The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1607
2016-11-02 08:47:33
DU TILLET (Jean).
Bookseller: Librairie Jeanne Laffitte [Marseille, France]
2016-10-25 12:12:28
Giorgi, Federico.
1607. 12mo. 136, (8) pp. With woodcut title vignette and 10 woodcuts in the text. (Bound with) II: Carcano, Francesco. Dell'arte del strucciero con il modo di conoscere, e medicare falconi, astori, et sparvieri, e tutti gli uccelli di rapina. Ibid., 1607. 82, (2) pp. With woodcut title vignette and 7 woodcuts in the text (2 full-page). (Bound with) III: Manzini, Romano. Ammaestramenti per allevare, pascere, & curare gli uccelli. Ibid., 1607. 58, (2) pp. With woodcut title vignette and 8 woodcuts in the text. Contemp. limp vellum with faded ms. title to spine. Traces of ties. Stored in 18th century two-part custom-made calf slipcase ruled in blind with coloured paper lining. Fine sammelband containing three classic Italian works on hawking, falconry, and the care of birds. I: "Well-known book" (Schwerdt), first published in 1547. The English author Turberville drew heavily on this work for his famous "Booke of Faulconrie or Hauking". - II: "A small book on hawking, by a practical falconer" (Schwerdt). - III: "The second edition of a book on bird catching and the care of birds. The first edition was published at Milan by Pacifico Pontio in 1575 and must be rare" (Schwerdt). "This little book relates solely to cage-birds [...] It is usually bound up with the books on Falconry by Francesco Carcano and Federico Giorgi, and might be supposed to relate to that subject" (Harting). - Slight marginal waterstain mostly confined to the beginning and end of the volume; another, more prominent, in the lower gutter of final leaves. Occasional browning, but altogether a good copy of this c … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Antiquariat Inlibris
2016-10-25 09:11:46
SPANGENBERG, JOHANN.
Rostock, C. Reusner, 1607. 8:o. 573,(2) s. Titelsidan tryckt i rött och svart och med tryckt ramverk. Samtida ngt nött och ganska solkigt pergamentbd. Röda snitt. Sprucken i pärmarnas ytterfalsar och den främre loss under vilken de medeltida manuskriptremsor av pergament syns som boken är häftad på. Bitvis lätt småfläckig. Titelbladet lite solkigt och med pappersförluster i yttermarginalen. Fuktrand i marginalen på s. 147. Fläck på s. 424-25. Med samtida anteckningar på frampärmens insida och några medbundna eftersättsblad, bland annat med ordspråk på svenska. Frampärmens insida dessutom med bortrivet stycke papper mitt på så att träpärmen tittar fram. Med Ericus Bened. Goth:s överstrukna namnteckning och L. Laurinus namnteckning på titelbladet samt Elisabeth Catharina Hiertstedts namnteckning på bakre pärmens insida. Collijn Sveriges bibliografi 1600-talet 864. VD17 28:718482Z vars kollationering saknar sista bladet med impressum då det enda registrerade exemplaret är defekt. Tryckt "medh uthtålkarens egna bekåstning". Med tryckt dedikation till Anna Trolle. Petrus Johannis Gothus (1536-1616) är en intressant gestalt i 1500-talets svenska kulturliv. Han var född i Norrköping och insjuknade 13 år gammal i den pestepidemi som 1549 drabbade Sverige. Han överlevde pesten, men fick i sviterna därav ena benet förstört och tvingades resten av sitt liv att gå med kryckor. Förmodligen var handikappet en bidragande orsak till att han fick ekonomisk hjälp för att kunna studera i Rostock. Där stannade han i många år, och när han i början av 1570-talet befann sig i ekonomiskt trångmål … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Mats Rehnström [SE]
2016-10-22 09:59:23
KELLER GEORG.
1607. Incisione in rame, mm 200x260. Rarissima pianta prospettica pubblicata da Frans Hogenberg, specializzato in stampe d'occasione intese a soddisfare le necessità di informazione e l'interesse popolare suscitato da guerre, battaglie e scoperte. La veduta non è mai stata inserita infatti in pubblicazioni regolari. Georg Keller fu uno dei più attivi incisori di inizio Seicento collaborando con De Bry, Boissard e molti altri. Ottimo esemplare, ususali brevi margini, carta lievemente ingiallita e pieghe editoriali. Moretto, Venetia. Le immagini della Repubblica, 49; Cassini, 32.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2016-10-21 08:25:01
Opsopaeus Johannes - Chateillon Sebastien - Scaligero Giuseppe Giusto (et alii)
Abel l'Angelier, 1607. 3 parti con autonomo frontespizio e paginazione in un vol. in-8° (182x117mm), pp. (16), 524, 71 [i. e. 73], (3); (2), 7-144; (2), VII-XXIII, 114, (6). Legatura coeva in p. pergamena con unghiatura, tracce di due bindelle e titolo manoscritto in antico al dorso. Frontespizio figurato inciso su rame all'acquaforte da Karel von Mallery. Testatine e capilettera ornati. 12 illustrazioni raffiguranti le Sibille incise all'acquaforte n.t., non firmate, ma probabilmente sempre dovute al Mallery. Testo greco con versione Una piccola lacuna al margine inferiore del piatto posteriore. Note di possesso secentesche al margine inferiore del frontespizio inciso. Fioriture sparse, piccolo foro di tarlo al margine bianco di alcune carte. Qualche lieve gora. Buon esemplare. Reimpressione (esemplata fedelmente sulla precedente edizione del 1599; questa è la terza edizione assoluta) di queste raccolte degli Oracoli sibillini e dei restanti principali oracoli greci e latini (nonché anche degli oracoli attribuiti a Zoroastro) a cura del Opsopaeus, dello Chateillon e di altri umanisti, alcuni dei quali con le chiose del Pletone e di Michele Psello; si tratta del più imponente lavoro della filologia del Rinascimento sulla letteratura oracolare greca. Brunet, V, col. 370. Graesse, VI, 398. British Museum, Catalogue of French books, p. 400. Caillet, III, 8135. Rosenthal, 1489. Ebert, 21172. Latino
Bookseller: Libreria Antiquaria Galleria Gilibert
2016-10-21 05:41:52
Gheyn, Jakob de:
erschienen in Den Haag, 1607. links im Druck signiert, Tafel Nr. 36 Tafelgröße 26,5x18,5cm Blatt montiert hinter Passepartout auf festem Karton, Kleberänder gebräunt, sonst gutes Blatt SELTEN /// Das komplette Werk umfaßt 117 Tafeln und erschien auch 1608 in Amsterdam. [Attributes: Signed Copy; Soft Cover]
Bookseller: ANTIQUARIAT H. EPPLER [Karlsruhe, Germany]
2016-10-18 11:07:30
Marziale - Martialis
Apud Michaelem Sonnium, 1607. in 8°, br., pp. (8)-388; (12)-373-(31); (4)-243-(1). Volume diviso in tre parti. Esemplare privo della rilegatura. Firma di appartenenza al frontespizio. Con alcune postille e segni a inchiostro d'epoca. Prime 8 pp. allentate. Ultime 4 pp. staccate con segni di piega. Strappo a due pagine, anche al testo comunque comprensibile.Diviso in:- M. Valerii Martialis Epigrammatum Libri XV. Laurentii Ramirez De Prado Hispani, Nouis commentarijs illustrati. Cum indice omnium verborum Iosephi Langii Caesaremont. & aliis indicibus locupletissimis.- Hypomnemata ad Lib. Spectaculorum et quatuor primos epigrammaton M. Valerii Martialis, collecta ex schedis succisiuis Domini Laurentii Ramirez de Prado: in quibus fere omnia epigrammata ceterorum librorum, varijque auctores, tam Iuriscons. quam humaniorus notae, explicantur, illustrantur, emendantur.- Index Omnium Vocabulorum quae in omnibus M. Val. Martialis poematum libris reperiuntur, una cum rerum, epithetorum ac phrasium singularium annotatione: tam ad linguae Latinae, quam ad poeseos rectum usum, concinnatus ac editus a Iosepho Langio Caesaremontano.
