The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1583
2017-10-04 16:36:32
TARTAGLIA, Nicolò
Appresso Camillo Castelli - Curzio Troiano Navò, 1583. Tre opere in 1 volume in 4°. Legatura in pergamena dell'epoca (cuffia inferiore restaurata). Comprende: I) La Nova Scientia, pp. (4), 34, frontespizio inciso raffigurante le allegorie delle discipline matematiche. Opera che tratta di balistica, Tartaglia fu il primo a porne le fondamenta e a trattarla geometricamente. Cfr. Riccardi, 497. II) Il primo (ottauo) libro delli quesiti, et inuentioni diuerse de Nicolo Tartaglia. Cc. 5-94. Titolo ricavato dall'intitolazione, le prime 4 cc. risultano mancanti anche nelle copie descritte dai principali cataloghi. III) Regola generale di soleuare ogni fondata naue & nauilii con ragione. Cc. (32). Con due tavole ripiegate alla fine del trattato. Sulla pagina del titolo illustrazione raffigurante un vascello semiaffondato. L'opera illustra il metodo inventato dal Tartaglia per recuperare le navi affondate, e tratta anche della fisica dei corpi, del loro peso specifico e galleggiamento. Cfr. Adams, T-187; Choix 7856; Riccardi, 504. Alla fine marca tipografica e colophon. In tutte e tre le opere numerose illustrazioni xilografiche.
Bookseller: Libreria antiquaria Atlantis
2017-10-03 14:12:50
Brunschwig, H.
4 Bl., CLI S., kl.4o, Halbleineneinband des 19. Jh. Durling 751 (kein weiteres Exemplar in NUC), B 8739, Waller 1583. Nicht im BL, German books und bei Wellcome.Gesundheitslexikon für das Haus des 16. Jahrhunderts mit Krankheitsbeschreibungen und Rezepturen für deren Heilung u.a. über Zahnschmerzen.Seltene Ausgabe dieses für das praktische Leben und die Kulkturgeschichte der Zeit aufschlußreichen Buches. - Durchgehend tls. stärker fleckig, Name auf Titel, letztes Blatt obere Ecke ergänzt.
Bookseller: Mephisto-Antiquariat-Galerie-Kunsthandel [Germany]
2017-09-29 02:54:56
AUDEBERT (Germain).
Venetiis, Apud Aldum, 1583, in-4 de (16)-181 pp. plein vélin de l'époque (taché), titre manuscrit à la plume à l'envers, au bas du dos. -Mouillure sur la majorité des ff.. Edition originale.Renouard, Alde, p. 233 n° 6.Germain Audebert est né à Orléans vers 1520. Il prit le chemin de l'Italie en 1539 pour y séjourner plusieurs années. De retour à Orléans, il y cultiva les lettres en "humaniste des plus distingués" et entretint des relations avec "une foule d'érudits et de beaux esprits." (Picot)."En 1574, c'est au tour de son fils, Nicolas, de faire le pèlerinage humaniste qui consiste à parcourir l'Italie []. Le jeune Nicolas emporte avec lui de longs fragments des trois poèmes composés par son père sur Venise, Rome et Naples. On entrevoit ici que la fonction des poèmes de Germain lors du voyage de Nicolas est de fournir à ce dernier un moyen d'entrer en contact direct " avec les hommes doctes les plus renommés" en leur soumettant un texte qui bien souvent leur renvoie une image flatteuse d'eux-mêmes." (Le poète et son uvre, Actes du colloque de Valenciennes, 1999, pp. 85-86)."Son premier ouvrage, qui est consacré à la louange de Venise, est le plus important. Le poème, divisé en trois chants, contient une description exacte, et parfois même très minutieuse, de la ville des doges. Son histoire, sa construction, ses poissons et ses coquillages, ses monuments, ses palais, ses trésors, ses gondoles, ses théâtres et ses foires attirent successivement l'attention de l'auteur. Germain rappelle avec reconnaissance l'accueil bienveillant qu'il reçut de Guillaume Pellicier, qui diri … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Librairie Philippe Sérignan [France, Avignon]
2017-09-26 17:37:46
WAGHENAER, Lucas Jansz.
Amsterdam: (1583). 330 x 520 mm., dark impression, light soiling and staining to margins, paper fault to lower right margin, some small holes filled with old paper at centrefold, only visible from the verso, otherwise a very good example.; Lucas Janszoon Waghenaer (c.1553-1606) was one of many Dutchmen who sailed the trading waters from Holland as far afield as Spain and the Baltic Sea. He retired from the sea in 1579 and began production of charts using the knowledge he had gained. Part one of the 'Spieghel der Zeevaerdt' was published to critical acclaim in 1583, the second part followed in 1585. They are the first modern published sea charts and were engraved by the van Deutecom brothers. They were both functional and of great artistic merit. This rare chart is in its second state with the both Dutch and Latin titles and depicts the coast of England from St. Ives round to Plymouth in Cornwall and displays the Sorlinges or Scilly Islands. This first printed series of sea-charts was first printed in 1584 and for the following edition in 1585 a Latin title was added to the plate. Koeman (1967-70) IV p. 474 no. 20a.
Bookseller: Clive A Burden Ltd. [UNITED KINGDOM]
2017-09-26 13:47:46
William, Lord Burghley [?Thomas Norton] Cecil
London: Printed by Christopher Barker, 1583. Modern card covers, a trifle spotted, printed paper label, light browning, else sound with good margins; the Taussig copy The tract complementing Cecil's "Execution of Justice", further seeking to justify the torture of the Jesuit, Edward Campion, defending why it was used, how it was reluctantly undertaken, and then only mildy administered--all "to strain credulity
Bookseller: Meyer Boswell Books, Inc.
Check availability:
2017-09-22 10:27:09
Mercuriale Geronimo
4to (cm. 22,6), 8 cc.nn., 107 cc.., 1 c.nn. (bianca) (segue) Idem, De venenis et morbis venenosis Tractatus locupletissimi... Ex voce excellentissimi Hieronymi Mercurialis Forolivien. Medici clarissimi diligenter excepti, atque in Libros duos sigesti: Opera Alberti Stheligij..., Ibidem 1584, 4 cc.nn., 44 cc. (segue), Gavasseti Michele, Gavassetii Michaelis nivellariensis philosophi et medici... Libri duo . Alter Natura cauterij & eius accidentibus. Alter de praeludijs anatomicis seu totius artis medica fundamentis..., Venetiis apud Paulum Meietum 1584, 12 cc.nn., 77 (i.e. 78) cc. Legatura ‘700 in piena pergamena rigida con titolo manoscritto su tassello dipinto al dorso (bruniture e timbro scurito al dorso). Nel complesso ottimo esemplare con freschi interni. Pregevole raccolta di tre rari scritti in prima edizione. Durling, 3099, 3105 e 2029.
Bookseller: Libreria Antiquaria Ex Libris s.r.l.
2017-09-21 10:31:23
Lucrezio Caro Tito
Apud haeredes A. Wecheli, 1583. Cm 17 x 10.5, legatura successiva in mezza pelle con piatti marmorizzati, tassello con titoli in oro al dorso a 4 scomparti,marca tipografica incisa al frontespizio, dorso e piatti usurati e copertina allentata, con marginali bruniture, testo latino, pg 68,884,(196) 1 volume cm 17 x 10.5, half-leather binding with marbled covers wear and tear, letter piece with gilt titles to the 4 ribbed back, engraved printer’s mark to the frontispiece , break to the hinges, marginal browning, Latin text, pp 8, 884, (196) [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Redaelli Alberto [Milano, Italy]
2017-09-16 08:06:28
Vredeman de Vries, Hans; RYFF; Vitruvius Pollio, M
Bookseller: Ursus Rare Books [U.S.A.]
