The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1579
2020-01-22 08:10:36
1579. Template | Trixum Beschreibung Isocrates, Isokrates. Logoi hapantes, kai epistolai (graece). Orationes, Partim doctorum virorum opera, partim meliorum exemplarium collatione, nunc demum multo quam antea emendatiores excusae. Adiecimus quoque Hieronymi Wolfii Oetingensis, non omnium modo orationum argumenta, sed & marginum annotatione. Basel, Thomas Guarinus, 1579. Circa 18 x 12 cm. 32 (1 w.) Bll., 671 SS., Titel mit Druckermarke Blindgeprägtes Schweinsleder d. Zt. auf Holzdeckeln mit Schliessen, Deckel mit figürlichen Plattenstempeln. - VD16 I 396; Adams I 211; Hoffmann II, 473: "In dieser neuen Ausgabe finden sich einige Verbesserungen. Ob eine Ausgabe 1567 ap. Guarinum existiert, weiss ich nicht". Durchgehend nur griechisch, besorgt von Hieronymus Wolf (1516-1580). Enthält eine Vita des Isokrates sowie grammatiklaische Bemerkungen aus Harpokration und Suidas. Eleganter Druck in drei verschieden grossen griechischen Typen. - Hübscher Holzdeckelband mit intakten Schliessen, vorne Jesu Auferstehung, hinten David mit der Harfe. - Titel mit älterem Stempel eines Gymnasiums und alten Besitzvermerken, Vorsätze mit zahlreichen alten Notizen und Zitaten, einige Seiten stärker annotiert, etwas gebräunt und nur vereinzelt leicht fleckig, meist sauber. Einband berieben, angestaubt und nachgedunkelt, dennoch sehr dekorativ. TRIXUM: Mobil-optimierte Auktionsvorlagen und Bilder-Hosting TRIXUM: Mobil-optimierte Auktionsvorlagen und Bilder-Hosting.
Bookseller: embasi [München, DE]
2020-01-20 19:43:08
1579. Ottime condizioni salvo le eventuali mende indicate nella descrizione di dettaglio (vedi sotto). OCCO ADOLF IMPP. ROMANORUM NUMISMATA A POMPEIO MAGNO AD HERACLIUM: QUIBUS INSUPER ADDITAE SUNT INSCRIPTIONES QUAEDAM VETERES, ARCUS TRIUMPHALES, & ALIA AD HANC REM NECESSARIA. SUMMA DILIGENTIA & MAGNO LABORE COLLECTA AB ADOLPHO OCCONE ... EX OFFICINA CHRISTOPHORI PLANTINI, ARCHITYPOGRAPHI REGIJ, 1579, ANTUERPIAE. In 4 antico (cm 21,5x17), piena legatura in pergamena floscia, capitelli passanti, titolo manoscritto al dorso e al taglio verticale; pp.: (16), 398, (10); esemplare molto fresco e raro, nella sua legatura antica. Alone marginale all'ang inf dx delle prime 75 pagine, via via più sfumato. Marca editoriale In cornice: compasso tenuto da mano che esce da una nuvola. Motto: Labore et constantia. Iniziali e finalini xilo. Adolf Occo (1524-1606) fu rinomato medico di Augusta, decano del collegio medico e cavaliere dell'imperatore Massimiliano II dal 1573. Durante gli studi di medicina in Italia , Occo aveva sviluppato un profondo amore per le monete antiche. Servendosi della propria collezione di monete antiche e della ancor più imponente collezione del suo amico Mark Fuegger, Occo pubblicò il "Numismata" che è diventato " uno dei punti di riferimento nell'evoluzione della numismatica in scienza." La rara edizione originale del 1579 non era illustrata, ma includeva brevi e fedeli descrizioni dei tipi noti di monetazione romana dal periodo repubblicano a quello bizantino (7 ° secolo: Eraclio). Occo predispose una seconda edizione riveduta nel 1601 , anche questa priva di … [Click Below for Full Description]
Bookseller: fmazliber [milano, IT]
2020-01-19 14:28:20
Geneva Bible 1579 Authentic ... VERY RARE-Early 1579 Geneva Bible-Quarto-Black Letter-Complete-Tables in Rear. For Auction-A Rare Early 1579-Quarto-Geneva Bible with 2 Tables in rear. Darlow and Moule-# 121 Bible Measures 6 3/4 by 8 6/8" London-Christopher Barker- Black letter Font with 2 columns. Beautiful New Binding-all bound in nicely Contained within: 1. Missing General Title Page date and preliminaries 2. Genesis Title leaf -with argument 3. Remainder of Old Testament good condition and complete. 4. Apocrypha complete from 1 Esdras through 2 Maccabees 5. New Testament Title Page is a very good copy on contemporary leaf -dated 1579-Christopher Barker 6. No Preliminaries included- Sum of Scripture, Questions...,Contents. 7. New Testament complete except for missing last leaf of Revelation and dated Colophon-1579 8. 2 Brief Tables-Complete-many pages with 1579 dated Supputation of years and colophon. Condition: Exterior-Recent Plain Brown leather boards with 4 raised bands worn but decent condition-boards and joints holding well.. Plain leather boards Interior- blank endpapers front and rear-Half blanks some stained-some have writing. Pages of Bible some with various degrees of browning with spots, foxing browning-Top and inside to Bible appears to have been trimmed-no text loss at all.-see photos-about as representative as I could get with 12 photos. with some spots and slight stains throughout-light browning . Slight loss to first page of Matthew with note loss but no text loss. Obvious faults mentioned-but it is an extremely early Bible-just missing one leaf of Bible … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Luxury Treasures (benzstar1969) [Marietta, Georgia, US]
2020-01-18 21:39:21
MANUZIO, Aldo
Antwerpiæ: officina Christophori Plantini, 1579. I am limited to 12 photos on eBay, but I have many more photos on my website...just ask. Aldo Manutius was a 14th-century humanist who is best known for establishing the famous Venetian printing company, Aldine Press. While his printed books garnered him his lasting fame, he also edited famous Greek classics including Lascaris's 'Epitome of the Eight Parts of Speech'. This 1579 Plantin edition of 'Epitome' is an important printing on Latin rhetoric and grammar.
Bookseller: Schilb Antiquarian Rare Books (schilb_antiquarian_books) [Columbia, Missouri, US]
2020-01-17 23:03:13
NAUCLERIUS JOANNES
1579. [Cronologia storica] (cm.34,5) bella piena pergamena originale nervi in pelle esterni, titolo calligrafico al dorso. -- cc. 20 nn., pp. 1121, c. 1 nn. Bella marca tipografica al frontis. Fregi e capilettera in xilografia. Edizione molto rara e la più completa di questa poderosa opera storica, ordinata cronologicamente dall' inizio del mondo fino al 1501, che rivela già il crescente influsso della storiografia umanistica italiana su quella tedesca. E' importante soprattutto per il periodo vicino e conteporaneo all' autore ( 1425-1510 ) valente storico tedesco ( TRECCANI 24, 316 ). Cuffia superiore spellata ma esemplare molto bello e nitido, raro in queste condizioni. ADAMS N 75; BM. STC. GERMAN 644.
