, are strong and exquisitely done.
Bookseller: Donald Heald Rare Books [U.S.A.]
Check availability:
2016-08-23 21:24:19
OZANAM Jacques.
1640. Testo francese. Opera completa in quattro volumi. Cm.19,5x12,2. Pg.(16),460,(20); (4),462,(14); 482,14; (8),446,(6). Legature coeve originali in piena pelle. Tasselli con titoli e fregi decorativi impressi in oro ai dorsi a cinque nervature Fogli di guardia e tagli marmorizzati. Alcuni piccoli cartigli incisi. Opera adorna da 136 nitide incisioni fuori testo, alcune in grande formato: 32 al primo volume, 56 al secondo (55 numerate, la n°17 doppia), 31 al terzo (30 numerate, la n°7 doppia), 17 al quarto volume. Le tavole raffigurano strumenti scientifici, esperimenti, oggetti particolari, etc. Il quarto volume comprende "Traité des Phosphores Naturels & Artificiels, & des Lampes Perpetuelles. Dissertation Physique & Chimique, avec l'explication des Tours de Gibeciere, de Gobelets, & autres recréatifs & divertissans". Opera in eccellenti condizioni di conservazione, con fresca impressione e buoni margini. Buona edizione della fondamentale opera scientifica di Jacopo Ozanam, nato a Bouligneux, nel Principato di Dombes, nel 1640, pubblicata la prima volta nel 1694 dal Jombert a Parigi in due volumi. Lasciato il seminario alla morte del padre, Ozanam si trasferì a Lione, dove iniziò gli studi scientifici, dedicandosi contemporaneamente al gioco. Passato a Parigi ebbe larga fama in molti campi scientifici, tanto da essere accolto nella Accademia delle Scienze. Morì nel 1717. Il presente testo costituisce la sua opera principale, ed ebbe grande fortuna. Il primo volume tratta di aritmetica, geometria, musica, gnomonica, ottica e cosmografia, il secondo di meccanica, pirotecn … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Studio Bibliografico Pera
2016-08-23 18:13:54
Willem Janszoon BLAEU (Uitgeest 1571 - Amsterdam 1638)
1640. Carta geografica tratta dall'"Atlas Major di Willem e Johannes Blaeu, 1662 circa. La carta è basata su quella del Magini. Incisione in rame, colorazione coeva, in ottimo stato di conservazione. Map covering Bergamo, taken from the "Atlas Major" by Johannes Blaeu. Amsterdam, circa 1662. Based on Magini's work. Copperplate with original outline colours in good conditions. Amsterdam Amsterdam 510 385
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-23 13:02:35
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. Questa magnifica mappa si basa sulla relazione di John Norwood, della Bermuda Company, del 1618. Il territorio è diviso nelle originarie tribù, e nella tabella sono riportati i nomi dei primi coloni, con la relativa parte assegnata. L'isola fu scoperta nel 1515 dallo spagnolo Juan de Bernudez, che le diede il nome. Ma fu solo a partire dal naufragio del 1609 della "Sea Venture", guidata da Sir George Sommers, che l'isola venne colonizzata dagli inglesi, per diventare colonia britannica nel 1684. In omaggio all'ammiraglio, gli inglesi chiamarono l'isola Sommers o Summers Island, da qui il titolo latino di "Mappa Aestivarum Insularum". Di ulteriore interesse, la raffigurazione, nella superiore della mappa, della Virginia e di New England, mentre in basso, a sinistra, si vede la punta di Hispaniola. Una delle più più accurate e affascintanti mappe dell'epoca. Incisione in rame, coloritura coeva dei confini, in ottime condizioni. The map shows the island divided into tribes and lots, and below the map itself appear the coats of arms of Bermuda and England and the names of the first proprietors and the number of shares assigned each. A most attractive variant on the Norwood survey map. The 'Sea Venture' under Sir George Somers was wrecked off Bermuda in 1609 and the surviving Englishmen divided the island into Tribes (later Parishes) and Shares, which are individually listed with their owners at the foot of the map. The map's Latin title, Mappa Aestivarum Insularum, means Summer (or Somers) Island for its first leader. Shortly afterwards the Bermudas were granted to the Vi … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-22 19:28:19
Blaeu, Willem Janszoon
Amsterdam Blaeu Willem. "Montisferrati Ducatus". Orig. copper-engraving. Published by W. Blaeu in Amsterdam, 1640. Orig. old colouring. With ornamental title-cartouche, another ornamental cartouche with the scale of map ("Milliaria Italica . Germanica communia") and a cartouche with dedication (to Jacobus Backer by Guiljemus Blaeuw). 37:48,5 cm (14 1/2 x 19 1/4 inch.). Koeman II, map 7070:2.2, ed. 2:201 (1640-43 Latin). - A map of the Duchy of Monferrato - the region among Torino (N) and the Riviera (S). Oriented to the West.
