The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1502
2018-07-01 05:44:37
Ovidius Naso (Publius) - Ovid
Venice: Aldus Manutius, 1502. First Edition. Hardcover (Vellum). Very Good Condition. Full 18th century vellum, morocco spine label - slight wear, edges sprinkled blue, old armorial bookplate on front added blank. Slight scattered foxing, first and last leaf browned, calligraphic initials supplied in an early hand, some (mostly the blue) faded, some offsetting to others. aaa-kkk8, lll6; mmm-sss8, ttt6, uuu-zzz8, AAA-CCC8, with blank between the Fastorum and De Tristibus (lll6) present. Ahmanson-Murphy 68. The first Aldine edition of the third volume of Ovid's works. Size: Octavo (8vo). Quantity Available: 1. Shipped Weight: Under 1 kilo. Category: Poetry; Antiquarian & Rare. Inventory No: 046663.
Bookseller: Pazzo Books (ABAA-ILAB) [Boston, MA, U.S.A.]
Check availability:
2018-06-27 13:35:52
Ovidio (Publius Ovidius Naso)
In aedibus Aldi mense Octobri 1502 (al colophon), Venetiis. Buone legature inizi 700 in piena pelle maculata con nervi, ricchi fregi e titolo oro su tassello rosso al ds. Qualche traccia di usura e tassello del primo vol. di colore difforme (bruno). Tagli rossi. Belle carte di guardia marmorizzate. Timbretto al frontis. dei primi due volumi ed annotazioni di antica di mano sulla prima carta delle Metamorfosi. Minuscoli percorsi di tarlo al margine interno per circa metà del secondo vol. e forellino di tarlo sulle ultime 4 cc. del terzo. Antica numerazione ms. di gran parte delle pagine del primo vol. Tenui e piccole macchie su pochissime carte. Complessivamente esemplare fresco ed in ottimo stato di conservazione. Rarissima prima edizione aldina dell opera di Ovidio. Renouard, p. 37; Brunet IV, 269. 8vo (cm. 14,8), 3 Voll.; 64 cc.nn. (di cui l ultima bianca), 204 cc.nn. (si unisce) Heroidum Epistolae. Auli Sabini. Epistolae tres. P.O.N. Elegiarum. Libri tres. De Arte amandi. Libri tres. De Remedio amoris. Libri duo. In Ibin. Liber unus. Ad Liviam Epistola de morte Drusi. De Nuce. De Medicamine faciei, ibidem, in aedibus Aldi Romani, mense Decembri 1502 (al colophon), 202 cc.nn. (si unisce) Quae hoc in libello continentur. Fastorum. Libri VI., ibidem, in Aldi Romani Academeia, mense Ianuario 1502 (al colophon), 85 cc.nn., 1 c. bianca (segue) De Tristibus. Libri V. De Ponto. Libri IIII, ibidem, in Academia Aldi, Mense Febr. 1503 (al colophon), 118 cc.nn. Ancora aldina ai frontis. e ai colophon. [Attributes: First Edition; Hard Cover]
Bookseller: Libreria Ex Libris ALAI-ILAB/LILA member [Roma, Italy]
2018-06-24 03:36:04
TUCHYDIDES
Excudebat Henricus Stephanus, illustris viri Huldr, Geneve. In Folio (mm 323x220); pagg. (16), 297, (3), 216, (8). Frontespizio in rosso e nero, marca tipografica di Estienne in silografia, testo greco nella prima parte, latino nella seconda. Legatura di fine Settecento in piena pergamena con decori neoclassici al dorso, tassello in marocchino rosso su cui Ë riportato il titolo con fregi neoclassici, tagli a spruzzo. Tre note di possesso al frontespizio che riporta anche la dicitura cancellata "Henricus Stephanus auctor damnatus, opus vero hoc permissum". In fondo all'Indice vi Ë la seguente nota manoscritta "Hic liber permittitur iuxta appendicem adnovum catalogum Sanctae Inquisitionis. Salmanticae Die quarta mensis Julij Anno ibis" segue firma dell'Inquisitore. Prima edizione di Estienne con il testo greco accompagnato dalla traduzione latina, che, sebbene attribuita a Valla nel titolo, fu condotta principalmente da Estienne stesso, autore delle note. Henri, nipote di Henri il vecchio e figlio di Robert Estienne, fu uno dei maggiori umanisti francesi di tutto il secolo, autore della monumentale opera Thesaurus Graece Linguae. Ottimo esemplare con un foro causato dall'inchiostro al margine sup. del frontespizio, un lieve alone alle prime pagine, una traccia di tarlo restaurata al margine inf. fino a pag. 59, un altro camminamento da pag. 223 a 295 nel margine esterno e da pag. 153 della seconda parte fino alla fine nel marg. inf. (restaurato dapag. 201 alla fine). Lieve ossidazione generale della carta. Adams T-666; Renouard, Estienne, 152-153; Dibdin, 506; PMM 102: "The t … [Click Below for Full Description]
Bookseller: libreria antiquaria perini Sas di Perini [Verona, VR, Italy]
2018-06-22 18:45:19
STATIUS Publius Papinius
(In fine, f. C4, colophon:) Venetiis, in aedibus Aldi, mense augusto, 1502. 2 parti in un vol. in-8, ff. (256, bianco i8; 40 per la ''Orthographia''), leg. ottoc. p. perg. rigida, tit. oro al dorso. Ancora aldina in fine al vol., spazi bianchi con lettera-guida per le iniz., car. corsivo. All'inizio del vol. dedica di Aldo a Giovanni Pontano ed all'inizio della ''Orthographia'' altra dedica a Marco Musuro. In fine alla ''Tebaide'' (f. G4) trovasi altro colophon col registro: ''Venetiis, in aedibus Aldi Ro. Mense Novembre M.DII''(e tale doppia data ha fatto pensatre a due edizioni diverse nello stesso anno). Prima edizione aldina di queste opere del poeta latino (Napoli ca. 45-96 d.C.), molto popolare alla corte di Domiziano e stimatissimo durante il Medioevo. Le ''Sylvae'' sono 32 originali poesie d'occasione (matrimoni, case di campagna, terme, oggetti d'arte, ecc.) indirizzate ad amici del poeta; la ''Tebaide'' tratta del conflitto tra i due fratelli tebani Eteocle e Polinice; la ''Achilleide'', rimasta interrotta al secondo libro per la morte del poeta, contiene la vita di Achille fino alla partenza per Troia. Bell'esempl., completo della ''Orthographia'' in fine che può trovarsi anche all'inizio del vol. e talvolta a sé. Renouard 35.7. UCLA I, 49. Adams S-1670 e 1683. BMC 646. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2018-06-19 18:07:02
MARTIALIS, Marcus Valerius
n.d. 8vo, ff. 192. Roman and Italic letter, blank spaces with guide letters for initials. Light age yellowing, title and rest a little ink soiled, small marginal worm trail to first three and last four leaves. A good, crisp copy in elegant C19 polished calf, spine gilt stamped, a. e. g.; joints rubbed; Syston Park and Graf L. B. D. Pahlen armorial bookplates on pastedown, later label to verso of e. p. A first rare counterfeit of the 1501 Aldine edition, without the Greek passages and the colophon, at end, printed in Lyon. The typographical innovation of Aldo’s octavo editions of Latin and Greek classics and Italian poetry was immediately and widely imitated in Italy and beyond.  Marcus Valerius Martialis (between 38 and 41 – between 102 and 104 AD) is considered the father of the modern epigram. Knowledge of his origins and early life are derived from his works. Originally from Bilbilis, a Roman colony in Spain, he moved to Rome in 64 and lived here for 34 years. His life in the capital was always overwhelmed by financial difficulties and concerned with the search for patrons. Nevertheless, he managed to own a home in the city, on the Quirinal Hill, and one in the countryside. He wrote a total of 1561 epigrams, most in Elegiac distiches, then in hendecasyllables and iambic metres, which were published during the reigns of Domitian, Nerva and Trajan. In this poems he satirised city life and the scandalous activities of his acquaintances. Books 1-12, published between 85 and 102, embrace a large range of topics: jokes among friends, birth or marriage parties, re-enactments of … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Sokol Books Ltd. ABA ILAB [London, United Kingdom]
2018-06-10 07:01:28
Alighieri, Dante
Aldine Press, 1502. First edition by the Aldine Press in a small octavo format. Also the first in which Aldus Manutius used his famous dolphin and anchor printer's device, which appears here on the last leaf but not in all printings of this edition. Rebound in marbled calf with four raised binds on the spine. Light tanning, water stains, and soiling throughout. Previous owner's notes on title page and aii. Misspelling of "Alaghieri" present on title page verso. Housed in slipcase.
