viaLibri Requires Cookies CLICK HERE TO HIDE THIS NOTICE

Recently found by viaLibri....

Isola di Cerigo
1568. La mappa di Citéra è abbastanza fedele alla realtà. Magnifica prova su carta vergata coeva con filigrana "ancora nel cerchio con stella" (Beans 57, Briquet 559, Borroni 7). Bibliografia: Zacharakis, A catalogue of printed maps of Greece, 206. Dimensioni 160x210. L'eclettico incisore, acquafortista, progettista, stampatore, editore e cosmografo originario di Sebenico fu attivo a Venezia tra il 1565 e il 1574 e successivamente a Roma tra il 1575 e il 1591. A Venezia le sue opere vennero pubblicate da Camocio, Ferrando Bertelli, Luca e Donato Bertelli, Borgaruccio Borgarucci e Nelli. I suoi editori romani furono invece Lafrery, Claudio Duchetti, Lorenzo Vaccari e Nicolas van Aelst. Tra i suoi intagli in rame ricordiamo la celebre carta dell'Abruzzo e le due tavole dell'innalzamento dell'obelisco Vaticano realizzate per Domenico Fontana. Come giustamente fa notare il Meurer però il lavoro cartografico più noto del Bonifacio fu la serie delle mappe raffiguranti le isole dell'arcipelago greco, sia del Mar Jonio che dell'Egeo. Esse non sono datate e quindi è difficile assegnare una sequenza cronologica alla serie, databile al periodo 1567/68. Come tutte le carte della cosiddetta scuola lafreriana venivano stampate a se e quindi assemblate in atlanti compositi. Alcune di queste carte furono però incluse, con l'assegnazione di un numero ordinale, in alcune copie della prima edizione del Civitatum aliquot insignorum et locorum magis monitorum exacta delineation cum additione aliquot Insularum principalium. Disegni di alcune più illustri città et fortezze del mondo con aggionta di alcune Isole principali di Ferrando Bertelli, edito a Venezia nel 1568. Altre invece sono note solo con il numero inciso ed incluse nella seconda edizione del libro del Bertelli, edita però da Donato Bertelli nel 1574, e nel Isole Famose.. di Giovanni Francesco Camocio. Dato il loro piccolo formato sono raramente incluse nelle raccolte composite degli atlanti veneziani e romani del XVI secolo; tuttavia le troviamo, ad esempio, descritte e raffigurate nello The Strabo Illustratus Atlas a cura di Peter Meurer, che descrive una raccolta appartenuta alla famiglia Bertelli in Venezia. The probably best known cartographic works of the engraver Natale Bonifacio is a serie of maps showing Greek Islands in the Ionian en Aegean Seas. They are all undated and their chronological sequence is difficult to ascertain. Like the larger maps of The IATO these smaller ones were first issued for a loose sheet circulation, and then assembled in booklet form for interested customer. Some of the maps, separately issued, appear in copies of the first edition of Ferrando Bertelli's "Civitatum aliquot insignorum et locorum magis monitorum exacta delineation cum additione aliquot Insularum principalium. Disegni di alcune più illustri città et fortezze del mondo con aggionta di alcune Isole principali", of 1568. Others are known only from the second edition of the Bertelli book, published by Donato in 1574 and from the undated "Isole Famose..." by Giovanni Francesco Camocio. As noted by Meurer, due of they small format, they were infrequently added to composite atlases. Fantastic early impression. Watermark: "ancre in a circle with star" (Beans 57, Briquet 559, Borroni 7). Literature: Zacharakis, A catalogue of printed maps of Greece, 206. Size 160x210. Venezia Venice
      [Bookseller: Libreria Antiquarius]
Last Found On: 2016-09-25           Check availability:      maremagnum.com    

LINK TO THIS PAGE: www.vialibri.net/years/items/1209427/1568-natale-bonifacio-sebenico-1537-1592-isola-di-cerigo

Browse more rare books from the year 1568


      Home     Wants Manager     Library Search     561 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service     


Copyright © 2017 viaLibri™ Limited. All rights reserved.