The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Recently found by viaLibri....

Prodromo gentilizio ovvero trattato delle armi ed insegne delle famiglie, preliminare alla Europa gentilizia
a spese del Tinassi. Cm. 15,5, pp. (24) 560 (4) [prima carta (anteposta all'occhitetto) e ultima (postposta alla carta di errata) bianche e presenti]. Stupenda legatura coeva alle armi della famiglia Febei, in pieno marocchino rosso con ricchissime decorazioni in oro a dorso e piatti. Tagli dorati. Si segnala lo splendido cofanetto in marocchino rosso (interni in velluto e finestra in plastica simil-vetro trasparente) realizzato dalla prestigiosa legatoria milanese De Stefanis. Trascurabili e sporadiche arrosatture, peraltro magnifico esemplare ottimamente conservato. Antonio Stefano Cartari (1651-), giurista e poligrafo nativo di Orvieto, raggiunse la massima fama grazie agli studi di araldica. Così la voce C. (a cura di Amando Petrucci in D.B.I., volume 20) a proposito di quest'opera: "Egli individuò nell'araldica e nella sigillografia i campi di interesse che gli riuscivano più congeniali, e prese a raccogliere sia sigilli originali, sia impronte, sia infine descrizioni o disegni di stemmi di famiglie nobili. Nacque così in lui il progetto, vastissimo ed ambizioso, di un repertorio generale degli stemmi di tutte le famiglie nobili europee, disegnati e descritti accuratamente; e in pochi anni il C., con accanita opera di spoglio da fonti e da testi di ogni tipo, finì per raccogliere la riproduzione di oltre ventimila stemmi. Nel 1679 egli pubblicò il volume primo e preliminare della grande opera: Prodromo gentilizio overo trattato delle armi ed insegna delle famiglie, Roma 1679, dedicato a F. M. Febei, che consiste in un vero trattato teorico-pratico di araldica, preciso e conciso nella parte tecnica, basata, per confessione dell'autore, su fonti francesi, inattendibile e abborracciato nelle parti storiche; importante appare il glossario dei termini tecnici, nonché l'indicazione di metodo volta a privilegiare le fonti antiquarie, «monete, sigilli e medaglie» in confronto di quelle scritte". Copia unica, in quanto esemplare di dedica: le armi sono di Francesco Maria Febei (1616-1680), arcivescovo di Tarso e scrittore originario di un'antica famiglia ascritta al patriziato di Orvieto. Lo stesso Febei è il destinatario della dedicatoria di Cartari. Prima edizione. Così Piantanida (260): "Rara ediz. probab. orig. di questo trattato diviso in cinque libri (Spreti, Saggio di Bibliogr. araldica, p. 36)". Cfr. anche Iccu..
      [Bookseller: Studio Bibliografico Apuleio]
Last Found On: 2018-01-10           Check availability:      maremagnum.com    

LINK TO THIS PAGE: www.vialibri.net/years/items/32393402/1679-cartari-antonstefano-prodromo-gentilizio-ovvero-trattato-delle-armi

Browse more rare books from the year 1679


      Home     Wants Manager     Library Search     563 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2019 viaLibri™ Limited. All rights reserved.