The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Displayed below are some selected recent viaLibri matches for books published in 1546
2016-11-24 09:58:39
SPERONI, Sperone
Appresso Vincenzo Valgrisi, 1546. Rara prima edizione autorizzata dall'autore. In 8°, c. 39(1, col marchio tipografico al verso). Nello stesso anno si ebbero altre due edizioni. In questa, la sola ad avere dignità di autentica, il curatore registra gli "errori gravi commessi nella stampa occultamente fatta". Buon esemplare con qualche lievissima arrossatura. Legatura del XIX secolo in mezza pelle con angoli. Tassello al dorso. (Allacci, 159; Gamba, 1653).
Bookseller: Studio Bibliografico Marisa Meroni
2016-11-11 17:49:03
GELLI Giovanni Battista
Doni Ant. Franc, 1546. in-4, ff. 38 (su 40, mancando il frontespizio e l'ultimo, sostituiti da ottimo facsimile), legatura secentesca p. perg. rigida, tit. oro al dorso. Dedica dell'autore al nobile fiorentino Tommaso Baroncelli. Trattasi della prima tiratura della prima edizione recante sul tit. un bel ritratto del Gelli entro cornice e sull'ult. foglio impresa tipogr. raffig. una figura femminile seduta sopra un ceppo (una seconda tiratura dello stesso anno ha titolo diverso, ''Capricci del Gello, col Dialogo dell'Invidia'', senza il ritr. dell'a., sostituito dalla figura femminile di cui sopra, e sull'ult. f. la stessa figura con un motto latino). Questi primi sette Dialoghi o ''Ragionamenti di Giusto Bottaio da Firenze, raccolti da Ser Bindo suo nipote'', diventeranno dieci nelle successive edizioni e costituiscono una delle più vivaci manifestazioni della prosa italiana del Cinquecento. Il Gelli ((1498-1563) descrive il tipo d'uomo ideale, antiretorico e saggio, in contrapposizione all'umanista dotto e splendidamente isolato dalla vita reale: infatti Giusto è ''uomo molto naturale e che, sebbene non aveva lettere, era di tanta esperienza per essere molto vecchio, che aveva assai ragionevole giudizio''. Trattasi di notevolissima rarità bibliografica; infatti, per motivi mai chiariti, questa prima edizione è uno dei libri più introvabili del XVI sec. L'esemplare, pur con la mancanza dichiarata, è assi ben conservato, con antica firma ''Joannis Baptista De Alexandrinis'' sul f. di dedica (lieve macchia gialla nel margine del f. 2 e rare ingialliture qua e là).
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco
2016-11-02 23:10:51
this copy was printed in 1546 (first edition, vide colophon) but with title page of the 2nd edition 1546 trimmed and bound in, 24mo in red goatskin gilt with all gilt edges, marbled boards, probably a 17C rebind with recent sympathetic blank spine, text complete. Being the first Greek NT by Robert Estienne (Stephanus). Known as an 'O mirificam' edition from the start to the preface. This text was developed from the Complutensian and Erasmus editions with ms sources.
Bookseller: Salsus Books [UK]
Check availability:
2016-10-22 20:30:50
Perneder, Andreas.
1546. (26) Bll. (d. l. w.), CXXXII Bll. Titel in rot und schwarz gedruckt. - (Beigebunden) II: Gerichtlicher Process, in welichem die gemainen weltlichen unnd gaistlichen Recht [...] verdolmetschet seind. Ebd., 1548. (12), XCVII Bll., l. w. Bl. (Beigebunden) III: Der Lehenrecht kurtze und aygentliche Verteütschung [...]. Item ain gerichtliche Practica aller Malefitz oder peinlichen Sachen [...]. Ebd., 1549. (6), XLI Bll., l. w. Bl. (2. Teil mit eigenem Titelblatt:) Von Straff unnd Peen aller unnd yeder Malefitz Handlungen [...]. Ebd., 1549. (4), XXIV SS. (Beigebunden) IV: Sum[m]a Rolandina. Ebd., 1548. (10) Bll. (d. l. w.), LIX Bll. (ohne das l. w. Bl.). Blindgepr. Schweinslederband der Zeit über Holzdeckeln mit abgeschrägten Deckelkanten. Reste von Schließen. Folio. Vierte bzw. (II und III) fünfte Ausgabe. Das erstmals 1544 posthum herausgegebene Rechtsbuch des bayerischen Juristen Perneder (um 1500-1543) wurde, mit immer neuen Anhängen vermehrt, zum führenden Lehrbuch seiner Zeit. "Perneders 'Halsgerichtsordnung' war bis in das 17. Jh. hinein die in Deutschland maßgebliche Strafrechtsordnung. Alle seine Schriften wurden seit 1544 nach teils ungenauen Abschriften und Manuskripten vom Ingolstädter Professor Wolfgang Hunger herausgegeben" (DBE). Die ADB zählt 21 Ausgaben dieser von Hunger mit Einleitungen versehenen "vielgebrauchtesten und besten Schriften popularisierender Richtung; sie sind [...] der erste Versuch eines in der Praxis wohlbewanderten Mannes, einheimisches und ausländisches Recht in einem der Legalordnung verwandten System zu verbinden" (ebd.). - Titel mit k … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Antiquariat Inlibris
2016-10-21 16:09:37
Georg PENCZ (Norimberga 1550 - 1550)
1546. Bulino, 1546, firmato e datato in lastra in basso a sinistra. Esemplare dell'unico stato conosciuto. Magnifica prova, impressa su carta vergata coeva priva di filigrana, rifilata al rame, in ottimo stato di conservazione. L'opera raffigura l'episodio narrato dalla Genesi; Giuseppe, figlio di Giacobbe, era schiavo di Putifarre, capo delle guardie del faraone. La moglie di questi lo afferrò per la veste e lo costrinse a far l'amore con lei; scoperto da Putifarre, Giuseppe fu gettato in prigione. Bibliografia: Bartsch 12; Landau 11; Hollstein 11. Dimensioni 78x114 Engraving, 1546, signed and dated on plate on lower left. Example in the sole know state. Excellent work, printed on contemporary laid paper without watermark, trimmed to platemark, in excellent condition. The work depicts an episode of the Genesis; Joseph, son of Jacob, was the slave of Putifarre, head of the Pharaoh's guards. Putifarre's wife, grasping his clothes, obliged young Joseph to make love to her. Once Putifarre found out, Joseph was imprisoned. Bibliography: Bartsch 12; Landau 11; Hollstein 11. 78 114
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-10-18 16:05:23
[Lonicer, Adam (attrib.)].
1546. 4to. (16), 265, (1) pp. With a large woodcut on the title-page showing a gardener at work with his tools, and about 800 woodcut illustrations in the text. About 700 show trees, fruit, edible and medicinal plants, while the rest show insects, a tick, coral, shells, various sea and land animals and a view of a pond with plants and birds. It includes a two-headed snake, dragon, griffin, and a few other mythical creatures. With all woodcuts coloured by a contemporary hand. Contemporary pigskin over wooden boards, richly blind-tooled in a panel design with two rolls (one alternating heads and coats of arms, the other with standing figures), a large acorn and other stamps; brass clasps and catch-plates with engraved decoration. Rare first dated edition of an extensively illustrated early herbal in contemporary hand-colour, with the title and most of the plant and animal names in Latin and German. The title-page is followed by a 13-page index of the Latin and German names. About 200 of the woodcuts are about half-page, while the last six pages show 16 small animal woodcuts per page. The Folger Library notes that F. W. E. Roth attributes this herbal to Adam Lonicer (1528-86) of Marburg and Frankfurt, who married Egenolph's daughter and became a partner in the firm after Egenolph died in 1555. The firm published herbals and related works under his name beginning in 1551. Egenolph published all three editions of the present herbal. VD 16 lists the undated one as ca. 1545 (citing only the Wellcome Library copy), which would make the present 1546 edition the second. Another appea … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Antiquariat Inlibris
2016-10-16 01:05:44
VERGILIUS POLYDORUS.
