viaLibri Requires Cookies CLICK HERE TO HIDE THIS NOTICE

Recently found by viaLibri....

Veue du chateau et du pont S. Ange a Rome.
Incisione in rame all'acquaforte, b/n, cm 12 x 20 (alla lastra), in basso a sn. "Grav? par Israel Silvestre" (e il numero 2 poco sopra all'inizio della dicitura), in basso a destra "Avec privil. du R."; foglio in primo stato, con bella filigrana di gallo (o rapace) con ali spiegate. Silvestre Israel (Nancy, 3 agosto, 1621 - Parigi, 11 ottobre 1691), appartenente a una famiglia di artisti francesi, fu disegnatore e incisore. Dopo la morte dei genitori, nel 1631, fu mandato a Parigi con lo zio Israel Henriet, grazie al quale imparer? a disegnare e a incidere; e grazie allo zio conoscer? Callot e Della Bella. Tra il 1638 e il 1641 (si pensa nel 1640), Silvestre compir? un primo viaggio in Italia; un secondo viaggio sar? quello del 1643, un terzo nel 1653. Dopo la seconda visita in Italia vengono pubblicate le "Vues d'Italie (1643 circa). Fu artista fin troppo prolifico, numerosissime sono le sue opere, tant'? che ? quasi impossibile redigerne un inventario completo, avendo egli realizzato circa mille pezzi. Tra queste citiamo: "Vues de Paris et des environs" (1645), "Ports de mer" (1648), "Paysages" (1654), un secondo set di "Vues d'Italie", il "Balletto Reale Noces de T?tis" (1655), Vues de ch?teaux (1658) dedicate a Luigi XIV. Dal 1662; incise lastre per il re: "Course de t?tes et de bagues" (1662), "Plaisirs de l'isle enchant?e" (1664) e "Ch?teaux royaux". Il suo stile fu, all'inizio, piuttosto sciolto, ma a partire dalla pubblicazione delle prime "Vues d'Italie" divenne pi? raffinato e delicato, acquisendo accuratezza e precisione senza essere asciutto; a volte era simile a quello di Jacques Callot o di Stefano della Bella, con i quali ebbe rapporti di amicizia e dei quali ottenne l'esclusiva per la pubblicazione delle lastre. Infatti, mettendo bene a frutto i risultati del lavoro di Henriet, alla sua morte, avvenuta nel 1661, riusc? a ereditarne le lastre e a ottenere il privilegio di stampa e la vendita delle opere di Callot e di Della Bella, escludendo altri stampatori da questa posizione (ottenne le lastre del Callot alla morte dello zio Henriette; di Della Bella nel 1684). La veduta fa parte della raccolta delle "Vues d'Italie", in questo caso di quelle relative a Roma e dintorni. Nel rispetto del classico stile dell'autore, essa fonde elementi reali a fantasie pittoriche. Bella e rara prova particolarmente nitida.
      [Bookseller: Studio Bibliografico Botteghina D'arte G]
Last Found On: 2013-01-08           Check availability:      maremagnum.com    

LINK TO THIS PAGE: www.vialibri.net/years/items/179838/1621-israel-silvestre-veue-du-chateau-et-du-pont

Browse more rare books from the year 1621


      Home     Wants Manager     Library Search     562 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service     


Copyright © 2018 viaLibri™ Limited. All rights reserved.