Bookseller: Libreria Antiquaria Borgolungo
2016-10-13 14:11:21
MERCATOR (Gerard);
Bookseller: Librairie Le Bail [France, Paris]
2016-10-11 16:57:06
ORACULA SIBYLLINA
Paris, (Ad insigne navis), 1607. 3 parts in 1. 8vo. [16],524,73,144,xxiii,114,[6] pp. Parchment with overlapping sides, edges coloured red. (Piece cut from first flyleaf; binding sl. soiled) ¶ Includes: J. OPSOPOEUS (ed.) Oracula magica Zoroastris cum scholiis Plethonis et Pselli. AND: Oracula metrica Iovis, Apollinis, Hecates, Serapidis et alliorum deorum vatum tam virorum quam feminarum. A J.Opsopoeo collecta, item Astrampsychi Oneirocreticon a J.Scaligero dig.& cast.Graece et Latine. -Brunet V, 370; Graesse VI, 398; Rosenthal, Bibliotheca magica et pneumatica, n°1489.
Bookseller: Antiquariaat BRINKMAN
Check availability:
2016-10-10 19:19:58
PAPON (Jean)
, Paris, Robert Foüet 1607, fort in-4, veau brun marbré, dos à nerfs orné, p. de tit. rouge et noire, vignettes, lettrines, (épidermures sur les plats et surtout au dos, ors passés, mors fendus, manques au niveau des nerfs, coiffes trop courtes dégageant les tranchefiles, manques aux coins et à une coupe, rousseurs), 12 f.-1367p. - 44 f.
Bookseller: La Mémoire du Droit (Librairie - Edition
2016-10-10 14:06:32
GUENOYS P. Conseiller et Lieutenant Particulier au Siège & Ressort d?Issoudun en Berry (YSSOUDUN)
1607 à Paris, Chez Robert FOUET, Fort in-quarto (taille in-folio) Veau Blond restauré, dos à six nerfs, les deux plats ornés d?un très fort fleuron doré. P. de Titre bicolore avec vignette royale, 68 ff. n.c. pour les Tables et tables Chronologiques, 1241 pages et 63 ff. n.c. pour la Table. Première Edition à Jour, s?arrêtant en 1606 avec privilège de 1607.La Chronologie de notre ouvrage débute en 1319 et s?arrête au 3 août 1606. Bel exemplaire restauré bien solide sur ses charnières.
Bookseller: LIBRAIRIE ANCIENNE BERNARD MARIE ROLIN [BLET, France]
2016-10-08 20:54:59
REMIGIO FIORENTINO [Nannini Remigio].
Gio. Bat. Galignani, 1607. in - 4 antico (mm. 200x145), pp. (8), 519, (14), belliss. leg. p. pelle coeva con ricchi fregi e tit. oro al d. a scomparti e nervi, tagli color. Con belliss. front. inc. in rame e 51 splendide tavv. inc. in rame a p. pag. Legg. usurata la cerniera del piatto ant. e picc. restauro antico a pag. 272, alcuni errori nella numerazione. Per il resto belliss. esempl. a larghi margini.
Bookseller: Studio Bibliografico Scriptorium
2016-10-06 12:45:07
MERELLO MIchele
Appresso Giuseppe Pavoni, 1607. In 4, pp. (8) + 594 + (38). Frontespizio xil. in cornice architettonica con, all'interno, veduta di Genova. Due antiche firme di possesso al f.  P. pg. coeva molle con pochi restauri. Buon esemplare. Edizione originaledi questo ampio trattato degli avvenimenti militari e politici che coinvolsero Genova e la Corsica a partire dal 1553, quando la Francia con il trattato stretto con Solimano il magnifico, si assicuro' la collaborazione della flotta ottomana nel Mediterraneo venendo cosi' a conquistare praticamente l'intera isola, sino al 1569 quando le armate corse, guidate da Alfonso Sampiero, figlio di Pietro, eroe della resistenza corsa ai genovesi, vennero definitivamente sconfitte. Estremamente cruenti furono i fatti che segnarono questa guerra, svoltasi nel decennio 1559 - 1569. Infatti con la pace di Cateau Cambresis, la Corsica tornava in mano ai genovesi. Nel 1563, Sampiero della Bastelica, Colonnello corso di umili origini, al soldo del Re di Francia, sbarco' sull'isola al comando di un pugno di uomini. Riusci' a far scoppiare la rivolta avendo la meglio molte volte sui genovesi. Purtroppo non riusci' ad a stabilire alleanze con la Francia e neppure con il Ducato di Toscana, finendo ucciso grazie al tradimento di un corso al soldo dei genovesi. Nel  1569 venne firmato un trattato di pace che garanti' un cianquantennio di stabilita'. L'episodio in cui Sampiero, venuto a conoscenza del tradimento della moglie, tradimento per il quale egli strangolo' la consorte e le sue dame di compagnia, fu alla base dell'Otello di  Shakespeare. Man … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Coenobium
2016-10-04 17:10:41
Plowden, Edmund; Ashe, Thomas
Bookseller: The Lawbook Exchange, Ltd., ABAA ILAB [Clark, NJ, U.S.A.]
Check availability:
2016-09-30 23:01:56
Plowden, Edmund; Ashe, Thomas
1607. London, 1607. Second edition. An Early Guide to Plowden's Reports Plowden, Edmund [1518-1585]. A[she], T[homas] [fl. 1599-1618]. Abridgement des Touts les Cases Reportes Alarge per Mounsieur Plowden, Ouesque les Exceptions al Pleadings, & Leur Responses, Les Resolutions des Matters in Ley, & Touts Auters Principal Matters Surdants sur les Arguments de Mesmes. Composee & Digest per T.A. London: Printed [by Adam Islip] for the Company of Stationers, 1607. 91, [1] ff. Table. Octavo (5-1/2" x 3-1/2"). Recent flexible vellum, calf lettering piece to spine, endpapers renewed. Title printed within typographical border. Moderate toning to text, somewhat heavier in places, faint dampstaining to lower margins of rear third of text block, light browning and some edgewear to preliminaries. Three (indecipherable) eighteenth-century signatures in miniscule hands to title page, brief early annotations and marks to margins of a few leaves. A nice copy. $650. * Second edition. Published around 1597, Ashe's was the first abridgment of Plowden. Well received, it had a second edition in 1607 and was reissued in an English translation in 1650. First published in 1571 and covering the period of 1550-1580, Plowden's Reports marks the transition away from the cumulative method of the Year Books to one based on exposition and commentary. In most respects it is a precursor of the modern reporter. English Short-Title Catalogue S114927.
Bookseller: The Lawbook Exchange, Ltd. [USA]
2016-09-25 14:52:49
Aegidius SADELER II (Anversa, 1570 circa - Praga, 1629).