Bookseller: LibriAntichiArezzo-FC Edizioni (studio.bibliografico.libri.antichi.arezzo) [ Arezzo, IT]
2020-01-17 12:46:48
Ambrogio BRAMBILLA attivo a Roma tra il 1579 ed il 1599
"Acquaforte e bulino, 1579, firmata e datata in lastra in basso a destra ""Io. Ambr. Bram. Inv et fe. 1579"" Magnifica prova, ricca di toni e ben contrastata, impressa su carta vergata, con filigrana ""ancora nel cerchio con stella"", ampi margini, in eccellente stato di conservazione. Splendida veduta di Castel S.Angelo, preso dal ponte, durante lo spettacolo pirotecnico della Girandola, in occasione della riccorrenza dei ss. Pietro e Paolo durante il pontificato di Gregorio XIII (1572-1585). Sono numerose le incisioni del Cinquecento che ritraggono il Castello con la Girandola. In tutte queste vedute, l'attenzione è concentrata sulla girandola, lasciando quasi in secondo piano il Castello, considerato più come uno sfondo scenografico che come monumento in sé. La prima edizione dell'opera fu curata da Claudio Duchetti, il cui nome si legge ancora in questa tiratura, in basso al centro; il secondo stato reca l'indirizzo di Giovanni Orlandi, poi abraso e sostituito da quello di Henricus van Schoel." "Etching and engraving, 1579, signed et dated on the plate, at bottom right, ""Io. Ambr. Bram. Inv et fe. 1579"". Magnificent proof, rich in tones and contrast, printed on contemporary laid paper, with watermark ""anchor in the circle with star"", wide margins, in excellent condition. The first edition of this work was published by Claudio Duchetti. The second state was published by Giovanni Orlandi; later his name was abraded, but still readable, and replaced by Henricus van Schoel. A broadside on the firework display called Girandola at the Castello Sant'Angelo in Rome; with an … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-17 07:37:08
Francesco FERRETTI (1523 - 1593)
1579. Elegante piccola carta geografica dell'isola tratta dai 'Dialoghi Notturni del Capitano Francesco Ferretti Cavaglier di S. Stefano' edito ad Ancona da Giovan Battista Ciotti, nel 1604. Si tratta della seconda edizione del celebre isolario del Ferretti (per la prima volta edito nel 1579), che contiene 28 mappe di isole europee incise in rame, e rachiuse dentro una cornice ornamentale di forma rotonda, che conforisce alle carte un'inusuale e particolarissima forma. Questo raro trattato che fornisce nozioni scientifiche e militari, oltre che geografiche e matematiche. La parte geografica costituisce il corpus principale dell'opera, con le 28 mappe raffiguranti le principali isole del Mediterraneo rappresentate con l'inusuale forma circolare, finemente intagliate da Michelangelo Marelli. Le carte derivano da quelle intagliate da Girolamo Porro per l'Isolario di Porcacchi, edito per la prima volta nel 1572. Ogni carta è racchiusa entro una cornice ornamentale, e mostra le linee dei venti. Il titolo, racchiuso nella parte superiore, è molto grande ed è espresso con la formula Ragionevol' Forma et vera postura del' Isola di, seguito dal nome dell'isola. Le mappe sono di piccole dimensioni ma molto accurate. L'opera del Ferretti venne ristampata nel 1608 con il titolo di Arte Militare. Bibliografia: Mortimer 184; Olschki 4539; Cockle 548; Shirley T.FRR-1a. - Nordenskiold Collection I, p.156 no.73; Dufour/Laguimina p. 85; Ganado 1985 S. 231; Stylianou 81, Navari 33; Zacharakis/Scutari 1499/1003-1518/1022; King, Miniature Antique Maps, pp. 62/3. Nice miniature map of the island … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-17 02:07:56
Abraham ORTELIUS (1528 - 1598)
1579. "Carta del messico dal ""Theatrum Orbis Terrarum"", edizione spagnola del 1608. Questa carta, fonte di ispirazione per De Bry, Quad e Hondius, ha costituito il principale modello per la rappresentazione di questa regione per tutta una generazione. Sebbene Herrera (Cosmografo Reale Spagnolo) e Wytfliet iniziassero al loro produzione cartografica ben 20 anni dopo Ortelius, tuttavia la loro opera fu nettamente inferiore. Entrambi i cartigli inseriti della mappa sono copie dei disegni di Hans Vredeman de Vries, pubblicati per essere utilizzati dai cartografi, che realizzavano i disegni sul rame in modo che, una volta stampati, fossero lo specchio dell'originale. La mappa mostra l'area che, approssimativamente, corrisponde ai moderni stati messicani del Michoacan, Jalisco, Mayarit, e Guerrero, nonché la Valle dei Messico. Edizione spagnola del 1608. Incisione in rame con splendida coloritura coeva, in ottime condizioni." Nice example of Ortelius' map of western New Spain, showing the recently-created Spanish settlements, many rivers, and large lakes, including Lake Chapala and a mythical sea with islands in the northwest. The map shows an area corresponding roughly to the modern Mexican states of Michoacan, Jalisco, Mayarit, and Guerrero, plus the Valley of Mexico. This was the standard map of the area for a generation, copied by De Bry, Quad and Hondius. Even though Herrera ( Spain 's Royal Cosmographer) and Wytfliet worked 20 years after Ortelius, they produced inferior maps of the area. Both cartouches in the map are copies of designs by Hans Vredeman de Vries. These we … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 23:36:06
1579. Buon esemplare, in ottimo stato di conservazione generale, con alcuni difetti come da foto e descrizione. - C O N S I L I O R V M SEV POTIVS RESPONSORVM MARIANI SOCINI AC BARTHOLOMAEI FILII SENENSIVM Francisci Pepii solitis appendicibus ornatum, et Hieronymi Magii ... Nunc recens, ne dum ab infinitis prope mendis exactissime repurgatum ... VENETIIS, Apud Franciscum Zilettum, MDLXXIX Grandi volumi con raro trattato giuridico Cinquecentesco di Mariano Socini (Siena 1401 -1467) e Bartolomeo (1436-1507); 4 parti in 4 volumi con grandi marche tipografiche ai frontespizi (Orfeo che suona la lira circondato dagli animali, in cornice figurata). Belle legature post. in mezza pergamena, con ricchi dorsi fregiati in oro, testo in latino stampato su due colonne con capilettera finemente incisi. "Socini, Mariano il Vecchio. - Giurista, professore a Siena e Padova. Fu soprattutto un canonista, ma non trascurò lo studio del diritto civile. Si occupò anche di storia, di poesia, di pittura e scultura ma le sue opere d'arte andarono in gran parte perdute. Scrisse con il figlio Bartolomeo importanti consilia raccolti in 4 volumi, e i trattati De iudiciis, De testibus, De oblationibus." (da Treccani.it) 4 Voll. In-Folio, mm. 362x245, cc. [4]-263 (i.e. 261)-[1]/ 212/166+159-1 c.b.-12-[54]/159-1 c.b.-12-[54], con il vol. IV presente in duplice copia (sia legato con il vol. III che da solo). Legature in mezza pergamena con angoli e carta marmorizzata. Titoli dorati su due tasselli di pelle al dorso, con fregi dorati. Frontespizi con grandi marche tipografiche figurate, grandi testatine e ca … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Calligrammes (it.calligrammes) [Roma, IT]
2020-01-16 06:19:39
Francesco FERRETTI (1523 - 1593)
1579. Elegante piccola carta geografica dell'isola tratta dai 'Dialoghi Notturni del Capitano Francesco Ferretti Cavaglier di S. Stefano' edito ad Ancona da Giovan Battista Ciotti, nel 1604. Si tratta della seconda edizione del celebre isolario del Ferretti (per la prima volta edito nel 1579), che contiene 28 mappe di isole europee incise in rame, e rachiuse dentro una cornice ornamentale di forma rotonda, che conforisce alle carte un'inusuale e particolarissima forma. Questo raro trattato che fornisce nozioni scientifiche e militari, oltre che geografiche e matematiche. La parte geografica costituisce il corpus principale dell'opera, con le 28 mappe raffiguranti le principali isole del Mediterraneo rappresentate con l'inusuale forma circolare, finemente intagliate da Michelangelo Marelli. Le carte derivano da quelle intagliate da Girolamo Porro per l'Isolario di Porcacchi, edito per la prima volta nel 1572. Ogni carta è racchiusa entro una cornice ornamentale, e mostra le linee dei venti. Il titolo, racchiuso nella parte superiore, è molto grande ed è espresso con la formula Ragionevol' Forma et vera postura del' Isola di, seguito dal nome dell'isola. Le mappe sono di piccole dimensioni ma molto accurate. L'opera del Ferretti venne ristampata nel 1608 con il titolo di Arte Militare. Bibliografia: Mortimer 184; Olschki 4539; Cockle 548; Shirley T.FRR-1a. - Nordenskiold Collection I, p.156 no.73; Dufour/Laguimina p. 85; Ganado 1985 S. 231; Stylianou 81, Navari 33; Zacharakis/Scutari 1499/1003-1518/1022; King, Miniature Antique Maps, pp. 62/3. Nice miniature map of the island … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 06:19:39
Francesco FERRETTI (1523 - 1593)
1579. Elegante piccola carta geografica dell'isola tratta dai 'Dialoghi Notturni del Capitano Francesco Ferretti Cavaglier di S. Stefano' edito ad Ancona da Giovan Battista Ciotti, nel 1604. Si tratta della seconda edizione del celebre isolario del Ferretti (per la prima volta edito nel 1579), che contiene 28 mappe di isole europee incise in rame, e rachiuse dentro una cornice ornamentale di forma rotonda, che conforisce alle carte un'inusuale e particolarissima forma. Questo raro trattato che fornisce nozioni scientifiche e militari, oltre che geografiche e matematiche. La parte geografica costituisce il corpus principale dell'opera, con le 28 mappe raffiguranti le principali isole del Mediterraneo rappresentate con l'inusuale forma circolare, finemente intagliate da Michelangelo Marelli. Le carte derivano da quelle intagliate da Girolamo Porro per l'Isolario di Porcacchi, edito per la prima volta nel 1572. Ogni carta è racchiusa entro una cornice ornamentale, e mostra le linee dei venti. Il titolo, racchiuso nella parte superiore, è molto grande ed è espresso con la formula Ragionevol' Forma et vera postura del' Isola di, seguito dal nome dell'isola. Le mappe sono di piccole dimensioni ma molto accurate. L'opera del Ferretti venne ristampata nel 1608 con il titolo di Arte Militare. Bibliografia: Mortimer 184; Olschki 4539; Cockle 548; Shirley T.FRR-1a. - Nordenskiold Collection I, p.156 no.73; Dufour/Laguimina p. 85; Ganado 1985 S. 231; Stylianou 81, Navari 33; Zacharakis/Scutari 1499/1003-1518/1022; King, Miniature Antique Maps, pp. 62/3. Nice miniature map of the island … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-16 01:50:37
Francesco FERRETTI (1523 - 1593)
