viaLibri Requires Cookies CLICK HERE TO HIDE THIS NOTICE

Recently found by viaLibri....

HECATOMMITHI overo CENTO NOVELLE di Gio - Giovanni Battista GIRALDI (Cinzio) - 1608. [1200070]
Venezia Venezia, Appresso Evangelista Deuchino, & Gio.Battista Pulciani, 1608. Il Giraldi nacque a Ferrara nel 1504, proveniente da una famiglia ferrarese che vantava remote origini fiorentine; la madre apparteneva alla famiglia dei Mombelli, nobili del ducato di Savoia. Fin da giovane e, secondo quanto egli stesso afferma in un epigramma, per volontà di una donna, aveva aggiunto accanto al nome l'epiteto Cynthius. Conseguì la laurea in medicina a Ferrara dove seguì anche studi umanistici tanto che venne chiamato a ricoprire la cattedra di retorica dopo la morte di Calcagnini. Abbandonata la medicina e dedicatosi tutto alla letteratura, scrisse varie opere anche teatrali con una certa fortuna. Godette dei favori del duca Ercole II e, 4 anni dopo la sua morte, nel 1563, si trasferì a Mondovì, chiamato dal duca Emanuele Filiberto di Savoia. Qui fece stampare i due volumi degli Ecatommiti, la raccolta di novelle alla quale aveva lavorato sin dagli anni giovanili. Interrotta la composizione delle novelle negli anni intorno alla laurea, il G. aveva ripreso la scrittura della sua raccolta intorno al 1560, per portarla a compimento nel 1565 con la pubblicazione. La prima edizione è l'unica che mantenga la struttura originaria, così come era stata voluta dall'autore. Gli Ecatommiti presentavano, infatti, oltre a centotredici novelle disposte in dieci giornate, la cornice (che si apre con una descrizione del sacco di Roma del 1527), componimenti poetici, dediche e, al centro della struttura, esattamente tra la quinta e la sesta deca, i tre dialoghi Dell'allevare et ammaestrare i figliuoli nella vita civile, già composti intorno al 1550. La struttura originaria venne stravolta dalle edizioni posteriori, sia quelle pubblicate nel XVI secolo, sia quelle successive. Alcune delle novelle degli Ecatommiti presentano la stessa storia di sette tragedie giraldiane, anche se non si può stabilire con precisione se sia stato composto prima il testo narrativo o quello teatrale: si tratta di Orbecche, Altile, Antivalomeni, Selene, Eufimia, Epitia, Arrenopia. Da novelle degli Ecatommiti provengono anche le trame di due tragedie shakespeariane: Otello deriva dalla settima novella della terza giornata, Misura per misura dalla quinta novella della ottava giornata, che narra la storia di Epitia. Gli Ecatommiti, che pure vennero considerati per l'intento moralizzatore che li permea un tipico frutto della letteratura controriformistica, furono inclusi nell'Indice dei libri proibiti pubblicato a Parma nel 1580. G. fu anche a Pavia e, ritornato a Ferrara, vi morì nel 1573 marca tipografica incisa ai due frontespizi; tracce di rifilatura specie al margine superiore; capilettera incisi ed ornati; note di appartenenza
      [Bookseller: Libreria Editrice Belriguardo]
Last Found On: 2016-09-19           Check availability:      maremagnum.com    

LINK TO THIS PAGE: www.vialibri.net/item_pg_i/1200070-1608-giovanni-battista-giraldi-hecatommithi-overo-cento-novelle-gio-giovanni-battista.htm

Browse more rare books from the year 1608


      Home     Wants Manager     Library Search     562 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service     


Copyright © 2016 viaLibri™ Limited. All rights reserved.