Bookseller: Bookbid Rare Books [U.S.A.]
Check availability:
2018-06-09 20:02:30
Alighieri, Dante
1502. Very good first edition by the Aldine Press in a small octavo format. Also the first in which Aldus Manutius used his famous dolphin and anchor printer's device, which appears here on the last leaf but not in all printings of this edition. Rebound in marbled calf with four raised binds on the spine. Light tanning, water stains, and soiling throughout. Previous owner's notes on title page and aii. Misspelling of "Alaghieri" present on title page verso. Housed in custom-made slipcase. [Attributes: First Edition; Hard Cover]
Bookseller: Bookbid [Beverly Hills, CA, U.S.A.]
Check availability:
2018-06-09 13:37:33
MATHEOLUS (chierico)
1502. Manoscritto di fine '700, vergato in lingua francese (142X98 mm.), di pp. (16), con molte bianche in fine. Primo capolettera miniato in rosso e nero, capoversi rubricati in nero con stile imitativo di caratteri incunaboli. Carattere corsivo di piccolo modulo. Raffinata legatura in pieno marocchino rosso foncé, piatti incorniciati da filetti e ricco merletto in oro, dorso a 4 nervi con scomparti decorati in oro ai piccoli ferri, titolo inciso in oro in senso longitudinale, tagli in oro. Ottimo esemplare. L'impianto di questi versi proviene dai "Lamenta", esametri spesso ricordati per la loro estrema virulenza misoginica scritti dal chierico trecentesco bolognese Matheolus (detto "il bigamo"), che oggi sono conservati in un unico testimone latino presso la Biblioteca Universitaria di Utrecht. Questi suoi versi vennero in seguito voltati in francese da Jean Le Fèvre de Resson, il quale vi inserì un suo lavoro, "Le Livre de Leesca" (traducibile gorsso modo come "Il Libro delle gioie femminili"). Di lì in poi le le opere del Matheolus e le interpolazioni del suo non fedelissimo traduttore Le Fèvre sopravvissero come unica lezione. In stampa, con sensibili cambiamenti, abbiamo traccia di questi versi nei "Notables dictes des philosophes à l'obprobe des femmes vicieuses et à l'honneur des bonnes", opuscoletto impresso a Lyon da Balsarin nel 1502. Una recente edizione critica dei Lamenta è stata fatta da Tiziano Pacchiarotti ("Le Lamentations de Matheolus /Jean Le Fèvre de Resson", Alessandria, 2010). [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: AU SOLEIL D'OR Studio Bibliografico [ACQUI TERME, AL, Italy]
2018-05-11 21:22:31
Alighieri, Dante
1502. Very good first edition by the Aldine Press in a small octavo format. Also the first in which Aldus Manutius used his famous dolphin and anchor printer's device, which appears here on the last leaf but not in all printings of this edition. Rebound in marbled calf with four raised binds on the spine. Light tanning, water stains, and soiling throughout. Previous owner's notes on title page and aii. Misspelling of "Alaghieri" present on title page verso. Housed in custom-made slipcase. [Attributes: First Edition; Hard Cover]
Bookseller: Bookbid [Beverly Hills, CA, U.S.A.]
2018-05-10 07:22:29
TUCHYDIDES
Excudebat Henricus Stephanus, illustris viri Huldr, Geneve, 1502. In Folio (mm 323x220); pagg. (16), 297, (3), 216, (8). Frontespizio in rosso e nero, marca tipografica di Estienne in silografia, testo greco nella prima parte, latino nella seconda. Legatura di fine Settecento in piena pergamena con decori neoclassici al dorso, tassello in marocchino rosso su cui Ë riportato il titolo con fregi neoclassici, tagli a spruzzo. Tre note di possesso al frontespizio che riporta anche la dicitura cancellata "Henricus Stephanus auctor damnatus, opus vero hoc permissum". In fondo all'Indice vi Ë la seguente nota manoscritta "Hic liber permittitur iuxta appendicem adnovum catalogum Sanctae Inquisitionis. Salmanticae Die quarta mensis Julij Anno ibis" segue firma dell'Inquisitore. Prima edizione di Estienne con il testo greco accompagnato dalla traduzione latina, che, sebbene attribuita a Valla nel titolo, fu condotta principalmente da Estienne stesso, autore delle note. Henri, nipote di Henri il vecchio e figlio di Robert Estienne, fu uno dei maggiori umanisti francesi di tutto il secolo, autore della monumentale opera Thesaurus Graece Linguae. Ottimo esemplare con un foro causato dall'inchiostro al margine sup. del frontespizio, un lieve alone alle prime pagine, una traccia di tarlo restaurata al margine inf. fino a pag. 59, un altro camminamento da pag. 223 a 295 nel margine esterno e da pag. 153 della seconda parte fino alla fine nel marg. inf. (restaurato dapag. 201 alla fine). Lieve ossidazione generale della carta. Adams T-666; Renouard, Estienne, 152-153; Dibdin, 506; PMM 102: … [Click Below for Full Description]
Bookseller: libreria antiquaria perini Sas di Perini [Verona, VR, Italy]
2018-04-24 20:25:48
TUCHYDIDES
Excudebat Henricus Stephanus, illustris viri Huldr, 1502. In Folio (mm 323x220); pagg. (16), 297, (3), 216, (8). Frontespizio in rosso e nero, marca tipografica di Estienne in silografia, testo greco nella prima parte, latino nella seconda. Legatura di fine Settecento in piena pergamena con decori neoclassici al dorso, tassello in marocchino rosso su cui è riportato il titolo con fregi neoclassici, tagli a spruzzo. Tre note di possesso al frontespizio che riporta anche la dicitura cancellata "Henricus Stephanus auctor damnatus, opus vero hoc permissum". In fondo all'Indice vi è la seguente nota manoscritta "Hic liber permittitur iuxta appendicem adnovum catalogum Sanctae Inquisitionis. Salmanticae Die quarta mensis Julij Anno ibis" segue firma dell'Inquisitore. Prima edizione di Estienne con il testo greco accompagnato dalla traduzione latina, che, sebbene attribuita a Valla nel titolo, fu condotta principalmente da Estienne stesso, autore delle note. Henri, nipote di Henri il vecchio e figlio di Robert Estienne, fu uno dei maggiori umanisti francesi di tutto il secolo, autore della monumentale opera Thesaurus Graece Linguae. Ottimo esemplare con un foro causato dall'inchiostro al margine sup. del frontespizio, un lieve alone alle prime pagine, una traccia di tarlo restaurata al margine inf. fino a pag. 59, un altro camminamento da pag. 223 a 295 nel margine esterno e da pag. 153 della seconda parte fino alla fine nel marg. inf. (restaurato dapag. 201 alla fine). Lieve ossidazione generale della carta. Adams T-666; Renouard, Estienne, 152-153; Dibdin, 506; PMM 102: "The tex … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s. [IT]
2018-04-14 19:32:03
TORQUEMADA (Juan de ).
