The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1630
2016-08-27 20:36:18
Hendrick HONDIUS (Amsterdam 1597 - 1651)
1630. Nel 1630 Henricus Hondius e Jan Jansson intrapresero la revisione del principale atlante di Mercator in risposta alla competizione con la famiglia Blaeu. Questa carta si basa sulla mappa dell'Asia del 1623 del fratello di Henricus (Jodocus), ma senza pannelli decorativi. La mappa si estenda dalla penisola araba fino alle Indie Orientali. L'Oceano tra le cose dell'Asia e dell'America è molto vasto, nascosto sapientemente dal cartiglio dedicatorio. La Corea è rappresentata come una lunga penisola e il Giappone riprende lo stile della carta di Ortelius. Questa splendida mappa divenne la carta di riferimento per l'Asia per tutto il XVII secolo. Il cartiglio con il titolo è fiancheggiato da due cacciatori e arricchito con animali, navi e mostri. Testo latino al verso. Incisione in rame, coloritura coeva, in ottime condizioni. In 1630 Henricus Hondius and Jan Jansson undertook a major revision of the Mercator Atlas in response to fierce competition with the Blaeu family. This map is based on the 1623 map of Asia by Henricus' brother (Jodocus), but without the decorative panels. The map extends from the Arabian peninsula through the East Indies. There is a wide expanse of ocean between the east coast of Asia and America, which is conveniently hidden by a dedication cartouche. Korea is shown as a long peninsula and Japan on the Ortelius/Teixeira type. This beautiful map became the standard map of Asia throughout the 17th century. Title cartouche flanked by two hunters and embellished with animals, ships and sea monsters. Latin text on verso. Amsterdam Amsterdam 500 385
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-26 13:54:31
GHIRARDELLI Cornelio
Eredi E.Dozza, 1630. in - 4, pp. (20), 628, (20, la penultima per il colophon e l'ultima bianca), leg. post. p. perg., tit. ms. al dorso. Titolo entro bordura architettonica incisa da Girolamo David, ritratto dell'autore a p. pag. n.t. inciso in rame, 100 ritratti a m. pag. entro elaborate cartouches incisi in legno, grande impresa tipografica sul foglio del colophon, numerose iniziali ornate, frontalini e finalini. L'autore, un francescano studioso di medicina astrologica e pronostici (materie alle quali dedico alcuni studi), entrò a far parte della famosa Accademia dei Vespertini di Bologna, luogo in cui si dibatteva di matematica, astronomia ed astrologia. La Cefalogia, che è l'opera più importante del Ghirardelli, fu inizialmente a disposizione dei soli membri dell'accademia; essa si divide in 10 decadi, ciascuna decade è a sua volta divisa in 10 discorsi. Ogni decade è dedicata ad una determinata parte della testa, dotati di proprie caratteristiche e significati. Volume proveniente dalla biblioteca di S. Baglioni del quale appare il timbro rettangolare nel margine inferiore del foglio di titolo. Bell'esemplare a pieni margini.
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco
2016-08-26 08:38:24
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1630. La carta della Liguria di Janssonius (e Hondius) appare per la prima volta nel 1630 in "Atlantis Maioris Appendix sive pars altera" del Janssonius ed è successivamente inserita nel " Gerardi Mercatoris Atlas sive Cosmographicae Meditationes" a partire dal 1633. Fa parte di un cospicuo numero di carte, 80, che il Janssonius realizzò per implementare l'atalante mercatoriano. La versione di Hondius della stessa carta, molto simile, appare per la prima volta nel 1631 in "Atlantis Maioris Appendix sive pars altera". Esemplare privo del testo al verso, tratto dal "Theatrum Italiae in Eius Regna Dominia.." edito da Hendrick Hondius nel 1636 e contenente molte mappe di Jodocus Hondius e Jan Janssonius. Incisione in rame, coloritura coeva con ritocchi, in ottimo stato di conservazione. Amsterdam Amsterdam Koeman Me 31a, 230. 490 370
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-26 08:38:24
JANSSONIUS JOANNES
1630 c.. Incisione in rame colorata, mm 370x490. Bella carta della Liguria con elegante cartiglio. Ben conservato.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2016-08-26 08:38:24
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1630. Pianta della città tratta dal "Theatrum praecipuarum urbium" celebre teatro delle città del Janssonius, sullo stile del "Civitates Orbis Terrarum" di Braun & Hogenberg. L'opera, pubblicata nel 1657, contiene 500 tavole raffiguranti città di ogni parte del mondo. Contrariamente al lavoro degli acerrimi rivali Blaeu, Janssonius si servì per la realizzazione dell'opera delle lastre di precedenti cartografi ed editori. In particolare nel 1653 egli acquisto da Abraham Hogenberg le lastre del "Civitates orbis Terrarum" che incorporò nella sua opera, ristampandole. Per le piante delle città olandesi, ordinò delle nuove lastre basate sull'atalnte che Johannes Blaeu diede alla luce nel 1649. Per molte delle opere contenute nel 5° volume, quello dedicato all'Italia e denominato "Theatrum celebriorum urbium Italiae..", si servì delle lastre realizzate da Jodocus Hondius per l'opera "Italia Hodierna.." del 1627. A differenza di queste ultime il formato è in - folio, con testo sia nel recto che nel verso. Incisioni in rame, in ottimo stato di conservazione. Rarissima. Taken from "Theatrum celebrorium" by Janssonius. Very rare. Amsterdam Amsterdam 510 410
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-26 08:38:24
