The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1570
2017-06-20 21:35:26
Abraham ORTELIUS
Anversa, 1570. Questa bella carta geografica del territorio della Toscana pubblicata nel Theatrum Orbis Terrarum di Ortelius, è basata, come esplicitamente indicato nel cartiglio con il titolo, sul lavoro di Girolamo Bellarmato. La mappa a sud si estende fino a includere la città di Roma. Esemplare pubblicato nell'edizione latina del 1592 del Theatrum Orbis Terrarum di Abraham Ortelius. Incisione su rame,magnifica coloritura d'epoca, in ottimo stato di conservazione. Map of Tuscany based on the regional map of Giralomo Bellarmati.The map extends to include Rome in the lower right corner. Example from the 1592 Latin edition of Theatrum Orbis Terrarum by A. Ortelius. Copper engraving, original colors, in very good condition. Latin text on the verso. Koeman: The unique position held by Ortelius' Theatrum in the history of cartography is to be attributed primarily to its qualification as 'the world's first regularly produced atlas.' Its great commercial success 'enabled it to make so great a contribution to geographical culture throughout Europe in the later 16th century.' Koeman/Meurer: 36, Karrow: 1/49, vdKrogtAN: 7200:31A; Van den Broecke Ort 130 497 320mm
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-06-20 21:35:26
Abraham ORTELIUS
Anversa, 1570. Decorative e dettagliata mappa della Toscana, dall'edizione francese del 1598 del Theatrum Orbis Terrarum di Ortelius, il primo atlante moderno del mondo. La mappa si basa sulla mappa regonale di Girolamo Bellarmati ed include un cartiglio ornato e un numero di navi a vela. Incisione in rame, finemente colorata a mano, in ottimo stato di conservazione. Decorative and detailed map of Tuscany, from the 1598 French edition of Ortelius' Theatrum Orbis Terrarum, the first modern atlas of the world. The map is based upon the regonal map of Girolamo Bellarmati. Includes an ornate cartouche and a number of sailing vessels. Centered on Florence, with Rome in the lower right corner. M. Van den Broecke "Ortelius Atlas Maps" (2011), n. 130 495 320mm
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-06-20 19:38:16
PLUTARCHUS.
BMC STC German, p. 706; VD 16, P3681 (8 copies); this edition not in Adams; Dibdin; binding not in De Prijs is het Bewijs. Scholarly edition of Plutarch's Moralia in a beautiful and very richly decorated prize binding, probably from the Southern Netherlands for one of the Jesuit Colleges, with the "IHS" device and the legend "Jesus Maria" within a crown of thorns. The Plutarch edition is the first edited by Xylander, and contains Plutarch's collected studies in the fields of ethics, religion, physics, natural history, music, politics, philosophy and literature, cast in Dialogues or Diatribes. The book is well produced, printed mainly in roman type with small italics for the Latin quotations and the legenda in the margins. Small stamp on title-page; a few leaves slightly stained. Very good copy.
Bookseller: ASHER Rare Books (Since 1830)
Check availability:
2017-06-20 12:34:30
PIERRE DUFOUR (1545 - 1610) und Gerard van Groeningen.
Kupferstich bei Gerard de Jode, um 1570, 19 x 25 cm. New Hollstein 234, Nr. 197. - Allucius ist dem Feldherren Scipio sehr dankbar, daß dieser die weiblichen Geiseln verschonte und lobt ihn hierfür. Er schloß mit ihm ein Bündnis. Die Szene ist bei Livius 26, Kapitel 50 nachzulesen, hierzu ein alter hs. Vermerk nach dem Untertext. - Schöner kräftiger Abzug in bester Erhaltung und breitem Rand. Versand D: 6,00 EUR Künstlergraphik, Antike, Krieg , Römisches Reich
Bookseller: Antiquariat Bierl
2017-06-20 12:34:30
PIERRE DUFOUR (1545 - 1610) und Gerard van Groeningen.
Kupferstich bei Gerard de Jode, um 1570, 19 x 25 cm. New Hollstein 234, Nr. 196. - Scipio und Allucius reichen sich die Hände, denn zum Dank dafür, daß Scipio die erbeuteten Geiseln schonte, schließt sich Allucius mit seinen Streitkräften den Römern an. Im Hintergrund die Kuppeln der Stadt Carthagena Nova. Die Szene ist bei Livius 26, Kapitel 50 nachzulesen - hierzu ein alter hs. Vermerk nach dem lat. Untertext. - Schöner kräftiger Abzug in bester Erhaltung mit breitem Rand. Versand D: 6,00 EUR Künstlergraphik, Antike, Krieg , Römisches Reich
Bookseller: Antiquariat Bierl
2017-06-18 00:00:00
URRETA, Luis de.
1570. Finger & Piccolino, p. 117; Palau 345993; cf. Gay, Bibl. de l'Afrique et l'Arabe 2690. First and only edition, in Spanish, of an early work on Ethiopia by the Spanish Dominican monk Luis de Urreta (ca. 1570-1636), who wrote two volumes glorifying his own order's accomplishments in Ethiopia while diminishing those of the Jesuits. In the present work, the second of the two, he deals specifically with the Dominican presence in Ethiopia and the history of the Ethiopian saints. Like the first work, the Historia ecclesiastica published in 1610, it is a late example of a stream of geographical fantasies where Ethiopia was presented as the wondrous utopian kingdom of Prester John, and Urreta makes the case for an ancient Dominican presence in the country, arguing that they should thus be given precedence over the Jesuits as Catholic missionaries in that country. With information on two Dominicans who entered Mecca around 1580.From the library of Pierre Seguier, Lord Chancellor of France from 1635 to 1672, best known for his appearance in The three musketeers, with his arms and monogram stamped in gold on the binding. And with an owner's inscription on title-page. With a faint water stain in the lower margin of four leaves in the introduction, a tiny corner torn from the title-page, otherwise in very good condition. Binding heavily restored, but with the gold-tooled coat of arms still very clear.