1607. Bulino, 1607, datato in lastra in basso al centro. Primo stato, di tre, avanti l'indirizzo di Marco Sadeler, e con la dedica nel margine inferiore. Magnifica prova, ricca di toni, impressa su carta vergata coeva, rifilata al rame, in ottimo stato di conservazione. Ex collezione Fidei - Commiss Bibliothek, Vienna (Lugt 1016). Engraving, 1607, signed and dated at lower center. The first state of three, before the Marcus Sadeler's address. A great impression, printed witha a dark tone, trimmed to the paltemark, very good condition. Ex collectionFidei - Commiss Bibliothek, Wien (Lugt 1016). 296 473
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-09-20 20:11:29
Scaliger Iulius Caesar (1484 - 1558)
apud Petrum Santandreanum, 1607. 170x100 mm Tagli colorati. Annotazione (titolo) scritta a penna (primi Novecento) sul piatto anteriore cucitura di alcuni fascioli allentata antichi timbri e firma di appartenenza sbiaditi sul frontespizio marginalissimi percorsi di tarlo a pochissime carte senza il Bel frontespizio architettonico testatine capilettera ornati
Bookseller: Libreria Antiquaria Giulio Cesare
2016-09-20 03:58:13
MERCATOR (Gerard).
Amsterdam, 1607-1608. 342 x 459 mm. Superbe carte de la Chine, avec la Corée, représentée comme une île, et le Japon. Elle est ornée d'un navire, d'une jonque chinoise, d'un monstre marin et de deux scènes, l'une représentant des personnages dans un char à voile, et l'autre la persécution et la crucifixion d'un missionnaire chrétien, faisant probablement référence aux martyrs chrétiens exécutés à Nagasaki en 1597. En haut à droite figurent les côtes nord-ouest de l'Amérique, avec une petite note mentionnant les hordes tartares habitant la région. Texte latin au verso. Exceptionnel exemplaire brillamment colorié à l'époque avec rehauts d'or, pour lequel l'intérieur des terres a été entièrement aquarellé, à la différence de beaucoup d'exemplaires où seuls les contours sont aquarellés. Pliure centrale renforcée, très légères traces de mouillures dans les marges. An exceptional copy in full original color heightened with gold, with the lands fully colored. Van der Krogt, 8410:1A.
Bookseller: Librairie Le Bail [France, Paris]
2016-09-19 17:10:29
MERCATOR (Gerard).
Amsterdam, 1607-1612. 367 x 393 mm. La carte de Mercator est l'une des plus belles cartes du pôle Nord et la première qui lui soit entièrement dédiée. C'est aussi la seule carte non européenne compilée par Mercator lui-même ; les autres furent complétées après sa mort par son fils et ses petits-fils. Mercator voyait le Pôle Nord représenté par un grand rocher noir, situé au milieu d'un vaste tourbillon, entouré de quatre îles. Si Mercator fut le dernier à retranscrire les mythes du Moyen Age sur l'Arctique, il montre également les récentes découvertes de Davis et Frobisher dans leur recherche d'un Passage Nord-Ouest. Il nomme la Californie, même si celle-ci est incorrectement située en Alaska, et fait référence aux Esquimaux (Screlingers). On y voit la Scandinavie, le Groenland, le Canada arctique et la Sibérie. En médaillon figurent les îles Shetland, Féroé et l'île mythique de "Frislant". Texte latin au verso. Exceptionnel exemplaire brillamment colorié à l'époque, pour lequel l'intérieur des terres a été entièrement aquarellé, à la différence de beaucoup d'exemplaires où seuls les contours sont aquarellés. Pliure centrale renforcée, très légères traces de mouillures dans les marges. An exceptional copy in full original color, with the lands fully colored. Van der Krogt, 0020:1A.
Bookseller: Librairie Le Bail [France, Paris]
2016-09-05 16:02:49
KECKERMANN Bartholomée
Apud Gulielmum Antonium, 1607. - Apud Gulielmum Antonium, Hanoviae (Hanovre) 1607, in-8 (10,5x18cm), relié. - Questa edizione porta le parole di un secondo, ma non abbiamo trovato alcuna traccia di una prima edizione prima. Rare. Full time Velin falda rigida. Dorso liscio con la penna titolo (in grigio). Foxing fine del volume. Precedentemente ha sottolineato passaggi, soprattutto nella prefazione. Il primo libro, molto importante, si occupa di terremoti e terremoti, in particolare come detto, quello che si è verificato nel settembre 1601 in Svizzera, Lucerna e quasi distruggere un mini tsunami. Keckermann richiama fortemente il vecchio per nutrire il suo libro e localizzare i terremoti. Il secondo libro è un trattato di filosofia che studia i sistemi della natura in antico e moderno (ordinato, Aristotele, Melantone e Peter Ramus sono citati). logico ed enciclopedica Danzica, Keckermann (1573-1609) fu professore di filosofia in relazione a molti studiosi protestanti. Una penna rossa, sotto la data, il nome di Thoma Erpenii. E 'possibile che questa è la firma di Thomas Erpenius (o Van erpe 1584-1624), il grande filologo, specialista in lingue orientali al momento. - [FRENCH VERSION FOLLOWS] Cette édition porte la mention de seconde, mais nous n'avons pu trouvé aucune trace d'une première édition précédant celle-ci. Rare. Reliure en plein vélin rigide d'époque à rabats. Dos lisse avec titre à la plume (estompé). Rousseurs en fin de volume. Passages soulignés anciennement, notamment dans la préface. Le premier ouvrage, très important, traite des séismes et tremblements de terr … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Librairie Le Feu Follet
2016-09-04 23:31:45
GENTILE SCIPIONE.
apud Claudium Marnium, 1607. Pp. (32) 550 (70). Preceduto da: SCALIGERO J.C. Epistole ed orationes... (Antwerpiae), ex Officina Plantiniana, 1600. Pp. (4) 475 (1). Due opere in un volume di cm. 16, legatura coeva in piena pergamena rigida. Marchio tipografico ad entrambi i frontespizi. Frontespizio dell'opera di Scaligero controfondato e con un timbro privato di possesso, dorso della legatura un po' scurito, peraltro buon esemplare. L'opera di Scipione Gentile, in prima edizione, riguarda l'accusa mossa ad Apuleio di aver fatto uso della magia, nella vita e di averne celatamente trattato nella sua opera letteraria. Cfr. Rosenthal e Schhweiger. La raccolta epistolare dello Scaligero è in prima edizione.
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense
2016-09-04 23:31:45
1607. Cremonini n.12/9. Bella carta inc. a bulino f.45,9x37, acquarellata restaurata al verso nella piega centrale senza danni all'incisione; testo al verso in latino. In: Theatrum Orbis Terrarum... Antverpiae, ex Off. Plantiniana
Bookseller: Galleria Garisenda
2016-09-02 17:34:17
BONCIARII M. ANTONIJ.
Academicos Augustos, 1607. In 16°, p. perg. molle, cc.n. 6 + cc.nn. 6 + pp. 192. SEGUE: Opuscula decem varii argumenti, pp. 120. SEGUE: Seraphidos libri III. Aliq. poemata, pp. 66. SEGUE: Hieropylus. Carmen de sacris foribus, da pp. 67 a p. 86. SEGUE: Gerarus. B. Bernardi frater ad Christum conversus, da p. 87 a p. 179 + 3 piccole inc. Front. fig. Le prime 24 pp. dell'Idyllia sono numerate da 293 a 316 (invece che da 1 a 24 , mentre il registro prosegue con quello della pag. 192), forse per errore di stampa. Esempl. rifilato al marg. sup.
