The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1550
2020-02-27 10:28:21
1550. reliure usagée ; coins, coiffes , plats élimés avec manques / moitié page de titre déchirée ( manquante ) / traces de parasites sur la reliure et sur les 40 dernières pages / garde de tête fendue ( voir photos ). Opus de Arcani Catholicae Veritatis. Hoc est, In omnia difficilia loca Veteris Testamenti ex Talmud, aliisque Hebraicis libris... Ad haec, Ioannis REUCLINI Phorcensis Doctoris de ARTE CABALISTICA Libri Tres... . GALATINO (Pietro Colonna) -- [REUCHLIN (Johannes). Basilae, Ioannes Hervagius, [Basel, Johann Herwagen] 1550, in Folio (220x320mm), reliure dos veau marron, plats cartonnés, Le chef d'œuvre de Galatino est en fait la réponse à une commande passée par le Pape, l'Empereur et d'autres dignitaires du temps. Il s'agit là d'une défense vigoureuse et controversée des thèses de Reuchlin, pour qui le judaïsme devait être combattu non par la force mais sur ses propres terres, c'est à dire sur le terrain kabbalistique. Tout comme son prédécesseur, Galatino entreprend donc de retourner la kabbale contre elle-même, afin de démontrer que la vérité du christianisme est en fait contenue dès l'origine dans le canon hébraïque Cette édition inclut in fine le fameux De Arta Cabbalista de Reuchlin. Ce célèbre dialogue socratique entre un juif, un musulman et un inquisiteur propose une étude théosophique de la kabbale visant entre autres à réconcilier raison scientifique et le mystère de la foi. Reuchlin établit, dans son ouvrage, l'accord qui existe entre l'enseignement des premiers philosophes grecs, notamment Pythagore et les doctrines de la cabale. Texte en latin et e … [Click Below for Full Description]
Bookseller: QuaisdeParis (bouquins3000) [Maisons-Alfort, FR]
2020-02-26 07:47:02
Sebastian Munster
Bâle Basel: 1550. Etat : « dans son jus » état moyen, salissures, tâches de rousseurs sur les bords, parties qui était cachée par le passe partout, deux petits trous sans manque, pliure médiane verticale. Dimensions : feuille (42 X 32 cm), carte (34 X 25 cm), colorée sur certaines parties, papier filigrané avec deux figures que je n'ai pas pu déchiffrer. C. 1550 Tabula Asiae VIII Sebastian Munster Bâle Tabula Asiae VIII tirée de la Cosmographie de Sebastian Munster s.d. (circa 1550) Etat : « dans son jus » état moyen, salissures, tâches de rousseurs sur les bords, parties qui était cachée par le passe partout, deux petits trous sans manque, pliure médiane verticale. Dimensions : feuille (42 X 32 cm), carte (34 X 25 cm), colorée sur certaines parties, papier filigrané avec deux figures que je n'ai pas pu déchiffrer. Carte décorée avec des figures dessinées d'après les descriptions des êtres décrits dans le « Livre des Merveilles » de Marco Polo, unijambiste, homme tronc, anthropophages qui découpent un corps, homme à la tête de chien, combat avec un oiseau géant... Asie centrale, Scythie, Tibet, Inde, Chine etc. Scythia intra Imaum, Saca, Scythia extra Imaum, India Intra et extra Gangen, Serica, Sina regio. Hippophagi, Anthropophagi, Ganges, fleuve Oechardes, terres Mongol & pars Tartarie, deserts, montagnes, deux cartouches en latin.
Bookseller: raymaye [Paris, FR]
2020-02-25 06:34:08
Plato
Lyon, France: Jean de Tournes, 1550. Good antiquarian condition. [PLATO]. Divini Platonis Operum, a Marsilio Ficino tralatorum, tomus primus [-quintus] ... Omnia emendatione, et ad Graecum codicem collatione Simonis Grynaei summa diligentia repurgata. Lugduni [Lyon], Apud Ioan, Tornaesium. M. D. XXXXX. [1550]. Hardcover. First and only de Tournes edition. In five volumes. Sextodecimo (16mo)(120 x 75mm), pp. 647 [i.e. 747], [5]; 668, [4]; 554, 85, [6]; 1017, [5]; 863, [1]. Collated complete; Signatures: vol. 1: a-z8, A-Z8, aa8 [aa8, blank]; vol. 2: a-z8, A-T8, [T7r, T8 blank]; vol. 3: a-z8, A-M8 [M6, M7r, M8 blank], a-f8 [f5, f6, f7, f8 blank]; vol. 4: a-z8, A-Z8, aa-ss8 [dd5, ss3 missigned dd4, ss5 respectively; ss7-8 blank]; vol. 5: a-z8, A-Z8, aa-hh8. Contents: vol. 1. Platonis vita. Eythrypho. Crito. Phaedo. Cratylus. Theaetetus. Sophista. Ciuilis. -- vol. 2. Parmenides. Philebus. Conuiuium. Phaedrus. Alcibiades primus. Alcibiades secundus. Hipparchus. Amatores. -- vol. 3. Theages. Charmides. Laches. Lysis. Euthedemus. Protagoras. Gorgias. Meno [+ volume 3 bound with Plato: Platonici dialogi sex. Lugduni, 1550]. -- vol. 4. Hippias maior. Hippias minor. Io. Menexenus. Clitopho. De republica I-X. Timaeus. Critias. -- vol. 5. Minos. De legibus I-XII. Epinomis. Epistolae. Near contemporary full calf, four raised bands, spines gilt, morocco titles labels, red speckled page edges, Latin text in Roman type with some Italics, printer's 'viper' device on titles and 'prism' device on all final leaves, capital initials, tail-pieces, shoulder notes, 85 pp. of Spuria in vol. 3, the t … [Click Below for Full Description]
Bookseller: maxcloudforest [UK, GB]
2020-02-24 22:58:19
John Carion
Carion's Chronicles The Thre Bokes of Cronicles by John Carion. London. 1550. Walter Lynne. First English Edition. Size: 19.5cm by 13.5cm Originally written in German by John Carion, (1499 to 1537) the astrologer and writer. Condition notes: Recased in black leather binding with gilt title and date to spine and new endpapers. Several leaves have been provided from another copy and are slightly shorter. Title page with loss as shown, one leaf provided in facsimile and Nn8 (blank?) is lacking. Slight loss to G and 2F7. N3 (plus one more leaf) with a closed tear, plus one with loss to top outer corner as shown. The leaves provided from another copy are: *8, A to B8, Ff8, Q6, Q7, 2B1, 2C2 to 2C7 and 2M1 to the end 2P4. Pages with a few handling marks, ink marks and age toning. Please take a good look at the pictures as these will enable you to evaluate the condition. Postage: UK £free, Europe £12.55, Rest of world £17.35. All non-UK items will be sent tracked and tracking information will be provided. We will combine shipping when you buy more than one item. Please wait for invoice with updated shipping cost. Examples of bulk shipping rates: 5kg : to Germany £13, to the USA £38, to China £55. Anything you are not 100% happy with can be returned for full refund. Please message through Ebay if you need further information. Thank you! Track Page Views With Auctiva's FREE Counter. [Attributes: First Edition]
Bookseller: bookfolly [Chichester, GB]
2020-02-23 22:16:27
ARISTOTELES (trad. SEGNI, Bernardo)
Firenze, appresso Lorenzo Torrentino, 1550. PRIMA EDIZIONE IN VOLGARE DELL ETICA NICOMACHEA DI ARISTOTELE ARISTOTELES (trad. SEGNI, Bernardo). L Ethica d Aristotile tradotta in lingua vulgare fiorentina et comentata Firenze, 1550 (al colophon: appresso Lorenzo Torrentino ) PRIMA EDIZIONE. In-4°. a-z4 A-2Z4 AA4 (ultima carta bianca AA4 mancante); 547, (11) pagine. Carattere romano e corsivo, sporadiche parole in greco. Titolo e nota tipografica contornati da complesso fregio architettonico figurato, contenente lo stemma a sei palle dei de Medici in cima e veduta di scorcio su Firenze in basso. Grandi capilettera silografici bellamente istoriati. Più di 20 figure di diagrammi e schemi, di cui almeno la metà a tutta pagina. Registro, nota tipografica completa e privilegio al colofone. Ex libris Dominici Soraneae (forse il marchese Domenico Meli Lupi di Soragna?) anticamente manoscritto sul risguardo anteriore con sottostanti segni di etichetta divelta. Legatura del primo ottocento in piena pergamena rigida con falde, doppio tassello di marocchino rosso al dorso con titolo, data e filetti in oro. Qualche leggera fioritura e una lieve macchia al lembo di sotto del frontespizio; per il resto, un esemplare internamente molto pulito e fresco. Una copia eccellente. Prima edizione in volgare fiorentino dell Etica Nicomachea del grande filosofo greco Aristotele di Stagira (Variante A, con fiorentina nel titolo al frontesp. in luogo del florentina della Var. B). La prima traduzione volgarizzata fu in francese, ad opera di Nicolas Oresme (1488). Bernardo Segni (1504-1558), colto uomo fi … [Click Below for Full Description]
Bookseller: ORSI LIBRI [Milano, Italy]
2020-02-21 16:36:10
Anonimo (XVI secolo)
1550. Bulino misure: mm 402 x 285 Raffigurazione della ancor'oggi famosa "statua parlante". Simbolo della satira popolare romana, la statua veniva e viene coperta di foglietti con versi satirici riferiti ai vizi e ai fatti della vita politica dell'Urbe. Impressione eccellente. Forti contrasti chiaroscurali esaltano la figura della statua. Ottimo stato di conservazione. Stampata e pubblicata a Roma da Antonio Lafreri nel 1550 come risulta dalla dicitura presente in lastra in basso a destra "Ant.LafrerI Formis Romae MDL" ed inserita nelle edizioni dello "Speculum Romanae Magnificentiae" con varie modifiche fino a tutto il secolo successivo. Ampi margini oltre l'impronta della lastra. Stato: I/II prima degli ulteriori interventi sulla lastra e dell'indirizzo dell'Orlandi. Filigrana: "Balestra in un cerchio con freccia sormontato da un giglio" simile a Briquet 760. Bibliografia: Christian Huelsen, 1921, 71/a.