Bookseller: Antikvariat Krenek [Prag, Czech Republic]
2016-08-22 15:19:13
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. Carta del Paraguay tratta dalll'Atlas di Janssonius, pubblicato dagli eredi dopo il 1656. Incisione in rame, bella coloritura coeva, in ottime condizioni. This is an early map showing this northern Patagonia territory. Also showing Rio de Janeiro, Sao Paolo, Santa Cruz of Bolivia, Paraguay, Uruguay, Buenos Ayres, Chili and Santo Iago. Copper engraving, original colours, in good condition. Amsterdam Amsterdam 480 380
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-22 13:21:21
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. Decorativa carta geografica dell'Islanda arricchita da un elaborato cartiglio in basso a sinistra e dai ricchi elementi naturali che caratterizzano l'isola. La mappa deriva da un manoscritto di Joris Carolus.Tratta dall'edzione degli eredi Janssonius del Atlas Major, dopo il 1656. Incisione in rame, coloritura coeva, in ottime condizioni. Molto decorativa. KOEMAN: Me 184 & 185. Decorative full color example of Jansson's map of Iceland. A stunning map, including an erupting volcano, sea monsters, sailing ships, decorative cartouches, compass rose and the spectacular landscape of Iceland. Carolius used Mercator's version of Bishop Gudbrandur Thorlaksson's map as his source. An attractive and detailed map of Iceland with an elaborate title cartouche in the lower left corner. The map was drawn by Joris Carolus, a pilot and map maker from Enkhuizen, who was also responsible for numerous manuscript maps as well as other charts of the northern seas that were later published by Jansson. Sea monsters, compass roses and a sailing ship decorate the surrounding ocean. Koeman/Krogt, Atlantes Neerlandici, Vol 1 #1250 Amsterdam Amsterdam 490 380
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-22 10:13:12
Polarkreis.-
1640 Dekorative Karte in schönem Kolorit. Zeigt den Nordpol mit dem Polarkreis, Grönland, Island und die nördlichen Teile von Amerika, Europa und Asien.- Mittig oben mit allegorischer Titelkartusche sowie unten rechts mit figürlicher Textkartusche. Versand D: 5,00 EUR
Bookseller: Antiquariat Schramm
2016-08-21 20:46:51
BLAEU WILLEM.