Bookseller: Antiquariaat FORUM BV [Houten, Netherlands]
2017-06-18 00:00:00
URRETA, Luis de.
Finger & Piccolino, p. 117; Palau 345993; cf. Gay, Bibl. de l'Afrique et l'Arabe 2690. First and only edition, in Spanish, of an early work on Ethiopia by the Spanish Dominican monk Luis de Urreta (ca. 1570-1636), who wrote two volumes glorifying his own order's accomplishments in Ethiopia while diminishing those of the Jesuits. In the present work, the second of the two, he deals specifically with the Dominican presence in Ethiopia and the history of the Ethiopian saints. Like the first work, the Historia ecclesiastica published in 1610, it is a late example of a stream of geographical fantasies where Ethiopia was presented as the wondrous utopian kingdom of Prester John, and Urreta makes the case for an ancient Dominican presence in the country, arguing that they should thus be given precedence over the Jesuits as Catholic missionaries in that country. With information on two Dominicans who entered Mecca around 1580.From the library of Pierre Seguier, Lord Chancellor of France from 1635 to 1672, best known for his appearance in The three musketeers, with his arms and monogram stamped in gold on the binding. And with an owner's inscription on title-page. With a faint water stain in the lower margin of four leaves in the introduction, a tiny corner torn from the title-page, otherwise in very good condition. Binding heavily restored, but with the gold-tooled coat of arms still very clear.
Bookseller: Antiquariaat FORUM BV
Check availability:
2017-06-18 00:00:00
URRETA, Luis de.
1570. Finger & Piccolino, p. 117; Palau 345993; cf. Gay, Bibl. de l'Afrique et l'Arabe 2690. First and only edition, in Spanish, of an early work on Ethiopia by the Spanish Dominican monk Luis de Urreta (ca. 1570-1636), who wrote two volumes glorifying his own order's accomplishments in Ethiopia while diminishing those of the Jesuits. In the present work, the second of the two, he deals specifically with the Dominican presence in Ethiopia and the history of the Ethiopian saints. Like the first work, the Historia ecclesiastica published in 1610, it is a late example of a stream of geographical fantasies where Ethiopia was presented as the wondrous utopian kingdom of Prester John, and Urreta makes the case for an ancient Dominican presence in the country, arguing that they should thus be given precedence over the Jesuits as Catholic missionaries in that country. With information on two Dominicans who entered Mecca around 1580.From the library of Pierre Seguier, Lord Chancellor of France from 1635 to 1672, best known for his appearance in The three musketeers , with his arms and monogram stamped in gold on the binding. And with an owner's inscription on title-page. With a faint water stain in the lower margin of four leaves in the introduction, a tiny corner torn from the title-page, otherwise in very good condition. Binding heavily restored, but with the gold-tooled coat of arms still very clear.
Bookseller: Antiquariaat FORUM BV [Netherlands]
2017-06-16 21:41:03
Abraham ORTELIUS
Anversa 1570 - La carta del Regno di Napoli - inserita in tutte le edizioni del "Theatrum Orbis Terrarum" di Ortelius, a partire dalla prima del 1570 - deriva dalla carta di Pirro Ligorio edita a Roma da Michele Tramezino nel 1558 e successivamente ristampata dal De Cavalleris, sempre a Roma. Edizione con testo francese al verso. Incisione in rame, lievissime ossidazioni, per il resto in perfette condizioni. This is a beautiful map of southern Italy with north oriented to the left as identified by the handsome compass rose. The map is filled with detail and based on the work of Pirro Ligorio who was best known as an architect involved in the building of St. Peter's in Rome. The title is contained in a flowing banner and a fine sailing ship further adorns the map. Van Den Broecke 139. Dimensioni 505 370mm
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-06-14 13:13:10
Sebastian MUENSTER
Basilea 1570 - Veduta a volo d'uccello della città di Parigi, tratta dalla Cosmographia di S. Münster, nell'edizione di Sebastian Henric Petri, del 1570 circa. La xilografia è opera dell'incisore tedesco Hans Rudolf Manuel. La veduta è circondata da una ricca cornice decorativa, in stile rinascimentale. In alto il titolo, "La città di Parigi è spesso figurata e contrasta con l'attuale opportunità"; Sotto la legenda di siti ed edifici significativi, distribuita su 4 colonne. In alto a sinistra è lo stemma coronato (tre gigli) del regno di Francia , sorretto da due angeli. In alto a destra, lo stemma della città di Parigi (nave sulla Senna), tenuto da un angelo. In basso a destra, nell'immagine, è disegnata anche la forca. Questo motivo si trova spesso in Münster. Xilografia, finemente acquarellata, testo tedesco al verso, in ottimo stato di conservazione. Early bird's-eye map of the city of Paris. Original woodcut by Hans Rudolf Manuel German from the "Cosmographie" by Sebastian Münster, published by Sebastianus Henricpetri (around 1570). The map is surrounded by a rich woodcut border in Renaissance style. On the head of the title head, "The place of Paris is often figured and contrasts with the present opportunity"; At the bottom, a key of significant sites and buildings in 4 columns. On the upper left is the crowned coat of arms (three lilies) of the kingdom of France (as also that of the Île-de-France), held by two angels. On the upper right, the coat of arms of the city of Paris (ship on the Seine), held by an angel. At the bottom right, in the image, there's the gallows … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-06-08 14:37:30
Abraham ORTELIUS
Anversa. Splendida carta geografica dell'intera Grecia e dei territori limitrofi, pubblicata nel Theatrum Orbis Terrarum. La mappa, come riportato sul titolo, è basato su quella di Giacomo Gastaldi. i presenta molto dettagliata e ricca di toponimi, anche per quanto riguarda le isole. Decorato con un grande cartiglio per il titolo e un vascello nel mare. Esemplare in magnifica coloritura coeva. Testo latino al verso. In ottimo stato di conservazione A beutiful map of Greece taken from Theatrum orbis Terrarum. This map s was based on the work of Giacomo Gastaldi. It is very detailed and includes the islands in the Aegean Sea. The map is embellished by a sailing ship and a large ornate strapwork cartouche. The seas are fully and laboriously stipple engraved. Latin text on verso, published between 1570-1609. In very good conditions. Van den Broecke, 146; Zackarakis, 1446. 515 370mm
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-06-06 13:19:47
Hieronimus WIERIX (Anversa, 1549 - Bruxelles, 1618 o poco dopo)
1570. Bulino, firmato in lastra in basso a destra. Da un soggetto di Marteen de Vos. Esemplare nel primo stato di due, con l'indirizzo dell'editore Peter de Jode. Magnifica prova, impressa su carta vergata coeva priva di filigrana, con sottili margini, in perfetto stato di conservazione. Engraving, signed on plate at the bottom right. After Maarten de Vos. Example in the first state of two, with the address of publisher Peter de Jode. Magnificent proof, printed on contemporary laid paper without watermark, with narrow margins, in good condition. Alvin, L., Catalogue raisonné de l'oeuvre des trois frères Jan, Jérome et Antoine Wierix, 1391. Dimensioni 288x196.