1579. Elegante piccola carta geografica dell'isola tratta dai 'Dialoghi Notturni del Capitano Francesco Ferretti Cavaglier di S. Stefano' edito ad Ancona da Giovan Battista Ciotti, nel 1604. Si tratta della seconda edizione del celebre isolario del Ferretti (per la prima volta edito nel 1579), che contiene 28 mappe di isole europee incise in rame, e rachiuse dentro una cornice ornamentale di forma rotonda, che conforisce alle carte un'inusuale e particolarissima forma. Questo raro trattato che fornisce nozioni scientifiche e militari, oltre che geografiche e matematiche. La parte geografica costituisce il corpus principale dell'opera, con le 28 mappe raffiguranti le principali isole del Mediterraneo rappresentate con l'inusuale forma circolare, finemente intagliate da Michelangelo Marelli. Le carte derivano da quelle intagliate da Girolamo Porro per l'Isolario di Porcacchi, edito per la prima volta nel 1572. Ogni carta è racchiusa entro una cornice ornamentale, e mostra le linee dei venti. Il titolo, racchiuso nella parte superiore, è molto grande ed è espresso con la formula Ragionevol' Forma et vera postura del' Isola di, seguito dal nome dell'isola. Le mappe sono di piccole dimensioni ma molto accurate. L'opera del Ferretti venne ristampata nel 1608 con il titolo di Arte Militare. Bibliografia: Mortimer 184; Olschki 4539; Cockle 548; Shirley T.FRR-1a. - Nordenskiold Collection I, p.156 no.73; Dufour/Laguimina p. 85; Ganado 1985 S. 231; Stylianou 81, Navari 33; Zacharakis/Scutari 1499/1003-1518/1022; King, Miniature Antique Maps, pp. 62/3. Nice miniature map of the island … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-15 17:03:05
Domenico Buoninsegni; Buoninsegni Pietro
Legatura in piena pelle con numerose abrasioni lungo i margini, titoli e fregi al dorso. Firenze, 1579; ril., pp. 430, cm 15,5x22. Condition: Accettabile. Maxlibri è la libreria on-line più conveniente del Web! Decine di migliaia di libri in pronta consegna a prezzi incredibili: Narrativa, Saggistica, Libri per bambini e ragazzi, Manuali, Guide, Dizionari, Enciclopedie ed Atlanti.. e poi Libri d'Arte, Architettura, Design, Cinema, Teatro e Poesia.. Historia Fiorentina. Libri Quattro - [GIORGIO MARESCOTTI] Autore Domenico Buoninsegni; Buoninsegni Pietro Editore GIORGIO MARESCOTTI ISBN EAN Collana Pagine 430 Anno 1579 Scheda Legatura in piena pelle con numerose abrasioni lungo i margini, titoli e fregi al dorso. Firenze, 1579; ril., pp. 430, cm 15,5x22. Descrizione del prodotto Marca tipografica xilografica al frontespizio ripetuta in fine. Non comune edizione originale reca come data di edizione al colophon il 1579. "Originale edizione molto rara, testo di lingua". Questa storia fedele ed interessantissima che narra le vicende di Firenze dalla fondazione al 1410, come è noto, fu pubblicata per errore sotto il nome di Pietro Buoninsegni, figlio di Domenico. Product description Qualità del prodotto Con la seguente legenda vi aiutiamo a valutare la qualità del nostro oggetto in vendita. Vi ricordiamo inoltre il significato dello stato qualitativo degli oggetti: Nuovo: Libro nuovissimo, perfetto come lo troveresti in libreria. Ottime condizioni: I libri di questa categoria, sono stati tolti dal commercio da parte degli editori e ricollocati nel mercato del prezzo ridotto. Si tra … [Click Below for Full Description]
Bookseller: maxlibrisrl [San Casciano in Val di Pesa (FI), Italy]
2020-01-11 18:28:07
Abraham ORTELIUS (1528 - 1598)
1579. Interessante mappa di Ortelius incentrata su Cremona e il fiume Po, con un grande cartiglio per la rappresentazione del territorio di Crema. Esemplare tratto dall'edizione latina del 1588 del Theatrum Orbis Terrarum La fonte cartografica, come indicato espressamente nel cartiglio in basso al centro (Antonius Campus pictor Cre/monensis descripsit, 1579), è il lavoro di Antonio Campi, il quale nel 1571 ricevette il privilegio di stampa per la sua mappa di Cremona e dintornti. Ortelius si basa su una versione manoscritta della mappa che fu pubblicata nel 1583. L'inserto con il territorio di Crema rimanda a una carta pubblicata da Forlani nel 1570, di cui è sconosciuta la fonte (Meurer p. 126, 89-90). Splendido esemplare in coloritura d'epoca, in ottimo stato di conservazione. Nice full color example of Ortelius' map of the region centered on Cremona and the Padus River, with a large inset with a representation of the area of Crema. Example from the 1588 Latin edition of Theatrum Orbis Terrarum. Cartographic source is the map by Antonio Campi (1536-1591 or later), who received a privilege for his map of the surroundings of Cremona in 1571. Ortelius' map is based on a manuscript version of this map, which was published in 1583. The inset of Crema goes back to an unidentified source, published by Forlani in 1570 (Meurer p. 126, 89-90). Cooerplate, original hand colours, with wide margins, in excellent condition. Ort 127 (Koeman/Meurer: 90, Karrow: 1/127, vdKrogtAN: 7030:31).
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-11 18:28:07
Abraham ORTELIUS (1528 - 1598)
1579. Splendida mappa storico -geografica di Ortelius che descrive i viaggi di San Paolo apostolo attraverso il Mediterraneo, realizzata per il Parergon. Esemplare nel primo stato di due, tratto dalla terza edizione latina del 1579. La mappa descrive un territorio che va ad ovest verso l'Italia e ad est verso l'Eufrate, comprendendo parti del Mar Rosso e del Mar Nero. Le fonti cartografiche sono rappresentate dalla mappa d'Europa di Mercator del 1554 e una serie di mappe che mostrano i viaggi di S. Paolo di Oronce Finé, Peter Apian, Mark Jordan, Christiaan Schrot e B. Arias Montanus. Nelle due vignette in alto sono rappresentate due scene della vita del Santo. In basso, una citazione dalla Lettera ai Corinzi. Incisione in rame, finemenet acquarellata, in ottimo stato di conservazione. Gorgeous example of Ortelius' map of the travels of St. Paul the Apostle through the Mediterranean, extending west to Italy and east to the Euphrates, including parts of the Red Sea and the Black Sea. Two ornate scenes from the St. Paul's travels are illustrated and colored with unusual detail. Several sailing ships and sea monsters in the Mediterranean. At the bottom, a quote from Corinthians. The cartougraphic source of this map is Mercator's 1554 map of Europe, and a compilation of maps displaying St. Paul's travels by Orontus Fineus of Dauphine in France, Peter Apian, Mark Jordan, Christiaan Schrot and B. Arias Montanus of Sevilla. Copper engraving, finely hand coloured, in excellent condition. Van den Broecke Ort 181 (Koeman/Meurer: 1P, Karrow: 1/129, vdKrogtAN: 0850H:31).
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-11 02:53:43
Abraham ORTELIUS (1528 - 1598)
1579. "Carta del messico dal ""Theatrum Orbis Terrarum"", edizione spagnola del 1608. Questa carta, fonte di ispirazione per De Bry, Quad e Hondius, ha costituito il principale modello per la rappresentazione di questa regione per tutta una generazione. Sebbene Herrera (Cosmografo Reale Spagnolo) e Wytfliet iniziassero al loro produzione cartografica ben 20 anni dopo Ortelius, tuttavia la loro opera fu nettamente inferiore. Entrambi i cartigli inseriti della mappa sono copie dei disegni di Hans Vredeman de Vries, pubblicati per essere utilizzati dai cartografi, che realizzavano i disegni sul rame in modo che, una volta stampati, fossero lo specchio dell'originale. La mappa mostra l'area che, approssimativamente, corrisponde ai moderni stati messicani del Michoacan, Jalisco, Mayarit, e Guerrero, nonché la Valle dei Messico. Edizione spagnola del 1608. Incisione in rame con splendida coloritura coeva, in ottime condizioni." Nice example of Ortelius' map of western New Spain, showing the recently-created Spanish settlements, many rivers, and large lakes, including Lake Chapala and a mythical sea with islands in the northwest. The map shows an area corresponding roughly to the modern Mexican states of Michoacan, Jalisco, Mayarit, and Guerrero, plus the Valley of Mexico. This was the standard map of the area for a generation, copied by De Bry, Quad and Hondius. Even though Herrera ( Spain 's Royal Cosmographer) and Wytfliet worked 20 years after Ortelius, they produced inferior maps of the area. Both cartouches in the map are copies of designs by Hans Vredeman de Vries. These we … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-11 01:25:25
Ambrogio BRAMBILLA attivo a Roma tra il 1579 ed il 1599
"Acquaforte e bulino, 1579, firmata e datata in lastra in basso a destra ""Io. Ambr. Bram. Inv et fe. 1579"" Magnifica prova, ricca di toni e ben contrastata, impressa su carta vergata, con filigrana ""ancora nel cerchio con stella"", ampi margini, in eccellente stato di conservazione. Splendida veduta di Castel S.Angelo, preso dal ponte, durante lo spettacolo pirotecnico della Girandola, in occasione della riccorrenza dei ss. Pietro e Paolo durante il pontificato di Gregorio XIII (1572-1585). Sono numerose le incisioni del Cinquecento che ritraggono il Castello con la Girandola. In tutte queste vedute, l'attenzione è concentrata sulla girandola, lasciando quasi in secondo piano il Castello, considerato più come uno sfondo scenografico che come monumento in sé. La prima edizione dell'opera fu curata da Claudio Duchetti, il cui nome si legge ancora in questa tiratura, in basso al centro; il secondo stato reca l'indirizzo di Giovanni Orlandi, poi abraso e sostituito da quello di Henricus van Schoel." "Etching and engraving, 1579, signed et dated on the plate, at bottom right, ""Io. Ambr. Bram. Inv et fe. 1579"". Magnificent proof, rich in tones and contrast, printed on contemporary laid paper, with watermark ""anchor in the circle with star"", wide margins, in excellent condition. The first edition of this work was published by Claudio Duchetti. The second state was published by Giovanni Orlandi; later his name was abraded, but still readable, and replaced by Henricus van Schoel. A broadside on the firework display called Girandola at the Castello Sant'Angelo in Rome; with an … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:13:20
Jan MATAL o METELLUS (Poligny 1510 - 1597 ca.)
1579. Carta geografica tratta dal rarissimo Itinerarium Europae Provinciae edito a Colonia tra il 1579 e il 1588. Conosciuto anche come Itinerarium Orbis Christiani, questo atlante fu pubblicato anonimamente a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico, come spesso succedeva all'epoca per sfuggire alle persecuzioni cattoliche contro i protestanti. L'opera fa parte degli atlanti editi dalla cosidetta scuola Cartografica di Colonia, durata per circa mezzo secolo (1570-1620 ca.), e formata principalmente da rifugiati fiamminghi ed olandesi tra i quali spiccano lo stesso Matthaeus Quad e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Le mappe sono attribuite alcune a Jan Matal ed altre a Michael von Eitzing. Jan Matal o Metellus, francese di nascita ed attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia prprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Alcune delle mappe del Matal sono poi successivamente incluse nelle successive pubblicazioni postume, e recano il testo al verso. Dal punto di vista cartografico le mappe sono una derivazione e basate sulle carte pubblicate ad Anversa da Abraham Ortelius, per la prima volta nel 1570; le incisioni delle mappe sono invece attribuite a Frans Hogenberg. La grandissima rarità dell'opera, insieme alla scarsità di informazioni sulle opere "carbonare" edite a Colonia, contribuisce al fascino di questa importante mappa, caposaldo di ogni collezione car … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:13:20
Jan MATAL o METELLUS (Poligny 1510 - 1597 ca.)