apud Much. Isingrinium, 1546. Cm. 34, pp. (2) 618 (72). Marchio tipografico al frontespizio (ripetuto al colophon) e bella bordura xilografica alla carta di dedica ed alla prima di testo nello stile di Urs Graf. Molti eleganti capolettera figurati. Solida leg. ottocentesca in mezza pergamena con punte, dorso a nervi con titoli in oro su doppio tassello. Un antico intervento di restauro a rimarginare il bordo inferiore delle prime carte (per pochi cm. e lontano dal testo) per la presenza di una traccia d'umido che via via scompare completamente per ripresentarsi solo nelle ultime carte. Bell'esemplare, fresco e marginoso, elegantemente impresso. Seconda edizione che segue l'originale del 1534 di questa celebre opera commissionata da Enrico VII allo storico urbinate, il quale impiegò ben 28 per portarla a termine. Cfr. Adams
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense
2016-10-10 15:47:50
Arnobius
(nel colophon apud Hier. Frobenius et Nic. Episcopi), 1546. 157x97 mm Tagli spruzzati. Pochissimi fori di tarlo al dorso vecchi timbri di appartenenza e pronunciata gora d\'acqua al frontespizio Capilettera ornati marca dei Froben ripetuta a fine volume
Bookseller: Libreria Antiquaria Giulio Cesare
2016-10-10 15:31:29
SAN DIONIGI AREOPAGITA.
ad signum Spei, 1546. Cm. 16, cc. (24) 127 + 1 cb. Bel marchio tipografico al frontespizio ed eleganti capolettera istoriati. Legatura strettamente coeva in perg. molle con nervi passanti e titoli ms. al dorso. Esemplare fresco, marginoso ed in eccellente stato di conservazione. Ex libris inciso (Marchese Dionisi). Edizione elegantemente impressa, non comune.
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense
2016-10-09 12:18:30
COLLENUCCIO (Pandolfo)
Paris. Arnoul l'angelier, 1546. 302 ff. 18 ff reliure de l'époque en vélin ivoire; titre à l'encre au dos 1546, 1546, in-8, 302 ff. 18 ff, reliure de l'époque en vélin ivoire; titre à l'encre au dos, Traduction française due à Denis Sauvage; elle se complète par le "parachèvement" publié chez le même éditeur en 1553. L'œuvre avait paru à Venise en 1539 et fut bientôt traduite en latin, français et espagnol. Jolie impression en italique d'un des meilleurs typographes du seizième siècle. Exemplaire à grandes marges. Une galerie de vers marginale en début d'ouvrage
Bookseller: Librairie Alain Brieux
2016-09-29 20:45:56
ACHILLES TATIUS
IN VINEGIA APPRESSO GABRIEL GIOLITO DE FERRARI, 1546. Vol. in 16° (mm 170 x 110), cc. 56, iniziali in xilografia, marca tipografica nel frontespizio e in fine con la Fenice in xilografia. Legatura seicentesca/settecentesca cartonata pesante con titolo manoscritto nel dorso. Antica firma di possesso nella prima carta bianca. Mancanza al centro della prima carta bianca, tracce di fori di tarlo nel bordo bianco da c. 17 a c. 22, macchia a c. 5. Copia buona.
Bookseller: Hobbylibri
2016-09-27 09:30:53
QUINTILIANUS M. FABIUS.
apud Hieronymum Scotum, 1546. In-folio (cm. 32), cc. (8) 204; 34. Bel marchio tipografico al frontespizio, capolettera istoriati e belle figure xilografiche ripetute nel testo. Legatura strettamente coeva in piena pergamena molle con laccetti di chiusura (parzialmente mutili). Titoli manoscritti al taglio Timbro al frontespizio di istituzione religiosa soppressa (ripetuto alla carta D1). Esemplare marginoso, genuino e ben conservato. Copia comportante un'interessante nota di possesso ed alcune note nel testo a firma: "Liber Petri Andrea Matthioli..." (il celebre botanico senese?).
Bookseller: Studio Bibliografico Benacense
2016-09-25 14:59:27
AULU GELLE
Lyon,Sébastien Gryphe 1546. Un volume in - 12°(17x11cm). reliure de l'époque plein vélin. Dos plat.Titre doré. 61p index +533p. Texte en latin . Très belle impression en caractères italiques.Bon exemplaire. Français
Bookseller: librairie Mérolle [Villeurbanne, France]
2016-09-24 02:13:26
MIZAULD (Antoine);
Parisiis ex officina Reginaldi Calderii & Claudius eius filii 1546 Petit in-8 de 73-(7) ff., vlin souple, traces de lacets (reliure de l'poque). Rare dition originale ddie Franois Ier, du premier trait d'astromtorologie tabli par Antoine Mizauld qui explique les phnomnes atmosphriques comme la pluie, la rose, le frimas, la neige, les vents et leur connaissance chez les marins, le tonnerre, l'clair, de la foudre, du gel, des temptes. La dernire partie contient une section sur la prdiction d'arrive des comtes, tremblements de terre. Antoine Mizauld (Montluon, 1510 - Paris, 1578) tait le mdecin et astrologue de Marguerite de Navarre. Il occupa une place importante dans la littrature scientifique de la Renaissance, notamment grce ce trait de mtorologie dans lequel il voque la possibilit de prvoir le temps. Quirielle : Il fit ses tudes classiques Bourges, et ses tudes mdicales Paris o il reut les leons des meilleurs matres du temps. Mizault trouva dans l'astrologie, dont il avait tudi les pratiques, en compagnie de son ami Oronce Fin, une spcialit suprieurement choisie une poque o cette science chimrique tait en grande faveur et comptait des fanatiques jusque sur les marches du trne. Aussi, sa vogue, comme mdecin-mage, fut-elle extraordinaire. La premire traduction franaise fut publie en 1547 sous le titre Le Miroir du temps. Bel exemplaire en vlin du temps. Trace de mouillure sur la marge infrieure des feuillets d'index. Brunet, III, 1779 ; Caillet, II, 7613 ; Poggendorff, II, 163 ; Quirielle, p. 158, n II.