Venise, Lazaro de Soardis, 1502. in-8. 132 feuillets Parchemin à rabats (Reliure de l'époque). Edition gothique vénitienne de l'ouvrage de Juan de Torquemada "Expositio brevis et utilis super toto Psalterio" paru pour la première fois à Rome en 1470. Juan de Troquemada (Valladolid, 1388- Rome, 1465) est une des grandes figures de l'Espagne catholique des débuts de la Renaissance. Professeur, cardinal, conseiller des Papes, Torquemada joua un rôle essentiel dans l'élaboration de la doctrine officielle de l'Eglise. Il était l'oncle de Tomas de Torquemada (1420-1498), le premier Grand Inquisiteur espagnol, dominicain comme lui. Cette rare édition vénitienne du début du XVIs. est illustrée sur le titre d'un beau bois gravé représentant un ecclésiastique lettré à sa table de travail (Torquemada lui-même probablement). Quelques moullures claires en fin de volume. Bon exemplaire en reliure ancienne.
Bookseller: L'Ile Enchantée [France, Paris]
2018-03-25 15:19:07
THUCYDIDES
9-10 line initial spaces, all with guide letters. Italic and Greek type (Gk. 3). Folio (315 x 225mm). 122ff. unnumbered (of 124, lacking two blank leaves). Nineteenth-century red morocco with gilt stamped borders and ornamental cornerpieces, spine gilt with five raised bands, gilt-lettered title in second compartment and date (incorrect) in seventh, inside gilt dentelle edges, in morocco-tipped slipcase, with silk marker and marbled endpapers (extremities slightly bumped, slightly scuffed in places). Venice, in domo Aldi, May 1502.
Bookseller: Maggs Bros. Ltd. [U.K.]
2018-03-21 23:36:48
THUCYDIDES
1502. 9-10 line initial spaces, all with guide letters. Italic and Greek type (Gk. 3). Folio (315 x 225mm). 122ff. unnumbered (of 124, lacking two blank leaves). Nineteenth-century red morocco with gilt stamped borders and ornamental cornerpieces, spine gilt with five raised bands, gilt-lettered title in second compartment and date (incorrect) in seventh, inside gilt dentelle edges, in morocco-tipped slipcase, with silk marker and marbled endpapers (extremities slightly bumped, slightly scuffed in places). Venice, in domo Aldi, May 1502. Editio princeps of Thucydides' seminal History of the Peloponnesian War. In his dedicatory letter, Aldus Manutius thanks Venetian senator and later executor of his will, Daniele Renier, for his continued support. Following the dedication are four accounts of Thucydides: the first is Aphthonius' Encomium, taken from his Progymnasmata; the second is a life written by an unknown author; the third, Marcellinus' life; and the fourth, Dionysius of Halicarnassus' critical essay on Thucydides' skill as historian. This volume does not have the Aldine device; the dolphin and anchor made its first appearance a month later in the second volume of Poetae Christiani Veteres. The Greek scholia on Thucydides followed just over a year later, published by Aldus in November, 1503. Written in the twenty years Thucydides was in exile in Thrace, and left unfinished, the history is seen to be the forerunner of modern historiographical practice. The text and its author were lauded by contemporaries and praised by subsequent scholars, statesmen and philosophers for … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Maggs Bros. Ltd ABA, ILAB, PBFA, BA [London, United Kingdom]
2018-03-19 07:26:26
HERODOTUS
1502. Aldine device on title page and verso of final leaf. Initial spaces, all with guide letters. Greek type (Gk. 3). Folio (308 x 217mm). 140ff (unnumbered). Eighteenth-century Danish binding (in English style), mottled calf over pasteboard, with outer, gilt-tooled border and blind-tooled, polished calf panel with ornamental roll, corner-pieces, and gilt stamped initials 'B. C. R.', and central panel with simple blind fillet, spine richly gilt with coat of arms and monogram of Niels Foss in first and seventh compartments, speckled edges (headcap chipped, joints and extremities rubbed, calf lightly scuffed). Venice, in domo Aldi, September 1502. Handsome editio princeps of Herodotus' history of the Persian wars, edited by Aldus himself from several manuscript exemplars. This volume was one of five 'exceptionally important first editions of fifth-century classical writers' to be published at the Aldine press in the early sixteenth century (Lowry, 142), and intended as something of a pair with the Thucydides printed earlier the same year. Note the two different Aldine devices on the title page and final leaf; the signature of the title page (Fletcher's no.2a) is a later incarnation of the device than that printed on the final leaf (Fletcher's no.2), indicating that the front signature was printed after the rest of the text was completed. Fletcher suggests that this volume may have been one of those whose printing was delayed by a lawsuit over the summer of 1502. He posits that, rather than September, as stated in the register, this volume was printed in late autumn or early … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Maggs Bros. Ltd ABA, ILAB, PBFA, BA [London, United Kingdom]
2018-03-18 16:24:04
HERODOTUS
Aldine device on title page and verso of final leaf. Initial spaces, all with guide letters. Greek type (Gk. 3). Folio (308 x 217mm). 140ff (unnumbered). Eighteenth-century Danish binding (in English style), mottled calf over pasteboard, with outer, gilt-tooled border and blind-tooled, polished calf panel with ornamental roll, corner-pieces, and gilt stamped initials 'B. C. R.', and central panel with simple blind fillet, spine richly gilt with coat of arms and monogram of Niels Foss in first and seventh compartments, speckled edges (headcap chipped, joints and extremities rubbed, calf lightly scuffed). Venice, in domo Aldi, September 1502.
Bookseller: Maggs Bros. Ltd. [U.K.]
2018-03-13 19:36:48
[Arabic Manuscript].