Bookseller: Libreria Cicerone M.T.
2016-08-28 09:36:46
BAROZZI DA VIGNOLA GIACOMO.
Andreas Vattarius, 1607. Cm. 40, frontepizio con ritratto del Barozzi, seguito da 37 cc. di cui due di dedica e 35 di tavole d'illustrazioni. Brossura muta ottocentesca in carta azzurra. Reintegrazioni all'angolo basso di 5/6 carte con piccolo interessamento della parte incisa, qualche gora chiara e trascurabile, peraltro buona conservazione. Si tratta della prima parte, che riguarda i cinque ordini, di questa opera classica in un'edizione poco comune. Mancante, come in altri esemplari censiti, la seconda parte che conterrebbe le 7 tavole finali con le porte d'architettura di Michelangelo (apparse per la prima volta nell'edizione dle 1602). Le didascalie e la descrizioni sono riportate in calce a ogni tavola. Cfr. Fowler.
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense
2016-08-27 20:36:18
BRANDT, Geeraert.
Alden & Landis 698/27; Cat. NHSM, p. 844; Sabin 7406; for the author: NNBW VI, cols. 184-187. First edition in French of the standard biography of the great Dutch naval hero Admiral Michiel Adriaansz. de Ruyter (1607-1676), who scored several major victories against the French and English, the best known abroad being the Raid on Chatham, one of the worst defeats of the British Royal Navy. For the present work Brandt used numerous original documents from De Ruyter's son and other private individuals, as well as from official government sources. "This resulted in a book that was not only based on good information, but through his exalted, lucid and engaging style also became a true folk-book in the best sense of the word" (NNBW).De Ruyter fought the English off the coast of West Africa, the Caribbean, temporarily took St John's, New Foundland, and even considered retaking New York.With armorial bookplate and manuscripts notes on paste-down. In very good condition, slightly browned and stained at places. Spine chafed and slightly damaged at the foot. An important life of Michiel de Ruyter.
Bookseller: ASHER Rare Books (Since 1830)
Check availability:
2016-08-27 16:54:16
CONTI Natale
Chez Paul Frellon, 1607. - Chez Paul Frellon , A Lyon 1607, in-4 (19x25cm), Xij, 1066pp. (26) (2bc.), relié. - Nuova edizione, dopo i francesi pubblicato la prima volta nel 1598. La data originale latino 1551, a Venezia. Traduzione John Montlyard. Illustrato da un bel frontespizio titolo allegorico incisa da Thomas de Leu, e un ritratto di Enrico IV a dodici. Bound in pieno vitello marrone anticato. Torna con i nervi decorato con cinque ornamenti. Mentoring netto sui piatti. Lieve mancanza ha portato alla mascella superiore. Tracce di vecchi restauri sulle stoviglie. Spot e sfregamenti. Prenota la cui pubblicazione era essenziale, in particolare per tutte le belle arti, in quanto fornisce un breviario utile e funzionale per l'applicazione immediata in settori come la pittura, la letteratura, la scultura ... Il libro raccoglie Infatti tutte le favole di tutti gli eroi mitologici. Una directory utile consente di trovare tutti i soggetti e personaggi. Montaigne, uno dei primi sorteggio estesamente nel libro per sostenere il test. - [FRENCH VERSION FOLLOWS] Nouvelle édition, après la première française parue en 1598. L'originale latine date de 1551, à Venise. Traduction de Jean de Montlyard. Illustrée d'un beau titre-frontispice allégorique gravé par Thomas de Leu, et d'un portrait de Henri IV à douze ans. Reliure en plein veau brun d'époque. Dos à nerfs orné de cinq fleurons. Filet d'encadrement sur les plats. Léger manque en tête au mors supérieur. Traces de restaurations anciennes sur les plats. Taches et frottements. Livre dont la publication fut essentielle, notamment pour … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Librairie Le Feu Follet
2016-08-27 15:31:41
CRESCENZI Bartolomeo
Bonfadino Bart, 1607. 2 parti in un vol. in - 4 (233x170 mm) pp. (8), 556, (12, ult. 2 bianchi); 63, (1) per il "Portolano". Leg. seicentesca in pergamena, titolo in oro al dorso. Dedica al card. Pietro Aldobrandini. Titoli inciso racchiuso in eleborata bordura con elementi marinareschi e stemmi, svariate decine di fig. n.t. in legno o rame, tra cui 2 figure mobili (a pag. 345 e 414) e 8 a piena pag., e 3 tavole incise in rame ripieg. f.t.; tra i numerosi strumenti nautici raffigurati, si noti in particolare un "archibugio" pneumatico. Seconda edizione, in tutto uguale alla prima del 1602 tranne che per la data sul titolo, di questa straordinaria opera di marineria, nata da osservazioni scientifiche e tecniche sulla navigazione e la geografia, effettuate dall'autore in una lunga serie di viaggi nel Mediterraneo. Il lungo titolo è sufficiente ad indicare la varietà degli argomenti trattati. Il Crescenzi, nato a Roma nel 1565, più noto ai contemporanei col nome di Bartolomeo Romano, fu ingegnere idrografo quasi sempre al servizio della flotta pontificia. Rarissimo, bell'esempl. (purtroppo privo, come quasi tutti gli esempl. noti, della carta ripiegata del Mediterraneo).
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco
2016-08-26 16:06:26
BONARELLI Guidubaldo
Baldini Vittorio, 1607. 2 opere in un vol. in - 4, leg. coeva p. perg., tit. ms. al dorso. - I) Filli di Sciro..; pp. (8, compr. tit. inc.), 172, (2). Frontesp. inc. da Fr. Valesio, con putti, stemma del dedicatario (il duca d'Urbino Franc. Maria della Rovere) e impresa degli Accademia degli Intrepidi; 5 magnifiche tav. n.t., inc. dal Valesio, all'inizio di ciascun atto, raffig. animate scene della ''favola''; fregi ed iniz. silogr. Edizione originale di questa favola pastorale di cinque atti in versi, giudicata la migliore del XVII secolo per eleganza e musicalità dei versi e sapienza di costruzione scenica. - II) Discorsi..; pp. (32, compr. tit. inc.), 221, (1). Frontesp. inc. da Gaspare Grispoldo, con putti, grifoni, stemma del dedicatario (Card. Spinola) e impresa degli Intrepidi; fregi silogr. e car. corsivo. Edizione originale, postuma, di quest'opera che il Bonarelli aveva già composto e letto agli Accademici Intrepidi di Ferrara, per rispondere alle polemiche sul doppio amore di Celia, la quale in ''Filli di Sciro'' s'innamora con la stessa passione di due giovani che l'hanno salvata da un centauro. ''I Discorsi sono un vero e proprio trattato scolastico in cui, con rigoroso metodo deduttivo si dimostra in generale la legittimità del doppio potenziale amore e, in particolare, la sua verisimiglianza e necessità..'' (D.B.It. XI, 583 - 5). E' raro trovare assieme queste due opere del letterato marchigiano (Pesaro 1563 - Fano 1606). Ottimo esempl.