Bookseller: Bonnefoi Livres Anciens [France, Paris]
2016-09-21 10:49:28
GELLI Giovanni Battista
(In fine:) In Fiorenza, per il Doni, 1546. in-4, ff. 38 (su 40, mancando il frontespizio e l'ultimo, sostituiti da ottimo facsimile), legatura secentesca p. perg. rigida, tit. oro al dorso. Dedica dell'autore al nobile fiorentino Tommaso Baroncelli. Trattasi della prima tiratura della prima edizione recante sul tit. un bel ritratto del Gelli entro cornice e sull'ult. foglio impresa tipogr. raffig. una figura femminile seduta sopra un ceppo (una seconda tiratura dello stesso anno ha titolo diverso, ''Capricci del Gello, col Dialogo dell'Invidia'', senza il ritr. dell'a., sostituito dalla figura femminile di cui sopra, e sull'ult. f. la stessa figura con un motto latino). Questi primi sette Dialoghi o ''Ragionamenti di Giusto Bottaio da Firenze, raccolti da Ser Bindo suo nipote'', diventeranno dieci nelle successive edizioni e costituiscono una delle più vivaci manifestazioni della prosa italiana del Cinquecento. Il Gelli ((1498-1563) descrive il tipo d'uomo ideale, antiretorico e saggio, in contrapposizione all'umanista dotto e splendidamente isolato dalla vita reale: infatti Giusto è ''uomo molto naturale e che, sebbene non aveva lettere, era di tanta esperienza per essere molto vecchio, che aveva assai ragionevole giudizio''. Trattasi di notevolissima rarità bibliografica; infatti, per motivi mai chiariti, questa prima edizione è uno dei libri più introvabili del XVI sec. L'esemplare, pur con la mancanza dichiarata, è assi ben conservato, con antica firma ''Joannis Baptista De Alexandrinis'' sul f. di dedica (lieve macchia gialla nel margine del f. 2 e rare ingialliture qu … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2016-09-21 10:49:28
GELLI Giovanni Battista
(In fine:) In Fiorenza, per il Doni, 1546. in-4, ff. 38 (su 40, mancando il frontespizio e l'ultimo, sostituiti da ottimo facsimile), legatura secentesca p. perg. rigida, tit. oro al dorso. Dedica dell'autore al nobile fiorentino Tommaso Baroncelli. Trattasi della prima tiratura della prima edizione recante sul tit. un bel ritratto del Gelli entro cornice e sull'ult. foglio impresa tipogr. raffig. una figura femminile seduta sopra un ceppo (una seconda tiratura dello stesso anno ha titolo diverso, ''Capricci del Gello, col Dialogo dell'Invidia'', senza il ritr. dell'a., sostituito dalla figura femminile di cui sopra, e sull'ult. f. la stessa figura con un motto latino). Questi primi sette Dialoghi o ''Ragionamenti di Giusto Bottaio da Firenze, raccolti da Ser Bindo suo nipote'', diventeranno dieci nelle successive edizioni e costituiscono una delle più vivaci manifestazioni della prosa italiana del Cinquecento. Il Gelli ((1498-1563) descrive il tipo d'uomo ideale, antiretorico e saggio, in contrapposizione all'umanista dotto e splendidamente isolato dalla vita reale: infatti Giusto è ''uomo molto naturale e che, sebbene non aveva lettere, era di tanta esperienza per essere molto vecchio, che aveva assai ragionevole giudizio''. Trattasi di notevolissima rarità bibliografica; infatti, per motivi mai chiariti, questa prima edizione è uno dei libri più introvabili del XVI sec. L'esemplare, pur con la mancanza dichiarata, è assi ben conservato, con antica firma ''Joannis Baptista De Alexandrinis'' sul f. di dedica (lieve macchia gialla nel margine del f. 2 e rare ingialliture qu … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2016-09-21 10:49:28
GELLI Giovanni Battista
(In fine:) In Fiorenza, per il Doni, 1546. in-4, ff. 38 (su 40, mancando il frontespizio e l'ultimo, sostituiti da ottimo facsimile), legatura secentesca p. perg. rigida, tit. oro al dorso. Dedica dell'autore al nobile fiorentino Tommaso Baroncelli. Trattasi della prima tiratura della prima edizione recante sul tit. un bel ritratto del Gelli entro cornice e sull'ult. foglio impresa tipogr. raffig. una figura femminile seduta sopra un ceppo (una seconda tiratura dello stesso anno ha titolo diverso, ''Capricci del Gello, col Dialogo dell'Invidia'', senza il ritr. dell'a., sostituito dalla figura femminile di cui sopra, e sull'ult. f. la stessa figura con un motto latino). Questi primi sette Dialoghi o ''Ragionamenti di Giusto Bottaio da Firenze, raccolti da Ser Bindo suo nipote'', diventeranno dieci nelle successive edizioni e costituiscono una delle più vivaci manifestazioni della prosa italiana del Cinquecento. Il Gelli ((1498-1563) descrive il tipo d'uomo ideale, antiretorico e saggio, in contrapposizione all'umanista dotto e splendidamente isolato dalla vita reale: infatti Giusto è ''uomo molto naturale e che, sebbene non aveva lettere, era di tanta esperienza per essere molto vecchio, che aveva assai ragionevole giudizio''. Trattasi di notevolissima rarità bibliografica; infatti, per motivi mai chiariti, questa prima edizione è uno dei libri più introvabili del XVI sec. L'esemplare, pur con la mancanza dichiarata, è assi ben conservato, con antica firma ''Joannis Baptista De Alexandrinis'' sul f. di dedica (lieve macchia gialla nel margine del f. 2 e rare ingialliture qu … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2016-09-21 10:49:28
GELLI Giovanni Battista
(In fine:) In Fiorenza, per il Doni, 1546. in-4, ff. 38 (su 40, mancando il frontespizio e l'ultimo, sostituiti da ottimo facsimile), legatura secentesca p. perg. rigida, tit. oro al dorso. Dedica dell'autore al nobile fiorentino Tommaso Baroncelli. Trattasi della prima tiratura della prima edizione recante sul tit. un bel ritratto del Gelli entro cornice e sull'ult. foglio impresa tipogr. raffig. una figura femminile seduta sopra un ceppo (una seconda tiratura dello stesso anno ha titolo diverso, ''Capricci del Gello, col Dialogo dell'Invidia'', senza il ritr. dell'a., sostituito dalla figura femminile di cui sopra, e sull'ult. f. la stessa figura con un motto latino). Questi primi sette Dialoghi o ''Ragionamenti di Giusto Bottaio da Firenze, raccolti da Ser Bindo suo nipote'', diventeranno dieci nelle successive edizioni e costituiscono una delle più vivaci manifestazioni della prosa italiana del Cinquecento. Il Gelli ((1498-1563) descrive il tipo d'uomo ideale, antiretorico e saggio, in contrapposizione all'umanista dotto e splendidamente isolato dalla vita reale: infatti Giusto è ''uomo molto naturale e che, sebbene non aveva lettere, era di tanta esperienza per essere molto vecchio, che aveva assai ragionevole giudizio''. Trattasi di notevolissima rarità bibliografica; infatti, per motivi mai chiariti, questa prima edizione è uno dei libri più introvabili del XVI sec. L'esemplare, pur con la mancanza dichiarata, è assi ben conservato, con antica firma ''Joannis Baptista De Alexandrinis'' sul f. di dedica (lieve macchia gialla nel margine del f. 2 e rare ingialliture qu … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2016-09-21 10:49:28
GELLI Giovanni Battista
