viaLibri Requires Cookies CLICK HERE TO HIDE THIS NOTICE

Recently found by viaLibri....

ANECDOTA QUAE EX AMBROSIANAE BIBLIOTHECAE - Muratori Ludovico Antonio - 1697. [1197428]
G.P. Malatesta e J. Manfrè, 1697 - 1713. Tre volumi in 4°, legatura coeva in piena pelle, titoli al dorso a cinque nervi, piatti incorniciati da triplo filetto, con angoli, bordi esterni e scomparti del dorso impressi a piccoli ferri a motivi ornamentali decorati in oro, sguardie marmorate, bianche, occhielli, frontespizi, dedicatoria, introduzione, indici, 8 cc., 259 pp.; 3 cc., 371 pp.; 4 cc., 341 pp., bianche finali. L'immensa, magnifica opera prima, del grande scrittore settecentesco. Entrato nel 1695 alla Biblioteca Ambrosiana, Muratori cominciò subito a raccogliere quantitàdi documenti inediti, pubblicando questo suo primo lavoro, originale in due volumi stampati appunto a Milano, presso Malatesta. Il primo volume stampato nel 1697 sottointitolato "Quatuor S. PAULINI Episcopi Nolani Poemata complectens" raccoglie notizie biografiche e componimenti del Santo oratore e poeta Paolino, il quale conobbe Sant'Ambrogio ed ebbe come maestro il poeta Ausonio, accompagnate da glosse e dissertazioni, con in fine un appendice sull'antica giurisdizione milanese sull'episcopato ticinese. Il secondo volume stampato nel 1698 sottointitolato "Praeter veterum monimenta Commentarium continens DE CORONA FERREA, qua Romanorum Imperatores in Insubribus coronari Solent" raccoglie innumerevoli cronache, disquisizioni, orazioni e commentari su particolari e misteriosi argomenti. Nel 1700 Muratori riceve l'incarico d'archivista e bibliotecario, da Rinaldo d'Este, duca di Modena, in un europa coinvolta nella guerra di successione spagnola, nel cui contesto divampano le controversie nei ducati di Ferrara, di Parma, per il dominio, ad esempio del ricco territorio di Comacchio, l'Autore è indotto ancor più allo studio ed alla ricerca delle fonti storiche più rilevanti, e la sua opera viene arricchita di altri due volumi, stampati a Padova presso Manfrè, di cui noi disponiamo del primo (terzo dell'opera), edito nel 1713, che raccoglie sei opuscoli inediti: Le Orazioni di Tertulliano con prefazione, note e commento del Panciroli e del Muratori; il poema "De gestis in Civitate Mediolani.." di Stephanardi di Vicomercato; un affascinante libello di Anonimo del IX sec. "De Computo, sive De Kalendario"; Epistole e Sermoni del vescovo Ildeberto Cenomanense, figura di rilievo, teologo e poeta del X secolo; il libello "De Corpore et Sanguine Christi" di Gezone abate Derthonense; ed in ultimo Enea Silvio Piccolomini (Pio II Papa) nell'orazione "De Compactatis Bohemorum". Pregevole insieme di tre rari volumi, ciascuno completo in se stesso, provenienti dall'Università di Chicago (ex - libris e timbro di dismissione), in bella veste legatoriale (minimi restauri conservativi alle cerniere). Assolutamente notevole e di scarsissima reperibilità.
      [Bookseller: Libreria Accademia degli Erranti]
Last Found On: 2016-09-17           Check availability:      maremagnum.com    

LINK TO THIS PAGE: www.vialibri.net/item_pg_i/1197428-1697-muratori-ludovico-antonio-anecdota-quae-ambrosianae-bibliothecae-muratori-ludovico-antonio.htm

Browse more rare books from the year 1697


      Home     Wants Manager     Library Search     562 Years   Links     Contact      Search Help      Terms of Service     


Copyright © 2016 viaLibri™ Limited. All rights reserved.