The viaLibri website requires cookies to work properly. You can find more information in our Terms of Service and Privacy Policy.

Recently found by viaLibri....

Poesia. Rassegna internazionale diretta da F. T. Marinetti. Aprile - Maggio - Giugno - Luglio 1909. N. 3 - 4 - 5 - 6. Anno V
Società Anonima Poligrafia Italiana, Milano 1909 - In-8° grande (275x285mm), pp. 92, brossura editoriale con affascinante composizione xilografica di Alberto Martini sospesa tra Simbolismo e Liberty, stampata in bianco e in verde. Illustrazioni in b.n. n.t. Ottimo stato; in barbe. Numero quadruplo di questo celebre mensile diretto da Marinetti, divenuto organo ufficiale della poesia futurista, pubblicato in complessivi 57 numeri in 31 fascicoli fra il 1905 e il 1909; il numero presenta particolare importanza perchè contiene la prima pubblicazione di alcuni dei testi fondanti del movimento futurista. Testi di Marinetti (Declaration of Futurism, traduzione inglese del manifesto pubblicato sul Figaro del 20 febbraio 1909, seguito dai testi originali in francese e in italiano); Les premières victoires du Futurisme; seguono le relative reazioni al manifesto di illustri scrittori stranieri, tra cui Pierre Loti; La morte prese il volante; ecc.), Gian Piero Lucini (con una poesia dedicata a Swinburne), Enrico Cavacchioli (con un'anteprima delle Ranocchie turchine), Paolo Buzzi, Corrado Govoni, Libero Altomare, ecc. Fondai Poesia, rivista internazionale che, prima fra tutti i fogli d'Italia, portò il nome e le poesie di Paul Claudel, accanto alle prime poesie di Buzzi, di Cavacchioli, Folgore, Palazzeschi, Govoni. Nasceva così il movimento futurista, con un largo e frenetico amore per l'arte nuova e per molti ingegni lirici italiani soffocati dallo scetticismo misoneista. Nasceva il movimento futurista antiscuola, antiaccademia, che doveva sgomberare l'Italia dal passatismo ruderomane, dal professoralismo pessimista e preparare l'attuale rinascenza italiana. (Marinetti, I Nuovi Poeti Futuristi). Salaris, Riviste, pp. 526 e sgg.: La bella copertina disegnata da Alberto Martini, raffigurante una fanciulla nuda, la poesia appunto, che ha ferito mortalmente con una freccia un'idra marina, riassume l'umore tutto liberty che traspira dagli ampi fogli tipo album in carta tirata a mano con barbe, un'edizione preziosa che rivela i gusti e le cultura del giovane direttore, Filippo Tommaso Marinetti. Il mito di Poesia e della sua redazione in casa di Marinetti circola talmente negli ambienti letterari russi, che più tardi il gruppo futurista Mezzanino di Poesia di Vafim Sersenevi assumerà questo nome proprio in omaggio al periodico milanese. Per la varietà di contributi e tendenze, rispetto ad altre pubblicazioni del tempo (‘La Critica’, ‘Leonardo’, ‘Hermes’, ‘Il Regno’), ‘Poesia’ può sembrare un bazar casuale, senza precise coordinate programmatiche, eppure se la si valuta nell’insieme delle iniziative promosse lungo i quattro anni di vita [ ] si capisce che essa riesce a mettere in moto un originale sistema di comunicazione culturale. E dunque [ ] possiamo ritenere che la specificità del progetto vada individuata proprio nel complesso delle attività che puntano alla conquista del consenso e alla difesa di uno spazio, con criteri moderni, adatti al configurarsi di una società di massa con cui la cittadella delle lettere deve inevitabilmente fare ormai i conti.
      [Bookseller: Gilibert Libreria Antiquaria (ILAB-LILA)]
Last Found On: 2017-10-16           Check availability:      AbeBooks    

LINK TO THIS PAGE: www.vialibri.net/years/items/22942212/1909-marinetti-filippo-tommaso-direttore-poesia-rassegna-internazionale-diretta-da-f

Browse more rare books from the year 1909


      Home     Wants Manager     Library Search     562 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service      Privacy     


Copyright © 2018 viaLibri™ Limited. All rights reserved.