1579. Carta geografica tratta dal rarissimo Itinerarium Europae Provinciae edito a Colonia tra il 1579 e il 1588. Conosciuto anche come Itinerarium Orbis Christiani, questo atlante fu pubblicato anonimamente a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico, come spesso succedeva aal'epoca per sfuggire alle persecuzioni cattoliche contro i protestanti. L'opera fa parte degli atlanti editi dalla cosidetta scuola Cartografica di Colonia, durata per circa mezzo secolo (1570-1620 ca.), e formata principalmente da rifugiati fiamminghi ed olandesi tra i quali spiccano lo stesso Matthaeus Quad e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Le mappe sono attribuite alcune a Jan Matal ed altre a Michael von Eitzing. Jan Matal o Metellus, francese di nascita ed attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia prprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Alcune delle mappe del Matal sono poi successivamente incluse nelle successive pubblicazioni postume, e recano il testo al verso. Dal punto di vista cartografico le mappe sono una derivazione e basate sulle carte pubblicate ad Anversa da Abraham Ortelius, per la prima volta nel 1570; le incisioni delle mappe sono invece attribuite a Frans Hogenberg. La grandissima rarità dell'opera, insieme alla scarsità di informazioni sulle opere "carbonare" edite a Colonia, contribuisce al fascino di questa importante mappa, caposaòdo di ogni collezione car … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:13:20
Jan MATAL o METELLUS (Poligny 1510 - 1597 ca.)
1579. "Carta geografica tratta dal rarissimo Itinerarium Europae Provinciae edito a Colonia tra il 1579 e il 1588. Conosciuto anche come Itinerarium Orbis Christiani, questo atlante fu pubblicato anonimamente a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico, come spesso succedeva all'epoca per sfuggire alle persecuzioni cattoliche contro i protestanti. L'opera fa parte degli atlanti editi dalla cosidetta scuola Cartografica di Colonia, durata per circa mezzo secolo (1570-1620 ca.), e formata principalmente da rifugiati fiamminghi ed olandesi tra i quali spiccano lo stesso Matthaeus Quad e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Le mappe sono attribuite alcune a Jan Matal ed altre a Michael von Eitzing. Jan Matal o Metellus, francese di nascita ed attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia proprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Alcune delle mappe del Matal furono poi incluse nelle successive pubblicazioni postume, e recano il testo al verso. Dal punto di vista cartografico le mappe sono una derivazione e basate sulle carte pubblicate ad Anversa da Abraham Ortelius, per la prima volta nel 1570; le incisioni delle mappe sono invece attribuite a Frans Hogenberg. La grandissima rarità dell'opera, insieme alla scarsità di informazioni sulle opere ""carbonare"" edite a Colonia, contribuisce al fascino di questa importante mappa, caposaòdo di ogni collezione cartografica. … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:13:20
Jan MATAL o METELLUS (Poligny 1510 - 1597 ca.)
1579. "Carta geografica tratta dal rarissimo Itinerarium Europae Provinciae edito a Colonia tra il 1579 e il 1588. Conosciuto anche come Itinerarium Orbis Christiani, questo atlante fu pubblicato anonimamente a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico, come spesso succedeva all'epoca per sfuggire alle persecuzioni cattoliche contro i protestanti. L'opera fa parte degli atlanti editi dalla cosiddetta scuola Cartografica di Colonia, durata per circa mezzo secolo (1570-1620 ca.), e formata principalmente da rifugiati fiamminghi ed olandesi tra i quali spiccano lo stesso Matthaeus Quad e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Le mappe sono attribuite alcune a Jan Matal ed altre a Michael von Eitzing. Jan Matal o Metellus, francese di nascita ed attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia proprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Alcune delle mappe del Matal sono poi successivamente incluse nelle successive pubblicazioni postume, e recano il testo al verso. Dal punto di vista cartografico le mappe sono una derivazione e sono basate sulle carte pubblicate ad Anversa da Abraham Ortelius, per la prima volta nel 1570; le incisioni delle mappe sono invece attribuite a Frans Hogenberg. La grandissima rarità dell'opera, insieme alla scarsità di informazioni sulle opere ""carbonare"" edite a Colonia, contribuisce al fascino di questa importante mappa, caposaldo di ogni coll … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:13:20
Jan MATAL o METELLUS (Poligny 1510 - 1597 ca.)
1579. Carta geografica tratta dal rarissimo Itinerarium Europae Provinciae edito a Colonia tra il 1579 e il 1588. Conosciuto anche come Itinerarium Orbis Christiani, questo atlante fu pubblicato anonimamente a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico, come spesso succedeva aal'epoca per sfuggire alle persecuzioni cattoliche contro i protestanti. L'opera fa parte degli atlanti editi dalla cosidetta scuola Cartografica di Colonia, durata per circa mezzo secolo (1570-1620 ca.), e formata principalmente da rifugiati fiamminghi ed olandesi tra i quali spiccano lo stesso Matthaeus Quad e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Le mappe sono attribuite alcune a Jan Matal ed altre a Michael von Eitzing. Jan Matal o Metellus, francese di nascita ed attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia prprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Alcune delle mappe del Matal sono poi successivamente incluse nelle successive pubblicazioni postume, e recano il testo al verso. Dal punto di vista cartografico le mappe sono una derivazione e basate sulle carte pubblicate ad Anversa da Abraham Ortelius, per la prima volta nel 1570; le incisioni delle mappe sono invece attribuite a Frans Hogenberg. La grandissima rarità dell'opera, insieme alla scarsità di informazioni sulle opere "carbonare" edite a Colonia, contribuisce al fascino di questa importante mappa, caposaòdo di ogni collezione car … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:13:20
Jan MATAL o METELLUS (Poligny 1510 - 1597 ca.)
1579. Carta geografica tratta dal rarissimo Itinerarium Europae Provinciae edito a Colonia tra il 1579 e il 1588. Conosciuto anche come Itinerarium Orbis Christiani, questo atlante fu pubblicato anonimamente a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico, come spesso succedeva aal'epoca per sfuggire alle persecuzioni cattoliche contro i protestanti. L'opera fa parte degli atlanti editi dalla cosidetta scuola Cartografica di Colonia, durata per circa mezzo secolo (1570-1620 ca.), e formata principalmente da rifugiati fiamminghi ed olandesi tra i quali spiccano lo stesso Matthaeus Quad e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Le mappe sono attribuite alcune a Jan Matal ed altre a Michael von Eitzing. Jan Matal o Metellus, francese di nascita ed attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia prprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Alcune delle mappe del Matal sono poi successivamente incluse nelle successive pubblicazioni postume, e recano il testo al verso. Dal punto di vista cartografico le mappe sono una derivazione e basate sulle carte pubblicate ad Anversa da Abraham Ortelius, per la prima volta nel 1570; le incisioni delle mappe sono invece attribuite a Frans Hogenberg. La grandissima rarità dell'opera, insieme alla scarsità di informazioni sulle opere "carbonare" edite a Colonia, contribuisce al fascino di questa importante mappa, caposaòdo di ogni collezione car … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:13:20
Jan MATAL o METELLUS (Poligny 1510 - 1597 ca.)
1579. Carta geografica tratta dal rarissimo Itinerarium Europae Provinciae edito a Colonia tra il 1579 e il 1588. Conosciuto anche come Itinerarium Orbis Christiani, questo atlante fu pubblicato anonimamente a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico, come spesso succedeva aal'epoca per sfuggire alle persecuzioni cattoliche contro i protestanti. L'opera fa parte degli atlanti editi dalla cosidetta scuola Cartografica di Colonia, durata per circa mezzo secolo (1570-1620 ca.), e formata principalmente da rifugiati fiamminghi ed olandesi tra i quali spiccano lo stesso Matthaeus Quad e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Le mappe sono attribuite alcune a Jan Matal ed altre a Michael von Eitzing. Jan Matal o Metellus, francese di nascita ed attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia prprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Alcune delle mappe del Matal sono poi successivamente incluse nelle successive pubblicazioni postume, e recano il testo al verso. Dal punto di vista cartografico le mappe sono una derivazione e basate sulle carte pubblicate ad Anversa da Abraham Ortelius, per la prima volta nel 1570; le incisioni delle mappe sono invece attribuite a Frans Hogenberg. La grandissima rarità dell'opera, insieme alla scarsità di informazioni sulle opere "carbonare" edite a Colonia, contribuisce al fascino di questa importante mappa, caposaòdo di ogni collezione car … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:13:20
Jan MATAL o METELLUS (Poligny 1510 - 1597 ca.)
1579. Carta geografica tratta dal rarissimo Itinerarium Europae Provinciae edito a Colonia tra il 1579 e il 1588. Conosciuto anche come Itinerarium Orbis Christiani, questo atlante fu pubblicato anonimamente a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico, come spesso succedeva aal'epoca per sfuggire alle persecuzioni cattoliche contro i protestanti. L'opera fa parte degli atlanti editi dalla cosidetta scuola Cartografica di Colonia, durata per circa mezzo secolo (1570-1620 ca.), e formata principalmente da rifugiati fiamminghi ed olandesi tra i quali spiccano lo stesso Matthaeus Quad e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Le mappe sono attribuite alcune a Jan Matal ed altre a Michael von Eitzing. Jan Matal o Metellus, francese di nascita ed attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia prprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Alcune delle mappe del Matal sono poi successivamente incluse nelle successive pubblicazioni postume, e recano il testo al verso. Dal punto di vista cartografico le mappe sono una derivazione e basate sulle carte pubblicate ad Anversa da Abraham Ortelius, per la prima volta nel 1570; le incisioni delle mappe sono invece attribuite a Frans Hogenberg. La grandissima rarità dell'opera, insieme alla scarsità di informazioni sulle opere "carbonare" edite a Colonia, contribuisce al fascino di questa importante mappa, caposaòdo di ogni collezione car … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:13:20
Jan MATAL o METELLUS (Poligny 1510 - 1597 ca.)