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-06-06 13:19:47
Hieronimus WIERIX
1570. Bulino, firmato in lastra in basso a destra. Da un soggetto di Marteen de Vos. Esemplare nel primo stato di due, con l’indirizzo dell’editore Peter de Jode. Magnifica prova, impressa su carta vergata coeva priva di filigrana, con sottili margini, in perfetto stato di conservazione. Engraving, signed on plate at the bottom right. After Maarten de Vos. Example in the first state of two, with the address of publisher Peter de Jode. Magnificent proof, printed on contemporary laid paper without watermark, with narrow margins, in good condition. Alvin, L., Catalogue raisonné de l'oeuvre des trois frères Jan, Jérome et Antoine Wierix, 1391. Dimensioni 288x196. [Attributes: Signed Copy; Soft Cover]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-06-05 17:07:45
E. Sadeler (um 1570-1629)
- Egidius Sadeler (um 1570 Antwerpen-Prag 1629). Nach Tizian (um 1477-1576): Porträt des römischen Kaisers Titus Vespasian (9 n.Chr. Falacrinae - 79 Aquae Cutiliae) im Harnisch. Kupferstich. Beschreibung: Kupferstich. Oberhalbd er Darstellung bezeichnet mit "D. VESPASIANUS AVGVSTVS", Unterhalb der Darstellung in lateinsicher Sprache mit Widmungstext versehen, darunter in der Druckplatte signiert mit "Ægidius Sadeler S. C. M. sculp.", "Titianus inventor" und "Marcus Sadeler excudit". Größe/Size: Bild: 34,4 x 24 cm. Papier: 52,7 x 37,1 cm. Zustand: Noch guter Zustand. Auf dem gesamten Blatt sind Stockflecken sichtbar. Die Darstellung ist stellenweise leicht berieben. Die Kanten sind teils unbeschnitten. Entlang der Kanten ist das Papier verschmutzt und durch Knick- und Stoßspuren sowie Randeinrisse beschädigt. Die rechte obere Blattecke ist das Papier deutlich gewellt. Mittig sind Spuren einer horizontalen Knickfalte erkennbar. Es handelt sich um einen Gesamtpreis inkl. Versandkosten innerhalb der BRD. Umsatzsteuer wird wegen Differenzbesteuerung nach §25a UstG weder erhoben noch ausgewiesen. [Attributes: Signed Copy]
Bookseller: Buchprojekt1 - H. W. Fichter Kunsthandel
2017-06-04 20:37:05
PLUTARCHI CHAERONENSIS.
Dupuys, 1570. In 4°, p. pelle, cc.nn 6 + pp. 857 + cc.nn. 45. Nervi. Fregio al centro dei piatti e lettere al d. in o. . Front. fig. con marca tipografica, altra marca tipografica al centro dell'ultima p. Lievi mende alla cop. Fioriture. Appunti manoscritti sul primo foglio bianco. Opera che raccoglie scritti di Plutarco nei campi dell'etica, religione, fisica, storia naturale, musica, politica, filosofia e letteratura.
Bookseller: Libreria Cicerone M.T.
2017-06-03 08:54:11
MUENSTER SEBASTIAN.
1570. Silografia, mm 230x170. Tratta da "Cosmographie universelle". Tradizionale visione nordica dell'Italia rovesciata, qui raffigurata da Trento a Napoli. Il cartografo e cosmografo tedesco Sebastian Münster pubblicò la "Cosmographia Universalis" nel 1544; l'opera fu la più diffusa pubblicazione enciclopedica di carattere storico geografico successiva alla Cronaca di Nuremberg del 1493; prova ne è che vennero pubblicate oltre 40 edizioni in molteplici lingue tra il 1544 e il 1628. Ottimo esemplare perfettamente conservato.
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2017-06-02 21:55:13
Orazio de SANTIS (Attivo a Roma 1568/84)
1570. "Bulino, firmato a sinistra del piedistallo ""Hor. Aquilanus fec"", titolo in elegante carattere corsivo. Numerata 29 in basso a sinistra. La statua raffigurata è il celebre Ercole Farnese . Della serie: ANTIQVARVM STATVARVM VRBIS ROMAE QUAE IN PUBLICIS PRIVATISQUE LOCIS VISVNTVR, edita a Roma tra 1570-1621. Bulino, in ottimo stato di conservazione." 132 222
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-06-02 21:55:13
Orazio de SANTIS
1570. Bulino, firmato a sinistra del piedistallo "Hor. Aquilanus fec", titolo in elegante carattere corsivo. Numerata 29 in basso a sinistra. La statua raffigurata è il celebre Ercole Farnese . Della serie: ANTIQVARVM STATVARVM VRBIS ROMAE QUAE IN PUBLICIS PRIVATISQUE LOCIS VISVNTVR, edita a Roma tra 1570-1621. Bulino, in ottimo stato di conservazione. 132 222mm
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-06-02 14:54:06
ÖSTERREICH ( Erzherzogtum ):
- altkoloriert, 1570, 33,6 x 46 Van den Broecke, Nr. 106. (mit lat. Rückseitentext )- Mit 2 altkol. Rollwerkskartuschen. Am linken Rand ein ca. 15 cm. langer, althinterlegter Einriß.