Bookseller: Il Bulino Antiche Stampe s.r.l. [Italy]
2020-02-19 15:32:28
ARISTOTELES (ARISTOTELE); SEGNI, Bernardo (trad.)
appresso Lorenzo Torrentino Impressor DUCALE...(al colophon), 1550. "PRIMA EDIZIONE PRIMA IN VOLGARE FIORENTINO DELL'ETICA NICOMACHEA DI ARISTOTELE. In-4. a-z4 A-2Z4 AA4 (ultima carta bianca AA4 mancante); 547, (11) pagine. Carattere romano e corsivo, sporadiche parole in greco. Titolo e nota tipografica contornati da complesso fregio architettonico figurato, contenente lo stemma a sei palle dei de' Medici in cima e veduta di scorcio su Firenze in basso. Grandi capilettera silografici bellamente istoriati. Più di 20 figure di diagrammi e schemi, di cui almeno la metà a tutta pagina. Registro, nota tipografica completa e privilegio al colofone. "Ex libris Dominici Soraneae" (forse il marchese Domenico Meli Lupi di Soragna?) anticamente manoscritto sul risguardo anteriore con sottostanti segni di etichetta divelta. Legatura del primo ottocento in piena pergamena rigida con falde, doppio tassello di marocchino rosso al dorso con titolo, data e filetti in oro. Qualche leggera fioritura e una lieve macchia al lembo di sotto del frontespizio; per il resto, un esemplare internamente molto pulito e fresco. Una copia eccellente. Prima edizione in volgare fiorentino dell'Etica Nicomachea del grande filosofo greco Aristotele di Stagira (Variante A, con "fiorentina" nel titolo al frontesp. in luogo del "florentina" della Var. B). La prima traduzione volgarizzata fu in francese, ad opera di Nicolas Oresme (1488). Bernardo Segni (1504-1558), colto uomo fiorentino proveniente da una ricca famiglia di mercanti, tradusse e commentò questo ed altri testi aristotelici a partire da versioni um … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Studio bibliografico ORSI LIBRI di Federico Orsi Libraio Antiquario [Italy]
2020-02-16 19:35:09
XENOPHON [Senofonte]
Nicolò Bascarini, Venetia, 1550. In-4 (205x150 mm.), pp. (16), 202, (8). Marca xilografica al forntespizio (dalla quale si desume l'identità dello stampatore). Iniziali xilografiche. Bel ritratto in ovale del defunto Giovanni de' Medici (il celebre condottiero Giovanni dalle bande nere), dedicatario dell'opera, a piena pagina posto a c. [ast]4r. Legatura in piena pergamena moderna con titolo inciso in oro su tassello. Bell'esemplare a larghi margini, ottimamamente impresso in elegante corsivo su carta forte, di questa prima edizione della traduzione fatta dall'umanista Francesco di Soldo Strozzi. Il medesimo Strozzi premise alla traduzione due sue lettere, la prima indirizzata al già passato di vita "folgore di guerra" Giovanni de Medici, la seconda a monsignor Luigi Ardinghelli, nella quale si danno le prove della precedenza che questa traduzione avrebbe su quella fatta dal Domenichi. Curioso che nel nostro esemplare si trovi cassato a penna il nome di Pietro Aretino, che lo Strozzi nominava a testimoniare intorno alla primogentura della sua fatica. In fine, dopo il colophon, si trovano le emendazioni fatte dallo Strozzi alla traduzione del Domenichi. Biblioteca: Argelati, Biblioteca dei volgarizzatori, III, p. 377-378. Paitoni, pp. 43-44. Gamba, 1640: "Bella e rara edizione in carattere corsivo, meno conosciuta, scrive il Zeno, di quello che merita". [Attributes: First Edition; Hard Cover]
Bookseller: AU SOLEIL D'OR Studio Bibliografico [ACQUI TERME, AL, Italy]
2020-02-16 11:15:51
Plato
Lyon, France: Jean de Tournes, 1550. Good antiquarian condition. [PLATO]. Divini Platonis Operum, a Marsilio Ficino tralatorum, tomus primus [-quintus] ... Omnia emendatione, et ad Graecum codicem collatione Simonis Grynaei summa diligentia repurgata. Lugduni [Lyon], Apud Ioan, Tornaesium. M. D. XXXXX. [1550]. Hardcover. First and only de Tournes edition. In five volumes. Sextodecimo (16mo)(120 x 75mm), pp. 647 [i.e. 747], [5]; 668, [4]; 554, 85, [6]; 1017, [5]; 863, [1]. Collated complete; Signatures: vol. 1: a-z8, A-Z8, aa8 [aa8, blank]; vol. 2: a-z8, A-T8, [T7r, T8 blank]; vol. 3: a-z8, A-M8 [M6, M7r, M8 blank], a-f8 [f5, f6, f7, f8 blank]; vol. 4: a-z8, A-Z8, aa-ss8 [dd5, ss3 missigned dd4, ss5 respectively; ss7-8 blank]; vol. 5: a-z8, A-Z8, aa-hh8. Contents: vol. 1. Platonis vita. Eythrypho. Crito. Phaedo. Cratylus. Theaetetus. Sophista. Ciuilis. -- vol. 2. Parmenides. Philebus. Conuiuium. Phaedrus. Alcibiades primus. Alcibiades secundus. Hipparchus. Amatores. -- vol. 3. Theages. Charmides. Laches. Lysis. Euthedemus. Protagoras. Gorgias. Meno [+ volume 3 bound with Plato: Platonici dialogi sex. Lugduni, 1550]. -- vol. 4. Hippias maior. Hippias minor. Io. Menexenus. Clitopho. De republica I-X. Timaeus. Critias. -- vol. 5. Minos. De legibus I-XII. Epinomis. Epistolae. Near contemporary full calf, four raised bands, spines gilt, morocco titles labels, red speckled page edges, Latin text in Roman type with some Italics, printer's 'viper' device on titles and 'prism' device on all final leaves, capital initials, tail-pieces, shoulder notes, 85 pp. of Spuria in vol. 3, the t … [Click Below for Full Description]
Bookseller: maxcloudforest [UK, GB]
2020-02-15 09:16:11
Anonimo Scuola Italiana
Bulino, circa 1550. Magnifica prova di questa rara incisione, impressa su carta vergata coeva con filigrana "brocca con fiore", rifilata alla linea marginale, in eccellente stato di conservazione. Non descritta dai repertori. Engraving, 1550 approx. Excellent example of this rare subject, printed on contemporary laid paper with "with flower" watermark, trimmed to platemark, in perfect condition. This work is not described in the catalogues.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-02-09 02:21:45
Artikeldetails Antiphonar um 1550. Handgeschriebenes lateinisches Antiphonar in Groß-Folio auf 158 Pergamentblättern mit über 200 Initialen in Blau und Rot. Secunda pars Antiphonarii de Tempore continens A die Resurrectionis vsque ad dominicam vltimam post pe(n)tcostes (?) in die Resurrectionis (Ostern bis Sonntag nach Pfingsten). Lateinische Handschrift auf Pergament. 158 numm. Bll. überwiegend mit Musiknotation auf 5 Linien in Rot, Texte in Sepia. Mit über 200 Initialen in Blau und Rot sowie 5 große Initialen mit Blüten-, Blattwerk und Vogelornamenten in Blau und Rot. Brauner Ziegenlederband d. Z. über Holzdeckeln auf 6 Bünden mit 8 Eck-Messingbeschlägen und 9 (von 10) Messingbuckeln (ohne die Schließen) (Teils stärker beschabt, Kapitale mit Fehlstellen). Sprache: Deutsch Bestell-Nr: 11059 Bemerkungen: Antiphonar aus Oberitalien Mitte des 16. Jahrhunderts. Fünfzeilig in schwarzer Gothica textualis mit roten Hervorhebungen geschrieben. Mit römischer Choralnotation über rotem fünfzeiligem System mit sehr zahlreichen farbigen Initialen und sepiafarbenen Zierinitialen sowie 5 großen Schmuckinitialen (15 x 15 cm). Die 6 Anfangsblatt mit Randläsuren und daher Textbeeinträchtigung (die Ränder und die Texte ergänzt). Stellenweise gering fleckig bzw. gebräunt. Antiphonary 158 num. Ll. mostly with square marks on 5 lines in red, text in sepia. With over 200 initials in blue and red and 5 large initials with ornaments in blossoms, leaves and birds in blue and red. Contemp. brown leather over wood covers with metal fittings (clasp and some fittings missing). - First 6 leaves with mar … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Treptower Bücherkabinett (t.bcherwelt) [Berlin, DE]
2020-02-06 22:53:10
Gellius Aulus
1550. [Classici] (cm.15,5) bella piena pergamena XVIII secolo, tagli marmorizzati, titolo in oro al dorso. -- cc. 32 nn., pp. 591 con bella marca tipografica in fine diversa da quella del frontis. Elegante corsivo, capilettera figurati di varie grandezze piuttosto belli. Alcuni passi in greco corsivo. Edizione veneziana bella e rara, manca a Bm. Stc. ed Adams, di questa celebre e preziosa opera per le notizie che ci dà e i passi che cita di autori poco noti o perduti. L' autore Aulo Gellio (130-175 A.C.) raccolse un gran numero di informazioni per uso proprio e dei suoi figli in forma volutamente disorganica toccando gli argomenti più disparati: Diritto, geometria, astronomia, medicina, storia, geografia, scienze naturali, logioca, meteorologia ecc. Lievissimo alone a scomparire alle ultime sei carte, altrimenti bellissimo esemplare fresco e molto nitido. Al frontis ex libris coevo manoscritto: "Ex libris Andrea De (D)ondii".