Check availability:
2017-09-16 08:06:28
Vredeman de Vries, Hans; RYFF; Vitruvius Pollio, M
1583. VREDEMAN DE VRIES, Hans. Hortorvm Viridariorvmque elegantes & multiplicis formae...delineatae a Iohanne Vredmanno Frisio. Contents include engraved title with and architectural border followed by 28 engraved plates by Philips Galle after Hans Vredeman de Vries. Antwerp: Philips Galle, 1583. BOUND AFTER: VITRUVIUS POLLIO, Marcus. Vitruuius Des aller namhafftigisten vnnd Hocherfarnesten Romischen architecti unnd Kunstreichen Werck oder Bawmaysters. Zehen Bucher von der Architektur und kunstlichem Bawen. Ein Schlussel und einleytung aller Mathematischen vnnd Mechanischen Kunst... Erstmals verteutschtunnd in Truck verordnet durch Gualtherum Rivium. [36], dclxxxii, [2] pp. Illustrated throughout with 190 woodcuts in text, plus woodcut printer's device at the end. Folio, 320 x 205 mm, bound in German vellum dated 1605, gilt embossed coat-of- arms of the German family vom Hagen, the initials C[hristoph] V[om] H[agen] with 1605 below on the front cover. Basel: Henricpetri, 1575. A sammelband of two important illustrated works on architecture, landscape design and perspective, bound in a contemporaneous binding from a Noble German family. Ad1: First edition for both suites. Hans Vredeman de Vries' book Hortorvm Viridariorvmque elegantes... is considered to be the first book which presents a group of garden projects in the Renaissance style. Vredeman de Vries (ca. 1527-1606) was a much celebrated Dutch architect and draughtsman whose model books and works on perspective disseminated the new artistic innovations of Renaissance Italy to Northern Europe. … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Ursus Rare Books [U.S.A.]
Check availability:
2017-09-16 08:06:28
Vredeman de Vries, Hans; RYFF; Vitruvius Pollio, M
Bookseller: Ursus Rare Books [New York, NY, U.S.A.]
2017-09-16 08:06:28
Vredeman de Vries, Hans; RYFF; Vitruvius Pollio, M
1583. VREDEMAN DE VRIES, Hans. Hortorvm Viridariorvmque elegantes & multiplicis formae...delineatae a Iohanne Vredmanno Frisio. Contents include engraved title with and architectural border followed by 28 engraved plates by Philips Galle after Hans Vredeman de Vries. Antwerp: Philips Galle, 1583. BOUND AFTER: VITRUVIUS POLLIO, Marcus. Vitruuius Des aller namhafftigisten vnnd Hocherfarnesten Romischen architecti unnd Kunstreichen Werck oder Bawmaysters. Zehen Bucher von der Architektur und kunstlichem Bawen. Ein Schlussel und einleytung aller Mathematischen vnnd Mechanischen Kunst... Erstmals verteutschtunnd in Truck verordnet durch Gualtherum Rivium. [36], dclxxxii, [2] pp. Illustrated throughout with 190 woodcuts in text, plus woodcut printer's device at the end. Folio, 320 x 205 mm, bound in German vellum dated 1605, gilt embossed coat-of- arms of the German family vom Hagen, the initials C[hristoph] V[om] H[agen] with 1605 below on the front cover. Basel: Henricpetri, 1575. A sammelband of two important illustrated works on architecture, landscape design and perspective, bound in a contemporaneous binding from a Noble German family. Ad1: First edition for both suites. Hans Vredeman de Vries' book Hortorvm Viridariorvmque elegantes... is considered to be the first book which presents a group of garden projects in the Renaissance style. Vredeman de Vries (ca. 1527-1606) was a much celebrated Dutch architect and draughtsman whose model books and works on perspective disseminated the new artistic innovations of Renaissance Italy to Northern Europe. … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Ursus Books [U.S.A.]
Check availability:
2017-09-13 15:10:51
Nachdruck anonymer kolorierter Kupferstich. Titelseite von: Famiani Stradae Romani E Societate Iesu De Bello Belgico Decas Secunda... von Famiano Strada. Die Karte gehört zu einer Serie, die als "Leo Belgicus" bekannt ist und 1583 von Michael Aitzinger begonnen wurde. Viele Kartographen haben die Idee verwendet, unter ihnen C.J. Visscher, Jan van Doetecum, Peter van den Keere.46,5x34 cm, Blatt vergilbt, ansonsten guter ZustandThe Seventeen Provinces of the Low Countries depicted in the form of a lion was first introduced by the Austrian nobleman Baron Michael Aitzinger. This image of 'Leo Belgicus' proved very popular, even if after the political situation had altered considerably. There are four main variants as follows:1. The Lion standing on its hind legs, facing east (to the right of the page), the earliest form. 2. The Lion standing, facing southward, first appearing circa 1611. 3. The Lion seated, in peaceful mood, produced at the time of the Twelve Years Truce (1609-1621). 4. The 'Leo Hollandicus', produced and published as it became increasingly clear that the Seven United Provinces would win its independence. This curious form of cartography continued for over two centuries, being redrawn and redesigned by many artists and remains today as one of the highpoints in 'Golden Age' mapmaking.De Bello Belgico, published by Famiani Strada in Rome in 1632 Strada was a Jesuit teacher who was politically sympathetic to the Spaniards and wrote an extensive historical piece, discussing the Dutch wars of independence. This early map shows the Belgian Lion seated, right for … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Antiquariat Liber Antiqua [Austria]
2017-09-12 13:16:34
Arnobio
EX TYPOGRAPHIA DOMINICI BASAE, 1583. fuori collana pp.255 rilegato in pergamena ( rilegatura del '700 ) "Disputationum adversus gentes" di Arnobio il Vecchio o Arnobio di Sicca (255-327) è un'opera apologetica in 7 libri, scritta nel prima del 311. Testo in latino con glosse editoriali anche in greco. L'autore, maestro di Lattanzio, difende la sua conversione al cristianesimo e sostiene la verità della nuova religione. discreto ( la copertina rischia di slegarsi )
Bookseller: Libreria Ceccherelli
2017-09-10 15:36:01
TROTTI (Bernardo)
In Torino, Nella Stampa de gl'heredi del Bevilaqua,1583. In-12, [20]-421-[61]p. Seconda edizione. Ritratto dell'autore xilografato su legno sul dorso della pagina del titolo. Due pagine dell'introduzione sono state rilegate alla fine del volume, tra le ultime pagine del sommario. Fioriture alla base delle prime 100 pagine ma, nel complesso, un buon esemplare. Deuxième édition, la première datant de 1578. Avec un portrait de l'auteur gravé sur bois au dos de la page de titre. Deux des feuillets d'introduction ont été reliés en fin de volume, entre les dernières pages de la table des matières. Mouillure en pied des 100 premières pages, autrement dans l'ensemble, bon exemplaire.