Bookseller: Antiquariat Nikolaus Struck
Check availability:
2017-06-01 13:59:52
Abraham ORTELIUS
Anversa 1570 - Frontespizio del Theatrum Orbis Terrarum di Ortelius. Incisione in rame, coloritura coeva, in buono stato di conservazione. Title page of Ortelius' "Theatrum Orbis Terrarum". Copperplate with fine original colour, good condition. M. Van den Broecke "Ortelius Atlas Maps" (2011), p. 61; R. Shirley, The Art of the decorative cartographic Titlepage, n. 9 Dimensioni 245 390mm
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-06-01 04:41:55
Tommaso PORCACCHI (1530 - 1585
1570. Per la prima volta edita nell'isolario del Porcacchi, questo esemplare è tratto dal "Universis terrarum orbis..", di Lasor a Varea, edito nel 1713-16. Rara. First included in the famous Isolario by Porcacchi, this example comes from "Universis terrarum orbis.." by Lasor a Varea, 1713-16. Rare. Padova Padua F. Cervoni, "Image de la Corse", 9 147 110
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-05-31 09:59:20
Giovanni Francesco CAMOCIO
Venezia 1570 - Mappa della città di Margariti, in Epiro, che fu espugnata dai Veneziani nel 1571. Quest’opera, come era usuale per Camocio e altri editori suoi contemporanei, fu messa in commercio come carta sciolta prima di essere poi inserita nel volume Isole famose, porti, fortezze e terre marittime sottoposte alla Serenissima Signoria di Venetia, ed altri Principi Christiani, et al Signor Turco, nouamente poste in luce. In Venetia alla libreria del segno di San Marco. Di questa circolazione separata dal volume, esistono delle prove prive di numerazione, vendute come fogli sciolti, che si trovano in alcune raccolte lafreriane. Gli esemplari con la numerazione sono, invece, quelli inseriti negli Isolari. Raro primo stato di due. In buono stato di conservazione. THE RARE FIRST STATE. Plan of Margariti in Epirus, showing the fortress under siege by the Venetians in 1571, shortly before the Battle of Lepanto. In parallel to the IATO assembled in Rome and Venice, the Venetians continued to issue collections in the form of Isolario, expanded to contain plans and bird’s-eye-views of towns and fortresses. Like the larger maps of The IATO these smaller ones were first issued for a loose sheet circulation, and then assembled in booklet form for interested customer. This developments suggested by a few surviving copies of a booklet first circulated with a varying number of contents, without title page or date of issue, and later with un undated title page and then with the contents more uniformly arranged and, finally supplied with an engraved consecutive numbering. The b … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-05-31 09:59:20
Giovanni Francesco CAMOCIO
Venezia, 1570. Rara carta di Samos edita da Camocio nle 1571. Quest’opera, come era usuale per Camocio e altri editori suoi contemporanei, fu messa in commercio come carta sciolta prima di essere poi inserita nel volume Isole famose, porti, fortezze e terre marittime sottoposte alla Serenissima Signoria di Venetia, ed altri Principi Christiani, et al Signor Turco, nouamente poste in luce. In Venetia alla libreria del segno di San Marco. Di questa circolazione separata dal volume, esistono delle prove prive di numerazione, vendute come fogli sciolti, che si trovano in alcune raccolte lafreriane. Gli esemplari con la numerazione sono, invece, quelli inseriti negli Isolari. Raro primo stato di due. In buono stato di conservazione. THE RARE FIRST STATE of the map of the island. In parallel to the IATO assembled in Rome and Venice, the Venetians continued to issue collections in the form of Isolario, expanded to contain plans and bird’s-eye-views of towns and fortresses. Like the larger maps of The IATO these smaller ones were first issued for a loose sheet circulation, and then assembled in booklet form for interested customer. This developments suggested by a few surviving copies of a booklet first circulated with a varying number of contents, without title page or date of issue, and later with un undated title page and then with the contents more uniformly arranged and, finally supplied with an engraved consecutive numbering. The booklet usually passes under the name "Isole Famose, porti , fortezze e terre maritime sottoposte alla Ser. Sig. di Venetia" (1571) and bear the Cam … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-05-31 09:59:20
Giovanni Francesco CAMOCIO
1570. Rara carta di Patmos edita a Venezia da Camocio. Quest’opera, come era usuale per Camocio e altri editori suoi contemporanei, fu messa in commercio come carta sciolta prima di essere poi inserita nel volume Isole famose, porti, fortezze e terre marittime sottoposte alla Serenissima Signoria di Venetia, ed altri Principi Christiani, et al Signor Turco, nouamente poste in luce. In Venetia alla libreria del segno di San Marco. Di questa circolazione separata dal volume, esistono delle prove prive di numerazione, vendute come fogli sciolti, che si trovano in alcune raccolte lafreriane. Gli esemplari con la numerazione sono, invece, quelli inseriti negli Isolari. Raro primo stato di due. In buono stato di conservazione. THE RARE FIRST STATE of the map of the island by Camocio. In parallel to the IATO assembled in Rome and Venice, the Venetians continued to issue collections in the form of Isolario, expanded to contain plans and bird’s-eye-views of towns and fortresses. Like the larger maps of The IATO these smaller ones were first issued for a loose sheet circulation, and then assembled in booklet form for interested customer. This developments suggested by a few surviving copies of a booklet first circulated with a varying number of contents, without title page or date of issue, and later with un undated title page and then with the contents more uniformly arranged and, finally supplied with an engraved consecutive numbering. The booklet usually passes under the name "Isole Famose, porti , fortezze e terre maritime sottoposte alla Ser. Sig. di Venetia" (1571) and bear the … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-05-31 09:59:20