(In fine:) In Fiorenza, per il Doni, 1546. in-4, ff. 38 (su 40, mancando il frontespizio e l'ultimo, sostituiti da ottimo facsimile), legatura secentesca p. perg. rigida, tit. oro al dorso. Dedica dell'autore al nobile fiorentino Tommaso Baroncelli. Trattasi della prima tiratura della prima edizione recante sul tit. un bel ritratto del Gelli entro cornice e sull'ult. foglio impresa tipogr. raffig. una figura femminile seduta sopra un ceppo (una seconda tiratura dello stesso anno ha titolo diverso, ''Capricci del Gello, col Dialogo dell'Invidia'', senza il ritr. dell'a., sostituito dalla figura femminile di cui sopra, e sull'ult. f. la stessa figura con un motto latino). Questi primi sette Dialoghi o ''Ragionamenti di Giusto Bottaio da Firenze, raccolti da Ser Bindo suo nipote'', diventeranno dieci nelle successive edizioni e costituiscono una delle più vivaci manifestazioni della prosa italiana del Cinquecento. Il Gelli ((1498-1563) descrive il tipo d'uomo ideale, antiretorico e saggio, in contrapposizione all'umanista dotto e splendidamente isolato dalla vita reale: infatti Giusto è ''uomo molto naturale e che, sebbene non aveva lettere, era di tanta esperienza per essere molto vecchio, che aveva assai ragionevole giudizio''. Trattasi di notevolissima rarità bibliografica; infatti, per motivi mai chiariti, questa prima edizione è uno dei libri più introvabili del XVI sec. L'esemplare, pur con la mancanza dichiarata, è assi ben conservato, con antica firma ''Joannis Baptista De Alexandrinis'' sul f. di dedica (lieve macchia gialla nel margine del f. 2 e rare ingialliture qu … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2016-09-21 10:49:28
GELLI Giovanni Battista
(In fine:) In Fiorenza, per il Doni, 1546. in-4, ff. 38 (su 40, mancando il frontespizio e l'ultimo, sostituiti da ottimo facsimile), legatura secentesca p. perg. rigida, tit. oro al dorso. Dedica dell'autore al nobile fiorentino Tommaso Baroncelli. Trattasi della prima tiratura della prima edizione recante sul tit. un bel ritratto del Gelli entro cornice e sull'ult. foglio impresa tipogr. raffig. una figura femminile seduta sopra un ceppo (una seconda tiratura dello stesso anno ha titolo diverso, ''Capricci del Gello, col Dialogo dell'Invidia'', senza il ritr. dell'a., sostituito dalla figura femminile di cui sopra, e sull'ult. f. la stessa figura con un motto latino). Questi primi sette Dialoghi o ''Ragionamenti di Giusto Bottaio da Firenze, raccolti da Ser Bindo suo nipote'', diventeranno dieci nelle successive edizioni e costituiscono una delle più vivaci manifestazioni della prosa italiana del Cinquecento. Il Gelli ((1498-1563) descrive il tipo d'uomo ideale, antiretorico e saggio, in contrapposizione all'umanista dotto e splendidamente isolato dalla vita reale: infatti Giusto è ''uomo molto naturale e che, sebbene non aveva lettere, era di tanta esperienza per essere molto vecchio, che aveva assai ragionevole giudizio''. Trattasi di notevolissima rarità bibliografica; infatti, per motivi mai chiariti, questa prima edizione è uno dei libri più introvabili del XVI sec. L'esemplare, pur con la mancanza dichiarata, è assi ben conservato, con antica firma ''Joannis Baptista De Alexandrinis'' sul f. di dedica (lieve macchia gialla nel margine del f. 2 e rare ingialliture qu … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco [Torino, Italy]
2016-09-20 17:21:22
Lyon, Balthazar Arnoullet, 1546. Petit in-4 de 160 pages chiffrées. Maroquin rouge, blason doré fleurdelysé et fleurs de lys dorées aux angles, dos à nerfs orné de fleurs de lys dorées dans les entre-nerfs, filet doré sur les coupes, roulette intérieure dorée, tranches dorées. Duru, 1859. 175 x 123 mm. PREMIER TIRAGE. TRÈS PRÉCIEUX RECUEIL HISTORIQUE ORNÉ DE 58 SUPERBES PORTRAITS, LES PLUS ANCIENS JAMAIS GRAVÉS EN TAILLE-DOUCE EN FRANCE PAR CORNEILLE DE LYON, LE PEINTRE DES ROIS HENRI II ET CHARLES IX.Harvard. French Books, 208. R. Brun. Le livre français de la Renaissance, 182. Fairfax-Murray. Early French Books, I, 154. S. Brunschwig, 406. Baudrier, X, pp. 116-118. Robert Dumesnil, VI, Nos 28-86 pas dans Rothschild. À L'EXCEPTION DU BREYDENBACH PUBLIÉ À LYON EN 1488, CET OUVRAGE EST LE PLUS ANCIEN LIVRE ORNÉ DE PLANCHES EN TAILLE-DOUCE PARU EN FRANCE. SUPERBE EXEMPLAIRE, DE GRANDE FRAÎCHEUR, D'UN RECUEIL RARE, ÉVOCATEUR DE LA RENAISSANCE FRANÇAISE.
Bookseller: Librairie Sourget
2016-09-18 16:16:10
Brasavola (ou Brassavola), Antonio Musa :
Lyon, Sub scuto Coloniensi (Joannes et Franciscus Frellonii fratres), 1546 ; in-16 ; vélin souple de l'époque ; 862 pp., (29) ff. d'index, la dernière page "Lugduniexcudebant Ioannes et Franciscus Frellonii fratres 1546". Waller, 1419 (ed. 1544, même imprimeur) ; Dezeimeris, I-508 ; Garrison-Morton, 1804 (pour l'E.O. de 1536). Importante pharmacopée.Né à Ferrare (1500 - 1555), Antoine Brasavola acquit très tôt une grande réputation ; médecin et ami d'Hercule II, duc de Ferrare, il fut aussi le médecin de Charles-Quint, de Henri VIII d'Angleterre, de François Ier et de quatre papes. Il fut le premier à décrire correctement la blennorrhagie et la syphilis, et à traiter les douleurs osteocopes de la syphilis ; dans son traité, "De Morbo Gallico", botaniste érudit, il réintroduisit l'ellébore noir, la squine et le gaïac et laissa son nom à un genre de plantes de la famille des orchidées.Exemplaire manipulé, deux gros manques en tête et en pied de la reliure et petite usure aux coins, petit manque angulaire p.595 avec absence de quelques caractères, diverses mouillures sans gravité ; l'exemplaire reste tout à fait manipulable, complet et intéressant.
Bookseller: Librairie Ancienne Clagahé [France, Lyon]
2016-09-17 15:26:44
Epitome
Lyon, Balthazar Arnoullet, 1546 ; in-4 (178x124mm) ; maroquin lavallière, dos à nerfs pincés, titre doré, filets dorés sur les coupes, roulette intérieure, tranches dorées sur marbrure (R. Petit) ; 159, (1) pp., 58 portraits signés CC (Claude Corneille) ; exemplaire entièrement réglé (A-V4).Edition originale et premier tirage des plus anciens portraits gravés en taille-douce en France par Corneille de Lyon, peintre de Henri II et Charles IX, célèbre pour ses portraits, le texte latin est imprimé en caractères italiques placé au dessus des vignettes gravées sur cuivre par Claude Corneille, dit Corneille de La Haye et ensuite Corneille de Lyon ; le texte en français, en caractères ronds se trouve vis à vis ; toutes les vignettes, sauf celles de Henri Ier, de Philippe V et de François Ier sont signées du monogramme de Claude Corneille formé de 2 C chevauchés. Balthazar Arnoullet (v 1517-1556) fut mêlé à l'affaire Michel Servet qui lui fit imprimer son «Christianismi restitutio» en 1552, qui lui valut d'être emprisonné. Très bel exemplaire, dans une reliure élégante et sobre, de cet admirable ouvrage. (Baudrier X-102 et 116-118 ; Bénézit).
Bookseller: Librairie Ancienne Clagahé [France, Lyon]
2016-09-17 12:12:23
Ciceron :
Venise, Hieronymus Scotas, 1546 ; in-folio ; plein vélin ivoire en partie manuscrit (reliure de l'époque) ; (6) ff., 142 ff. recto-verso, (3) ff. le dernier, blanc, a été découpé. Ex-libris manuscrit "Johannis Le Marchant 1600" en fin d'ouvrage. Bois gravé représentant Ciceron à son écritoire, répété à chaque chapitre. Exemplaire bien complet et conforme à la collation Edit 16 (CNCE, 12275). Intéressante édition qui comprend les commentaires, annotations ou scholies de Girolamo Capiduri, Gilbert Longueil (1507-1543), Claudio Pontamo (f. 1564), Pietro Vettori (1499-1585), Victorinus et Marino Becichemo (1468 ?-1526). Feuillets de garde blancs abimés, traces de mouillure en pied de tout l'ouvrage, sinon bon exemplaire à la typographie italique de belle qualité.