Bookseller: Librairie Le Cabinet D'Amateur [CH]
2017-09-07 15:59:09
Ortelius, Abraham, Philipp Galle und Peter Heyns:
Antwerpen, Plantin und Galle 1583. Sehr seltene Kupferstich-Karte aus dem Atlas \"Le Miroir du Monde (Anvers, 1583), der ersten franzöisischen Ausgabe von \"Spieghel der Werelt\", einer verkleinerten Ausgabe von Ortelius großem Atlas. Die Karten wurden gestochen von Philipp Galle, den Text lieferte Peter Heyns. - rückseitig mit französichem Text bedruckt - Blattmasse: ca. 18 x 14 cm - Plattebmasse: ca. 10,5 x 8 cm - gut erhalten. -- Very rare engraved map from the Atlas \"Le Miroir du Monde\" from 1583, the first french edition of \"Spieghel der Werelt, with the maps engraved by Philips Galle and the text by Pieter Heyns. - with French text printen on backside - size of sheet: circa 7 x 5.5 inches - good condition. | Dies ist ein Original! - Kein Nachdruck! - Keine Kopie! -- This is an original! - No copy! - No reprint! Versand D: 5,00 EUR
Bookseller: Antiquariat Völkel
2017-09-07 15:23:27
Mercuriale, Girolamo; Chrosciejowski, Jan
Venetiis: Apud Paulum Meietum Bibliopolam Pat. Paper wraps with vellum backstrip; 8vo (165x232mm); [16], 107 leaves (numbered on the recto only), collates complete. A few instances of contemporary marginalia. Girolamo Mercuriale (1530-1606) was an Italian physician born in the city of Forli. His most famous work De Arte Gymnastica (1569), which looked at the role diet and exercise in maintainiong health. The current work, which was first published a year earlier in 1583, addresses diseases in children. Near Fine. [Attributes: First Edition; Soft Cover]
Bookseller: Sanctuary Books, A.B.A.A. [New York, NY, U.S.A.]
2017-09-04 08:56:18
HERODOTUS.
Basel S. Henricpetri 1583 - 8vo, pp. [xcvi], 651, [1] colophon, [3] blank; and with device on verso of final leaf; a very good copy in contemporary vellum: slightly damp stained at end. Ownership inscription dated 1719 on title-page. A well-printed edition of Heresbach's text (first printed in Cologne, 1526), which remained the standard version of Herodotus throughout the century even after Estienne published his edition of Valla's translation in 1566. Konrad Heresbach had been closely associated with Erasmus, working with him at Froben's printing house in Basel in the early 1520s, and tutoring Froben's young son. VD 16 H2514; Adams H405; this edition not in BMC German.
Bookseller: Christopher Edwards ABA ILAB [United Kingdom]
2017-09-03 11:06:07
GUICCIARDINI Francesco
presso Giorgio Angelieri, 1583. In-8 p. (mm. 207x135), 2 parti in 1 vol., p. pergam. antica (risg. rifatti), tit. ms. al dorso, 8 cc.nn., 9 cc.num. (relative al "Giudicio.. di questa Historia", con autonomo frontesp.), 1 c.b., 38 cc.nn. (Indici e la vita dell'A.), 488 cc.num.; 112 cc.num. La seconda parte contiene ""gli ultimi quattro libri"". Marca tipografica xilografata ai due frontespizi, testo ornato da grandi capilettera, pure inc. su legno. ".. Con un Giudicio fatto dal medesimo (Porcacchi), per discoprir tutte le bellezze di questa Historia: & una Raccolta di tutte le Sententie sparse per l'Opera.. Aggiuntovi la Vita dell'Auttore, scritta da M. Remigio Fiorentino". Pregevole edizione veneziana, curata dal Porcacchi, del capolavoro della storiografia rinascimentale, la cui narrazione corre dalla calata in Italia di Carlo VIII sino al sacco di Roma (1527) e alla caduta della Repubblica Fiorentina (1530). Seconda edizione impressa dall'Angelieri (dopo quella del 1574). Cfr. Adams,G-1514 - Gamba,563 (in Nota): "Avvertasi che il 'Giudizio sulla storia' dal Porcacchi promesso nel frontispizio, trovasi impresso a parte, ed in carattere più grosso". Leggerm. rifilato, con uniformi arross. più o meno lievi solo su alc. carte, altrimenti buon esemplare.
Bookseller: Libreria Antiquaria Malavasi [IT]
2017-09-03 11:06:07
GUICCIARDINI Francesco
Vinegia, presso Giorgio Angelieri, 1583. In-8 p. (mm. 207x135), 2 parti in 1 vol., p. pergam. antica (risg. rifatti), tit. ms. al dorso, 8 cc.nn., 9 cc.num. (relative al “Giudicio.. di questa Historia”, con autonomo frontesp.), 1 c.b., 38 cc.nn. (Indici e la vita dell'A.), 488 cc.num.; 112 cc.num. La seconda parte contiene “"gli ultimi quattro libri"”. Marca tipografica xilografata ai due frontespizi, testo ornato da grandi capilettera, pure inc. su legno. “.. Con un Giudicio fatto dal medesimo (Porcacchi), per discoprir tutte le bellezze di questa Historia: & una Raccolta di tutte le Sententie sparse per l'Opera.. Aggiuntovi la Vita dell'Auttore, scritta da M. Remigio Fiorentino”. Pregevole edizione veneziana, curata dal Porcacchi, del capolavoro della storiografia rinascimentale, la cui narrazione corre dalla calata in Italia di Carlo VIII sino al sacco di Roma (1527) e alla caduta della Repubblica Fiorentina (1530). Seconda edizione impressa dall'Angelieri (dopo quella del 1574). Cfr. Adams,G-1514 - Gamba,563 (in Nota): “Avvertasi che il ‘Giudizio sulla storia' dal Porcacchi promesso nel frontispizio, trovasi impresso a parte, ed in carattere più grosso”. Leggerm. rifilato, con uniformi arross. più o meno lievi solo su alc. carte, altrimenti buon esemplare.
Bookseller: Libreria Malavasi sas
Check availability:
2017-08-29 00:50:32
Follerio, Pietro
apud haeredes Bartholomaei Rubini, Venetiis 1583 - in 4°, 21 cm, rilegatura coeva in pergamena morbida, p. (32), 286, (2). Il frontespizio, la dedica e una parte dell'indice sono stati sostituiti (dal rilegatore) con quelli di un'altra opera del Follerio: "Practica criminalis dialogica. plurimum aucta ab eodem auctore.", stampata sempre a Venezia, ma da Zaltieri nel 1587, diversi capi lettera ornati e decorati. Piccoli e leggeri aloni alla parte superiore di alcune pagine che non disturba il testo, segno di tarlo alla base di 10 carte lontano dal testo; esemplare molto buono con ordinate scritte dell'epoca al verso della pergamena
Bookseller: Studio Bibliografico Orfeo (ALAI - ILAB)
Check availability:
2017-08-29 00:50:32
Follerio, Pietro
apud haeredes Bartholomaei Rubini, 1583. in 4°, 21 cm, rilegatura coeva in pergamena morbida, p. (32), 286, (2). Il frontespizio, la dedica e una parte dell'indice sono stati sostituiti (dal rilegatore) con quelli di un'altra opera del Follerio: "Practica criminalis dialogica... plurimum aucta ab eodem auctore...", stampata sempre a Venezia, ma da Zaltieri nel 1587, diversi capi lettera ornati e decorati. Piccoli e leggeri aloni alla parte superiore di alcune pagine che non disturba il testo, segno di tarlo alla base di 10 carte lontano dal testo; esemplare molto buono con ordinate scritte dell'epoca al verso della pergamena
Bookseller: Studio Bibliografico Orfeo (ALAI-ILAB)
2017-08-16 16:40:13
Gallagher, L. J.