1579. Carta geografica tratta dal rarissimo Itinerarium Europae Provinciae edito a Colonia tra il 1579 e il 1588. Conosciuto anche come Itinerarium Orbis Christiani, questo atlante fu pubblicato anonimamente a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico, come spesso succedeva aal'epoca per sfuggire alle persecuzioni cattoliche contro i protestanti. L'opera fa parte degli atlanti editi dalla cosidetta scuola Cartografica di Colonia, durata per circa mezzo secolo (1570-1620 ca.), e formata principalmente da rifugiati fiamminghi ed olandesi tra i quali spiccano lo stesso Matthaeus Quad e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Le mappe sono attribuite alcune a Jan Matal ed altre a Michael von Eitzing. Jan Matal o Metellus, francese di nascita ed attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia prprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Alcune delle mappe del Matal sono poi successivamente incluse nelle successive pubblicazioni postume, e recano il testo al verso. Dal punto di vista cartografico le mappe sono una derivazione e basate sulle carte pubblicate ad Anversa da Abraham Ortelius, per la prima volta nel 1570; le incisioni delle mappe sono invece attribuite a Frans Hogenberg. La grandissima rarità dell'opera, insieme alla scarsità di informazioni sulle opere "carbonare" edite a Colonia, contribuisce al fascino di questa importante mappa, caposaòdo di ogni collezione car … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:13:20
Jan MATAL o METELLUS (Poligny 1510 - 1597 ca.)
1579. Carta geografica tratta dal rarissimo Itinerarium Europae Provinciae edito a Colonia tra il 1579 e il 1588. Conosciuto anche come Itinerarium Orbis Christiani, questo atlante fu pubblicato anonimamente a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico, come spesso succedeva aal'epoca per sfuggire alle persecuzioni cattoliche contro i protestanti. L'opera fa parte degli atlanti editi dalla cosidetta scuola Cartografica di Colonia, durata per circa mezzo secolo (1570-1620 ca.), e formata principalmente da rifugiati fiamminghi ed olandesi tra i quali spiccano lo stesso Matthaeus Quad e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Le mappe sono attribuite alcune a Jan Matal ed altre a Michael von Eitzing. Jan Matal o Metellus, francese di nascita ed attivo a Louvaine ed a Colonia, dove si rifugia prprio per sfuggire alle persecuzioni dei regnanti cattolici e dove muore nel 1597. Fu tra i maggiori cartografi del tempo e, insieme al Quad e al Hogenberg stesso, il principale esponente della scuola coloniese. Alcune delle mappe del Matal sono poi successivamente incluse nelle successive pubblicazioni postume, e recano il testo al verso. Dal punto di vista cartografico le mappe sono una derivazione e basate sulle carte pubblicate ad Anversa da Abraham Ortelius, per la prima volta nel 1570; le incisioni delle mappe sono invece attribuite a Frans Hogenberg. La grandissima rarità dell'opera, insieme alla scarsità di informazioni sulle opere "carbonare" edite a Colonia, contribuisce al fascino di questa importante mappa, caposaòdo di ogni collezione car … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:09:56
Francesco FERRETTI (1523 - 1593)
1579. Elegante piccola carta geografica dell'isola tratta dai 'Dialoghi Notturni del Capitano Francesco Ferretti Cavaglier di S. Stefano' edito ad Ancona da Giovan Battista Ciotti, nel 1604. Si tratta della seconda edizione del celebre isolario del Ferretti (per la prima volta edito nel 1579), che contiene 28 mappe di isole europee incise in rame, e rachiuse dentro una cornice ornamentale di forma rotonda, che conforisce alle carte un'inusuale e particolarissima forma. Questo raro trattato che fornisce nozioni scientifiche e militari, oltre che geografiche e matematiche. La parte geografica costituisce il corpus principale dell'opera, con le 28 mappe raffiguranti le principali isole del Mediterraneo rappresentate con l'inusuale forma circolare, finemente intagliate da Michelangelo Marelli. Le carte derivano da quelle intagliate da Girolamo Porro per l'Isolario di Porcacchi, edito per la prima volta nel 1572. Ogni carta è racchiusa entro una cornice ornamentale, e mostra le linee dei venti. Il titolo, racchiuso nella parte superiore, è molto grande ed è espresso con la formula Ragionevol' Forma et vera postura del' Isola di, seguito dal nome dell'isola. Le mappe sono di piccole dimensioni ma molto accurate. L'opera del Ferretti venne ristampata nel 1608 con il titolo di Arte Militare. Bibliografia: Mortimer 184; Olschki 4539; Cockle 548; Shirley T.FRR-1a. - Nordenskiold Collection I, p.156 no.73; Dufour/Laguimina p. 85; Ganado 1985 S. 231; Stylianou 81, Navari 33; Zacharakis/Scutari 1499/1003-1518/1022; King, Miniature Antique Maps, pp. 62/3. Nice miniature map of the island … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:09:55
Francesco FERRETTI (1523 - 1593)
1579. Elegante piccola carta geografica dell'isola tratta dai 'Dialoghi Notturni del Capitano Francesco Ferretti Cavaglier di S. Stefano' edito ad Ancona da Giovan Battista Ciotti, nel 1604. Si tratta della seconda edizione del celebre isolario del Ferretti (per la prima volta edito nel 1579), che contiene 28 mappe di isole europee incise in rame, e rachiuse dentro una cornice ornamentale di forma rotonda, che conforisce alle carte un'inusuale e particolarissima forma. Questo raro trattato che fornisce nozioni scientifiche e militari, oltre che geografiche e matematiche. La parte geografica costituisce il corpus principale dell'opera, con le 28 mappe raffiguranti le principali isole del Mediterraneo rappresentate con l'inusuale forma circolare, finemente intagliate da Michelangelo Marelli. Le carte derivano da quelle intagliate da Girolamo Porro per l'Isolario di Porcacchi, edito per la prima volta nel 1572. Ogni carta è racchiusa entro una cornice ornamentale, e mostra le linee dei venti. Il titolo, racchiuso nella parte superiore, è molto grande ed è espresso con la formula Ragionevol' Forma et vera postura del' Isola di, seguito dal nome dell'isola. Le mappe sono di piccole dimensioni ma molto accurate. L'opera del Ferretti venne ristampata nel 1608 con il titolo di Arte Militare. Bibliografia: Mortimer 184; Olschki 4539; Cockle 548; Shirley T.FRR-1a. - Nordenskiold Collection I, p.156 no.73; Dufour/Laguimina p. 85; Ganado 1985 S. 231; Stylianou 81, Navari 33; Zacharakis/Scutari 1499/1003-1518/1022; King, Miniature Antique Maps, pp. 62/3. Nice miniature map of the island … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:09:55
Francesco FERRETTI (1523 - 1593)
1579. Elegante piccola carta geografica dell'isola tratta dai 'Dialoghi Notturni del Capitano Francesco Ferretti Cavaglier di S. Stefano' edito ad Ancona da Giovan Battista Ciotti, nel 1604. Si tratta della seconda edizione del celebre isolario del Ferretti (per la prima volta edito nel 1579), che contiene 28 mappe di isole europee incise in rame, e rachiuse dentro una cornice ornamentale di forma rotonda, che conforisce alle carte un'inusuale e particolarissima forma. Questo raro trattato che fornisce nozioni scientifiche e militari, oltre che geografiche e matematiche. La parte geografica costituisce il corpus principale dell'opera, con le 28 mappe raffiguranti le principali isole del Mediterraneo rappresentate con l'inusuale forma circolare, finemente intagliate da Michelangelo Marelli. Le carte derivano da quelle intagliate da Girolamo Porro per l'Isolario di Porcacchi, edito per la prima volta nel 1572. Ogni carta è racchiusa entro una cornice ornamentale, e mostra le linee dei venti. Il titolo, racchiuso nella parte superiore, è molto grande ed è espresso con la formula Ragionevol' Forma et vera postura del' Isola di, seguito dal nome dell'isola. Le mappe sono di piccole dimensioni ma molto accurate. L'opera del Ferretti venne ristampata nel 1608 con il titolo di Arte Militare. Bibliografia: Mortimer 184; Olschki 4539; Cockle 548; Shirley T.FRR-1a. - Nordenskiold Collection I, p.156 no.73; Dufour/Laguimina p. 85; Ganado 1985 S. 231; Stylianou 81, Navari 33; Zacharakis/Scutari 1499/1003-1518/1022; King, Miniature Antique Maps, pp. 62/3. Nice miniature map of the island … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 19:09:54
Francesco FERRETTI (1523 - 1593)
1579. Elegante piccola carta geografica dell'isola tratta dai 'Dialoghi Notturni del Capitano Francesco Ferretti Cavaglier di S. Stefano' edito ad Ancona da Giovan Battista Ciotti, nel 1604. Si tratta della seconda edizione del celebre isolario del Ferretti (per la prima volta edito nel 1579), che contiene 28 mappe di isole europee incise in rame, e rachiuse dentro una cornice ornamentale di forma rotonda, che conforisce alle carte un'inusuale e particolarissima forma. Questo raro trattato che fornisce nozioni scientifiche e militari, oltre che geografiche e matematiche. La parte geografica costituisce il corpus principale dell'opera, con le 28 mappe raffiguranti le principali isole del Mediterraneo rappresentate con l'inusuale forma circolare, finemente intagliate da Michelangelo Marelli. Le carte derivano da quelle intagliate da Girolamo Porro per l'Isolario di Porcacchi, edito per la prima volta nel 1572. Ogni carta è racchiusa entro una cornice ornamentale, e mostra le linee dei venti. Il titolo, racchiuso nella parte superiore, è molto grande ed è espresso con la formula Ragionevol' Forma et vera postura del' Isola di, seguito dal nome dell'isola. Le mappe sono di piccole dimensioni ma molto accurate. L'opera del Ferretti venne ristampata nel 1608 con il titolo di Arte Militare. Bibliografia: Mortimer 184; Olschki 4539; Cockle 548; Shirley T.FRR-1a. - Nordenskiold Collection I, p.156 no.73; Dufour/Laguimina p. 85; Ganado 1985 S. 231; Stylianou 81, Navari 33; Zacharakis/Scutari 1499/1003-1518/1022; King, Miniature Antique Maps, pp. 62/3. Nice miniature map of the island … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-10 15:04:39
[KARASUMARU, Mitsuhiro, ed.?]