Bookseller: Librairie Ancienne Clagahé [France, Lyon]
2016-09-17 07:13:51
Onosander
Appresso Giolito de Ferrari, 1546. 4to (cm. 21,7), 48 cc. Grande marca tipografica al frontis. e numerosi capilettera figurati. Eccellente legatura in piena pelle ‘à l’imitation’ con nervi al ds. Un alone al margine inferiore delle ultime venti carte altrimenti ottimo esemplare. Prima edizione della traduzione in volgare. Graesse V, 24; Adams, O-188.
Bookseller: Libreria Antiquaria Ex Libris s.r.l.
2016-09-16 13:02:29
PINDEMONTE FRANCESCO FILIPPO
EREDI ALDO MANUZIO VENEZIA, 1546. Vol. in 8°, cc. 65, marca tipografica in xilografia nel frontespizio "Aldi Filii". Vecchia firma di possesso e motto latino nel frontespizio, piccolo restauro nel frontespizio. Unito con: GIACOMO GRIFFOLI, Q. HORATIJ FLACCI LIBER DE ARTE POETICA IACOBI GRIFOLI LUCINIANENSIS INTERPRETATIONE EXPLICATUS. RHETORICOS LIBROS AD HERENNIUM, AD M. TUL. CICERONEM NIHIL OMNIO PERTINERE PER EUNDEM DECLARATUR, FIRENZE, LORENZO TORRENTINO, 1550; pp. 149 + 8 n.n.,frontespizio in xilografia con cornice architettonica e piccola veduta di Firenze, iniziali in xilografia. Lievi arrossature mariginali. Entrambi contengono l'Ars poetica di Orazio. Legatura ottocentesca in mezza pelle con angoli, titolo in oro su doppio tassello colorato e fregi al dorso a quattro nervi, tagli spruzzati in azzurro. Copia molto buona.
Bookseller: Hobbylibri
2016-09-16 13:02:29
Terenzio
Aldo Manuzio, 1546. In 8° cm 10 X 15, fogli 168 numerati. Legatura settecentesca in piena pelle con titolo e fregi in oro al dorso. Errore di legatura e di numerazione dei fogli nel "quaderno" R. Lavoro di tarlo restaurato alle prime tre carte. Un po' rifilato il margine superiore. Ancora aldina al colophon. Ottimo stato. Bibliografia: ; Haym 339/11; BM. STC. 665; Paitoni IV 105; Brunet V 723
Bookseller: Studio Giuseppina Biggio
2016-09-15 18:01:25
BENTIVOGLIO, Ercole (1507-1573).
Venice: Gabriel Giolito de Ferrari, 1546. Bound with: MORATO, Fulvio Pellegrino (d. 1549). Rimario de tvtte le cadentie di Dante, e Petrarca, raccolte per Pellegrino moretto Mantouano. Nouamente con la gionta ristampato. Venice: Francesco Bindoni & Maffeo Pasini, 1546 (colophon 1547). 2 vols. in one, 8vo (155 x 96 mm). BENTIVOGLIO: [1], 2-27 ff. Woodcut printer's marks on title and last leaf, two historiated woodcut initials. Morato: [28] ff. Woodcut device on title & last leaf (large cut of an angel leading a child by the hand). Double column. Both works in italic types. (Bentivoglio with light foxing to title and small gluestain on title verso from removal of a bookplate or clipping, faint dampstain in last quire.) 19th-century English Russia leather, sides with outer gilt rule and blind-tooled panel design with central lozenge, board edges with gilt hatching near corners, spine lettered in gold, gilt edges (upper joint restored, lower joint rubbed). Provenance: J. Hunter, 1813, inscription & price note; Robert Samuel Turner (1818-1887), bookplate (sales June & Nov. 1888); George Dunn (1865-1912), letterpress bookplate (sales Sotheby's 1913-1915); Giuseppe Martini (signed collation note, accession no. 46 & various bibliographical pencil notes on flyleaves and on verso of second title (some with red underlining).*** First Edition. The poet Bentivoglio was educated at the court of his uncle Alfonso I d'Este. A friend of Ariosto and a talented musician, his talents lay rather in reflexion and observation than in action, and he viewed the diplomatic charges forced upon him as … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Musinsky Rare Books [USA]
2016-09-15 15:16:14
BENTIVOGLIO, Ercole (1507-1573)
Bookseller: Musinsky Rare Books, Inc. [U.S.A.]
Check availability:
2016-09-15 15:16:14
BENTIVOGLIO, Ercole (1507-1573)
Venice: Gabriel Giolito de Ferrari, 1546. Bound with: MORATO, Fulvio Pellegrino (d. 1549). Rimario de tvtte le cadentie di Dante, e Petrarca, raccolte per Pellegrino moretto Mantouano. Nouamente con la gionta ristampato. Venice: Francesco Bindoni & Maffeo Pasini, 1546 (colophon 1547). 2 vols. in one, 8vo (155 x 96 mm). BENTIVOGLIO: [1], 2-27 ff. Woodcut printer's marks on title and last leaf, two historiated woodcut initials. Morato: [28] ff. Woodcut device on title & last leaf (large cut of an angel leading a child by the hand). Double column. Both works in italic types. (Bentivoglio with light foxing to title and small gluestain on title verso from removal of a bookplate or clipping, faint dampstain in last quire.) 19th-century English Russia leather, sides with outer gilt rule and blind-tooled panel design with central lozenge, board edges with gilt hatching near corners, spine lettered in gold, gilt edges (upper joint restored, lower joint rubbed). Provenance: J. Hunter, 1813, inscription & price note; Robert Samuel Turner (1818-1887), bookplate (sales June & Nov. 1888); George Dunn (1865-1912), letterpress bookplate (sales Sotheby's 1913-1915); Giuseppe Martini (signed collation note, accession no. 46 & various bibliographical pencil notes on flyleaves and on verso of second title (some with red underlining).*** First Edition. The poet Bentivoglio was educated at the court of his uncle Alfonso I d'Este. A friend of Ariosto and a talented musician, his talents lay rather in reflexion and observation than in action, and he viewed the diplomatic charges forced upon him a … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Musinsky Rare Books, Inc.
Check availability:
2016-09-11 20:24:29
Giulio BONASONE (Bologna circa 1500 - Roma circa 1580)
1546. "Bulino, 1546, datato in lastra, in numeri romani, sotto l'iscrizione, e firmata in basso a destra IULIO.B:F. Sotto il ritratto, corre l'iscrizione Quantum in natura ars naturaque possit in arte/Hic qui naturae par fuit arte docet". Esemplare nel secondo stato finale. Bella prova, impressa su carta vergata coeva, rifilata alla linea marginale, qualche sporadica fioritura, nel complesso in ottimo stato di conservazione. Si tratta del celebre profilo di Michelangelo, ritratto all'età di 72 anni, poco prima di essere nominato architetto capo della fabbrica di S.Pietro, il primo gennaio 1547. Il profilo sarà utilizzato sette anni dopo nella prima edizione della vita di Michelangelo di Ascanio Condivi. Molto probabilmente il prototipo è da individuarsi nel ritratto anonimo, attribuito ad Enea Vico da Weigel e Nagler, e datato 1545. L'iscrizione latina recita «Quanto l'arte può fare in natura e la natura nell'arte, costui che nell'arte eguaglia la natura insegna"". Della prova del Bonasone, Oberhuber per primo ha segnalato l'esistenza di un primo stato "ante litteram", non descritto in alcun repertorio, conservato presso il British Museum." "Engraving, 1546, lettered with five lines of Latin text 'Michael Angelvs ... / MDXLVI' and in lower right 'IVLIO.B.F.' Good example printed on contemporary laid paper, trimmed to the borlderline, very good condition. Bonasone's engraving depicts Michelangelo, facing right set within a cartouche, at the age of approximately seventytwo, soon to be named chief architect of St. Peter, 1 January 1547. Most probably after the print by Enea Vi … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-09-11 19:03:07
Ficino Marsilio
Appresso Gabriel Giolito de Ferrari, 1546. 8vo (cm. 15,9), 12 cc.nn., 320 cc. Marca tipografica al frontespizio ed altra a carta *8. Legatura settecentesca in piena pergamena con titolo manoscritto al dorso (picolle macchie). Tagli azzurri (con leggero alone al taglio laterale). Firme cancellate anticamente al frontespizio. Pallidi aloni marginali alle prime carte, altrimenti ottimo esemplare. Prima traduzione di parte delle lettere del Ficino alla quale, come avverte il Figliucci nella dedica a Cosimo de Medici, avrebbe potuto far seguito ‘se questo saggio piaceva al mondo, e a V. Ecc.’....non solo di tradurre quelle lettere che ci restano, ma ancora de l’altre sue opere’. Indubbiamente questa prima traduzione ebbe successo perché due anni dopo fu dato alle stampe un secondo tomo e fu anche ristampato questo primo, evidentemente presto divenuto introvabile. Libro raro.