1583. XXII, 617 pp. incl. index in English & Chinese languages. Cloth with dustjacket. A good copy.
Bookseller: Antiquariat Inlibris
2017-08-14 12:20:22
CESALPINO, Andrea (CAESALPINUS, Andreas)
Florence: Giorgio Marescotti, 1583. 1st Edition. Hardcover. 4to - over 9¾ - 12" tall. 4to (220x154 mm). [40], 621, [11] pp. Woodcut printer's device on title and at end, woodcut initials, some historiated. Variant title page with "Duce" in 9th line. Contemporary vellum (old remboitage binding), spine hand-lettered, faded blue edges. A few leaves with faint stains or mostly marginal spotting, fore edge with small ink stain affecting a few leaves to the end, title-page with small ink corrosion hole inside signature. Provenance: Savgiano(?) (early signature in ink on title); "B.M." (manuscript note on title); "M no. 2J" (early note in ink on title); Warren H. Corning, Library of the Holden Arboretum (bookplate to front pastedown). Good copy, collated complete. ---- Dibner 20; PMM 97; Sparrow 34; Norman 432; Pritzel 1640; Adams C-20; BM/STC Italian p. 134; Cleveland Collections 122, Holden Arboretum Copy 2 (this copy). - THE VERY RARE FIRST EDITION OF "THE FIRST TRUE TEXTBOOK OF BOTANY" (DSB). The first book of this text is of outstanding historical importance. Here, in thirty pages of admirably clear Latin, Cesalpino presented the principles of botany, grouping a wealth of careful observations under broad categories, on the model of Aristotle and Theophrastus. "Caesalpinus's philosophy is Aristotelian: plants have a vegetable soul which is responsible for nutrition and for the reproduction of organisms. Nutrition was believed to come from the roots in the soil and to be carried up the stems to produce the fruit. Hence, the roots, stems and fruit are the main characteristics se … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Milestones of Science Books [Germany]
2017-07-26 17:12:16
Abraham ORTELIUS
Anversa 1583 - Carta geografica tratta dal "Epitome du Theatre" di Ortelius,edizione francese, edita da Philip Galle nel 1588. Per questa pubblicazione il Galle incide una seconda serie di lastre, tutte differenti da quelle utilizzate per la prima volta nel 1577 nella prima versione dell'Epitome, la riduzione tascabile dell'atlante di Ortelius. Tuttavia alcune carte, compresa questa, rimangono dalla prima versione. Incisione in rame, finemente colorata a mano, in perfetto stato di conservazione. Map taken form the "Epitome du Theatre", french text edition published by Philip Galle in 1588. Philip Galle engraved a second series of miniature plates for his pocket Ortelius atlas, They are altogether plainer and clearer, with less detail and decoration and easily distinguished from the first series, published in 1577. Copperplate with fine colour, perfect conditions. King, Miniature Antique Maps, pp. 64/65. Dimensioni 110 80mm [Attributes: Soft Cover]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-07-21 12:20:10
Ortelius, Abraham, Philipp Galle und Peter Heyns:
Antwerpen, Plantin und Galle 1583. Sehr seltene Kupferstich-Karte aus dem Atlas \"Le Miroir du Monde (Anvers, 1583), der ersten franzöisischen Ausgabe von \"Spieghel der Werelt\", einer verkleinerten Ausgabe von Ortelius großem Atlas. Die Karten wurden gestochen von Philipp Galle, den Text lieferte Peter Heyns. - rückseitig mit französichem Text bedruckt - Blattmasse: ca. 18 x 14 cm - Plattebmasse: ca. 10,5 x 8 cm - gut erhalten. -- Very rare engraved map from the Atlas \"Le Miroir du Monde\" from 1583, the first french edition of \"Spieghel der Werelt, with the maps engraved by Philips Galle and the text by Pieter Heyns. - with French text printen on backside - size of sheet: circa 7 x 5.5 inches - good condition. | Dies ist ein Original! - Kein Nachdruck! - Keine Kopie! -- This is an original! - No copy! - No reprint! Versand D: 5,00 EUR
Bookseller: Antiquariat Völkel
2017-07-12 16:20:52
TERENCE
Paris, Gabriel Buon, 1583, 1583 In-16, (8)-367 feuillets, vignette de titre gravée sur bois. Reliure plein vélin souple à recouvrement époque. Edition latine du texte établi par Marc-Antoine Muret avec la traduction en prose de Jean Bourlier. La première édition de la traduction de Bourlier avait paru en 1566, mais sur un texte fautif. Cette édition fut partagée par un certain nombre de libraires parisien dont Courbon, Le Fizelier et Gueffier.
Bookseller: LIBRAIRIE GIARD [LILLE, France]
2017-07-12 10:05:28
ARNOBIUS, of Sicca & MINUCII, M. Felices octavianus
De Licentia Superiorum: Romae, Ex Typographia Dominici Basae, M D LXXXIII. (a la fin: Romae Excudebat Franciscus Zannettus 1583), 1583, - in-8vo, (19.5x14 cm), 8 ff. + 255 p. + 21 p. n.n. (Index), titre avec grande vignette gravée, taches d?eau, qqs lettrines gravées sur bois, ex libris M.F. Théremin Pasteur, page de garde avec notice ms. sur l?auteur. Sur titre: tampon ovale ?Fs Theremin Pasteur? (XIXè) et manuscr. ?D. R. Bridellus? (XVIè), parchemin d?époque, dos noirci, charnière int. au verso fendu (montrant des bouts de manuscrit ancien à l?intérieur). Please notify before visiting to see a book. Prices are excl. VAT/TVA (only Switzerland) & postage. Adams 1997.
Bookseller: Harteveld Rare Books Ltd.