1579. 36 full-page woodcuts, each with an accompanying poem. 18 folding leaves. 8vo, orig. blue wrappers (rather worn & rubbed), early manuscript title label on upper cover "Shokuni kasen Mitsuhiro kyo sen" ["Immortal Artisan Poets selected by Lord Mitsuhiro"], new stitching. [Japan: mid-Edo]. In the late 9th century, a new kind of poetry competition was developed in Japan: the utaawase. Themes were determined, and a poet chosen from each team, the Left and the Right, wrote a waka (a poem) for each given theme. The host appointed a judge for each theme and gave points to the winning team. The team that received the largest number of points was the winner. At first, utaawase was simply a playful entertainment, but as the poetic tradition deepened and developed, it turned into a serious aesthetic contest, with considerably more formality. The tradition continued well into the 19th century. In the 18 competitions in the present work, the theme is various occupations. Many of the 18 competing pairs of are deliberately unlikely matches. But each pair of poems is related by clever plays on words, suggestions, or obscure connections, requiring an extremely refined intellect to find the connections. The 18 pairs of poems appear on verso and recto of each leaf with accompanying woodcuts. Some of the competitions are between a doctor and a sorcerer, a monk and a bookbinder (?), a carpenter and a blacksmith, a sword sharpener and a metallurgist, a nun and a blind musician, a dyer and an armorer, a lacquerware maker and a box maker, a gambler and a boatman, a needl … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Jonathan A. Hill, Bookseller, Inc. [United States]
Check availability:
2020-01-09 15:51:22
BIZZARRI Pietro
ex Off. Christ. Plantini, Antuerpiae, 1579. In folio (345x240 mm.), pp. (8), 802, (2), XXXV ("Leges novae Reip. Gen."); ottima legatura del tempo in piena perg. con tit. ms. al dorso in carattere gotico di grande modulo. Insegna tipogr. al tit., al verso del quale vi è la croce di san Giorgio in xilogr. (arma di Genova) in rosso. Prima edizione di questa importante storia annalistica genovese, oggi di difficile riperimento, riportata anche nelle svariate bibliografie sull'America in quanto comprensiva delle relazioni dei viaggi nel nuovo mondo. Una decina di anni dopo questa impressione, l'opera venne messa all'Indice e qualcuno ventilò trovarvisi "cento passi inquinati di Eresia", riconducendo la delazione al Foglietta, che stava proprio in quegli stessi anni concludendo la sua analoga e celeberrima opera annalistica. Bibliografia: Alden, 579/4. Sabin II, 5663. Harris, "Notes on Columbus", p. 49. Adams 2089. Manno, VI, 22449. [Attributes: First Edition; Hard Cover]
Bookseller: AU SOLEIL D'OR Studio Bibliografico [ACQUI TERME, AL, Italy]
2020-01-08 12:29:28
BENZONI (Girolamo).
Genève, Eustache Vignon, 1579. Petit in-8 de (12) ff., 726-(7)-(3 bl.)-104 pp.; basane marbrée, dos à nerfs orné, pièce de titre de maroquin rouge, tranches rouges (reliure du XVIIIe siècle). Première édition française, traduite de l'italien par Urbain Chauveton. On ne connait de l'auteur que ce qu'il dit de lui-même dans son ouvrage: embarqué pour les Antilles en 1542 en quête d'aventures et de fortune, il passa quinze ans dans les territoires exploités par les Espagnols et fut témoin de leurs méthodes de conquête. Il visita les Antilles, le Guatemala, le Nicaragua, le Mexique, Panama, le Pérou et le Venezuela. Il revint en Europe en 1556 mais, après avoir perdu dans un naufrage les "quelques milliers de ducats" qu'il avait gagné, il ne lui resta que ses souvenirs. Son ouvrage, très critique vis à vis des Espagnols, fut très bien accueilli et rapidement traduit en plusieurs langues. Le traducteur ajouta au texte de Benzoni, un Brief discours et histoire d'un voyage de quelques François en la Floride, & du massacre autant injustement que barbarement executé sur eux par les Hespagnols, l'an 1565, rédigé par lui d'après le texte de Nicolas Le Challeux "Discours de l'histoire de la Floride contenant la cruauté des Espagnols contre les subjets du Roy en l'an mil cinq cens soixante cinq..., publié sans nom d'auteur en 1566. Bon exemplaire de cet ouvrage peu commun. Mouillure claire à quelques feuillets, petite galeire de vers aux premiers feuillets, petit accroc restauré à la page de titre. Adams, 689. -- Brunet, I, 780. -- Chadenat, 4852. -- Cioranescu, XVI° siècle, 6520. … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Librairie Le Bail [France, Paris]
2020-01-07 15:06:24
1579. Bartholomäus Carrichter, Practica - Auß den fürnemesten Secretis, weiland des Edelen vnnd Hochgelehrten Herren Bartholomei Carrichters / der Röm. Kai. May. Herrn Maximilian des Andern / unsers aller gnedigsten Herren / ze. Hoff-Doctors Zwei Bücher in einem Band: I. Von allerhand Leibs kranckheiten; II. Von ursprung der offenen Schäden, und jrer heylung. Jetzt von newem Corrigirt.außgangen (Hrsg. von Michael Toxites). Getruckt zu Straßburg bey Christian Müller, im Jahre, 1579. Kollationierung: 8 Blatt, 160, 183 Seiten KOMPLETT Gebunden in einen Ledereinband mit erneuertem Buchrücken und einem erneuertem Buchdeckel unter Verwendung des originalen geprägten Lederdeckels. Buchformat: 15 x 10 cm. Zweite Ausgabe (EA 1575). Titel verso gestempelt. Teils gebräunt und fleckig,. Letztes Blatt sauber aufgezogen. Sehr gute Bindung. Sehr schönes, sammelwürdiges Exemplar dieser sehr seltenen Ausgabe. Es handelt sich hier um ein sehr reich von einer Hand kommentiertes Exemplar. Der Autor der Kommentare hat sehr umfangreiche Korrekturanmerkungen, Ergänzungen und Setzanweisungen eingebracht. Offensichtlich hat das Exemplar dazu gedient, eine weitere und verbesserte Auflage vorzubereiten. Die Kalligraphie der Anmerkungen entspricht der zweiten Haelfte des 16ten Jahrhunderts. Die handschriftlichen Ergänzungen finden sich durchgängig im gesamten Werk, sowie auf 20 zwischengebunden Blatt. Es ist äusserst wahrscheinlich, dass diese Anmerkungen von Michael Toxites selbst stammen. Der Autor hat dieses Vorhaben wohl nicht mehr ausführen können, da keine Neuauflage mit diesen Änderungen dokume … [Click Below for Full Description]
Bookseller: hwjs306 [Montpellier, FR]
2020-01-05 12:57:08
Cravetta, Aimone (Aymon
1579. "If Cravetta Says So, That's Enough" Cravetta, Aimone (Aymon) [1504-1569]. Consilia Sive Responsa, Quae Quidem Extant Omnia: Nunc Demum Multo Diligentius Quam unquam Antea Castigata, & Multis in Locs Illustrata. Cum Indice Rerum Copiosissimo. Lyon: Apud Carolum Pesnot, 1579. [iv], 789, [71] pp. Main text in parallel columns. Folio (15" x 10-1/2"). Recent quarter pigskin over cloth retaining portions of original calf boards, recent cloth ties, raised bands and lettering piece to spine, cloth-covered pastedowns, marbled free endpapers. Rubbing to calf portions of boards, preliminaries re-hinged but starting at foot. Title printed within ornate woodcut architectural border, woodcut head-pieces and decorated initials. Light toning to text, some soiling to title page, light dampstaining to margins in places, inkspots to edges of text block and a few leaves. Upper margin closely trimmed with some loss to headlines in first quarter of text, top and fore-edge of title page trimmed with some loss. Early struck-through signature to foot of title page, interior otherwise clean. * Cravetta was a renowned Piedmontese jurist who practiced in Milan. "If Cravetta says so, that's enough," ran a popular assessment of his authority. The first collection of his consilia was published in 1566. Another followed in 1572. The contents of both were combined in a single volume, with some additions and subtractions, in 1575. Our 1579 edition contains the 326 consilia found in the 1566 and 1572 editions and 3 responsa on behalf of Cravetta's son-in-law, Hector a Rubeis. Cravetta believed in the … [Click Below for Full Description]
Bookseller: lawbook exchange (intrepidbooks) [Clark, New Jersey, US]
2020-01-04 22:14:02
MANUZIO, Aldo
Antwerpiæ: officina Christophori Plantini, 1579. 1579 Aldine Manuzio Epitome of Parts of Speech Latin Grammar Plantin Press 3in1Aldo Manutius was a 14th-century humanist who is best known for establishing the famous Venetian printing company, Aldine Press. While his printed books garnered him his lasting fame, he also edited famous Greek classics including Lascaris's 'Epitome of the Eight Parts of Speech'. This 1579 Plantin edition of 'Epitome' is an important printing on Latin rhetoric and grammar.Item number: #9548Price: $750MANUZIO, AldoEpitome orthographiæ Aldi Manutii... reliqua altera pagella indicabit; seorsum excusus Magni Aurelii Cassiodori De orthographia libellusAntwerpiæ: Ex officina Christophori Plantini..., 1579.Details: · Collation: Complete with all pages; 3 parts in 1o 'Epitome Orthographiæ...' [16], 167, [1]o Magni Avreli Cassiodori...' [1], 2-55, [1]o 'Compendiolum...' [3], 4-45, [1], [1 blank leaf]· References: USTC 406451; Pettegree NB 20407; Voet, Plantin Press 1630; · Language: Latin· Binding: Leather; tight & secure· Size: ~6.5in X 4.25in (16.5cm x 11cm)· Very rare with no other example for sale worldwide at presentOur Guarantee:Very Fast. Very Safe. Free Shipping Worldwide.Customer satisfaction is our priority! Notify us with 7 days of receiving, and we will offer a full refund without reservation!9548Photos available upon request.