Bookseller: LibriAntichiArezzo-FC Edizioni (studio.bibliografico.libri.antichi.arezzo) [ Arezzo, Italy]
2020-02-06 22:36:11
AESOP
Basileae: Nicol. Bryling, 1550. I am limited to 12 photos on eBay, but I have many more photos on my website...just ask. "A doubtful friend is worse than a certain enemy. Let a man be one thing or the other, and we then know how to meet him." ― Aesop, Aesop's Fables Aesop's fables have been printed for centuries and include some of the most famous fables and tales of all time. Originating sometime in the 6th- to 7th-century BC, these tales have appeared in popular culture for well over 2000 years in the form of books, plays, songs, and visual media. Sixteenth-century examples of Aesop are increasingly rare, and this 1550 Greek and Latin edition is no exception. The fables of this edition are preceded by the famous 'Life of Aesop' by Planudes. In addition to Aesop's Fables, it includes several additional works including: · Galeomyomachia by Theodorus Prodromus · Batrachomyomachia, attributed to Homer Curiously, this book is bound with a mid-16th-century Zurich printing of Petrus Mosellanus's 'Tabulae de Schematibus et Tropis'. This book was a textbook written on rhetoric style which includes excerpts from Melanchthon, Georg Major, and Erasmus of Rotterdam.
Bookseller: Schilb Antiquarian Rare Books (schilb_antiquarian_books) [Columbia, Missouri, US]
2020-02-05 23:00:19
Giulio Bonasone (Bologna 1498 - Roma 1580)
1550. Bulino misure: mm 274 x 410 Pittore e incisore italiano. Attivo a Bologna e a Roma dal 1531 al 1574. Numerose sono le sue stampe: il primo a descriverle fu il Malvasia (I, pp. 65-68), che ne elenca duecentocinquantacinque; il Bartsch ne ricorda trecentocinquantaquattro e fa una serrata critica dei repertori precedenti. L'autore cerca di "inventare" nelle sue incisioni qualcosa di nuovo, ma come spesso afferma anche lui non riesce che ad "imitare"; spesso le "imitazioni" sono delle copie attentissime di opere di Raffaello, Michelangelo, Parmigianino e Giulio Romano. Il soggetto deriva dal testo delle Metamorfosi di Ovidio (III, 155). L'autore rappresenta contemporaneamente due momenti del mito. Il momento in cui Atteone viene allontanato dalle ninfe di Diana e inizia a tramutarsi in cervo quale punizione per aver osato guardare la dea Diana nuda. Il momento successivo, in secondo piano a sinistra, in cui Atteone-cervo diviene preda della sua stessa muta di cani da caccia. Tema affrontato anche da Parmigianino, Luca Penni e Primaticcio. E' un pretesto per una riflessione raffinata sul tema dell'amore che affonda le radici delle propria fortuna iconografica nella nudità seducente dei corpi, casta e inevitabilmente fatale. Una riflessione sulle passioni dell'uomo che lo conducono alla rovina: sull'incisione di Renè Boivin derivata dal disegno di Penni sul medesimo soggetto si legge: dominum cognoscite vestrum. Ovidio racconta l'episodio come avvenuto in un bosco naturalmente artificioso con una grotta e giochi d'acqua. Bonasone, come poi Luca Penni, si discosta dal testo … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Il Bulino Antiche Stampe s.r.l. [Italy]
2020-02-02 12:34:09
Cornelis Willem BOS (1506/10 ca. -- dopo il 1555)
1550. Bulino, privo di firma. Da un soggetto di Giulio Romano. Magnifica prova, impressa su carta vergata coeva priva di filigrana, rifilata al rame, in ottimo stato di conservazione. La stampa, non indicata nei repertori, raffigura Apollo Phoebus sul carro condotto dalle Ore. In alto, sull'aquila di Zeus, è Ganimede, mentre in basso a destra è raffigurata Diana. Questo gruppo è visibile nella Rivolta dei Giganti, dello stesso Bos, che riproduce motivi desunti dalla Camera dei Giganti di Palazzo Te, progettata da Giulio Romano. Si può dunque ipotizzare che, come per la Rivolta, anche questo soggetto sia stato ideato da Giulio. Massari avanza l'ipotesi che l'opera rappresenti un progetto, poi abbandonato, proprio per la decorazione della Camera, e ne attribuisce l'incisione a Cornelis Bos. Engraving, without signature. After Giulio Romano. A magnific impression, printed on contemporary laid paper, trimmed to the platemark, in very good conditions. Rare. This work depicts Apollo Phoebus on the bandwagon led by the Hours. At the top, in Eagle of Zeus, is Ganymede, while in the lower right depicts Diana. This group is visible in the Revolt of the Giants, by the same Cornelis Bos, which reproduces motifs taken from the Camera dei Giganti of the Palazzo Te, designed by Giulio Romano. It can therefore be assumed that, as in Revolt, this subject has been designed by Giulio. Massari suggests that the work represents a project, then abandoned, just for the decoration of the room, and he attributes the engraving to Cornelis Bos. Massari, Giulio Romano, p. 55, 47.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-02-02 11:01:32
Plato
Lyon, France: Jean de Tournes, 1550. Good antiquarian condition. [PLATO]. Divini Platonis Operum, a Marsilio Ficino tralatorum, tomus primus [-quintus] ... Omnia emendatione, et ad Graecum codicem collatione Simonis Grynaei summa diligentia repurgata. Lugduni [Lyon], Apud Ioan, Tornaesium. M. D. XXXXX. [1550]. Hardcover. First and only de Tournes edition. In five volumes. Sextodecimo (16mo)(120 x 75mm), pp. 647 [i.e. 747], [5]; 668, [4]; 554, 85, [6]; 1017, [5]; 863, [1]. Collated complete; Signatures: vol. 1: a-z8, A-Z8, aa8 [aa8, blank]; vol. 2: a-z8, A-T8, [T7r, T8 blank]; vol. 3: a-z8, A-M8 [M6, M7r, M8 blank], a-f8 [f5, f6, f7, f8 blank]; vol. 4: a-z8, A-Z8, aa-ss8 [dd5, ss3 missigned dd4, ss5 respectively; ss7-8 blank]; vol. 5: a-z8, A-Z8, aa-hh8. Contents: vol. 1. Platonis vita. Eythrypho. Crito. Phaedo. Cratylus. Theaetetus. Sophista. Ciuilis. -- vol. 2. Parmenides. Philebus. Conuiuium. Phaedrus. Alcibiades primus. Alcibiades secundus. Hipparchus. Amatores. -- vol. 3. Theages. Charmides. Laches. Lysis. Euthedemus. Protagoras. Gorgias. Meno [+ volume 3 bound with Plato: Platonici dialogi sex. Lugduni, 1550]. -- vol. 4. Hippias maior. Hippias minor. Io. Menexenus. Clitopho. De republica I-X. Timaeus. Critias. -- vol. 5. Minos. De legibus I-XII. Epinomis. Epistolae. Near contemporary full calf, four raised bands, spines gilt, morocco titles labels, red speckled page edges, Latin text in Roman type with some Italics, printer's 'viper' device on titles and 'prism' device on all final leaves, capital initials, tail-pieces, shoulder notes, 85 pp. of Spuria in vol. 3, the t … [Click Below for Full Description]
Bookseller: maxcloudforest [UK, GB]
2020-02-02 05:32:10
Lombardus, Petrus
Basel, Nikolaus Kessler, 23.V, 1550. 290 (statt 292, ohne 2 weiße) nn. Bll. 2 -spaltig. 54 Zeilen. Gotische Typen. Folio. (Druckspiegel: 22,2 x 13,2 cm,Format: 29 x 21 cm). Reich blindgeprägtes Schweinsleder um 1550 (Rücken mit kleinen Schnittspuren, sonst nur minimale Fehlstellen oder Läsuren im Bezug, etwas fleckig, beschabt und bestoßen) über abgefassten Holzdeckeln (ohne die Schließen). Frühe Inkunabel-Ausgabe der Sentenzen, des Hauptwerks aus der Feder des scholastischen Theologen Petrus Lombardus (1095-1160), der in Paris die Kathedralschule von Notre Dame leitete und als Bischof von Paris wirkte. - Hain-Copinger 10194. - GW 32480. - Goff P-490. - Proctor 7660. Pellechet 9177. - Petrus Lombardus wurde als Magister sententiarum gerühmt, da er zahlreiche Lehrsätze und Lebensweisheiten formulierte, die er zur Stärkung des Glaubens schriftlich niederlegte. Das Werk gelangte, wenn auch in Einzelfragen angefochten, infolge der Klarheit und Überzeugungskraft der Darstellung sowie der besonnenen Beurteilung der Quellen, unter denen sich erstmalig in der Scholastik Johannes von Damaskos befindet, zu großem Ansehen und wurde oft kommentiert (Tusculum). - Unsere Ausgabe ist die achte Inkunabelausgabe der bedeutenden Sentenzen,die jedoch erstmalig die Zusammenfassungen, die Conclusiones des aus den Niederlanden stammenden Kölner Theologen Heinrich von Gorkum (latinisiert Henricus de Gorinchem 1378-1431) enthält. Es fehlen die beiden weißen Blätter Q6 und S6, das dritte weiße ist vorhanden (t8 mit hübschem Wasserzeichen Ochsenkopf). Nur wenige kleine Wurmspuren im weißen Rand (oh … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Treptower Buecherkabinett [Germany]
2020-01-30 15:17:19
Fratis Dominici Soto Segobiensis
Antverpiae, Joannes Steelsius, 1550. Antique old book. Please see all the photos. Fratis Dominici Soto Segobiensis, Theologi, Ordinis Praedicatorum .in Epistolam divi Pauli ad Romanos commentarii. [Ad sanctum concilium Tridentinum De natura et gratia libri III, cum Apologia contra reverendum Episcopum Catharinum.] SOTO Dominici Published by Antverpiae, Joannes Steelsius, 1550., 1550 Fol 6h. incluso portada grabada, escudo en el centro de la misma 413 pages, pergamino de epoca. Very rare book.