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1630. Carta tratta dal rarissimo atlante nautico del Barentsz edito postumo dal Janssonius con il titolo "Descriptio Maris Mediterranei per tabulas hidrographicas & geographicas", Amsterdam nel 1654. L'opera contiene dieci carte nautice del Barentsz, per la prima volta incluse nel suo "Caertboeck vande Middelandtsche Zee", 1595; le carte sono stampate dalla lastra originale ma sono completamnete rilavorate, con numerose varianti e con meno elementi decorativi sul mare. L'atlante è completato da alcune carte dello stesso Janssonius e da altre del Mercator, sempre modificate da Jannsonius. Incisione in rame, coloritura coeva dei contorni, in buono stato di conservazione. Esemplare senza testo al verso. Rarissima edizione. Striking map from Barentsz's "Descriptio Maris Mediterranei, per tabula hydographics & geographicas, . . .", published by Janssonius in Amsterdam in 1654. This is a rare variant edition. The atlas includes re - issues of Barentsz's 10 maps (first included in "Caertboeck vande Middelandtsche Zee", 1595) of the Mediterranean, with Jansson having completely changed the title and reworked the decorative embellishments, removing many of the great images originally added by Barentsz. Copperplate, original outline colour, in very good conditions. Rare edition, without text on verso. Amsterdam Amsterdam 500 380
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-26 08:38:24
Johannes JANSSONIUS (1588 - 1664)
1630. "Carta geografica della Calabria Ulteriore, perl la prima volta inserita nel ""Gerardi Mercatoris Atlas"" curato da Hondius. Esemplare con l'indirizzo di Janssonius, con testo latino al verso. La carta è una fedele derivazione dell'opera di Magini. Incisione in rame, finemente colorata a mano, in ottimo stato di conservazione." Amsterdam Amsterdam I. Principe "Carte geografiche di Calabria nella raccolta Zerbi", pp. 60 - 61. 500 394
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-26 02:08:04
Jodocus HONDIUS (1563 - 1612)
1630. Classica mappa del Venezuela, raffigurante anche le isole adiacenti come Trinidad e Tobago. Edizione degli Eredi Janssonius, dopo il 1656. Bell'esemplare in coloritura coeva. A map of Venzuela by Johannes Janssonius. Also showing the Caribbean island north of the coast of Venezuela from Aruba to S. Margarita, Trinidad and Tabago and the Windward islands. Late edition published by Jnassonius Heirs. Fine original colour, in very good condition. Amsterdam Amsterdam 490 375
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-24 16:08:50
Hendrick HONDIUS (Amsterdam 1597 - 1651)
1630. Carta geografica del territorio vicentino, per la prima volta inserita nel "Gerardi Mercatoris Atlas" curato da Hondius. Esemplare con testo tedesco al verso, 1636. La carta è una fedele derivazione dell'opera di Magini. Incisione in rame, bella coloritura coeva, in buono stato di conservazione. Amsterdam Amsterdam 510 400
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-24 16:08:50
Hendrick HONDIUS (Amsterdam 1597 - 1651)
1630. Carta geografica del territorio fiorentino tratta dall'Atlas Major di Johannes Janssonius, circa 1650. Incisione in rame, finemnete colorata a mano, in otimo stato di conservazione. Amsterdam Amsterdam 490 380
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-24 16:08:50
Hendrick HONDIUS (Amsterdam 1597 - 1651)
1630. Carta geografica della provincia di Ancona. Incisione in rame, coloritura coeva, lieve strappo in alto a destra nella scala graduata, per il resto in buono stato di conservazione. Rara. Amsterdam Amsterdam F. Mariano - A. Volpini, "Le Marche nella Cartografia. XVI - XIX secolo", p. 50 s. 18; G. Mangani - F. Mariano, Il disegno del territorio, p. 140 n. 10 490 385
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-24 16:08:50
Hendrick HONDIUS (Amsterdam 1597 - 1651)
1630. Carta geografica tratta dal "Mercator's Atlas" edito dagli Hondius e Jan Janssonius che acquistarono le lastre del Mercatore alla quale aggiunsero alcune carte, tra le quali questa. Taken from "Mercator's Atlas" edited by Hondius and Jan Janssonius. Amsterdam Amsterdam 510 395
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-23 21:42:51
Hendrick HONDIUS (Amsterdam 1597 - 1651)
1630. "Carta geografica della Transilvania di Hondius, qui nell'edizione di Janssonius, tratta da ""Atlas Contractus"" del 1666. Incisione in rame, bellissima coloritura coeva, in ottimo stato di conservazione." Hondius' map of Transylvania taken from 'Atlas Contractus', a two - volume atlas, published two years after Jansson's death by his son - in - law, Jan Jansson van Waesbergen. Latin text. Copperplate with fine original hand colour, in very good conditions. Amsterdam Amsterdam KOEMAN: Me 184 & 185. 500 400
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-23 08:43:47
Anonimo
1630. Bulino, XVII sec, privo di dati editoriali. Esemplare ante litteram, impresso su due fogli di carta vergata coeva, uniti al centro. In ottimo stato di conservazione. L'incisione raffigura all'interno di una ricca cornice architettonica, una pianta dell'antica città fortificata di Gerusalemme, delineata con pochi ed essenziali edifici: la spianata per il Tempio, l'Anfiteatro, il palazzo di Salomone, il palazzo di Erode. All'esterno, si distingue il Golgota con le croci. In alto, al centro di un grande cerchio, è raffigurato Gesù sulla croce e, ai due lati, in piedi, la Vergine e la Maddalena. Dall'alto Dio Padre, con il tipico attributo dell'alone triangolare simbolo della Trinità, e della colomba simbolo dello Spirito Santo, vigila tenendo le mani aperte. Nella cornice architettonica compaiono diverse figure di santi, tra i quali in basso, accanto ai cartigli quadrati lasciati vuoti, S. Bonaventura (sx) e S. Antonio da Padova (dx); mentre in alto, in cima alla cornice, si riconoscono S. Bernardino da Siena a sinistra, e S. Francesco d'Assisi a destra. Opera rarissima, sconoscuta ai repertori. Engraving, circa 1630, without printing details. Proof before letters, printed on two sheets of contemporary laid paper, joined at the center. In excellent condition. A map of the walled city of Jerusalem showing the Temple, amphitheatre, palace of Solomon, the palace of Herod. Outside walls, in Golgotha with crosses. In the top center, in a large circle, is depicted Jesus on the cross, and on the two sides, standing the Virgin and Mary Magdalene. God the Father, with the typical … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-22 20:14:16
RUSCELLI GIROLAMO.
