viaLibri Requires Cookies CLICK HERE TO HIDE THIS NOTICE

Recently found by viaLibri....

Eigenh. Brief mit U. ("N. Paganini").
Wien, 1. VII. 1828. - 1½ SS. mit eh. Adresse verso (Faltbrief). Gr.-4to. Schöner, unbekannter und ausführlicher Brief an seinen Triestiner "amico carissimo" Agostino Samengo (1771-1837?), einen aus Genua stammenden Reeder und Handelsmann, der auch als Musiker dilettierte und Paganini in Triest Unterkunft zu geben pflegte. Der Brief rühmt die Qualität des Graf-Cembalos, das Paganini in Samengos Auftrag von Wien nach Triest schicken ließ, und behandelt Transportmodalitäten und Kosten. Paganini verweist zweimal auf eine Rechnung, die dem Brief offenbar nicht beiliegt. Sehr interessant ist Paganinis Beurteilung der letzten vier Quartette Beethovens, die ihm barock erscheinen: "Mi compiaccio di dirvi che il cembalo di cui mi avete incaricato e che dovveste aver ricevuto essendo stato di qui spedito da qualche tempo al vostro indirizzo riuscito a paver mio e di tutti i Professori miei amici della perfezione che voi bramavate ed è tale che coll' uso si perfezionerà ancor più se è possibile siccome asseriscono i detti Professori e il fabbricatore. - Mi duole di aver male inteso la parola trasporto ed averla equivocata con quella che qui vuol dire soltanto imballaggio. Cosi ché voi dovete pagare circa 16 fiorini di più del convenuto di 500 fiorini che io ho pagato (siccome rilevarete dalla qui unita ricevuta), giacché il fabbricatore non suole assumersi il trasporto che aggiunto costa circa 16 fiorini, ma ne esegui [sce] solo l'imballaggio con tutta la cura che esige il suo istrumento. L'unita ricevuta parla di 512 fiorini, ma non ne pagai che 500 giacchè in questa somma stava l'obbligo mio per voi assunto, e per essa aggiunto il cembalo bene imballato fu venduto dal Graf. Nella coda sul piano armonico troverete la mia firma in lapis, e troverete a seconda del vostro desiderio anche il leggio. Quattro dei miei dizatti [?] gli consegnerò ad un negoziante vostro amico, di cui non ne recordo il nome, che partirà fra giorni per Trieste. - Ieri sera ho dato la tredicesima [.], ed ora conto di riposare trovandomi più che mai ammalaticcio. - Gli ultimi quartetti di Beethoven de quali ne ho intesi due mi sembrano molto barocchi. Con quiete avrò il piacere di trattenermi un poco di più con voi. - Avete più eseguito il mio capriccio in Mi? Che fa il bravo Hyel? Salutatelo in mio nome e ricordatemi sensibile a tutti i comuni nostri amici. Le mie dovute congratulazioni all' amabile vostro Ipolito. Favoritemi vostre notizie che mi saranno oltremodo care. Addio amatemi e credetemi [.]". - Spuren mehrfacher Faltung. Kl. Randausriss von Siegelöffnung (minimale Textberührung); verso hs. Empfängernotiz "risposto li 11 Luglio" und etwas späterer Sammlungsstempel "L. Samengo Trieste". - Deutsche Übersetzung auf Anfrage. Nicht in: R. Grisley (Hg.), N. Paganini Epistolario (Milano 2006).
      [Bookseller: Antiquariat INLIBRIS Gilhofer Nfg. GmbH]
Last Found On: 2015-02-22           Check availability:      AbeBooks    

LINK TO THIS PAGE: www.vialibri.net/years/items/880882/1828-paganini-niccolo-violinvirtuose-1782-1840-eigenh-brief-mit-u-n-paganini

Browse more rare books from the year 1828


      Home     Wants Manager     Library Search     561 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service     


Copyright © 2017 viaLibri™ Limited. All rights reserved.