Bookseller: forestequijo [Maracaibo, VE]
2020-01-30 11:34:12
Pierre MILAN (1545 - 1557)
Bulino, 1550 circa. Da un'incisione di Jacopo Caraglio. Bella prova, impressa su carta vergata coeva con filigrana "p gotico e fiore", rifilata ai margini, priva del margine inferiore con il numero e I versi. Si tratta di una copia, nello stesso verso, di un'incisione di Jacopo Caraglio. La tavola appartiene alla copia della serie de "Gli Amori degli Dei" che James Grantham Turner identifica come "Boyvin-Milan copy", realizzata intorno al 1550. Esiste un documento, datato 29 marco 1550, che attesta che "Pierre de Mylan" vendette al commerciante Claude Bernard per 50 escuz soleil "deux cens cinquante livres de figures imprimées de lames de cuivre appellez vulgairement Les Amours de dieux contenant chacun livre XX figures" Secondo quanto affermato da Vasari la serie è fatta d' "historie di quando gli dei si trasformano per conseguire i fini dei loro amori"; una scelta di episodi desunti dalle Metamorfosi di Ovidio, con un legame che talvolta si rivela, però, piuttosto tenue. Inoltre, non si conosce esattamente né il numero di disegni prodotti né l'ordine originario, poiché il numero progressivo presente su alcune incisioni è un'aggiunta successiva. Nonostante alcune imprecisioni nelle descrizioni fatte dal Vasari, che fanno sospettare che egli non conoscesse bene tutti gli episodi descritti, secondo alcuni critici non ci sono motivi per dubitare della veridicità di quanto da lui sostenuto in relazione agli autori e cioè Gian Giacomo Caraglio incisore, sulla base di disegni di Rosso Fiorentino e Perin del Vaga (Talvacchia, 1999, p. 134). Secondo altri (Dunand-Lemarchan, 1989, … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-30 11:34:12
Bartolomeo PASSAROTTI (Bologna, 1529 - ivi 1592)
1550. Acquaforte, metà del XVI secolo, firmata in lastra in basso al centro. Da un soggetto di Francesco Salviati. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva priva di filigrana, rifilata al rame, piega di carta al centro restaurata, piccoli restauri perfettamente eseguiti, nel complesso in buono stato di conservazione. Come sottolinea giustamente Adam Bartsch, le linee dell'acquaforte in alcuni punti non sono ben incise, tanto da determinare in molte impressioni dei difetti di stampa. Questo esemplare mostra alcune linee ritoccate ad inchiostro antico, particolare non inconsueto da riscontrare nelle opere del Passarotti.L'incisione riproduce in controparte un affresco di Francesco Salviati (1510 - 1563) del 1538 in S. Giovanni Decollato, a Roma. Dallo stesso affresco anche Giorgio Ghisi realizza un'incisione intorno al 1540, ma discostandosene in molti punti. L'opera di Passarotti risulta, invece, molto più fedele all'originale. È possibile che per l'incisione l'artista si sia basato sull'osservazione diretta dell'affresco a Roma, intorno al 1550, oppure si sia servito di un disegno preparatorio del Salviati stesso. Nel 1986, Annamaria Petrioli Tofani ha pubblicato, tra gli altri, un disegno degli Uffizi come preparatorio di Salviati per l'affresco. Se effettivamente autografo, potrebbe essere servito da modello a Passarotti. Questa è la sola incisione di Passarotti in cui è espressamente dichiarata la dipendenza da un'altra opera. Questa peculiarità può essere spiegata in due modi: la natura del modello, un famoso affresco romano, ampiamente lodato da Vasari; oppure … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-29 13:47:16
1550. SELTENE AUSGABE METHODVS SEV RATIO COMPENDIARIA PERUENIENDI AD CULMEN.... VON LEONHARD FUCHS Sie bieten auf eine Ausgabe aus dem Verlag von Rouillee (Lyon) im Jahre 1550.Gebunden in einen blindgeprägten Schweinsledereinband der Zeit im Format: 12,5cm x 8cm. KOLLATIONIERUNG: [8] Blatt, 553 Seiten- Seite 545-550 fehlen, durch eingebundene Fotokopien ersetzt. ZUSTAND: Gutes Exemplar mit leichten Gebrauchsspuren, Einband berieben ,Vorsätze erneuert, Innengelenk minimal angebrochen, etwas fleckig, gute Bindung. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: antiquarischekostbarkeit (welsprofi) [Balmberg, CH]
2020-01-27 18:20:09
Matthias Gerung (Nördlingen circa 1500 - Lausingen 1570 )
Xilografia, 1550, datata e monogrammata in tavola in basso. Magnifica prova, impressa su carta vergata coeva con filigrana non leggibile, completa della parte incisa, lieve piega di carta all'angolo superiore destro, per il resto in perfetto stato di conservazione. Matthias Gerung, nella vecchia letteratura Geron Mathias, è stato un pittore tedesco e incisore. Era probabilmente il figlio del violinista Matthias e allievo di Hans Schaufelin, sebbene qualcuno dica di Hans Burgkmair . Oltre ad essere un pittore, è anche conosciuto come maestro nell'intaglio silografico, soprattutto per l'illustrazione della Bibbia di Ottheinrich , che è uno dei più preziosi manoscritti miniati del mondo. Il Nagler gli attribuisce 23 lavori differenti, alcuni dei quali multipli, per la maggior parte a carattere religioso, non citando quest'opera. Sebbene priva della classica scena dell'uccisione del drago, questo lavoro sembrerebbe rappresentare San Giorgio, Santo - cavaliere che più di ogni altro ha rappresentato l'ideologia cavalleresca, difensore degli innocenti e antagonista vittorioso sul Male. Woodcut, 1550, dated and signed in the woodblock. A magnificent impression, printed on contemporary laid paper with watermark unreadable, showing the borderline. slight crease of paper upper right corner, otherwise in perfect condition. Matthias Gerung, in older literature Geron Mathias, was a German painter and printmaker. It was probably the son of the violinist Matthias and pupil of Han Schaufelin, although someone says Hans Burgkmair. In addition to being a painter, is also known as master of th … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-25 16:44:37
1550. Un raro libro romano, illustrato con grandi illustrazioni a piena pagina incise in rame, di rilevante valore artistico. Ottime condizioni di conservazione. Estève, Josè (1550-1602) SACRI ROSARII VIRGINIS MARIAE AB HAERETICORUM CALUMNIS DEFENSIO ...ROMAex typographia Dominici Basæ -- in fine: typis Bartholomæi Bonfadini & Titi Diani Un volume in quarto (cm. 21,5 x 16) di pagine (12), 209, (3); con il frontespizio inciso in rame (La Madonna del Rosaio entro ampia bordura architettonica decorata con figure di santi Domenicani, lo stemma dei Domenicani, angioletti e festoni di frutta e foglie; in basso, entro un cartiglio, le note tipografiche) e 21 illustrazioni a piena pagina incise in rame; grandi iniziali e fregi xilografici e tipografici. BELLA LEGATURA COEVA in piena pergamena semifloscia con il dorso liscio e unghiature; il titolo manoscritto al dorso. OTTIMO ESEMPLARE, freschissimo e immacolato. Collazionato completo. Uno dei libri italiani illustrati più belli del secondo Cinquecento. Raro testo di carattere religioso con il quale il teologo spagnolo Josè Estève originario di Valencia, e vescovo di Orihuela (Alicante) difende la pratica cattolica della recita del rosario, introdotta in quegli anni, dalle critiche a essa rivolte dai teologi protestanti. Le illustrazioni calcografiche, prive di indicazioni sugli autori dei disegni e delle incisioni, potrebbero essere di autori diversi. Molte di esse sono di garnde qualità artistica. Particolarmente belle quelle dedicate alla adorazione dei pastori, al pianto di Gesù nell'orto degli ulivi, alla apparizione del madon … [Click Below for Full Description]
Bookseller: 60limone [Torino, IT]
2020-01-25 16:44:37
1550. GIUDITIO SOPRA LA TRAGEDIA CANACE & MACAREO CON MOLTE UTILI CONSIDERAZIONI CIRCA L'ARTE TRAGICA ET DI ALTRI POEMI CON LA TRAGEDIA APRESSO CONTIENE ANCHE CANACE TRAGEDIA DI MESSER SPERONE SPERONI NOBILE PADOUANO Note: in 16° (cm 15,5 x 10), 95 carte (2). Rilegatura in piena pelle con titoli e decori al dorso con nervetti. Marca tipografica al frontespizio e marca tipografica alla fine. Bel frontespizio con bordura figurata e marca tipografica "Drago con volto d'uomo con barba." la stessa marca si trova anche nel colophon. Al frontespizio della Canace a fronte 55. Marca "Drago con volto d'uomo con barba. Motto: Ubi consulueris mature opus est facto". L'opera e' dedicata dallo stampatore a Gio. Batt. Geraldi, segretario del Duca di Ferrara. Prima edizione del "Giuditio", di autore incerto, ma per lo piu' attribuito a Bartolomeo Cavalcanti e da qualche critico allo Speroni stesso. Per la "Canace" trattasi, invece, della terza edizione, dopo le due del 1546, una autorizzata dall'autore e l'altra no. Questa tragedia dello Speroni, senza divisione di atti e scene, è forse la più celebre ed importante del Cinquecento e sarà presa a modello da molti autori. Intorno ad essa si accesero anche dispute e polemiche vivacissime, dalle quali lo Speroni cercò di difendersi con una "Apologia" (a tal proposito si veda anche l'opera di Summo). Cfr. Melzi I, 460. Gamba 1653. Allacci 159 (per la "Canace") IN LUCCA PER VINCENTIO BUSDRAGO 1550 CONDIZIONI GENERALI DEL LIBRO BUONE Si accettano anche altre forme di pagamento Per qualsiasi chiarimento potere chiamare al 329 - 87.37.555 Potete ri … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Pregiate Charte (mamama62) [Venezia Mestre, Italy]
2020-01-25 08:40:17
TARTAGLIA, Niccolò.