Giovanni Francesco CAMOCIO
Venezia 1570 - Mappa dell'isola di Karpathos. Quest’opera, come era usuale per Camocio e altri editori suoi contemporanei, fu messa in commercio come carta sciolta prima di essere poi inserita nel volume Isole famose, porti, fortezze e terre marittime sottoposte alla Serenissima Signoria di Venetia, ed altri Principi Christiani, et al Signor Turco, nouamente poste in luce. In Venetia alla libreria del segno di San Marco. Di questa circolazione separata dal volume, esistono delle prove prive di numerazione, vendute come fogli sciolti, che si trovano in alcune raccolte lafreriane. Gli esemplari con la numerazione sono, invece, quelli inseriti negli Isolari. Raro primo stato di due. In buono stato di conservazione. THE RARE FIRST STATE. Map of the island of Karpathos, captured by the Ottomans in 1538. In parallel to the IATO assembled in Rome and Venice, the Venetians continued to issue collections in the form of Isolario, expanded to contain plans and bird’s-eye-views of towns and fortresses. Like the larger maps of The IATO these smaller ones were first issued for a loose sheet circulation, and then assembled in booklet form for interested customer. This developments suggested by a few surviving copies of a booklet first circulated with a varying number of contents, without title page or date of issue, and later with un undated title page and then with the contents more uniformly arranged and, finally supplied with an engraved consecutive numbering. The booklet usually passes under the name "Isole Famose, porti , fortezze e terre maritime sottoposte alla Ser. Sig. … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-05-31 09:59:20
Giovanni Francesco CAMOCIO
Venezia 1570 - Rara pianta della città di Chios, che fu sottratta dai Turchi ai Genovesi dopo un lungo e sanguinoso assedio nel 1566. Quest’opera, come era usuale per Camocio e altri editori suoi contemporanei, fu messa in commercio come carta sciolta prima di essere poi inserita nel volume Isole famose, porti, fortezze e terre marittime sottoposte alla Serenissima Signoria di Venetia, ed altri Principi Christiani, et al Signor Turco, nouamente poste in luce. In Venetia alla libreria del segno di San Marco. Di questa circolazione separata dal volume, esistono delle prove prive di numerazione, vendute come fogli sciolti, che si trovano in alcune raccolte lafreriane. Gli esemplari con la numerazione sono, invece, quelli inseriti negli Isolari. Raro primo stato di due. In buono stato di conservazione. THE RARE FIRST STATE. A plan of the town of Chios which had been captured from the Genoese by the Ottomans in 1566. In parallel to the IATO assembled in Rome and Venice, the Venetians continued to issue collections in the form of Isolario, expanded to contain plans and bird’s-eye-views of towns and fortresses. Like the larger maps of The IATO these smaller ones were first issued for a loose sheet circulation, and then assembled in booklet form for interested customer. This developments suggested by a few surviving copies of a booklet first circulated with a varying number of contents, without title page or date of issue, and later with un undated title page and then with the contents more uniformly arranged and, finally supplied with an engraved consecutive numbering. T … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-05-31 09:59:20
Giovanni Francesco CAMOCIO
Venezia, 1570. Carta priva di scala grafica e graduazione ai margini. Acquaforte e bulino, mm 136x180. Carta anonima, priva di data ed indicazioni editoriali, edita da Camocio. La carta raffigura la città di Osor e parte dell’isola di Cres (Cherso) e della vicina isola di Lussino (Losinj), dalla quale è separata da un canale. La fonte cartografica per questa mappa del Camocio è da ricondurre alla carta gastaldina del 1559. La mappa circolava come carta sciolta prima di essere poi inserita nella raccolta Isole famose, porti, fortezze e terre marittime sottoposte alla Serenissima Signoria di Venetia, ed altri Principi Christiani, et al Signor Turco, nouamente poste in luce. In Venetia alla libreria del segno di San Marco. Esistono pertanto delle prove prive di numerazione, che si trovano in alcune raccolte cinquecentesche. Esistono altresì delle prove avanti il numero che si trovano negli isolari camociani. Alla morte dell’editore (1575) le lastre furono acquisite da Donato Bertelli, che le ristampò aggiungendo una numerazione sequenziale. In parallel to the IATO assembled in Rome and Venice, the Venetians continued to issue collections in the form of Isolario, expanded to contain plans and bird’s-eye-views of towns and fortresses. Like the larger maps of The IATO these smaller ones were first issued for a loose sheet circulation, and then assembled in booklet form for interested customer. This developments suggested by a few surviving copies of a booklet first circulated with a varying number of contents, without title page or date of issue, and later with un undated title p … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-05-31 09:59:20
Giovanni Francesco CAMOCIO