Appresso Alessando de Vecchi, 1630. Cm. 21, cc. (45) 59 (1). Grande marchio tipografico al frontespizio e molte incisioni in xilografia nel testo. Bella legatura coeva in piena pergamena floscia con titoli manoscritti al dorso ed un grande monogramma anticamente impresso al piatto. Esemplare genuino e ben conservato, con qualche gora marginale ed una piccola mancanza al dorso. Non comune edizione seicentesca di questo classico dell'arte militare cinquecentesca celebrato dalle maggiori bibliografie.
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense
2016-08-22 13:21:21
Willem Janszoon BLAEU (Uitgeest 1571 - Amsterdam 1638)
1630. Questa bellissima carta dell'Islanda si basa sulle informazioni fornite dal navigatore olandese Joris Carolus intorno al 1620. La carta mostra in maniera evidente le affinità con due precedenti: quella del vescovo Gudbrandur, la cui linea costiera ricorda molto quella di Ortelius, e la scelta toponomastica presente nella mappa di Mercator. La topografia dell'isola è dominata da enormi montagne e vulcani, mentre la costa è fortemente caratterizzata dal labirinto dei fiordi. L'opera è riccamente decorata da cartigli contenenti il titolo e la scala di riferimento, rose dei venti, linee lossodromiche, un vascello in navigazione e mostri marini. Questa carta ha ispirato numerosi cartografi per oltre 130 anni. Edizione con testo latino. Dimensioni 490x375. Latin text edition. This handsome map of Iceland was based on information from a Dutch navigator named Joris Carolus in about 1620. The map shows the influence of both versions of bishop Gudbrandur's previous maps, a coastline resembling the Ortelius version, and Mercator's selection and spelling of many place names and has been itself hugely influential for over 130 years The island's topography is dominated by huge mountains and volcanoes and its shoreline a rugged labyrinth of fiords. It is richly embellished with title and distance scale cartouches, compass roses, rhumb lines, a sailing ship and two sea monsters. Dimensioni 490x375. Amsterdam Amsterdam
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-22 12:20:46
ANONIMO
1630. Coppia di incisioni in rame su un foglio, mm 172x280 e 151x280. Molto rare, pubblicate come stampa di occasione durante l'assedio di Mantova del 1629 - 30. La veduta riprende la consueta tipologia antica rifacendosi a Braun Hogenberg e Hondius. Risulta sconosciuta alla bibliografia. La carta (vedi Ferrari, Mantova nelle stampe 317) prodotta da anonima officina tedesca, è una derivazione diretta dell'Hondius con toponomastica variata. Le stampe storiche pubblicate su fogli volanti sono sempre assai rare e in genere mai originali ma copiate da materiale precedente. Discreto esemplare con stiratura della carta dovuto a restauro.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2016-08-22 03:49:03
ALESSANDRO TASSONI
PRESSO GIACOMO SCAGLIA, 1630. In 24. Dim. 13x7 cm. Pp. (16)+384+(4). Rara edizione definitiva del 1630 di questo noto poema dello scrittore e poeta Alessandro Tassoni (1565 - 1635). Si tratta della sua opera più famosa, un poema eroicomico dove riprende la tradizione burlesca di irridere il mondo cavalleresco. Una prima stesura dell'opera avvenne nel 1614, ma lo scritto venne pubblicato solo nel 1622 a Parigi con lo pseudonimo di Aldrovinci Melisone. Nel 1624 Tassoni fece stampare una versione particolare per il Papa al fine di superare i controlli e le censure della Congregazione dell'indice dei libri proibiti. La versione definitiva è questa edizione del 1630 Presso Giacomo Scaglia. Copertina in piena pergamena coeva con titolo manoscritto al dorso. Collazionata e completa. Carta a8 e R4 editorialmente bianche. In buone condizioni Copertina in piena pergamena coeva con titolo manoscritto al dorso in buone condizioni generali con lievi usure ai margini e dorso. Legatura in buone condizioni. All'interno le pagine si presentano in buone condizioni con rare fioriture. Lieve gora d'umidità all'angolo inferiore destro delle prime 16 carte. Piccola parte mancante alla prima carta bianca, prime 3 carte con lieve perdita di testo e a pag. 189 con numero di pagina mancante. Edition of 1630 of this famous poem by the writer and poet Alessandro Tassoni (1565 - 1635). It is his most famous work, an heroe - comical poem with the burlesque tradition of chevalry world. The first version of the work was of 1614, but the writing was published only in 1621. In1624 Tassoni published a partic … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Sephora
2016-08-21 20:46:51
Willem Janszoon BLAEU (Uitgeest 1571 - Amsterdam 1638)
1630. Carta geografica del Piemonte. Incisione in rame, coloritura coeva, in ottimo stato di conservazione. Testo tedesco al verso. Amsterdam Amsterdam Koeman II, 7050:2B. 505 395
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-21 20:46:51
Willem Janszoon BLAEU (Uitgeest 1571 - Amsterdam 1638)