Venice: Giovanni Padovano for Curzio Troiano Navò, 1550. First edition. First edition of Tartaglia's Quesiti, second edition of the other two works. The Quesiti continues the discussion of ballistics in Tartaglia's Nova scientia (first published in 1537), pointing out for the first time that the trajectory of a projectile is curved throughout (in the Nova Scientia he argued that the path of a projectile consisted of rectilinear parts at the beginning and end of the trajectory, with a curved part between). The Quesiti is also famous for containing Tartaglia's solution of cubic equations, which until a few years earlier had been considered impossible; he had kept it secret since discovering it in 1535 (Cardano had published Tartaglia's solution in his Artis magnae (1545), without his permission.) Tartaglia (1499-1557) "reshaped the character of military discourse by identifying a 'new science' of artillery and casting it as a mathematical discipline. As a mathematician he was first directed to military questions in 1531 or 1532 in Verona when he was consulted on the maximum range of cannon ... Few European mathematicians of the 16th century had been as directly affected by war as Niccolò Tartaglia. In 1512, when still a boy, he received a facial wound during the sack of Brescia by the French. Left with a speech defect he adopted the nickname of Tartaglia ('stammerer') to replace his original surname Fontana. If Tartaglia's very identity was marked by war, he in turn reshaped the character of military discourse by identifying a 'new science' of artillery and casting it as a ma … [Click Below for Full Description]
Bookseller: SOPHIA RARE BOOKS [Denmark]
2020-01-24 18:46:09
ROBERT STEPHANUS
1550. Very nice Leaf near fine Antiquarian condition good margins lower bottom margins AND A MASSIVE GOLD ILLUMINATED Pi (P) PAUL AN APOSTLE. Red ruled, very fine condition see pics and don't miss this rare and important leaf! Massive initial measures 2" tall with the woodcutt portion! Stunning leaf. Two small marginal repairs see pics and thank you! 1550 ROBERT STEPHANUS TEXTUS RECEPTUS GREEK FOLIO NT LEAF! WITH MASSIVE GOLD INITIAL PI! P - PAUL AN APOSTLE! MEASURING APPROX 13 1/2" TALL X 9" RED RULED! WITH GOLD INITIAL THIS IS THE TITLE PAGE TO GALATIANS! VERY HISTORIC AND IMPORTANT TEXT THE MODEL FOR THE 1611 KING JAMES TEXT WITH COA FROM 1993 FROM A RARE COLLECTION ALSO HAS INFO ON THE TEXTUS RECEPTUS AND OTHER PAPERWORK A VERY NICE LEAF WILL BE VERY WELL PACKED AND SENT PRIORITY MAIL 12.95 WILL SEND FULLY INSURED! SEE OTHER AUCTIONS! LISTING SOME VERY RARE EARLY LEAVES FROM A LONG TIME PRIVATE COLLECTION! RARE LEAVES INCLUDING AN ENTIRE BOOK OF MATTHEW FROM A 1613 SHE BIBLE 59 LINE FOLIO KJV! THANK YOU AND HAPPY BIDDING! [Attributes: First Edition]
Bookseller: Marcs Rare Bibles (mc-one) [Coweta, Oklahoma, US]
2020-01-24 18:15:27
TARTAGLIA, Niccolò
Giovanni Padovano for Curzio Troiano Navò, Venice, 1550. First edition of Tartaglia's Quesiti, second edition of the other two works. The Quesiti continues the discussion of ballistics in Tartaglia's Nova scientia (first published in 1537), pointing out for the first time that the trajectory of a projectile is curved throughout (in the Nova Scientia he argued that the path of a projectile consisted of rectilinear parts at the beginning and end of the trajectory, with a curved part between). The Quesiti is also famous for containing Tartaglia's solution of cubic equations, which until a few years earlier had been considered impossible; he had kept it secret since discovering it in 1535 (Cardano had published Tartaglia's solution in his Artis magnae (1545), without his permission.) Tartaglia (1499-1557) "reshaped the character of military discourse by identifying a 'new science' of artillery and casting it as a mathematical discipline. As a mathematician he was first directed to military questions in 1531 or 1532 in Verona when he was consulted on the maximum range of cannon . Few European mathematicians of the 16th century had been as directly affected by war as Niccolò Tartaglia. In 1512, when still a boy, he received a facial wound during the sack of Brescia by the French. Left with a speech defect he adopted the nickname of Tartaglia ('stammerer') to replace his original surname Fontana. If Tartaglia's very identity was marked by war, he in turn reshaped the character of military discourse by identifying a 'new science' of artillery and casting it as a mathematical discip … [Click Below for Full Description]
Bookseller: SOPHIA RARE BOOKS [Koebenhavn V, Denmark]
2020-01-23 01:18:52
Plato
Lyon, France: Jean de Tournes, 1550. Good antiquarian condition. [PLATO]. Divini Platonis Operum, a Marsilio Ficino tralatorum, tomus primus [-quintus] ... Omnia emendatione, et ad Graecum codicem collatione Simonis Grynaei summa diligentia repurgata. Lugduni [Lyon], Apud Ioan, Tornaesium. M. D. XXXXX. [1550]. Hardcover. First and only de Tournes edition. In five volumes. Sextodecimo (16mo)(120 x 75mm), pp. 647 [i.e. 747], [5]; 668, [4]; 554, 85, [6]; 1017, [5]; 863, [1]. Collated complete; Signatures: vol. 1: a-z8, A-Z8, aa8 [aa8, blank]; vol. 2: a-z8, A-T8, [T7r, T8 blank]; vol. 3: a-z8, A-M8 [M6, M7r, M8 blank], a-f8 [f5, f6, f7, f8 blank]; vol. 4: a-z8, A-Z8, aa-ss8 [dd5, ss3 missigned dd4, ss5 respectively; ss7-8 blank]; vol. 5: a-z8, A-Z8, aa-hh8. Contents: vol. 1. Platonis vita. Eythrypho. Crito. Phaedo. Cratylus. Theaetetus. Sophista. Ciuilis. -- vol. 2. Parmenides. Philebus. Conuiuium. Phaedrus. Alcibiades primus. Alcibiades secundus. Hipparchus. Amatores. -- vol. 3. Theages. Charmides. Laches. Lysis. Euthedemus. Protagoras. Gorgias. Meno [+ volume 3 bound with Plato: Platonici dialogi sex. Lugduni, 1550]. -- vol. 4. Hippias maior. Hippias minor. Io. Menexenus. Clitopho. De republica I-X. Timaeus. Critias. -- vol. 5. Minos. De legibus I-XII. Epinomis. Epistolae. Near contemporary full calf, four raised bands, spines gilt, morocco titles labels, red speckled page edges, Latin text in Roman type with some Italics, printer's 'viper' device on titles and 'prism' device on all final leaves, capital initials, tail-pieces, shoulder notes, 85 pp. of Spuria in vol. 3, the t … [Click Below for Full Description]
Bookseller: maxcloudforest [UK, GB]
2020-01-22 22:50:07
Hieronymus HOPFER (Ausburg 1500 ca. - Nurenberg 1536)
1550. Acquaforte su ferro, monogrammata in lastra in alto al centro. Esemplare nel secondo stato di tre con il numero 12 aggiunto in alto a sinistra. Magnifica prova, particolarmente nitida e contrastata, impressa su carta vergata priva di filigrana, rifilata al rame o con sottilissimi margini, in ottimo stato di conservazione. Questo lavoro deriva dall'analogo capolavoro inciso al bulino dal Durer, rispetto al quale è in controparte. Timbro di collezione al verso di J. H. von HEFNER ALTENECK (1811-1903). The Nativity; reverse copy after Dürer's engraving (Meder 2) Mary and the Christ Child in the dilapidated half-timber building on r, Joseph at the well in the courtyard on left. Etching on iron, Signed on a tablet, upper right: 'I.H'. Example in the second state of three with the number 12 added at upper left. Magnificent proof, with good contrast and sharp details, on laid paper, no watermark, trimmed at the platemark or with very narrow margins, in very good conditions. This print derives from Durer's engraving bearing the same name, of which this work is a mirror-image. Ex collection J. H. von HEFNER ALTENECK (1811-1903). Bartsch VIII.506.1; Hollstein 1, II/III.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-22 20:11:13
BLANCHON, Jacques.