Bookseller: Libreria Antiquaria Ex Libris s.r.l.
2016-09-08 13:06:41
Masuer Jean (m.1450)
apud Poncetum le Preux, 1546. in - 16 Lievi abrasioni alla copertina perduto l \ 'occhiello esemplare pulito lieve rifilatura in testa Opera pubblicata per la prima volta nel 1523 e più volte ristampata. Si compone di una raccolta di consuetudini e norme procedurali per la giurisdizione dell'Alvernia e del Borbonese. Rappresenta uno dei lavori più importanti sulla sistemazione delle tradizioni germaniche secondo i principi del diritto romano.
Bookseller: Libreria Antiquaria Giulio Cesare
2016-09-01 18:46:35
ALBERTI Leon Battista
Valgrisi, 1546. in - 8, ff. (12, ultimo bianco), 248, bel caratt. corsivo, Impresa dello stampatore Valgrisi sul titolo e al verso dell'ultimo foglio, legatura settecentesca in pergamena, titolo al dorso, tagli blu. Prima traduzione in lingua moderna (di Pietro Lauro) ed edizione originale in italiano del primo testo di Architettura edito, opera principale dell'Alberti, celebre architetto veneziano (1404 - 1472). La prima ediz. latina è del 1485. "L'A. si rivela profondo conoscitore delle teorie degli antichi sul'arte dell'edificare prendendo a modello Vitruvio, arricchendolo dei risultati acquisiti dall'ingegneria del suo tempo" (Treccani).
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco
2016-08-31 21:25:32
ARIOSTO Lodovico
G. Giolito de Ferrari, 1546. in - 8, ff. 56, leg. secentesca cart. rustico. Impresa tipogr. al tit., fregi ed iniz. silogr., car. corsivo. Prima edizione della versione in versi della Cassaria, rara ed importante commedia in cinque atti (l'ediz. orig. in prosa è del 1525) ridotta in versi dall'Ariosto stesso (solo il Prologo, parimenti in versi, era già apparso nelle edizioni dello Zoppino, 1538, e di Bindoni, 1542). ''Gio. Batt. Cintio Giraldi scrive, che la Cassaria è la più degna fra le italiane commedie de' tempi suoi, e da essere paragonata alle antiche latine'' (Gamba). Primo lavoro teatrale dell'Ariosto (1474 - 1533), composto nei primi anni del secolo, se è vero che la commedia ''venne rappresentata primieramente nel 1502 in occasione delle nozze di Alfonso d'Este con Lucrezia Borgia'' (Agnelli - Ravegnani II, 83); per altri critici, invece, fu composta nel 1507 e rappresentata a Ferrara durante il carnevale nel marzo del 1508 (Renda - Operti p. 73 e DBIt. IV, p. 180). La scena è collocata a Metellino (a Sibari nella redazione in versi) ''Come si sa, la Cassaria ed I Suppositi furono scritte dall'Ariosto in prosa nella sua gioventù, e poi, assai più tardi, riformate in versi'' (Agnelli - Ravegnani II, 83 e 90) Bell'esempl. a pieni margini.
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco
2016-08-29 00:48:33
ALAMANNI Luigi
Estienne, 1546. in - 4 picc. (197x136 mm.), ff. 2 nn., 154 num., 2 nn., leg. seicentesca p. perg. rigida, tit. oro su tassello al dorso. Impresa di Estienne sul titolo. Edizione originale del celebre poema didascalico scritto dal poeta fiorentino durante il suo forzato soggiorno in Francia. Ispirato da Virgilio e Columella, discorre di ciò che ha riferimento alla coltivazione dei campi ed alla vita rustica. L'autore progettò ''La Coltivazione'' sin dal 1530, ma la composizione si protrasse fino al 1546, quando la inviò alla delfina Caterina de' Medici, chiedendole di presentare il poema a Francesco I. Il poema in versi sciolti gli era stato suggerito dalle ''Api'' del Ruccellai. Oltre che la letteratura, l'opera concerne l'agricoltura, l'agraria, l'apicoltura ed è citata nei repertori gastronomici. Assai interessante e raro. E' stampato nell'elegante corsivo di Garamond, utilizzato dal tipografo parigino unicamente per il presente testo italiano. Ottimo esemplare.
Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco
2016-08-24 23:12:04
SUETONE & DION CASSIUS & HERODIANUS & PATERCULUS & SPARTIANUS
Froben, 1546. - Froben, Basilae (Bâle) 1546, in Folio (33x22,5cm), (20) 810pp. - 70., relié. - Colophon: Basileae per Hieronymvm Frobenivm e Nic. Episcopvm mense Septembri, MDXLVI. First edition. Ornata con numerose iniziali istoriate. Marca di stampante sul frontespizio e retro dell'ultima pagina. Assenti i cataloghi francesi, ma questo nei cataloghi inglesi, 2 copie in Germania GBV (cataloghi collettivi del nord della Germania) e presso l'Università di Monaco di Baviera. L'edizione 1544 pubblicato a Parigi non include note di Erasmus e di tutti gli autori raccolti in questa edizione, l'edizione di Parigi sarà ripubblicato nel 1551 a Lione nel Gryphium, ma non quello di Froben, riproduce l' editing Egnazio solo. La prima edizione di quella di Svetonio del 1479. Pelle di pecora pieno XVII secolo, torna lavorata in rilievo (parte del titolo in marocchino rosso). Insieme e strofinato sulla pelle (molti piatti sono barre), tappo superiore mancano due angoli superiori rotti e mancanti. Bella condizione interiore, con una corrente pallida bagnante a venti pagine in alto al centro (p. 29 - 45 ...). Diversi errori di impaginazione, ripetono lo stesso numero, senza saltare un foglio mancante ... Il vantaggio evidente di questa edizione è stato quello di riunire scrittori dell'antichità che hanno scritto su l'impero romano, non solo Svetonio, ma anche scrittori più rare come Dione Cassio (tradotto da Merula) Herodianus (tradotto da Angelo Poliziano Ambrogini) Sparziano o Lampidius, Velleio Patercolo, Vulcatius Gallicanus, Amianus Marcellino ... Due commentatori Erasmus († 1536) Egna … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Librairie Le Feu Follet
2016-08-24 08:47:13
VICO ENEA.
1546 (ma XVII secolo).. Acquaforte e bulino, firmata in lastra in basso a sinistra, su soggetto di Michelangelo, come riportato su un cippo in basso a destra, mm 282x410. Buona prova in tiratura seicentesca, rifilata alla parte incisa, eseguita su carta
Bookseller: Libreria Antiquaria Perini s.a.s.