1630. Carta geografica del territorio di Modena, Reggio Emilia con parte della Garfagnana. Incisione in rame, coloritura coeva, in ottimo stato di conservazione. Testo tedesco al verso. Geographic map of the territories of Modena, Reggio Emilia and part of Garfagnana. Copperplate, contemporary colour, in excellent condition. German text on verso. Amsterdam Amsterdam Koeman II, 7270:2; Z. Davoli - R. Sanfelici - S. Zanasi ,"Terre di Langobardia", sch. 112 470 405
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-21 19:59:51
Pietro TESTA detto "Il Lucchesino" (Lucca 1611 - Roma 1650)
1630. Acquaforte originale circa 1630 - 31, monogrammata in lastra in basso al centro. Bellissima prova del secondo stato di tre con l'indirizzo di Callisto Ferrante, impressa su carta vergata priva di filigrana, con piccoli margini, leggere ossidazioni sparse, per il resto in ottimo stato di conservazione. Il tema dell'incisione è collegabile alla pestilenza del 1629 e risente molto dell'influenza del Poussin e di Pietro da Cortona. Etching, about 1630 - 31, signed at the lower centre. A very fine impression of the second state of three with Ferrante's address, with narrow margins, on laid paper, very light spotting, otherwise in very good conditions. This work can be connected to the pestilence of 1629, and shows the influence of Poussin and Pietro da Cortona. T.I.B. 013; Bellini 8 secondo stato di due 200 285
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-21 16:32:38
Giacomo LAURO (1561 - 1645/50)
1630. Pianta tratta dall' Heroico Splendore delle Città del Mondo, rarissima pubblicazione stampata per la prima volta a Roma nel 1639, e successivamente, ampliata con l'aggiunta di dieci nuove opere, nel 1642. Giacomo Lauro, romano come egli stesso si firmava, fu un abilissimo cartografo, incisore ed editore attivo a Roma tra il 1585 ed il 1637, anno della sua morte (sebbene altre fonti storiche lo riportino attivo fino al 1650). Il libro del Lauro contiene cinquanta vedute e piante di città tutte incise in rame, raccolta che comprende il lavoro di anni. I primi lavori furono infatti prodotti verso il 1630, ed erano in vendita come separate pubblicazioni. Malgrado sia indicato nel frontespizio "libro primo" un solo volume venne pubblicato, si tratta quindi di un'opera non conclusa, come evidenziano del resto la mancanza dei titoli e delle dediche su molte delle piante. In realtà alcune di queste recano un titolo chiaramente aggiunto dopo, in quanto l'opera venne pubblicata postuma due anni dopo la morte dell'autore, avvenuta nel 1637. Le opere proposte sono tutte con ampli margini ed in perfetto stato di conservazione. Sebbene la raccolta non contenga solo cartografia italiana, la si può considerare una delle più belle raccolte di vedute e piante sulla penisola. Rarissima. Dimensioni: 240x190. Bibliografia: Cremonini pagg. 38/39, 30. City plan from the Heroico Splendore delle Città del Mondo, a very rare work published for the first time in Rome in 1639 and afterwards completed with ten new works, in 1642. Giacomo Lauro, Roman as he used to sign himself, was a very skilled … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-21 16:32:38
Giacomo LAURO (1561 - 1645/50)
1630. Pianta della città tratta dal Heroico Splendore delle Città del Mondo, rarissima pubblicazione stampata per la prima volta a Roma nel 1639, e successivamente, ampliata con l'aggiunta di dieci nuove opere, nel 1642. Giacomo Lauro, romano come egli stesso si firmava, fu un abilissimo cartografo, incisore ed editore attivo a Roma tra il 1585 ed il 1637, anno della sua morte (sebbene altre fonti storiche lo riportino attivo fino al 1650). Incisione in rame, in perfetto stato di conservazione. City plan from the Heroico Splendore delle Città del Mondo, a very rare work published for the first time in Rome in 1639 and afterwards completed with ten new works, in 1642. Giacomo Lauro, Roman as he used to sign himself, was a very skilled cartographer, engraver and publisher who worked in Rome between 1585 and 1637, the year of his death (altough some historical sources say he worked until 1650). Copper engraving, in excellent condition. Roma Rome 240 185
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-21 16:32:38
Giacomo LAURO (1561 - 1645/50)
1630. Pianta tratta dal Heroico Splendore delle Città del Mondo, rarissima pubblicazione stampata per la prima volta a Roma nel 1639, e successivamente, ampliata con l'aggiunta di dieci nuove opere, nel 1642. Giacomo Lauro, romano come egli stesso si firmava, fu un abilissimo cartografo, incisore ed editore attivo a Roma tra il 1585 ed il 1637, anno della sua morte (sebbene altre fonti storiche lo riportino attivo fino al 1650). Il libro del Lauro contiene cinquanta vedute e piante di città tutte incise in rame, raccolta che comprende il lavoro di anni. I primi lavori furono infatti prodotti verso il 1630, ed erano in vendita come separate pubblicazioni. Malgrado sia indicato nel frontespizio "libro primo" un solo volume venne pubblicato, si tratta quindi di un'opera non conclusa, come evidenziano del resto la mancanza dei titoli e delle dediche su molte delle piante. In realtà alcune di queste recano un titolo chiaramente aggiunto dopo, in quanto l'opera venne pubblicata postuma due anni dopo la morte dell'autore, avvenuta nel 1637. Le opere proposte sono tutte con ampli margini ed in perfetto stato di conservazione. Sebbene la raccolta non contenga solo cartografia italiana, la si può considerare una delle più belle raccolte di vedute e piante sulla penisola. Rarissima. City plan, from Heroico Splendore delle Città del Mondo, a rare collection published in Rome in 1639 for the first time, and afterwards enriched with ten new plates in 1642. Giacomo Lauro used to sign himself as "romano" (Roman); he was a very skilled cartographer, engraver and publisher who worked in Rome … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-21 06:58:26
