viaLibri Requires Cookies CLICK HERE TO HIDE THIS NOTICE

Recently found by viaLibri....

BELLUM CAMERACENSE.
Per Bernardinum Venetum De Vitalibus, 1525. Prima edizione. Testo latino. Opera dedicata ad Andrea Gritti. Cm.15,3x10. Carte 188 non numerate. Legatura in piena pergamena rigida con titoli e fregi impressi in oro al dorso. Tagli spruzzati. Alcuni capilettera ornati. L'esemplare presenta restauri cartacei d'epoca alle prime e alle ultime carte. In dettaglio, il restauro che riguarda le prime due carte consta di tre strisce cartacee ai due margini esterni ed all'inferiore al frontespizio, senza perdita di testo, e di due strisce, ai margini inferiore e esterno, al verso della prima carta e al recto e al verso della seconda, con perdita parziale del testo su cinque righe. Gli altri interventi riguardano l'angolo inferiore esterno delle ultime sette carte, senza minima perdita di testo. Si tratta comunque di restauri conservativi non invasivi, mentre il resto del volume si presenta in fresche condizioni di conservazione. (Le piccole parti di testo mancanti vengono comunque allegate in copia fotostatica). I dati editoriali si traggono, come detto, dal colophon, con l'indicazione "quinto idus Augusti". Appartenente al ramo di San Zaccaria dei Mocenigo, Andrea (Venezia, 1473-1542), allievo di Pietro Pomponazzi a Padova, ricoprì numerose importante cariche presso il Governo della Serenissima, quali senatore, elettore del Doge, Procuratore di San Marco, etc. Letterato e storiografo, compose la presente opera con l'obiettivo di narrare le vicende della guerra tra Venezia e la Lega di Cambrai tra il 1508 e il 1511, in cui egli svolse un importante ruolo diplomatico presso papa Giulio II. "L'opera, come recita il titolo, narra in sei libri le vicende della Lega di Cambrai, secondo un approccio tematico di tipo sallustiano. La scelta del tema, che aveva Venezia come protagonista, inseriva chiaramente questo testo nella produzione letteraria sviluppatasi nella Repubblica a partire dal secondo decennio del Cinquecento al fine di rappresentare il punto di vista e le ragioni veneziane nello scontro politico e militare in atto tra la Serenissima da una parte e molti Stati d'Italia e d'Europa dall'altra. Tanto più che il M., membro del patriziato e magistrato tra i più noti della Repubblica, era un esponente della classe dirigente che aveva guidato la città lagunare sino a quei drammatici avvenimenti. La narrazione, che avrebbe dovuto abbracciare gli anni 1509-17, prende le mosse in realtà - «per fare l'historia più chiara» (La guerra di Cambrai..., c. Ar1r) - dal secolo precedente, nel quale, secondo il Mocenigo, affondavano le radici del presente disastro, in linea con la migliore storiografia coeva e successiva" (da "Dizionario Biografico Treccani"). E' considerata la principale fonte storiografica veneziana nei primi tre lustri del XVI secolo. > Adams, I, M-1518. Cicogna, 792. Italian STC, 442. Graesse, IV, 555. Codice libreria 134521.
      [Bookseller: Studio Bibliografico Pera]
Last Found On: 2016-09-25           Check availability:      maremagnum.com    

LINK TO THIS PAGE: www.vialibri.net/years/items/1209741/1525-mocenigo-andrea-bellum-cameracense

Browse more rare books from the year 1525


      Home     Wants Manager     Library Search     561 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service     


Copyright © 2017 viaLibri™ Limited. All rights reserved.