viaLibri Requires Cookies CLICK HERE TO HIDE THIS NOTICE

Recently found by viaLibri....

Mirandola.
Venezia, 1567. Incisione in rame (eseguito al bulino con ritocchi occasionali all?acquaforte), cm 19,3 x 26,2 (alla lastra), cm 27,2 x 41,3 (il foglio). In lastra: titolo in alto al centro; in alto a sinistra, entro cornice, la dicitura: ?A Lettori / Non solamente mi son contentato a dimostrar / vi il vero ritrato del sito della Mirandola. In Venetia l'Anno MDLXVII / Alla libreria della Colonna?. Testo in volgare al verso. Per la prima volta pubblicata nella rara raccolta di Paolo Forlani ?Il primo libro delle città, et fortezze, et fortezze principali del mondo?, edito nel 1567 a Venezia, questa lastra proviene dalla successiva (di due anni) raccolta del Ballino ?De' Disegni delle più belle illustri città e fortezze del Mondo..?, stampato a Venezia da Bolognino Zaltieri nel 1569. L?opera, costituita da cinquanta vedute e da una carta geografica, rappresenta il primo tentativo, nell?ambito dell?editoria italiana, della realizzazione di un testo / atlante delle principali fortezze e città del mondo. A differenza dei suoi predecessori, dei quali utilizza spesso i rami e le iconografie, il Ballino concepisce un?opera unitaria corredata di testi e di indice, della quale, per la prima volta, si è ha conoscenza dell?esatto numero di tavole che la compongono. Le carte della raccolta sono datate tra il 1566 ed il 1568 e trentadue di queste risultano essere ristampe dei rami di Paolo Forlani e di Domenico Zenoi, per la prima volta apparsi ne ?Il primo libro delle città, et fortezze principali del mondo? del Forlani (edito nel 1567); questo cospicuo gruppo di tavole è inserito nella raccolta con alcuni ritocchi nelle lastre, che vengono modificate. Altre furono per la prima volta pubblicate da Ferrando Bertelli nel ?Disegni di alcune più illustri città di fortezze del mondo con aggiunte di alcune isole principali? (edito nel 1568). Il resto delle tavole sono di anonimi incisori di cui l?autore si servì per la sua opera, probabilmente anche per ritoccare le lastre di cui era già in possesso. Per correttezza di informazione la paternità delle opere, sebbene provenienti dalla raccolta del Ballino, viene assegnata all?autore originale. Paolo Forlani (o Furlani) fu attivo a Venezia tra il 1560 e il 1574 come mercante di stampe e incisioni, in particolare di carte geografiche, vedute e piante. Le sue incisioni, in gran parte di soggetto geografico, risultano pubblicate dai principali editori e stampatori veneziani. Importante per il Forlani è la collaborazione con Giacomo Gastaldi, e anche quella con Claudio Duchetti. Giulio Ballino era un avvocato veneziano che frequentava la casa dei Manuzio già verso il 1530, dedicandosi in gioventù allo studio dei classici. Trattasi della prima veduta della città con datazione certa. Si raffigura la città fortificata con i cinque forti che la circondano. Molto rara. Ottima impressione stampata, con bella e fresca inchiostrazione, su carta vergellata greve. Ampi margini, piega verticale al centro, bella impressione e ottima conservazione.
      [Bookseller: Studio Bibliografico Botteghina D'arte G]
Last Found On: 2013-08-01           Check availability:      maremagnum.com    

LINK TO THIS PAGE: www.vialibri.net/years/items/369659/1567-forlani-paolo-mirandola

Browse more rare books from the year 1567


      Home     Wants Manager     Library Search     561 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service     


Copyright © 2017 viaLibri™ Limited. All rights reserved.