Bookseller: Schilb Antiquarian Rare Books [United States]
Check availability:
2020-01-03 17:44:07
MANUZIO, Aldo
officina Christophori Plantini. 1579 Aldine Manuzio Epitome of Parts of Speech Latin Grammar Plantin Press 3in1 Aldo Manutius was a 14th-century humanist who is best known for establishing the famous Venetian printing company, Aldine Press. While his printed books garnered him his lasting fame, he also edited famous Greek classics including Lascaris’s ‘Epitome of the Eight Parts of Speech’. This 1579 Plantin edition of ‘Epitome’ is an important printing on Latin rhetoric and grammar. Item number: #9548 Price: $750 MANUZIO, Aldo Epitome orthographiæ Aldi Manutii. reliqua altera pagella indicabit; seorsum excusus Magni Aurelii Cassiodori De orthographia libellus Antwerpiæ: Ex officina Christophori Plantini., 1579. Details: Collation: Complete with all pages; 3 parts in 1 ‘Epitome Orthographiæ ’ [16], 167, [1] Magni Avreli Cassiodori ’ [1], 2-55, [1] ‘Compendiolum ’ [3], 4-45, [1], [1 blank leaf] References: USTC 406451; Pettegree NB 20407; Voet, Plantin Press 1630; Language: Latin Binding: Leather; tight & secure Size: ~6.5in X 4.25in (16.5cm x 11cm) Very rare with no other example for sale worldwide at present Our Guarantee: Very Fast. Very Safe. Free Shipping Worldwide. Customer satisfaction is our priority! Notify us with 7 days of receiving, and we will offer a full refund without reservation! 9548 Photos available upon request. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Schilb Antiquarian [Columbia, MO, U.S.A.]
2020-01-02 21:13:28
CORAS, Jean de
Gabriel Buon, Paris, 1579. ______ Format : In-8. Collation : (16), 160 pp. Reliure : Vélin. (Reliure un peu postèrieure.). ____ Arrêt de la fameuse affaire de Martin Guerre accompagné des longs commentaires du célèbre rapporteur du procès, Jean de Coras. Martin Guerre, qui a une jolie femme, s'en va à la guerre et demeure huit ans absent. Arnault du Tilh se présente aux soeurs, oncle et parents dudit Martin, et à sa femme, "qui tous pour la raison de la grande similitude qui était entre lui et ledit Martin absent . facilement se persuadent qu'il est Martin". A la suite du retour de Martin Guerre, Arnault du Tilh a été pendu en 1560. Figure marquante de l'humanisme juridique, Jean de Coras (1512-1572) était calviniste. Il a été tué durant la Saint-Barthélémy à Toulouse. *-------*.
Bookseller: Hugues de Latude [Villefranche de Lauragais, France]
2019-12-25 13:53:04
[KARASUMARU, Mitsuhiro, ed.?]
1579. 36 full-page woodcuts, each with an accompanying poem. 18 folding leaves. 8vo, orig. blue wrappers (rather worn & rubbed), early manuscript title label on upper cover "Shokuni kasen Mitsuhiro kyo sen" ["Immortal Artisan Poets selected by Lord Mitsuhiro"], new stitching. [Japan: mid-Edo].In the late 9th century, a new kind of poetry competition was developed in Japan: the utaawase. Themes were determined, and a poet chosen from each team, the Left and the Right, wrote a waka (a poem) for each given theme. The host appointed a judge for each theme and gave points to the winning team. The team that received the largest number of points was the winner. At first, utaawase was simply a playful entertainment, but as the poetic tradition deepened and developed, it turned into a serious aesthetic contest, with considerably more formality. The tradition continued well into the 19th century.In the 18 competitions in the present work, the theme is various occupations. Many of the 18 competing pairs of are deliberately unlikely matches. But each pair of poems is related by clever plays on words, suggestions, or obscure connections, requiring an extremely refined intellect to find the connections. The 18 pairs of poems appear on verso and recto of each leaf with accompanying woodcuts.Some of the competitions are between a doctor and a sorcerer, a monk and a bookbinder (?), a carpenter and a blacksmith, a sword sharpener and a metallurgist, a nun and a blind musician, a dyer and an armorer, a lacquerware maker and a box maker, a gambler and a boatman, a needle maker and a … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Jonathan A. Hill, Bookseller, Inc. [United States]
2019-12-21 14:53:09
Marcos de Lisboa
lisbon: 1579. very good -slightly trimmed copy on the head with spots on some pages and missing pages 18 and 23, which are facsimilated with period paper. Very rare. LISBOA ( Marcos de ) - LIVRO IN / SIGNE DAS FLORES E PER / FEICOES DAS VIDAS DOS / GLURIOSOS SANCTOS DO VELHO E NO / vo testamento, te quasi nossos tempos, ordenado per as illustris / simas virtudes Christãs, Pêra mostra da gloria de nosso / Senhor e seus Sanctos E pêra grande consolaçam & / doctrina de todos os Christãos / Per marcos Marulo Spalatense de Dal / maeia, Noua mente traduzido em Lin - / goagem, per ... frade / menor, por o grande fruito, que / fará e todas as almas q o lere / Impresso cõ liceça do cõselho Real da Inquisiçã & ordinário. / EM LISBOA / Em casa de Frãsisco Correa impressor de liuros / COM PRIVILEGIO REAL / Anno 1579 / Taxa a trezentos reaes sem papel . In 8º {6} + 295 (aliás 285 ) fls. ; Enc. pergaminho da época.; In 8º (185mmX265mm).; Barbosa Machado: III, p. 409; Inoc.: VI, p. 131, Nº 1395; XVI, p. 347; Pinto de Matos: p. 350 e 351; Anselmo: Nº 513; Samodães: Nº 1792; D. Manuel II: Nº 165; João Ruas: Nº 291; Simões - Cat. Impressos de Tipografia Portuguesa Século XVI: Nº 495; Monteverde: Nº 3144; Manuel dos Santos: Nº 252; Ávila Perez: Nº 4279; Rodrigo Veloso: Nº 4407; Bibliografia Cronológica da Literatura de Espiritualidade em Portugal - 1501 - 1700: p. 111, Nº 448; 1ª Edição Portuguesa. O autor de nome Frei Marcos de Lisboa ou de Betânia, nasceu em Lisboa em 1511, vindo a morrer no Porto a 13 de Setembro de 1591. Franciscano da província de Portugal, dela passou para a reformada d … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Bookskeeper (bookskeeper2014) [Colares, PT]
2019-12-19 22:52:43
1579. Template | Trixum Beschreibung Isocrates, Isokrates. Logoi hapantes, kai epistolai (graece)... Orationes, Partim doctorum virorum opera, partim meliorum exemplarium collatione, nunc demum multo quam antea emendatiores excusae. Adiecimus quoque Hieronymi Wolfii Oetingensis, non omnium modo orationum argumenta, sed & marginum annotatione. Basel, Thomas Guarinus, 1579. Circa 17,6 x 11,7 cm. 32 (1 w.) Bll., 681 (recte 671) SS., Titel mit Druckermarke Nachgefärbtes Halbpergament mit im 19. Jh. hinzugefügtem Rschild und marmorierten Deckeln. - VD16 I 397; Adams I 211; vgl. Hoffmann II, 473. Nachdruck der 1571 bei Guarinus erschienen Ausgabe, durchgehend nur griechisch, besorgt von Hieronymus Wolf (1516-1580). Enthält eine Vita des Isokrates sowie grammatiklaische Bemerkungen aus Harpokration und Suidas. Eleganter Druck in drei verschieden grossen griechischen Typen. - Wenig gebräunt, nur teils (meist in den Rändern) leicht stockig, überwiegend jedoch recht sauber, etwas berieben, Vorsatz mit britischem Wappen-Exlibris. TRIXUM: Mobil-optimierte Auktionsvorlagen und Bilder-Hosting TRIXUM: Mobil-optimierte Auktionsvorlagen und Bilder-Hosting.
Bookseller: embasi [München, DE]
2019-12-17 09:50:09
Kol. Kupferstich von Peter Weiner nach Philipp Apian, 1579, 32,5 x 42,5 cm. Vgl. Cartographia Bavariae S. 69/70. - Blatt 12 der 24-teiligen, nach Apian gestochenen Bayernkarte. Am rechten Rand Früchtegirlande sowie Kartusche mit gestochenen Erklärungen. Tadellos erhalten in sehr feinem Flächenkolorit. Versand D: 6,00 EUR BAYERN, Landkarten, Niederbayern
Bookseller: Buch- & Kunstantiquariat [Germany]
2019-12-15 07:54:02
MASSÉ, Pierre
Jean Poupy, Paris, 1579. Cartonnage ancien en mauvais état Deux ouvrages à pagination suivie reliés en un volume in-8 (169x104 mm), (56)-36 pages et 216 feuillets / (2),[217]-250 feuillets. Page de titre manquante (ici en facsimilé sur papier ancien) Galeries de vers marginales aux derniers feuillets, sinon corps d'ouvrage en bon état Rares ouvrages de sorcellerie. 1. Massé. De l'imposture et tromperie des diables. 1579. Il manque à cet ouvrage sa page de titre (ici en facsimilé sur papier ancien). Édition originale de ce livre de l'avocat Pierre Massé, natif du Mans. L'ouvrage, divisé en deux livres, comprend en outre en tête un écrit de 36 pages du curé parisien René Benoist : "Petit fragment catechistic d'une plus ample catechese de la magie reprehensible & des Magiciens.". Relié à la suite avec sa page de titre séparée et pagination continue (de 217 à 250 ff.) avec l'ouvrage précédent : 2. BENOIST, René. Traicte Enseignant en Bref les Causes des Malefices. Paris: Jean Poupy, 1579. ___________________________________________________________________________________ ______________________________ENGLISH_DESCRIPTION______________________________ ___________________________________________________________________________________ Old harcovers in poor condition. Two works with continuous pagination in one 8vo (169x104 mm), (56)-36 pages and 216 leaves Title page missing, provided in facsimile on old paper / (2),[217]-250 leaves. Marginal worming at the end, otherwise paper is good Rare works on demonology. MASSÉ, PIERRE. De L'Imposture et Tromperie des Diables, Devins, Enchan … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Eric Zink Livres anciens [LE VÉSINET, France]
2019-12-13 08:29:15
TEELLINCK, Willem.