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco
2016-08-24 15:53:46
BIBBIA (La)
Tournes Jean de, 1607. 3 parti in 1 volume in - 4° (mm. 243x172), pagine (4), 847 (Vecchio Testamento); 178 (i Libri Apocrifi); 314 (Nuovo Testamento). Grande impresa tipografica xilografica al frontespizio, testo su due colonne, testatine, capilettera e finalini xilografici. Lussuosa legatura inglese settecentesca in marocchino rosso con larga bordura dorata ai piccoli ferri sui piatti, titolo in oro al centro del piatto anteriore, ricchi fregi in oro ai comparti del dorso a cinque nervi. Piccoli strappi a quattro carte alle note marginali, per il resto splendido esemplare. Alla carta di guardia ex libris Hale of Anderley, sotto altro ex libris Robert Blagden Hale, di cui è presente anche una nota di possesso, alla stessa carta con indicazione: ''R.H.B. Hale 1854 May 5''; altro ex libris Estelle Doheny al contropiatto anteriore. Prima edizione della Bibbia Protestante in italiano, tradotta dall'ebraico e dal greco, nonchè commentata da Giovanni Diodati (1576 - 1649), convertito lucchese nato a Ginevra, amico di Paolo Sarpi e di Milton, professore di Ebraico e di Teologia all'Accademia, attivo membro della comunità accademica ginevrina. La sua stesura era già pronta nel 1603, quando Diodati, non ancora ventottenne, la presentò alla Compagnia dei Pastori di Ginevra. Questa traduzione fu di estrema importanza per le popolazioni di culto Valdese delle valli piemontesi, ed è alquanto rara, anche perché fu duramente avversata nei secoli dai cattolici. Esemplare di illustre provenienza: fu prima nella collezione Hale e poi venne acquisito da Estelle Doheny (1875 - 1958), ricordat … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco
2016-08-23 19:59:21
PASQUIER
Chez Laurent Sonnius, 1607. - Chez Laurent Sonnius, à Paris 1607, In 4 (17x23,6cm), (18) 1175pp. (84), relié. - Edizione in parte originale, più Libro VII, tabella dei contenuti, molte aggiunte e un ritratto di Thomas de Leu Pasquier. Questo ritratto è stato fatto nel 1583 a Troyes e non era mai stato incorporato in edizioni. Questa è l'ultima edizione della vita dell'autore. Periodo di vitello pieno. Torna a nervi ornato. mancanza di protezione superiore. Una mancanza di cuoio sul top box. Mascella superiore diviso coda e la testa. Wormholes su una porzione della piastra superiore. Lavoro enciclopedico e molto famoso, la ricerca della Francia differiscono tra tutte le opere di questo tipo da parte sua novità radicale. Pasquier può essere considerato il padre della storia moderna, la storia nascente come disciplina e quindi lontano dalla leggenda e la letteratura. Capitolo VII, molto diverso dagli altri perché quelli sono attaccati alla ricerca sulla antica Francia, è interessato alla formazione della lingua francese; parte è dedicata alle Pleiadi, che Pasquier era un membro. Capitolo VI era già coinvolta nella genesi della poesia francese. - [FRENCH VERSION FOLLOWS] Edition en partie originale, augmentée du Livre VII, d'une table des matières, de nombreuses additions et d'un portrait de Pasquier par Thomas de Leu. Ce portrait avait été réalisé en 1583 à Troyes et n'avait jamais été intégré aux éditions. C'est la dernière édition du vivant de l'auteur. Reliure en plein veau d'époque. Dos à nerfs richement orné. un manque en coiffe de tête. Un manque de cuir au dernier caiss … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Librairie Le Feu Follet
2016-08-22 19:56:29
RODRÍGUEZ LUSITANO, Fray Manuel.
1607. Barcelona, en la Emprenta de Gabriel Graells y Giraldo Dotil, a costa de Ioan Simon, 1607. Dos tomos en un volúmen en 4to.; 4 hs., 660 pp. + 318 pp.[i..e. 298] 59 pp., 52 hs. Encuadernación en pergamino, de la época.
Bookseller: Hesperia Libros
2016-08-22 19:34:22
Aristofane (Aristophanes)
Chaldoriana Societas, 1607-1608. XVIII century binding in vellum, two title-pages with engraved vignettes, some brownings and very soft water-stains, antique signature of the bishop Gradenigo. Very important edition, good copy. Folio [[[]][[[]][[[]][]][]]cm. 36 × 22,5[[[]][]][]]; f. 1 di guardia, pp. 38 n.n. + 916 + 28 n.n. Due frontespizi consecutivi. Capilettera e fregi xilografati. Testo greco e latino. Brunet, I 452-53, in riferim. all''''ed. 1607: "Texte correct et accompagné de la version latine de Frischlin, de Flor. Chrestien, et de André Divius. Il y a des exemplaires dont le titre porte: Genevae, 1608 "; Graesse, I 206-7: "édition très estimé [[[]][[[]][[[]][]][]]...[[[]][]][]]. Il y a des exempl. avec un nouveau titre, daté de 1608". Leg. settecentesca in piena pergamena con cartellino in pelle impresso in oro sul dorso, ridotto sul margine destro. Testo greco e latino. Brunite alcune carte; gore d''''umidità. Nota di prezzo all''''interno del piatto anteriore. Sul verso della guardia anteriore la nota di possesso in greco, dell''''erudito settecentesco, benedettino e vescovo, Gian Agostino Gradenigo. Nella stessa una nota di provenienza.
Bookseller: Studio Bibliografico Antenore Srl
2016-08-19 05:39:39
GARNIER Robert
Par Jean Fuzy, 1607. - Par Jean Fuzy, A Paris 1607, In - 12 (8x14,7cm), 648pp., relié. - Nuova edizione. Binding splendida nel pieno marocco XVIII limone mosaico nel modo Padeloup. Torna liscio decorato con piccoli ferri piccole reti curve e soli mosaico angolari rosso losanga centrale e di quadrifoglio ha colpito una nave ammiraglia rosse punti coda mosaico e reti. Titolo Gilt. I piatti decorati con piccoli ferri componente ricca ghirlanda inquadratura, mosaico di rosso nei pennacchi e un motivo centrale decorato di vari gioielli e ferri da stiro Petis. Pizzo su tazze e interni. La copia era forse réemboîté, suggerendo che i piatti nazionali. Legame maestro unsigned indubbiamente molto raro mosaico sontuoso. - [FRENCH VERSION FOLLOWS] Nouvelle édition collective, rare, des huit pièces de l'auteur, après la première collective complète en 1585. Impression en italiques. Marque de l'imprimeur en page de titre.  Reliure splendide en plein maroquin citron mosaïqué du XVIIIe dans la manière de Padeloup. Dos lisse orné aux petits fers de petits filets courbes et de soleils angulaires mosaïqué d'un losange central rouge et de quadrilobes frappé d'un fleuron, queue mosaïquée rouge de points et filets. Titre doré. Plats ornés aux petits fers composant une riche guirlande d'encadrement, mosaïqué  de rouge dans les écoinçons et d'un motif central décoré de divers fleurons et petis fers. Dentelle sur les coupes et intérieure. Coins restaurés. Menus frottements en tête et sur les plats, très localisés sur de petites zones. Un infime travail de ver portant atteinte à plusieurs feuillets, … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Librairie Le Feu Follet