Turpin Mathieu
Chez Rolin Baragnes et Charles Hulpeau au Second pilier de la grande sale du Palais, 1630. in - folio Copertina staccata e con qualche abrasione lungo i bordi, infinestratura al piatto posteriore, ex libris al contropiatto, vari percorsi di tarlo estinto Frontespizio calcografico con ritratto dei regnanti, panorama della flotta marina nella battaglia con Genova in aiuto a Gaeta, Etna in eruzione e piante topografiche delle città di Palermo Napoli e Siracusa. Frontalini e capilettera ornati e xilografati.
Bookseller: Libreria Antiquaria Giulio Cesare
2016-08-19 01:25:54
PERU / Südamerika (South America):
kolorierter Kupferstich b. Johannes Janssonius (Jansson) in Amsterdam, 1630, 38 x 49 van der Krogt, Koeman's Atlantes Neerlandici, Vol. I, 9820:1. - 1. Ausgabe - ohne Rückentext! - Zeigt Peru. - Oben links Titelkartusche. - Im Pazifischen Ozean Schiffe, Windrose und Seeungeheuer. 1. state without text verso. - Excellent condition.
Bookseller: Antiquariat Norbert Haas [Bedburg-Hau, Germany]
2016-08-18 12:34:20
LAS CASAS Bartolomé de
presso Marco Ginammi, 1630. In - 16° (19,7 x 14 cm), pp. (16), 150, (2), legatura coeva in pergamena semirigida con titoli manoscritti al dorso (un po' sbiaditi). Normali segni d'uso (piccole mancanze) agli angoli esterni del piatto anteriore. Testo disposto su due colonne per pagina, che ospitano una l'originale spagnolo, l'altra la traduzione italiana. Nel bordo inferiore del frontespizio, sigla di appartenenza "R. M." datata 1653. Piccolo, leggero alone d'umido, che non interessa il testo, nella parte inferiore del margine esterno dei fogli ospitanti le prime 16 pagine non numerate, delle dimensioni massime di 4 cm di altezza per 1,1 cm di larghezza, più evidente nei primi fogli interessati, più contenuto e meno marcato nei restanti (si veda foto del frontespizio). Alcuni fascicoli presentano arrossature alle pagine, dovute al tipo di carta. Nel margine esterno del foglio con le pagine 149 - 150, mancanza, che non riguarda il testo, ben reintegrata con carta giapponese. Nel margine inferiore delle pagine dalla 47 all'ultima, all'altezza dell'angolo inferiore interno, piccolo lavoro di tarlo, che non riguarda il testo: da pagina 65 in poi, dove, pur essendo sempre contenuto, si mostrava più evidente rispetto alle pagine precedenti (in particolare tra pagina 65 e pagina 90), è stato sistemato da intervento di restauro eseguito reintegrando le parti erose con carta giapponese. Piccolo foro di tarlo nell'angolo superiore interno delle pagine dell'ultimo fascicolo, lontano dal testo, anche in questo caso restaurato. Alcune "maniculae" disegnate a penna nel margine di qualche … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Mazzei
2016-08-17 22:22:40
VIGNOLA, BAROZZI da Giacomo
1630. Tre serie d'incisioni in un volume in - folio, legatura 800esca in pelle. Appartenuto a Gilbert R. Redgrave (1844?1941) grande designer e architetto inglese, figlio del pittore Richard. Tra I progettisti della Royal Albert Hall, fu inoltre presidente della Bibliographical Society of London ed in collaborazione con Alfred W. Pollard curò il celebre STCdella British Library. I) 32 tavole num. I - XXXII, compreso il frontespizio con ritratto, il privilegio di Pio IV e la dedica al Card. Farnese. Prima edizione del Vignola, terza tiratura, "the most comprehensive, systematic and authoritative exposition of one - point and two - point perspective construction methods published in the sixteenth century". vCorrisponde all'esemplare descritto da FOWLER 351 ("The work described heremay therefore be the third issue with the addition of the 5 engraved plates of doorways and one mantelpiece. The plates in this copy are particularly fine impressions". Anche qui infatti seguono 5 tavole anonime e non numerate di porte progettate per il Card. Farnese a Caprarola ed al Palazzo della Cancelleria, ed una tavola di un camino. II) Porte d'architettura rustica d'Oratio Perucci pittore et archit.o reggiano date in luce dal dot.r Francesco suo figl.o .., 1634, 21 ff., compresi una dedica a stampa ed il frontespizio firmato "Oratius Perutius inv., Franciscus Curtis fe., Vittorio Serena form. 1634" con dedica a Gasparo Gherardini marchese di Scurano (Parma). Le 19 tavole riportano il monogramma OP dell'autore e la firma del Coriolano in varie abbreviazioni. CICOGNARA p. 608: "Sono porte 18 in … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco
2016-08-14 09:47:24
Gans, Johann Ludwig.