Check availability:
2017-07-09 20:11:10
Regentenspiegel - Schuward, Johannes:
Leipzig, Grosse, 1583. Folio, circa 32,5 x 22,5. 28 Bll., 799, 174 SS., 33 Bll., mit 1 Wappenholzschnitt im Text und grosser Druckermarke am Schluss, Titel in Rot und Schwarz Blindgeprägtes Schweinsleder d. Zt., vorne mit figürlicher Platte (Potrait August Kurfürst von Sachsen), hinten Wappen "VD16 S 4514; Goed II, 364; ADB XXXIII, 150f. Erste Ausgabe dieses umfangreichen Werkes, in dem der protestantische Dichter Schuward das Wesen und Wirken der Regenten erklärt. Die Liste der Quellen zu Beginn ist sehr eindrucksvoll und tatsächlich werden einige Hundert Autoren zitiert mit Aussagen darüber, wie ein Herrscher sein sollte, wie er oft tatsächlich ist, wie es ihm und seinen Untertanen gut oder schlecht ergehen kann und wie er entsprechend enden könnte etc. Interessanterweise nimmt das Kapitel über die Laster der Regenten den weitaus grössten Teil ein, wobei nicht nur die Untaten der römischen Caesaren aufgezählt, sondern auch lange Listen neuzeitlicher Korruption aufgeführt werden. Schliesslich folgen Kataloge mit Herrschaftsabfolgen sortiert nach verschiedenen Ländern. "Die Regententafel zählt z. B. 48 biblische Ehrentitel und 46 Laster der Obrigkeit auf, bringt aber auch nützliche historische und geographische Uebersichten." (ADB). - Hübscher Prägeband, vorne mit Portrait des Kurfürsten August von Sachsen. Deckel kaum sichtbar hinterlegt, Vorsätze erneuert, äusserlich kaum merkliche Restaurierungen. Papierbedingt etwas gebräunt, wenige Lagen stärker, etwas fleckig, zu Beginn und am Ende etwas knittrig in den Rändern, insgesamt aber gut erhalten und in hübschem, dekorativem … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Antiquariat Thomas Rezek [München, Germany]
2017-07-06 19:03:35
Abraham Ortelius & Peeter Heyns
Anversa, 1583. Mappa tratta dalla seconda edizione in lingua francese de Le Miroir du Monde. Le Miroir du Monde è l’edizione in lingua francese in prosa dello Spieghel der Werelt, il primo atlante tascabile pubblicato nel 1577, in lingua olandese, da Philip Galle, con testo in rima curato da Peeter Heyns, e stampato dalla tipografia Plantin. Lo Spieghel der Werelt era una versione ridotta del Theatrum Orbis Terrarum di Ortelius. Le lastre, quasi tutte derivate dal Theatrum, furono disegnate e incise da Philip Galle. Due anni dopo, nel 1579, fu data alle stampe l’edizione in lingua francese in prosa, perché Heyns non aveva avuto il tempo necessario per la resa in versi, col titolo Le Miroir du Monde. Il successo di questa edizione francese, è provato proprio dalla seconda edizione pubblicata a soli 4 anni di distanza, nel 1583. Complessivamente Galle pubblicò 5 edizioni in lingua francese, di cui solo le prime due con il titolo Le Miroir du Monde; a partire dal 1588, e così per le edizioni del 1590 e del 1598, il titolo dell’opera fu modificato in Epitome du thétre du Monde d’Abraham Ortelius, e il nome di Peeter Heyns non figurò più sul frontespizio. Rispetto alla prima edizione del 1579, che conteneva 72 mappe, la seconda edizione fu aumentata di 11 nuove mappe, per un totale di 83 tavole. Dal 1577 al 1598, Galle & Heyns pubblicarono ben 11 edizione, di cui l’ultima – edita nell’anno della morte di Ortelius – conteneva ben 123 mappe. Map published taken from the second French edition of ‘Le Miroir du Monde’, published by Galle & Heyns in 1583, printed by Plantin. Le Miror … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-07-06 19:03:35
Abraham Ortelius & Peeter Heyns
Anversa 1583 - Mappa tratta dalla seconda edizione in lingua francese de Le Miroir du Monde Le Miroir du Monde è l’edizione in lingua francese in prosa dello Spieghel der Werelt, il primo atlante tascabile pubblicato nel 1577, in lingua olandese, da Philip Galle, con testo in rima curato da Peeter Heyns, e stampato dalla tipografia Plantin. Lo Spieghel der Werelt era una versione ridotta del Theatrum Orbis Terrarum di Ortelius. Le lastre, quasi tutte derivate dal Theatrum, furono disegnate e incise da Philip Galle. Due anni dopo, nel 1579, fu data alle stampe l’edizione in lingua francese in prosa, perché Heyns non aveva avuto il tempo necessario per la resa in versi, col titolo Le Miroir du Monde. Il successo di questa edizione francese, è provato proprio dalla seconda edizione pubblicata a soli 4 anni di distanza, nel 1583. Complessivamente Galle pubblicò 5 edizioni in lingua francese, di cui solo le prime due con il titolo Le Miroir du Monde; a partire dal 1588, e così per le edizioni del 1590 e del 1598, il titolo dell’opera fu modificato in Epitome du thétre du Monde d’Abraham Ortelius, e il nome di Peeter Heyns non figurò più sul frontespizio. Rispetto alla prima edizione del 1579, che conteneva 72 mappe, la seconda edizione fu aumentata di 11 nuove mappe, per un totale di 83 tavole. Dal 1577 al 1598, Galle & Heyns pubblicarono ben 11 edizione, di cui l’ultima – edita nell’anno della morte di Ortelius – conteneva ben 123 mappe. Map published taken from the second French edition of ‘Le Miroir du Monde’, published by Gal … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-07-06 19:03:35
Abraham Ortelius & Peeter Heyns
Anversa, 1583. Mappa tratta dalla seconda edizione in lingua francese de Le Miroir du Monde. Le Miroir du Monde è l’edizione in lingua francese in prosa dello Spieghel der Werelt, il primo atlante tascabile pubblicato nel 1577, in lingua olandese, da Philip Galle, con testo in rima curato da Peeter Heyns, e stampato dalla tipografia Plantin. Lo Spieghel der Werelt era una versione ridotta del Theatrum Orbis Terrarum di Ortelius. Le lastre, quasi tutte derivate dal Theatrum, furono disegnate e incise da Philip Galle. Due anni dopo, nel 1579, fu data alle stampe l’edizione in lingua francese in prosa, perché Heyns non aveva avuto il tempo necessario per la resa in versi, col titolo Le Miroir du Monde. Il successo di questa edizione francese, è provato proprio dalla seconda edizione pubblicata a soli 4 anni di distanza, nel 1583. Complessivamente Galle pubblicò 5 edizioni in lingua francese, di cui solo le prime due con il titolo Le Miroir du Monde; a partire dal 1588, e così per le edizioni del 1590 e del 1598, il titolo dell’opera fu modificato in Epitome du thétre du Monde d’Abraham Ortelius, e il nome di Peeter Heyns non figurò più sul frontespizio. Rispetto alla prima edizione del 1579, che conteneva 72 mappe, la seconda edizione fu aumentata di 11 nuove mappe, per un totale di 83 tavole. Dal 1577 al 1598, Galle & Heyns pubblicarono ben 11 edizione, di cui l’ultima – edita nell’anno della morte di Ortelius – conteneva ben 123 mappe. Map published taken from the second French edition of ‘Le Miroir du Monde’, published by Galle & Heyns in 1583, printed by Plantin. Le Miror … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-07-06 19:03:35
Abraham Ortelius & Peeter Heyns