2016-08-23 18:14:49
COLONNA, Francesco.:
A PARIS, L. Blaublom pour Jaques Keruer, aux deux Cochetz, Rue S. Jaques, 1546. FIRST FRENCH EDITION 1546. Translated from the Italian. Folio in sixes, approximately 345 x 215 mm, 13½ x 8¼ inches, 181 woodcuts of various sizes, thirteen are full page, large arabesque initials, leaves: [vi], 1-157, [1] (numbered on rectos only), the initials M on leaf C6 recto and F on leaf D3 verso, were originally printed from crible blocks but arabesque initials have been tipped in over them, modern full morocco binding, gilt lettering to spine and upper cover, blind floral decoration between raised bands to spine, tiny gilt fish to centre of lower cover, blind decoration to covers, new cream endpapers, housed in a slip case of marbled paper covered board with leather surround at entrance. TITLE PAGE AND LAST PAGE, COLOPHON, ARE IN VERY GOOD FACSIMILES ON OLD PAPER, There is a pencil note on first pastedown stating that it was purchased from Quaritch, London booksellers in 1977, that the missing pages were done in line block and the new endpapers were Kelmscott paper. The first prelim has a small neat repair to lower corner, last page of prelims has outer margins neatly repaired, not affecting text, page one has a small neat repair to top margin, not affecting image or text, a few margin edges at the front and rear have tiny closed tears neatly repaired, shallow creasing to pages throughout, mostly affecting lower margins, pale ink splash to one lower margin, not affecting text, pale staining affecting some margins, one just touching image, occasional neat early old ink marginalia and nam … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Roger Middleton P.B.F.A.
2016-08-23 11:28:56
CASTRO Alphonso de
Indicem rerum praecipuarum in calce reperies. Lugundi 1546. Apud Antonium Vincentium. (17 x 11,5 cm), s. [16], 882, [30], inicjały w drzeworycie, opr. brązowy psk. Nieliczne notatki ołówkiem w tekście. Niew. zabrudz. Stan dobry. Otarcia oprawy, złoc. napis na grzbiecie. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Antykwariat Wójtowicz [Kraków, Poland]
2016-08-22 08:37:39
COLONNA, Francesco.:
FIRST FRENCH EDITION 1546. Translated from the Italian. Folio in sixes, approximately 345 x 215 mm, 13½ x 8¼ inches, 181 woodcuts of various sizes, thirteen are full page, large arabesque initials, leaves: [vi], 1-157, [1] (numbered on rectos only), the initials M on leaf C6 recto and F on leaf D3 verso, were originally printed from crible blocks but arabesque initials have been tipped in over them, modern full morocco binding, gilt lettering to spine and upper cover, blind floral decoration between raised bands to spine, tiny gilt fish to centre of lower cover, blind decoration to covers, new cream endpapers, housed in a slip case of marbled paper covered board with leather surround at entrance. TITLE PAGE AND LAST PAGE, COLOPHON, ARE IN VERY GOOD FACSIMILES ON OLD PAPER, There is a pencil note on first pastedown stating that it was purchased from Quaritch, London booksellers in 1977, that the missing pages were done in line block and the new endpapers were Kelmscott paper. The first prelim has a small neat repair to lower corner, last page of prelims has outer margins neatly repaired, not affecting text, page one has a small neat repair to top margin, not affecting image or text, a few margin edges at the front and rear have tiny closed tears neatly repaired, shallow creasing to pages throughout, mostly affecting lower margins, pale ink splash to one lower margin, not affecting text, pale staining affecting some margins, one just touching image, occasional neat early old ink marginalia and name to margins, one image has a neat name and note in blank area, la … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Roger Middleton [United Kingdom]
Check availability:
2016-08-19 21:33:05
Beham, Hans Sebald (1500 Nürnberg - 1550 Frankfurt am Main),
1546/47. Mit dem Monogramm und dem Text \"Alder du must danczen\". Schöner Druck mit Rand um die Einfassungslinie. Druck mit Plattenton auf Bütten. 5,1 x 7,3 cm Bartsch 161. Pauli und Hollstein 184 III (von III). - Ehemals aus Sammlung Dr. Karl Max Osthof und Hugo Ahne, Aussig (beide nicht bei Lugt). - Kleiner Einriß, im Rock des am Tisch stehenden Mannes, fachmännisch restauriert. Kleine Stockfleckchen. Versand D: 5,00 EUR \"Alder du must danczen\", 16. Jahrhundert, Kleinmeister, Kupferstich, Bartsch 161, Hollstein 184, The Peasants Festival and Twelve Months, Bauernschmaus, Die zwölf Monate, Monatsdarstellungen, \"Haust Du mich so stich ich dich\"
Bookseller: Kunstantiquariat Joachim Lührs
2016-08-19 21:33:05
Hans Sebald BEHAM Nuremberg 1500 - Frankfurt 1550
1546. Bulino, 1546, monogrammato in lastra. Poco prima del 1520, alcuni giovani artisti della cerchia di Albercht Dürer presero a realizzare incisioni molto piccole che hanno sfidato lo spettatore con un mondo in miniatura, un mondo di nuovo soggetto laico e di interpretazioni non convenzionali di temi tradizionali. A causa delle ridotte dimensioni delle loro incisioni, questi artisti sono stati appellati a lungo, con il nome collettivo, e poco lusinghiero, di Piccoli Maestri di Norimberga. Il nucleo del gruppo consiste in tre artisti di Norimberga, Hans Sebald & Bartel Beham e Georg Pencz, e inoltre Jacob Bink da Colonia e Heinrich Aldegrever da Soest. La presente incisione proviene da una vecchia collezione in cui le opere erano conservate, come spesso accadeva, applicate in un album databile al XVIII secolo. Buona prova, impressa su carta vergata coeva, rifilate al rame, in buono stato di conservazione. Engraving, 1546, signed on plate. A good impression, printed on contemporary paper, trimmed to the platemar, in good conditions. Shortly before 1520, several young artists in the immediate circle of Albercht Dürer began making remarkably small engravings that challenged the viewer with a world in miniature; a world of new secular subject and of unconventional interpretations of traditional themes. Because of the scale of their engravings these artists have long been saddled with the unflattering collective name the Little Masters. The core of the group consist in three Nuremberg artists, Hans Sebald & Bartel Beham and Georg Pencz, Jacob Bink form Cologne and Heinrich Alde … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Antiquarius
2016-08-19 21:33:05
Beham, Hans Sebald (1500 Nürnberg - 1550 Frankfurt am Main),
1546/47. Mit dem Monogramm und dem Text "Alder du must danczen". Schöner Druck mit Rand um die Einfassungslinie. Druck mit Plattenton auf Bütten. 5,1 x 7,3 cm Bartsch 161. Pauli und Hollstein 184 III (von III). - Ehemals aus Sammlung Dr. Karl Max Osthof und Hugo Ahne, Aussig (beide nicht bei Lugt). - Kleiner Einriß, im Rock des am Tisch stehenden Mannes, fachmännisch restauriert. Kleine Stockfleckchen. Versand D: 3,00 EUR "Alder du must danczen", 16. Jahrhundert, Kleinmeister, Kupferstich, Bartsch 161, Hollstein 184, The Peasants Festival and Twelve Months, Bauernschmaus, Die zwölf Monate, Monatsdarstellungen, "Haust Du mich so stich ich dich"
Bookseller: Kunstantiquariat Joachim Lührs [Hamburg, Germany]
2016-08-17 22:22:40