Frankfurt a. M., Lucas Jennis, 1630. - 8vo. (16), 174 pp. (lacking final blank, as common). With printer's woodcut device on t. p. and large (nearly full-page) engraving of a precious coral on the final page of the preliminaries. Late 19th century half calf with marbled covers and gilt title to spine. Edges sprinkled in red. Extremely rare first edition of the first monograph ever published on corals. Gans's study covers the natural history of coral as well as its chemical and medical applications. At the beginning of the book, Gans provides a list of authors whose work he has used as sources. Among these, the great Arab polymath Ibn Sina (Avicenna) is easily one of the most frequently and extensively quoted authorities: Gans relies on him for his account of the corals' prevalence, and in particular for his discussion of their chemical properties and medical uses (especially as a stomachic). But Gans has also received the work of the Middle Eastern physician Yuhanna ibn Sarabiyun (Serapio), as well as that of the then-recent Italian botanist Prosper Alpini (1553-1617), who had spent three years in Egypt studying botany and hygiene as a companion to the Venetian Consul Giorgio Emi. Alpini was a well-chosen authority, as he is counted among the first physician-botanists of the 16th century to examine plants outside the context of their therapeutic uses. - Among the eleven chapters in Gans's work, Duveen lists no less than six that are of of chemical interest. "The most famous description of the medical application of corals has been given by Gans and it also included an exten … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Antiquariat INLIBRIS Gilhofer Nfg. GmbH
Check availability:
2016-08-11 12:25:08
Tomasinus Iacobus Philippus
Apud Donatum Pasquardum et socium 1630 8vo (cm. 20), 8 cc.nn., 369 pp. (mal numerate 373), 25 cc.nn. con un’ antiporta raffigurante un tempietto greco tra le rovine e 47 ritratti calcografici a piena pagina attribuiti a Jerome David. Numerosi stemmi e medaglioni xilografici n.t. Legatura ‘800 in mz. pelle marrone scuro con fili, fregi e titolo oro al ds. Piatti in tela anch’essi in marrone scuro. Tagli colorati a spruzzo. Antiche scritte al frontespizio e un timbretto nobiliare sul retro del medesimo. Buoni interni anche se con alcuni aloni, qualche pagina ingiallita e una scritta al margine laterale dell’ottava carta non numerata. Edizione originale. L’opera, dedicata a Io.Battista Agucchia, Nunzio Apostolico a Venezia, è composta da 74 biografie, in massima parte corredate da ritratto e talora da stemmi di famiglia, simboli, monete ed epitaffi degli uomini illustri (Cardinali, Filosofi, Giuristi, Matematici, Medici, Commediografi, ecc.) nati a Padova o comunque legati alla città per avervi studiato, insegnato, essere stati membri dell’Accademia, o per altri motivi. Completano le biografie ben sette Indici dedicati ai nomi propri, ai luoghi, alle monete, ai simboli, agli stemmi delle famiglie, agli epitaffi ed alle iscrizioni. L’A. scrisse in seguito un altro libro sui letterati e sapienti, edito da diverso stampatore, con ritratti ad opera di altri intagliatori, pubblicato nel 1644. Questo, come il nostro, è comunque autonomo e a sé stante (dello stesso nostro avviso Vinciana, anche se consiglia per motivi di organicità di tenere insieme i due libri; d … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Ex Libris s.r.l.