Lyon, Jean de Tournes, 1550. 4to, pp. 40; printer's device on title, one large and several 5-line finely engraved initials, some criblé, some historiated, some grotesque; a very good copy in modern marbled boards, the manuscript ownership inscription of Cardinal Altemps (1561-1595) on the title-page.First edition of a very rare work of sixteenth-century Lyonnese Neoplatonism, an elegantly-printed de Tournes edition. Ostensibly a simple series of remarks against the theses of the (presumably sternly Scholastic) abbot of Selestan, this is a tract of Renaissance moral philosophy. The theme of dignitas hominis concentrated the philosophical efforts of several Lyonnese men of letters inspired by Ficino and Pico della Mirandola. Like Charles de Bovelles and P. Boaistuau, Jacques Blanchon systematically harmonizes Aristotle's philosophy and science with the hermetic thought associated with the writings of Hermes Trismegistus. Anticipating Charron and Montaigne, Blanchon does not accept demonology and witchcraft, exposing the foolishness of popular beliefs largely on grounds of common sense rather than strict Scholastic rationalism. Further chapters address ideas and knowledge, nature, the soul, the impact of need on morality, human freedom from predestinations and from the stars, and some false etymologies. Blanchon was also the author of a tract 'De summo hominis bono' published in the same year.Adams B2099. Rare: two locations in the UK (Cambridge and St. Andrews), one in the US (Newberry), one in France (BNF) and two in Switzerland (Basel and Bern). Language: Latin [Attributes: … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Bernard Quaritch Ltd ABA ILAB [London, United Kingdom]
2020-01-21 15:28:15
Garimberto Girolamo
1550. [Raro-Fortuna] (cm.16,2) bella piena pergamena originale, bel titolo calligrafato al dorso. -- cc. 4 nn., pp. 150, cc. 2 bianche. Gustosa xilografia al frontis con 4 personaggi a tavola. Opera originale e curiosa sulla sorte e la fortuna degli uomini intorno a virtù, caso, prudenza, gioco, astronomia, forza, celebrità ecc. Per le prime due edizioni del 1547 e 1550 vedi Tinto, "Annali del Tramezzino" n°63 e 104. Questa nostra è la III rarissima edizione ampiamente descritta in Passano "Novellieri in Prosa" I p.333. Manca a molta bibliografia consultata come Gamba, Dura, Choix, Poggiali, Razzolini, Graesse, Brunet, Adams, Bm.Stc. Esemplare molto bello nitido e genuino. Piccolo vecchio restauro all' ultima carta senza danno al testo. * Passano I 333. Iccu nel Census registra solo 5 copie presenti nelle biblioteche italiane, e la considera stampata nel 1554 circa.
Bookseller: LibriAntichiArezzo-FC Edizioni (studio.bibliografico.libri.antichi.arezzo) [ Arezzo, IT]
2020-01-20 19:43:08
Enea VICO (Parma 1523 - Ferrara 1567)
Bulino, 1550, firmato in lastra in alto al centro e datato in lastra in basso a destra. Esemplare del primo stato di due, avanti l'indirizzo di Lafrery in basso a destra. Bellissima prova di questa rara incisione, impressa su carta vergata coeva recante la filigrana "balestra in un cerchio sormontato dal giglio" (Briquet 760 databile alla prima metà del XVI secolo), rifilata al rame, piccolissimi restauri perfettamente eseguiti, tracce di piega di carta al centro, nel complesso in eccellente stato di conservazione. Giovanni de'Medici, figlio di Lorenzo il Magnifico, fu eletto Papa nel 1513 con il nome di Leone X. Come dimostrato dalla dedica posta in alto, il ritratto fu commissionato al Vico, abilissimo ritrattista, da Cosimo II de'Medici. Engraving, 1550, signed at the upper center and dated at the lower right. Example of the first state of two, before the Lafrery's address at lower right corner. A very good impression of this rare work, printed on contemporary laid paper with "Arch in the circle with fleur-de-lis" (Briquet 760), trimmed to the platemark, traces of central folds, generally in very good condition. Giovanni de Medici, son of Lorenzo The Magnificent, was elected pope in 1513 with the name of Leone X. The portrait was commissioned to Vico by Cosimo II de Medici, as the dedication demonstrates. Bartsch 254 (stato unico).
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-20 18:08:06
SCUOLA di FONTAINEBLEAU circa 1540/50
"Bulino, 1545 - 1550 circa, priva di data e firma. Bella prova, impressa su carta vergata coeva, ampi margini, in ottimo stato di conservazione. La serie originale generalmente viene attribuita a René Boyvin; mentre Robert-Dumesnil pensava addirittura che i soggetti fossero di Rosso Fiorentino. Ma Yves Metman, sulla base di un documento del XVI secolo, propose di assegnare le stampe a Pierre Milan e di istabilire quale terminus ante quem il 1559 (""Un graveur inconnu de l'Ecole de Fontainebleau: Pierre Milan"", in Bibliothèque d'Humanisme et Renaissance , Notes et documents, I, 1941, pp. 202-214.). Emmanuelle Brugerolles, invece, attribuisce i disegni a Léonard Thiry (Le dessin en France au XVIe siècle: dessins et miniatures des collections de l'Ecole des Beaux-Arts, 1994, pag 108); ipotizzando che Thiry avrebbe potuto usare un modello di Rosso poi adattato per l'incisione. Diverse altre stampe di maschere sono riconducibili all'influenza stilistica di Rosso: Figura maschile in costume con due torce, di Boyvin Robert- Dumesnil, 8:48, no. 77; Levron 194I, 66, no. IS, pl. xVI, fig. 21), le Dodici Coppie di figure mascherate attribuite a Boyvin (Robert- Dumesnil, 8:40-53, nos. 78-89; Levron 194I 76, 21o-221) e le Sei figure a mezzo busto mascherati e in e costume, anch'esse attribuite a Boyvin (Herbet, 3:37, nos. 33-38; Levron Io4I, 77, nos. 222-227). Carroll ha suggerito che queste maschere non fossero dei modelli per i costumi, come si presumeva, ma che potevano essere progetti per pitture di maschere, probabilmente per decorare le pareti o il pavimento di una stanza [...] a … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-20 07:08:03
Hieronymus HOPFER (Ausburg 1500 ca. - Nurenberg 1536)
1550. Acquaforte su ferro, firmata in lastra al centro. Da un soggetto di Albrecht Dürer. Esemplare nel primo stato di due, avanti il numero. Bellissima prova, impressa su carta vergata coeva con filigrana "piccolo stemma araldico", rifilata al rame, in ottimo stato di conservazione. La composizione deriva dall'analoga incisione di Dürer, databile al 1496 circa, realizzata al ritorno dal suo primo viaggio in Italia. In precedenza, l'iconografia classica del Santo nel Nord Europa non contemplava la sua raffigurazione nel deserto. San Girolamo trascorse quattro anni nel deserto siriano da eremita, praticando un rigoroso ascetismo e percuotendosi il petto per sfuggire alle tentazioni. La pietra con la quale si percuote è un'invenzione posteriore, mentre il leone e il Crocifisso sono due degli elementi ricorrenti nell'iconografia. Nell'incisione sono presenti alcune macchiette, soprattutto nei bordi, dovute all'ossidazione della lastra di ferro. Contrariamente agli altri maestri del bulino attivi a Norimberga, Hieronimus Hopfer era solito realizzare le proprie incisioni all'acquaforte e su lastra di ferro anziché di rame. Esemplari di primo stato sono assolutamente rari. Ex collezione G. Usslaub (Lugt 1221) "Etching on iron, signed on plate in the center. After Albrecht Dürer. Example in the first state of two, before the number. A beautiful impression, printed on contemporary laid paper with watermark ""small coat of arms"", trimmed on copperplate, in excellent condition. The composition derives from the analogous engraving by Dürer, dated to about 1496, made after his return … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-20 06:21:51
Sebastian MUNSTER (1488 - 1552)
1550. "Tratta dalla "Cosmographiae Universalis..", edizione in tedesco, Basilea fine del XVI secolo. La ""Cosmographiae Universalis"" di Sebastian Münster (1488-1552), stampata perl a prima volta Basilea nel 1544 da Heinrich Petri, è più volte aggiornata e aumentata di nuove carte georgafiche e rappresentazioni urbane nelle sue numerose edizioni che arrivano all'inizio del secolo successivo. Silografia inserita in un foglio che contiene anche parte descrittiva, bella coloritura a mano, in buone condizioni" "Taken from the "Cosmographiae Universalis..", edition in German. Basle, end of the XVI century. The ""Cosmographiae Universalis"" by Sebastian Münster (1488-1552), printed for the first time in 1544 by Heinrich Petri, has been updated and increased for several times with new geographic maps and city views in its many editions which extends until the beginning of the following century. Woodcut inserted in a page of text, fine colour, in good conditions."
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-20 06:21:51
Sebastian MUNSTER (1488 - 1552)
1550. "Veduta della città tratta dalla rara edizione italiana della Cosmographia del Munster. La ""Cosmographiae Universalis"" di Sebastian Münster (1488-1552), stampata per la prima volta Basilea nel 1544 da Heinrich Petri, è più volte aggiornata e aumentata di nuove carte georgafiche e rappresentazioni urbane nelle sue numerose edizioni che arrivano all'inizio del secolo successivo. Xilografia, finemente colorata a mano, in ottimo stato di conservazione." "Taken from the "Cosmographiae Universalis" by Sebastian Meunster. The ""Cosmographiae Universalis"" by Sebastian Münster (1488-1552), printed for the first time in 1544 by Heinrich Petri, has been updated and increased for several times with new geographic maps and city views in its many editions which extends until the beginning of the following century."
