viaLibri Requires Cookies CLICK HERE TO HIDE THIS NOTICE

Recently found by viaLibri....

T. Livii Patavini, Historiarum ab urbe condita, Libri, Qui Extant, XXXV. Cum Universae Historiae Epitomis. Adiunctis Scholiis Caroli Sigonii, quibus ijdem libri, atque epitomae partim emendatur, partim etiam explamatur. Secunda editio. Cum privilegio Pontificis Maximi, & Senatus Veneti, ad annos XX.
Apud Paulum Manutium, Aldi F.,, Venetiis, 1568 - In folio (31,3x21,5 cm); (52), 399, (1) cc. e 107 cc. Legatura in mezza-pelle con titolo su fascetta in pelle scura, fregi, iniziali dell’antico proprietario e stampatore in oro al dorso. Dorso in parte abilmente restaurato. Piatti foderati con carta marmorizzata. Pochi ed ininfluenti forellini di tarlo al margine esterno bianco delle prime due e ultime 4 carte. Un leggero alone al margine interno di un’ottantina di carte al centro del volume e alle ultime 60 carte del volume. Varie note chiosate a mano da mano settecentesca al margine esterno di varie carte. Esemplare nel complesso in buone condizioni di conservazione. Antica firma di appartenenza privata alla prima carta bianca che identifica l’esemplare come appartenuto a Monsignor Giuseppe Zacchia (originario di Vezzano Ligure) che fu vice-legato pontificio a Ravenna prima ed elevato nel 1845, da papa Gregorio XVI al ruolo di Cardinale. Fu artefice di una violenta repressione anticarbonara e nel 1826 respinse, con le armi, l’assalto carbonaro a Ripatronsone. La seconda parte del volume, con frontespizio proprio "Caroli Sigonii Scholia, Quibus T. Livii Patavini Historiae, et earum epitomae Partim emendantur, partim etiam explanantur. Eiusdem in eosdem libros Chronologia, ipsorummet auctorum verbis confirmata. Editio Secunda". Seconda edizione aldina (dopo la prima del 1555) di questo importante scritto del grande storico romano, Tito Livio (Patavium, 59 a.C. – Patavium, 17), con il commento dello storico modense Carlo Sigonio (Modena, 1520 circa – presso Modena, 28 agosto 1584). La raccolta "Ad Urbe Condita" , iniziata da Tito Livio nel 27 a. C. era composta di 142 libri che ricostruiscono la storia di Roma dalle origini. I libri che sono arrivati fino a noi descrivono in particolare la storia dei primi secoli di Roma dalla fondazione fino al 293 a.C., fine delle guerre sannitiche, la seconda guerra punica, la conquista della Gallia cisalpina, della Grecia, della Macedonia e di una parte dell'Asia Minore. L'ultimo avvenimento importante che si trova è relativo al trionfo di Lucio Emilio Paolo a Pidna. All’inizio del volume è presente l’epistola preliminare del Sigonio a Bernardino Loredano e un ricchissimo indice preliminare su tre colonne. La seconda parte, con gli scollii del Sigonio rappresenta un’importante contributo della filologia classica rinascimentale allo studio di Tito Livio. Sigonio, dopo aver prestato servizio nella dimora del cardinale Grimani, succedette a Francesco Porto nell'insegnamento del greco nell’ateno di Modena. Insegnò lettere classiche anche a Venezia, Padova, Bologna. Personaggio di grande erudizione, fu uno dei maggiori precursori del Muratori nello studio delle fonti storiche del Medioevo, soprattutto nel "De Regno Italiae", la cui cronaca va dal 570 al 1268. In buone condizioni di conservazione, non comune. Rif. Bibl.: Adams L1344; Renouard, 202; Wilamowitz, Storia della filologia classica, p. 46); S.T.C. Italian Books, p. 627 e 390; Ahmanson - Murphy, 599; Schweiger, I, 531.
      [Bookseller: Studio Bibliografico Antonio Zanfrognini]
Last Found On: 2017-02-23           Check availability:      AbeBooks    

LINK TO THIS PAGE: www.vialibri.net/years/items/1356791/1568-livius-titus-t-livii-patavini-historiarum-ab-urbe

Browse more rare books from the year 1568


      Home     Wants Manager     Library Search     561 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service     


Copyright © 2017 viaLibri™ Limited. All rights reserved.