2016-07-27 23:37:02
[Davenant, William]
London: Printed by Thomas Harper for John Waterson, 1630. First edition. [74 pp] Signatures A-I? K. Small 4to. Nineteenth-century half morocco; extremities rubbed, light dampstain on title, one small marginal note and some minor pencil highlights, lacks terminal blank. First edition. [74 pp] Signatures A-I? K. Small 4to. A very good copy of one of Davenant's early works, likely performed at the same venue and by the same players as his debut, The Cruel Brother, in 1627. Within a few years, Davenant would obtain the favour of the Queen and much of his subsequent work was written for her court. STC 6303; ESTC S109307; Greg 428. Provenance: William Holgate (engraved armorial bookplate); Charles Bohn Slingluff (pencil note dated "Baltimore 1870"); James W. Ellsworth (bookplate); Donald & Mary Hyde (bookplate); Robert S. Pirie (bookplate)
Bookseller: James Cummins Bookseller
Check availability:
2016-07-11 18:13:41
Barclaio Giovanni (Barclay John)
ex Officina Elzeviriana 1630 12mo (cm. 11,6), 1 Vol. legato in 2, 20 cc.nn. (compreso frontis. interamente inciso su rame), 705(13) pp. (primo Vol. fino a pag. 392, il secondo da pag. 393 alla fine). Splendide legature coeve in marocchino rosso con nervi, ricchissimi fregi e titolo in oro su tassello nero al ds. Piatti incorniciati da duplici fili oro. Dentelle decorate. Tagli oro. Carte di guardia marmorizzate con disegno a pettine. Ottimo esemplare. Willems, 325. Provenienza: collezione Wardington (Ex libris cartaceo al contropiatto posteriore).
Bookseller: Libreria Antiquaria Ex Libris s.r.l.
2016-06-27 22:58:29
Lehmann, Christoph (Hg.).
Ohne Ort (Frankfurt am Main), impensis autoris (Christoph Lehmann), 1630. - Erstausgabe dieser „durch Reichhaltigkeit ausgezeichneten Sprichwörtersammlung, die unter Hauptschlagwörtern das früher Gesammelte ordnete und ältere Schwänke zum Witzwort zusammendrängte [.]. Das allerreichste Repertorium deutscher Sprichwörter, Lessing wollte es neu herausgeben" (H. d. B., Barocklit. 513). - Einband etw. berieben, fleckig u. verzogen. Schließbänder fehlen. Etw. gebräunt u. stockfleckig. - VD17, 32:673989A (nur zwei Nachweise); Goedeke II, 17, 23; Bernstein 1883; vgl. Faber du Faur 60. ge Gewicht in Gramm: 500 8°. 8 Bll., 947 (recte 923) S., Pgmt. d. Zt. m. handschriftl. Rückentitel u. dreiseitigem Farbschnitt. [Attributes: First Edition]
Bookseller: Antiquariat Wolfgang Friebes
Check availability:
2016-06-25 03:00:40
POWELL, THOMAS
London [1 and 2] Printed for Benjamin Fisher; [3] B. Alsop [etc.] 1630, 31, 27. Contemporary calf, quite worn, rebacked, the first work lacking the four dedication leaves, else sound, possibly once Chief Justice Robert Wright's copy. ¶ The first printed effort to record and calendar England's public records, begun by Agard and then by Powell upon Agard's death (with Powell's useful works bound in), this copy once Thomas Astle's, the 18th century Keeper of the Records in the Tower
Bookseller: Meyer Boswell Books, Inc. [United States]
2016-06-23 17:11:38
1630 approximately. 1630. 153x99mm. The front board, a contemporary wooden board, probably German, with blind-tooled decoration and remains of two clasps, is present but detached from a later spine and back board. Manuscript notes on front paste-down. Lacking the first two or three signatures; first few leaves loose. Some decorated initial capitals and ornate head-pieces. Neat marginal notes on one or two leaves. Generally crisp and clean. Loosely inserted is a letter on headed notepaper from the County Borough of Blackburn Free Library Museum and Art Gallery, dated 19 January 1923, quoting some bibliographic details regarding this text supplied by the British Museum. Similar to British Library shelfmarks C.110.a.11 and 843.d.10, though not identical.(Further information and photographs available on request.)
Bookseller: Collectable Books
2016-06-23 15:59:10
Hondius, Hendric
Hondius Hendricus, Amsterdam 1630 - Copper engraving, hand colored in outline and wash when published. In excellent condition.
Bookseller: Antiquariat Reinhold Berg eK
Check availability:
2016-06-21 12:29:12
Blaeu, Willem Janszoon
Amsterdam Blaeu W. Peru. "Peru". Copper-engraving published by W. Blaeu, ca 1630. Old-colored. With ornamental title cartouche, wind rose, ships and sea-monsters. 38:49,5 cm (15 x 19 1/2 inch.). Koeman II, Map 9820:2.2, Ed. 2:231 - East-oriented map.
Bookseller: Antikvariat Krenek [Prag, Czech Republic]
Check availability:
2016-06-19 08:09:59
Hondius, Henricus
Indiae que Orientalis dicitur, et Insulae AdiacentesCovers the area from India to Japan. Australia is represented by its North Western tip and t'Laendt van d'Eendracht and part of the coast of Carpentaria. Hondius dedicated the map to Christopher Thisius, Director of the Dutch East India Company. Verso: Latin text. Published by Hondius/Janssonius in 1630. Original hand colouring. Size: 39,8 x 49,2 cm. Price: € 1.850,- (excl. VAT/BTW).