Venezia 1570 - Tra il 1560 ed 1575 Camocio pubblicò circa quaranta carte di grande formato e molte furono le carte di piccolo formato pubblicate sciolte tra il 1566 e il 1574, che andarono successivamente a formare il volume noto col nome Isole famose, porti, fortezze e terre marittime sottoposte alla Serenissima Signoria di Venetia, ed altri Principi Christiani, et al Signor Turco, nouamente poste in luce. In Venetia alla libreria del segno di San Marco. Le carte inserite nell’isolario di Camocio hanno la lastra ritoccata e un numero sequenziale aggiunto, mentre le prime prove sono caratterizzate dalla grande qualità di stampa e dall’assenza del numero. Mappa della città di Shkoder (Albania), in primo stato avanti il numero. Bellissima prova. Bibliografia: Tooley’s, Dictionary of Mapmakers, vol. I, p. 228. Dimensioni 220x160. In parallel to the IATO assembled in Rome and Venice, the Venetians continued to issue collections in the form of Isolario, expanded to contain plans and bird’s-eye-views of towns and fortresses. Like the larger maps of The IATO these smaller ones were first issued for a loose sheet circulation, and then assembled in booklet form for interested customer. This developments suggested by a few surviving copies of a booklet first circulated with a varying number of contents, without title page or date of issue, and later with un undated title page and then with the contents more uniformly arranged and, finally supplied with an engraved consecutive numbering. The booklet usually passes under the name "Isole Famose, porti , fortezze e te … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-05-30 20:41:59
Nicolò Nelli
Venezia 1570 - Sopot fu una fortezza situata all’interno dell’odierna Albania, all’altezza delle coste settentrionali di Corfu ed ai confini con la Grecia. Sotto il dominio Ottomano fu oggetto di diversi attacchi delle truppe veneziane, rimanendo tuttavia sotto il controllo Turco. Secondo la Borroni Salvadori il modello usato dal Nelli per uesta veduta fu la stampa incisa da Domenico Zenoi, probabilmente nello stesso anno. Occasionalmente questa lastra è inserita nella rara raccolta di Simone Pinargenti Isole che son da Venetia nella Dalmatia et per tutto l’arcipelago fino a Costantinopoli (1573). Bellissima prova, in perfette condizioni. Bibliografia: Borroni Salvadori, Carte, piante e stampe storiche delle raccolte Lafreriane della Biblioteca Nazionale di Firenze, p. 68, 208; Tooley’s, Dictionary of Mapmakers, vol. III, p. 313. Dimensioni 240x160. Sopot was a fortress in the hinterland of the Albanian coast north of Kerkyra. It had been Turkish since the end of the 15th century and attacked by Venice several times between 1570 and 1572. But it remained under Ottoman rule in a treaty of 1573. According with Borroni, the model for this view was the plate etched by Domenico Zenoi (Venice 1570 ca). This separately issued plate by Nelli is partially in mirror image and was late included in Simone Pinargenti’s "Isole che son da Venetia nella Dalmatia et per tutto l’arcipelago fino a Costantinopoli" (1573). Like the larger maps of The IATO these smaller ones were first issued for a loose sheet circulation, and then assembled in booklet form for … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-05-29 14:13:18
PIECHNIK Ludwik.
1570. Rzym [Roma], apud "Institum Historicum Societatis Jesu", 1983-1990, voll. 4, in-8, br. edit., pp. 263, [3] - 313 [5] - 261, [1] - 307, [5]. Con illustrazioni su tavv. f.t. Testo in lingua polacca. Stato di nuovo.
Bookseller: Libreria Antiquaria Gozzini
2017-05-27 21:48:24
MUNSTER, Sebastian
Bookseller: Krul Antiquarian Books [Netherlands]
Check availability:
2017-05-27 21:47:27
MUNSTER, Sebastian.
ca. 1570. Map, 15,3 x 17,3 cm, coloured, from a french edition of the Cosmographia. KEYWORDS:amsterdam/netherlands/maps.
Bookseller: Krul Antiquarian Books [Netherlands]
Check availability:
2017-05-27 15:19:27
Abraham ORTELIUS
Anversa, 1570. Tre carte geografiche su un foglio, la principale riguardante la zona del lago di Como, le altre la campagna di Roma ed il Friuli. Tratta dal "Theatrum Orbis Therrarum" edizione con testo spagnolo del 1588. Bell'esemplare a colori delle mappe dell'Ortelius del Lago di Como, dei territori intorno a Roma e della regione intorno all'alto Adriatico, centrata sull'udinese. Incisione in rame, coloritura coevA, in buono stato di conservazione. Three maps on one sheet: Lago di Como, Rome and Friuli. Taken from the "Theatrum Orbis Terrarum", Spanish edition of 1603. Nice full color example of Ortelius' maps of Lake Como, the region around Rome and the region around the Upper Adriatic, centered on Udinese. Copper engraving, with original colours, in good conditions. M. Van den Broecke "Ortelius Atlas Maps" (2011), n. 129 485 340mm
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-05-26 12:54:32
Abraham ORTELIUS
Anversa, 1570. carta geografica tratta dal Theatrum Orbis Terrarum, edizione latina del 1574. La mappa deriva dalla carta in quattro fogli realizzata da Jean Jolivet nel 1560. Incisione in rame, finemente colorata in epoca, lievi restauri alla piega centrale, per il resto in ottimo stato di conservazione. Geographic map taken from the Theatrum Orbis Terrarum, Latina edition printed in 1574. The map derives from the four-sheets chart realized by Jean Jolivet in 1560. Copper engraving, fine contemporary colour, light repairs in the centre fold, otherwise in good condition. M. Van den Broecke "Ortelius Atlas Maps" (2011), n. 34. 507 351mm
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-05-26 12:54:32
Abraham ORTELIUS
Anversa, 1570. Carta geografica tratta dall'edizione latina del 1579 del Theatrum Orbis Terrarum. Incisione in rame, coloritura coeva, tracce di umidità alla piega centrale, nel complesso in ottimo stato di conservazione. M. Van den Broecke "Ortelius Atlas Maps" (2011), n. 101 509 337mm
