viaLibri Requires Cookies CLICK HERE TO HIDE THIS NOTICE

Recently found by viaLibri....

Triompho di fortuna di Sigismondo Fanti ferrarese.
(In fine:) Impresso in la inclita citta di Venegia, per Agostin da Portese ad istantia di Iacomo Giunta mercatante florentino, 1527 nel mese di genaro, - in-folio (325x217 mm), ff. (19), CXXVIII (i.e.126), (1), legatura moderna in marocchino blu (firmata Alain Devauchelle) entro astuccio. Prima edizione nella seconda tiratura (nella prima tiratura il colophon è datato 1526) del celebre lavoro del Fanti che rientra in un genere la cui genesi si può rintracciare nelle medievali sortes apostolorum o sortes prophetarum e l'antecedente più immediato nel Libro de la Sorte di Lorenzo Spirito. Lo schema divinatorio del Fanti si presenta infatti come una complicazione rinascimentale del più semplice schema di Spirito e, mentre le domande di Spirito sono di carattere decisamente più privato, quelle di Fanti vertono soprattutto sulla sfera dell'organizzazione sociale o socio-cosmica. Basato su una possibile scelta di ben 72 quesiti, legati ad una apparato iconografico sontuoso, il lettore viene poi indirizzato ad una delle 12 tavole della "Fortuna", che segnano le direzioni del mondo, quelle fondamentali (Oriente, Occidente, Settentrione e Austro) e quelle intermedie. Il passo successivo è verso le 12 "Case", cioè casate nobiliari selezionate tra le più note dell'Italia di primo Cinquecento (Orsini, Colonna, Medici, Aragona, Gonzaga, Este, Baglioni, Vitelli, Sforza, Feltre, Gritti e Bentivoglio). Qui si trova il rinvio alle 72 "Rote", ogni foglio presenta ai lati personaggi illustri e nel corpo centrale due cerchi molto elaborati. A quello superiore si accede gettando due dadi, a quello inferiore stabilendo l'ora. L'iconografia di questa sezione combina un immaginario estremamente composito con riferimento al mondo "naturale" ed "artificiale" (animali, piante, manufatti, figure mitologiche, i sette vizi capitali con Bacco e Amore, le sette arti del Trivio e del Quadrivio, le sette virtù cardinali e teologali, la Fortuna); tra i celebri personaggi si possono ricordare Dante, Raffaello e Michelangelo, plasticamente raffigurato in atto di scolpire un blocco di marmo (di cui questa è forse una delle prime rappresentazioni iconografiche). Il successivo rinvio, determinato dal tiro dei dadi e dall'ora in cui si consulta il libro, è ad una delle 36 "Sphere". Poste in ordine decrescente dal Paradiso, ai Sette Cieli, ai dodici Segni Zodiacali, alle undici Costellazioni, ai quattro Elementi sino all'Inferno. Le pagine prevedono un grande cerchio al centro con la raffigurazione della Sfera, in alto busti di personaggi illustri e in basso scene pertinenti alla cultura e alla guerra. Da qui si rinvia alla tappa conclusiva del gioco: 74 Astrologi antichi e moderni e Sibille comunicano il loro responso ai quesiti d'apertura. L'esito è fornito sia nel linguaggio cifrato dell'astrologia giudiziaria sia in una quartina di traduzione in volgare. I 74 personaggi della mantica e dell'astrologia antica, medievale (araba e cristiana) e moderna formulano ognuno 22 oroscopi per un totale di 1682 oroscopi, figure, quartine (tra le figure rappresentate ricordiamo il mitico Atlante, le leggendarie Sibille e le storiche personalità di Pietro d'Abano e Cecco d'Ascoli). Precede l'opera, al verso del titolo, dedica a Clemente VII; Sigismondo Fanti (o de Fantis, m. post 1527) fu un eclettico ferrarese, contemporaneo dell'Ariosto, attivo in diverse corti italiane ed europee, come astrologo, umanista e professore delle arti matematiche. Personalità ancora in attesa di definizione, fu indubbiamente uomo dallo spessore tecnico-scientifico notevole (per biografia del Fanti cfr. Introduzione di Biondi, in Triompho di Fortuna; per una panoramica delle sue opere E. CASAMASSIMA, Trattati di scrittura del Cinquecenti italiano, Milano 1966). Magnifico illustrato del primo cinquecento, rarissimo (censito in sole tre biblioteche italiane: Bologna, biblioteca Universitaria, scompleto; Milano, Trivulziana; Firenze, Nazionale Centrale). Adams F 150. Cicognara 1645. Essling p. 652. Mortimer 180. Sander 2654; Cantamessa, I, n. 2529: ''opera di eccezionale bellezza tipografica e artistica''. [Attributes: Hard Cover]
      [Bookseller: Libreria Antiquaria Pregliasco]
Last Found On: 2016-05-07           Check availability:      AbeBooks    

LINK TO THIS PAGE: www.vialibri.net/years/items/1118279/1527-fanti-sigismondo-triompho-di-fortuna-di-sigismondo-fanti

Browse more rare books from the year 1527


      Home     Wants Manager     Library Search     561 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service     


Copyright © 2017 viaLibri™ Limited. All rights reserved.