2016-07-06 15:17:35
Farnese, Henricus Eburonis:
Mailand, Bordoni und Locarno 1607.Titel mit Holzschnitt - Druckermarke. 27 Bll., 414 S., 1 Bl. Schweinslederband d. Zt. mit blindgeprägten Plattenstempel und zwei Schließen. Jöcher II, 519: "... ein Professor Eloqv. zu Pavia, von Lüttich bürtig, hat das Recht, die Beredsamkeit und Sprachen zu Pavia mit grossem Ruhm gelehret.". - Exemplar aus der Bibliotheca Palatina; auf beiden Decken das blindgeprägte Wappensupralibros, bezeichnet "FRIDERICUS QUARTUS COMES PALATINUS", oben der Wahlspruch "ALLE DING ZERGÄNGLICH". - "Die Bibliotheca Palatina gelangte durch die Übernahme des Fuggerschen Erbes durch Friedrich IV. zu europäischem Ruhm ... Die Bände zeichnen sich durch sehr haltbare weiße Schweinslederbände aus, die nur noch mit dem Wappen des Fürsten ausgestaltet sind ..." (Katalog Bibliotheca Palatina, Heidelberg 1986, I, E 9). - Verso Titel das gestochene Wappenexlibris von Antonius Bidermann, datiert 1654. Bidermann (gest. 1679) war Landvogt von Maximilian Franz zu Fürstenberg (1634 - 1681), der 1680 die nachgelassene Bibliothek kaufte. Bis 1999 war der Band Bestandteil der Fürstlich - Fürstenbergischen Hofbibliothek in Donaueschingen. (Vgl. Katalog d. Ausstellung "Von Ottheinrich zu Carl Theodor", UB Heidelberg 2003, Nr. 44). - Einband nur gering berieben, Die ersten und letzten Lagen mit wenigen Wurmlöchlein. Insgesamt sehr gutes Exemplar mit einer interessanten Provenienz!. Bücher la
Bookseller: Antiquariat Turszynski
2016-06-30 14:06:18
Farnese, Henricus Eburonis:
Mailand, Bordoni und Locarno 1607. Titel mit Holzschnitt-Druckermarke. 27 Bll., 414 S., 1 Bl. Schweinslederband d. Zt. mit blindgeprägten Plattenstempel und zwei Schließen. Jöcher II, 519: \"... ein Professor Eloqv. zu Pavia, von Lüttich bürtig, hat das Recht, die Beredsamkeit und Sprachen zu Pavia mit grossem Ruhm gelehret.\". - Exemplar aus der Bibliotheca Palatina; auf beiden Decken das blindgeprägte Wappensupralibros, bezeichnet \"FRIDERICUS QUARTUS COMES PALATINUS\", oben der Wahlspruch \"ALLE DING ZERGÄNGLICH\". - \"Die Bibliotheca Palatina gelangte durch die Übernahme des Fuggerschen Erbes durch Friedrich IV. zu europäischem Ruhm ... Die Bände zeichnen sich durch sehr haltbare weiße Schweinslederbände aus, die nur noch mit dem Wappen des Fürsten ausgestaltet sind ...\" (Katalog Bibliotheca Palatina, Heidelberg 1986, I, E 9). - Verso Titel das gestochene Wappenexlibris von Antonius Bidermann, datiert 1654. Bidermann (gest. 1679) war Landvogt von Maximilian Franz zu Fürstenberg (1634-1681), der 1680 die nachgelassene Bibliothek kaufte. Bis 1999 war der Band Bestandteil der Fürstlich-Fürstenbergischen Hofbibliothek in Donaueschingen. (Vgl. Katalog d. Ausstellung \"Von Ottheinrich zu Carl Theodor\", UB Heidelberg 2003, Nr. 44). - Einband nur gering berieben, Die ersten und letzten Lagen mit wenigen Wurmlöchlein. Insgesamt sehr gutes Exemplar mit einer interessanten Provenienz!. Versand D: 5,00 EUR
Bookseller: Antiquariat Uwe Turszynski
2016-06-30 14:06:18
Farnese, Henricus Eburonis:
Mailand, Bordoni und Locarno 1607.. Titel mit Holzschnitt-Druckermarke. 27 Bll., 414 S., 1 Bl. Schweinslederband d. Zt. mit blindgeprägten Plattenstempel und zwei Schließen. Jöcher II, 519: "... ein Professor Eloqv. zu Pavia, von Lüttich bürtig, hat das Recht, die Beredsamkeit und Sprachen zu Pavia mit grossem Ruhm gelehret.". - Exemplar aus der Bibliotheca Palatina; auf beiden Decken das blindgeprägte Wappensupralibros, bezeichnet "FRIDERICUS QUARTUS COMES PALATINUS", oben der Wahlspruch "ALLE DING ZERGÄNGLICH". - "Die Bibliotheca Palatina gelangte durch die Übernahme des Fuggerschen Erbes durch Friedrich IV. zu europäischem Ruhm ... Die Bände zeichnen sich durch sehr haltbare weiße Schweinslederbände aus, die nur noch mit dem Wappen des Fürsten ausgestaltet sind ..." (Katalog Bibliotheca Palatina, Heidelberg 1986, I, E 9). - Verso Titel das gestochene Wappenexlibris von Antonius Bidermann, datiert 1654. Bidermann (gest. 1679) war Landvogt von Maximilian Franz zu Fürstenberg (1634-1681), der 1680 die nachgelassene Bibliothek kaufte. Bis 1999 war der Band Bestandteil der Fürstlich-Fürstenbergischen Hofbibliothek in Donaueschingen. (Vgl. Katalog d. Ausstellung "Von Ottheinrich zu Carl Theodor", UB Heidelberg 2003, Nr. 44). - Einband nur gering berieben, Die ersten und letzten Lagen mit wenigen Wurmlöchlein. Insgesamt sehr gutes Exemplar mit einer interessanten Provenienz!.
Bookseller: Antiquariat Turszynski
Check availability:
2016-06-02 11:25:49
THE FIRST LARGE-SCALE, DETAILED MAP OF THE DUTCH-CONTROLLED SPICE ISLANDS - Moluccae Insulae CeleberrimaeThe spice islands, decorated with ships, sea monsters and a handsome cartouche. The map features an inset of the Island of Bachian (Batjan) in an elaborate military-motif frame.It shows the heavily forested nature of the islands and the newly constructed fortresses. There is a sea battle near Ternate where the Dutch defeated the Portuguese. After the Sultan of Ternate granted the spice concession to the Dutch in 1607 they established a settlement on Bacan in 1609 and rapidly gained control of the Moluccas. Price: € 650,- (excl. VAT/BTW).