1502. 8vo (18 x 13 cm). 78 ff., naskh script with features of ta'liq, in several different hands. Half-leather Oriental binding with a flap and pasted boards. A collective volume with texts in Arabic on Arabic manuscript paper (for ff. 43-45 and from f. 73 onwards European paper is used). It was copied by Ahmad b. 'Uthman al-Arzan al-Rumi in the city of Qustantiniyya (Istanbul) in one of the eight madrasas (colophon in a later hand on f. 78a). - 1) ff. 1v-13v. Fragment without beginning or end, and possibly misbound, of a gloss on logic (Qala-aqulu structure). Possibly this is the commentary by Qutb al-Din al-Razi al-Tahtani (d. 766/1364) on al-Risala al-Shamsiyya fi al-Quawa 'id al-Maniqiyya, by Nagm al-Din 'Ali b. 'Umar al-Quazwini al-Katibi (d. 675/1276 or 693/1294), Gal G I, 466. Outb al-Din is mentioned on f. 1v. Heavy interlinear and marginal glossing. - 2) ff. 14b-59b. Gloss on logic (Qala-aqulu structure), apparently by al-Sayyid al-Sharif, whose name is mentioned variously. This is the gloss by al-Sayyid al-Sharif al-Gurgani (d. 816/1413), GAL G II, 216, on the commentary by Muhammad b. Qutb al-Din Muhammad al-Razi al-Tahtani (d. 766/1364), GAL G II, 209, on al-Risala al-Shamsiyya fi al-Qawa 'id al-Mantiqiyya, by Magm al-Din 'Ali b. 'Umar al-Qazwini al-Katibi (d. 675/1276, or 693/1294), GAL G I, 466, as confirmed by comparison with MS Berlin Mq. 63 (= Ahlwardt 5260). - 3) ff. 60a-78b. Acephalous fragment of a gloss on logic (Qala-aqulu structure). In the margin of f. 60a is the name "'Sayyid Tasdiqat'", which may indicate that his is another gloss by al-Sayyid al-S … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Antiquariat Inlibris [AT]
2018-03-13 19:31:26
[Arabic Manuscript]
Istanbul, 908 AH [1502/03 AD]. 8vo (18 x 13 cm). 78 ff., naskh script with features of ta'liq, in several different hands. Half-leather Oriental binding with a flap and pasted boards. A collective volume with texts in Arabic on Arabic manuscript paper (for ff. 43-45 and from f. 73 onwards European paper is used). It was copied by Ahmad b. 'Uthman al-Arzan al-Rumi in the city of Qustantiniyya (Istanbul) in one of the eight madrasas (colophon in a later hand on f. 78a). - 1) ff. 1v-13v. Fragment without beginning or end, and possibly misbound, of a gloss on logic (Qala-aqulu structure). Possibly this is the commentary by Qutb al-Din al-Razi al-Tahtani (d. 766/1364) on al-Risala al-Shamsiyya fi al-Quawa 'id al-Maniqiyya, by Nagm al-Din 'Ali b. 'Umar al-Quazwini al-Katibi (d. 675/1276 or 693/1294), Gal G I, 466. Outb al-Din is mentioned on f. 1v. Heavy interlinear and marginal glossing. - 2) ff. 14b-59b. Gloss on logic (Qala-aqulu structure), apparently by al-Sayyid al-Sharif, whose name is mentioned variously. This is the gloss by al-Sayyid al-Sharif al-Gurgani (d. 816/1413), GAL G II, 216, on the commentary by Muhammad b. Qutb al-Din Muhammad al-Razi al-Tahtani (d. 766/1364), GAL G II, 209, on al-Risala al-Shamsiyya fi al-Qawa 'id al-Mantiqiyya, by Magm al-Din 'Ali b. 'Umar al-Qazwini al-Katibi (d. 675/1276, or 693/1294), GAL G I, 466, as confirmed by comparison with MS Berlin Mq. 63 (= Ahlwardt 5260). - 3) ff. 60a-78b. Acephalous fragment of a gloss on logic (Qala-aqulu structure). In the margin of f. 60a is the name "'Sayyid Tasdiqat'", which may indicate that his is anothe … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Antiquariat Inlibris, Gilhofer Nfg. GmbH [Austria]
2018-03-01 17:14:32
CEPOLLA BARTOLOMEO (E DE GRADIBUS JOHANNES CURATORE)
Lugduni s.d. In 4°, piena pergamena sei/settecentesca con titolo su tassello al dorso, frontespizio in rosso e nero con immagine, incisa su legno, di Studio in testa. Cc. (Ff.) 10 n.n. + 185 (a num. romana) con testo a 2 colonne e a carattere gotico. Marca tipografica del tutto problematica: giglio fiorentino in rosso che parrebbe appartenere a Giacomo Giunta ma con iniziali laterali S V (Baudrier, VI, 97), di questo rarissimo testo non ho potuto reperire nessuna notizia ad eccezione dell' unica scheda che compare nel catalogo generale della Biblioteca Nazionale di Francia e che da' come riferimento il Baudrier di cui sopra; nella descrizione, però, viene dichiarata come certa la appartenenza della marca tipografica a Giacomo Giunta. Una ulteriore, preziosa, ricerca presso la Biblioteca di Lione (dovuta alla virtuosa collaborazione che mi hanno prestata i funzionari della Biblioteca Civica di Verona) permette di definire come nome dello stampatore SIMON VINCENT (attivo fra il 1502 e il 1534): di questo stampatore si ricorda una pregevole edizione della Bibbia, edita sempre a Lione, nel 1519, stampatore che deve la sua peculiarità al fatto di essere citato come il primo e grande contraffattore di Aldo (Alde Manuce, Grammatica Aldi [.], Lvon, Simon Vincent, [1515]) ". unique contrefaçon de la marque typographique d'Alde Manuce". Grande tipografo quindi e grande contraffatore che faceva parte, insieme a Ayme de la Porte, J. Senneton, Jean Bart. de Gabiano e Giacomo Giunta (appunto) a "La Compagnie des textes" conosciuta in seguito come "Compagnie de Messieurs les libraires de … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria SEAB srl (socio Alai/Lila) [Bologna BO, BO, Italy]
2018-02-11 20:08:14
Dionysius Areopagita
Venetiis: in fine: Venetiis, Joanne Tacuinus De Tridino, 21 Nov. 1502(1502). [Figurato Postincunabolo] (cm.32) bella mz. pergamena antica restaurata, piatti con pagina di messale del 500 rosso e nero con xilografie, sguardie originali. -- cc. 6 nn., cc. 143 + 1 c. bianca. Magnifico frontis con la grande figura di S. Giovanni Battista con monogramma B.M. (Benedetto Montagna). il primo titolo e il primo grande capolettera è stampato in rosso, gli altri sono figurati a fondo nero. Schemi e figure nel testo. Marca tipografica in fine con monogramma Z.T.(Kristeller 326 e 328). Lo schema astronomico a carta 107 raffigura una eclissi di sole. Prima edizione splendidamente impressa di questa versione latina dovuta al celebre umanista Ambrogio Traversari, generale dei Camaldolesi. Dionigi Areopagita è un personaggio misterioso la cui realtà storica è tuttora ignota; scrisse una serie di trattati che il medio evo venerò quasi come sacre scritture. Ottimo vecchi restauro e integrazione al margine bianco del frontis e delle successive 15 carte, come pure all' angolo bianco delle ultime 6 cc. e apoche altre interne, sempre all' estremo margine e qualche lievissimo alone. Altrimenti esemplare bello nitido e marginoso che non ha subito alcun lavaggio. * Adams D 522; * B.M. Stc. 217; * Choix 4458; * Isaac 12668; * Graesse II 399; * Rava, supplemento a Sander, 2438. Manca a Mortimer, Harvard Library. [F80]. Libro. Book Condition: molto buono. Binding: Rilegato