1640 ca.. Incisione in rame, finemente colorata a mano d'epoca, mm 405x560. Bella pianta della città umbra, ritratta con gusto per la miniatura e il dettaglio architettonico. In alto a sinistra legenda con 86 rimandi. Al verso del foglio, testo latino relativo alla carta. W. Blaeu, astronomo allievo di Tycho Brahe, fondò un'officina per la costruzione di globi nel 1599; quasi immediatamente iniziò a pubblicare anche carte geografiche, giungendo nel 1630 alla creazione del primo atlante "Atlantis Appendix" e cinque anni dopo, della prima edizione in due tomi del "Atlas Novus". Dopo la sua morte nel 1638, a cura del figlio Johan si giunse nel 1662 alla pubblicazione del celebre "Atlas Maior" in 11 volumi. Nel 1672 un incendio distrusse l'officina e segnò la fine dell'attività. Splendido esemplare perfettamente conservato.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2016-08-20 11:07:33
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. Carta dell'Africa Orientale raffigurante il mitico Impero del Prete Gianni. Decorata da un meraviglioso cartiglio. Edizione a cura degli eredi Janssonius, dopo il 1656. Coloritura coeva, in ottime condizioni. An attractive map of the Eastern African and the fictitious kingdom of Prester John. The map shows a major section of central and eastern Africa including Mozambique north to present day Sudan The map contains numerous coastal place names such as Mozambique Island, Quiloa, Mombaza, and Melinde indicating the importance of the area to both Arab, Portuguese, and traders and explorers from other countries. The Congo region on the west coast of Africa is included in this map. The two Ptolemaic lakes of Zaire and Zaflan are in the lower portion of the map. Lake Niger, and the supposed course of the Niger River, is shown flowing westward. This map is based on Ortelius' map of Prester John of 1573. The myth of Prester John, the good king defeating the enemies of Christianity, was in part a response to Mongol and Islamic pressures on Christian Europe. Initially, Prester John was placed in Asia, but later in East Africa. The center of the map above ,Amara mons,, the kingdom of Prester John, shows a note in Latin to the effect that here the sons are Prester John are held in confinement. Amsterdam Amsterdam 490 390
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-19 20:29:58
Stefano SCOLARI (Attivo a Venezia tra il 1644 ed il 1687)
1640. Carta geografica della costa adriatica della penisola Balcanica, estesa da Zadar a Valona. Incisore ed editore, Stefano Mozzi Scolari (1598 - 1650) era a capo di un'attiva e sviluppata tipografia di Venezia, locata all'insegna delle Tre Virtu' a S. Zulian. Nel campo della cartografia solo pochi ed originali lavori venivano pubblicati dallo Scolari, che ad esempio diede nuovamente alle stampe alcune delle lastre di Bertelli e Gastaldi oltre alle carte murali dei continenti di derivazione del Blaeu; sono infatti conosciute anche le carte murali di Francia, Germania e Spagna. Nota anche una ristampa della carta murale dell'Italia di Matthaeus Greuter (1657). Incisione in rame, coloritura coeva con lievi ritocchi, in ottimo stato di conservazione. Rarissima. A very rare and detailed map of lower Balkans, from Zadar to Valona. Stefano Mozzi Scolari (1598 - 165) was the chief of an importnat venetian tipography, located in St. Zulian. Engraving with contemporary outline colour, very good condition. Very rare. Venezia Venice Tooley, Mapmakers IV, 135. 550 505
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-19 18:24:51
Magnanini O.
1640. In Ferrara, per Francesco Suzzi stampator camerale, 1640, in - folio piccolo, leg. coeva in piena pergamena floscia, piatti inquadrati da filetto dorato, singoli ferri floreali agli angoli interni della cornice e al centro dello specchio (macchie alla pergamena), pp. [4], 28, 268. Solo prima parte: l'anno successivo fu pubblicata la seconda (Parte seconda, Il Gualengo): cfr. Westbury p. 138 e Vicaire 549. Haym p. 602, n. 9. Comunque molto raro: in ICCU è ad oggi censita solo questa parte, presente in due soli esemplari.