Anversa. Mappa tratta dalla seconda edizione in lingua francese de Le Miroir du Monde. Le Miroir du Monde è l’edizione in lingua francese in prosa dello Spieghel der Werelt, il primo atlante tascabile pubblicato nel 1577, in lingua olandese, da Philip Galle, con testo in rima curato da Peeter Heyns, e stampato dalla tipografia Plantin. Lo Spieghel der Werelt era una versione ridotta del Theatrum Orbis Terrarum di Ortelius. Le lastre, quasi tutte derivate dal Theatrum, furono disegnate e incise da Philip Galle. Due anni dopo, nel 1579, fu data alle stampe l’edizione in lingua francese in prosa, perché Heyns non aveva avuto il tempo necessario per la resa in versi, col titolo Le Miroir du Monde. Il successo di questa edizione francese, è provato proprio dalla seconda edizione pubblicata a soli 4 anni di distanza, nel 1583. Complessivamente Galle pubblicò 5 edizioni in lingua francese, di cui solo le prime due con il titolo Le Miroir du Monde; a partire dal 1588, e così per le edizioni del 1590 e del 1598, il titolo dell’opera fu modificato in Epitome du thétre du Monde d’Abraham Ortelius, e il nome di Peeter Heyns non figurò più sul frontespizio. Rispetto alla prima edizione del 1579, che conteneva 72 mappe, la seconda edizione fu aumentata di 11 nuove mappe, per un totale di 83 tavole. Dal 1577 al 1598, Galle & Heyns pubblicarono ben 11 edizione, di cui l’ultima – edita nell’anno della morte di Ortelius – conteneva ben 123 mappe. Map published taken from the second French edition of ‘Le Miroir du Monde’, published by Galle & Heyns in 1583, printed by Plantin. Le Miror du Mon … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-07-06 19:03:35
Abraham Ortelius & Peeter Heyns
Anversa, 1583. Mappa tratta dalla seconda edizione in lingua francese de Le Miroir du Monde. Le Miroir du Monde è l’edizione in lingua francese in prosa dello Spieghel der Werelt, il primo atlante tascabile pubblicato nel 1577, in lingua olandese, da Philip Galle, con testo in rima curato da Peeter Heyns, e stampato dalla tipografia Plantin. Lo Spieghel der Werelt era una versione ridotta del Theatrum Orbis Terrarum di Ortelius. Le lastre, quasi tutte derivate dal Theatrum, furono disegnate e incise da Philip Galle. Due anni dopo, nel 1579, fu data alle stampe l’edizione in lingua francese in prosa, perché Heyns non aveva avuto il tempo necessario per la resa in versi, col titolo Le Miroir du Monde. Il successo di questa edizione francese, è provato proprio dalla seconda edizione pubblicata a soli 4 anni di distanza, nel 1583. Complessivamente Galle pubblicò 5 edizioni in lingua francese, di cui solo le prime due con il titolo Le Miroir du Monde; a partire dal 1588, e così per le edizioni del 1590 e del 1598, il titolo dell’opera fu modificato in Epitome du thétre du Monde d’Abraham Ortelius, e il nome di Peeter Heyns non figurò più sul frontespizio. Rispetto alla prima edizione del 1579, che conteneva 72 mappe, la seconda edizione fu aumentata di 11 nuove mappe, per un totale di 83 tavole. Dal 1577 al 1598, Galle & Heyns pubblicarono ben 11 edizione, di cui l’ultima – edita nell’anno della morte di Ortelius – conteneva ben 123 mappe. Map published taken from the second French edition of ‘Le Miroir du Monde’, published by Galle & Heyns in 1583, printed by Plantin. Le Miror … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-07-06 19:03:35
Abraham Ortelius & Peeter Heyns
Anversa, 1583. Mappa tratta dalla seconda edizione in lingua francese de Le Miroir du Monde. Le Miroir du Monde è l’edizione in lingua francese in prosa dello Spieghel der Werelt, il primo atlante tascabile pubblicato nel 1577, in lingua olandese, da Philip Galle, con testo in rima curato da Peeter Heyns, e stampato dalla tipografia Plantin. Lo Spieghel der Werelt era una versione ridotta del Theatrum Orbis Terrarum di Ortelius. Le lastre, quasi tutte derivate dal Theatrum, furono disegnate e incise da Philip Galle. Due anni dopo, nel 1579, fu data alle stampe l’edizione in lingua francese in prosa, perché Heyns non aveva avuto il tempo necessario per la resa in versi, col titolo Le Miroir du Monde. Il successo di questa edizione francese, è provato proprio dalla seconda edizione pubblicata a soli 4 anni di distanza, nel 1583. Complessivamente Galle pubblicò 5 edizioni in lingua francese, di cui solo le prime due con il titolo Le Miroir du Monde; a partire dal 1588, e così per le edizioni del 1590 e del 1598, il titolo dell’opera fu modificato in Epitome du thétre du Monde d’Abraham Ortelius, e il nome di Peeter Heyns non figurò più sul frontespizio. Rispetto alla prima edizione del 1579, che conteneva 72 mappe, la seconda edizione fu aumentata di 11 nuove mappe, per un totale di 83 tavole. Dal 1577 al 1598, Galle & Heyns pubblicarono ben 11 edizione, di cui l’ultima – edita nell’anno della morte di Ortelius – conteneva ben 123 mappe. Map published taken from the second French edition of ‘Le Miroir du Monde’, published by Galle & Heyns in 1583, printed by Plantin. Le Miror … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-07-06 19:03:35
Abraham Ortelius & Peeter Heyns
Anversa. Mappa tratta dalla seconda edizione in lingua francese de Le Miroir du Monde. Le Miroir du Monde è l’edizione in lingua francese in prosa dello Spieghel der Werelt, il primo atlante tascabile pubblicato nel 1577, in lingua olandese, da Philip Galle, con testo in rima curato da Peeter Heyns, e stampato dalla tipografia Plantin. Lo Spieghel der Werelt era una versione ridotta del Theatrum Orbis Terrarum di Ortelius. Le lastre, quasi tutte derivate dal Theatrum, furono disegnate e incise da Philip Galle. Due anni dopo, nel 1579, fu data alle stampe l’edizione in lingua francese in prosa, perché Heyns non aveva avuto il tempo necessario per la resa in versi, col titolo Le Miroir du Monde. Il successo di questa edizione francese, è provato proprio dalla seconda edizione pubblicata a soli 4 anni di distanza, nel 1583. Complessivamente Galle pubblicò 5 edizioni in lingua francese, di cui solo le prime due con il titolo Le Miroir du Monde; a partire dal 1588, e così per le edizioni del 1590 e del 1598, il titolo dell’opera fu modificato in Epitome du thétre du Monde d’Abraham Ortelius, e il nome di Peeter Heyns non figurò più sul frontespizio. Rispetto alla prima edizione del 1579, che conteneva 72 mappe, la seconda edizione fu aumentata di 11 nuove mappe, per un totale di 83 tavole. Dal 1577 al 1598, Galle & Heyns pubblicarono ben 11 edizione, di cui l’ultima – edita nell’anno della morte di Ortelius – conteneva ben 123 mappe. Map published taken from the second French edition of ‘Le Miroir du Monde’, published by Galle & Heyns in 1583, printed by Plantin. Le Miror du Mon … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-07-06 19:03:35
Abraham Ortelius & Peeter Heyns
Anversa. Mappa tratta dalla seconda edizione in lingua francese de Le Miroir du Monde. Le Miroir du Monde è l’edizione in lingua francese in prosa dello Spieghel der Werelt, il primo atlante tascabile pubblicato nel 1577, in lingua olandese, da Philip Galle, con testo in rima curato da Peeter Heyns, e stampato dalla tipografia Plantin. Lo Spieghel der Werelt era una versione ridotta del Theatrum Orbis Terrarum di Ortelius. Le lastre, quasi tutte derivate dal Theatrum, furono disegnate e incise da Philip Galle. Due anni dopo, nel 1579, fu data alle stampe l’edizione in lingua francese in prosa, perché Heyns non aveva avuto il tempo necessario per la resa in versi, col titolo Le Miroir du Monde. Il successo di questa edizione francese, è provato proprio dalla seconda edizione pubblicata a soli 4 anni di distanza, nel 1583. Complessivamente Galle pubblicò 5 edizioni in lingua francese, di cui solo le prime due con il titolo Le Miroir du Monde; a partire dal 1588, e così per le edizioni del 1590 e del 1598, il titolo dell’opera fu modificato in Epitome du thétre du Monde d’Abraham Ortelius, e il nome di Peeter Heyns non figurò più sul frontespizio. Rispetto alla prima edizione del 1579, che conteneva 72 mappe, la seconda edizione fu aumentata di 11 nuove mappe, per un totale di 83 tavole. Dal 1577 al 1598, Galle & Heyns pubblicarono ben 11 edizione, di cui l’ultima – edita nell’anno della morte di Ortelius – conteneva ben 123 mappe. Map published taken from the second French edition of ‘Le Miroir du Monde’, published by Galle & Heyns in 1583, printed by Plantin. Le Miror du Mon … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-07-06 19:03:35