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-05-26 12:54:32
Abraham ORTELIUS
Anversa, 1570. Carta della Spagna, tratta dal Theatrum Orbis Terrarum di Ortelius, il primo atlante moderno del mondo. Edizione francese del 1598. Grande cartiglio, 2 mostri marini e due navi. Sulla base della mappa di Carolus Clusius o di Charles de l'Escluse (1526-1609) un botanico di professione, che ha pubblicato una mappa in 6 fogli della Spagna nel 1571. Striking example of Ortelius' map of Spain, from Ortelius' Theatrum Orbis Terrarum, the first modern atlas of the world. French edition of 1598. Large cartouche, 2 sea monsters and two ships. Based upon the map of Carolus Clusius or Charles de l'Escluse (1526-1609) a botanist by profession, who published a 6 sheet map of Spain in 1571. M. Van den Broecke "Ortelius Atlas Maps" (2011), n. 25; Imagens de Portugal e Ilhas Atlanticas, p. 54 n. 12 500 380mm
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-05-26 12:54:32
Abraham ORTELIUS
Anversa 1570 - Tratta dal "Thetarum Orbis Terrarum". Edizione spagnola del 1612. Incisione in rame, bellissima coloritura coeva,in ottimo stato di conservazione. Taken from " Thetarum Orbis Terrarum". Spanish edition of 1612. Etching on copperplate with original hand colour, in good conditions. M. Van den Broecke "Ortelius Atlas Maps" (2011), n. 101 Dimensioni 510 340mm
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-05-24 22:38:36
Gregor von Nazianz
Köln: Birckmann. 1570 Quart. 24 Bll., 872 S. u. Index. Mit Holzschnittdruckermarke auf Titelblatt und am Schluß. Schweinsleder über Holzdeckel mit reicher Rollenstempelprägung u. 1 (von 2) Metallschließen. Einband etwas fleckig, Vorderdeckel mit kl. Fehlstelle im Leder Versand D: 4,80 EUR
Bookseller: Antiquariat am St. Vith
2017-05-23 21:40:47
Abraham ORTELIUS
Anversa. La carta del Regno di Napoli inserita in tutte le edizioni del "Theatrum Orbis Terrarum" di Ortelius, a partire dalla prima del 1570, deriva dalla carta di Pirro Ligorio edita a Roma da Michele Tramezino nel 1558 e successivamente ristampata dal De Cavalleris, sempre a Roma. Esemplare tratto dall'edizione con testo latino al verso, del 1574. Al verso, dopo il testo a stampa, è aggiunta un'antica nota manoscritta. Incisione in rame, finemente colorata a mano, alcune macchie marginali, nel complesso in ottimo stato di conservazione. M. Van den Broecke "Ortelius Atlas Maps" (2011), n. 139; I. Principe "Carte geografiche di Calabria nella raccolta Zerbi", p. 37 500 365mm
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-05-23 17:51:06
Domenico ZENOI
1570. Rarissima carta geografica raffigurante l’Europa, l’Africa e le coste orientali del Nord America. Esemplare nel terzo stato finale, con il cartiglio in basso a sinistra vuoto e le linee di rotta cancellate. Il primo stato della lastra presenta il cartiglio vuoto. L’opera è firmata nel secondo stato da Orazio Bertelli, in qualità di incisore della lastra, mentre la dedica a Francesco Scaridino include la data e la firma dell’autore ed editore Domenico Zenoi. Questo terzo stato presenta di nuovo il cartiglio bianco. La mappa, rarissima, può essere occasionalmente inclusa nelle raccolte di piccolo formato edita da Bertelli e Camocio. Meurer descrive solo due stati dell’opera, ignorando questa ulteriore ultima variante. Orazio Bertelli (attivo a Venezia nella seconda metà del sec. XVI) Orazio Bertelli, probabilmente fratello di Luca, lavorò a Venezia e, secondo Le Blanc, anche a Roma come editore calcografico e forse anche incisore. Nel 1582 stampò a Venezia opere di Agostino Carracci, Paolo Veronese e di altri autori. Molte delle incisioni attribuitegli probabilmente furono da lui solo pubblicate. Domenico Zenoi (attivo a Venezia nella seconda metà del sec. XVI) Detto anche Domenego Veneziano, fu attivo a Venezia come incisore. Nel 1567 chiese al Senato veneto il privilegio collettivo per stampare opere di soggetto religioso, ritratti e alcune mappe. Zenoi incise inoltre stampe di soggetto mitologico e storico. La sua produzione cartografica va all’incirca dal 1559 al 1574, e le sue carte sono firmate generalmente Dominicus Zenoi Venetus excidebat, più raramente Dom.co Z … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-05-23 17:51:06
Domenico ZENOI
Venezia 1570 - - RARISSIMA TERZA EDIZIONE DELLA LASTRA, edita da Leonardo Pittoni verso il 1680. Con questa mappa, Domenico Zenoi realizza una riduzione della sua precedente opera del 1567. In questa occasione, probabilmente a causa della scomparsa di Ferrando Bertelli, si affida ad Orazio Bertelli, con il quale non è noto l’eventuale legame di parentela. Orazio Bertelli è editore di sole tre mappe, tutte di piccolo formato, addirittura inferiore a questa piccola carta dell’Italia, che furono inserite nel "Civitatum aliquot insignorum et locorum magis monitorum exacta delineation cum additione aliquot Insularum principalium", l’atlante tascabile della famiglia Bertelli. Il secondo stato della lastra, edito da Pietro Bertelli, mostra un titolo completamente nuovo. Del primo stato, sono noti quattro esemplari: due nella collezione Moreschi, uno descritto da Meurer, ed uno alla Marciana. Del secondo stato, non abbiamo prove. Del terzo stato, edito da Leonardo Pittoni circa nel 1680, uno nella collezione Moreschi ed uno alla New York Public Library. Rifilata al rame, piccolli restauri perfettamente eseguiti lungo la piega centrale, tracce di colla al verso, per il resto in buono stato di conservazione. Bibliografia: R. Almagià, Monumenta Italiae Cartographica, 1929, p. 27a; R. Borri, L'Italia nell'antica cartografia. 1477-1799, 1999, pp. 49, 73, n. 43 & 79; R. Borri, L’Italia nelle Antiche Carte dal Medioevo all’Unità Nazionale, 2010, p. 71, 49 & p. 83, 72; L. Lago, Ima go Mundi et Italiae, 1992, p. 170; E. H. Meurer, The Strabo lllustratus Atlas, 2002, … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-05-23 09:41:46