Bookseller: LIBRI ANTICHI E RARI FRANCESCO&CLAUDIA [AREZZO, Italy]
2018-02-11 20:08:02
Dionysius Areopagita
in fine: Venetiis, Joanne Tacuinus De Tridino, 21 Nov. 1502. [Figurato Postincunabolo] (cm.32) bella mz. pergamena antica restaurata, piatti con pagina di messale del 500 rosso e nero con xilografie, sguardie originali. -- cc. 6 nn., cc. 143 + 1 c. bianca. Magnifico frontis con la grande figura di S. Giovanni Battista con monogramma B.M. (Benedetto Montagna). il primo titolo e il primo grande capolettera è stampato in rosso, gli altri sono figurati a fondo nero. Schemi e figure nel testo. Marca tipografica in fine con monogramma Z.T.(Kristeller 326 e 328). Lo schema astronomico a carta 107 raffigura una eclissi di sole. Prima edizione splendidamente impressa di questa versione latina dovuta al celebre umanista Ambrogio Traversari, generale dei Camaldolesi. Dionigi Areopagita è un personaggio misterioso la cui realtà storica è tuttora ignota; scrisse una serie di trattati che il medio evo venerò quasi come sacre scritture. Ottimo vecchi restauro e integrazione al margine bianco del frontis e delle successive 15 carte, come pure all' angolo bianco delle ultime 6 cc. e apoche altre interne, sempre all' estremo margine e qualche lievissimo alone. Altrimenti esemplare bello nitido e marginoso che non ha subito alcun lavaggio. * Adams D 522; * B.M. Stc. 217; * Choix 4458; * Isaac 12668; * Graesse II 399; * Rava, supplemento a Sander, 2438. Manca a Mortimer, Harvard Library. [F80] Libro
Bookseller: Libri Antichi e Rari Francesco&Claudia [IT]
2018-02-11 20:07:53
Dionysius Areopagita
Venetiis: in fine: Venetiis, Joanne Tacuinus De Tridino, 21 Nov. 1502(1502). [Figurato Postincunabolo] (cm.32) bella mz. pergamena antica restaurata, piatti con pagina di messale del 500 rosso e nero con xilografie, sguardie originali. -- cc. 6 nn., cc. 143 + 1 c. bianca. Magnifico frontis con la grande figura di S. Giovanni Battista con monogramma B.M. (Benedetto Montagna). il primo titolo e il primo grande capolettera è stampato in rosso, gli altri sono figurati a fondo nero. Schemi e figure nel testo. Marca tipografica in fine con monogramma Z.T.(Kristeller 326 e 328). Lo schema astronomico a carta 107 raffigura una eclissi di sole. Prima edizione splendidamente impressa di questa versione latina dovuta al celebre umanista Ambrogio Traversari, generale dei Camaldolesi. Dionigi Areopagita è un personaggio misterioso la cui realtà storica è tuttora ignota; scrisse una serie di trattati che il medio evo venerò quasi come sacre scritture. Ottimo vecchi restauro e integrazione al margine bianco del frontis e delle successive 15 carte, come pure all' angolo bianco delle ultime 6 cc. e apoche altre interne, sempre all' estremo margine e qualche lievissimo alone. Altrimenti esemplare bello nitido e marginoso che non ha subito alcun lavaggio. * Adams D 522; * B.M. Stc. 217; * Choix 4458; * Isaac 12668; * Graesse II 399; * Rava, supplemento a Sander, 2438. Manca a Mortimer, Harvard Library. [F80]. Libro. Book Condition: molto buono. Binding: Rilegato
Bookseller: Libri antichi e rari Francesco e Claudia [Arezzo, ITALY]
2018-02-08 07:28:44
BREYDENBACH, Bernhard von (d. 1497)
Peter Drach, Speier. Woodblock panoramic view, printed on three joined sheets. Sheet size: 48 1/2 x 11 1/2 inches. Expert restoration at folds and sheet edges. The earliest-printed detailed view of Jerusalem from the famed account of a journey to the Holy Land in the years 1483 to 1484. "The view is very extensive, on the left hand being Damascus, and on the extreme right Cairo and Alexandria. The whole sheet is covered with xylographic inscriptions describing the numerous points of interest, some of which are as follows. Mount Sinai with the Shrine and the Monastery of S. Katherine: the Pilgrims way thither, the Red Sea, Mecca, the Pyramids, the so-called Pompey column &c. The City of Jerusalem occupies the main part, giving views of all the objects of pilgrimage." (Davies). The present woodblock is from the 1502 printing, being the third Latin edition following the editions of 1486 and 1490, identified by the thickening of the letters of Civitas Jherusalem. Davies, Berhard von Breydenbach and his Journey to the Holy Land 1483-84: A Bibliography, III; Laor 129; Proctor 11190; Adams B-2826; Fairfax Murray German 94.
Bookseller: Donald A. Heald Rare Books (ABAA) [New York, NY, U.S.A.]
2018-02-08 07:28:44
BREYDENBACH, Bernhard von (d. 1497)
Speier: Peter Drach, 1502. Woodblock panoramic view, printed on three joined sheets. Sheet size: 48 1/2 x 11 1/2 inches. Expert restoration at folds and sheet edges. The earliest-printed detailed view of Jerusalem from the famed account of a journey to the Holy Land in the years 1483 to 1484. "The view is very extensive, on the left hand being Damascus, and on the extreme right Cairo and Alexandria. The whole sheet is covered with xylographic inscriptions describing the numerous points of interest, some of which are as follows. Mount Sinai with the Shrine and the Monastery of S. Katherine: the Pilgrims way thither, the Red Sea, Mecca, the Pyramids, the so-called Pompey column &c. The City of Jerusalem occupies the main part, giving views of all the objects of pilgrimage..." (Davies). The present woodblock is from the 1502 printing, being the third Latin edition following the editions of 1486 and 1490, identified by the thickening of the letters of Civitas Jherusalem. Davies, Berhard von Breydenbach and his Journey to the Holy Land 1483-84: A Bibliography, III; Laor 129; Proctor 11190; Adams B-2826; Fairfax Murray German 94.
Bookseller: Donald A. Heald Rare Books (ABAA) [New York, NY, U.S.A.]
2018-02-03 14:00:18
Coote [ed.], Charles H., Johann /Johannes Schöner and Maximilianus Transylvanus
8, gebundene Ausgabe, Leinen 8 (19*12.5 cm), 2 Bll., XLV S., 206 unpag. S., 2 Bll., 1 Orig.-Kartenbeilage The Cantino map of 1502, gestochenes Frontispiz, zahlr. Illustr., Initialen, Buchschmuck, Text Latein/Englisch, Leineneinband d.Zt., Rückengold-, Deckelschwarzprägung, marm. Vorsätze. London, Henry Stevens & Son 1888. Ehem. Bibliotheksexemplar m. Bibliotheksschildchen im Innendeckel und gelöschtem Bibliotheksstempel verso Titel. Von den ursprünglich beigegebenen sechs Faksimilebeigaben ist nurmehr eine vorhanden (Cantino Map) und die Tasche für die Beilagen wurde entfernt. Die fehlenden Beilagen wurden durch Ausdrucke digitalisierter Karten ersetzt. Einband gealtert aber intakt, kartonartiges Papier ohne Stockflecken, keine Einträge, keine Gerüche übler Art.