Abraham Ortelius & Peeter Heyns
1583. Mappa tratta dalla seconda edizione in lingua francese de Le Miroir du Monde. Le Miroir du Monde è l'edizione in lingua francese in prosa dello Spieghel der Werelt, il primo atlante tascabile pubblicato nel 1577, in lingua olandese, da Philip Galle, con testo in rima curato da Peeter Heyns, e stampato dalla tipografia Plantin. Lo Spieghel der Werelt era una versione ridotta del Theatrum Orbis Terrarum di Ortelius. Le lastre, quasi tutte derivate dal Theatrum, furono disegnate e incise da Philip Galle. Due anni dopo, nel 1579, fu data alle stampe l'edizione in lingua francese in prosa, perché Heyns non aveva avuto il tempo necessario per la resa in versi, col titolo Le Miroir du Monde. Il successo di questa edizione francese, è provato proprio dalla seconda edizione pubblicata a soli 4 anni di distanza, nel 1583. Complessivamente Galle pubblicò 5 edizioni in lingua francese, di cui solo le prime due con il titolo Le Miroir du Monde; a partire dal 1588, e così per le edizioni del 1590 e del 1598, il titolo dell'opera fu modificato in Epitome du thétre du Monde d'Abraham Ortelius, e il nome di Peeter Heyns non figurò più sul frontespizio. Rispetto alla prima edizione del 1579, che conteneva 72 mappe, la seconda edizione fu aumentata di 11 nuove mappe, per un totale di 83 tavole. Dal 1577 al 1598, Galle & Heyns pubblicarono ben 11 edizione, di cui l'ultima - edita nell'anno della morte di Ortelius - conteneva ben 123 mappe. "Map published taken from the second French edition of 'Le Miroir du Monde', published by Galle & Heyns in 1583, printed by Plantin. Le Miror du Monde … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [IT]
2017-07-06 19:03:35
Abraham Ortelius & Peeter Heyns
Anversa 1583 - Mappa tratta dalla seconda edizione in lingua francese de Le Miroir du Monde. Le Miroir du Monde è l’edizione in lingua francese in prosa dello Spieghel der Werelt, il primo atlante tascabile pubblicato nel 1577, in lingua olandese, da Philip Galle, con testo in rima curato da Peeter Heyns, e stampato dalla tipografia Plantin. Lo Spieghel der Werelt era una versione ridotta del Theatrum Orbis Terrarum di Ortelius. Le lastre, quasi tutte derivate dal Theatrum, furono disegnate e incise da Philip Galle. Due anni dopo, nel 1579, fu data alle stampe l’edizione in lingua francese in prosa, perché Heyns non aveva avuto il tempo necessario per la resa in versi, col titolo Le Miroir du Monde. Il successo di questa edizione francese, è provato proprio dalla seconda edizione pubblicata a soli 4 anni di distanza, nel 1583. Complessivamente Galle pubblicò 5 edizioni in lingua francese, di cui solo le prime due con il titolo Le Miroir du Monde; a partire dal 1588, e così per le edizioni del 1590 e del 1598, il titolo dell’opera fu modificato in Epitome du thétre du Monde d’Abraham Ortelius, e il nome di Peeter Heyns non figurò più sul frontespizio. Rispetto alla prima edizione del 1579, che conteneva 72 mappe, la seconda edizione fu aumentata di 11 nuove mappe, per un totale di 83 tavole. Dal 1577 al 1598, Galle & Heyns pubblicarono ben 11 edizione, di cui l’ultima – edita nell’anno della morte di Ortelius – conteneva ben 123 mappe. Map published taken from the second French edition of ‘Le Miroir du Monde’, published by Ga … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-07-02 15:46:59
Ortelius, Abraham, Philipp Galle und Peter Heyns:
Antwerpen, Plantin und Galle 1583. Sehr seltene Kupferstich-Karte aus dem Atlas \"Le Miroir du Monde (Anvers, 1583), der ersten franzöisischen Ausgabe von \"Spieghel der Werelt\", einer verkleinerten Ausgabe von Ortelius großem Atlas. Die Karten wurden gestochen von Philipp Galle, den Text lieferte Peter Heyns. - rückseitig mit französichem Text bedruckt - Blattmasse: ca. 18 x 14 cm - Plattebmasse: ca. 10,5 x 8 cm - gut erhalten. -- Very rare engraved map from the Atlas \"Le Miroir du Monde\" from 1583, the first french edition of \"Spieghel der Werelt, with the maps engraved by Philips Galle and the text by Pieter Heyns. - with French text printen on backside - size of sheet: circa 7 x 5.5 inches - good condition. | Dies ist ein Original! - Kein Nachdruck! - Keine Kopie! -- This is an original! - No copy! - No reprint! Versand D: 5,00 EUR
Bookseller: Antiquariat Völkel
2017-06-28 15:47:58
Claudio DUCHET (Duchetti)
1583 - Bulino, 1583, datato in lastra in basso a destra; con l’indirizzo di Claudio Duchetti. Esemplare nel primo stato di quattro descritto da Huelsen. Magnifca prova, impressa su carta vergata coeva, leggere pieghe di carta, in ottime condizioni. Nel 1583 Claudio Duchetti pubblica questa ricostruzione del Mausoleo di Adriano, basata sull’illustrazione contenuta a pagina 6 nel libro di Antonio Labacco "Libro appartenente all’architettura", pubblicato a Roma nel 1559. La lunga iscrizione nel margine fornisce un’affermazione interessante, e cioè che l’imponente pigna di bronzo, oggi nel cortile del Belvedere, ma allora collocato nell’atrio della Basilica di San Pietro, originariamente si trovava proprio sulla sommità del mausoleo, come mostra la ricostruzione. L’incisione è inserita nello Speculum Romanae Magnificentiae. Engraving, 1583, dated in the lower margin, with name of editor Claudio Duchetti. Magnificient work on contemporary laid paper, thin margins, in excellent condition. In 1583 Claudio Duchetti published a reconstruction of the Tomb of Hadrian, based upon the illustration on page 6 in Antonio Labacco’s "Libro appartenente all’architettura", published in Rome in 1559. The anonymous print is inscribed with a long text below, with an interesting claim: the large bronze pine code then located in the atrium of Old St Peter’s, today in Belvedere, was originally located, as is shown in the print, on the summit of the structure. The engraving in included in Speculum Romanae Magnificentiae. Huelsen, n. 128 a/d; Witcombe, … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-06-25 16:04:55
Abraham ORTELIUS (1528 - 1598)
1583. Carta geografica tratta dal "Epitome du Theatre" di Ortelius,edizione francese, edita da Philip Galle nel 1588. Per questa pubblicazione il Galle incide una seconda serie di lastre, tutte differenti da quelle utilizzate per la prima volta nel 1577 nella prima versione dell'Epitome, la riduzione tascabile dell'atlante di Ortelius. Incisione in rame, finemente colorata a mano, in perfetto stato di conservazione. Map taken form the "Epitome du Theatre", french text edition published by Philip Galle in 1588. Philip Galle engraved a second series of miniature plates for his pocket Ortelius atlas, They are altogether plainer and clearer, with less detail and decoration and easily distinguished from the first series, published in 1577. Copperplate with fine colour, perfect conditions. Anversa Antwerpen King, Miniature Antique Maps, pp. 64/65. Dimensioni in mm. 110 X 80
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-06-24 00:23:06
Fitzherbert, Anthony [and] Richard Crompton
Imprinted at London: by Richard Tottill, 1583. Poor. [26], 206 leaves. 18cm. Lacks binding. Stitching gone so virtually all leaves are unbound. Extensive gnawing in lower left corner somehow stopping just short of loss of text. Portion of one other leaf lacking with significant loss of text. Former owner's name partially trimmed at top of title-page. Now preserved in a folding cloth portfolio which is neatly contained in a brown cloth clamshell box with a plain title label on its backstrip.