Bookseller: Libreria Antiquaria Gozzini
2016-08-19 17:25:54
Gerard VALCK (1651 - 1726)
1640. Carta geografica tratta dal "Atlantis sylloge compendiosa or Nova totius Geographia" edito ad Amsterdam all'inizio del XVIII secolo (circa 1705). La lastra utilizzata per questa incisione, come la maggior parte di quelle usate nella produzione di questi due editori, è quella di J. Janssonius, debitamente modificata e ritoccata. Incisione in rame, coloritura coeva, in ottimo stato di conservazione. Map taken from "Atlantis sylloge compendious or Nova totius Geographia" published in Amsterdam in the early eighteenth century (around 1705). The plate used for this recording, like most of those used in the production of these two editors, is that of J. Janssonius duly changed and enhanced. Copper engraving, coloring coeval, in excellent condition. Amsterdam Amsterdam 500 390
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-19 17:25:54
Gerard VALCK (1651 - 1726)
1640. Carta geografica tratta dal "Atlantis sylloge compendiosa or Nova totius Geographia" edito ad Amsterdam all'inizio del XVIII secolo (circa 1705). La lastra utilizzata per questa incisione, come la maggior parte di quelle usate nella produzione di questi due editori, è quella di J. Janssonius, debitamente modificata e ritoccata. Incisione in rame, coloritura coeva, in ottimo stato di conservazione. Rara. Amsterdam Amsterdam 505 410
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-19 13:38:46
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. EDIZIONE VALK & SCHENK. Carta geografica per la prima volta edita da Janssonius nel 1640, qui nella successiva ristampa settecentesca degli editori olandesi Gerard Valk e Piter Schenk, databile ai primi anni del XVIII secolo. La carta è priva di testo al verso e mostra meridiani e paralleli. Incisione in rame, bella coloritura coeva, in ottimo stato di conservazione. Rara. Amsterdam Amsterdam 490 380
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-19 13:38:46
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. EDIZIONE VALK & SCHENK. Carta geografica per la prima volta edita da Janssonius nel 1640, qui nella successiva ristampa settecentesca degli editori olandesi Gerard Valk e Piter Schenk, databile ai primi anni del XVIII secolo. La carta è priva di testo al verso e mostra meridiani e paralleli. Incisione in rame, bella coloritura coeva, in ottimo stato di conservazione. Rara. Amsterdam Amsterdam 510 430
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-19 13:38:46
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1640. Carta geografica della regione nella rara ristampa del 1705 circa ad opera della tipografia Valk & Schenk. Incisione in rame, coloritura coeva, in ottimo stato di conservazione. Amsterdam Amsterdam G. Mangani - F. Mariano, Il disegno del territorio, p. 140 n. 10; F. Mariano - A. Volpini, "Le Marche nella Cartografia. XVI - XIX secolo", p. 54, 20 480 375
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-18 17:48:23
[JOUVENEL DES URSINS Félix de] ou [JUVENEL Félix de]
1640. - s.d. (circa. 1640), in - folio (23,5x36cm), 917pp., relié. - Scritte a mano 36 righe per pagina. Scrittura fine e leggibile. Non sappiamo se si tratta di un manoscritto originale o una copia di un lavoro con un altro titolo. Rilegatura piena pergamena vintage. Smooth arretrata rispetto alla penna nera (parte illeggibile). Laces sui piatti apparenti e cuciture. una lacrima in mente. Macchie sui piatti. In basso a destra con robusto alle gallerie. Buona carta. Alcuni punti. Il manoscritto si apre con una vita di Muhammad (50p.) E prosegue con una storia degli arabi, le loro conquiste, fino al regno di Gualid Almaneor durante il quale iniziò la conquista della Spagna. Segue la storia della Spagna sotto i Mori fino a quando non furono espulsi dalla Spagna. Grande ex libris inciso con le braccia di Henri XIX Juvenel. - [FRENCH VERSION FOLLOWS] Important manuscrit inédit de 917 pages in - folio, anonyme et non daté, œuvre originale conservée par les héritiers de son auteur, Félix de Jouvenel des Ursins (dit aussi Jouvenel ou Juvenal, 1617 - ?), filleul du duc de Montmorency et grand érudit qui consacra sa vie à l'étude et composa de nombreux ouvrages , la plupart inédits. En 1762, Elie Fréron dressera « la liste de ceux qui se sont conservés :  Histoire de Paul Jove (...) traduite en abrégé du latin en François : 2 gros vol. in - fol. manuscrits. Traduction des Sermons de Louis de Grenade, 6 gros vol. in - fol. Manuscrits. Histoire de la croisade générale sous le Pontificat d'Urbain II jusqu'à la mort de Godefroy de Bouillon, 1 gros vol. in folio manuscrit est mentionné.  … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Librairie Le Feu Follet
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     563 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2019 viaLibri™ Limited. All rights reserved.