Gerard DE JODE
Acquaforte e bulino, circa 1570, priva di firma. Esemplare della prima edizione del 1578. Magnifica prova, bellissima coloritura coeva, con margini, in perfetto stato di conservazione. Al verso testo latino e numero romano XI. La mappa deriva dalla carta di Giacomo Gastaldi, pubblicata a Venezia nel 1560 da Fabio Licinio. Gerard de Jode, era cartografo, incisore, tipografo ed editore nella città di Anversa, attivo all’incirca nello stesso periodo di Ortelius. Nel 1547 ottenne il privilegio per l’attività editoriale, tuttavia non fu mai in grado di rappresentare un’effettiva minaccia per il suo rivale in affari. Per ironia della sorte, pubblicò il famoso Mappamondo del rivale, in otto fogli, nel 1564. Il suo atlante più importante, lo Speculum Orbis Terrarum, oggi estremamente raro, non poté essere pubblicato fino al 1578, ovvero otto anni dopo il Theatrum Orbis Terraum di Ortelius, che aveva ottenuto il monopolio per l’editoria cartografica ad Anversa. Le carte del De Jode furono finemente tradotte su rame nel tipico stile fiammingo dai fratelli Joannes e Lucas van Doetecum, i migliori intagliatori di mappe del tempo. Alla morte di Gerard, il figlio Cornelis pubblicò, nel 1593, una ristampa accresciuta dell’atlante. Etching and engraving, circa 1570, without signature. Example of the first edition of 1578. Magnificent proof, magnific contemporary colour, with margins, in perfect condition. Latin text on verso and Roman numeral XI. The map is derived from the work by Giacomo Gastaldi, published in Venice in 1560 by Fabio Licinio. Gerard de Jode, was a cartographer, engraver, … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-05-22 20:32:57
Abraham ORTELIUS
Anversa 1570 - Tratta dal "Theatrum Orbis Terrarum". Edizione Latina del 1573. Incisione in rame, bellissima coloritura coeva,in ottimo stato di conservazione. Taken from " Theatrum Orbis Terrarum". Latin edition of 1573. Etching on copperplate with original hand colour, in good conditions M. Van den Broecke "Ortelius Atlas Maps" (2011), n. 152 Dimensioni 440 310mm
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-05-22 19:02:09
Paolo FORLANI
Venezia 1570 - Incisione in rame, acquaforte e bulino, 1570, firmata e datata in lastra in basso al centro. Esemplare nel secondo stato di due. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva con filigrana "stemma con fiore" (sconosciuta al Woodward), con ampi margini, in ottimo stato di conservazione. Questa importante mappa della Croazia, raffigurante la regione di Zara e Sebenico, è ideata, incisa ed edita da Paolo Forlani. L’opera viene pubblicata a Venezia nel 1570. Woodward ritiene la tavoletta inserita nel cartiglio con il titolo, molto simile a quella usata in precedenza da Marcantonio Raimondi (1480 – 1534) per firmare le sue opere. È possibile che anche in questo caso sia un vezzo usato dall’incisore della lastra. Valeria Bella, nel catalogo della raccolta della collezione Novacco, descrive e raffigura un esemplare privo della tavoletta, il probabile primo stato della lastra. Paolo Forlani, mercante di stampe e incisioni di origine veronese, è attivo a Venezia tra il 1560 ed il 1574. Le sue incisioni, in gran parte di soggetto geografico, risultano pubblicate dai principali editori e stampatori veneziani; importante per il Forlani è la collaborazione con Giacomo Gastaldi, del quale incise ben 13 carte, e con Giovanni Francesco Camocio e la famiglia Bertelli. Attraverso le dediche riportate sulle stampe è stato possibile avere delle interessanti informazioni circa la sua attività commerciale ed appurare l’esistenza di una sua bottega per il commercio delle stesse. Tra il 1566 ed il 1568 risulta attivo a "Merzaria al segno della colonna", mentr … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2017-05-21 19:36:50
Abraham ORTELIUS
Anversa, 1570. Bellissima mappa della parte settentrionale dei Balcani, tratta dall'edizione spagnola del 1608 del Theatrum Orbis Terrarum di Ortelius. Bellissima coloritura coeva, in perfetto stato di conservazione. Nice full color example of Ortelius' map of the region from centered on the Drag and Sava Rivers, extending south to the Adriatic, near Zara, and east to the Danube and West to Triest, Meron, Villach and Karlsberg. From the 1608 spanish edition of his Theatrum Orbis Terrarum, the first modern atlas of the world. A nice full color example with wide margins. M. Van den Broecke "Ortelius Atlas Maps" (2011), n. 145 460 330mm
Bookseller: Libreria Antiquarius [Roma, Italy]
2017-05-21 17:12:13
PIERRE DUFOUR (1545 - 1610) und Gerard van Groeningen
Kupferstich bei Gerard de Jode, um 1570, 19 x 25 cm. New Hollstein 234, Nr. 196. - Scipio und Allucius reichen sich die Hände, denn zum Dank dafür, daß Scipio die erbeuteten Geiseln schonte, schließt sich Allucius mit seinen Streitkräften den Römern an. Im Hintergrund die Kuppeln der Stadt Carthagena Nova. Die Szene ist bei Livius 26, Kapitel 50 nachzulesen - hierzu ein alter hs. Vermerk nach dem lat. Untertext. - Schöner kräftiger Abzug in bester Erhaltung mit breitem Rand. Versand D: 6,00 EUR Künstlergraphik, Antike, Krieg , Römisches Reich
Bookseller: Peter Bierl Buch- & Kunstantiquariat [Eurasburg, Germany]
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     563 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2019 viaLibri™ Limited. All rights reserved.