Bookseller: Inter-Antiquariaat MEFFERDT & DE JONGE
Check availability:
2016-05-18 19:23:36
BIBBIA (La)
(Genève, Jean de Tournes, 1607). 3 parti in 1 volume in-4° (mm. 243x172), pagine (4), 847 (Vecchio Testamento); 178 (i Libri Apocrifi); 314 (Nuovo Testamento). Grande impresa tipografica xilografica al frontespizio, testo su due colonne, testatine, capilettera e finalini xilografici. Lussuosa legatura inglese settecentesca in marocchino rosso con larga bordura dorata ai piccoli ferri sui piatti, titolo in oro al centro del piatto anteriore, ricchi fregi in oro ai comparti del dorso a cinque nervi. Piccoli strappi a quattro carte alle note marginali, per il resto splendido esemplare. Alla carta di guardia ex libris Hale of Anderley, sotto altro ex libris Robert Blagden Hale, di cui è presente anche una nota di possesso, alla stessa carta con indicazione: ''R.H.B. Hale 1854 May 5''; altro ex libris Estelle Doheny al contropiatto anteriore. Prima edizione della Bibbia Protestante in italiano, tradotta dall'ebraico e dal greco, nonchè commentata da Giovanni Diodati (1576-1649), convertito lucchese nato a Ginevra, amico di Paolo Sarpi e di Milton, professore di Ebraico e di Teologia all'Accademia, attivo membro della comunità accademica ginevrina. La sua stesura era già pronta nel 1603, quando Diodati, non ancora ventottenne, la presentò alla Compagnia dei Pastori di Ginevra. Questa traduzione fu di estrema importanza per le popolazioni di culto Valdese delle valli piemontesi, ed è alquanto rara, anche perché fu duramente avversata nei secoli dai cattolici. Esemplare di illustre provenienza: fu prima nella collezione Hale e poi venne acquisito da Estelle Doheny (1875-1958), rico … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2016-05-18 19:23:36
BIBBIA (La)
(Genève, Jean de Tournes, 1607). 3 parti in 1 volume in-4° (mm. 243x172), pagine (4), 847 (Vecchio Testamento); 178 (i Libri Apocrifi); 314 (Nuovo Testamento). Grande impresa tipografica xilografica al frontespizio, testo su due colonne, testatine, capilettera e finalini xilografici. Lussuosa legatura inglese settecentesca in marocchino rosso con larga bordura dorata ai piccoli ferri sui piatti, titolo in oro al centro del piatto anteriore, ricchi fregi in oro ai comparti del dorso a cinque nervi. Piccoli strappi a quattro carte alle note marginali, per il resto splendido esemplare. Alla carta di guardia ex libris Hale of Anderley, sotto altro ex libris Robert Blagden Hale, di cui è presente anche una nota di possesso, alla stessa carta con indicazione: ''R.H.B. Hale 1854 May 5''; altro ex libris Estelle Doheny al contropiatto anteriore. Prima edizione della Bibbia Protestante in italiano, tradotta dall'ebraico e dal greco, nonchè commentata da Giovanni Diodati (1576-1649), convertito lucchese nato a Ginevra, amico di Paolo Sarpi e di Milton, professore di Ebraico e di Teologia all'Accademia, attivo membro della comunità accademica ginevrina. La sua stesura era già pronta nel 1603, quando Diodati, non ancora ventottenne, la presentò alla Compagnia dei Pastori di Ginevra. Questa traduzione fu di estrema importanza per le popolazioni di culto Valdese delle valli piemontesi, ed è alquanto rara, anche perché fu duramente avversata nei secoli dai cattolici. Esemplare di illustre provenienza: fu prima nella collezione Hale e poi venne acquisito da Estelle Doheny (1875-1958), rico … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2016-05-18 19:23:36
BIBBIA (La)
(Genève, Jean de Tournes, 1607). 3 parti in 1 volume in-4° (mm. 243x172), pagine (4), 847 (Vecchio Testamento); 178 (i Libri Apocrifi); 314 (Nuovo Testamento). Grande impresa tipografica xilografica al frontespizio, testo su due colonne, testatine, capilettera e finalini xilografici. Lussuosa legatura inglese settecentesca in marocchino rosso con larga bordura dorata ai piccoli ferri sui piatti, titolo in oro al centro del piatto anteriore, ricchi fregi in oro ai comparti del dorso a cinque nervi. Piccoli strappi a quattro carte alle note marginali, per il resto splendido esemplare. Alla carta di guardia ex libris Hale of Anderley, sotto altro ex libris Robert Blagden Hale, di cui è presente anche una nota di possesso, alla stessa carta con indicazione: ''R.H.B. Hale 1854 May 5''; altro ex libris Estelle Doheny al contropiatto anteriore. Prima edizione della Bibbia Protestante in italiano, tradotta dall'ebraico e dal greco, nonchè commentata da Giovanni Diodati (1576-1649), convertito lucchese nato a Ginevra, amico di Paolo Sarpi e di Milton, professore di Ebraico e di Teologia all'Accademia, attivo membro della comunità accademica ginevrina. La sua stesura era già pronta nel 1603, quando Diodati, non ancora ventottenne, la presentò alla Compagnia dei Pastori di Ginevra. Questa traduzione fu di estrema importanza per le popolazioni di culto Valdese delle valli piemontesi, ed è alquanto rara, anche perché fu duramente avversata nei secoli dai cattolici. Esemplare di illustre provenienza: fu prima nella collezione Hale e poi venne acquisito da Estelle Doheny (1875-1958), rico … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2016-05-18 19:23:36
BIBBIA (La)
(Genève, Jean de Tournes, 1607). 3 parti in 1 volume in-4° (mm. 243x172), pagine (4), 847 (Vecchio Testamento); 178 (i Libri Apocrifi); 314 (Nuovo Testamento). Grande impresa tipografica xilografica al frontespizio, testo su due colonne, testatine, capilettera e finalini xilografici. Lussuosa legatura inglese settecentesca in marocchino rosso con larga bordura dorata ai piccoli ferri sui piatti, titolo in oro al centro del piatto anteriore, ricchi fregi in oro ai comparti del dorso a cinque nervi. Piccoli strappi a quattro carte alle note marginali, per il resto splendido esemplare. Alla carta di guardia ex libris Hale of Anderley, sotto altro ex libris Robert Blagden Hale, di cui è presente anche una nota di possesso, alla stessa carta con indicazione: ''R.H.B. Hale 1854 May 5''; altro ex libris Estelle Doheny al contropiatto anteriore. Prima edizione della Bibbia Protestante in italiano, tradotta dall'ebraico e dal greco, nonchè commentata da Giovanni Diodati (1576-1649), convertito lucchese nato a Ginevra, amico di Paolo Sarpi e di Milton, professore di Ebraico e di Teologia all'Accademia, attivo membro della comunità accademica ginevrina. La sua stesura era già pronta nel 1603, quando Diodati, non ancora ventottenne, la presentò alla Compagnia dei Pastori di Ginevra. Questa traduzione fu di estrema importanza per le popolazioni di culto Valdese delle valli piemontesi, ed è alquanto rara, anche perché fu duramente avversata nei secoli dai cattolici. Esemplare di illustre provenienza: fu prima nella collezione Hale e poi venne acquisito da Estelle Doheny (1875-1958), rico … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2016-05-18 19:23:36
BIBBIA (La)