Bookseller: Inter-Antiquariaat MEFFERDT & DE JONGE
Check availability:
2016-06-11 02:16:41
CESARI, Giuseppe
1630]. 1630 - Folio (445 x 340 mm), with engraved inscription below image; minimally trimmed at foot (just touching text); very lightly browned and a few spots; minute wormtrack restored below image; a good impression; the paper with fleur-de-lys watermark. Rome, Valérien Regnart, n.d. [ca A very rare large single sheet engraving depicting the crucifixion of three Japanese converts. Following the command in 1588 for all Jesuits to leave Japan, Christian persecution was renewed in 1593, with a number of Japanese receiving the crown of martyrdom.  In February 1597, Toyotomi Hideyoshi (?Emperor Taicosama?) had twenty-six Christians executed at Nagasaki as an example to Japanese who wanted to convert to Christianity.  Known as the ?Twenty-six Martyrs of Japan?, they included five European Franciscan Missionaries, one Mexican missionary, three Japanese Jesuits (Paolo Michi, a noble, and eminent preacher, and the recent converts, Giovanni Ghoto, and Giacomo Ghisai), and seventeen Japanese laymen.   ?As soon as all the crosses were planted, the executioners lifted up their lances, and at a signal given, all pierced the martyrs almost in the same instant; upon which they expired and went to receive the reward for their sufferings.  Their blood and garments were procured by Christians, and miracles were wrought by them? (Alban Butler, The Lives of the Fathers, Martyrs, and Other Principal Saints p. 201).   ?In the late 16th century, the Baroque style was starting to emerge.  This period is characterized by open compositions with elements, often times placed diagonally, that encourag … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Maggs Bros. Ltd ABA, ILAB, PBFA, BA
2016-05-28 10:13:51
COUTINHO, Gonçalo Vaz.
Bookseller: Richard C. Ramer Old and Rare Books [New York, NY, U.S.A.]
Check availability:
2016-05-15 20:13:49
HONDIUS, Jodocus.
(Amsterdam, 1630).Engraved map of north-west Africa, with the Canaries and an inset of the island of Penon de Veles showing the Spanish fort off the Barbary Coast. With sailing ships and a sea monster. Ca. 35,5 x 48 cm.A decorative map of Morocco, Madeira and the Canary Islands based upon a map by Gerhard Mercator. - (Age-browned).Koeman/ Krogt, Vol.I, 8615:1A.
Bookseller: Gert Jan BESTEBREURTJE Rare Books [Netherlands]
Check availability:
2016-05-12 18:28:42
Powell, Thomas
Bookseller: The Lawbook Exchange, Ltd., ABAA ILAB [Clark, NJ, U.S.A.]
Check availability:
2016-05-08 09:55:01
PICART, Bernard.
(Amsterdam, 1630). Engraving by Bernard Picart. Ca. 26 x 33 cm.From: Le Clerq. Geschiedenissen der Vereenigde Nederlanden.- Stranded whale on the Dutch shore near Katwijk, February 2, 1598. This engraving 'is particular important as a prototype for both whale print iconography and 17th century Dutch landscape. This particular depiction of a sperm whale was to be copied for two hundred years in European stranded whale and natural history prints' (Ingalls p.190). - Fine.Muller, Historieplaten, 1082a; Ingalls, Lothrop Collection, 360; Brewington, Kendall Whaling Museum, 532; See Sliggers & Wertheim, 'Op het strand gesmeten', p.52-56.
Bookseller: Gert Jan BESTEBREURTJE Rare Books [Netherlands]
Check availability:
2016-04-26 16:21:42
EEN VAN DE MOOISTE WERELDKAARTEN UIT HET BEGIN VAN DE 17DE-EEUW"Nova Totius Terrarum Orbis Geographica ac Hydrographica Tabula auct. Iud. Hondio.'Kopergravure vervaardigd in 1630, hier in de 2de staat (van vier) uitgegeven door Johannes Janssonius in 1641. Later met de hand gekleurd. Afm.: 54,5 x 38 cm.Dit is een van de meest bekende en mooiste wereldkaarten uit de eerste helft van de 17de-eeuw. Het was het antwoord van uitgeverij Hondius-Janssonius op de wereldkaart van concurrent Blaeu. Henricus Hondius en zijn schoonzoon Johannes Janssonius brachten in 1630 een heruitgave op de markt van de door (vader) Jodocus Hondius samengestelde atlas met kaarten van Gerard Mercator. Na het overlijden van Henricus Hondius gaat Janssonius door met de uitgeverij en zet zijn naam op koperplaat van de wereldkaart.De portretten in de hoeken van de gravure zijn (van linksboven, met de klok mee) Julius Caesar, Claudius Ptolemaeus (Grieks geograaf en astroloog, vermaard om zijn in de 15de-eeuw gekopieerde kaarten), Jodocus Hondius (cartograaf en de oprichter van de uitgeverij) en Gerardus Mercator ('de vader van de moderne geografie" en leermeester van Jodocus Hondius) .Om het oostelijk- en westelijk halfrond heen zien we de elementen: de god Apollo in zijn wagen met Phoenix en vuurspuwende draken verbeelden vuur (Ignis), de godin Diana met vogels en de wind als verbeelding van de lucht (Aer), de godin Abundantia met dieren en de hoorn des overvloeds vertegenwoordigen de aarde (Terra), en Aquarius met waterkan, schelpen en vissen het water (Aqua). Midden bovenaan zien we een hemelglobe en de … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Inter-Antiquariaat MEFFERDT & DE JONGE
Check availability:
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     564 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2020 viaLibri™ Limited. All rights reserved.