Bookseller: Versandantiquariat Reader's Corner
2018-01-31 17:32:59
CEPOLLA BARTOLOMEO (E DE GRADIBUS JOHANNES CURATORE)
In 4°, piena pergamena sei/settecentesca con titolo su tassello al dorso, frontespizio in rosso e nero con immagine, incisa su legno, di Studio in testa. Cc. (Ff.) 10 n.n. + 185 (a num. romana) con testo a 2 colonne e a carattere gotico. Marca tipografica del tutto problematica: giglio fiorentino in rosso che parrebbe appartenere a Giacomo Giunta ma con iniziali laterali S V (Baudrier, VI, 97), di questo rarissimo testo non ho potuto reperire nessuna notizia ad eccezione dell' unica scheda che compare nel catalogo generale della Biblioteca Nazionale di Francia e che da' come riferimento il Baudrier di cui sopra; nella descrizione, però, viene dichiarata come certa la appartenenza della marca tipografica a Giacomo Giunta. Una ulteriore, preziosa, ricerca presso la Biblioteca di Lione (dovuta alla virtuosa collaborazione che mi hanno prestata i funzionari della Biblioteca Civica di Verona) permette di definire come nome dello stampatore SIMON VINCENT (attivo fra il 1502 e il 1534): di questo stampatore si ricorda una pregevole edizione della Bibbia, edita sempre a Lione, nel 1519, stampatore che deve la sua peculiarità al fatto di essere citato come il primo e grande contraffattore di Aldo (Alde Manuce, Grammatica Aldi [..], Lvon, Simon Vincent, [1515]) "... unique contrefaçon de la marque typographique d'Alde Manuce". Grande tipografo quindi e grande contraffatore che faceva parte, insieme a Ayme de la Porte, J. Senneton, Jean Bart. de Gabiano e Giacomo Giunta (appunto) a "La Compagnie des textes" conosciuta in seguito come "Compagnie de Messieurs les libraires de Lyon ou Gr … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Seab [IT]
2018-01-14 17:06:23
VALLA GIORGIO.
Venezia, Aere Eruditi Marci Firmani in officina Simonis Bivilaquae, 10 novembre 1502. In-folio; 84 carte (l'ultima Š bianca). Numerose figure schematiche nel testo. In particolare di carattere astrologico nel commento a Tolomeo e nell'ultimo dedicato a Plinio, con immagini delle eclissi e dei pianeti. Legatura in tutta pergamena antica (dorso rinforzato), titolo manoscritto al dorso. Non gravi macchie alla prima carta. Antica firma di possesso al titolo, buon esemplare. Prima edizione postuma di una raccolta di fondamentali interventi del celebre umanista piacentino su testi di astronomia, scienze e filosofia naturale dell?et... classica. Il volume Š illustrato da immagini cosmografiche e da schemi astrologici di grande impatto, incisi in legno lungo il testo, in parte su fondo nero. La traduzione latina di un anonimo commentatore del Tetrabiblos tolemaico, presentato come lavoro autonomo del Valla, Š di particolare interesse ed Š considerato un trattato astrologico a s‚ stante: "Il commento di Valla al Quadripartitum di Tolomeo Š in realt... opera autonoma, di astrologia pura, e di indubbia importanza." (Cantamessa). Seguono i commenti al ?De partitiones oratoria?ed alle ?Tusculanae disputationes? di Cicerone, in cui l'oratore latino parla degli oracoli e della divinazione. L?ultima parte del volume Š occupata dal commento al secondo libro della ?Historia Naturalis? di Plinio dedicato all?astronomia. Qui Valla propone un'interpretazione di alcuni luoghi "oscuri" del testo e tratta particolarmente dei movimenti dei pianeti e delle stelle, e delle eclissi, raffigurate nelle … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Mediolanum [IT]
2018-01-12 13:25:36
GERARDUS DE VLIEDERHOVEN.
DEVENTER, RICHARD PAFRAET, [13 GIUGNO] 1502. "In-4ø; 56 cc.; legatura ottocentesca in tutto cartoncino; occhietto in rosso e nero, grande iniziale miniata in rosso con estensione floreale, capitali rubricate in rosso. Bell'esemplare. Firma di possesso abrasa alla prima carta." "Rara edizione stampata
Bookseller: Libreria Antiquaria Mediolanum [IT]
2018-01-11 07:56:58
SOPHOCLES.
Venezia, Aldo Manuzio, Agosto 1502. In - 8ø; 196 cc.; legatura dei primi del '700 in tutta pergamena rigida, con tassello in marocchino con titolo in oro al dorso. Note inerenti l'edizione al piatto e ai risguardi anteriori. Nota di possesso alla prima carta: ?Peragallo , Lisbona 1871?. Antico rinforzo al margine interno delle cc. a4 e a5. Trascurabile segnetto di tarlo al margine interno bianco dei primi quaderni parzialmente restaurato in epoca antica e, un po' pi-- evidente, al margine inferiore delle ultime 8 carte con copertura di pochissime lettere. Prima edizione del primo libro stampato da Aldo in greco all?interno della celebre serie dei classici in formato ?tascabile? prodotti dalla tipografia manuziana al principio del Cinquecento. Questa copia appartiene alla rara prima tiratura che mostra il titolo stampato al recto della prima carta, il cui verso Š bianco e non riporta l?elenco delle tragedie contenute nell?edizione (cfr. Renouard). Le sette tragedie (Aiace, Elettra, Edipo re, Antigone, Edipo a Colono, Trachinie e Filottete) si trovano in prima edizione e costituiscono la prima stampa di Aldo dedicata ad opere di teatro classico. Mousouros, curatore dell?edizione, us• con tutta evidenza due differenti manoscritti per approntare il testo che rappresenta un documento importantissimo nella storia della stampa e della filologia: la versione delle tragedie sofoclee di questa edizione costitu? il riferimento almeno fino al XIX secolo. Il colophon riporta la frase ?Venetiis in Aldi Romani Academia?, indicazione che compare qui per la prima volta (cfr. Staikos). Renou … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Mediolanum [IT]
2017-12-30 05:26:25
Sophocles
Venice: Aldus Manutius, August 1502. Editio princeps of the seven surviving complete plays of Sophocles, the greatest of the Greek tragedians. This volume contains the first printing of Oedipus Rex, generally considered the greatest Greek tragedy. This edition served as the fundamental text for more than three hundred years. Sophocles (497-406 BC) was not only a playwright, but also a leading citizen of Athens during the greatest period of its history. This period brought the military supremacy of Athens after the defeat of Persia in 478 as well as the building of the Parthenon, the great Temple of Athena, and the stone theater of Dionysus. Sophocles was a general with Pericles during the revolt of Samosin in 441, a state supervisor of tribute from the Athenian empire, and finally one of the ten (probouloi) commissioners over the Council of Five Hundred of the oligarchy after the coup of 411. Sophocles wrote more than 120 plays; those in this volume probably owe their survival to their selection for use as an educational textbook. These seven plays contain some of the most powerful and timeless dramas ever written, including Oedipus Rex, a work in which "the poet attains the supreme height of dramatic concentration and tragic intensity" (Lewis Campbell). This play, Oedipus Rex, part of the Theban trilogy, is generally considered the greatest of the Greek tragedies. A LANDMARK IN THE HISTORY OF PRINTING. This book, printed in Venice by Aldus Manutius, is the first Greek book issued in the Aldine portable format and the first classical text printed in the smallest and finest … [Click Below for Full Description]
Bookseller: 19th Century Rare Book and Photograph Shop [U.S.A.]
Check availability:
2017-12-14 19:20:35
HECKMANN, Adolf
4. [I-V] S., VI-VIII S., 72 S. Illust. HLwd. Schöner Zustand. ERSTAUSGABE: Weiss 1502.