Venturino Ruffinelli, 1546. THE FIRST IMPORTANT HISTORY OF TRENT AND SURROUNDING REGIONS, INCLUDING SOUTH TYROLTwo parts in one volume, folio. 16, 104, (2 blank) ll. Contemporary limp vellum, outer corner of front panel skillfully repaired, short inscription on the first title page inked out, a genuine and attractive copy.RARE FIRST EDITION of the first printed important chronicle of what today are the South Tyrol and Trentino regions, especially under its prince bishops Georg Neideck (1505 - 1514), Bernardo Cles (1514 - 1539), and Cristoforo Madruzzo (1539 - 1567). The work is dedicated to Aliprando Cles, nephew of the bishop, and was translated into Italian by Carlo Zanetti in 1648 (cf. A. Chemelli, Trento e le sue Stampe. Il Seicento, Trento, 1983, pp. 6 - 8).In June 1511 the two principalities of Trento and Brixen had received the status of "perpetual confederate"? states among Austrian possessions. The peace of 1516 with the Republic of Venice, however, reduced the principality to a discontinuous enclave between large Habsburg possessions. During the war against Venice, in 1509, the territory had been ravaged by Landsknechts returning from a failed expedition against Vicenza. This was followed by pestilences in 1510 and 1512, famines in 1512, 1519 and 1520, and an earthquake in 1521: these grievous happenings spurred the beginning of forms of resistance against Habsburg rule.A true rebellion broke out in 1525, called Bauernkrieg or 'peasants war'. The rebels were led by Michael Gaismayr, who had devised a complex plan of liberation of all the territories of Brixen and … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Libreria Govi Alberto
2016-08-17 17:35:08
VERGIL Polydore
Apud Seb. Gryphium ; Ex officina Roberti Stephani, 1546. - Apud Seb. Gryphium ; Ex officina Roberti Stephani, Lugduni (Lyon) ; Lutetiae (Paris) 1546, in - 8 (10,2x16,6cm), (48) 434pp. et 435 - 527p., 2 volumes reliés. - Nuova edizione per il libro delle invenzioni Polidoro Virgilio e l'edizione originale per le frasi di Cicerone. belle impressioni in corsivo. Marchi della stampante sulla pagina del titolo. L'edizione di Cicerone manca cataloghi inglesi. De Rerum inventoribus è stato nella lista nera nel 1575 e ristampato in forma redatto e di editing che vi presentiamo non è così no. La prima traduzione francese sembra essere apparso nel 1527 come una copia dell 'Università di Glasgow, anche se i dati contraddittori dà 1528 come data della prima edizione francese in latino da Robert Etienne. Brunet dà 1499 per la data del primo biondo édition.Demi pelle di pecora in marmo inizi del XIX. Smooth indietro tre gioielli. Parte del titolo e del volume numero beige. Mancanza di carta continua a coperchio superiore del Volume 1 e Volume 2 inferiore piatto, interni molto fresco. Il libro delle invenzioni Virgilio ebbe un successo duraturo nel XVI secolo, in quanto è lo stesso tipo di libri nel Rinascimento, le leggende che conciliano e fonti storiche. Nella forma di articoli, esso viene trattato con tutti i tipi di invenzioni, sale, ceramiche, dipinti, biancheria, musica ... Il libro è anche una storia della medicina e della magia. Polidoro Virgilio naturalmente attirato su gran Antichi. Polidoro Virgilio (1470 - 1555) nacque e morì in Urbino, dopo aver studiato a Bologna e Padova, … [Click Below for Full Description]
Bookseller: Librairie Le Feu Follet
2016-07-27 23:37:02
Henry Smythe, printer
London[i] : Excudebat Henricus Smythe, 1546-01-01. Hardcover. Good. Early English Printing. Black letter. Bound in early 20th century cloth. Patterned after Richard Pynson's 1510 book, Liber Intrationum was an important English book of precedents for pleadings. Written by an anonymous author, John Baker states the book has some affinity to that of John Jenour's Common Pleas. See: Baker, The Oxford History of the Laws of England Volume VI: 1483-1558, p. 346, 887. Collated: [24], ccxliiii [i.e. 246] leaves. Folio, 35 cm. Place of printing from explicit, which gives the place Londan and printing date Nov. 1, 1545. Early marginalia throughout. Minor marginal browning. According to Baker, the pleadings in this book were used by Dyer, Coke and others as an important foundation to legal hisory. STC 14117; Beale, A Bibliography of Early English Law Books T284.
Bookseller: Sequitur Books [Boonsboro, MD, U.S.A.]
2016-07-13 17:30:23
Faksimile-Ausgabe: Codices Selecti Vol. CVI. Graz 2001.
- Die Ausgabe erscheint in Koedition mit der Kroatischen Akademie der Wissenschaften und Künste. Entstehungszeit des Codex: 1546, Rom. Vollständige farbige Faksimile-Ausgabe der 114 folios (228 Seiten) im Originalformat 110 x 173 mm. 26 ganzseitige Miniaturen und 37 Seiten mit aufwendigem Randschmuck unter reicher, jedoch zarter Verwendung von Gold. Schrift: Cancelleresca formata von der Hand des Francesco Monterchi. Alle Blätter sind dem Original entsprechend randbeschnitten und mit einem Goldschnitt versehen. Diese Edition ist mit einem hangefertigtem Ledereinband mit Silberprägung ausgestattet, der Motive aus dem Originaleinband wiedergibt. Faksimile und Kommentar werden in einem Schuber geliefert. Limitierte Auflage der Leder-Ausgabe: 550 handnumerierte Exemplare. Mit leichten Lagerspuren. [Attributes: Hard Cover]
Bookseller: Frölich und Kaufmann
Check availability:
2016-06-27 18:07:32
Guevara, Antonio de
1546 - Rare Spanish work on the art of sailing, including chapters on maritime language and piracy. [Ca. 1546]. Antwerp. Martin Nuncio. In 8vo (130 mm x 90 mm). xxix + 1 ff. + 2 [blank]. Handsome 19th century calf, boards stamped in blind in imitation to the Spanish plateresco style, raised bands to spine, lettered in gilt, slightly rubbed. Edges stained red, minor soiling to margins, else a very good copy. First edition as a separate work of this very rare, and early discourse on the art of sailing; the Arte had been previously printed as part of the Libro llamado Menosprecio de Corte (1539), one of the Spanish foremost contributions to literature in the 16th century. The Arte de Marear provides an overview of maritime matters, comprehending the invention and use of the galley, a survey of the mariners of classical antiquity, a discourse on the dangers of the sea, on pirates, a description of the seas and its properties, the provisions the sailor must take before undertaking a voyage, and a very interesting chapter on the barbaric language spoken in Spanish galleys “barbaro lenguaje que hablan en las galeras”. Guevara (1480 - 1545) was arguably one of the most prolific and famed Spanish author´s of the 16th century, a member of the courts of Isabel la Catolica and later Charles V. The Menosprecio, or the Arte by itself, were translated into English (A Book of the invention of the art of navigation, London, 1578), French and Italian. Nuncio´s woodcut device to title page, incorporating two flying cranes battling over a fish; printed in black letter. Provenance: Ha … [Click Below for Full Description]
Bookseller: HS Rare Books
2016-06-09 07:49:42
Fuchs, Leonhart [1501-1566 ].
Parisiis, Apud Carolam Guillard, sub Sole aurco, via ad D. Iacobum. [Paris, Carol. Guillard]. 1546 1546. In thick, blue marbled-paper wraps, possibly contemporary, with later pink paper 'lettering piece' at head of spine with no title written on it.Sixteenmo, leaf size 113x74mm; [40], 288 leaves.Early ownership inscription in sepia ink in lower margin of title page: 'Ex libris Joij [?] Michaelij Eineder | Medici Anno 1691 [?]', other early inscriptions have been crossed through.Includes Greek and Latin indexes.Underlining and marginal notes throughout.Some light tanning of leaves.Light damp-marking in lower margin from leaf 231 to end.Signs of use, but clean and tight.(Further information and photographs available on request.)
Bookseller: Collectable Books
______________________________________________________________________________


      Home     Wants Manager     Library Search     563 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2019 viaLibri™ Limited. All rights reserved.