First edition of one of the puritan and edifying works by the reformed minister of Middelburg Willem Teellinck (1579-1629). The title would translate in English as: Zephania's warning, to prevent the destruction of Jerusalem; also fit for the present condition of our dear country.With his many works Teellinck intended to introduce into the Republic the spirit of English pietist Puritanism. On the one hand he tried to stimulate personal piety, on the other hand he levelled criticism at various ethical and religious abuses and errors, and aimed for a complete reform in all areas of life as certainly also in the present work. With his books he has exerted a truly enormous influence on theologians and parishioners of the 17th century alike. Teellinck is therefore generally seen as the father of the influential reformed pietist movement within the Dutch Reformed Church, known as the "Further Reformation".With manuscript annotations and proverbs on the fly-leaves, dated 1770. Some marginal waterstains, otherwise in good condition.Knuttel 3496; Van der Haar, Schatkamer 298; cf. W.J. op 't Hof, "Willem Teellinck in het licht zijner geschriften (31)", in: Nadere Reformatie XII (1988), p. 109-115..
Bookseller: ASHER Rare Books (Since 1830) [Netherlands]
Check availability:
2019-12-11 20:30:04
Abraham ORTELIUS (1528 - 1598)
1579. Splendida mappa storico -geografica di Ortelius che descrive i viaggi di San Paolo apostolo attraverso il Mediterraneo, realizzata per il Parergon. Esemplare nel primo stato di due, tratto dalla terza edizione latina del 1579. La mappa descrive un territorio che va ad ovest verso l'Italia e ad est verso l'Eufrate, comprendendo parti del Mar Rosso e del Mar Nero. Le fonti cartografiche sono rappresentate dalla mappa d'Europa di Mercator del 1554 e una serie di mappe che mostrano i viaggi di S. Paolo di Oronce Finé, Peter Apian, Mark Jordan, Christiaan Schrot e B. Arias Montanus. Nelle due vignette in alto sono rappresentate due scene della vita del Santo. In basso, una citazione dalla Lettera ai Corinzi. Incisione in rame, finemenet acquarellata, in ottimo stato di conservazione. Gorgeous example of Ortelius' map of the travels of St. Paul the Apostle through the Mediterranean, extending west to Italy and east to the Euphrates, including parts of the Red Sea and the Black Sea. Two ornate scenes from the St. Paul's travels are illustrated and colored with unusual detail. Several sailing ships and sea monsters in the Mediterranean. At the bottom, a quote from Corinthians. The cartougraphic source of this map is Mercator's 1554 map of Europe, and a compilation of maps displaying St. Paul's travels by Orontus Fineus of Dauphine in France, Peter Apian, Mark Jordan, Christiaan Schrot and B. Arias Montanus of Sevilla. Copper engraving, finely hand coloured, in excellent condition. Van den Broecke Ort 181 (Koeman/Meurer: 1P, Karrow: 1/129, vdKrogtAN: 0850H:31).
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2019-12-08 13:24:05
Recht.-
1579. VD16 D716 (nur Teil 1).- Angebunden: Der Römischen Keyserlichen Maiejstat reformirte und gebesserte Policey Ordnung, zu befürderung gemeines guten bürgerlichen wesen und nutzen, auff Anno M.D.LXXVII. zu Franckfort gehaltenem Reichs Deputatio tag verfast und auffgericht. Ebd., 1579. 2 Bll., 38 num. Bll., 1 Bl. Mit Holzschnittwappen auf Titel.- Die ersten und letzten 40 Blätter mit leichtem Feuchtrand (meist) im weißen Außensteg, sonst nur sehr vereinzelt leicht fleckig. Aller des heiligen Römischen Reichs Ordnungen, gehaltener Reichsztäge und Abschiede, Sampt der Gülden Bullen. Besonderlich auch der Artickel, Policey, Constitutionen, das Keyserlich Regiment, Cammergericht, den Landtfrieden, und anders, diesem allem anhengig, ... Auch ist Keyser Caroli deß V. Peinliche Halßgerichts Ordnung hinzugethan worden. 2 Tle. in 1 Bd. Mainz, Behem, 1579. 58 Bll. (Reg.), CCCI Bll., 1 w. Bl.; 383 (recte 381) num. Bll. Mit 2 (wdh.) Titel-Wappenholzschnitten, 5 Textholzschnitten u. 12 Münzholzschnitten (auf 1 Seite). 4°. Spät. Ldr. mit 2 goldgepr. RSch. u. 2 Messingschließen, alte blindgepr. Schweinsldr.-Deckelbezüge aufkaschiert (diese angestaubt u. mit kl. Läsionen). von Recht.- Autor(en) Recht.-Verlag / Jahr 1579Sprache Gewicht ca. 500 gBestell-Nr 66Bemerkungen VD16 D716 (nur Teil 1).- Angebunden: Der Römischen Keyserlichen Maiejstat reformirte und gebesserte Policey Ordnung, zu befürderung gemeines guten bürgerlichen wesen und nutzen, auff Anno M.D.LXXVII. zu Franckfort gehaltenem Reichs Deputatio tag verfast und auffgericht. Ebd., 1579. 2 Bll., 38 num. Bll., 1 Bl. Mit Holzschnit … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Danckwerth (antiquariat-schramm) [Kiel, DE]
2019-12-08 13:24:05
Recht.-
1579. VD16 D716 (nur Teil 1).- Angebunden: Der Römischen Keyserlichen Maiejstat reformirte und gebesserte Policey Ordnung, zu befürderung gemeines guten bürgerlichen wesen und nutzen, auff Anno M.D.LXXVII. zu Franckfort gehaltenem Reichs Deputatio tag verfast und auffgericht. Ebd., 1579. 2 Bll., 38 num. Bll., 1 Bl. Mit Holzschnittwappen auf Titel.- Die ersten und letzten 40 Blätter mit leichtem Feuchtrand (meist) im weißen Außensteg, sonst nur sehr vereinzelt leicht fleckig.- . Gewicht in Gramm: 500
Bookseller: Antiquariat Daniel Schramm e.K. [Kiel, Germany]
2019-11-15 13:27:34
Amman, Jost:
Frankfurt: Georgium Corvinum, impensis Sigismundi Feyerabendij, 1579. 1 Titelholzschnitt,1 ganzseitiger Holzschnitt (Gentilitia Kellner) mit Bildober- und Unterschrift auf der Vorderseite des ersten von 3 Textseiten mit einer Einführung von Sigismundus Feyerabendt, 1 Holzschnitt am Ende des Textblattes von Philippus Lonicerus, 164 ganzseitige heraldische und emblematische Holzschnitte mit Bildober- und unterschriften und Darstellungen von deutscher Familienwappen mit Sinnbildern und Personifikationen der Grazien, Musen, verschieder mythologischer und historischer Figuren, 51 ganzseitige heraldische und emblematische Holzschnitte, unbeschriftet und bei den Wappen nur die Wappenrahmen, Personifikationen verschiedenster mythologischer und historischer Figuren, 7 Blatt mit jeweils 8 Zierschildern, 1 Druckerblatt mit Impressum, Erscheinungsjahr und Holzschnitt, ohne Pagnierung, 234 Blätter. Becker 24a; Lipperheide Db 5. Das Buch gilt als eines der schönsten Werke Ammans Sprache: Deutsch Gewicht in Gramm: 550 Gr.-8°, OPergamenteinband, goldgeprägter Titel auf braunem Lederrückenschild, Einband fleckig und leicht berieben, goldgeprägter Titel leicht verblichen, Kleberückstände eines Bibliotheksschildes auf Rücken, vorderer Vorsatz herausgetrennt, Titel leicht fingerfleckig, innen an den Seitenrändern teils gering braun- bzw. fingerfleckig, ansonsten schönes Exemplar mit sauberen Holzschnitten. [Attributes: First Edition; Hard Cover]
Bookseller: Altstadt Antiquariat Goslar [Goslar, Germany]
2019-11-15 13:27:34
Amman, Jost
Frankfurt: Georgium Corvinum, impensis Sigismundi Feyerabendij, 1579. Becker 24a; Lipperheide Db 5. Das Buch gilt als eines der schönsten Werke Ammans. Artikeldetails Insignia Sacrae Caesareae Maiestatis, Principum Electorum, ac aliquot illustrissimarum, illustrium, noblium, & aliarum familiarum, formis artificisissimis expressa: Addito cuiq, peculiari Symbolo, & Carmine octasticho, quibus cum ipsum Infigne, tum Symbolum, ingeniose, ac sine ulla arrogantia vel mordicitate, liberaliter explicantur. [Heraldik.] - Amman, Jost: 1. Aufl. Frankfurt: Georgium Corvinum, impensis Sigismundi Feyerabendij, 1579. 1 Titelholzschnitt,1 ganzseitiger Holzschnitt (Gentilitia Kellner) mit Bildober- und Unterschrift auf der Vorderseite des ersten von 3 Textseiten mit einer Einführung von Sigismundus Feyerabendt, 1 Holzschnitt am Ende des Textblattes von Philippus Lonicerus, 164 ganzseitige heraldische und emblematische Holzschnitte mit Bildober- und unterschriften und Darstellungen von deutscher Familienwappen mit Sinnbildern und Personifikationen der Grazien, Musen, verschieder mythologischer und historischer Figuren, 51 ganzseitige heraldische und emblematische Holzschnitte, unbeschriftet und bei den Wappen nur die Wappenrahmen, Personifikationen verschiedenster mythologischer und historischer Figuren, 7 Blatt mit jeweils 8 Zierschildern, 1 Druckerblatt mit Impressum, Erscheinungsjahr und Holzschnitt, ohne Pagnierung, 234 Blätter. Gr.-8°, OPergamenteinband, goldgeprägter Titel auf braunem Lederrückenschild, Einband fleckig und leicht berieben, goldgeprägter Titel leicht verblichen, Kleberüc … [Click Below for Full Description]
Bookseller: buchallee2009 [Goslar, DE]
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     564 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2020 viaLibri™ Limited. All rights reserved.