Bookseller: Antiquariat Kochkunst Bibliothek
2017-11-22 18:04:51
HERODOTUS.
Bookseller: Peter Harrington. ABA member [London, United Kingdom]
Check availability:
2017-11-20 13:03:06
<strong>DANTE</strong>.
(al verso del foglio:) Lo 'nferno e 'l purgatorio e 'l paradiso di Dante Alaghieri. (in fine:) Venetiis, in Aedibus Aldi. Accuratissime men. Aug. MDII. (Venezia, Aldo Manuzio, 1502.). in-8 (154x100), ff. 224 (il f. 82 bianco presente, il verso dell'ultimo f. bianco), carattere corsivo aldino, bella legatura di fine Settecento in vitello marmorizzato, i piatti adorni da 3 bordure neoclassiche in oro, titolo su duplice tassello rosso e blu al dorso (piccoli difetti alle cerniere. Prima edizione aldina e prima delle edizioni di Dante impressa in formato tascabile. Prima tiratura, con il verso dell'ultimo f. bianco, in luogo dell'àncora che figura nella seconda tiratura. Come è noto, la nuova impresa tipografica aldina fu approntata in corso di edizione; pochissimi esemplari erano già stati finiti senza l'ancora, e sono di gran lunga più rari. La lezione curata da Pietro Bembo, servì di base a tutte le edizioni successive. La presente edizione è di insigne importanza filologica, assai rara ed ambita dai bibliofili. Esemplare marginoso in elegante legatura neoclassica, in genere fresco (pochi ff. presentano un alone di polvere), strappo restaurato all'angolo inf.esterno di 3 ff., che in un caso tocca il testo.. UCLA 47 (first issue). Renouard, Annali, p. 34. 5. Gamba, testi di lingua, 385: ''molto raro''. Mambelli, Annali Danteschi 17: ''Assai rara gli esemplari completi'' De Batines, I, 60. Olschki Dantesca, 22: ''rarissima e graziosissima''..
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [IT]
2017-11-20 12:54:09
LUCANUS MARCUS ANNAEUS.
Bookseller: Libreria Antiquaria Mediolanum [IT]
2017-11-19 23:21:18
SOPHOCLES.
Venezia, Aldo Manuzio, Agosto 1502. In - 8ø; 196 cc.; legatura dei primi del '700 in tutta pergamena rigida, con tassello in marocchino con titolo in oro al dorso. Note inerenti l'edizione al piatto e ai risguardi anteriori. Nota di possesso alla prima carta: ?Peragallo , Lisbona 1871?. Antico rinforzo al margine interno delle cc. a4 e a5. Trascurabile segnetto di tarlo al margine interno bianco dei primi quaderni parzialmente restaurato in epoca antica e, un po' pi-- evidente, al margine inferiore delle ultime 8 carte con copertura di pochissime lettere. Prima edizione del primo libro stampato da Aldo in greco all?interno della celebre serie dei classici in formato ?tascabile? prodotti dalla tipografia manuziana al principio del Cinquecento. Questa copia appartiene alla rara prima tiratura che mostra il titolo stampato al recto della prima carta, il cui verso Š bianco e non riporta l?elenco delle tragedie contenute nell?edizione (cfr. Renouard). Le sette tragedie (Aiace, Elettra, Edipo re, Antigone, Edipo a Colono, Trachinie e Filottete) si trovano in prima edizione e costituiscono la prima stampa di Aldo dedicata ad opere di teatro classico. Mousouros, curatore dell?edizione, us• con tutta evidenza due differenti manoscritti per approntare il testo che rappresenta un documento importantissimo nella storia della stampa e della filologia: la versione delle tragedie sofoclee di questa edizione costitu? il riferimento almeno fino al XIX secolo. Il colophon riporta la frase ?Venetiis in Aldi Romani Academia?, indicazione che compare qui per la prima volta (cfr. Staikos). Renou … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Mediolanum [IT]
2017-11-15 19:32:15
DANTE.
(al verso del foglio:) Lo 'nferno e 'l purgatorio e 'l paradiso di Dante Alaghieri. (in fine:) Venetiis, in Aedibus Aldi. Accuratissime men. Aug. MDII. (Venezia, Aldo Manuzio, 1502.). in-8 (mm 159x95), ff. 244 non numerati (il f. 82 bianco presente), carattere corsivo aldino, bella legatura del XIX secolo in zigrino nocciola, filetti oro ai piatti, titolo e fregi in oro al dorso, tagli dorati (ottimi restauri alle cerniere). Prima edizione aldina e prima delle edizioni di Dante impressa in formato tascabile. La lezione, curata da Pietro Bembo, servì di base a tutte le edizioni successive. La presente edizione è di insigne importanza filologica, assai rara ed ambita dai bibliofili: qui appare per la prima volta la celebre impresa tipografica di Aldo Manuzio dell' ancora con delfino al verso dell' ultimo foglio; la più celebre delle marche tipografiche della storia, che venne ultimata durante la stampa del volume. Ottimo esemplare (al contropiatto bel ex libris araldico Leigh).. Renouard, Annali, p. 34. 5. Gamba, testi di lingua, 385: ''molto raro''. Mambelli, Annali Danteschi 17: ''Assai rari gli esemplari completi''. De Batines, I, 60. UCLA, I, 47. Olschki Dantesca, 22: ''rarissima e graziosissima''..
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [IT]
2017-10-31 14:39:50
- Antique print, titled: 'La Vierge a l'enfant', The Virgin Mary, seated on a rock, with the infant Christ on her lap. In the background lies a city on a lake's edge. Rare. engraving Description: Artists and Engravers: Made by Benedetto Montagna after Bartolomeo Montagna. Bartolomeo Montagna (ca 1450-1523). Benedetto Montagna (ca 1481-1558) Condition: Excellent, given age. Margins cropped to the platemark. Staind from insect droppings at bottom and in the bottom margin. General age-related toning and/or occasional minor defects from handling. Please study scan carefully. Storage location: Q2-266 TPC The overall size is ca. 5 x 7.8 inch. The image size is ca. 5 x 7.8 inch. The overall size is ca. 12.7 x 19.8 cm. The image size is ca. 12.7 x 19.8 cm.