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-19 20:07:11
Hieronimus COCK (Anversa 1510 - 1570)
"Acquaforte, 1550, firmato in lastra, in basso a sinistra "H. Cock. F." In alto a sinistra Incerte cuisdam ruine prospectus". Bella prova, impressa su carta vergata coeva, con margini, in ottimo stato di conservazione. Questa incisione appartiene alla celebre suite "Monimenta Praecipua Aliquot Romanae Antiquitatis Ruinarum Monumenta..." edita ad Anversa nel 1551. Le stampe della serie riproducono delle vedute che Cock aveva disegnato a Roma (1546-1548) e, eventualmente, bozzetti di altri artisti. Il corpus comprende alcune delle rovine più grandi di Roma, la Basilica di Costantino, il Colosseo e il Palatino, ma nessuna è topograficamente accurata né strutturalmente precisa, al punto che il famoso archeologo famoso e topografo Christian Hulsen fu portato a concludere che la loro divergenza dai resti fisici li ha resi ""senza valore"". Tuttavia, la precisione archeologica non era l'obiettivo perseguito da Cock, dal momento che la sua finalità dichiarata era quella di fornire un repertorio di motivi architettonici ad uso degli artisti nordici che non potevano studiare le antichità di prima mano. La popolarità della serie fu tale da essere ristampata nel 1570, e la casa editrice di Cock produsse altri due compendi di rovine romane nel 1561 e il 1562. A differenza dei suoi contemporanei Antonio Lafreri e Antonio Salamanca che proposero le immagini ricostruite dei singoli edifici, Cock mostra in queste incisioni il suo gusto per le rovine inserite nei paesaggi." "Etching, 1550, signed on platea t lower left "H. Cock. F.". Inscribed at top left "Incerte cuisdam ruine prospectus". … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-19 15:40:46
Battista ANGOLO del Moro (Attivo a Verona e Venezia nella seconda metà del XVI secolo)
"Acquaforte, 1550 circa, da un soggetto di Giulio Romano. Magnifica prova di questo rarissimo lavoro, attribuito dal Passavant al Torbido dal Moro. Impressa su carta vergata coeva con fiigrana ""sole nel cerchio"", rifilata dentro il segno del rame con perdita di parte incisa, in eccellente stato di conservazione. L'opera è conosciuta anche semplicemente con il titolo di ""Donna in una barca con uomo e bambino""." "Etching, 1550 circa, after a subject by Giulio Romano. Magnificent example of an extremely rare work, ascribed to Torbido dal Moro by Passavant. Printed on contemporary laid paper with ""sun in the circle"" watermark, trimmed inside the plate sign with the loss of a part, in excellent condition. He work is also known with the name of ""Woman on a boat with man and child""." Passavant VI. P. 139, Meyer II, 41.15; Bellini (Ghisi) p.37, 3/1.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-19 15:40:45
1550. MARCO TULLIO CICERONE RHETORICORUM AD C. HERENNIUM LIBRI I I I I INCERTO AUCTORE Ciceronis De inuentione libri II ; De oratore, ad Q. fratrem libri III ; Brutus, siue, De claris oratoribus, liber I ; Orator ad Brutum ; Topica ad Trebatium ; Oratoriae partitiones, initium libri De optimo genere oratorum. CORRIGENTE PAULO MANUTIO ALDI FILIO, VENETIIS M. D. L. Aldina originale del '500 con 7 marche tipografiche incise, 4 parti in una. Volume in-8° antico 145x95 mm., buon esemplare da rilegare con legatura ottocentesca priva del dorso e tagli rossi, cc. 179[1]-136[1]-56-45[2], leggeri aloni su poche carte e piccolo foro e lavoro di tarlo margine inf., ultime carte rifilate al margine sup. . ( le fotografie sono parte integrante della descrizione, e possono mostrare a volte difetti non descritti; alcuni minimi difetti giudicati trascurabili potrebbero essere omessi nella descrizione ) INFO PER QUALSIASI DUBBIO O INFORMAZIONE NON ESITATE A SCRIVERCI, O CONTATTARCI AL SEGUENTE NUMERO : ( +39 ) 0697279699 SPEDIZIONE CUMULATIVA AL COSTO MASSIMO DI 10,00 EURO * * ACQUISTANDO PIU' OGGETTI , SENZA LIMITI DI PESO O QUANTITA' , LA SPEDIZIONE AVRA' UN COSTO MASSIMO DI 10,00 EURO ( Valido solo per l'Italia, spedizione tramite Paccocelere3 ordinario ) SI ACCETTANO DIVERSE FORME DI PAGAMENTO , NO CONTRASSEGNO. Il pagamento va effettuato entro 7 giorni dall'acquisto. La merce acquistata viaggia a rischio e pericolo dell'acquirente, è possibile assicurare la spedizione previo pagamento di tariffe accessorie da concordare . Grazie Calligrammes Srl.
Bookseller: Libreria Antiquaria Calligrammes (it.calligrammes) [Roma, IT]
2020-01-19 15:40:45
Condition: Ottime condizioni. Portolano 6 - 1550. Dopo la Mappa mundi 1457 e l'Atlante nautico di Battista Agnese, Treccani dà alle stampe un'altra importante edizione facsimilare nell'ambito della cartografia marittima cinquecentesca, in soli 749 esemplari numerati: la Carta universale in stile marino con elementi corografici, opera di Giorgio Sìderi detto Calapodà, cartografo di origine cretese, datata 1550 e conservata presso la Biblioteca del Museo Correr di Venezia e nota come Portolano 6. Di grandi dimensioni, la carta rappresenta il mondo conosciuto dall'istmo centro-americano fino all'estremità orientale del Mar Caspio e dell'Arabia, e dall'estremità settentrionale del golfo di Botnia al Rio de la Plata. Il disegno, il reticolato e le scale sono quelli delle carte marine, ma sono presenti una scala di latitudine e una di longitudine, oltre a fiumi e montagne, e a molti nomi di città, regioni e regni dell'interno dei continenti. La carta di Calapodà ci descrive un'epoca, un gusto e un interesse comune, e ci introduce nel mondo in cui è stata prodotta, e in quello dei suoi destinatari, i dignitari e le loro famiglie. La riproduzione facsimilare è arricchita da un Commentario realizzato sotto la direzione scientifica di Tullio Gregory e composto da oltre 200 pagine, con un'introduzione di Gino Benzoni. Seguono uno studio di Marica Milanesi dedicato all'analisi storica e filologica e all'analisi codicologica e un contributo di Camillo Tonini sull'excursus storico delle acquisizioni cartografiche che costituiscono il vanto del Museo Correr di Venezia. Il Commentario comp … [Click Below for Full Description]
Bookseller: cicciopaki [Alessia, IT]
2020-01-19 14:26:35
1550. Copertina settecentesca in piena pergamena con titolo in oro su tassello al dorso in ottime condizioni generali con lievi usure ai margini e dorso. Legatura in buone condizioni. All'interno le pagine si presentano in ottime condizioni con rare fioriture. In 16. Dim. 16,5x11 cm. Pp. 247+(1). Sephora Libri Salva questo venditore | Iscriviti alla newsletter del negozio ORARIO CALL CENTER 9.00 - 12.00 15:00 - 18.00 dal Lunedì al Venerdì CONSEGNA ESPRESSA Consegna In 24/48h Dalla Spedizione 100% RESO SEMPLICE 14 Giorni Per La Restituzione Descrizione LA VITA DEL GRAN PHILOSOPHO APOLLONIO TIANEO COMPOSTA DA PHILOSTRATO SCRITTOR GRECO ET TRADOTTA NELLA LINGUA VOLGARE DA M. LODOVICO DOLCE CON PRIVILEGIO IN VINEGIA APPRESSO GABRIEL GIOLITO DA FERRARI MDXLIX Beautiful edition of 1550 (as indicated in the end of the register) of the famous and controversial biography of the phylosopher of ancient Greece Apollonio di Tiana (Tiana 2-Pozzuoli 98) teacher and ascetic of the current of neopitagorism, written byt he famous greek sophyst Flavius Filostato (170-249). Filostato wrote the biography after the requestof emperor Giulia Domna from a collection of writings of disciple Damis, an assyrian writer who followed Apollonio in his travels including India. Filostrato attributes to Apollonio miracles as those of Jesus Christ and ascension to the sky. He has been a reference for many alchimists. Modern historians think that Apollonio is in reality Paolo di Tarso. Handwritten note in the title page and in the verso of title page dated 1600. Ex libris of ex library. Dedication to Benedetto … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Past Present Future Bazar (pantegiovanni) [Foligno, IT]
2020-01-19 10:58:13
Hieronimus COCK (Anversa 1510 - 1570)
"Acquaforte, 1550, firmato in lastra, in basso a sinistra "H. Cock. F." In alto a sinistra Incerte cuisdam ruine prospectus". Bella prova, impressa su carta vergata coeva, con margini, in ottimo stato di conservazione. Questa incisione appartiene alla celebre suite "Monimenta Praecipua Aliquot Romanae Antiquitatis Ruinarum Monumenta..." edita ad Anversa nel 1551. Le stampe della serie riproducono delle vedute che Cock aveva disegnato a Roma (1546-1548) e, eventualmente, bozzetti di altri artisti. Il corpus comprende alcune delle rovine più grandi di Roma, la Basilica di Costantino, il Colosseo e il Palatino, ma nessuna è topograficamente accurata né strutturalmente precisa, al punto che il famoso archeologo famoso e topografo Christian Hulsen fu portato a concludere che la loro divergenza dai resti fisici li ha resi ""senza valore"". Tuttavia, la precisione archeologica non era l'obiettivo perseguito da Cock, dal momento che la sua finalità dichiarata era quella di fornire un repertorio di motivi architettonici ad uso degli artisti nordici che non potevano studiare le antichità di prima mano. La popolarità della serie fu tale da essere ristampata nel 1570, e la casa editrice di Cock produsse altri due compendi di rovine romane nel 1561 e il 1562. A differenza dei suoi contemporanei Antonio Lafreri e Antonio Salamanca che proposero le immagini ricostruite dei singoli edifici, Cock mostra in queste incisioni il suo gusto per le rovine inserite nei paesaggi. Questa incisione, ad esempio, nonostante la sua iscrizione, che letteralmente significa "veduta di una qualche rovina os … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-19 10:56:16
Domenico VITUS
"Acquaforte e bulino, 1550-60 circa, firmato in basso al centro "dominicus v." Da un soggetto di Raffaello. Primo stato di due, avanti l'indirizzo di Giacomo Lauro. Magnifica prova, ricca di toni, impressa su carta vergata coeva con filigrana ""ancora nel cerchio"", rifilata al rame, in ottimo sttao id conservazione. L'incisione riproduce, in controparte, un'acquaforte di Giovanni Battista Franco che traduce in stampa uno studio preparatorio, se non addirittura il modello, oggi perduto, realizzato da Raffaello per uno dei cartoni commissionati da papa Leone X per gli arazzi della Cappella Sistina, raffigurante Pietro e Giovanni guariscono un paralitico. Il soggetto ispirò anche un'acquaforte del Parmigianino. La scena mostra al centro Pietro che afferra il braccio di un uomo zoppo al quale cordina di alzarsi e camminare. L'uomo viene così miracolosamente immediatamente guarito e torna a camminare di nuovo. Accanto a Pietro è la figura di Giovanni Evangelista che osserva il miracolo. Le colonne di un tempio hanno l'effetto di scomporre la scena in e di conferire profondità. Ai lati della scena centrale, sono raffigurate delle donne che vengono a purificarsi dopo aver dato alla luce dei bimbi maschi. Opera molto rara nel primo stato edito da Domenico Vito. Sconosciuta ai principali repertori." "Engraving, 1550-60, inscribed lower left 'rafael invenctor' in centre 'dominicus v'. After Raphael. First state, of two, before Giacomo Lauro's publisher address. Good impression, printed on contemporary laid paper, with ""anchor in a circle"" watermark, just worn on the left, otherwis … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-19 10:56:02
Agricola Georgius
1550. [Economia-Pesi-Misure] (cm31) ottima piena pergamena dell' epoca. -- cc. 4 nn., pp. 340, cc. 8 nn. Elegante carattere rotondo, capolettera figurati, grande marca tipografica ripetuta in fine. A pagina 217 e 248, scale di misura in xilografia. Prima edizione completa di questa celebre raccolta di scritti sulle monete, metalli, pesi e misure presso i greci e i romani. L' ultimo capitolo " De precio metallorum." è un importante saggio relativo alla storia monetaria ed economica. Vecchie notazioni cancellate e grossolana piccola riparazione per strappo e foro sia al frontis che all' ultima carta, sempre senza danno al testo. Un lieve filo di tarlo, modestamente riparato all' angolo bianco basso, lontano dal testo, delle prime 17 carte. Altrimenti esemplare veramente bello fresco e nitido con grandi margini, ben completo anche delle due carte bianche Q8 e X6. Alla sguardia vecchio ex libris: " Georgii Caroli Giorgi". * Honeyman I 24; * Libri 64; * Smith "Rara Arithmetica" 171; * Graesse I 43; * Brunet I 112; * Bm. Stc. German 8; * Adams A 344; Confronta anche: Darmstaedter, Michaelis-Prescher e Horst.