Bookseller: McBlain Books
2017-06-23 23:20:24
TARTAGLIA, Nicolò
Appresso Camillo Castelli - Curzio Troiano Navò, 1583. Tre opere in 1 volume in 4°. Legatura in pergamena dell'epoca (cuffia inferiore restaurata). Comprende: I) La Nova Scientia, pp. (4), 34, frontespizio inciso raffigurante le allegorie delle discipline matematiche. Opera che tratta di balistica, Tartaglia fu il primo a porne le fondamenta e a trattarla geometricamente. Cfr. Riccardi, 497. II) Il primo (ottauo) libro delli quesiti, et inuentioni diuerse de Nicolo Tartaglia. Cc. 5-94. Titolo ricavato dall'intitolazione, le prime 4 cc. risultano mancanti anche nelle copie descritte dai principali cataloghi. III) Regola generale di soleuare ogni fondata naue & nauilii con ragione. Cc. (32). Con due tavole ripiegate alla fine del trattato. Sulla pagina del titolo illustrazione raffigurante un vascello semiaffondato. L'opera illustra il metodo inventato dal Tartaglia per recuperare le navi affondate, e tratta anche della fisica dei corpi, del loro peso specifico e galleggiamento. Cfr. Adams, T-187; Choix 7856; Riccardi, 504. Alla fine marca tipografica e colophon. In tutte e tre le opere numerose illustrazioni xilografiche.
Bookseller: Libreria antiquaria Atlantis
2017-06-22 10:59:32
CAPECE Antonio.
Ugolino,, Venezia, 1583. in-16, 1 cb, pp. (128), 774, (2), 1 cb, leg. p. perg. molle coeva con tit. mss al d. Marca tipogr. in legno al front. Bella cinquecentista contenente gli atti del Regio Consiglio Napoletano curata dal giurista A. Capece (1458 ca - 1538) consigliere di Ferdinando d'Aragona. Bell'esempl. [026]
Bookseller: SCRIPTORIUM Studio Bibliografico [Mantova, MN, Italy]
2017-06-22 10:59:32
CAPECE Antonio.
Ugolino, 1583. in-16, 1 cb, pp. (128), 774, (2), 1 cb, leg. p. perg. molle coeva con tit. mss al d. Marca tipogr. in legno al front. Bella cinquecentista contenente gli atti del Regio Consiglio Napoletano curata dal giurista A. Capece (1458 ca - 1538) consigliere di Ferdinando d'Aragona. Bell'esempl. [026]
Bookseller: Studio Bibliografico Scriptorium
2017-06-22 07:27:16
Novariae In Aedibus Francisci Sesalli 1583. In-folio, mm 300x210, pp. (16), 240, 28 di indice, bel frontespizio in rosso e in nero con grande xilografia a tre quarti di pagina con fregi, fiorami, immagine di San Gaudenzio e stemma municipale. Legatura in cartonato muto, genuino e  ben conservato, solo il frontespizio abilmento restaurato al margine esterno e all'angolo superiore; ultime 9 carte con tracce minuscole di tarlo all'angolo inferiore, diventano più grandi alle ultime 4 carte; molte interessanti annotazioni manoscritte ai margini del testo, qualche leggera gora e piccole macchie all'interno, ma esemplare fresco e genuino. Piuttosto rara editio princeps degli statuti novaresi. Cfr. Biblioteca del Senato, V, p. 71: "Questa edizione è la prima, in ordine di tempo, che riporti il testo della conferma dei cinque libri da parte del Duca di Milano Francesco Sforza; e nella quale sia dato migliore ordine ai capitoli".
Bookseller: Libreria Spalavera
2017-06-22 02:08:11
NAS, Johannes.
Mchn., Berg 1583.. 8°. 10 nn. Bll., 257 num. Bll., 1 Bl. Mit 6 (dav. 4 wdh.) gr. Holzschnitten. Mod. HLdr. über alte Holzdeckel. Mit 2 intakten Schließen. 2 Bll. aus der Vorrede verbunden. 4 Bll. (93-96) fehlen, letztes Bl. durch Kopie ersetzt. Tit. u. Holzschn. (verso), erste u. letzte Bll. wurmstichig m. unterl. Rissen, 1 Bl. einger. Bautz XIV, 1299ff.; VD16 N118 - Erste Ausgabe der gegen Nigrinus gerichteten Streitschrift, "welche, wie kaum ein anderes seiner Werke, die ungemeine Belesenheit des Verfassers bekundet, aber in einem milderen u. versöhnlicheren Tone geschrieben ist" (ADB XXIII, 260). - Johannes Nas [Nasi] (Bamberg 1534-1590 Brixen), Franziskaner, Weihbischof in Brixen, zunächst Schneider. In seiner Jugend begeisterte er sich für Martin Luther. Nachdem er jedoch die "Nachfolge Christi" studiert hatte, konvertierte er, wurde katholisch (1552) und trat in das Franziskanerkloster in München ein. Nach seiner Priesterweihe im Jahr 1557 übersiedelte er 1559 in das Kloster in Ingolstadt. In Rom war er als Prediger vom Papst und von den Kardinälen sehr geschätzt. Der Papst schenkte ihm den Titel: "Sedis apostolicae concinator". Ferdinand II berief ihn nach Innsbruck, wo er die Nachfolge des Petrus Canisius Hofprediger wurde. Als solcher geriet "der wortgewaltige und streitsüchtige Franziskaner" (J. Gelmi) schnell mit den Jesuiten in Streit. Trotz allem erwarb sich N. für die Errichtung der Tiroler Franziskanerprovinz große Verdienste. Bald darauf wurde er (1580) Weihbischof in Brixen. Auch da gab es Streit um ihn: 1583 brach ein offener Konflikt aus mit dem Brixner G … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Antiquariat Burgverlag
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     563 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2019 viaLibri™ Limited. All rights reserved.