(Genève, Jean de Tournes, 1607). 3 parti in 1 volume in-4° (mm. 243x172), pagine (4), 847 (Vecchio Testamento); 178 (i Libri Apocrifi); 314 (Nuovo Testamento). Grande impresa tipografica xilografica al frontespizio, testo su due colonne, testatine, capilettera e finalini xilografici. Lussuosa legatura inglese settecentesca in marocchino rosso con larga bordura dorata ai piccoli ferri sui piatti, titolo in oro al centro del piatto anteriore, ricchi fregi in oro ai comparti del dorso a cinque nervi. Piccoli strappi a quattro carte alle note marginali, per il resto splendido esemplare. Alla carta di guardia ex libris Hale of Anderley, sotto altro ex libris Robert Blagden Hale, di cui è presente anche una nota di possesso, alla stessa carta con indicazione: ''R.H.B. Hale 1854 May 5''; altro ex libris Estelle Doheny al contropiatto anteriore. Prima edizione della Bibbia Protestante in italiano, tradotta dall'ebraico e dal greco, nonchè commentata da Giovanni Diodati (1576-1649), convertito lucchese nato a Ginevra, amico di Paolo Sarpi e di Milton, professore di Ebraico e di Teologia all'Accademia, attivo membro della comunità accademica ginevrina. La sua stesura era già pronta nel 1603, quando Diodati, non ancora ventottenne, la presentò alla Compagnia dei Pastori di Ginevra. Questa traduzione fu di estrema importanza per le popolazioni di culto Valdese delle valli piemontesi, ed è alquanto rara, anche perché fu duramente avversata nei secoli dai cattolici. Esemplare di illustre provenienza: fu prima nella collezione Hale e poi venne acquisito da Estelle Doheny (1875-1958), rico … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2016-05-18 19:23:36
BIBBIA (La)
(Genève, Jean de Tournes, 1607). 3 parti in 1 volume in-4° (mm. 243x172), pagine (4), 847 (Vecchio Testamento); 178 (i Libri Apocrifi); 314 (Nuovo Testamento). Grande impresa tipografica xilografica al frontespizio, testo su due colonne, testatine, capilettera e finalini xilografici. Lussuosa legatura inglese settecentesca in marocchino rosso con larga bordura dorata ai piccoli ferri sui piatti, titolo in oro al centro del piatto anteriore, ricchi fregi in oro ai comparti del dorso a cinque nervi. Piccoli strappi a quattro carte alle note marginali, per il resto splendido esemplare. Alla carta di guardia ex libris Hale of Anderley, sotto altro ex libris Robert Blagden Hale, di cui è presente anche una nota di possesso, alla stessa carta con indicazione: ''R.H.B. Hale 1854 May 5''; altro ex libris Estelle Doheny al contropiatto anteriore. Prima edizione della Bibbia Protestante in italiano, tradotta dall'ebraico e dal greco, nonchè commentata da Giovanni Diodati (1576-1649), convertito lucchese nato a Ginevra, amico di Paolo Sarpi e di Milton, professore di Ebraico e di Teologia all'Accademia, attivo membro della comunità accademica ginevrina. La sua stesura era già pronta nel 1603, quando Diodati, non ancora ventottenne, la presentò alla Compagnia dei Pastori di Ginevra. Questa traduzione fu di estrema importanza per le popolazioni di culto Valdese delle valli piemontesi, ed è alquanto rara, anche perché fu duramente avversata nei secoli dai cattolici. Esemplare di illustre provenienza: fu prima nella collezione Hale e poi venne acquisito da Estelle Doheny (1875-1958), rico … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2016-05-18 19:23:36
BIBBIA (La)
(Genève, Jean de Tournes, 1607). 3 parti in 1 volume in-4° (mm. 243x172), pagine (4), 847 (Vecchio Testamento); 178 (i Libri Apocrifi); 314 (Nuovo Testamento). Grande impresa tipografica xilografica al frontespizio, testo su due colonne, testatine, capilettera e finalini xilografici. Lussuosa legatura inglese settecentesca in marocchino rosso con larga bordura dorata ai piccoli ferri sui piatti, titolo in oro al centro del piatto anteriore, ricchi fregi in oro ai comparti del dorso a cinque nervi. Piccoli strappi a quattro carte alle note marginali, per il resto splendido esemplare. Alla carta di guardia ex libris Hale of Anderley, sotto altro ex libris Robert Blagden Hale, di cui è presente anche una nota di possesso, alla stessa carta con indicazione: ''R.H.B. Hale 1854 May 5''; altro ex libris Estelle Doheny al contropiatto anteriore. Prima edizione della Bibbia Protestante in italiano, tradotta dall'ebraico e dal greco, nonchè commentata da Giovanni Diodati (1576-1649), convertito lucchese nato a Ginevra, amico di Paolo Sarpi e di Milton, professore di Ebraico e di Teologia all'Accademia, attivo membro della comunità accademica ginevrina. La sua stesura era già pronta nel 1603, quando Diodati, non ancora ventottenne, la presentò alla Compagnia dei Pastori di Ginevra. Questa traduzione fu di estrema importanza per le popolazioni di culto Valdese delle valli piemontesi, ed è alquanto rara, anche perché fu duramente avversata nei secoli dai cattolici. Esemplare di illustre provenienza: fu prima nella collezione Hale e poi venne acquisito da Estelle Doheny (1875-1958), rico … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2016-05-18 19:23:36
BIBBIA (La)
(Genève, Jean de Tournes, 1607). 3 parti in 1 volume in-4° (mm. 243x172), pagine (4), 847 (Vecchio Testamento); 178 (i Libri Apocrifi); 314 (Nuovo Testamento). Grande impresa tipografica xilografica al frontespizio, testo su due colonne, testatine, capilettera e finalini xilografici. Lussuosa legatura inglese settecentesca in marocchino rosso con larga bordura dorata ai piccoli ferri sui piatti, titolo in oro al centro del piatto anteriore, ricchi fregi in oro ai comparti del dorso a cinque nervi. Piccoli strappi a quattro carte alle note marginali, per il resto splendido esemplare. Alla carta di guardia ex libris Hale of Anderley, sotto altro ex libris Robert Blagden Hale, di cui è presente anche una nota di possesso, alla stessa carta con indicazione: ''R.H.B. Hale 1854 May 5''; altro ex libris Estelle Doheny al contropiatto anteriore. Prima edizione della Bibbia Protestante in italiano, tradotta dall'ebraico e dal greco, nonchè commentata da Giovanni Diodati (1576-1649), convertito lucchese nato a Ginevra, amico di Paolo Sarpi e di Milton, professore di Ebraico e di Teologia all'Accademia, attivo membro della comunità accademica ginevrina. La sua stesura era già pronta nel 1603, quando Diodati, non ancora ventottenne, la presentò alla Compagnia dei Pastori di Ginevra. Questa traduzione fu di estrema importanza per le popolazioni di culto Valdese delle valli piemontesi, ed è alquanto rara, anche perché fu duramente avversata nei secoli dai cattolici. Esemplare di illustre provenienza: fu prima nella collezione Hale e poi venne acquisito da Estelle Doheny (1875-1958), rico … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2016-05-18 19:23:36
BIBBIA (La)
(Genève, Jean de Tournes, 1607). 3 parti in 1 volume in-4° (mm. 243x172), pagine (4), 847 (Vecchio Testamento); 178 (i Libri Apocrifi); 314 (Nuovo Testamento). Grande impresa tipografica xilografica al frontespizio, testo su due colonne, testatine, capilettera e finalini xilografici. Lussuosa legatura inglese settecentesca in marocchino rosso con larga bordura dorata ai piccoli ferri sui piatti, titolo in oro al centro del piatto anteriore, ricchi fregi in oro ai comparti del dorso a cinque nervi. Piccoli strappi a quattro carte alle note marginali, per il resto splendido esemplare. Alla carta di guardia ex libris Hale of Anderley, sotto altro ex libris Robert Blagden Hale, di cui è presente anche una nota di possesso, alla stessa carta con indicazione: ''R.H.B. Hale 1854 May 5''; altro ex libris Estelle Doheny al contropiatto anteriore. Prima edizione della Bibbia Protestante in italiano, tradotta dall'ebraico e dal greco, nonchè commentata da Giovanni Diodati (1576-1649), convertito lucchese nato a Ginevra, amico di Paolo Sarpi e di Milton, professore di Ebraico e di Teologia all'Accademia, attivo membro della comunità accademica ginevrina. La sua stesura era già pronta nel 1603, quando Diodati, non ancora ventottenne, la presentò alla Compagnia dei Pastori di Ginevra. Questa traduzione fu di estrema importanza per le popolazioni di culto Valdese delle valli piemontesi, ed è alquanto rara, anche perché fu duramente avversata nei secoli dai cattolici. Esemplare di illustre provenienza: fu prima nella collezione Hale e poi venne acquisito da Estelle Doheny (1875-1958), rico … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     563 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2019 viaLibri™ Limited. All rights reserved.