Bookseller: LibriAntichiArezzo-FC Edizioni (studio.bibliografico.libri.antichi.arezzo) [ Arezzo, Italy]
2020-01-18 23:21:21
Sebastian MUNSTER (1488 - 1552)
1550. "Pianta della città tratta dall'edizione latina della ""Cosmographiae Universalis"". La ""Cosmographiae Universalis"" di Sebastian Münster (1488-1552), stampata perl a prima volta Basilea nel 1544 da Heinrich Petri, è più volte aggiornata e aumentata di nuove carte georgafiche e rappresentazioni urbane nelle sue numerose edizioni che arrivano all'inizio del secolo successivo. Incisione in rame, in buono stato di conservazione." " The ""Cosmographiae Universalis"" by Sebastian Münster (1488-1552), printed for the first time in 1544 by Heinrich Petri, has been updated and increased for several times with new geographic maps and city views in its many editions which extends until the beginning of the following century. Copperplate in very good conditions."
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-18 23:21:21
Sebastian MUNSTER (1488 - 1552)
1550. "Bella veduta di Roma tratta dalla "Cosmographiae Universalis..", edizione in tedesco, Basilea fine del XVI secolo. La veduta di Munster cattura con raffinatezza le mura fortificate e i Sette Colli della Città Eterna, con attività significative lungo il fiume Tevere. Molti dei principali monumenti di Roma sono chiaramente identificabili. In basso una legenda che individua circa 23 punti di riferimento. La ""Cosmographiae Universalis"" di Sebastian Münster (1488-1552), stampata perl a prima volta Basilea nel 1544 da Heinrich Petri, è più volte aggiornata e aumentata di nuove carte georgafiche e rappresentazioni urbane nelle sue numerose edizioni che arrivano all'inizio del secolo successivo. Silografia con bella coloritura a mano, in buone condizioni" "Taken from the "Cosmographiae Universalis..", edition in German. Basle, end of the XVI century. Munster's view captures a fine sense of the fortified walls and Seven Hills of the Eternal City, with significant activity along the Tiber River. Many of Rome's great landmarks are clearly identifiable in this important early view. The key at the bottom locates approximately 23 landmarks. The ""Cosmographiae Universalis"" by Sebastian Münster (1488-1552), printed for the first time in 1544 by Heinrich Petri, has been updated and increased for several times with new geographic maps and city views in its many editions which extends until the beginning of the following century. Woodcut, fine colour, in good conditions."
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-18 22:14:08
SCUOLA di FONTAINEBLEAU circa 1540/50
"Bulino, 1550 circa, privo di data e iscrizioni. Bella impressione, su carta vergata coeva con filigrana, rifilata ai margini, mancanza nell'angolo superiore sinistro, con perdita di inciso, altrimenti in buono stato di conservazione. Si tratta di una copia, in controparte, di uno dei sei busti maschili appartenenti a una serie di dodici incisioni (le restanti sei raffigurano busti femminli). La serie originale generalmente viene attribuita a René Boyvin; mentre Robert-Dumesnil pensava addirittura che i soggetti fossero di Rosso Fiorentino. Ma Yves Metman, sulla base di un documento del XVI secolo, propose di assegnare le stampe a Pierre Milan e di istabilire quale terminus ante quem il 1559 (""Un graveur inconnu de l'Ecole de Fontainebleau: Pierre Milan"", in Bibliothèque d'Humanisme et Renaissance , Notes et documents, I, 1941, pp. 202-214.). Emmanuelle Brugerolles, invece, attribuisce i disegni a Léonard Thiry (Le dessin en France au XVIe siècle: dessins et miniatures des collections de l'Ecole des Beaux-Arts, 1994, pag 108); ipotizzando che Thiry avrebbe potuto usare un modello di Rosso poi adattato per l'incisione." Engraving, 1550 circa, unlettered. Good example, printed on contemporary laid paper with watermark, lack in the upper left affecting the image, otherwise in good condition. This print in a copy of an engraving that belongs to a series of twelve engravings; six of which show two male busts each, and the other six, female busts. It is common to find those prints cut in two and the set described as a series of twenty four prints. The original drawings are kept … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-18 14:26:01
Sebastian MUNSTER (1488 - 1552)
1550. "Veduta della città, tratta dalla "Cosmographiae Universalis.." di Sebastian Meunster, edizione in tedesco. La ""Cosmographiae Universalis"" di Sebastian Münster (1488-1552), stampata per la prima volta Basilea nel 1544 da Heinrich Petri, è più volte aggiornata e aumentata di nuove carte georgafiche e rappresentazioni urbane nelle sue numerose edizioni che arrivano all'inizio del secolo successivo. Xiolgrafia in ottimo stato di conservazione." "View of the city, taken from the ""Cosmographiae Universalis.."" by Sebastian Meunster, german edition. The ""Cosmographiae Universalis"" by Sebastian Münster (1488-1552), printed for the first time in 1544 by Heinrich Petri, has been updated and increased for several times with new geographic maps and city views in its many editions which extends until the beginning of the following century. Woodcut, very good condition."
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-18 07:34:23
Cornelis Willem BOS (1506/10 ca. -- dopo il 1555)
"Bulino, circa 1550, privo di firma. Della serie ""Gli amori di Giove"", da soggetti di Michile Coxie. Magnifica prova, impresse su carta vergata coeva con filigrana "mano con fiore e scritta Pinette" (Briquet 11314, Troyes metà del XVI secolo), rifilata al rame, in ottimo stato di conservazione. L'opera è parte di una serie di dieci incisioni tratta dai disegni di Michiel Coxie, attribuita per motivi stilistici a Corneli Bos. La serie completa, estremamente rara, si trova a Parigi, al British Museum di Londra ed al Rijks Museum di Amsterdam. Opera di grande rarità." "Engraving, 1550 circa, without signature. From the set called ""The Loves of Jupiter"", aftre Michiel Coxie. A fine impression, printed on contemporary laid paper with ""hand with flower and the inscriptio Pinette"" (Briquet 11314, Tryes half of XVI century), trimmed to the platemark, very good condition. This engraving is a part of set made aftre drawings by Michiel Coxie, today at the British Museum. They are ascribed to Cornelis Bos. A very rare work." Schéle, Cornelis Bos, doubtful attributions, 254-234.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
2020-01-18 07:34:23
Cornelis Willem BOS (1506/10 ca. -- dopo il 1555)
"Bulino, circa 1550, privo di firma. Della serie ""Gli amori di Giove"", da soggetti di Michile Coxie. Magnifica prova, impresse su carta vergata coeva con filigrana "mano con fiore e scritta Pinette" (Briquet 11314, Troyes metà del XVI secolo), rifilata al rame, in ottimo stato di conservazione. L'opera è parte di una serie di dieci incisioni tratta dai disegni di Michiel Coxie, attribuita per motivi stilistici a Corneli Bos. La serie completa, estremamente rara, si trova a Parigi, al British Museum di Londra ed al Rijks Museum di Amsterdam. Opera di grande rarità." "Engraving, 1550 circa, without signature. From the set called ""The Loves of Jupiter"", aftre Michiel Coxie. A fine impression, printed on contemporary laid paper with ""hand with flower and the inscriptio Pinette"" (Briquet 11314, Tryes half of XVI century), trimmed to the platemark, very good condition. This engraving is a part of set made aftre drawings by Michiel Coxie, today at the British Museum. They are ascribed to Cornelis Bos. A very rare work." Schéle, Cornelis Bos, doubtful attributions, 254-234.
Bookseller: Libreria Antiquarius [Italy]
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     564 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2020 viaLibri™ Limited. All rights reserved.