Bookseller: ThePrintsCollector
Check availability:
2017-10-28 07:14:49
Lucano Marco Anneo
apud Aldum mense aprili 1502, Venetiis. In-8° antico (163x98mm), ff. 140 nn, legatura moderna in p. marocchino bicromo (verde ai piatti, marrone al dorso) con titolo in oro al dorso e custodia. Sguardie marmorizzate. Spazi guida per i capilettera. Carattere corsivo. Explicit al recto dell'ultima carta. Una firma dell'epoca al titolo. Qualche fisiologica fioritura. Leggermente rifilato in testa. Ottimo esemplare. Prima edizione aldina della Pharsalia, uno dei massimi poemi della latinità, incentrata sulla guerra civile che contrappose Cesare a Pompeo sino alla decisiva battaglia di Farsalo. L'edizione è esemplata su quella veneziana del Bevilacqua del 1493 con i commenti di Johannes Sulpicius, sauf les corrections qu'Alde a pu recueillir de l'ancien et bon manuscrit que dans sa préface il annonce lui avoir été communiqué par Ant. Mauroceno, à qui ce volume est dédié (Renouard). Le ultime carte riportano la vita di Lucano ed un passo di Tacito. Renouard, p. 33, n. 3. Ahmanson-Murphy, 56. Adams, L-1557. STC Italian, p. 395. Firmin-Didot, p. 208. Dionisotti / Orlandi, n. XXXVI. Laurenziana, n. 59. Marciana, n. 59. UCLA, 44. EDIT16 CNCE 36129. Latino
Bookseller: Gilibert Libreria Antiquaria (ILAB-LILA) [Torino, ><, Italy]
2017-10-28 06:12:50
Jean Pichore o sua bottega (Pagina miniata su pergamena da Libro d'Ore - Illuminated leaf on vellum from a Book of Hours)
1502. Miniatura dipinta su pergamena proveniente da un Libro d'Ore francese, riconducible a Jean Pichore o alla sua bottega. Cm 12x16.5. Al recto viene rappresentato San Pietro con in mano le chiavi ed un libro. Al verso manoscritto in gotico una parte del Vangelo di San Giovanni con due piccoli capilettera miniati a colori. La miniatura è databile tra il 1502 ed il 1521, periodo in cui a Parigi, Pichore era attivo ed aveva istituito la sua bottega. Pichore ed i suoi allievi, lavorarono principalmente per i tipografi parigini Germain Hardouyn e Simon Vostre. Splendida miniatura ottimamente conservata coi colori ancora vividissimi. Al verso si notano traccie di vecchia applicazione su di un supporto. Per l'opera di Jean Pichore si rimanda all'ottimo lavoro di Caroline Zohl : Jean Pichore Buchmaler, Graphiker und Verleger in Paris um 1500, Turnhout Brepols, 2004. (La miniatura è conservata dentro una cornice 800esca dorata)
Bookseller: Libreria antiquaria Segni nel Tempo [IT]
2017-10-16 13:19:11
Aldus-Drucke - Statius, Publius Papinius
Venedig, Aldus Manutius, 1502. Weinroter Ldr. d. 19. Jhs. mit Rücken- und Deckelvergoldung, Steh- und Innenkantenverg. und GGoldschnitt. 8vo. 255 (st. 256), 40 nn. Bll. Erste Ausgabe bei Aldus. - Schöne Ausgabe der wichtigsten Texte des Statius; Exemplar mit der nachgebundenen Orthographia, die nicht allen Exemplaren beigegeben wurde (vgl. Dibdin). "Edition dont on trouve difficilement des exemplaires bien conserves." (Brunet) - Fehlt das letzte Bl. vor der Orthographia mit dem 2. Druckvermerk, hier durch ein w. Bl. ersetzt. - Stellenweise fleckig, letzte Bl. von Achilleidos duo mit kl. Fehlstelle. Einband stellenweise berieben u. etw. fleckig.Aldinen-Slg. Berlin 87. - Adams S 1670 und 1683. - BM STC, Italian Books S. 646. - Brunet V, 512. - Dibdin II, 423. - Schweiger II, 963.
Bookseller: Ketterer Kunst GmbH, vorm. F. Dörling GmbH [Germany]
2017-10-16 13:19:11
HERODOTUS.
Bookseller: Peter Harrington. ABA member [London, United Kingdom]
Check availability:
2017-10-16 12:30:38
PERSIO FLACCO Aulo.
Per Caligulam Bacilerium, Impressum Bononiae, 1502. Testo latino, Cm.32x21. Carte 78 non numerate. Legatura in pergamena rigida, ai cui piatti è stata applicata altra pergamena di recupero, proveniente da codice manoscritto rubricato in rosso. Restauro cartaceo al frontespizio, con perdita di testo su quattro righe alla dedicatoria al verso dello stesso. Testo inquadrato su tre lati da commento in caratteri di corpo inferiore. Capilettera ad acquarello color rosso, apposti negli appositi spazi ad inizio dei capoversi. Chiose e sottolineature cinquecentesche, non invasive, ubicate principalmente nella seconda parte del volume. Decorazione acquarellata a mano al frontespizio. Esemplare genuino, a buoni margini. Si tratta di una rara edizione originale delle sei satire di Persio annotate dall'erudito Giovanni Battista Plauzio (Fontanellato, ? - 1533), che fu docente di retorica presso lo Studio bolognese. L'opera venne poi ristampata a Venezia nel 1516 (Io. Rubeus Vercellensis) e nel 1520 (Bernardinus de Vianis de Lexona). In riferimento allo stampatore Caligola Bazalieri, così annota il Corbelli in "Storia della Stampa in Bologna": "Le sue edizioni sono sempre interessanti per il carattere, pel testo, per l'adornamento: tutte presentano una freschezza e una originalità che non trova riscontro in Bologna nel tempo suo, se non con quelle di Girolamo Benedetti" (in "La Bibliofilia", XXI, 78) . > Graesse, V, 211. Panzer, VI, 321 . 700 gr. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: studio bibliografico pera s.a.s. [LUCCA, Italy]
2017-10-16 12:09:46
BAPTISTA, MANTUANUS, (BATTISTA SPAGNOLI), (Mantuan) (1447-1516) – BOSSE, Jodius (Josse Bade, commentator) (1462-1565).
Bookseller: Sanctuary Books, A.B.A.A. [New York, NY, U.S.A.]
2017-10-16 12:09:46
BAPTISTA, MANTUANUS, (BATTISTA SPAGNOLI), (Mantuan) (1447-1516) – BOSSE, Jodius (Josse Bade, commentator) (1462-1565).
Paris: Hans de Coblencz, Jean Petit et al., 1502. Early sixteenth-century sequel to Mantuan’s hagiographic Latin epic “Parthenice Mariana,” a narration of the life of the Virgin, the “Parthenice Catharinaria” focused on the life and martyrdom of St Catherine of Alexandria. [Paris: André Bocard for] Hans de Coblencz, Jean Petit et al., s.d. [circa 1502]. 4to (182 x 127mm). Pagination: [4], 105, [1] leaves. Signatures: a(4), B-S(6), T(4). Criblé woodcut device of Jean (Jehan) Petit (fl. 1592), partly abraded, showing lion and leopard supporting armorial monogram I.P., suspended from tree inhabited by owl and birds, two putti atop flanking trees. Later 18th-century vellum boards, blind stamped device to covers, marbled endpapers, silk ribbon bookmark; (front joint cracked but cords in tact, top of spine slightly damaged; margins shaved close affecting some text on preliminaries, some light soiling, and scattered early underscoring and cropped marginalia). Pictorial bookplate of Jacob Weinberg of a sketch of Mount Carmel, two family shields on grapevines (Weinburg meaning vineyard), and Hebrew motto. Little is known about Jacob Weinburg, although the same man seems to have owned a copy of the Peregrinatio in Terram Sanctam of Berhard von Breydenbach by the year 1944. The annotations, consisting mostly of underlining, are consistent through our copy, the rear leaf verso with scattered inscriptions in at least three 16th-century or early 17th-century hands. One a French name “Balthasar Faueau” and the other marking in a small Latin hand relate to previous ownersh … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Sanctuary Books, A.B.A.A. [New York, NY, U.S.A.]
2017-10-16 11:29:17
CICERON Marcus Jullius
Bookseller: LIBRAIRIE SOURGET [VER-LES-CHARTRES, ., France]
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     563 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2019 viaLibri™ Limited. All rights reserved.